A due passi dalla morte.

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Gio 29 Ago - 23:21

E' quasi ora.

Jelena mi racconta ogni sera dell'evoluzione della situazione di suo papa'. E' stato mandato a casa dall'ospedale 4 giorni fa, per morire in pace a casa sua..

Un tumore velocissimo.

Come appoggiata al corrimano di una grande nave ormeggiata al porto, osserva le funi tendersi sotto la forza del vento che spinge le mura..si spezzeranno da un momento all'altro e quell'enormita', inimmaginabile da spostarsi, prendera' il largo..contro ogni volonta'.

Ogni sera l'aggravio dei sintomi, di quante volte in meno rispetto a ieri s'e' riuscito ad alzare, quanto meno e' riuscito a bere..lei soppesa con attenzione anche le parole in meno che dice ogni giorno..

Amelie' vuole andare ogni giorno dal nonno..

Quando la Jele mi ha chiesto che ne penso, ho risposto va bene..poi ho risposto non so..oggi ho suggerito di lascirla a casa. Ma quella piccola serbo-italiana era li nella stanza e orecchiava la  chiamata skype, viene e protesta..

Ma io non so..davvero.

La piccola donna a un certo punto dice "..non si puo' ridere sempre.." ..anche se e' cambiato tanto, se e' malato tanto, e' sempre Dedapresja..

Allora s'e' deciso che sara' il nonno a dire, finche' potra' dire, se farla andare li..

See..il nonno e' gia' da quindici giorni che dice che non vuole che la nipotina lo veda cosi..ma non lo dice per se, ma lo dice per non offendere il ricordo che Amelie' si portera' di lui. Predrag e' felice di vederla..

Allora chi decide?

Chiedo alla bambina, anche se dubito possa darmi una risposta cosciente su cosa pensa davvero. Chiedo se forse non e' meglio salutarsi cosi dal nonno..

Che bella risposta che m'ha dato.

"..papa', ma se lui e' malato ed e' diventato brutto, non e' per colpa sua..lui dentro e' come prima.."

Io adesso non so dove abbia sentito dire delle cose del genere, forse nei discorsi che si fanno certe sere a cena, chissa'..

Siamo li, a due passi dalla morte. E' arrivata cosi vicino alla nostra famiglia e di questa ne portera' via uno. E siamo cosi impreparati, le nostre idee e pensieri su questa parte fondamentale della vita sembrano non avere piu' delle solide certezze. Siamo impreparati persino a prendere una decisione per nostra figlia e dobbiamo e devo, almeno io che no so cosa fare, interpellarla per decidere..

Allora decidiamo che andra' tutti i giorni, finche' lui sara' cosciente, presumo che a due passi dalla morte il nonnobello sia piu' felice di vedere la bambina vicino a lui e sapere che ha deciso lei..piccola donna.

Si muore. Se ne parla spesso..ma poi a quattrocchi, a due passi, i contorni sfumati diventano dettagli precisi. Si possono contare i bicchieri d'acqua in meno dal giorno prima, si vedono i contorni degli zigomi che affiorano, le parole dette in meno. Fino a poter contare i respiri che gonfiano il petto oggi rispetto a ieri..fino all'ora prima..al minuto prima.

..A me e alla Jele ci voleva una videochiamata su skype per riprendere il controllo. Scrollati dall'insicurezza da una bambina di 8 anni che languida ci rimette di fronte al fatto che quello che  e' dentro e' come prima, quello che muore e' il corpo del nonno, ma noi teniamo quello che e' stato per noi, quello che il nonno c'ha dato arrivava da dentro..

..saremo dispiaciuti per la sua assenza, ma chi l'ha amato terra' il ricordo di quello che e' stato e di quello che ha dato per farsi amare cosi tanto. Siamo gia' oltre il corpo che muore e diventa brutto..

Stupido io, che nonostante tutto rischio sempre di diventare grande e adulto, di perdere di vista la semplicita' delle cose, di come non sia per nulla spaventoso un uomo che muore seguendo la natura delle cose..e che pensavo di dover proteggere, chiudendola in casa, questa piccola donna, perche' il nonno diventa brutto mentre muore..
E anche adesso fatico a capire bene perche' do retta a mia figlia..il mio istinto mi farebbe decidere diversamente, vedo la vita con gli occhi di chi volente o nolente e' cresciuto ed e' diventato grande e ha bisogno degli occhi di una bambina per tornare a capire cos'e' l'amore vero..

A due passi dalla morte, non solo i suoi dettagli diventano chiari, ma anche i miei, i nostri.

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 6:18

I bambini hanno spesso il dono di vedere la verità nuda, e tua figlia è una piccola fata.

Lasciala fare come sa, sarà un momento di profondo amore che le terrà caldo tutta la vita: è già così saggia da non ritrarsi dalla morte, né dall'amore anche se fa male, anche se si perde.

Guarda anche te con gli stessi occhi, come sei dentro e neanche tu ti vedi. Se ti ama così tanto da pretendere il resto dei baci come una cosa preziosa, forse dovresti cominciare a crederle: ha più ragione lei su quello che sei di quanta ne abbia tu.

Ti abbraccio forte.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Paolo il Ven 30 Ago - 8:00

Delfi il tuo dubbio l'ho anche io più volte valutato, e diciamo anche in astratto, ovvero non solo in presenza di casi diretti e concreti che mi sono capitati, cioè se sia giusto che un bambino debba essere messo davanti ad una realtà così cruda come nel tuo caso. Ritengo che sia una valutazione del tutto personale e non esistano regole assolute. Io per darmi una risposta ho pensato a come sarebbe stato per me se da bambino fossi stato messo davanti ad una situazione simile. La risposta che mi sono dato che sia meglio che il bambino ricordi il "nonno" od ogni altra persona cara così come l'ha sempre visto, così come se lo ricorda. Anche se, come nel tuo caso, tua figlia dimostra maturità ed intelligenza nel capire il problema, questo non implica che poi la sua parte emotiva possa avere il sopravvento, provocando una reazione ora imprevedibile. Con questo voglio dire che il tuo compito è quello di proteggere tua figlia da esperienze che possono poi rivelarsi negative, anche se da quanto tu racconti può sembrare che lei sia in grado di gestire bene la situazione. Ricorda però che è pur sempre una bambina! 

Scusami se mi sono espresso in termini piuttosto tecnici e non certo poetici nei confronti di un problema così delicato! Ma il concetto che voglio esprimere è che nel prendere decisioni educative e comortamentali che coinvolgono i bambini bisogna essere sempre molto razionali ed oggettivi, senza farsi condizionare troppo dalla emozione che a volte può fare più danni che dare benefici. Poi tu sei il padere e la tua sensibilità ti indicherà la scelta giusta.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 9:23

..vedi paolo, io la penso esattamente come te.

Ma non credo piu' fermamente che quello che io penso e credo sia giusto..poi lo sia per davvero.

Ho ponderato queste due cose, senti.

1) Se lei fosse disturbata in qualche modo dalla malattia del nonno, poteva cogliere un'ottima occasione per ritirarsi.

2) Ha ammesso, dandomi un segno della sua consapevolezza, "l'imbruttimento" del nonno e l'elaborazione delle circostanze. E comunicandomi una decisione ragionevole alla luce della consapevolezza cui sopra.


Quindi da qui ho deciso di lasciar decidere lei.

D'altronde se lei significa un elaborazione razionale e logica dietro una sua scelta..non vedo perche' usare la mia per impormi ed imporre le mie ansie..

Avalon, credo abbia gia' detto, con parole piu' poetiche che tecniche quello che intenderei direi anch'io...


D'altronde non ho altri e migliori argomenti per oppormi alla decisione della nanetta..che ne pensi paolo?

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 9:30

Delfi bacio 

Pensa questo: le stai consentendo di costruirsi gli strumenti emotivi e anche razionali per stare accanto a te e a sua madre, quando sarà il momento (più tardi possibile, ovviamente!) e viverlo con amore oltre che con dolore.
E' una forza che dai al suo futuro.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 9:36

..sei confortevole come una coperta di lana, in inverno..

imbarazzo..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Paolo il Ven 30 Ago - 9:48

Beh Delfi io sto parlando in generale e come tu sai ogni caso fa a se! Ma rimando sempre su di un piano di ragionamento generale, senza fare riferimento al caso specifico, io non mi trovo d'accordo con te sul fatto che sia la bambina a decidere cosa sia bene o cosa sia male per lei. Lei non può sapere se la malattia del nonno la potrà disturbare. O meglio se vedere il nonno messo male (non ho idea di come sia fisicamente il nonno, e se il suo aspetto fisico possa disturbare o no. Quello che posso dire è che poco tempo fa è morta per un tumore alla gola la migliore amica di mia moglie. Preciso che mia moglie è un medico e ha 57 anni. Però l'ultima volta che l'ha vista ne è rimasta veramente scioccata!!) per lei può essere uno negativo o no. Per quanto intelligente o maturo possa essere un bambino/a di 8 anni non può essere lui a decidere queste cose. 

Cosa del tutto diversa è se tu mi dici che hai valutato il tutto, hai visto che la bambina è "pronta" per affrontare serenamente la situazione, che lo stato del nonno non è così "degradante" (cerca di comprendere bene questo termine!!) e perciò ritieni che sia corretto che la tua bambina lo incontri. Questo si! Ma non condivido la tua posizione secondo la quale dovrebbe essere lei  "cogliere un'ottima occasione per ritirarsi". Questo lo trovo sbagliato così come il fatto che la sua sia una decisione ragionevole. O meglio sarà si ragionevole ma pur sempre di una bambina di 8 anni. E non è che le manchi l'intelligenza, le manca solo l'esperienza! E tu sei il padre proprio perchè hai 45 anni di esperienza di vita. 

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 10:10

..sono daccordo con quasi tutto quello che hai scritto..

Ma non ho un modo ragionevole di impormi se non assumendo il fatto che, anche se perfettamente logico e razionale, il suo ragionamento non lo accetto perche' ha 8 anni.

Purtroppo, nel caso specifico, questa piccola e' una stronza perfetta..abbiamo impostato un rapporto in cui si usa il ragionare e non posso esimermi piu' dal farlo. Non ho argomenti se non dire che lei "non capisce" ma non ho modo di dimostrarlo..invece lei m'ha dimostrato di sapere cio' che dice..
Come faccio a impormi e dire che "non puo' lei sapere di sapere cio' che dice"?

..e sia come dev'essere, se poi da grande avra' un ricordo spiacevole, perlomeno si ricordera' che e' frutto di un'argomentazione razionale tra noi e lei.
Penso che sia meno grave se dovesse realizzare, da grande, di aver subito una perdita, lei, e di aver causato tristezza nel nonno a causa di un'imposizione..

Ripeto, non ho argomenti che non siano il ricorso all'autorita' e alla presunzione di sapere meglio di lei, cio' che vuole. (il che non e' necessariamente falso!..ma nemmeno vero..).

Di fronte a due potenziali danni, scelgo quello che perlomeno abbiamo in qualche modo condiviso..

Che poi..sai, sospetto, che non avra' nessun danno e che la cosa sia molto piu' naturale e accettabile di quel che mi appare..in fondo, in futuro quando sara' grande, a ripensarci dovrebbe constatare che conserva un ricordo emotivo enorme del suo nonno. Se la vita sono le emozioni direi che scipparle questa non sia una cosa giusta..

In fondo si tratta di far compagnia a suo nonno finche' e' cosciente..non mi sembra piu' una cosa cosi drammatica sai..
Son cose della sua vita. In definitiva io e la jele siamo solo dei custodi della piccoletta..non me la sento di sottrarle questa parte delle cose della sua storia..


Ultima modifica di delfi68 il Ven 30 Ago - 10:17, modificato 1 volta

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 10:16

Delfi, sarà quasi inverno quando ti abbraccerò come si deve.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 10:17

ballo2 

Evviva l'inverno!

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 10:20

Abbi pazienza, che arrivo. Tu però intanto abbraccia bene bene Jelena per me, okay?

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 10:24

..inizio a soffrire un po della loro mancanza, siamno gia' a una decina di giorni..ho la casa che e' un cesso, i piatti li ho usati tutti e devo per forza lavarli. Uso l'aspirapolvere in giro e ci aspiro pure il cane, che son pigro a dover usare la spazzola..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 10:52

Il tuo cane ha una santa pazienza mgreen 

 ...non farle trovare il delirio domestico, quando torna, però!
Mettere in ordine pettina i pensieri, si sta meglio dopo.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Lyallii il Ven 30 Ago - 11:11

Delfi avevo la stessa età di tua figlia quando ho vissuto piu o meno la stessa situazione con mia nonna, son stata con lei fin quando s'è addormentata e poi è morta, anzi ero sola con lei quando ho capito che qualcosa non andava e ho chiamato i miei che l hanno girata e aveva le labbra nere, devo dire che faceva un po' impressione ma nemmeno piu di tanto...
Cioè lo sapevo che sarebbe morta, non mi aspettavo che alla fine però succedesse quello.
Non ero pronta credo ma sarebbe stato peggio se non fossi rimasta con lei, eravamo molto legate...
Ma nessuna paura, nessun trauma...
Molto peggio la morte di mio nonno, improvvisa e inaspettata, senza nemmeno averlo potuto salutare...
Se penso a mia nonna son felice di aver scelto di restare, non ho un brutto ricordo della sua morte, nonostante lei avesse un viso che poteva farmi paura, di lei ho solo bei ricordi, purtroppo invece di mio nonno non posso dire lo stesso, almeno l ultimo abbraccio avrei voluto darlo... Ma vabbè almeno è morto senza dolori, per lui è stato meglio cosi..

Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Paolo il Ven 30 Ago - 12:21

delfi68 ha scritto:

Ripeto, non ho argomenti che non siano il ricorso all'autorita' e alla presunzione di sapere meglio di lei, cio' che vuole. (il che non e' necessariamente falso!..ma nemmeno vero..).

Di fronte a due potenziali danni, scelgo quello che perlomeno abbiamo in qualche modo condiviso..

Che poi..sai, sospetto, che non avra' nessun danno e che la cosa sia molto piu' naturale e accettabile di quel che mi appare..in fondo, in futuro quando sara' grande, a ripensarci dovrebbe constatare che conserva un ricordo emotivo enorme del suo nonno. Se la vita sono le emozioni direi che scipparle questa non sia una cosa giusta..

In fondo si tratta di far compagnia a suo nonno finche' e' cosciente..non mi sembra piu' una cosa cosi drammatica sai..
Son cose della sua vita. In definitiva io e la jele siamo solo dei custodi della piccoletta..non me la sento di sottrarle questa parte delle cose della sua storia..
Come ti ho detto io sto parlando in generale più che sul caso specifico. In ogni caso mi sembra che tu hai fatto le tue valutazioni tenendo conto della maturità e della sensibilità di tua figlia, dello stato di tuo nonno ....e via dicendo e hai preso la tua decisione. Nulla da dire su questo.

Ma cosa avresti fatto se tu (vedilo in forma impersonale!) ritenevi che fosse meglio di no? Io penso che non serva necessariamente intervenire d'autorità. Puoi impostare un ragionamento anche su questo tema e spiegare cosa potrebbe essere meglio per lei. Io dico questo per esperienza diretta. Quando è morto mio padre io avevo giusto 8 anni. Ricordo ancora oggi che mia mamma mi ha detto (sintetizzo): se vuoi vedere il papà per l'ultima volta lo vedrai nella bara e ti sembra che dorma. Però io ti consiglio di ricordartelo come l'hai sempre conosciuto. E io ho seguito il suo consiglio e ne sono molto contento. E' logico che ognuno ha la sua sensibilità. Lay ha vissuto una esperienza simile in modo del tutto diverso. Ognuno ha la sua sensibilità ed è compito del genitore capire e decidere.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da *Valerio* il Ven 30 Ago - 17:28

Ciao Delfi

Ho letto...ti rimando direttamente a questo link che giusto qualche tempo fa mi aveva dato due dritte in un momento molto simile al tuo...

http://goo.gl/Vb4hU6

vedi se ti può essere utile  ok

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 18:36

Favoloso link, valerio, grazie!

A Lyalli, ottimo contributo..mi hai rassicurato.

A Paolo, grazie anche a te
, che mi offri di controbilanciare un mio eventuale eccesso di fiducia con uno sguardo impersonale sulla questione..

In fin dei conti ho molti piu' amici validi e importanti qui dentro che la fuori..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Ven 30 Ago - 19:22

delfi68 ha scritto:Favoloso link, valerio, grazie!

A Lyalli, ottimo contributo..mi hai rassicurato.

A Paolo, grazie anche a te
, che mi offri di controbilanciare un mio eventuale eccesso di fiducia con uno sguardo impersonale sulla questione..

In fin dei conti ho molti piu' amici validi e importanti qui dentro che la fuori..
La frase in grassetto mi ha fatto pensare... ma siccome non mi va di svaccare il 3D la prendo come spunto per un nuovo topic.

Prendilo come un omaggio al meraviglioso post iniziale ok inchino 

P.S.: evidentemente se hai tanti amici qui, è merito tuo, di come sei e del tuo saperti relazionare nel forum.

Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 20:31

un amico ha scritto:e del tuo saperti relazionare nel forum.
C'ho messo oltre 5 anni per divenire accettabile..

Tra qui e uaar ho collezionato qualcosa come 10 bann e un'espulsione..boxed

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 20:33

In UAAR non contano, hanno l'espulsione facile anche dall'associazione (pure l'ingegnere!) mgreen 

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Ven 30 Ago - 20:38

..che tristezza..un potenziale grandioso finito tra le beghe di partito..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Avalon il Ven 30 Ago - 20:41

Già diffidente 

Tu, piuttosto, butta un occhio sul thread aperto da Griiper partendo da qui... mgreen 

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 42
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Lun 2 Set - 11:54

Che pena che ho..ricevere e condividere il bolletino che Jelena mi fa ogni mattino e ogni sera mi fa male come un pugno nel fianco..

Non e' la morte in se che mi affligge..ma lo spasmodico annotare e resocontare dei cambiamenti che Jelena osserva, e come per metabolizzare deve raccontare a me..suo fratello non ce la fa a stare al capezzale, passa solo una mezzora al giorno.

La bambina e' tornata dalla nonna e gli si e' detto che il nonno torna in ospedale..anche piccola donna ha fatto del suo, e pure bene.

Adesso e' in questo italiano difficile e questo serbo che emrge per nervosismo e stress che devo accogliere come un controllore di volo dalla torre le trasmissioni del pilota in emergenza..
La grande prova di forza che deve assumersi una figlia in una circostanza cosi e' davvero immane..cerco di immedesimarmi in lei, ma ci rinuncio per vigliaccheria..mi bastano le sue trasmissioni da sopra le nubi in sorvolo dell'atlantico in tempesta..

La claustrofobia del padre, all'angolo senza scampo e senza possibilita' di svegliarsi da un brutto sogno, avvolgono anche la Jele..una claustrofobia a cui non puo', non vuole e non deve sottrarsi sebbene la porta di casa sia aperta..

La vita passa in un lampo dalle braccia di un padre che ti cullano a una bacinella dove immergere lo straccio per passarglielo sulla fronte..una girandola di pace e guerra.

..non so cosa pensero' e potro' scrivere su questa storia..devo digerirla..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Lun 2 Set - 13:39

Ti capisco Delfi.
Mia moglie ha dovuto suo malgrado percorrere la stessa sconnessa strada, una decina di anni fa.
Io l'ho seguita e abbiamo abitato per qualche mese nella casa del padre, tipo baraccati, con i nostri figli ancora piccoli. L'ho seguita e credevo di aver fatto tanto. Poi invece ho realizzato di non esserle stato vicino quanto dovevo, quanto meritava e quanto silenziosamente, forse, chiedeva...
Ancora oggi è un rimpianto che mi pesa sul cuore.

Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: A due passi dalla morte.

Messaggio Da delfi68 il Lun 2 Set - 19:47

..non io pure se sono adeguato..che si deve fare in situazioni cosi..

Non vorrei sembrare troppo cinico quando richiamo la natura delle cose..ma non posso farmi trascinare nell'emotivita'..

Non so mai che atteggiamento tenere..se freddo, distaccato, coinvolto..chissa' come mi vede..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum