DDL "stabilità"

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da jessica il Sab 30 Nov - 1:27

paolo1951 ha scritto:
Dopo 62 anni di vita sono riuscito a capire che:
- se uno è di sinistra e intelligente non è onesto
- se è di sinistra e onesto non è intelligente
- se è onesto e intelligente non è di sinistra

ma adesso i berluscones anche le barzellette si sono messi a rubare???
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
come dicevo poco fa in un altro 3d,
IMBARAZZANTE

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 1:47

jessica ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
Dopo 62 anni di vita sono riuscito a capire che:
- se uno è di sinistra e intelligente non è onesto
- se è di sinistra e onesto non è intelligente
- se è onesto e intelligente non è di sinistra

ma adesso i berluscones anche le barzellette si sono messi a rubare???
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
come dicevo poco fa in un altro 3d,
IMBARAZZANTE
che fra l'altro secondo il new deal forumistico quanto sopra detto da p51 può essere inquadrata come offesa verso molti forumisti (dare del disonesto e dello stupido lo è - non è più necessario menzionare il nome di chi si vuole offendere, basta poterlo dedurre dal contesto per essere passibili di ban) e per quanto sopra mi vedo costretto a segnalare alla moderazione il post inciminato... vedi mo!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 1:49

Akka ha scritto:pure io sono destrorso reo confesso... ma mi pare che in italia non ci sia proprio mai stata...
chissà quale è 'sta vostra destra?
tutte 'ste manfrine per non dire apertamente che siete fascisti!
peggio dei comunisti siete...anzi uguale!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 12:39

ma no macchè fascista!! proprio antifascista sono io!! e anticomunista e antisocialista! 

vedi, io sono contrario, per principio, ad ogni potere centrale, che con la scusa del ''pubblico'' si pone sopra le parti per fare quel cazzo che gli pare, che decide chi deve produrre cosa, quali settori vanno tenuti in vita e quali no, a che età devi andare in pensione ecc... poi così cosa succede? che per far contento qualcuno, qualcun' altro fa una bella legge ad minchiam che ti dà la possibilità di andare in pensione con 14 anni 6 mesi e un giorno(così ti assicuri un bel po' di voti a vita), e sta gente la manteniamo noi con le tasse che siamo costretti a pagare, per andare in pensione(forse!!!) dopo 42 anni e sei mesi con cifre da vergognarsi, bo vai a chiedere all' imps una priezione sulla tua pensione e vedi che ti dicono

secondo me ti dicono o che è troppo presto(ma come?? io le tasse le pago già adesso però!!!) oppure, se sono onesti, ti danno la cifra reale, e allora avrai sicuramente di che incazzarti

va be', non so la tua situazione, i tuoi redditi e tutto il resto, io lo dico basandomi sull' esperienza di gente che conosco, che magari non sarà il campione rappresentativo ideale universale, ma più o meno la storia è quella per tutti

quindi questo sistema socialistiode che delega queste questioni alla politica che ''ci pensa lei'', è tutta un' opera di ''concertazione'' tra disonesti, quindi meno politica c'è, meglio è, per tutti

solo in certi casi fa comodo ricevere il favore, e si sa, si vive di questo in italia, e le cose, fiono ad oggi, in qualche modo sono funzionate perchè tutti, prima o poi nella vita, riuscivano ad ottenerlo il favore, quindi tutti hanno sempre taciuto

adesso è tempo di vacche magre, di favori se ne fanno meno, quindi se questo sistema politico non svolge neppure più l' unica funzione per cui era tollerato(quella di distribuire favori, tramite grazia dall' alto) è davvero l' ora di darci un taglio, e che si inizi a giocare con regole serie, in cui ognuno vale quel che vale, in base a ciò che sa fare

questo, secondo me, è semplicemente impossibile in un sistema come il nostro, che non incentiva la libertà di iniziativa

per questo, se vogliamo essere un po' seri(sempre secondo me è), dobbiamo esigere che le cose cambino, se l' imps non è in grado di rendermi ciò che ho versato perchè devo essere costretto a versargli i miei contributi?? minchia è una truffa legalizzata!!

serve che ci sia meno stato, meno leggi, e soprattutto chiare e ineludibili, e che siano il meno invasive possibile rispetto alla libertà individuale

ok, sarà un' utopia pure questa, al pari delle favole socialiste, però, secondo me è l' ideale verso cui bisogna tendere, il contrario di ciò che avviene in italia insomma

ecco, quindi non sono fascista, sono contrario all' autarchia, alle banche centrali, e all' interventismo statale, che è solo un modo per la politica di fare affari accollando debiti ai contribuenti, troppo comodo...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 12:48

il liberismo
e il neo liberismo
quello che tu auspichi
sono il cuore pulsante del capitalismo
cioè del sistema economico che sta rpovocando e provocherà più benefici e allo stesso tempo più danni all'umanità

vedi un po' te!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 12:58

ha ha, adesso va di moda prendersela con i liberisti, ma butei, siamo seri, se in italia le cose vanno male, e vanno male, la colpa potrà essere di chiunque, ma di sicuro non dei liberisti che non ci sono mai stati!!!

adesso tutti fanno la caccia alle streghe, guai a dirsi liberisti, se uno è un liberista è un alfiere dei potenti, delle lobby, della finanza

ma perchè in italia si ha tanta paura dei liberisti?? e non solo la sinistra è!! anzi la destra ancora di più forse!! berlusconi si proclama liberista, poi manco l' asta per le frequenze tv ha fatto, dov'è il libero mercato in italia?? non c'è mai stato

di che stiamo parlando allora? a me sembra che come sempre si cerchi di scaricare la colpa dei nostri malanni ''ad altri'', che siano i liberisti, i fascisti, i lupi mannari poco importa...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 13:02

io sono contro i liberisti dai tempi di Reagan e della Thatcher
sai io c'ero!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 13:23

to, un esempio, adesso va di moda trai i politici, che sono alle strette nei confronti dei cittadini, insomma c'è gente che sta male davvero!! sti politici dicevo non sanno come giustificarsi, e allora che fanno? se la prendono con i mercati, come scusa ci dicono: ''il problema è che la finanza ha più potere della politica!'' 

ma che vuol dire!!??

ma se uno mi fa un discorso del genere io è facile che gli molli un cartone(metaforicamente è), ma dico io, ma chi l' ha fatto il debito pubblico??? non lo sapevi già prima che se fai un debito ti poni dei vincoli?? e tanto più grande è questo debito tanto maggiori saranno i vincoli?

no, non lo sanno, lo scoprono oggi, eh, calma, ci vuole tempo per capire ciò che anche il più modesto degli operai ha capito da una vita, ovvero: ''se faccio un mutuo, mi prendo un impegno verso qualcuno, quindi è meglio valutare bene pro e contro'', loro non lo sapevano... e adesso piagnucolano incolpando la finanza... ma dai...

ma il debito pubblico è colpa di reagan? o dei fnanzieri? sono venuti e con la pistola c' hanno detto ''permetteteci di finanziare il vostro colossale debito''? è no è, siamo noi che spendendo molto più di ciò che produciamo siamo andati da loro

insomma è facile dare sempre la colpa agli altri, ma sono solo storielle per cercare di discolpare un sistema che si è dimostrato insostenibile, sempre parer mio è, c'è gente, pure della mia età(ne conosco uno boxed ) che si proclama d' alemiana, a me vien la pelle d'oca, giuro preferisco lo schizzato di casa pound a sto punto, che pure detesto...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 13:29

guarda che reagan e thatcher erano politici!
politici liberisti
come lo sono tanti altri politici
certo non ti vengono a dire a te che seguono la scuola di chicago o quella neoneoliberista
ma lo fanno
poi a te ti raccontano le barzellette al telegiornale
perchè come dici te va di moda prendersela con i mercati e loro giocano al teatrino dei mercati cattivi e dei politici ricattati
nella realtà politici e mercati vanno a braccetto soddisfatti più che mai


loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 13:39

è va be', alle teorie complottiste non si può ribattere...

ma se i partiti fanno speculazione finanziaria(accordandosi con chichessia) che vuol dire???

che meno stato c'è meglio è

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Nov - 13:43

Akka ha scritto:

ma se i partiti fanno speculazione finanziaria(accordandosi con chichessia) che vuol dire???

che meno stato c'è meglio è
Questa non l'ho capita... Embarassed 
I partiti non sono "lo Stato". Sono associazioni private.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 13:49

è ho capito, ma in democrazia lo stato è amministrato tramite il sistema dei partiti

è palese, basta vedere come i politici si spartiscono i posti di comando nelle aziende pubbliche, dalla rai a finmeccanica...

quindi? quindi meno stato c'è mono possibilità c'ha la politica di abusare dell' autorità statale, e quindi, di fare danni e distruggere ricchezza


Ultima modifica di Akka il Sab 30 Nov - 13:50, modificato 1 volta

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Sab 30 Nov - 13:50

Il problema non è secondo me una impostazione social democratica rispetto ad una più liberale, ma è un problema di capacità e di comprensione della situazione reale in cui siamo.
Se noi abbiamo persone che abbiano al capacità di vedere le cose come stanno ed essere elastiche,ogni momento non è uguale e vanno prese le misure del caso,  la cosa può funzionare, ma se abbiamo sopra di noi dei religiosi, del PD e FI non importa, che operano secondo schemi fissi e ideologici,  il gioco si fa insostenibile.
Per questo l'individuo deve aver la possibilità di reagire e non farsi devastare.
Io non sento parole che mi diano un minimo di fiducia.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 13:52

Akka ha scritto:è va be', alle teorie complottiste non si può ribattere...

ma se i partiti fanno speculazione finanziaria(accordandosi con chichessia) che vuol dire???

che meno stato c'è meglio è
teorie complottiste?
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah 
ma li leggi i giornali? caspita oltre il titolone poi nei noiosissimi articoli di cronaca economica, ci sono i resoconti di quanto ho detto io stringatamente
quella che io racconto è storia che leggi su wikipedia o guardi su "la storia siamo noi"!

che complotti vai blaterando?

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 13:56

Akka ha scritto:
quindi? quindi meno stato c'è mono possibilità c'ha la politica di abusare dell' autorità statale, e quindi, di fare danni e distruggere ricchezza
il mantra della "privatizzazione"!

sembra una ricetta nuova, vero? per chi non conosce manco reagan e thatcher forse sì, ma se ti leggi un po' di storia statunitense... che so parti dal 1910 e poi vedi come è andata la crisi del 29 e come l'ha risolta un certo roosevelt (4 volte rieletto presidente usa, mai successo nè prima nè dopo)
partiamo da qui... poi mi fai sapere
ah! per quanto riguarda le doti miracolose del mercato libero creatore di ricchezze
sostituisci "creatore" con "sfruttatore" e cominceremo a capirci meglio! wink.. 

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 14:03

io t' ho detto una cosa semplice: se i partiti hanno interesse ad alzare il debito pubblico perchè si mettono d' accordo con i finanzieri(mi pare quello che stai sostenendo no?) che vuol dire? che è meglio che i partiti questo potere non ce l' abbiano!!

più la politica sta fuori dall' economia meglio è, parer mio, che mi pare di aver spiegato chiaramente

poi in realtà io dò ragione a silvio, bisogna sempre valutare concretamente la situazione e agire di conseguenza, nel modo più ragionevole, valutando caso per caso, senza anteporre il ''come le cose dovrebbero essere''(ideologia) al ''come le cose sono''(realismo)

però, in linea di principio, ho voluto dire come le cose ''dovrebbero'' essere, nella mia testaccia, per funzionare meglio, nei casi in cui vi sia libertà di movimento, e ho pure provato ad argomentare, poi o, non sono economista e manco politico

dico solo: dovendo scegliere, preferisco che ci sia meno stato e meno politica, e che il libero scambio non sia ostacolato da burocrazia, leggi assurde, amministrazione regionale della fazione opposta ecc...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Nov - 14:07

loonar ha scritto:
Akka ha scritto:
quindi? quindi meno stato c'è mono possibilità c'ha la politica di abusare dell' autorità statale, e quindi, di fare danni e distruggere ricchezza
il mantra della "privatizzazione"!

sembra una ricetta nuova, vero? per chi non conosce manco reagan e thatcher forse sì, ma se ti leggi un po' di storia statunitense... che so parti dal 1910 e poi vedi come è andata la crisi del 29 e come l'ha risolta un certo roosevelt (4 volte rieletto presidente usa, mai successo nè prima nè dopo)
partiamo da qui... poi mi fai sapere
ah! per quanto riguarda le doti miracolose del mercato libero creatore di ricchezze
sostituisci "creatore" con "sfruttatore" e cominceremo a capirci meglio! wink.. 
Ma infatti dipende proprio dalla regolamentazione del sistema.
Il problema odierno è determinato (anche) dalla trasformazione del capitalismo che ha prodotto la deriva finanziaria rendendo ciò che dovrebbe essere un mezzo (il capitale per l'appunto) in un fine, seguendo il mito delle "crescite esponenziali" evidentemente insostenibile. Lo stato di crisi in atto ha solo evidenziato la fallacia di tale demenziale modello, mediante il quale il politico è diventato l'utile idiota del finanziere.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Nov - 14:12

Akka ha scritto:io t' ho detto una cosa semplice: se i partiti hanno interesse ad alzare il debito pubblico perchè si mettono d' accordo con i finanzieri(mi pare quello che stai sostenendo no?) che vuol dire? che è meglio che i partiti questo potere non ce l' abbiano!!

più la politica sta fuori dall' economia meglio è, parer mio, che mi pare di aver spiegato chiaramente

poi in realtà io dò ragione a silvio, bisogna sempre valutare concretamente la situazione e agire di conseguenza, nel modo più ragionevole, valutando caso per caso, senza anteporre il ''come le cose dovrebbero essere''(ideologia) al ''come le cose sono''(realismo)

però, in linea di principio, ho voluto dire come le cose ''dovrebbero'' essere, nella mia testaccia, per funzionare meglio, nei casi in cui vi sia libertà di movimento, e ho pure provato ad argomentare, poi o, non sono economista e manco politico

dico solo: dovendo scegliere, preferisco che ci sia meno stato e meno politica, e che il libero scambio non sia ostacolato da burocrazia, leggi assurde, amministrazione regionale della fazione opposta ecc...
No Akka.
Il libero mercato "senza regole" porta ai monopoli di fatto negando, nel lungo termine, PROPRIO quella libertà d'iniziativa di cui inizialmente si pasce e si fa (teorico) promotore; ed in sostanza porta ad un'oligarchia finanziaria. (chiamala plutocrazia, se preferisci...).
Ma ciò annulla "de facto" il potere politico o lo rende succube.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 14:14

dico che dovrebbe essere il contrario
che i politici non dovrebbero spartirsi il bottino con i mercanti
ma che i politici dovrebbero mettere le briglie al mercato
(vedi roosevelt, che adesso definirebbero comunista polpottiano)
per il benessere dei cittadini
ora le leggi vengono fatte per il benessere del mercato

mercato = bisogni della popolazione
quella sopra è un assioma del capitalismo
da cui tu akka, non riesci a staccarti

in realtà
mercato = bisogni delle elite
mercato = permanenza del potere nella cerchia delle elite
questo è quello che la storia, non i complotti, ci insegna. se la sai leggere

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 14:19

secondo me invece invece ci siamo ficcati in questa situazione, ma che c' aspettavama, di poter fare 2000 miliardi di euro di debiti senza che prima o poi qualcuno reclamasse!?

certo, tutti gli stati occidentali c' hanno il debito pubblico, la spagna è al 60(errata corrige è all' 88 adesso! comunque molto meno del nostro), noi al 130... qualcuno ha un po' abusato no? 

è assurdo adesso prendersela con la finanza, bisognava fare meno debito, i conti prima o poi si pagano, è ovvio che fino a che il debito lo aumenti stai bene(puoi spendere di più), ma se nel frattempo non produci a sufficienza per ripagarlo, poi sono dolori, ed è quello che ci sta accadendo

abbiamo fatto debito, e l' abbiamo bruciato in sprechi, favoritismi, assunzioni inutili ecc e adesso non sappiamo come ripagarlo, è colpa nostra(dela politica) o dei mercati finanziari??

poi ho detto pure, nel primo post, che le leggi devono esserci, uno stato centrale è indispensabile, ma deve svolgere un nucleo essenziale di funzioni necessarie alla pacifica convivenza e rispetto della libera concorrenza, che è quello che non avviene in itala, dove l' impresa che lavora, che prende gli appalti da 10 miliardi per le autostrade, è quella del senatore del pdl amico di... è possibile? è un caso che proprio la sua impresa quella che riesce a spuntare il prezzo migliore??? oppure, per l' ennesima volta ce lo mettono in culo??


Ultima modifica di Akka il Sab 30 Nov - 14:27, modificato 2 volte

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Sab 30 Nov - 14:23

vito bonsignore, l' eroe che ci costruirà l' autostrada otre-mestre!!!

be', io rimpiango il libero mercato quando sento ste cose, se a voi piace...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 14:29

la storia del debito da ripagare sarebbe anche giusta
se parlassimo di economia pura però
cioè di denaro legato a beni materiali o servizi
la cosa cambia quando il debito si crea e si gonfia perchè basato su prodotti non ancorati a nessun bene esistente, materiali o servizio che siano
parliamo di come è nata la crisi attuale
hai presente i mutui sub-prime? sono prodotti finanziari
non c'entra il valore effettivo della casa, perchè lo gonfiano e gonfiano creando delle ricchezze inesistenti
ecco come la banche americano hanno fatto default
ecco come lo stato usa ha rimpinguato le loro tasse vuotatesi di denaro virtuale

il debito finanziario è diverso da quello economico, capisci?

l'operaio contrae un debito economico
lo stato no!
lo stato fa una legge che si chiama addirittura finanziaria
il denaro che aleggia su quei conti non ha nessun corrispettivo con beni e servizi reali (quelli che ci permettono un miglior tenore di vita a noi popolazione di uno stato, ne convieni, no?)

ripagare debiti creati dalle banche senza nessun corrispettivo con beni e servizi reali, equivale tradotto in parole becere, ad un ricatto capestro tipico dello strozzino da cui non puoi esimerti dal continuare a pagare a vita, pena la morte!

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Nov - 14:41

loonar ha scritto:dico che dovrebbe essere il contrario
che i politici non dovrebbero spartirsi il bottino con i mercanti
ma che i politici dovrebbero mettere le briglie al mercato

Esatto. Non c'è alternativa.
Ma relativamente all'Europa vi è un problema in più, dato che l'UE è un "gigante economico" ma pure un "nano politico".
Nel mondo vi sono attualmente alcune grandi potenze (in parte espresse, in parte "in agguato"...).
Usa-Russia-Brasile-Cina-India... (e in subordine mettici pure i sauditi & co. col petrolio... E anche il Giappone col suo debito pubblico al 200% del Pil...).
Sarebbe ora che si comprendesse che (presi uno per volta) gli Stati europei non contano un cazzo.
Sul piano dell'estensione di superficie, delle materie prime, del numero (mercato interno) e non da ultimo su quello militare, al confronto di tali cinque "giganti" essere la Germania o l'Italia o Cipro o il Lussemburgo non fa differenza. Sempre "pulce" rimani.
L'Europa Unita potrebbe essere un "competitor" di pari livello ma poi le divisioni intra-comunitarie frenano qualsiasi sbocco.
Si aggiunga che, a differenza delle Banche centrali dei cinque sunnominati, la BCE è l'unica che combatte "con un braccio legato dietro la schiena", dato che l'unica politica monetaria suo appannaggio è quella relativa all'immobilismo "salva banche" locali...
E allora ecco che arriva il "cervellone" di turno che ci dice che bisogna uscire dall'euro, ovvero scendere da una portaerei ferma per salire su un canotto... Ma fai partire la portaerei, dico io... O no!?

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Sab 30 Nov - 14:48

resta il fatto, prim, che da dove e come la vedo io
quant'anche l'europa diventi un buon competitor mondiale
la fine di noialtri cittadini è la stessa
cioè sperare di avere culo e stare nel gruppo di quelli che beccano le briciole oppure lottare con i morti di fame come noi per una sopravvivenza stentata

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Sab 30 Nov - 14:53

loonar ha scritto:
hai presente i mutui sub-prime? sono prodotti finanziari
non c'entra il valore effettivo della casa, perchè lo gonfiano e gonfiano creando delle ricchezze inesistenti
Ni...* La ricchezza è divenuta inconsistente perché il sistema è andato in crisi e l'operaio che aveva la casa che valeva 100 lire ha ottenuto un mutuo per 120, l'ha ottenuto perché la banca pensava che tanto se lui non pagava poteva riprendersela e poi rivenderla a 120... O anche più... Ciò può funzionare se io (banca) finanzio centomila operai e di questi centomila "solo" mille perdono il posto o vanno in difficoltà per cazzi loro. Se il "posto" lo perdono in centomila invece, tutti i miei bei conti teorici vengono giù come un castello di carte.
Mi scuso per la brutale semplificazione.

*) Non è un prodotto finanziario in senso stretto; la garanzia reale esiste.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum