DDL "stabilità"

Pagina 4 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Mar 26 Nov - 20:45

io sono pessimista per l' italia, non credo ci siano reali possibilità di riprendere a cresere, forse un po', ma poco, ci dicono che abbiamo iniziato a decrescere meno,il coefficiente angolare della derivata della curva della decrescita sta(rebbe) appianandosi... però le aziende chiudono, e continuano a chiudere, e secondo le proiezioni dell' ue le assunzioni non riprenderanno manco nel 2014

se le aziende chiudono chi le paga le tasse? e se entrano meno tasse abbiamo bisogno di fare più debito, e se facciamo più debito paghiamo più interessi, oltre che le sanzioni, quindi non ci sono vie di scampo

sta legge di stabilità è davvero poca cosa, serve solo per perdere tempo e tirar su un miliardo in più, non ha davvero nessunissimo effetto, da nessun punto di vista

ormai è tardi pure per le riforme, andavan fatte 30 anni fa, o 20, quando le prometteva ''voi sapete chi'', ma nulla, abbiamo perso il treno, perché inizino ad avere effetti positivi e inneschino processi economici virtuosi occorrono anni, e sono dolorose per intere categorie, per questo andavano fatte quando una parvenza di crescita c' era ancora

adesso è come dire a un obeso che non può più nemmeno camminare che deve correre 2 ore al giorno, è tardi, andava fatto quando ancora poteva muoversi, quando le ha fatte la germania, che era messa paggio di noi negli anni novanta, e l' europa chiudeva un occhio sulle sue procedure di infrazione...

adesso hanno ingaggiato Cottarelli, direttamente dal fondo monetario internazionale(ha ha, so che molti lo considerano un ente criminale), che dicono abbia messo in ordine i conti della turchia...

la verità è una, più debito=più interessi, e per pagare gli interessi su una cifra a 12 cifre(in euro) l' unica cosa che si può fare è aumentare le tasse sui pochi imbecilloidi che già le pagano e già rischiano di chiudere, quindi quando dicono che bisogna ridurre le tasse sul lavoro mentono consapevoli di mentire, sanno che non si può assolutamente fare e che anzi sarà necessario aumentarle ancora

abbiamo firmato un patto che prevede che ogni anno(a partire da non ricordo quando, dal 2015 mi pare) dobbiamo ridurre di 20 miliardi il depito pubblico che eccede del 60% il pil, il nostro debito ''ufficialmente''(ma si sa che è di più) è il 133% del pil, quindi dovremo fare una manovra da 20 miliardi ogni anno per... praticamente sempre

non ci sono le condizioni materiali per la crescita

quindi o si riduce la spesa pubblica o facciamo la fine della grecia, o del portogallo(di cui nessuno parla mai), è solo questione di tempo, eppure non si può toccare la spesa pubblica, perché bene o male, la spesa pubblica è reddito per moltissime famiglie, e se questo viene a mancare crollano i consumi e quindi, di nuovo, le entrate dello stato

e allora che fare? hanno ragione i liberisti che proclamano il saissez-faire o i keynesiani che dicono ''più spesa pubblica ci vuole!''??

e letta & co sono li a vantarsi di aver messo 14 euro in tasca ai lavoratori, per poi mettere la tare(o come minchia si chiama), e aumentare l' iva al 22(in spagna, che ''ci dicono'' stare peggio di noi, l' iva è al 18!!)

e perdono le giornate a farsi le pere sulla decadenza di berlusconi... ma si sa, è cabaret, almeno hanno qualcosa su cui sentenziare, su cui far teatrini ridicoli all' infinito, per non esser costretti a dire francamente:''butei, la verità è che non sappiamo che fare!'', ma intanto vi mettiamo la tare, l' iva, e aspettativi nuove accise sulla benzina, che ormai spendi meno a fare una balla di cognac invecchiato 30 anni

bo, sarò pessimista... però... noo

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da cofee il Mer 27 Nov - 14:26

dai Akka: pensa positivo! Almeno voi ragazzi DOVETE, farlo....sennò non vale!
p.s. ma poi...com'è finita? se n'è andato, ancora, il tipo...o si continua col cabaret? mmmhhhh.. mi sa che ne sentiremo parlare ancora, purtroppo...! diffidente 

cofee
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da primaverino il Mer 27 Nov - 14:47

Akka ha scritto:
Spoiler:
io sono pessimista per l' italia, non credo ci siano reali possibilità di riprendere a cresere, forse un po', ma poco, ci dicono che abbiamo iniziato a decrescere meno,il coefficiente angolare della derivata della curva della decrescita sta(rebbe) appianandosi... però le aziende chiudono, e continuano a chiudere, e secondo le proiezioni dell' ue le assunzioni non riprenderanno manco nel 2014

se le aziende chiudono chi le paga le tasse? e se entrano meno tasse abbiamo bisogno di fare più debito, e se facciamo più debito paghiamo più interessi, oltre che le sanzioni, quindi non ci sono vie di scampo

sta legge di stabilità è davvero poca cosa, serve solo per perdere tempo e tirar su un miliardo in più, non ha davvero nessunissimo effetto, da nessun punto di vista

ormai è tardi pure per le riforme, andavan fatte 30 anni fa, o 20, quando le prometteva ''voi sapete chi'', ma nulla, abbiamo perso il treno, perché inizino ad avere effetti positivi e inneschino processi economici virtuosi occorrono anni, e sono dolorose per intere categorie, per questo andavano fatte quando una parvenza di crescita c' era ancora

adesso è come dire a un obeso che non può più nemmeno camminare che deve correre 2 ore al giorno, è tardi, andava fatto quando ancora poteva muoversi, quando le ha fatte la germania, che era messa paggio di noi negli anni novanta, e l' europa chiudeva un occhio sulle sue procedure di infrazione...

adesso hanno ingaggiato Cottarelli, direttamente dal fondo monetario internazionale(ha ha, so che molti lo considerano un ente criminale), che dicono abbia messo in ordine i conti della turchia...

la verità è una, più debito=più interessi, e per pagare gli interessi su una cifra a 12 cifre(in euro) l' unica cosa che si può fare è aumentare le tasse sui pochi imbecilloidi che già le pagano e già rischiano di chiudere, quindi quando dicono che bisogna ridurre le tasse sul lavoro mentono consapevoli di mentire, sanno che non si può assolutamente fare e che anzi sarà necessario aumentarle ancora

abbiamo firmato un patto che prevede che ogni anno(a partire da non ricordo quando, dal 2015 mi pare) dobbiamo ridurre di 20 miliardi il depito pubblico che eccede del 60% il pil, il nostro debito ''ufficialmente''(ma si sa che è di più) è il 133% del pil, quindi dovremo fare una manovra da 20 miliardi ogni anno per... praticamente sempre

non ci sono le condizioni materiali per la crescita

quindi o si riduce la spesa pubblica o facciamo la fine della grecia, o del portogallo(di cui nessuno parla mai), è solo questione di tempo, eppure non si può toccare la spesa pubblica, perché bene o male, la spesa pubblica è reddito per moltissime famiglie, e se questo viene a mancare crollano i consumi e quindi, di nuovo, le entrate dello stato

e allora che fare? hanno ragione i liberisti che proclamano il saissez-faire o i keynesiani che dicono ''più spesa pubblica ci vuole!''??

e letta & co sono li a vantarsi di aver messo 14 euro in tasca ai lavoratori, per poi mettere la tare(o come minchia si chiama), e aumentare l' iva al 22(in spagna, che ''ci dicono'' stare peggio di noi, l' iva è al 18!!)

e perdono le giornate a farsi le pere sulla decadenza di berlusconi... ma si sa, è cabaret, almeno hanno qualcosa su cui sentenziare, su cui far teatrini ridicoli all' infinito, per non esser costretti a dire francamente:''butei, la verità è che non sappiamo che fare!'', ma intanto vi mettiamo la tare, l' iva, e aspettativi nuove accise sulla benzina, che ormai spendi meno a fare una balla di cognac invecchiato 30 anni

bo, sarò pessimista... però... noo
Analisi lucida e condivisibile.
Il problema, al di la degli "artifizi" contabili di cui anche i celebrati e "probi" tedeschi si servirono a suo tempo, è rappresentato dal fatto che nessun modello previsionale (per quanto oculato) può mettere in conto uno "stato di crisi", tanto più difficile da gestire quanto più duraturo si dimostri.
Bisognerebbe "ridiscutere" gli accordi "intra-comunitari" e reimmettere liquidità nel mercato (anche a costo di generare inflazione) per ridar fiato alla cosiddetta "economia reale".
I detrattori di tale idea sostengono che tale rimedio rasenti l'effetto placebo e che non possa valere nel lungo termine. Io assai più modestamente, sostengo che "piuttosto che niente è meglio piuttosto".

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Sally il Mer 27 Nov - 16:47

Verde mio (uno dei due) ad Akka.


Soluzioni? Calare le aspettative? Comprare un pezzo di terra in campagna e mettersi a coltivare le patate? Sarebbe il mio sogno. Io mi cio vedo con i gambali. Pero' credo che il problema si di ordine psicologico. Ci hanno abituato a ritmi di consumo e di vita altissimi, percui tornare alla lentezza di ritmi piu' naturali e umani ci sembra impossibile. Basta pensare che chi va in pensione poi si trova sempre un secondo lavoretto perche' a rallentare proprio non ce la fa... che ci hanno inculcato l'idea che per sentirsi utili si deve per forza creare utile... insomma, anche volendo, sara' difficile invertire la rotta ultra-consumistica/capitalistica che abbiamo intrapreso... anche consci che la crescita non puo' durare in eterno, non vorremmo mai essere noi quelli ai quali tocca decrescere le aspettative. Sad

Sally
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4886
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da mix il Mer 27 Nov - 17:38

a vedere le statistiche i livelli di vita complessivamente sono già calati.
certo bisogna gestire bene la questione del mezzo pollo a testa: quando una persona ne mangia uno e l'altra nulla.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Mer 27 Nov - 22:14

Akka ha scritto:
bo, sarò pessimista... però... noo
Spero che qualcosa venga fuori dal nostro popolo,  noi, spero in un diverso approccio alla vita sociale ed economica del paese, non possiamo morire, qualcosa inventeremo, forse sapremo essere meno vili ed opporci al governo ed ai politici chiedendo maggiore rispetto.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da cofee il Gio 28 Nov - 7:26

Silvio, lo spero anche io. Per tutti...
Ma oggi è l'alba di una nuova era. Finalmente....no, non è odio (non mi appartiene) ma esaurimento di capacità di sopportazione, che pure ne ho da vendere.... Ma, da ieri, sono ancora più felice. E aggiungo: era ora!!!!!
mgreen Ma vieni... balla vroom :si si: mexican applaudi cat rockband hihihihih 

cofee
-----------
-----------

Femminile Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da paolo1951 il Gio 28 Nov - 12:22

silvio ha scritto:
Akka ha scritto:
bo, sarò pessimista... però... noo
Spero che qualcosa venga fuori dal nostro popolo,  noi, spero in un diverso approccio alla vita sociale ed economica del paese, non possiamo morire, qualcosa inventeremo, forse sapremo essere meno vili ed opporci al governo ed ai politici chiedendo maggiore rispetto.
Silvio io continuo ad essere convinto che non si tratta di opporsi "al governo ed ai politici", ma a tutti coloro che hanno "prodotto" questi governi e questi politici!
Tu mi stai confondendo, invertendo causa ed effetto.
Ma ti ricordi quella bellissima pubblicità che ti proponevano all'ora di pranzo sulla TV di stato (servizio pubblico):

Ecco questo spot dell'Agenzia Entrate è del 2011 quando era ancora in carica il governo Berlusconi e il PdL aveva vinto le ultime elezioni conquistando una larga maggioranza sia alla camera sia al senato!!!
Ora spiegami per quale motivo PdL e Berlusconi lasciarono (o fecero) fare questa schifezza all'Agenzia delle Entrate?

Secondo me perché Berlusconi pensava, sapeva che per governare il paese, per avere la maggioranza dei suffragi popolari bisognava necessariamente accontentare in "primis" proprio "chi vive a spese degli altri" e "danneggia tutti"... cioè quella massa di idioti, pelandroni, incapaci, arroganti, ladri, rapinatori, ecc. che non solo vogliono vivere sulle spalle dei così detti "evasori fiscali" ma che hanno pure la faccia tosta di pretendere di essere beatificati come galantuomini, come onesti, come cittadini integerrimi e rispettosi della legge.
Per questo anche Berlusconi e la destra cercano un capro espiatorio... esattamente come l'aveva cercato Hitler con gli Ebrei.

'Battere l'evasione fiscale è tuo interesse' dove tuo è rivolto (anche se si fa finta di dire il contrario) proprio a "chi vive a spese degli altri" cioè ai farabutti a cui accennavo prima.

Ma anche nei loro riguardi questa è una pubblicità ingannevole: quando avranno "battuto" (come oggi si cerca di fare) l'evasione fiscale, di chi lavora e paga realmente le tasse, per sovvenzionare chi non fa nulla e non si guadagna neppure l'acqua che beve... a quel punto proprio loro saranno i primi a rimanere senza sostentamento.
I lupi moriranno prima che siano scomparse tutte le loro prede.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Gio 28 Nov - 20:49

paolo1951 ha scritto:

Silvio io continuo ad essere convinto che non si tratta di opporsi "al governo ed ai politici", ma a tutti coloro che hanno "prodotto" questi governi e questi politici!

Tu mi stai confondendo, invertendo causa ed effetto.

Ma ti ricordi quella bellissima pubblicità che ti proponevano all'ora di pranzo sulla TV di stato (servizio pubblico):
Chi ha prodotto questi governi e questi politici non sono gli elettori, capisco quello che vuoi dire, ma è chiaro che se prometti alle masse l'oro, quelle non sono in grado di avere tanta coscienza civile da dire no.
Invece è stata proprio una corruzione morale di politici ed intellettuali mossi da una visione distorta della vita (forse in buona fede) così lontana dalla dura realtà del cosmo, la natura e le sue leggi.
Come il Dio buono dei Cattolici.
Quindi hanno convinto la massa che la coperta è grande per tutto e tutti.
Quindi hanno creato il carrozzone in cui ci sguazzano e massacrato tutto per mantenerlo leggi comprese.
Ecco se l'individuo inizierà a voler avere ragione della sua fatica e dividerla secondo giustezza e non la rapina (del frutto del suo rischio e lavoro) si alzerà e lotterà contro i parassiti a cui ti riferisci.
Il denaro riavrà valore per quello che è cioè fatica e lavoro e sarà donato a chi veramente ne ha bisogno ed incapace di produrlo, ma gli altri dovranno zappare la terra come noi.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da holubice il Gio 28 Nov - 22:42

paolo1951 ha scritto:
jessica ha scritto:...sarebbe un buon passo avanti non votare quelli che a parole fanno miracoli ma poi hanno aumentato più di tutti gli altri sia le tasse che la spesa pubblica (questo si, miracolo) nonostante siano riusciti a diminuire i dipendenti
Jessica va al bar a far colazione e chiede un cappuccino e una brioche.
Il barista le dice che ha finito le brioche.
Jessica: mi dia allora un caffè e una brioche.
Barista: forse non mi sono spiegato non ho più brioche...
Jessica: ok ho capito mi dia allora una brioche e una bevanda qualsiasi!

Jessica i politici fanno quello che porta loro voti!
E la maggioranza degli elettori, anche se grida insieme a Grillo, vogliono che la spesa pubblica non diminuisca.
Certo vorrebbero aumentare la spesa pubblica e al tempo stesso diminuire le tasse (cioè i "miracoli" a cui tu accennavi), ma poi messi alle strette... pensano che sia prioritario il mantenimento degli attuali livelli di spesa, che comunque garantiscono il loro posto di lavoro, la gratuità dei farmaci, le pensioni "retributive", la CIG, le varie sovvenzioni a privati, associazioni e anche a imprese... ecc. ecc.
Te lo ripeto la situazione non può cambiare non perché siamo governati da rappresentanti truffaldini, ma proprio perché è sovrano un popolo truffaldino.
Giusta sintesi.


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da holubice il Gio 28 Nov - 22:56

@Paolo1999
Domani ti racconto la parabola del gommista esoso e di quello economico.

Accadutami ieri.




Oggi, con la tastierina del telefono, non posso.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da holubice il Gio 28 Nov - 23:00

E ti racconto di un progetto, portato a termine in 10 anni, chiamato:

"One million houses program"

Che ha fornito una casa alla metà esatta del Paese che l'ha varato.

Parafrasando Padoa Schioppa: "Le tasse possono essere una cosa meravigliosa"


:_|

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da paolo1951 il Ven 29 Nov - 8:38

silvio ha scritto:...]Chi ha prodotto questi governi e questi politici non sono gli elettori, capisco quello che vuoi dire, ma è chiaro che se prometti alle masse l'oro, quelle non sono in grado di avere tanta coscienza civile da dire no.
Invece è stata proprio una corruzione morale di politici ed intellettuali mossi da una visione distorta della vita (forse in buona fede) così lontana dalla dura realtà del cosmo, la natura e le sue leggi.
Come il Dio buono dei Cattolici.
Quindi hanno convinto la massa che la coperta è grande per tutto e tutti.
Quindi hanno creato il carrozzone in cui ci sguazzano e massacrato tutto per mantenerlo leggi comprese.
Ecco se l'individuo inizierà a voler avere ragione della sua fatica e dividerla secondo giustezza e non la rapina (del frutto del suo rischio e lavoro) si alzerà e lotterà contro i parassiti a cui ti riferisci.
Il denaro riavrà valore per quello che è cioè fatica e lavoro e sarà donato a chi veramente ne ha bisogno ed incapace di produrlo, ma gli altri dovranno zappare la terra come noi.
Quoto il parallelismo che tu proponi tra politica e religione... la religione, tra gli altri guasti, ha causato anche questo, cioè questa mentalità: aspettare che l'aiuto avvenga dall'alto, da qualcun altro anziché darsi da fare da soli.
Pregare per una "grazia" anziché cercare di modificare le cose con la nostra azione.
Chiedere al governo un posto di lavoro, anziché crearselo da soli il lavoro...

Ma come per la religione serve a poco sostituire una confessione con un'altra, un dio con un altro dio... senza eliminare la religiosità della gente, così a mio parere questo vale anche per la politica.

Certo i "sacerdoti" della politica fanno di tutto per mantenere questo stato di cose, ma cosa ti aspetteresti dai "preti"?
Che ti vengano a dire che Dio non esiste? Che Gesù era solo uno sfigato ribelle anti-imperialista?

Così non aspettarti che questa rivoluzione sociale sia promossa dai preti della repubblica!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Ven 29 Nov - 17:28

paolo1951 ha scritto:


Così non aspettarti che questa rivoluzione sociale sia promossa dai preti della repubblica!
I preti della repubblica sono gli stessi che plaudevano al Re, poi al Duce, poi a Badoglio, infine alla Costituzione Democratica, non cambiano mai.
Non mi riferisco a quelli che hanno pagato per le loro idee, ma i trasformisti del potere.
I loro modelli cambiano di volta in volta, ma la sostanza non cambia, trovare il modo di tenere sotto chi lavora.
Non so se sia possibile portare le cose ad una forma di giustizia reale, fatta di servizio non dominio, fatta di utilizzazione responsabile dei fondi dati alla comunità, evitando quella disgustosa retorica della sacralità delle istituzioni.
Forse è assente la cultura, quella vera e non quella di partito, di fede.

Cambiando argomento la situazione è curiosa e mi chiedo, dopo l'uscita di berlusconi e dei suoi fedelissimi, Letta ha fatto una dichiarazione ambigua che riporto:

Alla domanda se si fosse dimissionato ha risposto

"Proporrò al capo dello Stato di aspettare le primarie del Pd dell'8 dicembre", prima di andare in Parlamento per la nuova fiducia


La  mia domanda è, può Napolitano continuare a dirigere il gioco politico in modo così spudorato, il voto conta ancora qualcosa ?


Non sarebbe il caso di andare alle elezioni  a questo punto ?

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Ven 29 Nov - 17:47

Fmi: 'virata' da Washington, tassare di piu' i ricchi
http://www.agi.it/economia/notizie/201310121222-eco-rt10045-fmi_virata_da_washington_tassare_di_piu_i_ricchi ha scritto:Fmi  virata  da Washington  tassare di piu  i ricchi
12:22 12 OTT 2013

(AGI) - Washington, 12 ott. - Tassare i ricchi e combattere il problema dell'elusione fiscale da parte delle multinazionali: il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) ha ipotizzato che i Paesi alle prese con i deficit di bilancio debbano far ricorso all'aumento delle tasse sui redditi piu' alti per far quadrare i conti. Un po' nascosta all'interno dell'ultimo rapporto Fmi sul debito pubblico, la 'virata' e' passata pressocche' inosservata, ma non agli occhi delle organizzazioni non governative. "Abbiamo dovuto leggere due volte per essere sicuri di aver davvero capito", scherza Nicolas Mombrial, capo di Oxfam. "E' raro che le proposte dell'Fmi siano cosi' sorprendenti". Sentinella dell'ortodossia finanziaria, l'Fmi - che sta tenendo la sua riunione annuale con la Banca Mondiale questa settimana a Washington - di solito sollecita i governi a tagliare le spese per ridurre i deficit. Ma nel suo rapporto Fiscal Monitor, sottotitolato 'Taxing Times', il Fondo ha avanzato l'idea di tassare le persone a reddito piu' alto e i loro beni per rafforzare la legittimita' dei tagli alla spesa e la lotta contro la crescente disparita' di reddito. "In molte economie avanzate sembra esserci spazio per generare maggior entrate dalla parte superiore della distribuzione del reddito", scrive l'Fmi, che fa notare come ci siano stati "tagli profondi" alla tassazione delle fasce di reddito piu' alte fin dai primi anni '80. Secondo le stime dell'Fmi, tassare i ricchi anche allo stesso tasso degli anni '80 genererebbe entrate pari allo 0,25% dei Pil nei Paesi sviluppati. "Il guadagno in alcuni casi, come per esempio gli Stati Uniti, potrebbe essere ancora piu' significativo, l'1,5% del Pil", aggiunge il Fondo, puntando l'indice anche sulla deficitaria legislazione fiscale per le multinazionali (solo negli Usa, alcune scappatoie legali hanno privato il Tesoro di qualcosa come 60 miliardi di entrate, sostiene l'Fmi).
in un mondo in cui l'1% della popolazione mondiale possiede l'80% delle ricchezze e l'80% della popolazione mondiale supera di poco l'1% mi sembra il minimo!

solo che però guai a ridistribuire le ricchezze, che poi i poveri ricchi perdono la voglia di arricchirsi e tutti diventiamo più poveri!
la motivazione ufficiale e ufficiosa di tutti coloro che ritengono inevitabile il capitalismo!
doh 

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da paolo1951 il Ven 29 Nov - 19:29

loonar ha scritto:... in un mondo in cui l'1% della popolazione mondiale possiede l'80% delle ricchezze e l'80% della popolazione mondiale supera di poco l'1% mi sembra il minimo!

solo che però guai a ridistribuire le ricchezze, che poi i poveri ricchi perdono la voglia di arricchirsi e tutti diventiamo più poveri!
la motivazione ufficiale e ufficiosa di tutti coloro che ritengono inevitabile il capitalismo!
doh 
Questi dati te li sei inventati sul momento o derivano da qualche "fonte" della IV internazionale?
Comunque sia credo che sarebbe un'ottima idea dare l'80% della ricchezza mondiale per esempio a Congo, Centrafica, Nigeria, ecc, ne farebbero certo un uso migliore dei capitalisti e delle multinazionali.
Dopo 62 anni di vita sono riuscito a capire che:
- se uno è di sinistra e intelligente non è onesto
- se è di sinistra e onesto non è intelligente
- se è onesto e intelligente non è di sinistra
... però ora sono interessato a capire quale sia la consistenza di ciascuno dei 3 gruppi.
E quale appartengano loonar e jessica... moon

Ps: e anche molti altri

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da mix il Ven 29 Nov - 19:44

destra e sinistra sono categorie superate, dello scorso millennio.

mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da paolo1951 il Ven 29 Nov - 20:18

mix ha scritto:destra e sinistra sono categorie superate, dello scorso millennio.
Si forse hai ragione, ma... solo perché si sono fuse e confuse, in realtà c'è una destra e una sinistra all'interno sia della categoria etichettata "destra" che di quella etichettata "sinistra".

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Ven 29 Nov - 20:30

La differenza non è più tra destra e sinistra, ma tra chi ragiona e chi no, cioè tra chi parte da dati reali e chi dai sogni.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Ven 29 Nov - 20:32

doppione, ma è possibile che non si può cancellare un post.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Ven 29 Nov - 20:44

io se dici così azzardo che sei orientato più a destra silvio!  mgreen

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Ven 29 Nov - 20:46

Akka ha scritto:io se dici così azzardo che sei orientato più a destra silvio!  mgreen
Si maledetto carter 


silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da Akka il Ven 29 Nov - 20:56

pure io sono destrorso reo confesso... ma mi pare che in italia non ci sia proprio mai stata...

Akka
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4118
Età : 116
Località : L' Appennino emiliano
Occupazione/Hobby : Sindacalista/Fioraio
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 07.01.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da silvio il Ven 29 Nov - 21:21

Akka ha scritto:pure io sono destrorso reo confesso... ma mi pare che in italia non ci sia proprio mai stata...
In italia una vera destra in effetti credo anche io che non ci sia mai stata, forse per l'influenza del cattolicesimo, che è così ben radicato dopo secoli di supremazia culturale.
I partiti storici sono sempre dovuti venire a compromesso con la chiesa.
Quindi una destra di tipo liberale non è mai esistita da queste parti.

Io provengo dal MSI un movimento creato dai reduci della RSI, quindi con una componente sociale molto accentuata.
Era una destra per posizione in parlamento, o nella idea dei compagni, i militanti dell' MSI erano i cani da guardia dei padroni, ma erano giudizi molto duri e parziali,  una ferrea convinzione impossibile da smontare.

Come dice Loonar in effetti il carrozzone social democratico che ha portato allo sfascio il paese proviene proprio dal Fascismo poi gonfiato dalla DC con il plauso e  appoggio del PCI e PSI che chiedevano sempre di più.
Come impostazione è una meravigliosa costruzione assistenziale e meritevole del massimo plauso e rispetto,  penso alla sanità gratuita (sempre meno), enti assistenziali, assicurativi, ecc..., c'è da essere orgogliosi, ma deve essere controllato da una politica e amministrazione capace e assolutamente incorrotta per funzionare e non  trasformarsi come è successo in entità che assistono principalmente se stesse.

Il valore di una destra oggi è in effetti una auspicabile rivoluzione diciamo luterana (non religiosa chiaramente), in italia, per far sparire i confessori, le confessioni, ecc... e si dia più valore agli individui, per quello che valgono, che producono, ecc...
Non è una questione di capitalismo, ma di rispetto per la fatica delle persone e di quello che meritano, perché a differenza di molti io non penso che gli italiani siano delle merde, perché è gente che lavora e cerca di sopravvivere come in tutto il resto del mondo.
Ma è un popolo costretto a vivere in una sorta di sottomissione ad una atavica mafia e si è adattato.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: DDL "stabilità"

Messaggio Da loonar il Ven 29 Nov - 23:05

paolo1951 ha scritto:
loonar ha scritto:... in un mondo in cui l'1% della popolazione mondiale possiede l'80% delle ricchezze e l'80% della popolazione mondiale supera di poco l'1% mi sembra il minimo!

solo che però guai a ridistribuire le ricchezze, che poi i poveri ricchi perdono la voglia di arricchirsi e tutti diventiamo più poveri!
la motivazione ufficiale e ufficiosa di tutti coloro che ritengono inevitabile il capitalismo!
doh 
Questi dati te li sei inventati sul momento o derivano da qualche "fonte" della IV internazionale?
Comunque sia credo che sarebbe un'ottima idea dare l'80% della ricchezza mondiale per esempio a Congo, Centrafica, Nigeria, ecc, ne farebbero certo un uso migliore dei capitalisti e delle multinazionali.
Dopo 62 anni di vita sono riuscito a capire che:
- se uno è di sinistra e intelligente non è onesto
- se è di sinistra e onesto non è intelligente
- se è onesto e intelligente non è di sinistra
... però ora sono interessato a capire quale sia la consistenza di ciascuno dei 3 gruppi.
E quale appartengano loonar e jessica... moon

Ps: e anche molti altri
il tuo problema, se vogliamo chiamarlo problema... in realtà è una bazzecola, è che ti poni di capire delle cose senza senso, come dove si collocano loonar e jessica rispetto a delle categorie oramai inesistenti e quando erano ancora inesistenti dal mio punto di vista solo delle restrizioni mentali di chi le faceva

ovvio che poi non ci si capisce

(i dati sono presi dalla mia memoria... sai vivo anche nel mondo reale e certi dati li leggo su libri e giornali, che faccio fatica a linkare perchè non ho lo scanner e spesso non ho nemmeno i libri che sono contrario alla proprietà privata e quando ho letto poi regalo i libri per condividere il sapere, comunque ho digitato su google "diseguaglianza economica" e la stalinista wikipedia, ultimo caposaldo del marxismo leninismo nel mondo mi ha restituito questa pagina: http://it.wikipedia.org/wiki/Disuguaglianza_economica

leggila dopo esserti fatto un'iniezione di plasil (antiemetico), so che a gente di un certo livello come te certe letture danno il voltastomaco.

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum