Israele, vogliamo parlarne?

Pagina 6 di 29 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 17 ... 29  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 16:46

Io direi di calmare un po' i toni no? Che cosa avrà detto di così spaventoso notimenowhere? A me pare che ha portato dei dati e a ragionato su quelli, dall'altra parte vedo solo sfottò, insulti e appelli a "così abbiamo sempre detto". L'ho gia detto e lo ripeto, come mai vi dimenticate che la storia la fanno i vincitori? Qua nessuno sta negando niente, si sta dicendo che i campi di concentramento nazisti sono stati un'atrocità, che lo zeitgeist del tempo, come abbiamo stabilito con delfi, accettava tranquillamente, e che oggi invece ci ripugna, ma neanche tanto visto che dipende da chi viene concenrato o fatto oggetto di genocidio. Non mi pare di vedere lo stesso orrore e le stesse reazioni scomposte di cui sopra, quando si parla di genocidio del Ruanda o di campi di concentramento serbi. Forse è dovuto al numero di morti e all'importanza dei parenti sopravvissuti? E dalla loro capacità di far valere la loro opinione?

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 16:50

davide: Facci un po' capire allora: che "metodi" avresti utilizzato tu?
innanzitutto non ne avrei fatto una questione di razze, e già lì avrei sbagliato alla grande perchè la razza anche se inventate è un forrte elemento di coesione per fare gruppo e per trovare un nemico comune, poi non so sinceramente che mezzo avrei utilizzato per combatterli, perchè tuttora non so come combatterli. Ammazzare o concentrare gente comune senza processo sfruttandoli peggio delle bestie fino a che non muoiano non rientra nel mio modo di comportarmi, questo no sicuramente, però

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da SergioAD il Gio 26 Apr - 17:18

Scusatemi, anche se avevo intenzione di non tornare in questo thread, vuoi per "non prestare il fianco all'avversario, specie sui confronti dialettici" vuoi per la mia difficoltà d'espressione. Ma non starai mica insinuando che con un processo "regolare" sarebbe stato più accettabile ammazzare o concentrare uomini, donne e bambini ebrei nei lager nel periodo della II guerra mondiale?
Ammazzare o concentrare gente comune senza processo

Altra cosa è oggi non sapere come votare da accettare un golpe militare o la rivoluzione socialista.

Siete usciti fuori tema - ma avete spostato l'interesse in un luogo oscuro e ambiguo.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 17:22

no, dei nazisti non approvo nessuna metodica, ho parlato di gente processata senza sentenze per denotare il fatto che già quella era una barbarie sufficente a rendermeli poco simpatici, per non dire peggio. Questo però non vuol dire che siccome hanno usato metodi barbari non vada indagato per bene come hanno agito mediante un esame storiografico serio e senza lasciarsi traviare dalle emozioni.

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da notimenowhere il Gio 26 Apr - 17:35

Luna grazie per la difesa ma non c'è ne bisogno. Davvero.
Non voglio che altri pagino conseguenze per le mie scelte.
Come ho già detto al mondo ci sono argomenti assolutamente tabù. Dogmi come quello di fede. Buffo trovarli in un sito di atei. Ma tant'è. Nessuno è perfetto.
Ed ho fatto l'esempio lontano da quello di cui stiamo parlando citando madre Teresa di Calcutta. Proprio su quest'ultima ho perso un "amico" tra l'altro ateo proprio perchè secondo lui le mie erano offese pesanti verso una personcina che non aveva fatto che bene. Il che è in parte anche vero. Ma questo è un altro discorso.

Quindi figurati che effetto posso farmi le "offese" di delfi. Manco lo conosco. Può sputarmi virtualmente in faccia se lo desidera. Non mi offendo. Faccia pure se lo fa sentire in pace con se stesso.
E se i gestori del sito su invito velato dello stesso riterranno di bannarmi facciano pure. Io sono a casa loro e possono far valere le regole che vogliono per quel che mi riguarda.
Non andrò a piangere in giro indicandoli come censori.
Come succede anche su altri argomenti da me trattati in altri luoghi quando non si hanno argomenti da portare la si mette sul piano emozionale.
per ogni bambino strappato dalle braccia della madre, per ogni ragazza uccisa, per ogni genitore sterminato..
Come se a me non importasse delle vittime che ci sono state.
Naturalmente nel caso specifico sono associato al nazismo. Peccato che ideologicamente mi considero più un anarchico che un fascio. Ma anche questo è la logica conseguenza quando si toccano certi argomenti.
Vorrei capire la frase negazionismo di bassa lega. Perchè c'è ne anche uno di alta lega?
Ad ogni modo se vuoi vomitarmi addosso gli insulti che secondo te mi merito autorizzo i gestori del sito a fornirti la mia mail. Così potrai sfogare la tua rabbia. Non sia mai che non voglia far stare meglio un essere umano.

notimenowhere
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 128
Età : 52
Occupazione/Hobby : Spalatore di bit
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 02.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da notimenowhere il Gio 26 Apr - 17:49

SergioAD ha scritto:Scusatemi, anche se avevo intenzione di non tornare in questo thread, vuoi per "non prestare il fianco all'avversario, specie sui confronti dialettici" vuoi per la mia difficoltà d'espressione. Ma non starai mica insinuando che con un processo "regolare" sarebbe stato più accettabile ammazzare o concentrare uomini, donne e bambini ebrei nei lager nel periodo della II guerra mondiale?
Ammazzare o concentrare gente comune senza processo

Altra cosa è oggi non sapere come votare da accettare un golpe militare o la rivoluzione socialista.

Siete usciti fuori tema - ma avete spostato l'interesse in un luogo oscuro e ambiguo.

Se mi permetti rispondo anche io alla domanda che hai fatto.

No non sarebbe stato giusto. Nel modo più assoluto. Anche se la legge tedesca dell'epoca era favorevole. Ci sono limiti che nessuna legge può superare. In particolar modo per quanto riguarda i bambini. Quelli non si devono toccare per nessuna ragione. Fossero anche figli di Belzebù.
Ed in questo caso il discorso si estende anche agli adulti. Un conto è imprigionare o deportare qualcuno che è autore di reati più o meno efferati, un conto è farlo perchè appartiene ad un determinato gruppo etnico-religioso.
Al contrario di quanto credono alcuni in questo luogo io non sto giustificando le azioni dei nazisti. Che lo capiscano o meno frega poco. Cazzi loro.
Ed anche se alla fine della guerra il tribunale che li ha condannati è stato un obbrobrio giuridico hanno meritato la fine che hanno fatto. Ed a mio parere è stato anche poco. Fosse stato per me gli avrei fatto vivere il resto dei loro giorni nelle stesse condizioni che avevano imposto ad altri. La morte in casi come questo è più una scappatoia che altro. Perchè con la loro politica razziale hanno causato la morte di un numero imprecisato di persone. Anche se con metodi che non sono quelli che fanno rabbrividire qualcuno qui.

P.S. Non mi sembra che tu ti esprima male. Smettila di fare il modesto.

notimenowhere
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 128
Età : 52
Occupazione/Hobby : Spalatore di bit
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 02.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da SergioAD il Gio 26 Apr - 18:28

Lascia perdere i post scriptum il problema nel foro non può essere quello che intendi tu ma quello che capiscono i tuoi interlocutori. Che lo capiscano o meno e cazzi loro è assurdo nel forum così come lo sono gli sputi ma ecco che conoscendo Delfi (non lo giustifico gli voglio bene è diverso ed è ancora diverso per te)

Se alcuni dei nostri sono passionali allora fatti vedere per quello che sei.

Io mi esprimo male nella misura in cui dico una cosa e mi si risponde da un'altra parte. La differenza è che a me davvero non interessa riprendere un discorso fatto già di logge ebraiche, sioniste, antisemitismo e poteri occulti.

Anche io non sono d'accordo coi numeri, credo che il sionismo impera ma non intendo battermici, della serie non sono così appassionato. Adesso ho i nipoti a casa e vado a cena.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da Rasputin il Gio 26 Apr - 18:46

notimenowhere ha scritto:Luna grazie per la difesa ma non c'è ne bisogno. Davvero.
Non voglio che altri pagino conseguenze per le mie scelte.

Come spero tu ti sia già reso conto, qui vige una certa libertà di espressione, della quale ci facciamo vanto. Nei limiti del regolamento.

Ho letto con interesse tutto quanto hai scritto; il blu significa che non scrivo da utente ma come da sfortunata etichetta che mi porto addosso, amministratore di moderazione.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49107
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 18:52

notimenowhere ha scritto:Luna grazie per la difesa ma non c'è ne bisogno. Davvero.
Non voglio che altri pagino conseguenze per le mie scelte.
Come ho già detto al mondo ci sono argomenti assolutamente tabù. Dogmi come quello di fede. Buffo trovarli in un sito di atei. Ma tant'è. Nessuno è perfetto..

Scelte?
Tu non stai sfatando nessun dogma, hai semplicemente di scelto un'altra verita', senza sostegni oggettivi, ma solo per qualche oscura ragione.

L'olocausto non e' un dogma, e' un fatto.

I dogmi sono i tuoi, in quanto basati su assunti arbitrari.

Ma non c'e' molto da aggiungere...

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 19:14

Dunque costui ha detto che la gassazione con zyclon b e' una bufala..e ne va pure fiero eh!

Tra i principali negazionisti dell'Olocausto, Robert Faurisson
sostiene che non esistano prove verificabili che abbiano dimostrato il
funzionamento tecnico dello sterminio mediante camere a gas con Zyklon
B. In particolare Faurisson, contesta la testimonianza del comandante di
Auschwitz Rudolf Höss, secondo la quale una squadra speciale (Sonderkommando), costituita da ebrei, metteva in moto un apparecchio di ventilazione ed entrava pochi minuti dopo la gasazione, magari fumando o mangiando, prendeva i cadaveri, li portava fuori, e poi verso i forni crematori per incenerirli.

Faurisson ritiene tutto ciò assurdo, perché lo Zyklon B ha come
caratteristica particolare quella di attaccarsi fortemente alle
superfici, e di penetrare nella pelle. Lo Zyklon penetra sia nelle
pareti e nei mattoni che nel corpo umano, e soprattutto se la superficie
è viva, la miscela agisce restando attiva. Secondo lo studioso francese
è fisicamente impossibile che coloro che entravano a contatto con i
cadaveri degli ebrei potessero fumare perché l’acido cianidrico è
altamente esplosivo. Infine, sempre secondo Faurisson, è impossibile
toccare cadaveri di gente uccisa dall’acido cianidrico.

Le tesi chimico/ingegneristiche di Faurisson e degli altri
negazionisti - pur non avendo alcun peso nella storiografia scientifica -
sono state sottoposte a critica da vari autori. In particolare, nel
corso del processo per diffamazione intentato dal negazionista
britannico David Irving alla studiosa americana Deborah Lipstadt venne presentata una completa expertise scientifica a cura del chimico americano Richard Green, che contribuì al rigetto della causa da parte della corte[8].
Tale tesi ribatté specificamente tutte le affermazioni di Faurisson e
degli altri negazionisti. Le tesi negazioniste hanno infine trovato
ampia smentita non solo nelle aule di tribunale ma anche nella
storiografia[9].


Tra i tanti stratagemmi per negare la verità storica dell’Olocausto, c’è quello dell’insetticida per disinfestare.

Da pochi giorni è trascorsa la ricorrenza del giorno della memoria,
dedicato alle vittime della follia razzista nazista tra le quali
spiccano i milioni di ebrei deportati e uccisi nei campi di sterminio.
Nonostante siano passati 60 anni da quei tragici eventi (o forse proprio
perché ne sono
passati così tanti) c’è ancora una nutrita schiera di personaggi – noti
e meno noti – che nega la veridicità dell’Olocausto. La stragrande
maggioranza di questi negazionisti non è certo mossa dalla vergogna
dell’eccidio, ma dalla volontà di negare agli ebrei ogni forma di
solidarietà e compassione. L’Olocausto è ampiamente provato, è stato
visto, documentato, filmato, fotografato, testimoniato. Si stima che
circa sei milioni di ebrei furono uccisi dai nazisti o morirono per gli
stenti imposti dai medesimi, e oltre tre milioni di questi uomini, donne
e bambini hanno un nome e cognome.

NUMERI – I nazisti erano molto precisi, e tenevano una regolare contabilità degli
ebrei avviati ai campi di sterminio. I negazionisti dell’Olocausto
fingono di ignorare queste evidenze e tentano di dimostrare il contrario
con argomentazioni di ogni genere. Una tra le più assurde è quella
che concerne lo Zyklon B, ossia il gas utilizzato dai nazisti per
uccidere rapidamente gli ebrei nei campi di sterminio (dove già morivano
di fame e malattie). Secondo i negazionisti lo Zyklon B era solo un disinfestante, serviva per uccidere i pidocchi,
e i tedeschi ne consumavano quantità industriali per disinfestare i
prigionieri ebrei, e quindi – in definitiva – per salvargli la vita.
Perché mai – osservano – avrebbero dovuto voler salvare le vite degli
ebrei, se poi intendevano ucciderli? E perché mai avrebbero dovuto
utilizzare lo Zyklon B, quando disponevano di armi e gas tossici molto
più efficienti? La risposta a queste domande è molto semplice.
Innanzitutto, gli ebrei venivano impiegati in lavori forzati. Chi non
era idoneo (o non era più idoneo) a lavorare veniva invece avviato alle
camere a gas o eliminato in altro modo. I nazisti, pertanto, avevano
comunque l’esigenza di assicurare un minimo di condizioni igieniche ai
detenuti che lavoravano nei campi di concentramento, non fosse altro per
evitare che il tifo si diffondesse anche tra i loro aguzzini.

SCIENZA - Quanto all’efficienza dello Zyklon B, era più che idoneo: in ambiente chiuso poteva uccidere
centinaia e centinaia di persone nel giro di pochi minuti. A
testimoniarlo non sono gli ebrei, ma gli stessi ufficiali tedeschi che
gestivano le operazioni di sterminio. Infine, i nazisti non
intendevano limitarsi soltanto a uccidere milioni di ebrei, ma volevano
anche far sparire le prove di quel massacro, e ciò avveniva con
l’utilizzo dei forni crematori. Il ritmo delle uccisioni, quindi, non
poteva superare quello dello smaltimento dei cadaveri. Gli esami
scientifici e forensi hanno poi oggettivamente dimostrato l’utilizzo
dello Zyklon B (una delle più alte concentrazioni del prodotto, che era
commercializzato in diverse tipologie) per sterminare gli ebrei. Non
tutti gli ebrei morirono per effetto dello Zyklon B né tutti i campi di
sterminio utilizzarono questo sistema di “soluzione finale”, ma esso è
diventato un po’ il simbolo di quella tragedia e delle camere a gas. E’
per questo che quando, nel 2002, la Siemens utilizzò
quello stesso nome per marchiare una linea di elettrodomestici, fu
sommersa dalle proteste e costretta a cambiare subito il nome.

http://www.giornalettismo.com/archives/111919/la-meschina-questione-dello-zyklon-b/

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da notimenowhere il Gio 26 Apr - 19:29

SergioAD ha scritto:Lascia perdere i post scriptum il problema nel foro non può essere quello che intendi tu ma quello che capiscono i tuoi interlocutori. Che lo capiscano o meno e cazzi loro è assurdo nel forum così come lo sono gli sputi ma ecco che conoscendo Delfi (non lo giustifico gli voglio bene è diverso ed è ancora diverso per te)

Se alcuni dei nostri sono passionali allora fatti vedere per quello che sei.

Io mi esprimo male nella misura in cui dico una cosa e mi si risponde da un'altra parte. La differenza è che a me davvero non interessa riprendere un discorso fatto già di logge ebraiche, sioniste, antisemitismo e poteri occulti.

Anche io non sono d'accordo coi numeri, credo che il sionismo impera ma non intendo battermici, della serie non sono così appassionato. Adesso ho i nipoti a casa e vado a cena.

Vedi la passionalità è anche bene accetta. Ma gli attacchi personali al solo scopo di screditare la persona e quindi le sue tesi sono trucchetti che ritengo molto meschini. Oltre che vecchi. Sono sulla rete da quando esistevano le BBS e so di cosa parlo.
Io potrei portare anche tonnellate di dati ma fin quando non li si legge per quello che sono, dati appunto, senza farsi prendere dalle passioni non si cambia idea. I dati si possono confrontare con serenità. Le passioni no.

notimenowhere
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 128
Età : 52
Occupazione/Hobby : Spalatore di bit
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 02.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da silvio il Gio 26 Apr - 19:34

Riporto una legge razziale tedesca del 42.








DECRETO SUL RAZIONAMENTO ALIMENTARE PER GLI EBREI


18 Settembre 1942

Il Ministro del Reich per l'Alimentazione e l'Agricoltura
Berlino W 8, Wilhelmstrasse 72
18 Settembre 1942




Ai Governatori di Stato per l'Alimentazione e ai Presidenti degli Uffici Provinciali per l'Alimentazione della Prussia, ad eccezione dei territori dell'Est non incorporati nell'Alta Slesia.

Per conoscenza ai Presidenti di Distretto (Regierungspraesidenten).

Oggetto: Razioni alimentari per gli ebrei.

1. Razioni

A partire dal 19 ottobre 1942, gli ebrei non potranno più ricevere i seguenti generi alimentari:

Carne, prodotti derivati della carne, uova, derivati del grano (dolci, pane bianco, panini, fecola di grano, ecc), latte fresco intero, latte fresco scremato e tutti quei cibi che saranno distribuiti non in base alle carte annonarie distribuite nel Reich ma in base a certificati locali di distribuzione o attraverso provvedimenti speciali emanati dagli Uffici dell'Alimentazione locali.

I bambini e i ragazzi ebrei sino ai 10 anni di età riceveranno la razione di pane uguale a quella dei normali consumatori. I bambini ebrei fino ai 6 anni d'età riceveranno la razione di grassi assegnata al normale consumatore ma senza sostituti del miele e senza cacao in polvere. I ragazzi di età compresa dai 6 ai 14 anni non riceveranno il supplemento di marmellata distribuito alla corrispondente fascia. I bambini ebrei sino ai 6 anni riceveranno mezzo litro di latte fresco scremato al giorno.
Conseguentemente non dovranno più essere rilasciate agli ebrei tessere e certificati locali di prelevamento per carne, uova o latte. I bambini e i ragazzi ebrei sino ai 10 anni di età riceveranno le tessere per il pane e quelli sino ai 6 anni le tessere per i grassi identiche a quelle dei normali consumatori. Le tessere per il pane rilasciate agli ebrei dovranno consentire il prelevamento soltanto di prodotti confezionati a base di segale. I bambini ebrei sotto i 6 anni di età riceveranno un certificato di prelevamento per il latte fresco scremato. Su di esso dovrà essere annotata la frase "Buono per mezzo litro giornaliero".


2 . Regolamentazione per gli infermi

Le regole per la distribuzione alimentare agli ammalati alle persone inferme, alle partorienti e alle donne in allattamento non si applicano agli ebrei. Le norme stabilite dal presente decreto si applicano anche agli ebrei ricoverati negli ospedali.


3 . Distribuzioni speciali
Gli ebrei sono esclusi da qualsiasi distribuzione speciale.

4. Cambio di tessere annonarie con buoni per viaggi o per ristoranti
Il cambio di tessere annonarie con biglietti di viaggio e buoni pasto per ristoranti può essere consentito agli ebrei soltanto in casi urgenti ed eccezionali.

5. Cibo non compreso nel razionamento
Per l'acquisto di generi alimentari non razionati, gli ebrei non saranno soggetti a restrizioni sino a quando tali generi saranno disponibili in quantità sufficiente per la popolazione ariana. I generi alimentari non compresi nel razionamento che vengono distribuiti di tanto in tanto e in quantità limitate, come ortaggi, aringhe, pasta di pesce, etc. non dovranno essere distribuite agli ebrei. Gli Uffici dell'Alimentazione sono autorizzati a permettere agli ebrei l'acquisto di rape, foglie di cavolo, etc.

6. Timbrature delle tessere annonarie.
Le tessere annonarie rilasciate agli ebrei dovranno essere sovrastampate diagonalmente (cioè sopra ciascun buono) con la scritta continua della parola "giudeo". A questo scopo dovrà essere scelto un colore che contrasti con il colore di base della tessera annonaria. Non è necessario quindi l'annullamento di questi buoni prima del rilascio delle tessere.

7. Orari speciali di acquisto per gli ebrei.
Per evitare inconvenienti nell'approvvigionamento alla popolazione ariana si raccomanda alle Autorità preposte all'alimentazione di stabilire orari speciali per gli acquisti da parte degli ebrei.

8. Pacchi dono indirizzati ad ebrei.

Gli Uffici dell'Alimentazione dovranno registrare per intero sulle tessere annonarie degli ebrei i generi alimentari contenuti nei pacchi dono loro indirizzati. Qualora si trattasse di prodotti sottoposti a razionamento, ma non regolarmente distribuiti (come caffè, cacao, the, etc.), l'intero pacco o ciò che a causa della ritardata registrazione del pacco stesso non sia stato ancora utilizzato, dovrà essere messo a disposizione dei grandi consumatori come gli ospedali o scaricato dalle razioni degli ebrei. Nel decreto del 29 Aprile 1941, di cui si acclude copia, il Ministro delle Finanze ha incaricato gli Uffici della Dogana di redigere rapporti settimanali da inviarsi all' Ufficio dell'Alimentazione competente per territorio. In tali rapporti dovrà essere annotata la quantità e la tipologia dei pacchi in arrivo quando sia certo o si sospetti che il destinatario sia ebreo. Nel caso in cui il rapporto dell'Ufficio Doganale giunga all'Ufficio dell'Alimentazione con un ritardo tale che il cibo contenuto nei pacchi dono sia stato già interamente consumato, questo dovrà essere comunque detratto dalle razioni spettanti agli ebrei. Nel caso in cui gli uffici della Polizia di Stato siano informati dell'arrivo di pacchi alimentari provenienti dall'estero e indirizzati ad ebrei, dovranno sequestrarli e metterli a disposizione degli Uffici dell'Alimentazione.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da silvio il Gio 26 Apr - 19:36

Ancora, non so se siano veridici.

http://cronologia.leonardo.it/ugopersi/leggi_razziali_germania/conferenza_wannsee.htm

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da silvio il Gio 26 Apr - 19:41

http://cronologia.leonardo.it/ugopersi/leggi_razziali_germania/direttiva_heydrich.htm

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 19:47

lasciate stare il zyclon b e le leggi razziali, queste sono cose che sappiamo tutti. Io mi soffermerei sulla cifra fatidica cioè su 6.000.000 è esatta? io dico di no, e dire di no non vuol dire essere contro gli ebrei, se questo vi fa stare così male, ma essere contro le inesattezze storiche basate basate sulle emozioni. Che i tedeschi ammassassero ebrei nei campi di concentramento è un dato di fatto, che li ammassassero per portarli alla morte è quasi ovvio, mi sembrerebbe strano il contrario, che per lo spirito dei tempi dell'epoca la cosa non desse fastidio a nessuno o quasi eè un altro dato di fatto. Che a guerra persa dai tedeschi e vinta dagli ebrei si sia usato questo numero per rinforzarsi mi sembra una conseguenza logica lampante.
Non capisco perchè scaldarsi così tanto. Ripeto nei campi di concentramento c'erano anche omosessuali e rom, e nessuno si scalda tanto per loro, chissà come mai? Forse perchè non hanno vinto la guerra?

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 19:49

Ma gli attacchi personali al solo scopo di screditare la persona e
quindi le sue tesi sono trucchetti che ritengo molto meschini. Oltre che
vecchi. Sono sulla rete da quando esistevano le BBS e so di cosa parlo.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p130-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB2mxD2q

Attacchi personali?
Tu nella maggior parte dei paesi civilizzati del mondo saresti un reo.

E chi si deve attaccare se non il latore di unideologia infame, che tende a levare anche il minimo supporto alle tesi antidiscriminatori?

Io capisco contestare gli israeliani, e io lo faccio, ma negare anche l'evidenza dei massacri e delle camere a gas non e' odio verso lo stato israeliano, e' un antisemitismo becero e ingiustificabile.

La gassazione, in quei mnodi e' provata scientificamente, fin analizzando i muri delle camere. Ci sono stati processi e sentenze in america ed europa, dove le posizioni sono state vagliate in modo peritale.

E non si puo' nonostante cio' spammare merda antisemita. Ripeto e' un reato nella maggior parte dei paesi civili, e lo sarebbe anche in italia se non avessimo avuto il papa oltretevere. Ma credo che con l'avvento del prossimo pontefice lo diverra' pure in italia..


Io potrei portare anche tonnellate di dati ma fin quando non li si legge
per quello che sono, dati appunto, senza farsi prendere dalle passioni
non si cambia idea. I dati si possono confrontare con serenità. Le
passioni no.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p130-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB3wlurw

Sono tutti dati di fonte negazionista, anche sostenuti da gente molto competente, e sempre tutte le tesi negazioniste sono state smentite dalla prova dei fatti, dalle perizie e dal metodo scientifico.

Quelle tonnellate di dati, sono riconosciutamente delle tonnellate di merda, dagli storici e scienziati e giuristi di TUTTO il mondo, tranne l'iran e qualche oasi di cammellieri sparsa per il medioriente.

Oltre che a una risma male in arnese di antisemiti violenti e impietosi, che non vogliono nemmeno riconoscere l'atto disumano compiuto sugli ebrei. Che non fa il paio con israeliani!
Quelli erano famiglie..non un esercito regolare.

Fa bene lo staff a non censurarti, cosi dai solo l'occasione di confutare ancora una volta le vergognose e inumane tesi di folli negazionisti.

Il negazionismo e l'antisemitismo oltretutto e' figlio del cattolicesimo ortodosso, vieni pure a contestare la cosa su un forum di atei, vieni a spammare prototesi cattolico estremiste, poi mutuate da menti deboli: i negazionisti.

..mah..non ho altre parole per dire cio' che penso e restando nell'alveo del regolamento disciplinare di questo forum..
Altro che passioni..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 19:54



lasciate
stare il zyclon b e le leggi razziali, queste sono cose che sappiamo
tutti. Io mi soffermerei sulla cifra fatidica cioè su 6.000.000 è
esatta?
Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p130-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB5YU5Z0

Non lasciamo stare un bel cavolo di niente, l'utente qui sopra ha sostenuto che secondo lui la gassazione con Z.b e' una bufala, e di questo stiamo parlando..

Tu cosa vuoi fare? sviare l'attenzione su un'altro argomento? e perche'?

Che a guerra persa dai tedeschi e vinta dagli ebrei si sia usato questo
numero per rinforzarsi mi sembra una conseguenza logica lampante.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p130-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB60hY7p
A rigor del vero, di lampante ci sono stati i tentativi di rimuovere le prove sul numero, bruciando archivi e liste! Se c'e' stata sicuramente un opera di falsificazione e' stata quella perpetrata dai tedeschi in ritirata..forse poi ce ne sono state di esagerazioni..puo' essere, ma qui ci vogliono argomenti ragionati, e non contesto certamente certe diverse computazioni..

yclon b serviva per i pidocchi, anche se e' provato, che veniva prodotto senza il "segnalatore" irritante, e in quantita' da sterminio di massa, non come esfogliante e detersivo per le mani...

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da davide il Gio 26 Apr - 19:57

luna ha scritto:
davide: Facci un po' capire allora: che "metodi" avresti utilizzato tu?
innanzitutto non ne avrei fatto una questione di razze, e già lì avrei sbagliato alla grande perchè la razza anche se inventate è un forrte elemento di coesione per fare gruppo e per trovare un nemico comune, poi non so sinceramente che mezzo avrei utilizzato per combatterli, perchè tuttora non so come combatterli. Ammazzare o concentrare gente comune senza processo sfruttandoli peggio delle bestie fino a che non muoiano non rientra nel mio modo di comportarmi, questo no sicuramente, però
Perciò secondo te l'errore sta nel metodo, ma in quanto alle ragioni, i nazi ne avevano, ne avrebbero tuttora, per prendersela con una massa di persone variegata per ceto sociale, cultura, convinzioni, che loro omologavano nella "questione ebraica". In poche parole, esisteva una "questione ebraica".... Per te gli "ebrei", qualunque cosa tu intenda con questo termine, sono da combattere (vedi grassetto).

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 20:00

Quindi dobbiamo parlare solo del Zyclon b? Il fatto che non siano 6milioni è una cosetta inutile per te?
Poi non capisco cosa centra mischiare il cattolicesimo l'essere atei e l'antisemitismo, non fai altro che fare un gran polverone e agitarti a sproposito.
notimenowhere ti ha già detto che non è un nazista, basta no? Non può avere i suoi dubbi su come io ho i miei e su come tu avrai i tuoi? O forse per te i dubbi non si devono avere?

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 20:01

No anche le cifre sono dibattibili..


I negazionisti avevano usato le liste antecedenti il 41 e 45..


http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_dei_campi_di_concentramento_nazisti
(questa pagina e revisionata e attenzionata ogni due ore i dati sono inconfutati da alcuna fonte autorevole e provata!)



Il totale delle vittime riportate nella tabella precedente ammonta a
circa 6 milioni di morti dal 1933 al 1945 (la somma algebrica dei dati
qui sopra riportati, tenuto conto delle note, dà 5.919.482). Queste
morti sono concentrate per la stragrande maggioranza dal 1939 al 1945;
infatti se si contano le vittime dei campi già attivi prima del '39 si
arriva "solo" a 370.000 (ed è anche da notare che questa è una cifra
totale, che riguarda strutture attive ad es. dal 1933 al 1945: nella
cifra in sé non c'è indicazione se queste vittime siano state uccise
prima del '39 o dopo).

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 20:07

Poi non capisco cosa centra mischiare il cattolicesimo l'essere atei e
l'antisemitismo, non fai altro che fare un gran polverone e agitarti a
sproposito.

Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p140-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB8jbMY9
Se avessi la buona creanza di informarti capiresti che l'antisemitismo e' una radice cristiana.

notimenowhere ti ha già detto che non è un nazista, basta no? Non può
avere i suoi dubbi su come io ho i miei e su come tu avrai i tuoi? O
forse per te i dubbi non si devono avere?

Read more: http://atei.forumitalian.com/t518p140-israele-vogliamo-parlarne#ixzz1tB8v8qHq

Di balle ne ha raccontate tante, non vedo perche' una menzogna in piu' ti scandalizza!
I dubbi, sui milioni di morti te li levi studiando e informandoti..non sono gli stessi dubbi che puoi avere su che rossetto metterti la mattina o se la carne di pollo faccia male piu' o meno di quella di tacchino..

Non si puo' avere dubbi negazionisti sulla piu' grande strage della storia dopo che tutte le prove, di ogni carattere e metodo hanno ampiamente validato i fatti.

Se li hai, e non hai delle informazioni nuove, mai vagliate e inconfutabili, allora vuol dire che nutri intyenzioni e ideologie diverse da quelle sostenute dalla logica e dalla razionalita'.
E si chiamano ideologie violente, discriminatorie, naziste e stragiste..

E se permetti a uno che viene a spammare certa merda, io glielo dico in faccia, e mi pare anche ridicolo dover star li a citare fonti e dati, che sono gia' stati vagliati da consessi mondiali di tutte le colorazioni politiche e di schieramento...

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 20:14

In quella lista ad Auschwitz dicono che hanno ammazzato 1.100.000 di persone, mentre fino al 1992 si parlava di 4.000.000 di persone uccise ad Auschwitz, siccome rano 6.000.000 di ebrei sia prima che dopo il 1992 mi spieghi dove sono andati a finire quei 2.900.000 di ebrei? Si erano scordati di contarli fino al 1992? O la cifra effettiva non è 6.000.000 ma 3.100.000?

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 20:18

Il punto mia cara amica, e' che le liste non coincidono in quanto tengono presente date diverse.

Quella pagina e quelle tabelle sono le ultime aggirnate e riconosciute e la cifra PER DIFETTO e' di circa 5.900.000

I signori negazionisti usano liste tedesche che comprendevano dati limitati al '39. poi al 41.

Se avessi la gentilezza di leggerti il link, magari evitiamo che te lo devo riscrivere io..ok?


Ultima modifica di delfi68 il Gio 26 Apr - 20:18, modificato 1 volta

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da luna il Gio 26 Apr - 20:18

Certo che fai delle ben strane associazioni, se uno ha dei dubbi fondati sul numero di morti ebrei e sul fatto che su questi numeri gli attuali ebrei ci marcino, allora matematicamente diventa un nazista, stragista e violento e addirittura cattolico! A me a sentirti parlare mi sembra di vederti in divisa e cappellino nazi per quanto sbraiti! Pensa un po'!
ahahahahahah

luna
-------------
-------------

Numero di messaggi : 546
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.04.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele, vogliamo parlarne?

Messaggio Da delfi68 il Gio 26 Apr - 20:21

No guarda se adesso non hai piu' argomenti seri e fai la stupidina la chiudiamo qui..non c'e'problema.

Le cifre ufficiali, con 1.100.000 di auschwitz fa 5 milioni e nove, se fossero 3 milioni farebbero 8 totali, e quindi non ci siamo. la cifra provata e' di 6, con uno e cento ad A.

Ma se non leggi le cose..e' inutile, va..

E le mie associazioni sono argomentate e provate, se non ti vanno confutamele..ma se sei a corto di argomenti, non serve che ti ridicolizzi oltre..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 29 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 17 ... 29  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum