Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Ospite il Mar 24 Dic - 18:00

ah ok allora.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da cosmos il Mar 24 Dic - 19:16

JurijArmstrong ha scritto:Va sempre di moda sto pessimismo eh.
Il periodo più a rischio della storia dell umanita l abbiamo passato quando  è finita la guerra fredda. Ho letto che se la somma di tutte le migliaia testate nucleari presenti in quel periodo fossero state sparare su Urano, ognuna a una determinata distanza, avrebbero distrutto il pianeta quindi figuriamoci la Terra.
Hai letto sicuramente un falso caro Juri, perché a parte il fatto che Urano è 4 volte il diametro terrestre, è anche un pianeta gassoso (come diceva Don Roberto) e nonostante il numero di testate nucleari presenti sulla Terra, queste li fanno un baffo!

Per rendere meglio, negli anni '90, la Cometa Shoemaker-Levy 9, nelle vicinanze di Giove, si divise in mille pezzi (mille per modo di dire) e i frammenti caddero sulla sua superficie provocando accecanti bagliori ripresi anche dai telescopi sulla Terra.

Quei pennacchi avevano le dimensioni della Terra! Questo credo renda bene l'idea!  wink..
avatar
cosmos
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 541
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 26.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da JurijArmstrong il Mar 24 Dic - 20:59

cosmos ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:Va sempre di moda sto pessimismo eh.
Il periodo più a rischio della storia dell umanita l abbiamo passato quando  è finita la guerra fredda. Ho letto che se la somma di tutte le migliaia testate nucleari presenti in quel periodo fossero state sparare su Urano, ognuna a una determinata distanza, avrebbero distrutto il pianeta quindi figuriamoci la Terra.
Hai letto sicuramente un falso caro Juri, perché a parte il fatto che Urano è 4 volte il diametro terrestre, è anche un pianeta gassoso (come diceva Don Roberto) e nonostante il numero di testate nucleari presenti sulla Terra, queste li fanno un baffo!

Per rendere meglio, negli anni '90, la Cometa Shoemaker-Levy 9, nelle vicinanze di Giove, si divise in mille pezzi (mille per modo di dire) e i frammenti caddero sulla sua superficie provocando accecanti bagliori ripresi anche dai telescopi sulla Terra.

Quei pennacchi avevano le dimensioni della Terra! Questo credo renda bene l'idea!  wink..

Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen
avatar
JurijArmstrong
-------------
-------------

Numero di messaggi : 204
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 21:27

JurijArmstrong ha scritto:
cosmos ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:Va sempre di moda sto pessimismo eh.
Il periodo più a rischio della storia dell umanita l abbiamo passato quando  è finita la guerra fredda. Ho letto che se la somma di tutte le migliaia testate nucleari presenti in quel periodo fossero state sparare su Urano, ognuna a una determinata distanza, avrebbero distrutto il pianeta quindi figuriamoci la Terra.
Hai letto sicuramente un falso caro Juri, perché a parte il fatto che Urano è 4 volte il diametro terrestre, è anche un pianeta gassoso (come diceva Don Roberto) e nonostante il numero di testate nucleari presenti sulla Terra, queste li fanno un baffo!

Per rendere meglio, negli anni '90, la Cometa Shoemaker-Levy 9, nelle vicinanze di Giove, si divise in mille pezzi (mille per modo di dire) e i frammenti caddero sulla sua superficie provocando accecanti bagliori ripresi anche dai telescopi sulla Terra.

Quei pennacchi avevano le dimensioni della Terra! Questo credo renda bene l'idea!  wink..

Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen

La butto lì, focus?

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 21:29

JurijArmstrong ha scritto:

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 


Be', non la Terra, la superficie della Terra.

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da JurijArmstrong il Mar 24 Dic - 21:33

Faria ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:
cosmos ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:Va sempre di moda sto pessimismo eh.
Il periodo più a rischio della storia dell umanita l abbiamo passato quando  è finita la guerra fredda. Ho letto che se la somma di tutte le migliaia testate nucleari presenti in quel periodo fossero state sparare su Urano, ognuna a una determinata distanza, avrebbero distrutto il pianeta quindi figuriamoci la Terra.
Hai letto sicuramente un falso caro Juri, perché a parte il fatto che Urano è 4 volte il diametro terrestre, è anche un pianeta gassoso (come diceva Don Roberto) e nonostante il numero di testate nucleari presenti sulla Terra, queste li fanno un baffo!

Per rendere meglio, negli anni '90, la Cometa Shoemaker-Levy 9, nelle vicinanze di Giove, si divise in mille pezzi (mille per modo di dire) e i frammenti caddero sulla sua superficie provocando accecanti bagliori ripresi anche dai telescopi sulla Terra.

Quei pennacchi avevano le dimensioni della Terra! Questo credo renda bene l'idea!  wink..

Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen

La butto lì, focus?

Ho smesso con Focus (Junior) a 13 anni. Leggo La Scienze  mgreen 
Nono era un dato preso da un forum inglese con tanto di fonte. Dai 77.000 testate nucleari non sono poca roba a mia avviso. boxed
avatar
JurijArmstrong
-------------
-------------

Numero di messaggi : 204
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da JurijArmstrong il Mar 24 Dic - 21:34

Faria ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 


Be', non la Terra, la superficie della Terra.

Il discorso era partito intendendo l autodistruzione della razza umana, quindi credo anche se la Terra continuasse a ruotare intorno al sole, la vita sarebbe probabilmente scomparsa.
avatar
JurijArmstrong
-------------
-------------

Numero di messaggi : 204
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da massi76 il Mar 24 Dic - 21:42

eeeeeeek ogni tanto il don (prete tonacato... uhimmei) mi lascia senza fiato... sembra quasi un essere umano sotto quelle spoglie, tra l'altro dei sapiens! ma non era dio che giocava col pongo che faceva e sfaceva, nel tuo libro? complimenti, l'apertura mentale andrebbe premiata ma non ho voglia di tornare indietro per darti un verde. te lo do qui..."morale". ma non ti ci abituare, che finchè porti la tonaca emani quell'aurea tipo testimone di geova (o quegli altri anche peggio, vestiti in camicetta bianca e cravatta col nome sul taschino..) che fa tipo repellente per zanzare...
avatar
massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Cosworth117 il Mar 24 Dic - 21:49

Per me anche se ci spostiamo per cercare la vita altrove, sarà quella vita che si sposterà per non trovare noi.  mgreen 

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9096
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da JurijArmstrong il Mar 24 Dic - 21:52

Cosworth117 ha scritto:Per me anche se ci spostiamo per cercare la vita altrove, sarà quella vita che si sposterà per non trovare noi.  mgreen 

Solo invidiosi perche noi abbiamo un pene e trombiamo e loro invece non si riproducono cosi. mgreen
avatar
JurijArmstrong
-------------
-------------

Numero di messaggi : 204
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 29.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da massi76 il Mar 24 Dic - 21:54

magari di peni ne hanno due...geloso?
avatar
massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da massi76 il Mar 24 Dic - 21:55

e magari alle loro femmine non vien mai il mal di testa.... mgreen
avatar
massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da loonar il Mar 24 Dic - 21:59

sarebbe stato molto più conveniente e semplice (oltre che redditizio e fonte di pochi problemi) essere come le piante e nutrirsi attraverso la fotosinstesi e riprodursi con semi da lasciar impollinare attraverso il vento

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da cosmos il Mar 24 Dic - 22:00

JurijArmstrong ha scritto:Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen
Tornando seri, rispondendo a questo tuo interessante intervento...  wink.. 

L'uomo, come tutte le creature sono esseri fragili a confronto con le minori minacce dello spazio (e anche quelle terrestri per non andare oltre)

Una bomba atomica come quella sganciata nel '45 ha avuto un impatto veramente devastante per le due città giapponesi e per i suoi abitanti (e su questo non vi è dubbio)

Aggiungere poi i suoni, le immagini, i video di quella immane esplosione fa venire i brividi, lo capisco, e pensare di sommare tutta quella energia a 77.000 bombe atomiche fa venire ancora più i brividi, non riusciamo nemmeno a pensare a una potenza simile... ma per quanto queste forze siano spaventaose per l'uomo, l'Universo riserva molti fenomeni milioni di volte più energetici, che non possiamo minimamente immaginare perché non fanno parte dell'esperienza quotidiana.

Quello che voglio dire è che ciò che è distruttivo per noi, può non esserlo per il pianeta (per il nostro pianeta)

Uno dei frammenti che colpì la cometa che ha impattato su Giove nel '94 aveva una potenza di 60 Gigatoni (da 60 a 600 volte più potente di tutto l'arsenale nucleare combinato degli USA E URSS) ed era una cometina, in confronto ai grandi killer planetari del passato.

Miliardi di anni fa, un oggetto delle dimensioni di Marte colpì la Terra di striscio... la potenza era enormemente superiore a quella rilasciata dalla cometa che colpì Giove, eppure anche se i frammenti della Terra volarono nello spazio, la Terra è sopravvissuta ed è ancora qui sotto i nostri piedi  mgreen

L'intero arsenale nucleare mondiale, come abbiamo visto, gli fa un baffo al nostro pianeta! Piuttosto fa la festa a noi  mgreen
avatar
cosmos
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 541
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 26.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da massi76 il Mar 24 Dic - 22:05

cosmos ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen
Tornando seri, rispondendo a questo tuo interessante intervento...  wink.. 

L'uomo, come tutte le creature sono esseri fragili a confronto con le minori minacce dello spazio (e anche quelle terrestri per non andare oltre)

Una bomba atomica come quella sganciata nel '45 ha avuto un impatto veramente devastante per le due città giapponesi e per i suoi abitanti (e su questo non vi è dubbio)

Aggiungere poi i suoni, le immagini, i video di quella immane esplosione fa venire i brividi, lo capisco, e pensare di sommare tutta quella energia a 77.000 bombe atomiche fa venire ancora più i brividi, non riusciamo nemmeno a pensare a una potenza simile... ma per quanto queste forze siano spaventaose per l'uomo, l'Universo riserva molti fenomeni milioni di volte più energetici, che non possiamo minimamente immaginare perché non fanno parte dell'esperienza quotidiana.

Quello che voglio dire è che ciò che è distruttivo per noi, può non esserlo per il pianeta (per il nostro pianeta)

Uno dei frammenti che colpì la cometa che ha impattato su Giove nel '94 aveva una potenza di 60 Gigatoni (da 60 a 600 volte più potente di tutto l'arsenale nucleare combinato degli USA E URSS) ed era una cometina, in confronto ai grandi killer planetari del passato.

Miliardi di anni fa, un oggetto delle dimensioni di Marte colpì la Terra di striscio... la potenza era enormemente superiore a quella rilasciata dalla cometa che colpì Giove, eppure anche se i frammenti della Terra volarono nello spazio, la Terra è sopravvissuta ed è ancora qui sotto i nostri piedi  mgreen

L'intero arsenale nucleare mondiale, come abbiamo visto, gli fa un baffo al nostro pianeta! Piuttosto fa la festa a noi  mgreen
ovvio che non sei informato... non ha mai visto ken shiro?
http://www.youtube.com/watch?v=1Crm94eMuPE
avatar
massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 22:09

JurijArmstrong ha scritto:
Faria ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:
cosmos ha scritto:
JurijArmstrong ha scritto:Va sempre di moda sto pessimismo eh.
Il periodo più a rischio della storia dell umanita l abbiamo passato quando  è finita la guerra fredda. Ho letto che se la somma di tutte le migliaia testate nucleari presenti in quel periodo fossero state sparare su Urano, ognuna a una determinata distanza, avrebbero distrutto il pianeta quindi figuriamoci la Terra.
Hai letto sicuramente un falso caro Juri, perché a parte il fatto che Urano è 4 volte il diametro terrestre, è anche un pianeta gassoso (come diceva Don Roberto) e nonostante il numero di testate nucleari presenti sulla Terra, queste li fanno un baffo!

Per rendere meglio, negli anni '90, la Cometa Shoemaker-Levy 9, nelle vicinanze di Giove, si divise in mille pezzi (mille per modo di dire) e i frammenti caddero sulla sua superficie provocando accecanti bagliori ripresi anche dai telescopi sulla Terra.

Quei pennacchi avevano le dimensioni della Terra! Questo credo renda bene l'idea!  wink..

Giuro di aver letto quel dato, ma non me lo ricordo esattamente dove però non mi pare cosi azzardato e, in caso lo fosse, non sarebbe cosi fantascientifico. In piena guerra fredda l'Unione Sovietica aveva 45.000 testate nucleari, mentre l'america 32.000 con un totale di 77.000 testate nucleari. Consideriamo il danno fatto delle prime due bombe atomiche, considerate quasi primitive dal punto di vista della potenza e raggio a confronto con quelle successive, credo che il dato non sia cosi mostruosamente errato. no! 

77.000 testate nucleari distruggerebbero sicuramente la Terra e avanzerebbero forse un altra Terra ancora. 

In ogni caso Urano è un pianeta gassoso, ma credo che quel articolo intendesse un pianeta simile alla terra ma con dimensioni 4 volte superiori.

Secondo me niente danno simile al raggio della Morte Nera di Star Wars...ma ci si va vicino  mgreen

La butto lì, focus?

Ho smesso con Focus (Junior) a 13 anni. Leggo La Scienze  mgreen 
Nono era un dato preso da un forum inglese con tanto di fonte. Dai 77.000 testate nucleari non sono poca roba a mia avviso. boxed


Io leggevo quello normale, fino ai 14 anni, poi non so se è peggiorato focus o sono cresciuto io, ma lo abbandonai ritenendolo una pessima rivista (voglio sperare che sia peggiorato focus, dato che fu mio padre a ininziare a farmelo leggere)

Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da cosmos il Mar 24 Dic - 22:12

massi76 ha scritto:
ovvio che non sei informato... non ha mai visto ken shiro?
http://www.youtube.com/watch?v=1Crm94eMuPE
Mai visto... ho visto Ranma però eheheh
avatar
cosmos
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 541
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 26.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da cosmos il Mar 24 Dic - 22:13

Faria ha scritto:fino ai 14 anni, poi non so se è peggiorato focus o sono cresciuto io, ma lo abbandonai ritenendolo una pessima rivista
Perché la ritenevi una pessima rivista?
avatar
cosmos
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 541
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 26.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da loonar il Mar 24 Dic - 22:15

Faria ha scritto:
Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

si nota molto sai?
voi schizoidi* le cose le sapete così... a pelle vero? dev'essere una grande sensazione!

*: non lo uso in maniera offensiva, ma come abbreviativo di "disturbo schizoide di personalità: un disturbo di personalità, il cui tratto principale è la mancanza del desiderio di relazioni strette con altri esseri umani, e il “distacco” emotivo del soggetto rispetto alle persone e alla realtà circostante, di cui faria ha ammesso di soffrire.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 22:19

loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

si nota molto sai?
voi schizoidi* le cose le sapete così... a pelle vero? dev'essere una grande sensazione!

*: non lo uso in maniera offensiva, ma come abbreviativo di "disturbo schizoide di personalità: un disturbo di personalità, il cui tratto principale è la mancanza del desiderio di relazioni strette con altri esseri umani, e il “distacco” emotivo del soggetto rispetto alle persone e alla realtà circostante, di cui faria ha ammesso di soffrire.

spiego meglio il mio pensiero riguardo la divulgazione scientifica: secondo me è inutile perché non spiega veramente le cose, e non può farlo perché al destinatario mancano le conoscenze per farlo.

L'approccio della divulgazione scientifica può andar bene per la storia e per poche altre materie, ma non per la scienza

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 22:20

loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

si nota molto sai?
voi schizoidi* le cose le sapete così... a pelle vero? dev'essere una grande sensazione!

*: non lo uso in maniera offensiva, ma come abbreviativo di "disturbo schizoide di personalità: un disturbo di personalità, il cui tratto principale è la mancanza del desiderio di relazioni strette con altri esseri umani, e il “distacco” emotivo del soggetto rispetto alle persone e alla realtà circostante, di cui faria ha ammesso di soffrire.

comquneu non ho mai pensato

 che schizoidi fosse offensivo,ne che tu lo usassi in tal senso

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da loonar il Mar 24 Dic - 22:21

Faria ha scritto:
loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

si nota molto sai?
voi schizoidi* le cose le sapete così... a pelle vero? dev'essere una grande sensazione!

*: non lo uso in maniera offensiva, ma come abbreviativo di "disturbo schizoide di personalità: un disturbo di personalità, il cui tratto principale è la mancanza del desiderio di relazioni strette con altri esseri umani, e il “distacco” emotivo del soggetto rispetto alle persone e alla realtà circostante, di cui faria ha ammesso di soffrire.

spiego meglio il mio pensiero riguardo la divulgazione scientifica: secondo me è inutile perché non spiega veramente le cose, e non può farlo perché al destinatario mancano le conoscenze per farlo.

L'approccio della divulgazione scientifica può andar bene per la storia e per poche altre materie, ma non per la scienza

ogni tuo post è un tassello che completa il puzzle complicatissimo della tua visione del mondo
è difficilissimo risolvere un puzzle a tinta unica.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 22:24

loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
Adesso non leggo più riviste, se mi interessa un argomento cerco dei libri che ne trattino, anche se ho perso interesse per la divulgazione scientifica, dato che la ritengo poco utile(per me almeno)

si nota molto sai?
voi schizoidi* le cose le sapete così... a pelle vero? dev'essere una grande sensazione!

*: non lo uso in maniera offensiva, ma come abbreviativo di "disturbo schizoide di personalità: un disturbo di personalità, il cui tratto principale è la mancanza del desiderio di relazioni strette con altri esseri umani, e il “distacco” emotivo del soggetto rispetto alle persone e alla realtà circostante, di cui faria ha ammesso di soffrire.

spiego meglio il mio pensiero riguardo la divulgazione scientifica: secondo me è inutile perché non spiega veramente le cose, e non può farlo perché al destinatario mancano le conoscenze per farlo.

L'approccio della divulgazione scientifica può andar bene per la storia e per poche altre materie, ma non per la scienza

ogni tuo post è un tassello che completa il puzzle complicatissimo della tua visione del mondo
è difficilissimo risolvere un puzzle a tinta unica.

Non capisco che intendi

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da loonar il Mar 24 Dic - 22:29

eppure è così chiaro!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riusciremo in questo secolo a vedere l'uomo su un altro corpo celeste?

Messaggio Da Faria il Mar 24 Dic - 22:34

loonar ha scritto:eppure è così chiaro!

prova  a spiegarti  meglio

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum