Perchè ai preti piacciono i bambini?

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Mer 3 Lug - 14:35

Mi sono sempre chiesta perchè la pedofilia sia tanto radicata all'interno della chiesa.
Secondo voi?
Personalmente ritengo che si diventi pedofili per ragioni di ordine psicologico. Quindi bisognerebbe chiedersi, credo, perchè persone con certe caratteristiche tendono a confluire all'interno di una certa istituzione. Quali caratteristiche ha questa istituzione?
avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Ospite il Mer 3 Lug - 14:38

Miele ha scritto:Quali caratteristiche ha questa istituzione?
L'impunità?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Tomhet il Mer 3 Lug - 14:39

Io penso che sia l'opposto, ovvero è l'ambiente stesso che crea dei mostri, e non ci sarebbe da stupirsi, dopotutto la sessualità del prete si sviluppa in modo estremamente contorto rispetto agli altri date le procedure da seguire sin da giovane fino alla vecchiaia.
Se li facessero sposare e scopare ogni tanto(o almeno farsi le pippe ma è già troppo credo), ritengo che l'incidenza si riporterebbe nella media della popolazione.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da iosonoateo il Mer 3 Lug - 14:40

Miele ha scritto:Mi sono sempre chiesta perchè la pedofilia sia tanto radicata all'interno della chiesa.
Secondo voi?
Personalmente ritengo che si diventi pedofili per ragioni di ordine psicologico. Quindi bisognerebbe chiedersi, credo, perchè persone con certe caratteristiche tendono a confluire all'interno di una certa istituzione. Quali caratteristiche ha questa istituzione?
perché sti malati mentali pensano che i bambini sono ancora puri, non conoscono ancora il "male" che secondo loro invece gli adulti conoscono.
No vabbè, se li scopano perché sanno che essendo bambini poi se lo vanno a dire a qualcuno non gli credono :si si:
avatar
iosonoateo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4086
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Mer 3 Lug - 14:41

Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:Quali caratteristiche ha questa istituzione?
L'impunità?

Influisce certamente, ma " a valle del problema" secondo me.
L'impunità spiega perchè la concentrazione degli abusi pedofili cresce, non perchè il pedofilo scelga il ruolo di prete.
Non credo che una persona, avvertendo una simile inclinazione pensi consapevolmente " Sono pedofilo, mi faccio prete così godrò dell'impunità".
avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Ospite il Mer 3 Lug - 14:46

Miele ha scritto:
Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:Quali caratteristiche ha questa istituzione?
L'impunità?

Influisce certamente, ma  " a valle del problema" secondo me.
L'impunità spiega perchè la concentrazione degli abusi pedofili cresce, non perchè il pedofilo scelga il ruolo di prete.
Non credo che una persona, avvertendo una simile inclinazione pensi consapevolmente " Sono pedofilo, mi faccio prete così godrò dell'impunità".
A me sembra plausibile, invece. Inoltre, quello del prete è un ruolo che permette di entrare in contatto facilmente con molte potenziali vittime.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Mer 3 Lug - 14:50

Tomhet ha scritto:Io penso che sia l'opposto, ovvero è l'ambiente stesso che crea dei mostri, e non ci sarebbe da stupirsi, dopotutto la sessualità del prete si sviluppa in modo estremamente contorto rispetto agli altri date le procedure da seguire sin da giovane fino alla vecchiaia.
Se li facessero sposare e scopare ogni tanto(o almeno farsi le pippe ma è già troppo credo), ritengo che l'incidenza si riporterebbe nella media della popolazione.

Secondo me influisce molto la demonizzazione della sessualità adulta che la chiesa veicola, anche per via indiretta.
Una caratteristica del pedofilo è quella di avere subito una sorta di blocco nel suo sviluppo libidico a causa del quale può rapportarsi solo con "oggetti parziali". Il bambino in questo caso è un oggetto parziale perchè privo di certe caratteristiche che implicherebbero l'onere del confronto.
Un'istituzione che demonizza la sessualità risulta affine alla sensibilità di chi ne ha timore e non è riuscito a maturarla.

iosonoateo ha scritto:
perché sti malati mentali pensano che i bambini sono ancora puri, non conoscono ancora il "male" che secondo loro invece gli adulti conoscono.
No vabbè, se li scopano perché sanno che essendo bambini poi se lo vanno a dire a qualcuno non gli credono :si si:

Sì. Credo che attribuiscano al bambino ciò che avrebbero voluto mantenere in loro stessi e che hanno perduto crescendo. Congiungendosi con il bambino, si ricongiungono al bambino perduto che erano e contemporaneamente godono nel "profanarlo", provando così piacere nell'unico modo che gli è possibile: la colpa.
avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Mer 3 Lug - 14:51

Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:
Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:Quali caratteristiche ha questa istituzione?
L'impunità?

Influisce certamente, ma  " a valle del problema" secondo me.
L'impunità spiega perchè la concentrazione degli abusi pedofili cresce, non perchè il pedofilo scelga il ruolo di prete.
Non credo che una persona, avvertendo una simile inclinazione pensi consapevolmente " Sono pedofilo, mi faccio prete così godrò dell'impunità".
A me sembra plausibile, invece. Inoltre, quello del prete è un ruolo che permette di entrare in contatto facilmente con molte potenziali vittime.

Anche altre "professioni d'aiuto" lo consentono.
Pensa agli educatori ad esempio.
Infatti i pedofili ricercano questi ruoli.
avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Elima il Mer 3 Lug - 15:29

Miele ha scritto:Mi sono sempre chiesta perchè la pedofilia sia tanto radicata all'interno della chiesa.
Secondo voi?
Personalmente ritengo che si diventi pedofili per ragioni di ordine psicologico. Quindi bisognerebbe chiedersi, credo, perchè persone con certe caratteristiche tendono a confluire all'interno di una certa istituzione. Quali caratteristiche ha questa istituzione?
Credo che il problema sia inverso.
In genere i pedofili sono bambini abusati, quindi mi pare più probabile che adolescenti maltrattati, provenienti da famiglie patriarcali e frustranti trovino rifugio nella fede (che ,non ci scordiamo, promette ricompense alla sofferenza) e nella chiesa la quale con le sue rigide gerarchie e il culto della mortificazione corporea non fa che amplificare le psicosi regresse fino a che esplodono in età matura.
avatar
Elima
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 2371
Età : 60
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : Impiegata, lettura, vela, subacquea
SCALA DI DAWKINS :
50 / 7050 / 70

Data d'iscrizione : 20.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da BestBeast il Mer 3 Lug - 15:35

Forse l'ho già scritto da qualche parte, ma penso che in presenza di questa malattia, la spinta ai voti per alcune persone si rende quasi necessaria.

Questo perché pensano di beneficiare del voto di castità in maniera passiva, illudendosi che dal momento della promessa, sopraggiunga spontanea una vera e propria resa dei sensi, o comunque che questa possa esser raggiunta più facilmente con una manifesta promessa di rinuncia (un po' come qualcuno, dovendo mettersi a dieta, avverte il bisogno di farlo sapere a tutti, come se questo andasse ad alimentare la propria forza di volontà nel perseguire l'obiettivo).

In ultimo, sicuramente si illudono che la preghiera e la fede in generale, assunta una nuova e superiore posizione (quella del prete), si amplifichi per colmare/correggere i propri pensieri disturbati, avvertiti come peccaminosi ed insani, oppure compensare i peccati commessi o che l'individuo avverte come commissibili in futuro.

Questo discorso lo si può fare pari-pari con l'omosessualità, anche se detesto che i due diversissimi ambiti, possano sembrare in qualche modo attigui.
L'omosessualità non è certo una malattia, non è un disturbo, non è una perversione, non è un peccato.
Tuttavia, come per il discorso di cui sopra, può essere vista (specie dal credente) proprio sotto questa ottica,
e ciò possa spingerlo ad affrontare un percorso del tutto analogo, nelle stesse modalità e per le stesse motivazioni.

Una grossa analisi psicologica andrebbe operata su individui che manifestano la volontà di prendere i voti, e più in generale, su tutti i mestieri che permettono di venir a contatto con bambini più o meno disagiati.

BestBeast
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2930
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Odis89 il Mer 3 Lug - 15:44

Miele ha scritto:Mi sono sempre chiesta perchè la pedofilia sia tanto radicata all'interno della chiesa.
Secondo voi?
Personalmente ritengo che si diventi pedofili per ragioni di ordine psicologico. Quindi bisognerebbe chiedersi, credo, perchè persone con certe caratteristiche tendono a confluire all'interno di una certa istituzione. Quali caratteristiche ha questa istituzione?
Per quanto ne so è dovuto a più fattori; probabilmente l'educazione, la soppressione assoluta e precoce della sessualità gioca un ruolo nel "bloccarsi" dell'interesse verso i più giovani, così come anche la prospettiva dell'impunità potrebbe attrarre anche pedofili "già formati", ma se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.

Se non sbaglio, il problema più che altro è che dato che i preti pedofili vengono protetti omertosamente, ogni singolo prete pedofilo ha modo di fare molte più vittime rispetto al pedofilo non prete, il che aggiunto allo scandalo della protezione da parte della gerarchia attira (giustamente) molto di più l'attenzione dei media e dell'opinione publica.
avatar
Odis89
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 727
Occupazione/Hobby : Putrefatto
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Ospite il Mer 3 Lug - 16:12

Miele ha scritto:
Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:
Fux89 ha scritto:
Miele ha scritto:Quali caratteristiche ha questa istituzione?
L'impunità?

Influisce certamente, ma  " a valle del problema" secondo me.
L'impunità spiega perchè la concentrazione degli abusi pedofili cresce, non perchè il pedofilo scelga il ruolo di prete.
Non credo che una persona, avvertendo una simile inclinazione pensi consapevolmente " Sono pedofilo, mi faccio prete così godrò dell'impunità".
A me sembra plausibile, invece. Inoltre, quello del prete è un ruolo che permette di entrare in contatto facilmente con molte potenziali vittime.

Anche altre "professioni d'aiuto" lo consentono.
Pensa agli educatori ad esempio.
Infatti i pedofili ricercano questi ruoli.
Eh, appunto...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Minsky il Mer 3 Lug - 17:42

Odis89 ha scritto:... se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.
Ricordo inesatto. La percentuale di preti pedofili, tra i preti, è da 10 a 50 volte maggiore della percentuale dei pedofili non preti tra la popolazione di maschi adulti in generale (la proporzione varia nei diversi Paesi europei con il massimo - curiosamente - non in Italia ma bensì in Austria).

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16421
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da *Valerio* il Mer 3 Lug - 17:46

Minsky ha scritto:
Odis89 ha scritto:... se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.
Ricordo inesatto. La percentuale di preti pedofili, tra i preti, è da 10 a 50 volte maggiore della percentuale dei pedofili non preti tra la popolazione di maschi adulti in generale (la proporzione varia nei diversi Paesi europei con il massimo - curiosamente - non in Italia ma bensì in Austria).

Quel curiosamente si spiega forse con "i nostri sono più furbi e col culo più riparato"?
Insomma c'è più abilità all'isabbiamento che da altre parti?

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Ospite il Mer 3 Lug - 17:48

Minsky ha scritto:
Odis89 ha scritto:... se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.
Ricordo inesatto. La percentuale di preti pedofili, tra i preti, è da 10 a 50 volte maggiore della percentuale dei pedofili non preti tra la popolazione di maschi adulti in generale (la proporzione varia nei diversi Paesi europei con il massimo - curiosamente - non in Italia ma bensì in Austria).
Mi interesserebbe la fonte di questi dati. :si si:

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da vnd il Mer 3 Lug - 19:00

Miele ha scritto:Mi sono sempre chiesta perchè la pedofilia sia tanto radicata all'interno della chiesa.
Secondo voi?
Personalmente ritengo che si diventi pedofili per ragioni di ordine psicologico. Quindi bisognerebbe chiedersi, credo, perchè persone con certe caratteristiche tendono a confluire all'interno di una certa istituzione. Quali caratteristiche ha questa istituzione?
1.
Ci sono categorie di persone nelle quali i pedofili sembrano più presenti.
Tra questi vi sono gli educatori. Quindi insegnanti, allenatori e, naturalmente, preti. Ma non mancano i Rabbini e, ci scommetterei, i pastori.  E naturalmente non mancanole pedofile. Anche se non se ne parla mai.

2.
La situazione dei preti si fa più complessa per due importanti ragioni:
2.1. I preti non possono sposarsi. Quindi:
- il sacerdozio diventa un'occupazione rifugio per persone che hanno, più o meno consapevolmente, problemi di relazione dovuti a timidezza o omosessualità che non vogliono o possono  esternare;
- l'astinenza sessuale forzata, cui i sacerdoti si sottopongono, è a sua volta terreno fertile per lo sviluppo di atteggiamenti sessuali inusuali o trasgressivi.

2.1.2. la formazione dei sacerdoti cattolici prevede lunghi periodi di isolamento. Questo era vero soprattutto nel passato. Quando si entrava in seminario a sei anni e se ne usciva prete, con la sola interruzione delle vacanze estive. Che uno passava per lo più in parrocchia. A contatto con persone che potevano essere già contaminate.

3.
Stiamo parlando di persone che, per varie ragioni, vivono la loro sessualità con vergogna. L'abuso sui bambini avviene perché la reazione del bambino non è temuta. La violenza è sempre esercitata da un soggetto che è o si ritiene più forte su un soggetto che è o è ritenuto più debole. Nel sesso come nel resto. L'acqua non va in salita. Solo gli idioti possono stupirsi del fatto che in genere la violenza è esercitata con maggior frequenza da:
- uomini: su donne (femminicidio del cazzo), bambini e animali;
- da donne: su bambini e animali;
- da bambini: su animali.

4.
Il violento è sempre vigliacco.


5.
Essere prete è difficile. Per cui è facile sbagliare.
Si può essere attaccati ai soldi, trombarsi la perpetua, la parrocchiana, nubile o sposata, si possono fingere furti di mobili della chiesa, rivenduti di nascosto ad antiquari.
I preti vivono in un'ambiente isolato. Sanno tutto gli uni degli altri e, tra loro, sono ricattabili. Ecco spiegata la loro omertà.


Ultima modifica di vnd il Mer 3 Lug - 19:06, modificato 2 volte
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da vnd il Mer 3 Lug - 19:03

Fux89 ha scritto:
Minsky ha scritto:
Odis89 ha scritto:... se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.
Ricordo inesatto. La percentuale di preti pedofili, tra i preti, è da 10 a 50 volte maggiore della percentuale dei pedofili non preti tra la popolazione di maschi adulti in generale (la proporzione varia nei diversi Paesi europei con il massimo - curiosamente - non in Italia ma bensì in Austria).
Mi interesserebbe la fonte di questi dati. :si si:


Che, tuttavia, non mi sorprenderebbero.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da ros79 il Mer 3 Lug - 19:32

io penso invece che possano diventare dopo pedofili per repressione, insomma...alla fine l'impulso sessuale esiste (grazie anche al quale c'è la sopravvivenza del genere umano) e loro si auto castigano facendo voto di castità e chiaramente quando qualcosa è vietato è ancora più allettante (psicologia spicciola ma tant'è)non solo diventa essenziale e ti ritrovi quindi con persone estremamente frustrate che hanno eguali istinti rispetto al genere umano (anzi ce l'hanno maggiorati in virtù del fatto che si auto limitano) e cosa hanno a portata molto facilmente? i bambini (scuole, oratori etc...). ecco io credo sia questo.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 38
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Minsky il Mer 3 Lug - 20:13

Fux89 ha scritto:Mi interesserebbe la fonte di questi dati. :si si:
Le stime in effetti sono alquanto incerte, ma nessuna risulta minore di una proporzione di 10:1 (un ordine di grandezza). Si tratta di un dato che, pur approssimato, ha una significatività nettissima.

Premesso che, nella popolazione generale, i pedofili maschi sono tra lo 0.015% e lo 0.02%, alcune indicazioni danno:

http://www.uaar.it/news/2007/06/01/abusi-percentuali/

Secondo l'UAAR, in Italia: 10:1

http://it.wikipedia.org/wiki/Pedofilia

Secondo l'arcivescovo Silvano Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede all'ONU di Ginevra, «nel clero cattolico solo tra l'1,5% e il 5% dei religiosi ha commesso atti di questo tipo».

Secondo Tomasi: 75:1 - 333:1 (*)

Il libro di Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner "Atti impuri. La piaga dell'abuso sessuale nella chiesa cattolica" (Cortina Raffaello, 2009) che registra 11.000 casi documentati tra il 1950 e il 2004, indica una media del 4,3% con picchi all'8% nel 1963, 1966, 1970 e 1974, e del 9% nel 1975.

Secondo Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner: 215:1 - 286:1

Nel 2004 la conferenza episcopale statunitense commissionò uno studio dettagliato (John Jay Report) sul fenomeno. Da tale studio risultò che il 4% di tutti i sacerdoti e diaconi in carica negli Stati Uniti dal 1950 al 2002, pari a 109.694 persone, è stato accusato di crimini a sfondo sessuale con minori.

Secondo John Jay: 200:1 - 266:1 (*)

http://it.cathopedia.org/wiki/Pedofilia

Il numero dei sacerdoti (diocesani e religiosi) in Italia nel 2005 è 51.262, [di cui all'incirca] lo 0,16-0,26% di preti colpevoli di violenze su minori.

Secondo cathopedia, in Italia: 8:1 - 17:1

http://www.ladige.it/articoli/2013/02/06/preti-pedofilia-600-casi-l-anno-picco-2004

... 600 denunce all'anno in Vaticano con un picco di 800 nel 2004.

Secondo l'Adige: circa 100:1 (*)

 (*) Questi dati risultano molto "gonfiati" perché non tengono conto della distinzione tra abusi commessi genericamente su minori, e abusi commessi su bambini in età pre-puberale. A rigore di definizione, solo gli abusi commessi sui bambini sono classificabili come "pedofilia".

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16421
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Odis89 il Mer 3 Lug - 23:26

Minsky ha scritto:
Spoiler:

Fux89 ha scritto:Mi interesserebbe la fonte di questi dati. :si si:
Le stime in effetti sono alquanto incerte, ma nessuna risulta minore di una proporzione di 10:1 (un ordine di grandezza). Si tratta di un dato che, pur approssimato, ha una significatività nettissima.

Premesso che, nella popolazione generale, i pedofili maschi sono tra lo 0.015% e lo 0.02%, alcune indicazioni danno:

http://www.uaar.it/news/2007/06/01/abusi-percentuali/

Secondo l'UAAR, in Italia: 10:1

http://it.wikipedia.org/wiki/Pedofilia

Secondo l'arcivescovo Silvano Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede all'ONU di Ginevra, «nel clero cattolico solo tra l'1,5% e il 5% dei religiosi ha commesso atti di questo tipo».

Secondo Tomasi: 75:1 - 333:1 (*)

Il libro di Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner "Atti impuri. La piaga dell'abuso sessuale nella chiesa cattolica" (Cortina Raffaello, 2009) che registra 11.000 casi documentati tra il 1950 e il 2004, indica una media del 4,3% con picchi all'8% nel 1963, 1966, 1970 e 1974, e del 9% nel 1975.

Secondo Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner: 215:1 - 286:1

Nel 2004 la conferenza episcopale statunitense commissionò uno studio dettagliato (John Jay Report) sul fenomeno. Da tale studio risultò che il 4% di tutti i sacerdoti e diaconi in carica negli Stati Uniti dal 1950 al 2002, pari a 109.694 persone, è stato accusato di crimini a sfondo sessuale con minori.

Secondo John Jay: 200:1 - 266:1 (*)

http://it.cathopedia.org/wiki/Pedofilia

Il numero dei sacerdoti (diocesani e religiosi) in Italia nel 2005 è 51.262, [di cui all'incirca] lo 0,16-0,26% di preti colpevoli di violenze su minori.

Secondo cathopedia, in Italia: 8:1 - 17:1

http://www.ladige.it/articoli/2013/02/06/preti-pedofilia-600-casi-l-anno-picco-2004

... 600 denunce all'anno in Vaticano con un picco di 800 nel 2004.

Secondo l'Adige: circa 100:1 (*)

 (*) Questi dati risultano molto "gonfiati" perché non tengono conto della distinzione tra abusi commessi genericamente su minori, e abusi commessi su bambini in età pre-puberale. A rigore di definizione, solo gli abusi commessi sui bambini sono classificabili come "pedofilia".
Grazie per la correzione. ok 
Non si dovrebbe fare qualcosa al riguardo?
Dato che si sa che il pericolo è alto, non si dovrebbero attuare delle misure preventive, come il divieto di lasciare bambini nelle parrocchie in assenza dei genitori?

Ok, so che sarebbe impossibile ottenere qualcosa del genere in Italia (figuriamoci... impedirebbe il catechismo, e a quel punto come farebbero a fare il lavaggio del cervello ai futuri parrocchiani?)... e negli altri paesi?
avatar
Odis89
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 727
Occupazione/Hobby : Putrefatto
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Gio 4 Lug - 6:35

Boccadorata ha scritto:  
Credo che il problema sia inverso.
In genere i pedofili sono bambini abusati, quindi mi pare più probabile che adolescenti maltrattati, provenienti da famiglie patriarcali e frustranti trovino rifugio nella fede (che ,non ci scordiamo, promette ricompense alla sofferenza) e nella chiesa la quale con le sue rigide gerarchie e il culto della mortificazione corporea non fa che amplificare le psicosi regresse fino a che esplodono in età matura.

Molti pedofili hanno subito maltrattamenti, ma non tutti e credo che non ogni famiglia patriarcale abusi i suoi figli .  Inoltre tali abusi, quando ci sono stati, possono essere avvenuti al di fuori della famiglia stessa, magari addirittura in seminario, come si sente raccontare spesso.

Piuttosto, è importantissima la patriarcalità della famiglia come struttura di potere.
La chiesa è strutturata come una famiglia fortemente gerarchica organizzata secondo gradi di autorità paterna con dio al vertice. Un bambino non cresciuto, come è il pedofilo, trova in tale famiglia la garanzia di essere eternamente figlio. Non solo: può essere un figlio eternamente in colpa verso un padre di cui mai potrà prendere il posto ( edipicamente) e dalla cui misericordia dipende la sua possibilità di avere una vita ( altrove). Quindi sono d'accordissimo con te quando sottolinei il fatto che queste personi trovano nella chiesa rifugio e contemporaneamente le antiche vessazioni in forma nuova.

BestBeast ha scritto:Forse l'ho già scritto da qualche parte, ma penso che in presenza di questa malattia, la spinta ai voti per alcune persone si rende quasi necessaria.

Questo perché pensano di beneficiare del voto di castità in maniera passiva, illudendosi che dal momento della promessa, sopraggiunga spontanea una vera e propria resa dei sensi, o comunque che questa possa esser raggiunta più facilmente con una manifesta promessa di rinuncia (un po' come qualcuno, dovendo mettersi a dieta, avverte il bisogno di farlo sapere a tutti, come se questo andasse ad alimentare la propria forza di volontà nel perseguire l'obiettivo).

In ultimo, sicuramente si illudono che la preghiera e la fede in generale, assunta una nuova e superiore posizione (quella del prete), si amplifichi per colmare/correggere i propri pensieri disturbati, avvertiti come peccaminosi ed insani, oppure compensare i peccati commessi o che l'individuo avverte come commissibili in futuro.

Questo discorso lo si può fare pari-pari con l'omosessualità, anche se detesto che i due diversissimi ambiti, possano sembrare in qualche modo attigui.
L'omosessualità non è certo una malattia, non è un disturbo, non è una perversione, non è un peccato.
Tuttavia, come per il discorso di cui sopra, può essere vista (specie dal credente) proprio sotto questa ottica,
e ciò possa spingerlo ad affrontare un percorso del tutto analogo, nelle stesse modalità e per le stesse motivazioni.

Una grossa analisi psicologica andrebbe operata su individui che manifestano la volontà di prendere i voti, e più in generale, su tutti i mestieri che permettono di venir a contatto con bambini più o meno disagiati.

Ho pensato anche io questa cosa.
Il pedofilo non ha un buon rapporto con il sesso, avrebbe  voluto non giungere mai allo sviluppo sessuale. Non a caso sceglie oggetti sessuali  non  fisicamente maturi.
Però pensare questo, significa ipotizzare che il pedofilo voglia trattenersi e prenda per questo i voti. Non trovi? Lo ritieni possibile? Perchè poi allora abuserebbe senza smettere?
L'accostamento al tema dell'omosessualità viene spontaneo e non ritengo sia sbagliato. Io sono giunta all'idea infatti che un conto è l'omosessualità, sana quanto l'eterosessualità, e un conto è "l'omosessualità reattiva" come ad esempio quella presente all'interno della chiesa. La chiamo omosessualità reattiva perchè non nasce dalla scelta di un oggetto sessuale omo, ma dal rifiuto di un oggetto sessuale etero e non è un giochetto di parole. I preti che praticano l'omosessualità lo fanno perchè non possono permettersi di desiderare l'oggetto sessuale donna, essendo questo demonizzato e sotto tabù. L'uomo è per loro un rurrogato, scelto a causa di una nevrosi sessuale grave e perturbante.  E anche in quest'ottica l'idea che la scelta del sacederdozio sia un modo per fuggire la sessualità sta in piedi.

Odis89 ha scritto:
Per quanto ne so è dovuto a più fattori; probabilmente l'educazione, la soppressione assoluta e precoce della sessualità gioca un ruolo nel "bloccarsi" dell'interesse verso i più giovani, così come anche la prospettiva dell'impunità potrebbe attrarre anche pedofili "già formati", ma se non ricordo male la frequenza della pedofilia nel clero è quantomeno compatibile con la frequenza della pedofilia nella popolazione generale.

Se non sbaglio, il problema più che altro è che dato che i preti pedofili vengono protetti omertosamente, ogni singolo prete pedofilo ha modo di fare molte più vittime rispetto al pedofilo non prete, il che aggiunto allo scandalo della protezione da parte della gerarchia attira (giustamente) molto di più l'attenzione dei media e dell'opinione publica.

La concentrazione di pedofili nella chiesa non sarebbe maggiore di quella all'interno del resto della popolazione? Hai una fonte che riporti questo dato?
Può darsi che i media abbiano viziato la mia percezione del problema tanto da farmela percepire come più elevata. Vorrei vedere se è così.
Il problema della mancata rimozione del pedofilo dal suo ruolo pastorale per me non spiega la scelta del pedofilo di prendere i voti, ma spiega certamente perchè poi la chiesa si ritrovi ad ospitare molti pedofili e perchè la loro percentuale cresca.


Mi è  venuta in mente una cosa. riguardo alla loro mancata rimozione. Spesso l'autorità a cui l'abuso viene denuciato mette in rilievo il fatto che anche il prete "può sbagliare" o dice che " è stato un momento di debolezza " e "chi è senza peccato scagli la prima pietra". Al di la dell'infilata di frasi fatte e luoghi comuni, queste frasi tradiscono l'assoluta mancaza di considerazione per la vittima e la totale non comprensione del valore di quegli atti, del loro essere ABUSI, cioè reati e violenze capaci di segnare una vita intera. Questo mi colpisce ogni volta.

Vi lascio un video. Magari lo avete già visto ma è indicativo.

avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Minsky il Gio 4 Lug - 6:44

Odis89 ha scritto:
Minsky ha scritto:
Spoiler:

Fux89 ha scritto:Mi interesserebbe la fonte di questi dati. :si si:
Le stime in effetti sono alquanto incerte, ma nessuna risulta minore di una proporzione di 10:1 (un ordine di grandezza). Si tratta di un dato che, pur approssimato, ha una significatività nettissima.

Premesso che, nella popolazione generale, i pedofili maschi sono tra lo 0.015% e lo 0.02%, alcune indicazioni danno:

http://www.uaar.it/news/2007/06/01/abusi-percentuali/

Secondo l'UAAR, in Italia: 10:1

http://it.wikipedia.org/wiki/Pedofilia

Secondo l'arcivescovo Silvano Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede all'ONU di Ginevra, «nel clero cattolico solo tra l'1,5% e il 5% dei religiosi ha commesso atti di questo tipo».

Secondo Tomasi: 75:1 - 333:1 (*)

Il libro di Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner "Atti impuri. La piaga dell'abuso sessuale nella chiesa cattolica" (Cortina Raffaello, 2009) che registra 11.000 casi documentati tra il 1950 e il 2004, indica una media del 4,3% con picchi all'8% nel 1963, 1966, 1970 e 1974, e del 9% nel 1975.

Secondo Mary Gail Frawley-O'Dea e Virginia Goldner: 215:1 - 286:1

Nel 2004 la conferenza episcopale statunitense commissionò uno studio dettagliato (John Jay Report) sul fenomeno. Da tale studio risultò che il 4% di tutti i sacerdoti e diaconi in carica negli Stati Uniti dal 1950 al 2002, pari a 109.694 persone, è stato accusato di crimini a sfondo sessuale con minori.

Secondo John Jay: 200:1 - 266:1 (*)

http://it.cathopedia.org/wiki/Pedofilia

Il numero dei sacerdoti (diocesani e religiosi) in Italia nel 2005 è 51.262, [di cui all'incirca] lo 0,16-0,26% di preti colpevoli di violenze su minori.

Secondo cathopedia, in Italia: 8:1 - 17:1

http://www.ladige.it/articoli/2013/02/06/preti-pedofilia-600-casi-l-anno-picco-2004

... 600 denunce all'anno in Vaticano con un picco di 800 nel 2004.

Secondo l'Adige: circa 100:1 (*)

 (*) Questi dati risultano molto "gonfiati" perché non tengono conto della distinzione tra abusi commessi genericamente su minori, e abusi commessi su bambini in età pre-puberale. A rigore di definizione, solo gli abusi commessi sui bambini sono classificabili come "pedofilia".
Grazie per la correzione. ok 
Non si dovrebbe fare qualcosa al riguardo?
Dato che si sa che il pericolo è alto, non si dovrebbero attuare delle misure preventive, come il divieto di lasciare bambini nelle parrocchie in assenza dei genitori?

Ok, so che sarebbe impossibile ottenere qualcosa del genere in Italia (figuriamoci... impedirebbe il catechismo, e a quel punto come farebbero a fare il lavaggio del cervello ai futuri parrocchiani?)... e negli altri paesi?
Osservazioni giustissime.

In particolare il divieto di lasciare i bambini da soli con un religioso dovrebbe valere a prescindere da qualsiasi sospetto di possibile abuso pedofilo.

Aggiungo una mia personale opinione: in Italia la proporzione di preti pedofili risulta più bassa rispetto agli altri Paesi perché qui c'è il Vaticano. Ho detto tutto.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16421
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Minsky il Gio 4 Lug - 6:47

Miele ha scritto:...
good post La rivendicazione che la percentuale di preti pedofili sia equivalente alla percentuale di pedofili nella popolazione è propaganda del clero ampiamente smentita dai dati che loro stessi espongono.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16421
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Gio 4 Lug - 6:48

vnd ha scritto:
1.
Ci sono categorie di persone nelle quali i pedofili sembrano più presenti.
Tra questi vi sono gli educatori. Quindi insegnanti, allenatori e, naturalmente, preti. Ma non mancano i Rabbini e, ci scommetterei, i pastori.  E naturalmente non mancanole pedofile. Anche se non se ne parla mai.

2.
La situazione dei preti si fa più complessa per due importanti ragioni:
2.1. I preti non possono sposarsi. Quindi:
- il sacerdozio diventa un'occupazione rifugio per persone che hanno, più o meno consapevolmente, problemi di relazione dovuti a timidezza o omosessualità che non vogliono o possono  esternare;
- l'astinenza sessuale forzata, cui i sacerdoti si sottopongono, è a sua volta terreno fertile per lo sviluppo di atteggiamenti sessuali inusuali o trasgressivi.

2.1.2. la formazione dei sacerdoti cattolici prevede lunghi periodi di isolamento. Questo era vero soprattutto nel passato. Quando si entrava in seminario a sei anni e se ne usciva prete, con la sola interruzione delle vacanze estive. Che uno passava per lo più in parrocchia. A contatto con persone che potevano essere già contaminate.

3.
Stiamo parlando di persone che, per varie ragioni, vivono la loro sessualità con vergogna. L'abuso sui bambini avviene perché la reazione del bambino non è temuta. La violenza è sempre esercitata da un soggetto che è o si ritiene più forte su un soggetto che è o è ritenuto più debole. Nel sesso come nel resto. L'acqua non va in salita. Solo gli idioti possono stupirsi del fatto che in genere la violenza è esercitata con maggior frequenza da:
- uomini: su donne (femminicidio del cazzo), bambini e animali;
- da donne: su bambini e animali;
- da bambini: su animali.

4.
Il violento è sempre vigliacco.


5.
Essere prete è difficile. Per cui è facile sbagliare.
Si può essere attaccati ai soldi, trombarsi la perpetua, la parrocchiana, nubile o sposata, si possono fingere furti di mobili della chiesa, rivenduti di nascosto ad antiquari.
I preti vivono in un'ambiente isolato. Sanno tutto gli uni degli altri e, tra loro, sono ricattabili. Ecco spiegata la loro omertà.

Quoto tutto, con due eccezioni. Sorvoliamo sui punti d'accordo e concentriamoci sui punti di "disaccordo".
Punti 2 . Davvero per te l'astinenza sessuale basta a spiegare la pedofilia nella chiesa?
Il bambino ha caratteristiche ben specifiche che rendono difficile che esso sia un oggetto di ripiego. Può esserlo un uomo adulto o un adolescente, ma una persona fisicamente non matura solletica corde decisamente diverse.
Punto 5. Dai un'occhiata al video del mio post precedente. La via della giustificazione è pericolosa.

avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Miele il Gio 4 Lug - 6:49

Minsky ha scritto:
Miele ha scritto:...
good post La rivendicazione che la percentuale di preti pedofili sia equivalente alla percentuale di pedofili nella popolazione è propaganda del clero ampiamente smentita dai dati che loro stessi espongono.

Infatti mi suona un po' strano
avatar
Miele
------------
------------

Numero di messaggi : 23
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.13

http://www.lavalledelleco.net/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè ai preti piacciono i bambini?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum