Pensiero ateo

Pagina 5 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Lun 21 Ott - 10:44

Delfi68 ha scritto:Però il dubbio viene usato, ad esempio delle chiese
quale strada maestra per propinare dio.

Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 10:55

Ari_ ha scritto:
Delfi68 ha scritto:Però il dubbio viene usato, ad esempio delle chiese
quale strada maestra per propinare dio.
Ma perché si arriva alla accettazione acritica di tali sciocchezze'? Quale è la genesi?
L'uomo è una entità desiderante,  ciascuno di noi  non è ne’ autonomo ne’autosufficiente, ma  viene formandosi e trasformandosi  nel corso delle incessanti interazioni umane.
L’oggetto del desideri può essere un’altra persona, un simbolo, uno status sociale, qualsiasi cosa.

La modernità è scivola sempre di più verso l’attenuazione dei divieti e delle regole e lo sfumarsi delle differenze,
L’individuo moderno, liberato dai riti e dai divieti, si trova unico attore responsabile delle proprie relazioni .

La modernità vive il dilatarsi di una crisi  schiacciato com'è dall’impossibilità di trovare efficaci vie catartiche pur non essendosi lasciata alle spalle la violenza arcaica e la logica del capro espiatorio.
Da una parte ognuno vuole apparire nella propria differenza, essere oggetto di desiderio, e nello stesso tempo ogni minima differenza riconosciuta negli altri è vissuta con intima delusione, come segno di ingiustizia.
Quando tutto è apparentemente raggiungibile da chiunque e niente può più sorprenderci, la rincorsa verso il desiderabile si trasforma in una gara dagli ostacoli infiniti ed insormontabili.

(Girard, più o meno, anzi meno che più)

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 11:01

Il Distruttore Hara ha scritto:
Ari_ ha scritto:
Delfi68 ha scritto:Però il dubbio viene usato, ad esempio delle chiese
quale strada maestra per propinare dio.
Ma perché si arriva alla accettazione acritica di tali sciocchezze'? Quale è la genesi?
L'uomo è una entità desiderante,  ciascuno di noi  non è ne’ autonomo ne’autosufficiente, ma  viene formandosi e trasformandosi  nel corso delle incessanti interazioni umane.
L’oggetto del desideri può essere un’altra persona, un simbolo, uno status sociale, qualsiasi cosa.

La modernità è scivola sempre di più verso l’attenuazione dei divieti e delle regole e lo sfumarsi delle differenze,
L’individuo moderno, liberato dai riti e dai divieti, si trova unico attore responsabile delle proprie relazioni .

La modernità vive il dilatarsi di una crisi  schiacciato com'è dall’impossibilità di trovare efficaci vie catartiche pur non essendosi lasciata alle spalle la violenza arcaica e la logica del capro espiatorio.
Da una parte ognuno vuole apparire nella propria differenza, essere oggetto di desiderio, e nello stesso tempo ogni minima differenza riconosciuta negli altri è vissuta con intima delusione, come segno di ingiustizia.
Quando tutto è apparentemente raggiungibile da chiunque e niente può più sorprenderci, la rincorsa verso il desiderabile si trasforma in una gara dagli ostacoli infiniti ed insormontabili.

(Girard, più o meno, anzi meno che più)
e quindi?
indietro non si torna.
c'è anche una direzione dove andare, dopo aver raggiunto la consapevolezza di come stanno le cose?
questo sarebbe interessante.
sarebbe un pensiero ateo?

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 11:17

mix ha scritto:e quindi?
indietro non si torna.
c'è anche una direzione dove andare, dopo aver raggiunto la consapevolezza di come stanno le cose?
questo sarebbe interessante.
sarebbe un pensiero ateo?
 

Ateo non so, lucido secondo me molto.

E trovare una direzione senza sapere  dove si sta cercando di andare, senza un minimo di consapevolezza sulla meta,[perche il mio  pc sta emettendo strani cinguettii?].
Indietro non credo si possa tornare, e non so quanto sarebbe auspicabile, qualche passetto in avanti si può invece cercare di farlo. Forse

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Lun 21 Ott - 11:19

Hara ha scritto:Ma perché si arriva alla accettazione acritica di tali sciocchezze'?
Se non ci fosse il perchè? Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte? Poi sto "perchè" in che senso ho da intenderlo?


Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 11:23

Ari_ ha scritto:
Hara ha scritto:Ma perché si arriva alla accettazione acritica di tali sciocchezze'?
Se non ci fosse il perchè? Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte? Poi sto "perchè" in che senso ho da intenderlo?

Beh un perchè c'è sempre, almeno in senso psicologico noi agiamo per soddisfare i nostri bisogni, che non ti elenco, ma al veritce dei quali, nell'ordine, ci sono quelli di accettazione e quelli di auto realizzazione.

Sforzati di arrivarci da sola ad intendere il perchè, dai che ce la puoi fare mgreen

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Lun 21 Ott - 11:24

Hara ha scritto:Beh un perchè c'è sempre
dimostramelo tu che te ne fai portavoce.

Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 11:33

Ari_ ha scritto:
Hara ha scritto:Beh un perchè c'è sempre
dimostramelo tu che te ne fai portavoce.
Nella tua adorabile testolina il nome Maslow non ti ricorda proprio niente?



E' stat più volte riveduta e corretta, ma così funzionamo.

Siamo fatti strani.

[Avviso ai lettori: io e la mia deliziosa interlocutice siamo amici, spero]

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 11:38

Il Distruttore Hara ha scritto:
mix ha scritto:e quindi?
indietro non si torna.
c'è anche una direzione dove andare, dopo aver raggiunto la consapevolezza di come stanno le cose?
questo sarebbe interessante.
sarebbe un pensiero ateo?
 

Ateo non so, lucido secondo me molto.
OK. era una riga scritta per far finta di restare vaghissimamente IT.

E trovare una direzione senza sapere  dove si sta cercando di andare, senza un minimo di consapevolezza sulla meta,[perche il mio  pc sta emettendo strani cinguettii?].
[dev'essere finito un pezzo di pensiero tra le palette della ventola di raffreddamento.
succede    carneval  mgreen ]
immagino bene se concludo così? : ... non è il migliore dei presupposti.
sarei daccordo.
ma è più interessante avere un accenno delle soluzioni intraviste. magari in uno spoiler.

Indietro non credo si possa tornare, e non so quanto sarebbe auspicabile, qualche passetto in avanti si può invece cercare di farlo. Forse
avevo azzardato una conclusione netta (indietro non si torna) perché ho già più volte esplicitamente affermato che tutto quello che scrivo sono mie opinioni, non Verità assolute oppure verità scientifiche.
trascurabilissime idee su documentazione delle opinioni:
rarissimamente trovo gratificante (sono molto egoista) fare tutto il lavoro necessario a documentare scientificamente le mie opinioni.
non ritengo che questo contesto lo renda indispensabile.
nel caso di un argomento in cui lo è, è probabile che opterei per evitare di scrivere nel thread che avesse queste esigenze.
per il cui soddasfacimento probabilmente sarei poco attrezzato e non intenzionato a provvedere ad attrezzarmi, ora.
in tal senso è ora che aggiorni la mia firma

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 12:04

Il Distruttore Hara ha scritto:
Ari_ ha scritto:
Hara ha scritto:Beh un perchè c'è sempre
dimostramelo tu che te ne fai portavoce.
Nella tua adorabile testolina il nome Maslow non ti ricorda proprio niente?



E' stat più volte riveduta e corretta, ma così funzionamo.

Siamo fatti strani.

[Avviso ai lettori: io e la mia deliziosa interlocutice siamo amici, spero]
chiarisci, per cortesia, assieme anche alla tua e nostra ora nuova amica, se il vostro interludio è da ritenersi personale oppure, essendo pubblico, non vi siano controindicazioni per intervenirci?

ad esempio la domanda "perché ..." era sul
[*]perché si afferma che si arriva ad una accettazione acritica ...
[*]perché c'è un perché,
[*]entrambe le cose,
[*]nessuna delle due,
[*]...
[*]altro
?????
@Ari_ : perché c'è un perché: è un'abitudine abbastanza diffusa nella specie approcciare genericamente ad un fenomeno con una modalità curiosa,
di cui spessissimo "perché?" è la sintesi in linguaggio (italiano in questo caso).
mi sorge la curiosità di sapere se c'è una qualche lingua o dialetto in cui manchi il "perché?"

ma questa mi appare essere una banalità. per cui immagino di non avere con questo colto il succo della tua domanda con questa artificiosa risposta.
domanda la tua che, ho il sospetto non sia in effetti così banale.
ti sarebbe gradito spiegare in modo più facilmente decodificabile
anche a chi non conosce i pregressi, e quindi impliciti sottintesi, dei tuoi discorsi con I.D.H. ?
se lo fosse e tu volessi fare questa cosa gradita ti esprimerei un ringraziamento.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 12:45

mix ha scritto:ma questa mi appare essere una banalità. per cui immagino di non avere con questo colto il succo della tua domanda con questa artificiosa risposta.
domanda la tua che, ho il sospetto non sia in effetti così banale.
ti sarebbe gradito spiegare in modo più facilmente decodificabile
anche a chi non conosce i pregressi, e quindi impliciti sottintesi, dei tuoi discorsi con I.D.H. ?
se lo fosse e tu volessi fare questa cosa gradita ti esprimerei un ringraziamento.
Mo' so cazzi tui...guarda che ha dei dentini affilati affilati

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 13:00

Il Distruttore Hara ha scritto:
mix ha scritto:ma questa mi appare essere una banalità. per cui immagino di non avere con questo colto il succo della tua domanda con questa artificiosa risposta.
domanda la tua che, ho il sospetto non sia in effetti così banale.
ti sarebbe gradito spiegare in modo più facilmente decodificabile
anche a chi non conosce i pregressi, e quindi impliciti sottintesi, dei tuoi discorsi con I.D.H. ?
se lo fosse e tu volessi fare questa cosa gradita ti esprimerei un ringraziamento.
Mo' so cazzi tui...guarda che ha dei dentini affilati affilati
mi appari però prevenuto, I.D.H. .
cosa mai la dovrebbe indurre ad attaccare?
se non ho capito al volo la sua domanda ho commesso una infrazione così imperdonabile?
mi sembra che esageri, fino a prova contraria.

eppoi se si morde un osso troppo duro ci si rompono i denti.
è sempre saggio pensare, prima di aprire la bocca per mordere.

nel frattempo non hai risposto: il vostro interludio vorresti rimanesse circoscritto a voi due?
immagino di NO. quindi correggimi se ipotizzo male. se vuoi.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 13:24

Assolutamente no, era giusto una avvertenza per l'uso che già son stato sbranato bene bene, mai, dico mai, avvicinarsi senza prendere le dovute cautele.

I suoi post nei miei confronti leggili come un primo ringhio di avvertimento.

In pratica cerca di farmi scoprire lavorandomi ai fianchi per poi affondare il colpo ferale.

L'esempio è il pretestuoso e solo apparentemente innocuo:"Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte? Poi sto "perchè" in che senso ho da intenderlo?"


E ha teso la trappola, che ho abilmente scansato cercando di distrarla.

Attento anche tu

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Lun 21 Ott - 14:00

Rispondo a entrambi - a mix che ringrazio per aver sviluppato il mio dire ed Hara augurandomi che possa giungere al sapermi amica e non solo allo sperarmi tale.
Quello che io chiedo non è nè come funzioniamo (maslow), nè se il domandare il perchè è una abitudine di una data specie che si sedimenta linguisticamente in quella parola. 
"Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte?"
La mia domanda esplicitamente è: quest' evento (l'accettazione acritica) necessita di una causa come leggo ( e posso sbagliarmi) presupporre il perchè di Hara?

Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 14:04

Il Distruttore Hara ha scritto:Assolutamente no, era giusto una avvertenza per l'uso che già son stato sbranato bene bene, mai, dico mai, avvicinarsi senza prendere le dovute cautele.

I suoi post nei miei confronti leggili come un primo ringhio di avvertimento.

In pratica cerca di farmi scoprire lavorandomi ai fianchi per poi affondare il colpo ferale.

L'esempio è il pretestuoso e solo apparentemente innocuo:"Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte? Poi sto "perchè" in che senso ho da intenderlo?"


E ha teso la trappola, che ho abilmente scansato cercando di distrarla.

Attento anche tu
ma attento de che?
che cosa mai può succedere su un forum?
attendo con tutta la mia curiosità di sperimentare questo impressionante trattamento.
resto però ancora scettico sul fatto che un'utente a cui non ho (non credo, faremo sempre in tempo a verificarlo) fatto nulla mi attacchi così ferocemente come tu lasci immaginare.

sarebbe un po' "strano" , NO?

sul "perché?"
a volte è più funzionale chiedersi "come?" . ma questo è un altro discorso. per ora lasciamo in sospeso.
stai dicendo che l'unico interesse di Ari_ qui in questo forum è quello di combattere a morte con te?
oppure è invece qui anche per altre motivazioni più consuete, come quella di confrontarsi (opinioni, non battaglie. costruzione non distruzione) tranquillamente per il piacere di tutti?
questo è interessante.
spero solo non siate due divinità arrivate da qualche Pantheon stanziato in Asia che vagano negli eoni nell'universo combattendo distruttive battaglie per la sopraffazione.
o che questo non sia il vostro gioco di ruolo.
ma lo scopriremo nel corso del tempo. molto tranquillamente.


Ultima modifica di mix il Lun 21 Ott - 14:22, modificato 1 volta

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 14:15

Ari_ ha scritto:Rispondo a entrambi - a mix che ringrazio per aver sviluppato il mio dire ed Hara augurandomi che possa giungere al sapermi amica e non solo allo sperarmi tale.
Quello che io chiedo non è nè come funzioniamo (maslow), nè se il domandare il perchè è una abitudine di una data specie che si sedimenta linguisticamente in quella parola. 
"Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte?"
La mia domanda esplicitamente è: quest' evento (l'accettazione acritica) necessita di una causa come leggo ( e posso sbagliarmi) presupporre il perchè di Hara?
ringrazio io te.
ma la tua frase finale o manca di qualche virgola, o ti è rimasto ancora qualcosa che dai per scontata in testa senza esplicitarla oppure semplicemente (la cosa più probabile) sono io che non capisco. forse ancora non conosco abbastanza tuoi scritti per sintonizzarmi sul tuo ritmo.
mi servirebbe conoscere la tua provenienza geografica, giusto per immaginare una cadenza, ma è chiaramente inopportuno fare una richiesta di questo tipo a questo grado prematuro di conoscenza.

se tolgo le parentesi ed integro/modifico e spiazzo su due righe, per favorire la mia comprensione, resta:
l'accettazione acritica dell'idea che il dubbio sia la strada maestra per propinare dio

necessita di una causa come leggo presupporre il perchè di I.D.H. ?

non mi risulta decodificabile in modo chiaro. c'è una certa scambiabilità dei soggetti.
non sono certo di essere stato sufficientemente chiaro. proviamo a vedere.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 14:25

Ari_ ha scritto:
"Cos'è accettiamo acriticamente che ci stia un perchè a monte?"
La mia domanda esplicitamente è: quest' evento (l'accettazione acritica) necessita di una causa come leggo ( e posso sbagliarmi) presupporre il perchè di Hara?
Secondo te non è umano, troppo umano, pensare, nelle quotidiane traversie, che  la nostra vita e la nostra esistenza abbiano senso solo se esse non terminano con la nostra morte?

La risposta  cristiana risponde che, per fede, esiste un orizzonte ultraterreno.

Quella ebraica, almeno la prevalente, pensa che la pratica della legge sia ragione sufficiente per giustificare la nostra presenza. Con una prospettiva terrena:
il monte del tempio del Signore sarà eretto sulla cima dei monti e sarà più alto dei colli; ad esso affluiranno tutte le genti (Ishaiah 46:9-10)


La Gerusalemme terrestre insomma. Il Signore tuo Dio ti ricondurrà nel paese che i tuoi padri avevano posseduto e tu lo possiederai; 


Il punto ebraico è che non si pensa di dover essere salvati da qualcosa, a livello spirituale. Si crede che la propria giustizia sia sufficiente per stare davanti al Santo, non c'è bisogno, ovviamente, di un Salvatore



E' acritica nel senso che si discuta cond-o ma  non si discutono le mitzvót, perchè esse sono legge umana

Come già ho detto l'uomo della modernità è scivolato, e ne sono felice, sempre di più verso l’attenuazione dei divieti e delle regole e lo sfumarsi delle differenze.

L’individuo moderno, liberato dai riti e dai divieti, si trova unico attore responsabile delle proprie relazioni .


Altre tradizioni prevedono cicli di reincarnazioni ecc. (e una idea di ciclicità è presente anche nell'ebraismo mi risulta)

Questa è la risposta facile...

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Lun 21 Ott - 21:14

Hara ha scritto:Secondo te non è umano, troppo umano, pensare, nelle quotidiane traversie, che  la nostra vita e la nostra esistenza abbiano senso solo se esse non terminano con la nostra morte?
Secondo me è un pensare superstizioso. Punto primo occorrerebbe esplicitare che la vita non è un possedibile (l'accadere della morte lo testimonia in maniera esemplare): apparteniamo alla vita che viene prima e dopo di noi. Mica finisce la vita se io crepo e io so che morirò e morirò alla vita, ai vivi che saranno testimoni dell'accadere della morte. Banalmente, quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me. Terreno/ultraterreno è un effetto di parola, è una realtá  sussistente entro un discorso, tutt' altra cosa dalla vita.

Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da silvio il Lun 21 Ott - 21:22

Il Distruttore Hara ha scritto:
L’individuo moderno, liberato dai riti e dai divieti, si trova unico attore responsabile delle proprie relazioni .
Il senso della nostra attualità penso che sia questo

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 21:38

Ari_ ha scritto:
Hara ha scritto:Secondo te non è umano, troppo umano, pensare, nelle quotidiane traversie, che  la nostra vita e la nostra esistenza abbiano senso solo se esse non terminano con la nostra morte?
Secondo me è un pensare superstizioso. Punto primo occorrerebbe esplicitare che la vita non è un possedibile (l'accadere della morte lo testimonia in maniera esemplare): apparteniamo alla vita che viene prima e dopo di noi. Mica finisce la vita se io crepo e io so che morirò e morirò alla vita, ai vivi che saranno testimoni dell'accadere della morte. Banalmente, quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me. Terreno/ultraterreno è un effetto di parola, è una realtá  sussistente entro un discorso, tutt' altra cosa dalla vita.
Beh il tuo amore per girard è durato poco, sei volubile di questi tempi...

Comunque ok non possediamo al vita, (la vita ci possiede? Boh) 
Ma cos'è che la morte ci dimostra di grazia.?
A parte che il tutto finisce con la nostra stessa fine, o almeno non si può dimostrare il contrario, ma che significa apparteniamo alla vita prima e dopo di noi?grave contraddizione se la vita non è possedibile come potra appartenere a quelli dopo di noi? 


mmmhhh 

Sulla realtà sussistente non oso metter bocca che temo mi arrivi addosso un tir filosofico...


xxx

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da silvio il Lun 21 Ott - 21:46

Ari_ ha scritto:Secondo me è un pensare superstizioso. Punto primo occorrerebbe esplicitare che la vita non è un possedibile (l'accadere della morte lo testimonia in maniera esemplare): apparteniamo alla vita che viene prima e dopo di noi. Mica finisce la vita se io crepo e io so che morirò e morirò alla vita, ai vivi che saranno testimoni dell'accadere della morte. Banalmente, quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me. Terreno/ultraterreno è un effetto di parola, è una realtá  sussistente entro un discorso, tutt' altra cosa dalla vita.
E' un pensiero molto reale, la vita passa attraverso noi e se ne va.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 22:50

Il Distruttore Hara ha scritto:
Ari_ ha scritto:
Hara ha scritto:Secondo te non è umano, troppo umano, pensare, nelle quotidiane traversie, che  la nostra vita e la nostra esistenza abbiano senso solo se esse non terminano con la nostra morte?
Secondo me è un pensare superstizioso. Punto primo occorrerebbe esplicitare che la vita non è un possedibile (l'accadere della morte lo testimonia in maniera esemplare): apparteniamo alla vita che viene prima e dopo di noi. Mica finisce la vita se io crepo e io so che morirò e morirò alla vita, ai vivi che saranno testimoni dell'accadere della morte. Banalmente, quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me. Terreno/ultraterreno è un effetto di parola, è una realtá  sussistente entro un discorso, tutt' altra cosa dalla vita.
Beh il tuo amore per girard è durato poco, sei volubile di questi tempi...

Comunque ok non possediamo al vita, (la vita ci possiede? Boh) 
Ma cos'è che la morte ci dimostra di grazia.?
A parte che il tutto finisce con la nostra stessa fine, o almeno non si può dimostrare il contrario, ma che significa apparteniamo alla vita prima e dopo di noi?grave contraddizione se la vita non è possedibile come potra appartenere a quelli dopo di noi? 


mmmhhh 

Sulla realtà sussistente non oso metter bocca che temo mi arrivi addosso un tir filosofico...


xxx
guarda che non è lei che ha i dentini aguzzi, sembra che sei tu che le offri la gola: non ha scritto che la vita appartiene a quelli che restano, ma che essi appartengono alla vita.
comincio a credere che Ari_ sia interessante al punto di farsi anche seviziare, ai tuoi occhi. carneval  mgreen  mgreen  mgreen 

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Lun 21 Ott - 22:57

Beh si fa ammiratori ovunque la sciantosa..moon 

Ma me sembra 

ari ha scritto:quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me
di averlo interpretato bene pur nella sua sinteticità.
Ma  stiamo facendo esegesi di un posto di ari?boxed  

E poi of course che gli offro la gola, è così carino mgreen 

[ricordarsi di cancellare questo post prima che lo legga]

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1983
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da mix il Lun 21 Ott - 23:16

Il Distruttore Hara ha scritto:Beh si fa ammiratori ovunque la sciantosa..moon 
sembra che hai qualche problema a separare i soggetti delle azioni di ciò che leggi.
io ho scritto che capivo il fatto che TU eri un suo ammiratore. ci sono altri ammiratori in giro nella frase? stai traslando il soggetto senza dati che te lo consentano. forse ci azzecchi, forse sbagli?
carneval   mgreen 

Ma me sembra 

ari ha scritto:quel che resta dopo la morte è proprio la vita a cui apparterranno altri e non me
di averlo interpretato bene pur nella sua sinteticità.
Ma  stiamo facendo esegesi di un posto di ari?boxed  
necessita solo di analisi logica del testo, niente operazioni intelletualoidi

E poi of course che gli offro la gola, è così carino mgreen 
indubbiamente. ok2 
spero per te che lei colga il sensuale desiderio insito in questo tuo atto, così concorde con il suo desiderio di essere riconosciuta da te amica.
tutte ottime premesse per un'intensa intesa sentimentale.
chissà che presto non vi ritroviate ad essere una cosa sola
  carneval   mgreen   ahahahahahah 

secondo me sei stanco.
forse è meglio che stacchi.
analisi logica:
alla vita (soggetto retorico) apparterranno i rimasti vivi dopo la mia morte.
giriamo il soggetto:
i rimasti vivi dopo la mia morte apparterranno alla vita (entità retorica).
questo è l'Ari_pensiero

ai rimasti vivi apparterrà la vita vs la vita apparterrà ai rimasti è invece quello che decodifichi, abusivamente, tu. due cose diverse.

buonanotte.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pensiero ateo

Messaggio Da Ari_ il Mar 22 Ott - 10:06

mix ha scritto:analisi logica:
alla vita (soggetto retorico) apparterranno i rimasti vivi dopo la mia morte.
giriamo il soggetto:
i rimasti vivi dopo la mia morte apparterranno alla vita (entità retorica).
esatto. :)

Ari_
-------------
-------------

Numero di messaggi : 220
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum