Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Vale93 il Mar 17 Set - 20:00

Buonasera a tutti, avrei bisogno di un consiglio: premetto che io sono ateo e felice, ma entrambi i miei genitori sono credenti, ma non frequentano la chiesa: si limitano a credere nell'esistenza del dio cristiano come in genere viene descritto al grande pubblico (dio amore, misericordia, e balle varie). Tuttavia ultimamente ho visto la "fede" di mia madre vacillare un po', lei ammette che "a volte mi vengono dei dubbi su dio" portando come motivazione di tali dubbi i disastri naturali, o le malattie gravi che colpiscono i bambini: insomma, i suoi dubbi di fede nascono a quanto mi ha spiegato dall'inevitabile scontro tra la bontà infinita di dio e la realtà del mondo (com'è naturale che sia d'altronde). Il fatto che la sua fede vacillasse mi ha inizialmente reso felice, facendomi pensare che lei stava lentamente prendendo la strada che porta almeno verso l'agnosticismo, tuttavia quando cerco di aiutarla a trasformare i suoi dubbi in un ragionamento logico che la porti a mettere seriamente in discussione l'esistenza di un dio vedo che lei fatica a cogliere le mie "spintarelle" e generalmente ai miei suggerimenti risponde con la dottrina cristiana: ossia lei pur nutrendo dubbi su dio mi rende difficile aiutarla perché continua a ragionare come una credente (le solite risposte alla "i disastri naturali non sono colpa di dio", "il male del mondo è colpa dell'uomo che ha l libero arbitrio" eccetera, insomma grazie alla natura intrinsecamente fantastica della religione si inventa le risposte che vuole)
E' di fatto evidente che mia madre si muove tra i suoi dubbi su dio facendo ragionamenti sostanzialmente infantili, senza logica, e cercando di dare risposta ai suoi dubbi sulla religione usando la dottrina della religione stessa. Il fatto che ha superato i sessanta, che non ha mai compiuto un briciolo di percorso scientifico (è laureata in lettere) la porta ad essere sostanzialmente ignorante su tutto quello che è il mondo che la circonda (se si fa eccezione dei poeti della letteratura italiana di cui conosce a memoria tutte le poesie) e quindi non è abituata al pensiero logico-critico-razionale-scientifico e io non so come aiutarla.

Vale93
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 16
Età : 23
Località : Rovereto (Trento)
Occupazione/Hobby : Astrofilia/Storia/Politica
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Ospite il Mar 17 Set - 20:10

Magari non ha bisogno di essere aiutata...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Minsky il Mar 17 Set - 20:17

Vale93 ha scritto:...
È un bel problema, ragazzo mio. I credenti già non si schiodano quando sono abituati al pensiero logico, figurati quando ne sono completamente a digiuno. Potresti tentare con l'argomento estetico. La religione è brutta e deprimente, perciò dovrebbe suscitare repulsione. Se riesci ad amplificare abbastanza questa naturale repulsione, magari anche facendo leva sugli aspetti ridicoli e penosi della fede, forse con tua mamma trovi uno spazio di manovra.

Auguroni! ok

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15688
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da san.guasto il Mar 17 Set - 21:19

buonasera a te!

ma, per capire: per "aiutare" intendi farle "perdere la fede" o semplicemente farla stare bene con se stessa?

il mio personalissimo parere è che piuttosto che rischiare di farle perdere l'equilibrio che si è cosruita in una vita, con magari la possibilità di lasciarla "smarrita" e con la sensazione di assenza di senso, ci penserei bene.
dopotutto ha passato i sessanta e ad una certa età bisogna avere una mente molto elastica per affrontare certi cambiamenti (lo so perchè i miei genitori hanno più o meno la stessa età).

la meglio cosa secondo me è quella di ascoltarla quando ti espone i tuoi dubbi, e magari spiegarle il tuo punto di vista, ma senza "calcare troppo la mano", un poco per volta e con molti "io credo che", "secondo me", "per come la vedo io" ecc, in modo da darle la possibilità di coltivare il dubbio se ne ha voglia e se la sente, ma anche di continuare a nascondersi dietro la dottrina e la fede, nel caso in cui non si senta di affrontare la realtà.

in ogni caso, l'importante è che lei stia bene con se stessa e che tu stia bene con te, per cui se a te non cambia niente il mio consiglio, ripeto, è di non forzare (anche perchè potresti benissimo ottenere l'effetto contrario).

in ogni caso ti auguro ogni bene ed una buona vita! ok
avatar
san.guasto
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 475
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.05.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da jillo il Mer 18 Set - 7:43

Vale93 ha scritto:non ha mai compiuto un briciolo di percorso scientifico (è laureata in lettere) la porta ad essere sostanzialmente ignorante su tutto quello che è il mondo che la circonda (se si fa eccezione dei poeti della letteratura italiana di cui conosce a memoria tutte le poesie) e quindi non è abituata al pensiero logico-critico-razionale-scientifico e io non so come aiutarla.
Quindi?

Gli uomini di scienza illuminati dal sapere scientifico devono essere necessariamente atei?

Queste sarebbero considerazioni tratte dal pensiero logico-critico-razionale..?

Non sai come aiutarla?
Da quello che scrivi la risposta te la sei già data. 
Proponile qualche lettura scientifica che possa aiutarla a pensare con logica.

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Sally il Mer 18 Set - 7:49

Concordo pienamente con San Guasto, inutile forzarla... il seme del dubbio e' gia' in lei, tu al massimo puoi darle la tua opinione (non dimenticandoti che di opinione si tratta, ai suoi occhi) e starle vicino nel caso decidesse di voler approfondire.

Io ho discusso dell'argomento piu' volte in casa mia, i miei sono dei "credenti di facciata", nel senso che si definiscono cattolici, ma non seguono gli insegnamenti della religione, tanto che non vanno mai a messa se non ai funerali e ai matrimoni e fanno il segno della croce solamente quando entrano a visitare una chiesa o al camposanto.
Le loro azioni sono dettate dalla morale individuale (ovviamente influenzata dalla cultura e dall'educazione ricevuta) e solo a posteriori la riconoscono come prettamente cristiana... il che' equivale a dire che "fanno del bene per il bene in se' e non per dio"...
Ovviamente i dubbi li hanno e quando ne parliamo io do la mia versione, loro sono sostanzialmente d'accordo... pero' poi faticano ad allontanarsi da uno schema entro il quale si muovono da quasi 60 anni. Credo che il problema fondamentale sia questo, anche per tua madre... rinnegare la religione cattolica significa (anche affettivamente) buttare via una parte di se', quella che si e' evoluta vivendo a contatto con la cultura del nostro tempo e luogo, rinnegare gli insegnamenti che i suoi genitori le hanno amorevolmente passato... insomma, non e' cosi' semplice e scontato come sembra... e neppure indolore.

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Avalon il Mer 18 Set - 7:53

Dé, stavolta quoto Jillo mgreen 

"Proponile qualche lettura scientifica che possa aiutarla a pensare con logica."

Il pensiero logico si impara, anche in età avanzata. Aiuta il dubbio con la curiosità.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Minsky il Mer 18 Set - 8:08

san.guasto ha scritto:... dopotutto ha passato i sessanta e ad una certa età bisogna avere una mente molto elastica per affrontare certi cambiamenti...
Diva ha scritto:... faticano ad allontanarsi da uno schema entro il quale si muovono da quasi 60 anni.
Bhé, giovanotti? State scherzando, eh!? eeeeeeek mgreen

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15688
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Avalon il Mer 18 Set - 8:19

Eheheh Minsky, diglielo tu che la mente basta usarla e resta giovane più di tutto il resto mgreen 

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Griiper McCloubit il Mer 18 Set - 8:20

san.guasto ha scritto:buonasera a te!

ma, per capire: per "aiutare" intendi farle "perdere la fede" o semplicemente farla stare bene con se stessa?

il mio personalissimo parere è che piuttosto che rischiare di farle perdere l'equilibrio che si è cosruita in una vita, con magari la possibilità di lasciarla "smarrita" e con la sensazione di assenza di senso, ci penserei bene.
dopotutto ha passato i sessanta e ad una certa età bisogna avere una mente molto elastica per affrontare certi cambiamenti (lo so perchè i miei genitori hanno più o meno la stessa età).

la meglio cosa secondo me è quella di ascoltarla quando ti espone i tuoi dubbi, e magari spiegarle il tuo punto di vista, ma senza "calcare troppo la mano", un poco per volta e con molti "io credo che", "secondo me", "per come la vedo io" ecc, in modo da darle la possibilità di coltivare il dubbio se ne ha voglia e se la sente, ma anche di continuare a nascondersi dietro la dottrina e la fede, nel caso in cui non si senta di affrontare la realtà.

in ogni caso, l'importante è che lei stia bene con se stessa e che tu stia bene con te, per cui se a te non cambia niente il mio consiglio, ripeto, è di non forzare (anche perchè potresti benissimo ottenere l'effetto contrario).

in ogni caso ti auguro ogni bene ed una buona vita! ok
quoto..  anche secondo me questo è l'approccio migliore...

jillo ha scritto:
Vale93 ha scritto:non ha mai compiuto un briciolo di percorso scientifico (è laureata in lettere) la porta ad essere sostanzialmente ignorante su tutto quello che è il mondo che la circonda (se si fa eccezione dei poeti della letteratura italiana di cui conosce a memoria tutte le poesie) e quindi non è abituata al pensiero logico-critico-razionale-scientifico e io non so come aiutarla.
Quindi?

Gli uomini di scienza illuminati dal sapere scientifico devono essere necessariamente atei?

Queste sarebbero considerazioni tratte dal pensiero logico-critico-razionale..?

Non sai come aiutarla?
Da quello che scrivi la risposta te la sei già data.
Proponile qualche lettura scientifica che possa aiutarla a pensare con logica.
... checchè ne dica il caro Jillo.
Jillo, secondo me ultimamente stai mangiando un po' troppo pesante e/o cibi scaduti e/o carta vetrata a grana grossa... non sono in grado di darti consigli ma fossi in te comincerei col farmi una scorpacciata di quello strudel che c'hai come avatar carneval
avatar
Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 56
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da san.guasto il Mer 18 Set - 8:29

Minsky ha scritto:
san.guasto ha scritto:... dopotutto ha passato i sessanta e ad una certa età bisogna avere una mente molto elastica per affrontare certi cambiamenti...
Diva ha scritto:... faticano ad allontanarsi da uno schema entro il quale si muovono da quasi 60 anni.
Bhé, giovanotti? State scherzando, eh!? eeeeeeek mgreen
non è una regola, ma in genere più si.... matura  mgreen  più viene difficile rimettersi in gioco e soprattutto viene più difficile "rinnegare" una cosa insegnataci per vera dai nostri genitori fin da sempre e ritenuta normale dalla stragrande maggioranza della socetà, al contrario della non credenza, additata a gran voce da papa per mezzo di tg, giornali, ecc e praticamente ogni giorno come immorale, causa di tutti i mali del mondo e "riservata" alle persone aride di cuore (o ai disabili del cuore, vedi servizio dei sua neutralità tg1)

scusatemi, o matusa del forum tutti burl , spero di non aver urtato la vostra sensibilità wink..
avatar
san.guasto
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 475
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.05.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Sally il Mer 18 Set - 8:30

Minsky ha scritto:
san.guasto ha scritto:... dopotutto ha passato i sessanta e ad una certa età bisogna avere una mente molto elastica per affrontare certi cambiamenti...
Diva ha scritto:... faticano ad allontanarsi da uno schema entro il quale si muovono da quasi 60 anni.
Bhé, giovanotti? State scherzando, eh!? eeeeeeek mgreen
Ma non e' per l'eta', quanto per l'abitudine... molte persone faticano ad accettare il cambiamento, soprattutto se significa mettere da parte schemi consolidati e socialmente approvati...

EDIT: ecco, San Guasto mi ha anticipata, ancora una volta concordo! ok 

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da jillo il Mer 18 Set - 9:02

Minsky ha scritto:
Vale93 ha scritto:...
...
Potresti tentare con l'argomento estetico. La religione è brutta e deprimente, perciò dovrebbe suscitare repulsione. Se riesci ad amplificare abbastanza questa naturale repulsione, magari anche facendo leva sugli aspetti ridicoli e penosi della fede, forse con tua mamma trovi uno spazio di manovra.

Auguroni! ok
Che intendi esattamente per "argomento estetico" e per aspetti ridicoli e penosi della fede?

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da cofee il Mer 18 Set - 9:17

io sto coi giovani, anzi: a 19 anni..preoccuparsi per la mamma... mi pare più, che carino...e legittimo....!
E un bacio...a lei!
(più un verde a san...)
avatar
cofee
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Rasputin il Mer 18 Set - 10:07

jillo ha scritto:
Minsky ha scritto:
Vale93 ha scritto:...
...
Potresti tentare con l'argomento estetico. La religione è brutta e deprimente, perciò dovrebbe suscitare repulsione. Se riesci ad amplificare abbastanza questa naturale repulsione, magari anche facendo leva sugli aspetti ridicoli e penosi della fede, forse con tua mamma trovi uno spazio di manovra.

Auguroni! ok
Che intendi esattamente per "argomento estetico" e per aspetti ridicoli e penosi della fede?
Boh forse qualcuno dei denominatori comuni a quasi tutte le fedi, ad esempio la discriminazione della donna.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50775
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da lupetta il Mer 18 Set - 10:15

la fede è una questione troppo personale, nessuno da fuori può aiutarti eventualmente a perderla.
è un percorso interiore, io l'ho persa pur non essendo una scienziata, anzi, sudo solamente per fare 2+2, semplicemente non avevo più bisogno di dio, tanto che qualora esistesse sul serio, lo ignorerei.
ma ci si arriva da soli.
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9614
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da jillo il Mer 18 Set - 15:25

lupetta ha scritto: ...non avevo più bisogno di dio, tanto che qualora esistesse sul serio, lo ignorerei.
ma ci si arriva da soli.
Non avere bisogno di credere in Dio è diverso dal non avere bisogno di Dio.

Tu sei atea perché ritieni che Dio non esista.

Sei poi una persona onesta e coerente con le tue convinzioni perché non hai bisogno di illuderti nel credere in qualcosa che ritieni non esistere, né di costruirti idoli su misura per soddisfare bisogni e paure da usare a mò di rassicurante succhiotto.

Non capisco però quel "se Dio esistesse lo ignorerei".
Se Dio esistesse (intendo il Dio cristiano) non gli chiederesti proprio nulla? Nessuna spiegazione, chiarimento? Nessuna curiosità..? Proprio nulla di nulla?

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Avalon il Mer 18 Set - 15:32

Non vedo cosa ci sia da chiedere, né che senso avrebbe farlo.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Minsky il Mer 18 Set - 15:43

san.guasto ha scritto:non è una regola, ma in genere più si.... matura  mgreen  più viene difficile rimettersi in gioco e soprattutto viene più difficile "rinnegare" una cosa insegnataci per vera dai nostri genitori fin da sempre e ritenuta normale dalla stragrande maggioranza della socetà, al contrario della non credenza, additata a gran voce da papa per mezzo di tg, giornali, ecc e praticamente ogni giorno come immorale, causa di tutti i mali del mondo e "riservata" alle persone aride di cuore (o ai disabili del cuore, vedi servizio dei sua neutralità tg1)

scusatemi, o matusa del forum tutti burl , spero di non aver urtato la vostra sensibilità wink..
Diva ha scritto:Ma non e' per l'eta', quanto per l'abitudine... molte persone faticano ad accettare il cambiamento, soprattutto se significa mettere da parte schemi consolidati e socialmente approvati...

EDIT: ecco, San Guasto mi ha anticipata, ancora una volta concordo! ok 
Tranquilli, giovani... ci vuole altro per urtarmi!  wink..  Ma la mia idea è differente.
Con l'allargamento della propria visione, che deriva dall'esperienza e dallo studio, i percorsi mentali si moltiplicano e si aprono verso nuovi orizzonti. Scartare le vecchie opinioni è all'ordine del giorno, e trovare nuovi paradigmi o almeno perfezionare quelli vecchi è sempre una bella progressione. Finché si riesce a sostenere la corsa, ben s'intende.
Poi, c'è anche chi non ha mai cominciato a correre, e magari neppure a camminare con le proprie gambe, ma ha sempre zoppicato sostenendosi con le stampelle... saluto...

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15688
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Minsky il Mer 18 Set - 15:54

jillo ha scritto:Che intendi esattamente per "argomento estetico" e per aspetti ridicoli e penosi della fede?
Rasputin ha scritto:Boh forse qualcuno dei denominatori comuni a quasi tutte le fedi, ad esempio la discriminazione della donna.
Intendo proprio "estetica" nel senso letterale. La dottrina cristiana è intrisa di splatter e di pessimo kitsch, la letteratura mistica è terribilmente noiosa, non c'è nulla di più barboso che assistere ad una funzione religiosa, la predica del prete è sinonimo di lagna monotona, i feticci religiosi sono grotteschi.
La fede religiosa è una manifestazione di inferiorità morale e intellettuale, è deprimente ed avvilente, implica autolesionismo, pensieri deviati, mortificazione.
Sorprendente che tu mi chieda delucidazioni, Jillo.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15688
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da primaverino il Mer 18 Set - 15:58

Minsky ha scritto:
jillo ha scritto:Che intendi esattamente per "argomento estetico" e per aspetti ridicoli e penosi della fede?
Rasputin ha scritto:Boh forse qualcuno dei denominatori comuni a quasi tutte le fedi, ad esempio la discriminazione della donna.
Intendo proprio "estetica" nel senso letterale. La dottrina cristiana è intrisa di splatter e di pessimo kitsch, la letteratura mistica è terribilmente noiosa, non c'è nulla di più barboso che assistere ad una funzione religiosa, la predica del prete è sinonimo di lagna monotona, i feticci religiosi sono grotteschi.
La fede religiosa è una manifestazione di inferiorità morale e intellettuale, è deprimente ed avvilente, implica autolesionismo, pensieri deviati, mortificazione.
Sorprendente che tu mi chieda delucidazioni, Jillo.
E come al solito confondi fede con religione e religione con altra religione...
Inoltre che la predica del prete sia una lagna monotona è ovviamente vero, ma solo nella tua testa (e di chi la pensa come te).
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da Minsky il Mer 18 Set - 16:42

primaverino ha scritto:E come al solito confondi fede con religione e religione con altra religione...
Inoltre che la predica del prete sia una lagna monotona è ovviamente vero, ma solo nella tua testa (e di chi la pensa come te).
Ahah! Beccato! Tu non ci vai in chiesa se parli così. La gente fa sforzi sovrumani per non smascellarsi dagli sbadigli... a me lo racconti! Ero l'unico alle medie che cercasse di ascoltare e capire (capire, impossibile) quello che diceva il prete durante l'ora di religione. Tutti gli altri giocavano a battaglia navale. Anche tu hai giocato a battaglia navale durante le lezioni di religione, non negarlo perché è come se ti vedessi. Fai conto che ci sia l'occhio di Minsky   che ti vede, lì seduto al tuo banco, con lo schema della battaglia navale disegnato a matita sul quaderno a quadretti. mgreen

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15688
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da primaverino il Mer 18 Set - 17:07

Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:E come al solito confondi fede con religione e religione con altra religione...
Inoltre che la predica del prete sia una lagna monotona è ovviamente vero, ma solo nella tua testa (e di chi la pensa come te).
Ahah! Beccato! Tu non ci vai in chiesa se parli così. La gente fa sforzi sovrumani per non smascellarsi dagli sbadigli... a me lo racconti! Ero l'unico alle medie che cercasse di ascoltare e capire (capire, impossibile) quello che diceva il prete durante l'ora di religione. Tutti gli altri giocavano a battaglia navale. Anche tu hai giocato a battaglia navale durante le lezioni di religione, non negarlo perché è come se ti vedessi. Fai conto che ci sia l'occhio di Minsky   che ti vede, lì seduto al tuo banco, con lo schema della battaglia navale disegnato a matita sul quaderno a quadretti. mgreen
Confermo. mgreen
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da jillo il Gio 19 Set - 8:15

primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto:
jillo ha scritto:Che intendi esattamente per "argomento estetico" e per aspetti ridicoli e penosi della fede?
Rasputin ha scritto:Boh forse qualcuno dei denominatori comuni a quasi tutte le fedi, ad esempio la discriminazione della donna.
Intendo proprio "estetica" nel senso letterale. La dottrina cristiana è intrisa di splatter e di pessimo kitsch, la letteratura mistica è terribilmente noiosa, non c'è nulla di più barboso che assistere ad una funzione religiosa, la predica del prete è sinonimo di lagna monotona, i feticci religiosi sono grotteschi.
La fede religiosa è una manifestazione di inferiorità morale e intellettuale, è deprimente ed avvilente, implica autolesionismo, pensieri deviati, mortificazione.
Sorprendente che tu mi chieda delucidazioni, Jillo.
E come al solito confondi fede con religione e religione con altra religione...
Inoltre che la predica del prete sia una lagna monotona è ovviamente vero, ma solo nella tua testa (e di chi la pensa come te).

Non chiedo delucidazioni . Solo conferma pubblica del tuo pensiero.
Minsky ha scritto:

“non c'è nulla di più barboso che assistere ad una funzione religiosa, la predica del prete è sinonimo di lagna monotona,”
Quoto Primaverino. Confondi anzitutto fede con religione.


caso 1- Il credente partecipa alle funzioni perché ha fede
caso 2- Il credente ha fede(?) perché partecipa alle funzioni


Caso 1. La funzione, il rito, è la forma data alla fede perché questa possa essere espressa. La fede trova espressione anche nella “partecipazione” (partecipare diverso dal presenziare) al rito. La fede precede e giustifica la necessità del rito.

segnalo questo link non tanto per ricevere tue impressioni e commenti, ma solo per ricordati quanto e come per noi credenti sia fondamentale il rito.
http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccdds/documents/rc_con_ccdds_doc_20030317_ordinamento-messale_it.html

Pertanto la liturgia susciterà sbadigli e noia a tutti coloro i quali rientrano a pieno titolo nel  Caso 2.  

A proposito di costoro  leggiamo “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete… non vi conosco” Lc 13,22-30.


Fermo che le vie del Signore sono infinite.

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come aiutare la propria madre colta dai dubbi sulla fede.

Messaggio Da alberto il Gio 19 Set - 8:34

ciao jillo.
io dopo il fallimento dell'inizio ho interagito poco. però visto che dopo così tanto tempo siamo ancora qui, e vedo che si parla di fede e si citano i vangeli, ti richiedo (magari non sono le stesse domande, non vado a ricercarle):

tu pensi ooops scusa CREDI davvero che:
- il mondo abbia 7000 anni
- la luce sia stata creata prima delle stelle
- la donna sia stata creata dalla costola di un uomo
- che in un'arca siano state ospitate coppie fertili di moltissime (sarebbe tutte ma non infieriamo) specie viventi
- che un uomo abbia vissuto dentro a un grosso pesce
- che le acque si siano divise e abbiano fatto passare il popolo ebraico
- che il sole si sia fermato e abbia invertito il proprio corso
- che un cespuglio possa fiammeggiare e parlare
- che si possa camminare sulle acque
- che si possano moltiplicare pani e pesci
- che si possa tramutare l'acqua in vino
- che si possa resuscitare un morto
- che un morto possa autoresuscitarsi
- che la madonna sia assunta anima e corpo in cielo
- (tutto il circo medjugoriano)
- ecc ecc 

lo so questa è banalità. ma di questo si tratta. se tu non ci credi hai CREATO la TUA forma personale di religione. sei tu il creatore e unico signore del tuo dio. lo plasmi a tua immagine e somiglianza. e la fede che invochi è la fede in te stesso, nella forma che tu hai deciso di venerare come guida della tua vita.

se ci credi, cosa ti devo dire... ogni ulteriore discorso poggia su una base così assurda da diventare ridicolo. parlare di etica, di morale, di socialità partendo da queste basi farlocche è come voler costruire un ponte senza sapere le tabelline, no peggio, facendo i calcoli con delle tabelline completamente inventate.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum