1,5 miliardi di atei?

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da JurijArmstrong il Mar 8 Ott - 22:27

Rasputin ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:
delfi68 ha scritto:
Cosworth117 ha scritto:Se si conta la popolazione con pochi mesi di vita si ha una percentuale del 100%. Poi la minoranza adulta li rincoglionisce con violenza col catechismo e l'indottrinamento.
Ottima constatazione.

Io non credo che ci siano 1,5 miliardi..semmai 1,5 milioni..e tutti distribuiti nel nord europa con qualche rara spruzzata sulla East coast degli usa e dell'europa continentale (francia sopratutto).

Sarebbe bella una cartina colorata sulle zone maggiormente atee del pianeta..
Se al mondo ci fossero solo 1,5 milioni di atei allora in Italia ( di cui hai specificato giustamente, ma con proporzioni sbagliate ) sarebbero tutti credenti e questo forum sarebbe abbandonato da anni con unico membro attivo il creatore.
Attento ci sono i sedicenti
Bhè appunto perchè non è una religione non c'è un modo "standard" per esserlo.

Eddai stiamo passando un periodo storico dove lentamente sta cadendo la religione, un periodo storico invidiato probabilmente da molti filosofi nel passato e voi lo state "insultando" così.crying

JurijArmstrong
-------------
-------------

Numero di messaggi : 204
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da delfi68 il Mer 9 Ott - 3:29

Guarda che ti sbagli, e spero di riuscire a spiegartelo..

L'ateismo, diversamente dalle religioni ha un SOLO e unico modo d'essere, NON esistono due o più modi di essere atei.
E c'è proprio un SOLO ed unico modo di "standard" di essere atei!

NON SI CREDE IN DIO. Stop. non ci sono altre cose..

ED è l'unica cosa in comune tra atei! Per il resto siamo diversissimi l'uno dall'altro...per fortuna.

E sulla recrudescenza religiosa, pure le statistiche e le evidenze ci dicono l'opposto, in USA con gli evangelici e i mormoni. Siamo passati dai primi presidenti e dalla costituzione chiaramente Atea, a campagne elettorali americane dove dio campeggia su ogni discorso. Dio qua dio la..Un america cristotalebana spaventosa!
qui ottimi spunti
http://www.youtube.com/watch?v=xUk8Y7zgm8E

In inghilterra idem..sempre dawkins rileva l'incremento delle scuole confessionali e gli aiuti di stato alle comunità scolastiche dove si insegna il creazionismo..

La recrudescenza delle guerre tra islamisti e rivoluzionari hanno di fatto inficiato la primavera araba che ha attraversato il nord africa..i fratelli musulmani sono una costante in ogni rivolta sociale e sembra che dalle dittature si sia passati alle teocrazie..

Gli attacchi alle leggi civili, quali il diritto d'aborto, il divorzio e le coppie di fatto sono all'apice della virulenza da parte della CCAR. Il Papa "buono" sta solamente cercando di sdoganare con le buone quello che prima di lui hanno sempre cercato di fare con le cattive: riportare l'italia agli anni cinquanta..
La ricerca con le staminali è praticamente un tabù e viene ricacciata indietro ogni anno..quando invece sarebbe forse la vera e grande scoperta che rivoluzionerebbe la scienza medica..

Insomma..a me pare che la religione stia mettendo sotto attacco la scienza da più parti..

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 11:29

Sebbene vi sia un solo elemento necessario per essere definiti atei, ovvero non credere in Dio, vi sono svariati approcci al tema.
Basti pensare alla differenza tra ateismo debole e ateismo forte.
Oppure al testo di Russell che ben delinea la posizione di una moltitudine di atei, pending tra l'agnosticismo filosofico e la chiarezza del termine ateo nell'interfacciarsi con l'uomo di strada o durante una chiacchierata al bar (mi rendo conto, ad esempio, che anche in un forum dove si dovrebbe aver tempo di leggere e riflettere prima di intervenire parlare di agnosticismo filosofico può generare confusione in chi legge e un poco razionale desiderio di "contrattacco pseudo-argomentativo").
Sul rapporto tra religione e ateismo sarebbe interessante leggere e riferimenti affidabili. Pensiamo, ad esempio, che l'attuale papa ha proposto l'accesso alla comunione ai divorziati (non credo sia definibile come attacco al diritto civile del divorzio).

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 11:35

Accesso a quali condizioni? Pentirsi? Averlo subito? Non fare mai più sesso nella propria vita?
Non sarà un'attacco al diritto civile del divorzio ma è la solita fregatura per pasturare pesci facili.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da don alberto il Mer 9 Ott - 11:38

Ludwig von Drake ha scritto: Pensiamo, ad esempio, che l'attuale papa ha proposto l'accesso alla comunione ai divorziati (non credo sia definibile come attacco al diritto civile del divorzio).
calma.

un momentino

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 11:56

Avalon ha scritto:Accesso a quali condizioni? Pentirsi? Averlo subito? Non fare mai più sesso nella propria vita?
Non sarà un'attacco al diritto civile del divorzio ma è la solita fregatura per pasturare pesci facili.
Qui le sue parole:

GAY, ABORTO E DIVORZIATI
Il Papa gesuita sogna una Chiesa «madre e pastora», con «ministri capaci di scaldare il cuore». La descrive come un «ospedale da campo dopo una battaglia». Dove è «inutile chiedere a un ferito grave se ha il colesterolo e gli zuccheri alti». Poi apre le braccia ai divorziati risposati, alle donne che hanno abortito, agli omosessuali. «Dobbiamo annunciare il Vangelo in ogni strada. Dobbiamo accompagnarli a partire dalla loro condizione, con misericordia». Nessuno deve sentirsi escluso. Sui gay ripete le parole che aveva già pronunciato in Brasile: «se una persona omosessuale è di buona volontà ed è in cerca di Dio, io non sono nessuno per giudicarla. Lo dice anche il Catechismo». E poi basta martellare sempre sulle «questioni legate ad aborto, matrimonio gay e uso dei metodi contraccettivi». La linea del Magistero è chiara «ma non è necessario parlarne in continuazione».

http://m.ilmessaggero.it/m/messaggero/articolo/primopiano/328349

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 11:59

Appunto; è marketing.
Le regole son sempre quelle: anche ora un divorziato/gay/salcazzo, se si pente e non ricade più nel peccato (ovvero stende un pietoso velo di calcestruzzo a presa rapida sul sesso e i suoi derivati) può accedere alla comunione. Eventualmente con l'assoluzione del vescovo se non basta il parroco.
Non mi ci credere anche te, a questa reclame, per favore.


Ultima modifica di Avalon il Mer 9 Ott - 12:08, modificato 1 volta (Ragione : Refuso)

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Fux89 il Mer 9 Ott - 12:07

Ludwig von Drake ha scritto:«Dobbiamo annunciare il Vangelo in ogni strada. Dobbiamo accompagnarli a partire dalla loro condizione, con misericordia». Nessuno deve sentirsi escluso. Sui gay ripete le parole che aveva già pronunciato in Brasile: «se una persona omosessuale è di buona volontà ed è in cerca di Dio, io non sono nessuno per giudicarla. Lo dice anche il Catechismo».
Trovo la cosa molto ipocrita…

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da don alberto il Mer 9 Ott - 12:15

Avalon ha scritto:Appunto; è marketing.
Le regole son sempre quelle: anche ora un divorziato/gay/salcazzo, se si pente e non ricade più nel peccato (ovvero stende un pietoso velo di calcestruzzo a presa rapida sul sesso e i suoi derivati) può accedere alla comunione. Eventualmente con l'assoluzione del vescovo se non basta il parroco.
Non mi ci credere anche te, a questa reclame, per favore.
non è solo questione di Eucaristia
(che è pur sempre via ordinaria di salvezza,
libero il Padreterno di darci quelle straordinarie),
ma di accoglienza in parrocchia.

Ci sono separati che si sono trovati completamente isolati,
ci sono separati NON risposati cui il parroco nega l'Eucaristia a prescindere
(il Vicario episcopale per la famiglia mi dice che in Diocesi, ne conosce almeno tre (!)) ...
e
ci sono separati/risposati inseriti nella parrocchia e nella sua pastorale.

ci sono separati/risposati che frequentano la propria parrocchia
e quelli che per il momento preferiscono trovarsi in gruppi specifici (ne seguo uno)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 12:29

Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da alberto il Mer 9 Ott - 12:38

Avalon ha scritto:Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.
perché le parrocchie hanno comunque delle RISORSE. non sto dicendo che donalberto si fa i soldini, per carità. ma prova tu a mettere su un consultorio, un punto di accoglienza. dove trovi i locali e i soldini per portarli avanti?

almeno questo, questa piccola percentuale della ricchezza complessiva che la chiesa destina ai parroci per sbiancare la facciata, potrebbe essere un agire virtuoso... diciamo che psicologicamente non mi sembra un'operazione davvero gratis, ma penso che la cosa cambi molto da caso a caso. al solito, contano le PERSONE.

alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2604
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Masada il Mer 9 Ott - 12:45

Ludwig von Drake ha scritto:« «se una persona omosessuale è di buona volontà ed è in cerca di Dio, io non sono nessuno per giudicarla. Lo dice anche il Catechismo».
eh si che suona ipocrita!
perchè puoi essere gay, si, ma senza farlo, "rinnegandolo" a te stesso...

di buona volontà non vuol dire che il gay deve essere capace di amare e rispettare il suo partner, ma che non deve amare in quel modo, non deve avere partner!
o persino che deve far finta di essere etero, sposarsi una donna, fare due figli, e renderla infelice...

vuol dire che il gay si deve sentire male in coscienza ogni volta che per "tentazione" vive un rapporto sessuale con una persona del suo stesso sesso.
ossia, quando si innamora e fa l'amore con il suo uomo/donna deve sentirsi male, come se stesse rompendo radicalmente con dio e quindi col bene.

è una cosa terribile.
è uno stupro delle coscienza.

se l'omosessuale si innamora deve per forza rinunciare a quell'innamoramento!
deve restare solo da quel punto di vista!

fra l'altro anche i sacerdoti sanno quanto è dura la castità e non è raro che la infrangono, seppure loro la abbiano scelta, e si trovino in un ambiente culturale che la salvaguarda, a partire dal vestito e dal ruolo e dall'identità di salvatori-olocausto che si stanno costruendo.

non è così per un omosessuale.
l'omosessuale non vive esperienze religiose e un insieme di inculturazioni che lo rendano in grado di gestire la castità.
non lo sceglie.
è nato o diventato omosessuale.
nessuno sceglie di essere gay!!!!!

i sacerdoti lo sanno: la castità totale non è possibile serenamente a tutti gli etero.
anche da questi fattori si valuta la consistenza o meno della specifica vocazione al sacerdozio o alla vita consacrata.
perchè la castità dovrebbe essere possibile quindi a tutti gli omosessuali?
se non possibile a tutti, perchè quindi imponibile a tutti?

non capisco.

c'è un cortocircuito antropologico.




Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Rasputin il Mer 9 Ott - 12:48

Da ragazzo - ma già non credente, avevo 15/17 anni - andavo a giocare a ping pong in parrocchia la sera, era gratis, c'era anche il bigliardo ed il bar stava a prezzi popolarissimi.

Non mi ricordo di essere stato "Adescato" in alcun modo (Forse ho avuto solo culo ah ah).

Insomma è vero che sono le briciole dei miliardi che i parassiti incassano, ma senza voler scadere in luoghi comuni/banalità era meglio che appollaiati ad una qualche fermata d'autobus con la cassa di birra per terra come spesso vedo anche qui...

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49545
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 12:49

Beh, il buon don ha riportaro dei fatti importanti.
Perché andare in parrocchia,  Avalon? Probabilmente,  perché ci si sente cattolici (peccatori), si ha fiducia nel parroco e/o si individua la parrocchia come il centro della propria comunità socio-religiosa.
Cadere nella reclame? Io? Non credo, non ho nulla da comprare dalla Chiesa.

PS una cortesia, quando citate quanto scritto nel mio post mettete una noticina chiarendo che sono le parole del papa.

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 13:08

alberto ha scritto:
Avalon ha scritto:Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.
perché le parrocchie hanno comunque delle RISORSE. non sto dicendo che donalberto si fa i soldini, per carità. ma prova tu a mettere su un consultorio, un punto di accoglienza. dove trovi i locali e i soldini per portarli avanti?

almeno questo, questa piccola percentuale della ricchezza complessiva che la chiesa destina ai parroci per sbiancare la facciata, potrebbe essere un agire virtuoso... diciamo che psicologicamente non mi sembra un'operazione davvero gratis, ma penso che la cosa cambi molto da caso a caso. al solito, contano le PERSONE.

VIRTUOSO??

C'è uno stato, che cavolo - visto che non siamo in anarchia; e la gente deve svendersi la dignità per elemosinare risorse in parrocchia?!
Se i cittadini hanno bisogno di risorse, che siano biblioteche, spazi per far giocare i bambini, centri di ascolto o un divano per chiacchierare in compagnia, è altrove che devono trovarli! Questo non è un agire virtuoso, è un circolo vizioso con cui lo stato si lava le mani dei servizi che deve garantire perché tanto c'è chi se ne occupa - pagando moooolto di più lo stato stesso, ovviamente.

E in più con tutte le discriminazioni e le indecenze del caso.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da don alberto il Mer 9 Ott - 13:13

Avalon ha scritto:Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.
ti ha risposto bene Ludwig:
http://atei.forumitalian.com/t5550p30-15-miliardi-di-atei#280014
Cristo è risorto.


(il mio omonimo ha una mentalità troppo chiusa  utilitaristica)

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Rasputin il Mer 9 Ott - 13:16

Avalon ha scritto:
VIRTUOSO??

C'è uno stato, che cavolo - visto che non siamo in anarchia; e la gente deve svendersi la dignità per elemosinare risorse in parrocchia?!
Se i cittadini hanno bisogno di risorse, che siano biblioteche, spazi per far giocare i bambini, centri di ascolto o un divano per chiacchierare in compagnia, è altrove che devono trovarli! Questo non è un agire virtuoso, è un circolo vizioso con cui lo stato si lava le mani dei servizi che deve garantire perché tanto c'è chi se ne occupa - pagando moooolto di più lo stato stesso, ovviamente.

E in più con tutte le discriminazioni e le indecenze del caso.
Ava, l'obiezione è la stessa che avrei/mi sarei fatto io: certo sarebbe auspicabile che le strutture sociali fossero laiche, e certo le intenzioni di chi metteva a me ed ai miei amici il ping pong a disposizione non erano del tutto disinteressate.

Ma anche mentre si cerca di cambiare le cose non trovo contraddittorio usare quel che c'è...

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49545
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da primaverino il Mer 9 Ott - 13:19

Avalon ha scritto:
alberto ha scritto:
Avalon ha scritto:Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.
perché le parrocchie hanno comunque delle RISORSE. non sto dicendo che donalberto si fa i soldini, per carità. ma prova tu a mettere su un consultorio, un punto di accoglienza. dove trovi i locali e i soldini per portarli avanti?

almeno questo, questa piccola percentuale della ricchezza complessiva che la chiesa destina ai parroci per sbiancare la facciata, potrebbe essere un agire virtuoso... diciamo che psicologicamente non mi sembra un'operazione davvero gratis, ma penso che la cosa cambi molto da caso a caso. al solito, contano le PERSONE.
VIRTUOSO??

C'è uno stato, che cavolo - visto che non siamo in anarchia; e la gente deve svendersi la dignità per elemosinare risorse in parrocchia?!
Se i cittadini hanno bisogno di risorse, che siano biblioteche, spazi per far giocare i bambini, centri di ascolto [...]
Non sequitur, gentilissima...wink.. 
Nessuno deve svendere dignità alcuna (come saprai non tutti sono anticlericali feroci al pari tuo) e non esiste la cartolina-precetto per frequentare un posto che "non ti va". Se lo Stato non fa ciò che dovrebbe non è colpa della Chiesa.
Se devo scegliere tra far crescere mio figlio (ipotetico) in strada o all'oratorio, ben venga quest'ultimo (in special modo se gestito da non fanatici).
In attesa del compimento del Mondo Perfetto (l'utopia anarchica) direi che piuttosto che niente è meglio "piuttosto". Si chiama "senso pratico"... wink..
Baci.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 13:21

Rasputin ha scritto:Ma anche mentre si cerca di cambiare le cose non trovo contraddittorio usare quel che c'è...
Io sì.

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Rasputin il Mer 9 Ott - 13:22

Avalon ha scritto:
Rasputin ha scritto:Ma anche mentre si cerca di cambiare le cose non trovo contraddittorio usare quel che c'è...
Io sì.
Hmmm...ci penso su. Al momento tendo a ridurre la questione in termini pragmatici, ossia se il rischio vale la candela; per me la è valsa

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49545
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 13:24

don alberto ha scritto:
Avalon ha scritto:Mi sfugge il motivo per cui uno con tanto mondo che c'è, dovrebbe volersi fare accogliere in parrocchia, fermo restando che la tua è senz'altro un posto simpatico.
ti ha risposto bene Ludwig:
http://atei.forumitalian.com/t5550p30-15-miliardi-di-atei#280014
Cristo è risorto.
(il mio omonimo ha una mentalità troppo chiusa  utilitaristica)
Solo per chiarezza: io non ho detto che Cristo e risorto e non lo farei mai in senso storico.


Ultima modifica di Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 13:25, modificato 1 volta

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Avalon il Mer 9 Ott - 13:25

primaverino ha scritto:Non sequitur, gentilissima...wink.. 
Nessuno deve svendere dignità alcuna (come saprai non tutti sono anticlericali feroci al pari tuo) e non esiste la cartolina-precetto per frequentare un posto che "non ti va". Se lo Stato non fa ciò che dovrebbe non è colpa della Chiesa.
Se devo scegliere tra far crescere mio figlio (ipotetico) in strada o all'oratorio, ben venga quest'ultimo (in special modo se gestito da non fanatici).
In attesa del compimento del Mondo Perfetto (l'utopia anarchica) direi che piuttosto che niente è meglio "piuttosto". Si chiama "senso pratico"... wink..
Baci.
Non è colpa della chiesa solo in parte, nel senso che è anche colpa dello stato che oltre a essere baciapile è pure una schifezza.
Se devo scegliere io, mi invento un'altra via, come abbiamo fatto sinora e continueremo. E' senso pratico, e anche etico.


Primaverino bacio  a prescindere!

Avalon
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 7619
Età : 43
Località : Cagli
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 22.02.10

http://www.avalon451.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da don alberto il Mer 9 Ott - 13:26

boh,
qui vanno in polisportiva

don alberto
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1642
Età : 66
Località : Funo di Argelato (Bologna)
Occupazione/Hobby : giullare
SCALA DI DAWKINS :
7 / 707 / 70

Data d'iscrizione : 20.08.10

http://bollettino-funo.blog.tiscali.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer 9 Ott - 13:26

Avalon ha scritto:
primaverino ha scritto:Non sequitur, gentilissima...wink.. 
Nessuno deve svendere dignità alcuna (come saprai non tutti sono anticlericali feroci al pari tuo) e non esiste la cartolina-precetto per frequentare un posto che "non ti va". Se lo Stato non fa ciò che dovrebbe non è colpa della Chiesa.
Se devo scegliere tra far crescere mio figlio (ipotetico) in strada o all'oratorio, ben venga quest'ultimo (in special modo se gestito da non fanatici).
In attesa del compimento del Mondo Perfetto (l'utopia anarchica) direi che piuttosto che niente è meglio "piuttosto". Si chiama "senso pratico"... wink..
Baci.
Non è colpa della chiesa solo in parte, nel senso che è anche colpa dello stato che oltre a essere baciapile è pure una schifezza.
Se devo scegliere io, mi invento un'altra via, come abbiamo fatto sinora e continueremo. E' senso pratico, e anche etico.
Primaverino bacio  a prescindere!
Infatti, è nostro compito proporre una via alternativa.

Ludwig von Drake
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4723
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1,5 miliardi di atei?

Messaggio Da Rasputin il Mer 9 Ott - 13:34

don alberto ha scritto:boh,
qui vanno in polisportiva
Eh...tieni conto che sto parlando di una cittadina di dimensioni mediopiccole ed oltre 35 anni fa...se le cose sono cambiate, personalmente me ne rallegro.

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49545
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum