Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Set - 16:00

primaverino ha scritto:1) Essendo riferito a fatti storici è inevitabilmente "immutabile". Son cose già successe, comprendi? Non è questione di opinioni. Quando gli spagnoli, pensando di esser giunti "nelle Indie" hanno scoperto l'America, l'hanno depredata senza pensarci due volte. Senza dio avrebbero fatto lo stesso.
Se mio nonno avesse dato retta a Jules Verne sarebbe andato sulla Luna. Sarebbero questi i "fatti storici"?

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14404
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da primaverino il Dom 22 Set - 16:06

Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:1) Essendo riferito a fatti storici è inevitabilmente "immutabile". Son cose già successe, comprendi? Non è questione di opinioni. Quando gli spagnoli, pensando di esser giunti "nelle Indie" hanno scoperto l'America, l'hanno depredata senza pensarci due volte. Senza dio avrebbero fatto lo stesso.
Se mio nonno avesse dato retta a Jules Verne sarebbe andato sulla Luna. Sarebbero questi i "fatti storici"?
Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
Se poi vuoi pensare che un'ipotetica Spagna atea non avrebbe fatto altro che dire: "oops... Scusate il disturbo... Cercavamo la Cina e abbiamo trovato voi, perciò adesso ce ne torniamo in Spagna, arrivederci", allora quello che crede alle favole non sono io.

p.s.: non girare la frittata e non farti passare per quell'ingenuo che NON sei. Grazie.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Set - 16:11

primaverino ha scritto:Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
Se poi vuoi pensare che un'ipotetica Spagna atea non avrebbe fatto altro che dire: "oops... Scusate il disturbo... Cercavamo la Cina e abbiamo trovato voi, perciò adesso ce ne torniamo in Spagna, arrivederci", allora quello che crede alle favole non sono io.

p.s.: non girare la frittata e non farti passare per quell'ingenuo che NON sei. Grazie.
Non riesci proprio a concepire una società umana che non senta il bisogno di espandersi sopraffacendo le popolazioni di altre regioni? Io ci riesco.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14404
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da primaverino il Dom 22 Set - 16:20

Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
Se poi vuoi pensare che un'ipotetica Spagna atea non avrebbe fatto altro che dire: "oops... Scusate il disturbo... Cercavamo la Cina e abbiamo trovato voi, perciò adesso ce ne torniamo in Spagna, arrivederci", allora quello che crede alle favole non sono io.

p.s.: non girare la frittata e non farti passare per quell'ingenuo che NON sei. Grazie.
Non riesci proprio a concepire una società umana che non senta il bisogno di espandersi sopraffacendo le popolazioni di altre regioni? Io ci riesco.
Ma certo che ci riesco; anzi la auspico.
Solo che l'analisi storica pare averla preclusa e nel passato è stato sempre così.
Auguriamoci un miglior futuro.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Minsky il Dom 22 Set - 16:23

primaverino ha scritto:Auguriamoci un miglior futuro.
... e proviamo a vedere se possiamo costruirlo, un miglior futuro, dal momento che con gli auguri non si combina granché di concreto. ok

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14404
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Set - 16:43

primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49861
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da primaverino il Dom 22 Set - 16:59

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...
Nemmeno l'ultimo modello di i-Phone, presumo...
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Set - 17:06

primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...
Nemmeno l'ultimo modello di i-Phone, presumo...
Questa scusami ma mi pare na stronzata...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49861
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Pialbo il Dom 22 Set - 17:44

Minsky ha scritto:
Ma certo che uno dei principi universali che dovrebbero essere condivisi è quello della fratellanza e della solidarietà, nonché la protezione dei più deboli. Ma non c'è alcun bisogno di "scomodare" gli enti onnipotenti per questo. Dipende solo da noi umani.
Gli enti onnipotenti non è necessario scomodarli, stiamo parlando di concetti astratti, come la verità...
la religione è un tentativo di spiegare la realtà inventandosi le cose, ma comunque il messaggio profondo si basa su realtà innegabili, la "regola aurea" si trova in tutte le religioni questo fa pensare che sia un concetto naturale, insito nella natura umana, come quello di autoconservazione. Per essere delle persone in vera armonia con noi stessi, dobbiamo praticarlo.

Cos'è che impedisce alla nostra società di essere solidale e fraterna?
Il materialismo e l'individualismo, l'esclusione sociale.
Il fatto che lo dica anche il Papa, non significa che sia falso... dobbiamo lasciare a lui il monopolio di questo discorso?

Pialbo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 129
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.09.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da don alberto il Dom 22 Set - 18:14

la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita ?
avatar
don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Set - 18:22

don alberto ha scritto:la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita ?
Le pippe me le faccio quando mi pare.

Cosè la "Superbia della vita"? ??? 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49861
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Pialbo il Dom 22 Set - 18:42

cancellare please


Ultima modifica di Pialbo il Dom 22 Set - 18:54, modificato 1 volta

Pialbo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 129
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.09.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Pialbo il Dom 22 Set - 18:49

primaverino ha scritto:
Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
All'epoca per giustificare i massacri e le conquiste, si faceva ricorso alla religione, per iniziare la conquista delle americhe portoghesi e spagnoli chiesero autorizzazione al papa (trattato di tordesillas) e la stessa autorità del re derivava dal diritto divino.[/quote]Adesso in pochi giustifificano le guerre con la religione, i cristiani non lo fanno più, adesso le guerre e i massacri occidentali si giustificano con il nuovo umanitarinesimo e i diritti umani, un'altro segno di come la religione stia uscendo dalla stanza dei bottoni
minsky ha scritto:
Le religioni attizzano gli istinti del "popolo bue", si nutrono e si sostengono grazie al "popolo bue". Non c'è mai stata una religione che "calmierasse" qualcosa, tutto il contrario semmai.
Le religioni attizzano alcuni istinti (intolleranza, irrazionalità, creduloneria), ma ne calmano altri (ribellione, indipendenza, paura della morte).
Come diceva quello schiavo fuggito: "pregavo ogni giorno perché Dio mi liberasse, ma la libertà è venuta solo quando mi sono alzato sulle mie gambe e ho cominciato a correre"


Ultima modifica di Pialbo il Dom 22 Set - 18:53, modificato 1 volta

Pialbo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 129
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.09.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Pialbo il Dom 22 Set - 18:52

cancellare please

Pialbo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 129
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 03.09.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Set - 18:59

Pialbo ha scritto:
Le religioni attizzano alcuni istinti (intolleranza, irrazionalità, creduloneria), ma ne calmano altri (ribellione, indipendenza, paura della morte).
Come diceva quello schiavo fuggito: "pregavo ogni giorno perché Dio mi liberasse, ma la libertà è venuta solo quando mi sono alzato sulle mie gambe e ho cominciato a correre"
conservo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49861
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Assenzio il Dom 22 Set - 19:34

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...
Lo penso anche io.

don alberto ha scritto:insomma,
la vita è la sega
di un impotente
Se questa é la tua concezione della vita se non ci fosse un dio, capisco meglio perché tu ti sia ridotto a credere.

Assenzio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 543
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da loonar il Dom 22 Set - 19:34

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...
Nemmeno l'ultimo modello di i-Phone, presumo...
Questa scusami ma mi pare na stronzata...
No, Prim ha perfettamente ragione.
Ho avuto diverse discussioni, in occasione dell'uscita di ios7 per iPhone e ho constato che seppur atei ragionano da perfetti credenti, cioè da popolo bue quando si tratta di mitizzare il loro telefonino, anche se mascherano con l'ironia, la verità viene fuori dalle righe dei loro discorso, dalle battute a botta calda ed è una verità di pecore che seguono il gregge facendosi vanto della loro competenza tecnica per mascherare la loro mancanza di autonomia mentale!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da delfi68 il Dom 22 Set - 19:34

primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Se invece ti illudi che senza religione non esisterebbe il popolo bue, allora l'aver letto (e magari compreso) i libri di storia appare del tutto secondario.
Scusate l'intromissione...io sono del modesto parere che senza popolo bue non esisterebbero le religioni...
Nemmeno l'ultimo modello di i-Phone, presumo...
e per sequitur non esisterebbero ricchezze, ricchezze estreme e una miseria mortale e schifosamente indegna da presentare all'ET che potrebbe venire a prendere contatto con noi sulla terra..

L'Iphone è merda! ..la merda sciolta che cagano i bambini d'africa quando crepano.

Non serve essere tanto ricchi sapete? io, senza voler rompere il cazzo con la politica, ho usmato solo la parte buona del socialismo (poi per carità c'è anche la parte brutta eh...) Ma mia moglie mi racconta che quando era adolescente a Belgrado, non erano certamente benestanti come i milanesi del centro o dei bolognesi..ma non sapeva nemmeno che poteva esistere una Scampia, un ospedale Cardarelli, un quartiere Zen..cosa sono le rapine in banca o in posta o al market l'ha scoperto da pochissimo. Ma lei mi racconta di una felicità e di una serenità che gli manca tanto..gli piaceva che giù nel portone la gente della scala giocava a scacchi, seduti su sgabellini attorno a un cartone rovesciato. Poi sempre quella stessa gente dell'androne la mattina andava a fare il primario in ospedale (suo padre) o ad asfaltare le strade..
Le differenze di benessere tra un professionista e un manovale c'erano! ..ma cosi sfumate che alla fine si stava benino tutti, male nessuno!

A me fa schifo come si vive nella nostra società, ma non ne ho un'altra disponibile! ..e che sia meglio di questa....non voglio vivere da africano, ma mi basta questa casetta del cazzo, di cui sono socio in una cooperativa edile, e non proprietario! ..50 mq su una ringhiera della vecchia milano..ma vaffanculo, ma se voglio restare a casa disoccupato per 6 mesi lo posso fare.. Non ho auto, ma uno scooter senza documenti abbandonato qui da uno slavo latitante che lo usiamo un po tutti gli amici del bar..

A me fa schifo una società dove si butta un telefono funzionante per comprarsi l'iphone..

La nostra società non ha bisogni, ma solo nuovi desideri. Non desideriamo più ciò di cui abbiamo bisogno, ma solo ciò che ci fa gola, che appaga un'ambizione senza un perchè..

Non si può farci nulla. E' cosi che vanno le cose..e non saprei dire se la colpa è del popolo bue, o del popolo e basta..non ho abbastanza neuroni funzionanti per andarmi a cercare nella storia l'origine del crollo dell'umanità. So che a un certo punto, in africa, la gente ha iniziato a crepare di fame. Poca pioggia?..o poca terra da coltivare? ..servivano schiavi in europa e li abbiamo schiacciati con le nostre economie spinte dalla macchina a vapore? ..perchè i cinesi, da fighetti in vestaglia e campanelli sulla porta, sono finiti in centinaia di migliaia ad assemblarci l'iPhone e certi si buttano dal tetto dello stabilimento?
..perchè i minatori del sulcis, tanto per la cronaca, non riescono più a vendere l'alluminio e il carbone e ci riescono invece gli schiavi rumeni, scavando quasi a mani nude e vendendo poi agli ex clienti dei sardi?

..perchè ho l'impressione che tutto vada a puttane non appena qualcuno escogita il modo per realizzare un maggior ricavo da qualcosa?

Cosa vogliamo veramente, ma per essere più precisi, cosa ci serve e che ci manca, tanto da doverselo andare a comprare?

Penso ad avalon e che ci siamo sentiti per telefono, quel gran genio dell'ingegniere e quella svitata hanno forse capito da tempo che il miglior modo di sopravvivere è di andare a vivere a 20 km dall'avamposto abitato più vicino..

Mi vien voglia di cercare lavoro come pastore di pecore da qualche parte in appennino..e mica scherzo..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Assenzio il Dom 22 Set - 19:41

Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
Se poi vuoi pensare che un'ipotetica Spagna atea non avrebbe fatto altro che dire: "oops... Scusate il disturbo... Cercavamo la Cina e abbiamo trovato voi, perciò adesso ce ne torniamo in Spagna, arrivederci", allora quello che crede alle favole non sono io.

p.s.: non girare la frittata e non farti passare per quell'ingenuo che NON sei. Grazie.
Non riesci proprio a concepire una società umana che non senta il bisogno di espandersi sopraffacendo le popolazioni di altre regioni? Io ci riesco.
Non sono molto ferrato in Storia ma mi pare che quando l'antica Roma (politeista) conquistava nuovi territori non arrivava al punto di distruggere le civiltà che conquistava e a fare tutti i danni che hanno fatto gli Spagnoli (monoteisti) nei territori da loro conquistati. O sbaglio?

Assenzio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 543
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da delfi68 il Dom 22 Set - 19:46

Non sbagli..leggevo oi pure di come i romani portassero a roma anche le culture e che nelle terre conquistate, tutto sommato non rompevano il cazzo su ste cose..

La storia stessa del cristianesimo fa un ritratto degli equilibri che mantenevano le popolazioni locali in merito alle loro tradizioni..
E porcalamadonna se costantino si fosse fatto un po i cazzi suoi...evabbè, sappiamo com'è finita..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Assenzio il Dom 22 Set - 19:48

mix ha scritto:
delfi68 ha scritto:
«Dio si manifesta in una rivelazione storica, nel tempo. Il tempo inizia i processi, lo spazio li cristallizza. Dio si trova nel tempo, 
..quante parole a vanvera
in principio era il verbo
vangelo di Giovanni 1 : 1

si vede che Giovanni era più onesto. Lo ha scritto subito che ciò che seguiva erano solo parole. che Dio e compagnia cantante sono solo parole.
oppure aveva un subconscio molto dominante: doveva dire come stava veramente la realtà, anche se consciamente Giovanni credeva sinceramente a cose completamente inventate.

è come con Berlusconi: siamo noi che interpretiamo sempre male le sue parole.
nelle sue premesse c'è SEMPRE una frase che se interpretata nel modo giusto (nascosto) trasforma radicalmente il senso delle sue affermazioni, ribaltandolo.
Giovanni c'entra poco. Il prologo del vangelo attribuito dalla tradizione a Giovanni, quel prologo in cui si parla del Logos, tradotto nella Settanta col termine Verbo, é un poema aggiunto tardivamente, molto posteriore alla redazione di quel vangelo.

Assenzio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 543
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da loonar il Dom 22 Set - 19:51

Assenzio ha scritto:
Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:Il fatto storico è che gli spagnoli hanno distrutto le civiltà precolombiane.
E l'hanno fatto a maggior gloria della Corona. Ovvero per sé stessi.
Se poi vuoi pensare che un'ipotetica Spagna atea non avrebbe fatto altro che dire: "oops... Scusate il disturbo... Cercavamo la Cina e abbiamo trovato voi, perciò adesso ce ne torniamo in Spagna, arrivederci", allora quello che crede alle favole non sono io.

p.s.: non girare la frittata e non farti passare per quell'ingenuo che NON sei. Grazie.
Non riesci proprio a concepire una società umana che non senta il bisogno di espandersi sopraffacendo le popolazioni di altre regioni? Io ci riesco.
Non sono molto ferrato in Storia ma mi pare che quando l'antica Roma (politeista) conquistava nuovi territori non arrivava al punto di distruggere le civiltà che conquistava e a fare tutti i danni che hanno fatto gli Spagnoli (monoteisti) nei territori da loro conquistati. O sbaglio?
Se è per quello i mongoli animisti di Gengis Khan ed eredi lasciavano ancora meno tracce, anzi conquistavano militarmente e si facevano conquistare culturalmente.
La religione per gli spagnoli aveva un'ottima funzione catalizzatrice nelle dinamiche belliche e culturali. Nei romani, greci, ecc... lo stesso ma essendo una guerra fra divinità "pari" una volta vinta la guerra gli si lasciava l'onore delle armi. Quando il dio che figura sul vessillo è monoteista allora la guerra è per annullare gli altri dei che non sono ammessi, se no non sarebbe un monoteismo!
Cronologicamente la comparsa delle tipologie religiose è così:
panteismo/animismo
politeismo
monoteismo

a livello di aggressività culturale (cioè tendenza all'inclusione e annullamento delle culture altrui) è maggiore nelle ultime religioni e sciama via, via che si risale verso la preistoria.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Assenzio il Dom 22 Set - 19:58

Quindi il vero problema (il dente marcio da eliminare) non sono tanto le religioni quanto il monoteismo.

Assenzio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 543
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da loonar il Dom 22 Set - 20:00

Assenzio ha scritto:Quindi il vero problema (il dente marcio da eliminare) non sono tanto le religioni quanto il monoteismo.
il dente marcio è l'ignoranza, seguita a ruota dall'imbecillità.
su questi cardini gira il meccanismo di potere del mondo, di cui la religione è solo un utile ingranaggio.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Verità universale/relativa e futuro dell'Umanità

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Set - 20:02

loonar ha scritto:
Assenzio ha scritto:Quindi il vero problema (il dente marcio da eliminare) non sono tanto le religioni quanto il monoteismo.
il dente marcio è l'ignoranza, seguita a ruota dall'imbecillità.
su questi cardini gira il meccanismo di potere del mondo, di cui la religione è solo un utile ingranaggio.

Dioboia

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49861
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum