16 ottobre 1943 -

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da delfi68 il Sab 19 Ott - 13:14

Mi spiace per il fastidio che ti arreco, ma se tu mi conoscessi, e forse potrebbe anche in qualche misura succedere, scopriresti che odio prendermi sul serio e che lo evito con cura, esclusi in parte gli ambiti familiari e professionali
Purtroppo sono le dinamiche comunicative dei forum..

Niente male, inizio a leggerti.
Tu, se puoi, cerca di entrare meno a gambta tesa..dacci tempo, poi sciogli le briglie senza problemi..

Ci vuole un po di pazienza e impegno finche' non ci si conosce meglio..:si si: 

delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da loonar il Sab 19 Ott - 20:35

Il Distruttore Hara ha scritto:
loonar ha scritto:
a) innanzitutto gli ebrei non sono un etnia, ma appartengono ad un etnia che comprende altre religioni. Gli ebrei come p...

b)sull'esistenza di Israele ci sarebbe da parlare troppo...
c)è la sola validità che gli si dovrebbe riconoscere

d)hai un concetto di equanimità che farebbe invidia a Goebbels, Piet Botha e George Wallace. Se ti sembra equanime il trattamento dei goym in Israele.

e)sono tutte caratteristiche che nutrono il razzismo e il segregazionismo. Complimenti!

Mah dovresti spiegare meglio il tuo punto di vista. in attesa cerco di spiegare il mio.

a)etnia in senso dinamico vista la scarsa propensione per i matrimoni misti. Che ebreo ateo sia un ossimoro mi sembra ridicolo. O stai dando a un marx o a un freud del monoteista religioso?boxed 

b)paragonare le leggi naziste a quelle israeliane mi sembra forzato. dovresti spiegare i possibili parallelismi.

c)ti sei scordato di scriverlo

d)anche qui, spiegati meglio, i goym visitano e vivono in santa pace in tutti i quartieri ebraici, valgono, e mi pare giusto le leggi noachite, ma nessuno è mai stato ucciso per averle infrante. Quando vado a new york sono spesso ospite di ebrei ortodossi, e sinceramente non mi hanno mai rotto i coglioni.
Comunque l'equanimità di non imporre il proprio credo mi parrebbe più che sufficiente

e)che ciò possa nutrire comportamenti idioti e\o criminali non ci posso fare niente. In se non sono assolutamente ne l'uno ne l'altro


________________

Non ho visto l'ultima parte di a)

Ma venendo a quanto affermi: se un etnia/gruppo di uomini vuole che sia valido un codice criminale (mettiamo quello della transnistria o quello mafioso siciliano) allora questo è valido e soprattutto ACCETTABILE?
E chi l'avrebbe mai detto? E comunque si dovrebbe giudicarlo nel merito, usando come parametro le norme internazionali riconosciute. Che poi ci siano comportamenti devianti fa parte della normale esperienza umana
a) no sto dicendo che dire che Marx e Freud siano ebrei se erano davvero atei, cioè non seguivano a bacchetta le tradizioni come te, allora è una buffonata dire che sono ebrei, sono di famiglia ebraica, ma non più ebrei, come sarebbe una buffonata darmi del cattolico solo perchè lo erano i miei nonni. Ebreo corrisponde all'appartenenza ad una religione, quella ebraica appunto. Poi se "voi" volete distinguervi, be'...anche i cattolici, i buddhisti, gli indù, i mussulmani, ecc... hanno la smania di definirsi. Noi atei ci basta che ci chiamino semplicemente uomini o donne.

b)un parallelismo mi viene con il sudafrica dell'apartheid a proposito di muri e di separazioni. O per i palestinesi non valgono le leggi noachite (che abisso della mente... usare leggi di 5000 anni fa con disinvoltura e non provare nemmeno un po' di imbarazzo!)
ma se vuoi il paragone con il nazismo ecco fatto:
essere ariani (una razza inventata e funzionale) non poteva essere imposto ad altri, o lo eri o non lo eri
---
essere ebrei (un'etnia inventata e funzionale) non viene imposto ad altri, o lo sei o non lo sei

gli ariani erano la razza superiore, poi veniva tutta una serie di razze con cui dovevano intrattenersi diversi tipi di rapporti
---
gli ebrei sono l'etnia/religione superiore, poi vengono tutta una serie di etnie/religioni con cui si intrattengono diversi tipi di rapporti

c)o forse ti sei scordato di leggerlo!

d) vedi b
non imporre il proprio credo è una grande cosa, il perchè di questa cosa però è una cosa ributtante (il popolo ebreo si crede un popolo superiore a tutti gli altri e la loro religione non possono darla in pasto a cani e porci.)

e) mi sembra che da qualche parte ti sei definito psicologo. Bello psicologo che sei, a non capire da dove nascono certi comportamenti! O magari pensi che i comportamenti sono determinati dall'appartenenza a etnie in senso dinamico!

Sul giudizio delle leggi internazionali... be' Israele ne ha infrante a decine di decine, ma tutte le risoluzioni dell'(inutile) ONU cadono nel nulla grazie al veto dell'USA (guarda un po')

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Dom 20 Ott - 3:04

loonar ha scritto:a) no sto dicendo che dire che Marx e Freud siano ebrei se erano davvero atei, cioè non seguivano a bacchetta le tradizioni come te, allora è una buffonata dire che sono ebrei, sono di famiglia ebraica, ma non più ebrei, come sarebbe una buffonata darmi del cattolico solo perchè lo erano i miei nonni. Ebreo corrisponde all'appartenenza ad una religione, quella ebraica appunto. Poi se "voi" volete distinguervi, be'...anche i cattolici, i buddhisti, gli indù, i mussulmani, ecc... hanno la smania di definirsi. Noi atei ci basta che ci chiamino semplicemente uomini o donne.
Urgono definizione di ebraicità DOC.
Oggi uno è legalmente ebreo, quindi ad esempio ha diritto alla cittadinanza automatica in israele solo e soltanto se è figlio di madre ebrea. Punto.Stop.
(Poi c'è la conversione, ma è tutt'altro discorso, anche perchè le motivazioni di chi vuole convertirsi e\o vivere in Israele sono le più varie)
Per quanto riguarda le sunnominate personalità credo che sia difficile, per quanto lo si voglia, essere altro rispetto alla famiglia, comunità e alle scuole e alla cultura nella quale si è nati. 
Freud diceva di essere lontano dall'ebraicità ma di conservarne in se l'essenza(cosa sia tale essenza non credo l'abbia meglio specificato).
Per la distinzione, oltre a cio che credo di aver già detto, essa nasce in europa, dove i cittadini di lingua yddish incontravano molte difficoltà al di fuori dei quartieri o dei ghetti, quindi distinzione imposta. 
L'orgoglio identitario si mantiene forte in ogni comunità che venga tenuta separata, come misura di difesa e anche come spiegazione per i propri figli sul perche non possono andare a ballare nei locali lungo il danubio.
Così si spiegano anche le prime idde sioniste.
Poi è storia recente

Ad esempio meta' degli anni '20, l'immigrazione ebraica in Palestina e' cresciuta
soprattutto a causa della legislazione economica antiebraica in Polonia e
dell'imposizione di quote restrittive da parte di Washington. 

E il numero record degli immigranti nel 1935 fu la risposta
alla crescente persecuzione degli Ebrei nella Germania nazista.
L'amministrazione britannica ritenne pero' tale numero eccessivo, cosi'
l'Agenzia ebraica fu informata che meno di un terzo della quota richiesta
sarebbe stata approvata nel 1936 (indovina cosa capito agli due terzi)

Aggiungo che attualmente i dati della popolazione con cittadinanza israeliana sono
945.000 Mussulmani, 
130.000 Cristiani e 
100.000 Drusi
su una popolazione totale di circa sei milioni
Ed è l'unico paese dell'area dove le donne arabe votano. Se i mariti le lasciano andare...


b)un parallelismo mi viene con il sudafrica dell'apartheid a proposito di muri e di separazioni. O per i palestinesi non valgono le leggi noachite (che abisso della mente... usare leggi di 5000 anni fa con disinvoltura e non provare nemmeno un po' di imbarazzo!)
ma se vuoi il paragone con il nazismo ecco fatto:
essere ariani (una razza inventata e funzionale) non poteva essere imposto ad altri, o lo eri o non lo eri
essere ebrei (un'etnia inventata e funzionale) non viene imposto ad altri, o lo sei o non lo sei

gli ariani erano la razza superiore, poi veniva tutta una serie di razze con cui dovevano intrattenersi diversi tipi di rapporti
---
gli ebrei sono l'etnia/religione superiore, poi vengono tutta una serie di etnie/religioni con cui si intrattengono diversi tipi di rapporti
Il paragone Sudafrica premandela con israel non regge. Ti dico solo un motivo. Il primo è ab inito espressione del colonialismo inglese ed olandese , dei conflitti tra boeri ed inglesi etc.
Il secondo è figlio di una millenaria persecuzione, che dopo la scala industriale nazista l'occidente a voluto rimuovere.
E subito ai profughi dei campi di concentramento è stato dato un fucile in mano.
E poi di nuovo a loro e ai loro figli. Che, piaccia o meno, di tentativi di distruggere il giovane stato ve ne sono stati.
Che in questa situazione si creino odii e muri è pur troppo anche un po' comprensibile.
L'europa li sta ereggendo contro tutto il terzo mondo, a costo di farli affogare come gattini. Cazzo!
---

c)o forse ti sei scordato di leggerlo!
Riscrivilo se ti va che, limiti miei,  proprio mi sfugge il soggetto.


d) vedi b
non imporre il proprio credo è una grande cosa, il perchè di questa cosa però è una cosa ributtante (il popolo ebreo si crede un popolo superiore a tutti gli altri e la loro religione non possono darla in pasto a cani e porci.)
Come sopra, non esiste nessuna superiorità. Altrimenti portami dei fatti e non solo dei pregiudizi. E non esiste nessuna religiosità ne di stato ne di cultura. Di nuovo pregiudizi fino a prova contraria.


e) mi sembra che da qualche parte ti sei definito psicologo. Bello psicologo che sei, a non capire da dove nascono certi comportamenti! O magari pensi che i comportamenti sono determinati dall'appartenenza a etnie in senso dinamico!
Penso proprio ciò, nel contesto di cui si stava parlando.
Poi che gli individui con le loro sovrastrutture siano all'incirca tutti uguali è una ovvietà.  Forse anche falsa.



Sul giudizio delle leggi internazionali... be' Israele ne ha infrante a decine di decine, ma tutte le risoluzioni dell'(inutile) ONU cadono nel nulla grazie al veto dell'USA (guarda un po')
Dimmi quale nazione non le ha violate, 
Sul caso in specie, partendo dall'inizio e poi lasciando a chi fosse interessato di continuare cito solo



"Questa non e' la prima volta che gli Stati arabi, che hanno organizzato
l'invasione della Palestina, hanno ignorato una decisione del Consiglio di
Sicurezza o dell'Assemblea Generale. La delegazione dell'URSS ritiene
essenziale che il consiglio affermi la sua opinione con maggior chiarezza e
fermezza a proposito di quest'atteggiamento degli stati arabi verso le
decisioni del Consiglio di Sicurezza".



(Il delegato sovietico al Consiglio di Sicurezza il 29 Maggio 1948)

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da loonar il Dom 20 Ott - 10:02

ok, il test mi serviva per inquadrare il soggetto
praticamente un ebreo=israeliano=sionista
non c'è differenza fra un termine e l'altro
almeno secondo Hara il sionista distruttore
ok moon 

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Dom 20 Ott - 10:13

loonar ha scritto:ok, il test mi serviva per inquadrare il soggetto
praticamente un ebreo=israeliano=sionista
non c'è differenza fra un termine e l'altro
almeno secondo Hara il sionista distruttore
ok moon 
Yes, ma tieni presente che di ebrei antisemiti e antisionisti ce ne sono davvero tanti, (e molti sono titolari di cattedre nelle università israeliane)

A gerusalemme c'è il quartiere di Meah She‘arim 

crying 

Comunità di ntolleranti “haredim” (timorosi di D-o),  che predicano la distruzione di israele in base a folli idee messianiche. Io li trovo intollerabili, specialmente perchè costringono i loro figli a non frequentare le scuole pubbliche ecc.
Uno dei tanti problemi che la teoria e la legge del ritorno hanno creato.

ban10

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da loonar il Dom 20 Ott - 10:18

Di tipi di pazzie il DSM ne cataloga diverse, infatti!


loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da san.guasto il Mar 5 Nov - 18:26

(posto qua, visto che si era toccato l'argomento mi pare)

Il punto di vista di un (ex?)ebreo:
Moni Ovadia ha scritto:
Diceva don Primo Mazzolari che “la libertà è l’aria della religione”. Non era ebreo, come non lo era George Orwell che in appendice alla Fattoria degli animali scrive: “Se la libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuol sentirsi dire”. L’eco di queste frasi si sente entrando nella casa di Moni Ovadia a Milano. Per dar seguito al nome pacifista, il cane Gandhi si accomoda sul divano insieme a un paio di gatti; il caffè bolle, l’attore con il capo coperto racconta la storia del festival promosso dalla comunità ebraica che si è svolto alla fine di settembre a Milano, Jewish and the city. “Qualcuno, durante una riunione tra gli organizzatori ha posto il veto alla mia presenza. E gli altri hanno ceduto”.
Perché?
Per le mie posizioni critiche nei confronti del governo Netanyahu. Le violazioni del diritto internazionale, mi riferisco al-l’occupazione e alla colonizzazione dei territori palestinesi, durano da oltre cinquant’anni. Ho imparato dai profeti d’Israele che bisogna essere al fianco dell’oppresso. Io esprimo opinioni, non sono depositario di nessuna verità. Penso però che questa situazione sia tossica. Per i palestinesi, che sono le vittime, ma anche per gli israeliani: non c’è niente di più degradante che fare lo sbirro a un altro popolo. Aggiungo però che io m’informo esclusivamente da fonti israeliane. Non palestinesi: gli ultrà palestinesi sono i peggiori nemici della loro causa. Apprezzo molto due giornalisti israeliani di Haaretz, Gideon Levy e Amira Hass. Quello che dico io, rispetto a quello che scrivono loro, è moderato. Bene: vivono in Israele, scrivono su un quotidiano israeliano, sono letti da cittadini israeliani e pubblicati da un editore israeliano.
È iscritto alla Comunità ebraica di Milano?
Sì, per rispetto dei miei genitori. Ma ho deciso di andarmene. Io non voglio più stare in un posto che si chiama comunità ebraica ma è l’ufficio propaganda di un governo. Sono contro quelli che vogliono “israelianizzare” l’ebraismo. Ho deciso di lasciare, come ha fatto Gad Lerner a causa della mancata presa di posizione dei vertici milanesi dopo l’uscita di Berlusconi al binario 21, nel Giorno della Memoria.
Dicono che le sue critiche a Israele nascono dal desiderio di avere consensi, successo, denaro.
Ma oggi chi è a favore della causa palestinese? La sinistra? Nemmeno più Vendola lo è! E allora dove sarebbe il grande pubblico che mi conquisto? Più ho radicalizzato le mie critiche, più il mio lavoro è diminuito, mi riferisco agli ingaggi e non al pubblico. Il teatro è per tutti, il teatrante è un cittadino e come tale ha diritto alle sue idee.
Lei non è abbastanza “carino”?
Per niente, ma non si parla di cose carine. Il comportamento della comunità internazionale nei confronti del popolo palestinese è semplicemente schifoso. Nel 2000 intervistai per il Corriere della Sera un colonnello della Golani, le teste di cuoio d’Israele. Mi disse: “Se tu hai un bazooka in mezzo ai denti e un mitragliatore tra le chiappe, ci sono almeno due modi per uscirne”. Da militare m’insegnò che se si vuole fare la pace, si riesce. Se io dicessi che il governo Netanyahu è un po’ birichino, ma non così tanto, diventerei immediatamente il più grande artista ebreo italiano. Invece offendono i miei spettacoli.
È vero che riceve minacce?
Appena scrivo qualcosa, sul mio sito arriva di tutto: minacce, insulti, parolacce. I termini sono sempre “rinnegato”, “traditore”, “nemico del popolo ebraico”. Ho criticato l’episodio del bimbo palestinese di cinque anni che aveva lanciato una pietra ed era stato portato via da undici militari israeliani. Mi hanno scritto: “Avesse potuto quella pietra arrivare sul tuo cervello marcio”. Questi sono i termini, mai risposte nel merito. Mia moglie, che gestisce la mia pagina Facebook, spesso non me li fa leggere, li cancella e basta.
Sono ebrei quelli che la insultano?
La gran parte sì.
Aver subito la discriminazione non è servito a nulla?
Si, ma paradossalmente questo ha un aspetto positivo. Significa che gli ebrei sono come tutti gli altri. Si trovano in una condizione in cui il nazionalismo è a portata di mano? Diventano i peggiori nazionalisti, malgrado la Torah condanni l’idolatria della terra. L’ebraismo è una cosa, lo Stato d’Israele un’altra. Qualcuno ha sostituito la Torah con Israele. Il buon ebreo, dunque, non è quello che segue la Torah, ma quello che sostiene Tel Aviv. I sinceri democratici – tipo La Russa – sono amici d’Israele. E non importa se fino a poco tempo fa facevano il saluto romano inneggiando a quelli che hanno sterminato la nostra gente.
Dell’affaire Vauro cosa pensa?
La vignetta su Fiamma Nirenstein prendeva in giro la disinvoltura con cui una donna, appassionatissima della causa israeliana, può sedere in Parlamento accanto a uno come Ciarrapico, che non ha mai smesso di dirsi fascista. Ha fatto benissimo Vauro a querelare chi gli dava dell’antisemita. Non solo perché ha vinto in due gradi di giudizio, ma perché l’accusa di antisemitismo è troppo grave per usarla a sproposito.
Lei cosa chiede?
Vorrei essere criticato – non calunniato o insultato – ma rispettato. Vorrei semplicemente avere il diritto di dire la mia opinione e potermi confrontare.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/05/moni-ovadia-lascio-comunita-ebraica-fa-propaganda-a-israele/766554/
(le sottolineature sono le mie)

san.guasto
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 475
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.05.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mar 5 Nov - 19:58

san.guasto ha scritto:

Il punto di vista di un (ex?)ebreo:
Dipende dal punto di vista.
Per gli ebrei resta ebreo, che è una definizione legale, non di fede, sei ebreo se tua madre è ebrea (oppure c'è un lunghissimo e complicato meccanismo di conversione).
E la fede o israele non c'entrano affatto,
Credo che nemmeno una sentenza tipo la spoilerata cambi lo "status" di ebreo.

Spoiler:

Amsterdam, 27 luglio 1656

"I Signori del ma'amad [consiglio degli anziani] comunicano alle vostre Grazie che, essendo venuti a conoscenza da qualche tempo delle cattive opinioni e della condotta di Baruch de Spinoza, si sforzarono in diversi modi e promesse di distoglierlo dalla cattiva strada. Non potendo porre rimedio a ciò e ricevendo per contro ogni giorno le più ampie informazioni sulle orribili eresie che praticava e sugli atti mostruosi che commetteva, e avendo di ciò numerosi testimoni degni di fede che deposero e testimoniarono soprattutto alla presenza del suddetto Spinoza, egli è stato riconosciuto colpevole; esaminato tutto ciò alla presenza dei Signori rabbini, i Signori del ma'amad hanno deciso, con l'accordo dei rabbini, che il suddetto Spinoza sia messo al bando ed escluso dalla Nazione d'Israele a seguito del cherem che pronunciamo ora in questi termini: con l'aiuto del giudizio dei santi e degli angeli, noi escludiamo, cacciamo, malediciamo ed esecriamo Baruch de Spinoza con il consenso di tutta la santa comunità, in presenza dei nostri libri sacri e dei seicentotredici precetti in essi racchiusi. Formuliamo questo cherem come Giosuè lo formulò contro Gerico. Lo malediciamo come Elia maledisse i figli e con tutte le maledizioni che si trovano nella Legge. Che sia maledetto di giorno, che sia maledetto di notte; che egli sia maledetto durante il sonno e durante la veglia, che sia maledetto quando entra e che sia maledetto quando esce. Voglia l'Eterno accendere contro quest'uomo tutta la Sua collera e riversare su di lui tutti i mali menzionati nel libro della Legge. E voi restiate legati all'Eterno, vostro Dio, che Egli vi conservi in vita. Sappiate che non dovete avere con (Spinoza) alcuna relazione né scritta né verbale. Che non gli sia reso alcun servizio e che nessuno l'avvicini a meno di quattro cubiti. Che nessuno viva sotto lo stesso tetto con lui e che nessuno legga alcuno dei suoi scritti."


Sul sentirsi ebreo è un discorso complesso, io propendo (decisamente)per  una roba così

... E questo che fa di ogni vittima un ebreo, un vero ebreo. Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di Agar. Ci siamo cibati di sassi e le vespe hanno cantato per noi. Non può esistere un comunista, un vero socialista che non sia, in fondo, un ebreo. 
(Steiner,il Professore: cap. VIII, pp. 50 sg.)

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Rasputin il Mar 5 Nov - 20:08

Il Distruttore Hara ha scritto:[...]
... E questo che fa di ogni ebreo, una vittima, una vera vittima. Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di puttana. Ci siamo cibati di sassi e le vespe hanno cantato per noi. Non può esistere un figlio di puttana, un vero figlio di puttana, che non sia, in fondo, un ebreo. 
(Io)
mgreen moon 

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mar 5 Nov - 20:20

Rasputin ha scritto:
Il Distruttore Hara ha scritto:[...]
... E questo che fa di ogni ebreo, una vittima, una vera vittima. Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di puttana. Ci siamo cibati di sassi e le vespe hanno cantato per noi. Non può esistere un figlio di puttana, un vero figlio di puttana, che non sia, in fondo, un ebreo. 
(Io)
mgreen moon 
Dicemo, pronuntiamo, sententiamo et dechiariamo te essere heretico impenitente, pertinace et ostinato, et perciò  dover esser rilasciato alla Corte secolare, per punirti delle debite pene, pregando però efficacemente che voglia mitigare il rigore delle leggi circa la pena della tua persona, che sia senza pericolo di morte o mutilatione di membro.


Tutto sommato eviterei quel tatuaggio di cui si diceva... wink.. mgreen

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Rasputin il Mar 5 Nov - 20:23

Il Distruttore Hara ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Il Distruttore Hara ha scritto:[...]
... E questo che fa di ogni ebreo, una vittima, una vera vittima. Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di puttana. Ci siamo cibati di sassi e le vespe hanno cantato per noi. Non può esistere un figlio di puttana, un vero figlio di puttana, che non sia, in fondo, un ebreo. 
(Io)
mgreen moon 
Dicemo, pronuntiamo, sententiamo et dechiariamo te essere heretico impenitente, pertinace et ostinato, et perciò  dover esser rilasciato alla Corte secolare, per punirti delle debite pene, pregando però efficacemente che voglia mitigare il rigore delle leggi circa la pena della tua persona, che sia senza pericolo di morte o mutilatione di membro.


Tutto sommato eviterei quel tatuaggio di cui si diceva... wink.. mgreen
Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mar 5 Nov - 20:27

Rasputin ha scritto:
Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.
Tutta colpa della bisnonna ebrea.
E' bastato quel poco di sangue degenerato per farlo diventare un mollaccione.

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da iosonoateo il Mar 5 Nov - 20:32

Il Distruttore Hara ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.
Tutta colpa della bisnonna ebrea.
E' bastato quel poco di sangue degenerato per farlo diventare un mollaccione.
non che mi riguardi, ma non esageriamo con queste battutine :si si: non si sa mai :si si: 

iosonoateo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4086
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mar 5 Nov - 20:40

iosonoateo ha scritto:
Il Distruttore Hara ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.
Tutta colpa della bisnonna ebrea.
E' bastato quel poco di sangue degenerato per farlo diventare un mollaccione.
non che mi riguardi, ma non esageriamo con queste battutine :si si: non si sa mai :si si: 
Non adottare un tono scherzoso significherebbe pensare che parla sul serio.
E non credo sia così. 
Forse.boxed

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Rasputin il Mar 5 Nov - 20:40

Il Distruttore Hara ha scritto:
iosonoateo ha scritto:
Il Distruttore Hara ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.
Tutta colpa della bisnonna ebrea.
E' bastato quel poco di sangue degenerato per farlo diventare un mollaccione.
non che mi riguardi, ma non esageriamo con queste battutine :si si: non si sa mai :si si: 
Non adottare un tono scherzoso significherebbe pensare che parla sul serio.
E non credo sia così. 
Forse.boxed
Parlo maledettamente sul serio.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mar 5 Nov - 20:45

Quando ho finito di vomitare ti faccio sapere.

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Rasputin il Mar 5 Nov - 20:57

Il Distruttore Hara ha scritto:Quando ho finito di vomitare ti faccio sapere.
Tranquillo, io è da un po' che vomito.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da loonar il Mar 5 Nov - 22:54

Il Distruttore Hara ha scritto:Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di Agar.
figli di un polisaccaride gelificante derivato dalle alghe
ci può stare!
oh, ma com'è avanti la bibbia? un trattato di biologia, ne!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Fux89 il Mar 5 Nov - 23:10

Rasputin ha scritto:Lo zio Adolfo aveva le sue ragioni. Peccato che non sia riuscito a finire il suo lavoro.
Evita (vedere regolamento, Art. 1c per maggiori dettagli).

Fux89
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 16173
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mer 6 Nov - 9:47

loonar ha scritto:
Il Distruttore Hara ha scritto:Il progenitore degli autentici eletti non è Abramo, che era miliardario. Non discendiamo da Giobbe, che raddoppiò i suoi beni. Siamo figli di Agar.
figli di un polisaccaride gelificante derivato dalle alghe
ci può stare!
oh, ma com'è avanti la bibbia? un trattato di biologia, ne!
Giusto una rettifica di cultura generale...
Hagar una forma del nome ebraico הָגָר  utilizzata nelle bibbie latine e greche: significa "fuga"  o "la fuggitiva", o ancora "forestiera", "la straniera", tuttavia potrebbe anche avere una non meglio identificabile origine egizia, nell'AT Agar era la serva di Sara da cui Abrano ebbe ismaele.
Si narra che Agar fosse la figlia di quel Faraone che aveva invano covato nel suo cuore il desiderio di possedere Sara, moglie di Abramo.
Agar, somiglia molto etimologicamente al termine arabo "fuga", secondo il Corano Maometto discendeva da Agar.
Attualmente  viene sempre più usato dalle famiglie palestinesi per le nuove nate, per segnalare così uno spirito di libertà nei confronti dell'occupazione ebraica.

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Rasputin il Mer 6 Nov - 9:57

Giusto una rettifica di cultura generale:



carneval 

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mer 6 Nov - 10:52

 
crying 

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da loonar il Mer 6 Nov - 13:52

Il Distruttore Hara ha scritto:
 
crying 
                                                       

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da Il Distruttore Hara il Mer 6 Nov - 21:51

"I miei figli come gli ebrei sotto Hitler" 
(Berlusconi?!)

Il Distruttore Hara
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1070
Età : 1982
Località : Lolliland
Occupazione/Hobby : Anche no
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.13

http://olasognodishakti.blogfree.net/  http://consulenzaebraica.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 16 ottobre 1943 -

Messaggio Da mix il Mer 6 Nov - 21:54

demenza senile

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum