Paura degli aerei?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Lun 11 Mag - 16:01

Avete presente il numero dei ciclisti che partecipano al Giro d'Italia e quelli che fanno il Tour De France? Immaginate un maxi incidente in cui muoiano tutti di colpo. E' questa la tragedia che ogni anno si consuma sulle strade italiane dove la mancanza di rispetto per chi va in bici da parte di automobilisti e soci (e il poco rispetto del codice da parte di chi pedala) sta assumendo dimensioni preoccupanti.

Ogni giorno infatti in Italia perde la vita un ciclista e 40 sono finiscono in ospedale per ferite più o meno gravi E' quanto emerge da un'inchiesta pubblicata sull'ultimo numero del Centauro, organo ufficiale dell'Asaps, che vi raccontiamo in anteprima. I numeri parlano di una vera emergenza perché secondo le statistiche nel 2007 (fonte Istat) in 15.713 incidenti sono morti 352 ciclisti, +11% rispetto al 2005, 14.535 sono rimasti feriti +16,5%. Insomma parliamo di quasi 1000 morti negli ultimi 3 anni.

E chi obietta che rispetto ai 6000 morti l'anno per incidenti stradali le vittime che pedalano sono poca cosa sbaglia di grosso: il rischio di mortalità, calcolando come valore medio 1, per i ciclisti è 2,18, il più alto in assoluto, più del doppio rispetto al valore base. Si pensi che per le autovetture il tasso di mortalità è pari a 0,78, per i camion è 0,67, per i pullman 0,48, per i ciclomotori 1,06. Le moto fanno peggio (1,96) ma non arrivano al livello dei ciclisti.

Non solo. "La percentuale dei ciclisti - spiegano all'Asaps - fra le vittime della strada è passata dal 5,3% del 2004 al 6,9% nel 2007. Quella dei feriti è passata dal 3,7 al 4,5%. E l'analisi dei dati non è meno preoccupante perché si scopre che i bambini da 0-14 anni che hanno perso la vita con la bici nel 2007 sono stati 12 (11 maschi e 1 femmina). Due nella fascia fino a 5 anni (di cui uno trasportato), 1 in quella che va da 6 a 9. Nell'età da 10 a 14 anni si conta il numero più alto in assoluto con 9 morti, mentre le vittime fra gli over 65 sono 170 (141 maschi e 29 femmine), pari al 48%".

Le regioni che contano più vittime sono infine Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, dove circolano più bici per antica tradizione. Cosa fare? Abbiamo aperto un blog per i vostri commenti. Dite la vostra.


(11 maggio 2009)

Repubblica
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Lun 11 Mag - 19:09

Bene, ok ERRI. Ma senza voler minimizzare il problema o incolpare intere categorie, io da automobilista ti dico che mi fa più paura per strada sono i ciclisti e gli scooteristi. Si comportano da idioti senza pari.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 13 Mag - 10:22

Ciao Davide, la risposta di un ciclista:

Buongiorno a tutti. Siamo i kamikaze delle bici. Quelli che maledicete quando passiamo sui marciapiedi; ci dispiace, ma è meglio essere insultati che venire dilaniati da un tram. Quelli che minacciate col clacson quando la nostra presenza vi impedisce di usare una vietta come un’autostrada; e sorpassare al volo. Pedaliamo per muoverci in fretta, per tenerci in forma, e per civismo; pensate quanto inquinamento vi risparmiamo non usando auto e moto, quanti posti vi lasciamo sui mezzi pubblici.

Pensate anche (dati resi noti l’altro ieri) che tra noi c’è un morto al giorno, più una quarantina di ricoveri. Usiamo il mezzo più ecologico, e il più pericoloso. E molti di noi vivono in una delle città più piatte d’Europa, Milano; dotata però di piste ciclabili da barzelletta. Poche, spesso periferiche, spesso dirette verso il nulla. Non se ne faranno altre, al momento. Toglierebbero spazi ai parcheggi, temono gli assessori. Non è venuto in mente, agli assessori, neanche qualche contentino da normale metropoli europea. Come il poter portare la bici nel metro, che semplificherebbe la vita a tanti pendolari. O tracciare due strisce parallele sui marciapiedi larghi creando delle piste ed evitando guerre tra poveri, ciclisti-pedoni; a Parigi e Berlino, per dire, così convivono decentemente. Invece, così, a Milano le bici del Comune restano ferme nelle rastrelliere.

Ed è un bene, forse; pedalare qui non è uno sport per signorine. Bisogna stare attenti; consolarsi delle fatiche pensando alla nostra impeccabile impronta ambientale; ripetersi «l’unica cosa illegale che faccio nella vita è pedalare sui marciapiedi, sono una persona perbene, che diamine». Che diamine. Non siamo una banda di black block: un milanese su dieci usa la bici. Ma se ci salissimo tutti insieme, tutti i giorni, su quei benedetti marciapiedi? Magari qualcuno ci darebbe retta. Magari, con più piste e più ciclisti ci guadagneremmo tutti in salute, in qualità dell’aria, e saremmo più belli (si rischia la vita ma si
risparmia la palestra così).

Maria Laura Rodotà
13 maggio 2009

Corriere.it
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Gio 14 Mag - 18:20

Fantastico.

Se imparassero anche a smetterla di andare in giro in 2-3-4 (o anche di più) in riga, ed imparassero a segnalare quando cambiano direzione, ci sarebbe da farli santi subito.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Ven 15 Mag - 7:09

mgreen
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da maxsar il Ven 15 Mag - 10:33

Se imparassero anche a smetterla di andare in giro in 2-3-4 (o anche di più) in riga,
A me andrebbe anche bene ;-)
Non sai quante volte per statali un po' in provincia, all'uscita di una curva mi sono trovato i bradipi affiancati in mezzo alla strada....non in fila....affiancati......poi si lamentano perchè li sverniciamo...
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da lordtom24 il Ven 15 Mag - 10:55

ERRI8013 ha scritto:Ciao Davide, la risposta di un ciclista:

Buongiorno a tutti. Siamo i kamikaze delle bici. Quelli che maledicete quando passiamo sui marciapiedi; ci dispiace, ma è meglio essere insultati che venire dilaniati da un tram. Quelli che minacciate col clacson quando la nostra presenza vi impedisce di usare una vietta come un’autostrada; e sorpassare al volo. Pedaliamo per muoverci in fretta, per tenerci in forma, e per civismo; pensate quanto inquinamento vi risparmiamo non usando auto e moto, quanti posti vi lasciamo sui mezzi pubblici.

Pensate anche (dati resi noti l’altro ieri) che tra noi c’è un morto al giorno, più una quarantina di ricoveri. Usiamo il mezzo più ecologico, e il più pericoloso. E molti di noi vivono in una delle città più piatte d’Europa, Milano; dotata però di piste ciclabili da barzelletta. Poche, spesso periferiche, spesso dirette verso il nulla. Non se ne faranno altre, al momento. Toglierebbero spazi ai parcheggi, temono gli assessori. Non è venuto in mente, agli assessori, neanche qualche contentino da normale metropoli europea. Come il poter portare la bici nel metro, che semplificherebbe la vita a tanti pendolari. O tracciare due strisce parallele sui marciapiedi larghi creando delle piste ed evitando guerre tra poveri, ciclisti-pedoni; a Parigi e Berlino, per dire, così convivono decentemente. Invece, così, a Milano le bici del Comune restano ferme nelle rastrelliere.

Ed è un bene, forse; pedalare qui non è uno sport per signorine. Bisogna stare attenti; consolarsi delle fatiche pensando alla nostra impeccabile impronta ambientale; ripetersi «l’unica cosa illegale che faccio nella vita è pedalare sui marciapiedi, sono una persona perbene, che diamine». Che diamine. Non siamo una banda di black block: un milanese su dieci usa la bici. Ma se ci salissimo tutti insieme, tutti i giorni, su quei benedetti marciapiedi? Magari qualcuno ci darebbe retta. Magari, con più piste e più ciclisti ci guadagneremmo tutti in salute, in qualità dell’aria, e saremmo più belli (si rischia la vita ma si
risparmia la palestra così).

Maria Laura Rodotà
13 maggio 2009

Corriere.it

La cosa che mi da' fastidio dei ciclisti e' questo sentirsi migliori della persona comune. Esemplificato in pieno dall'articolo della Rodota'.

lordtom24
-------------
-------------

Numero di messaggi : 593
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 26.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Ven 15 Mag - 18:49

maxsar ha scritto:
Se imparassero anche a smetterla di andare in giro in 2-3-4 (o anche di più) in riga,
A me andrebbe anche bene ;-)
Non sai quante volte per statali un po' in provincia, all'uscita di una curva mi sono trovato i bradipi affiancati in mezzo alla strada....non in fila....affiancati......poi si lamentano perchè li sverniciamo...
Maxsar, intendevo proprio questo. Non vanno in fila, vanno in riga, affiancati. Chissà perchè muoiono come le mosche!
lordtom24 ha scritto:
La cosa che mi da' fastidio dei ciclisti e' questo sentirsi migliori della persona comune. Esemplificato in pieno dall'articolo della Rodota'.
Beh prima o poi doveva succedere che ci trovassimo d'accordo.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da maxsar il Dom 17 Mag - 18:11

Maxsar, intendevo proprio questo. Non vanno in fila, vanno in riga, affiancati. Chissà perchè muoiono come le mosche
Ok!
Molte volte con quelle condotte rappresentano dei veri e propri pericoli per la circolazione stradale.
Io proporrei (visto che sono neutrale) la deportazione in campi di rieducazione di ciclisti che vanno affiancati e scuteristi. ahahahahahah
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 32
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom 17 Mag - 18:48

Allora, se da un lato è vero che ci sono ciclisti che ingombrano incredibilmente la strada, senza rispettare gli altri utenti, dall'altro lato è altrettanto vero che in gran parte dello stivale le strade non sono adeguatamente attrezzate per accogliere ciclisti (ed anche moto-ciclisti, vedi questione guard-rail).
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Dom 17 Mag - 18:54

Ok, ma allora perchè tanta spocchia? (parlo dell'autrice dell'articolo)

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom 17 Mag - 18:56

Perchè Davide?

Perchè gli altri sono sempre degli imbecilli inadeguati alla guida (di qualunque mezzo locomotorio), mentre noi siamo quelli bravi...
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Dom 17 Mag - 20:14

Io parlo per me.
Non sono spericolato, tendo a rispettare sempre il codice della strada (ok, spesso non mi limito ai 50 km/h, ma cmq a velocità ragionevole), mi fermo ai semafori, agli stop, SEGNALO QUANDO DEVO CAMBIARE DIREZIONE, do la precedenza quando la devo dare, non vado in giro come se fossi il padrone della strada.

Tutte cose che vedo fare raramente , da ciclisti e scooteristi (NB: Varese è piena sia degli uni che degli altri). Come se il codice della strada non li riguardasse. Imbecilli 2 volte, perchè io vado in giro circondato da una tonnellata e mezzo di metallo, loro no.

Chiaro che generalizzo. Proprio qui sta il punto: tanto brava l'autrice a spandere cacca, sentendosi superiore. Ma è facilissimo, l'ho appena fatto anch'io ribaltandole il discorso.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 20 Mag - 6:56

Devono essere tassativamente multati i pedoni che hanno la brutta abitudine di attraversare la strada fuori dalle strisce pedonali. Il monito arriva dalla Cassazione che ha convalidato la sanzione amministrativa disposta dalla polizia municipale di Massa nei confronti di Enzo B., colpevole di aver attraversato la carreggiata senza servirsi degli appositi passaggi pedonali sistemati ad una distanza di 20 metri dal luogo dell'attraversamento. Inoltre, annota Piazza Cavour, nel caso in cui il pedone abbia attraversato fuori dalle strisce e sia rimasto vittima di un incidente la colpa è sempre sua.

La sanzione amministrativa nei confronti di Enzo B. era stata convalidata dal giudice di pace di Massa nel settembre 2004. Inutilmente l'uomo ha fatto ricorso in Cassazione sostenendo fra l'altro che nel verbale con cui era stato multato mancava l'indicazione della norma violata.

La seconda sezione civile (sentenza 11421) ha respinto il ricorso di Enzo B. e ha osservato che legittimamente era stato multato avendo "attraversato la strada al di fuori delle strisce pedonali poste a circa 20 metri dal luogo dell'attraversamento". Ancora la Suprema Corte spiega che per violazioni del codice della strada "la mancata indicazione della norma che prevede la sanzione contestata non comporta di per sè la nullità della contestazione della violazione dove l'interessato sia stato posto in condizione di conoscere il fatto addebitato e la contestazione sia stata idonea a garantire l'esercizio del diritto di difesa".

"Raramente però gli automobilisti rispettano le strisce pedonali": il Codacons commenta così la sentenza della Cassazione. "E' vero che il Codice della strada disciplina chiaramente l'attraversamento pedonale - afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - ma è altrettanto vero che le strisce raramente vengono rispettate dagli automobilisti, i quali non lasciano la dovuta precedenza ai pedoni. Una siffatta situazione, generalizzata su tutto il territorio, rende quindi indifferente per il pedone attraversare sulle strisce o fuori dalle strisce.
Senza contare che in molte città, Roma in testa, le zebre sono spesso poco visibili perchè quasi del tutto cancellate dall'asfalto".

Il Codacons invita pertanto i pedoni "a rivalersi sul Comune quando ricevano una multa per aver attraversato lontano dalle strisce, nei casi in cui le zebre siano poco visibili, cancellate o mai rispettate dagli automobilisti". Insomma, lo scontro pedoni-automobilisti è appena iniziato...

Repubblica.it
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da davide il Mer 20 Mag - 17:07

Ecco, l'appunto fatto dal codacons invece mi sento di condividerlo in pieno.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ospite il Gio 18 Giu - 15:17

Per farla breve: le nostre strade sono zeppe di auto spesso con 1 solo utente. Scatole puzzolenti semivuote di metallo rugginoso.
Ma possibile che tutti debbano per forza usare l'auto?
Siamo tutti paralizzati, dobbiamo tutti portare quintali di cose, dobbiamo tutti fare 100 km al giorno ?
Penso di no (e lo pensate anche voi).
Usare le auto solo ove indispensabile e largo alle bici e ai piedi !

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Gio 18 Giu - 15:21

+ cercare di formare gruppi quando si utilizzano le auto...
avatar
Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Paura degli aerei?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum