... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da delfi68 il Gio 12 Set - 17:00

Avere un dio, serve solo ad attutire la propria coscienza..

Quoto Minsky, se e' la coscienza a quella che rispondi..a che serve dio?

E solo per la paura della morte?
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da primaverino il Gio 12 Set - 17:04

Minsky ha scritto:
"Sfatare il mito"? Questa è buona davvero! Il "mito del mito"... una costruzione di favole sopra la saga di una leggenda... fantastico, letteralmente fantastico! Bhé, adesso che hai "sfatato il mito", i forumisti che si erano fatti un'idea sbagliata si ricrederanno, e capiranno bene che con il sacramento della confessione non si scherza. Chi non si pente sul serio, non sarà perdonato! Invece i preti pedofili, pentitissimi, hanno avuto il perdono perché così era giusto. Chi può saperlo meglio di un prete, se un prete si è pentito davvero e va perdonato, e aiutato a sfuggire alla giustizia terrena, ché tanto quella divina è la sola che conta?
Tu chiedi: "quali sono le pene previste dall'ordinamento giudiziario in materia?". Mah. Sicuramente eccessive. E per i risarcimenti, bisogna prima valutare il principio della responsabilità oggettiva. Sissì. Hai mancato clamorosamente una brillante carriera ecclesiastica, secondo me.
Caro Minsky,
perché mi metti in bocca cose che non ho mai detto?
Che la confessione serva (in modo acefalo e acritico) a scaricarsi la coscienza senza assunzione di responsabilità personale non lo sostengo io ma è "strumentalmente presupposto" da parte degli atei (stando a quanto ho letto in decine di post, non necessariamente tuoi) e per parte mia, non costituisce giustificazione alcuna.
Pertanto il reo a parer mio NON deve essere sottratto alla Giustizia terrena.
Alla domanda relativa alle pene comminabili in riferimento all'ordinamento giudiziario mi rispondi in maniera evasiva... "eccessive????" Non esiste pena eccessiva di fronte a tale abominio, secondo me, ma mettere a morte un pedofilo (o condannarlo all'egrastolo) pare "inaccettabile/eccessivo" anche da parte dei cosiddetti "laici"... O no? O dipende da chi sia il soggetto della riprovevole azione?
Ti pare che un direttore di banca che violenti un bambino debba meritare punizione più blanda rispetto ad un ecclesiastico? A parer mio, NO. Punizione esemplare per entrambi. E nessun "buonismo" del cazzo in merito. Cosa non ti è chiaro?
Sul piano della "responsabilità oggettiva" invece, mi chiedo quale responsabilità possa avere una Banca, nel caso in cui il suo Amministratore Delegato sia dedito ad inculare i bimbi...
Al pari mio (in quanto ben più modesto ristoratore...). Se un mio dipendente spaccia la cocaina, devo essere considerato il mandante? Se una mia cameriera (nel tempo libero) fa la puttana, devo essere incriminato per favoreggiamento/induzione alla prostituzione? Se il mio pizzaiolo violenta i bambini, devo risarcirli io?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da primaverino il Gio 12 Set - 17:11

delfi68 ha scritto:1) Avere un dio, serve solo ad attutire la propria coscienza..

2) Quoto Minsky, se e' la coscienza a quella che rispondi..a che serve dio?

3) E solo per la paura della morte?
1) Credilo pure se ti fa stare meglio. E soprattutto se serve a corroborare il tuo complesso di superiorità rispetto ai minus habens che non la pensano come te.
In seconda analisi: dato che non ce l'hai, perché t'arrovelli a voler spiegare a chi ce l'ha il "perché" e il "percome" non dovrebbe avercelo? Vivi e lascia vivere, no?
2) E chi ha detto che debba "servire" a qualcosa?
3) La paura della morte è fatto soggettivo e del tutto sganciabile dalla filosofia d'appartenenza.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da delfi68 il Gio 12 Set - 17:18

perché t'arrovelli a voler spiegare a chi ce l'ha il "perché" e il "percome" non dovrebbe avercelo? Vivi e lascia vivere, no?
Io non sono venuto a casa tua a pretendere di parlare di dio..siamo entrambi su un forum di atei, tu sei un credente, e quindi si parla di queste cose..

Piuttosto alla mia domanda di spiegarmi dio, puoi semplicemente dirmi di andare affanculo e non me lo vuoi/puoi spiegare..



E chi ha detto che debba "servire" a qualcosa?
 Siccome non rispondi alle domande, uno azzarda delle possibilita'..non vuoi dirci a cosa serve dio? ..bene, ne prendo atto.

 Mi piacerebbe davvero sapere perche' credi negli dei cattolici tutto li.. ma se non e' possibile, amen, me ne faro' una ragione..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Gio 12 Set - 18:57

primaverino ha scritto:[...]
Sul piano della "responsabilità oggettiva" invece, mi chiedo quale responsabilità possa avere una Banca, nel caso in cui il suo Amministratore Delegato sia dedito ad inculare i bimbi...
Al pari mio (in quanto ben più modesto ristoratore...). Se un mio dipendente spaccia la cocaina, devo essere considerato il mandante? Se una mia cameriera (nel tempo libero) fa la puttana, devo essere incriminato per favoreggiamento/induzione alla prostituzione? Se il mio pizzaiolo violenta i bambini, devo risarcirli io?
Primaverino, mi sembra che non sia la stessa cosa... che i tuoi esempi non siano tanto coerenti, ecco.
Nei casi che tu citi è ovvio che il datore di lavoro non possa essere responsabile dell'operato dei propri dipendenti nella propria vita privata.
Ma, a parte che il rapporto tra prete e chiesa non è semplicemente di dipendenza spicciola, questi approfittano della loro "missione" per i propri scopi... come se un direttore di banca approfittasse della sua posizione per arricchirsi a discapito dei clienti della banca. Credi ancora che la banca non ne debba rispondere?
O se la tua cameriera con la sua sbadataggine o incapacità provocasse dei danni ai tuoi clienti, non ti sentiresti in obbligo di risarcirli in qualche modo (magari rifacendoti poi su di lei)?
avatar
Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da Rasputin il Gio 12 Set - 19:04

primaverino ha scritto:[...]
Sul piano della "responsabilità oggettiva" invece, mi chiedo quale responsabilità possa avere una Banca, nel caso in cui il suo Amministratore Delegato sia dedito ad inculare i bimbi...
Al pari mio (in quanto ben più modesto ristoratore...). Se un mio dipendente spaccia la cocaina, devo essere considerato il mandante? Se una mia cameriera (nel tempo libero) fa la puttana, devo essere incriminato per favoreggiamento/induzione alla prostituzione? Se il mio pizzaiolo violenta i bambini, devo risarcirli io?
Se la tua auto investe un passante mentre alla guida ci sei tu, deve risarcirlo lei?

Questo è un tentativo di esempio calzante.

Per spiegarmi: se un tuo dipendente serve una pizza con la mozzarella avariata, chi è il mandante?

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49736
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da delfi68 il Gio 12 Set - 20:26

Primaverino, se un tuo dipendente fa quello che dici, e tu lo sai e lo copri, facilitandogli il reato o la sottrazione dalle pene giudiziarie si. Sei colpevole.

Se il tuo cuoco si incula un bimbo e tu nascondi il cuoco e le prove, allora sei correo e in solido devi risarcire il danno commesso dal tuo cuoco per il solo fatto di averne agevolato il crimine o la NON punizione del crimine..

Mi sembra ovvio.

La curia che sa delle indagini e delle circostanze e non si mette a disposizione per consegnare il reo, o l'indagato, ma lo fa fuggire e ne occulta eventuali prove, e' responsabile dei danni in solido con il reo..

Dio perdona facile, ma la legge no. La coscienza, nel tuo caso e' malleabile a quanto vedo..non mi pare che tu abbia un occhio di riguardo per la vittima ma piuttosto per il carnefice..non sara' per quella piccola delega di coscienza e perdono che dai a dio?
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da primaverino il Ven 13 Set - 9:20

@ Delfi(*)
@ Rasputin
@ Griiper

Avete ragione. Adesso è tutto più chiaro.
Grazie. wink..

(*) unica puntualizzazione: la mia coscienza non è "in delega". wink.. 
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: ... e infine, per facili rocce, alla vetta.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Ven 13 Set - 9:57

primaverino ha scritto:@ Delfi(*)
@ Rasputin
@ Griiper

Avete ragione. Adesso è tutto più chiaro.
Grazie. wink..
Non ci posso credere uahh  siamo riusciti ad ateizzarti? carneval  mavieeeeniiiii!!!!


primaverino ha scritto:(*) unica puntualizzazione: la mia coscienza non è "in delega". wink.. 
guarda, nel tuo caso io ci credo.

avatar
Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum