Ricordi trasmessi tramite DNA

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da *Valerio* il Lun 9 Dic - 20:36

NEUROLOGIA, STUDIO USA: “I RICORDI DEI NONNI EREDITATI DAI NIPOTI TRAMITE DNA”


È quanto suggerito da una ricerca su cavie pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience da un gruppo di scienziati della Emory University di Atlanta. La scoperta, benché su animali, potrebbe avere implicazioni sul fronte degli studi transgenerazionali.

Di nonno in nipote. È una eredità speciale quella che attraverso il patrimonio genetico viene trasmesso alle generazioni successive.

I ricordi dei nostri nonni si possono trasmettere imprimendosi nel Dna e influenzando così lo sviluppo cerebrale ed i comportamenti futuri. È quanto suggerito da uno studio su cavie pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience da un gruppo di scienziati della Emory University di Atlanta.


La scoperta, benché su animali, potrebbe avere implicazioni sul fronte degli studi transgenerazionali: potrebbe spiegare ad esempio perché un evento traumatico che ha coinvolto un antenato continui a influenzare la famiglia molte generazioni dopo. Inoltre lo studio fornisce un’evidenza del fenomeno della cosiddetta “eredità epigenetica transgenerazionale”, ossia una condizione in cui l’ambiente esterno influenza la genetica di un individuo, ne modifica il Dna, e quindi questo cambiamento diviene ereditabile.

Gli esperti hanno addestrato dei topolini ad evitare un certo odore e poi hanno visto che anche i nipoti di questi topolini continuavano ad evitare lo stesso odore anche se nessuno li aveva addestrati a farlo. Gli esperti hanno visto che l’addestramento dei nonni si era impresso sul Dna dello sperma e quindi il comportamento conseguente era passato alle generazioni successive.

http://www.nature.com/neuro/journal/vaop/ncurrent/full/nn.3594.html

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da silvio il Lun 9 Dic - 20:57

Interessante, ricordo quando lo dissi su UAAR, ci fu un coro di no, non è possibile, invece a me sembrava plausibile.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 57
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da cosmos il Lun 9 Dic - 21:02

Affascinante!

La Scienza sta facendo miracoli e pochi gli danno il giusto merito :si si:
avatar
cosmos
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 541
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 26.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da *Valerio* il Lun 9 Dic - 21:07

silvio ha scritto:Interessante, ricordo quando lo dissi su UAAR, ci fu un coro di no, non è possibile, invece a me sembrava plausibile.

Boh, non so che dire, per quanto mi riguarda per certi aspetti mi rivedo molto più in mio nonno (materno) che in mio padre. Ma non saprei in che modo questo si possa accostare a tale studio.
Interessante però.

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 44
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Lyallii il Mar 10 Dic - 8:32

Io assomiglio molto a mia nonna in certi comportamenti... Lei come me ad esempio aveva piccoli problemi col cibo, ma lo so solo perchè me lo hanno detto, io nemmeno la ricordo benissimo.
Per esempio, a lei dava fastidio mangiare davanti persone che non conosceva ( tipo al ristorante ) e preferiva da sola, davanti ai parenti mangiava sempre pochissimo. Io sono identica in questo e non mi son mai spiegata il perchè, non è come ereditare gli occhi scuri...
avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 34
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da loonar il Mar 10 Dic - 10:03

quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da SergioAD il Mar 10 Dic - 10:11

Vi dirò il fatto che c'è la distinzione tra istinto, imprinting e apprendimento - queste trasmissioni ereditarie mi lasciano perplesso comunque. So che si trasmettono le predisposizioni.

Ecco.

SergioAD
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6602
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Faria il Mar 10 Dic - 10:36

ci avevo scritto un racconto sui ricordi trasmessi per via genetica alle medie; non pensavo che fosse possibile

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Masada il Mar 10 Dic - 13:48

loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...

la stessa cosa che volevo scrivere io...
avatar
Masada
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1559
Occupazione/Hobby : havanagloria e refusismo
SCALA DI DAWKINS :
36 / 7036 / 70

Data d'iscrizione : 17.05.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Ospite il Mer 18 Dic - 19:47

Ma no, gli acidi nucleici non sono modificabili con i ricordi,  questa è proprio una cazzatona.... ahahahahahah

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da kalab99 il Lun 19 Mag - 20:39

E come vengono trasmesse le informazioni? Secondo il modello biologico attuale, l'informazione dovrebbe passare in qualche modo dal cervello alle gonadi, Dio sa come. Certo che è interessante.
avatar
kalab99
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 955
Età : 28
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Studente di medicina, letteratura
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Hara2 il Lun 19 Mag - 21:55

L'ipotesi che determinati eventi si trasmettono da una generazione all'altra per via genetica è  plausibile. 
Ad esempio pare dimostrabile che gli eventi traumatici modificano la quantita di microRNA 

Non mi chiedere le fonti che mò non trovo niente se non l'ansa...
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da jessica il Lun 19 Mag - 23:27

Hara2 ha scritto:L'ipotesi che determinati eventi si trasmettono da una generazione all'altra per via genetica è  plausibile. 
Ad esempio pare dimostrabile che gli eventi traumatici modificano la quantita di microRNA 

Non mi chiedere le fonti che mò non trovo niente se non l'ansa...
http://www.nature.com/neuro/journal/v17/n5/full/nn.3695.html
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6705
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Eshtab il Mar 20 Mag - 9:58

silvio ha scritto:Interessante, ricordo quando lo dissi su UAAR, ci fu un coro di no, non è possibile, invece a me sembrava plausibile.
E' un post vecchio, ma quoto in pieno..
Per me non solo è possibile, ma evidente.

Eshtab
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 138
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da ToninoScalzo il Mar 20 Mag - 10:32

loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
E' facile guardare il mondo dall'alto in basso.
Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.

Ad esempio molti “darwiniani fideisti” (tanto per distinguerli dai “darwiniani convinti”), ritengono che le scimmie sarebbero nostre parenti prossime. Poi (quelle stesse persone) parlano degli arabi e li trattano come fossero … esseri a noi assai lontani. Ignorando che il primo a parlare di credi religiosi negli animali fu proprio Darwin. Lasciando intendere che chi pensa di essere immune da questo morbo (la religione) non ha capito di cosa parla.
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 51
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da primaverino il Mar 20 Mag - 10:36

ToninoScalzo ha scritto:
loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
E' facile guardare il mondo dall'alto in basso.
Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.

Quindi apprendiamo che in toninese (diversamente dall'italiano) il contrario di "razionale" è "mediocre"...  boxed 
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Rasputin il Mar 20 Mag - 11:09

kalab99 ha scritto:E come vengono trasmesse le informazioni? Secondo il modello biologico attuale, l'informazione dovrebbe passare in qualche modo dal cervello alle gonadi, Dio sa come. Certo che è interessante.

Cavoli, e io che credeo fosse - almeno per gli uomini - il contrario  carneval 

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51156
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da jessica il Mar 20 Mag - 13:44

ma no... là funziona che le gonadi bloccano l'informazione al cervello...
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6705
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da jessica il Mar 20 Mag - 15:28

ToninoScalzo ha scritto:
loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
E' facile guardare il mondo dall'alto in basso.
Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.

Ad esempio molti “darwiniani fideisti” (tanto per distinguerli dai “darwiniani convinti”), ritengono che le scimmie sarebbero nostre parenti prossime. Poi (quelle stesse persone) parlano degli arabi e li trattano come fossero … esseri a noi assai lontani. Ignorando che il primo a parlare di credi religiosi negli animali fu proprio Darwin. Lasciando intendere che chi pensa di essere immune da questo morbo (la religione) non ha capito di cosa parla.
comunque, per la cronaca, il tizio a cui hai risposto è bannato a vita...
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6705
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da primaverino il Mar 20 Mag - 15:43

ToninoScalzo ha scritto:
loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
1) E' facile guardare il mondo dall'alto in basso.
2) Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.

3) Ad esempio molti “darwiniani fideisti” (tanto per distinguerli dai “darwiniani convinti”), ritengono che le scimmie sarebbero nostre parenti prossime.
4) Poi (quelle stesse persone) parlano degli arabi e li trattano come fossero … esseri a noi assai lontani.
5) Ignorando che il primo a parlare di credi religiosi negli animali fu proprio Darwin.
6) Lasciando intendere che chi pensa di essere immune da questo morbo (la religione) 7) non ha capito di cosa parla.

1) Per te la vedo dura...
2) Come già detto la lingua italiana non prevede che "mediocre" e "razionalista" siano contrari. Puoi benissimo essere mediocre e pure razionalista.
3) I "fideisti" sono "convinti" per definizione. Anche qui Tnooin olcaSz e lingua italiana bisticciano come d'abitudine...
4) Cosa c'entra? Traduci dal toninese.
5) Cioè Darwin dice che gli animali sono religiosi?
6) Attendo fiducioso il riscontro medico scientifico che chiarisca che la religione è "un morbo"...
7) E tu cosa hai capito? (a parte Marx e la matematica)  ahahahahahah
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Rasputin il Mar 20 Mag - 17:22

jessica ha scritto:ma no... là funziona che le gonadi bloccano l'informazione al cervello...

Nono ti assicuro che la inviano  mgreen 

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51156
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da ToninoScalzo il Gio 22 Mag - 13:35

Eshtab in «Gli atei sono cristiani?» ha scritto: Ahahaha ma che cazzo, passate la vita a litigare su un forum.
Aripijateve.
Vorrei farti notare che io rispondo solo alle persistenti e ripetute "provocazioni" e non mi sogno minimamente di offendere gli indipendenti "pensieri" di nessuno.
Viceversa Primaverino offende il mio pensiero in ogni possibile occasione. O meglio lui considera provocazioni ogni parere "blasfemo": il famoso dispotismo! E tra un’aggressione e l’altra ha pure il coraggio e la faccia tosta di spacciarsi per vittima.

Spoiler:
Tra le altre cose vorrei far notare che io non mi sono mai (e dico mai) permesso di storpiare il suo nome e questo a riprova che il maleducato non sono certo io.

Insomma Primaverino si sente una specie di cavaliere errante: s’illude di poter colmare le sue lacune intellettuali attraverso una raccomandazione (fatta dal popolo) a dio. Ossia chi grida «al mostro! al mostro!» ogni volta che si attenta al pensiero popolare (pensiero medio), in realtà vuol commuovere dio ... per ottenere da questi la conoscenza ad honoris causa.

Immagina ...
Tu dichiari: «Per me è sbagliato condannare l’islamismo, poiché è una religione assai simile alla nostra!» E subito dopo qualcuno ti molla uno schiaffo perché il suo «porgi l’altra guancia» ha detto basta alle tue continue e innumerevoli aggressioni: l’attentato alle torri gemelle; l’imposizione del velo alle donne; il non accettare la giusta (o cattolica) politica; l’ultima pioggia di fine agosto; etc. etc. etc.
Spoiler:
L'insieme di tutte le aggressioni e di tutti i dispiaceri possibili ed immaginabili. Un qualcosa del tipo: alleatevi con me, in questa "nostra" lotta al comune e infedele nemico.

Ti porto l’ennesimo esempio.
Loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
ToninoScalzo il Mar 20 Mag - 12:32 ha scritto:È facile guardare il mondo dall'alto in basso.
Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.
Ad esempio molti "darwiniani fideisti" (tanto per distinguerli dai "Darwiniani Convinti"), ritengono che le scimmie sarebbero nostre vicine parenti. Poi (quelle stesse persone) parlano degli arabi e li trattano come esseri a noi lontani. Ignorando che il primo a parlare di credi religiosi negli animali fu proprio Darwin ... lasciando intendere che chi pensa di essere immune da questo morbo (la religione) non ha capito di cosa parla.
Prima di tutto vorrei farti osservare che le virgolette alla parola "morbo" mancano per una mia distrazione, ma comunque sono sottointese. In secondo luogo io rispondevo a "Loonar": ribadivo per l'ennesima volta che noi lodiamo e disprezziamo non per convinzioni personali ma per grazia ricevuta ... l'imbeccata "mediatica".

Due piccole note:
1) Solo uno schizofrenico oserebbe (i-n-s-i-s-t-e-n-t-e-m-e-n-t-e) commentare tutto quello che a sue dire è « illeggibile e sconclusionato ». Ossia solo un pazzo farebbe quello che, per sua stessa ammissione, è inutile fare. E dunque se ho risposto ha Loonar è perché ho trovato le sue parole chiare e leggibili.
2) È falso che Darwin fu il primo ad osservare la religiosità animale. Chiedo venia!

Per cui … che centrava Primaverino?
Nulla se escludiamo il suo atteggiamento cavalleresco: il difensore delle giuste cause.
Primaverino ha scritto: 6) Attendo fiducioso il riscontro medico scientifico che chiarisca che la religione è "un morbo"...
Insomma io avrei offeso tutti (quindi anche lui) i religiosi accusandoli di essere affetti di un morbo e come minimo ora lui si aspetterebbe il mio referto medico che confermerebbe ciò.
Ed ecco ora invece un tenero esempio di referto medico (portato da lui medesimo), quando una teoria è davvero-davvero (per lui) colpevole d’essere "malata".
Hara2 citando Friedrich Engels nella Critica del Programma di Gotha Lettera ad August Bebel ha scritto:
Gli anarchici ci hanno abbastanza rinfacciato lo "Stato popolare", benché nella critica contro Proudhon ... si dica esplicitamente che con l'instaurazione del regime sociale socialista lo Stato si dissolve da sé e scompare. Non essendo lo Stato altro che un'istituzione temporanea … Parlare di uno "Stato popolare libero" è pura assurdità: finché il proletariato ha ancora bisogno dello Stato, ne ha bisogno non nell'interesse della libertà, ma nell'interesse dello schiacciamento dei suoi avversari, e quando diventa possibile parlare di libertà, allora lo Stato come tale cessa di esistere.
Da primaverino il Gio 15 Mag - 19:14 ha scritto:E spiegalo pure a chi ritiene ancora di vivere nell'Ottocento.
Pensare che il fottuto Comunismo possa rappresentare una soluzione ottimale ai problemi della contemporaneità significa pensare di curare i malati con i salassi provocati dalle sanguisughe.
Da notare che questo suo intervento è antecedente al mio (tra l’altro in quell’occasione io dichiaravo che tutte le idee sono sane) e dunque ricorda la storiella dell'agnello che pur essendo a valle intorbidirebbe l'acqua che "a monte" beve il lupo.
Tuttavia, ciò che più di ogni altra cosa rende ridicolo "il cavaliere" è la sua fede incondizionata nella scienza. Eh sì! Darwin avrebbe ragione perché le sue riviste lo etichettano "scienziato" (persona dalle teorie vere), mentre Marx avrebbe torto perché (quelle stesse riviste) lo additano a "ideologo" (malattia della mente che fa teorizzare il falso). Il problema è che Primaverino disconosce entrambe i personaggi e parla per luoghi comuni … cadendo dalle nuvole ogni qualvolta si entra nello specifico anche a propositi di testi ultranoti.
Primaverino ha scritto: 5) Cioè Darwin dice che gli animali sono religiosi?
Darwin in l’origine dell’uomo ha scritto: Il sentimento di devozione religiosa è sommamente complesso perché consta di amore, di compiuta sottomissione ad un essere superiore elevato e misterioso, di un forte sentimento di dipendenza, di timore, di riverenza, di gratitudine, di speranza nell’avvenire, e forse di altri elementi. Nessuna creatura potrebbe provare un’emozione tanto complessa, senza che le sue facoltà morali e intellettuali abbiano raggiunto una certa elevatezza. Nondimeno noi vediamo qualche lontano barlume di questo stato della mente nel profondo amore del cane per suo padrone, unito ad una piena sottomissione, un po’ di timore e forse altri sentimenti. Il contegno di un cane quando ritorna il suo padrone dopo un’assenza, e, posso anche aggiungere, quello di una scimmia verso il suo diletto custode, è molto differente da quello che mostrano ad un loro simile. In quest’ultimo caso le dimostrazioni di gioia sono meno intense, ed ogni azione dimostra il sentimento della uguaglianza. Il professore Braubach giunge al punto di asserire che il cane considera il suo padrone come un dio.
--------------------------------------------------------------------------------
E ora vorrei chiudere rispondendo a quest’ultima provocazione/domanda di Primaverino.
Primaverino ha scritto: 7) E tu cosa hai capito? (a parte Marx e la matematica)
Io ho capito che bisogna leggere i pensieri degli altri e poi bisogna cercare di decodificarli! Ed è proprio il lavoro di decodifica che fa affiorare dentro le nostre teste ... il pensiero (non quello banale ma quello) articolato.
Viceversa il cercare il volto della madonna (la verità) nel pensiero della massa è un cercare la conoscenza bypassando la dura fatica del capire!
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 51
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da primaverino il Gio 22 Mag - 14:37

ToninoScalzo ha scritto:
Spoiler:

Eshtab in «Gli atei sono cristiani?» ha scritto: Ahahaha ma che cazzo, passate la vita a litigare su un forum.
Aripijateve.
Vorrei farti notare che io rispondo solo alle persistenti e ripetute "provocazioni" e non mi sogno minimamente di offendere gli indipendenti "pensieri" di nessuno.
Viceversa Primaverino offende il mio pensiero in ogni possibile occasione. O meglio lui considera provocazioni ogni parere "blasfemo": il famoso dispotismo! E tra un’aggressione e l’altra ha pure il coraggio e la faccia tosta di spacciarsi per vittima.

Spoiler:
Tra le altre cose vorrei far notare che io non mi sono mai (e dico mai) permesso di storpiare il suo nome e questo a riprova che il maleducato non sono certo io.

Insomma Primaverino si sente una specie di cavaliere errante: s’illude di poter colmare le sue lacune intellettuali attraverso una raccomandazione (fatta dal popolo) a dio. Ossia chi grida «al mostro! al mostro!» ogni volta che si attenta al pensiero popolare (pensiero medio), in realtà vuol commuovere dio ... per ottenere da questi la conoscenza ad honoris causa.

Immagina ...
Tu dichiari: «Per me è sbagliato condannare l’islamismo, poiché è una religione assai simile alla nostra!» E subito dopo qualcuno ti molla uno schiaffo perché il suo «porgi l’altra guancia» ha detto basta alle tue continue e innumerevoli aggressioni: l’attentato alle torri gemelle; l’imposizione del velo alle donne; il non accettare la giusta (o cattolica) politica; l’ultima pioggia di fine agosto; etc. etc. etc.
Spoiler:
L'insieme di tutte le aggressioni e di tutti i dispiaceri possibili ed immaginabili. Un qualcosa del tipo: alleatevi con me, in questa "nostra" lotta al comune e infedele nemico.

Ti porto l’ennesimo esempio.
Loonar ha scritto:quindi lamark ci aveva preso anche lui
poveretto scherzato per secoli e preso ad esempio di scienziato sempliciotto...
ToninoScalzo il Mar 20 Mag - 12:32 ha scritto:È facile guardare il mondo dall'alto in basso.
Ed è proprio questa superficialità che distingue il mediocre dalla persona razionale.
Ad esempio molti "darwiniani fideisti" (tanto per distinguerli dai "Darwiniani Convinti"), ritengono che le scimmie sarebbero nostre vicine parenti. Poi (quelle stesse persone) parlano degli arabi e li trattano come esseri a noi lontani. Ignorando che il primo a parlare di credi religiosi negli animali fu proprio Darwin ... lasciando intendere che chi pensa di essere immune da questo morbo (la religione) non ha capito di cosa parla.
Prima di tutto vorrei farti osservare che le virgolette alla parola "morbo" mancano per una mia distrazione, ma comunque sono sottointese. In secondo luogo io rispondevo a "Loonar": ribadivo per l'ennesima volta che noi lodiamo e disprezziamo non per convinzioni personali ma per grazia ricevuta ... l'imbeccata "mediatica".

Due piccole note:
1) Solo uno schizofrenico oserebbe (i-n-s-i-s-t-e-n-t-e-m-e-n-t-e) commentare tutto quello che a sue dire è « illeggibile e sconclusionato ». Ossia solo un pazzo farebbe quello che, per sua stessa ammissione, è inutile fare. E dunque se ho risposto ha Loonar è perché ho trovato le sue parole chiare e leggibili.
2) È falso che Darwin fu il primo ad osservare la religiosità animale. Chiedo venia!

Per cui … che centrava Primaverino?
Nulla se escludiamo il suo atteggiamento cavalleresco: il difensore delle giuste cause.
Primaverino ha scritto: 6) Attendo fiducioso il riscontro medico scientifico che chiarisca che la religione è "un morbo"...
Insomma io avrei offeso tutti (quindi anche lui) i religiosi accusandoli di essere affetti di un morbo e come minimo ora lui si aspetterebbe il mio referto medico che confermerebbe ciò.
Ed ecco ora invece un tenero esempio di referto medico (portato da lui medesimo), quando una teoria è davvero-davvero (per lui) colpevole d’essere "malata".
Hara2 citando Friedrich Engels nella Critica del Programma di Gotha Lettera ad August Bebel ha scritto:
Gli anarchici ci hanno abbastanza rinfacciato lo "Stato popolare", benché nella critica contro Proudhon ... si dica esplicitamente che con l'instaurazione del regime sociale socialista lo Stato si dissolve da sé e scompare. Non essendo lo Stato altro che un'istituzione temporanea … Parlare di uno "Stato popolare libero" è pura assurdità: finché il proletariato ha ancora bisogno dello Stato, ne ha bisogno non nell'interesse della libertà, ma nell'interesse dello schiacciamento dei suoi avversari, e quando diventa possibile parlare di libertà, allora lo Stato come tale cessa di esistere.
Da primaverino il Gio 15 Mag - 19:14 ha scritto:E spiegalo pure a chi ritiene ancora di vivere nell'Ottocento.
Pensare che il fottuto Comunismo possa rappresentare una soluzione ottimale ai problemi della contemporaneità significa pensare di curare i malati con i salassi provocati dalle sanguisughe.
Da notare che questo suo intervento è antecedente al mio (tra l’altro in quell’occasione io dichiaravo che tutte le idee sono sane) e dunque ricorda la storiella dell'agnello che pur essendo a valle intorbidirebbe l'acqua che "a monte" beve il lupo.
Tuttavia, ciò che più di ogni altra cosa rende ridicolo "il cavaliere" è la sua fede incondizionata nella scienza. Eh sì! Darwin avrebbe ragione perché le sue riviste lo etichettano "scienziato" (persona dalle teorie vere), mentre Marx avrebbe torto perché (quelle stesse riviste) lo additano a "ideologo" (malattia della mente che fa teorizzare il falso). Il problema è che Primaverino disconosce entrambe i personaggi e parla per luoghi comuni … cadendo dalle nuvole ogni qualvolta si entra nello specifico anche a propositi di testi ultranoti.
Primaverino ha scritto: 5) Cioè Darwin dice che gli animali sono religiosi?
Darwin in l’origine dell’uomo ha scritto: Il sentimento di devozione religiosa è sommamente complesso perché consta di amore, di compiuta sottomissione ad un essere superiore elevato e misterioso, di un forte sentimento di dipendenza, di timore, di riverenza, di gratitudine, di speranza nell’avvenire, e forse di altri elementi. Nessuna creatura potrebbe provare un’emozione tanto complessa, senza che le sue facoltà morali e intellettuali abbiano raggiunto una certa elevatezza. Nondimeno noi vediamo qualche lontano barlume di questo stato della mente nel profondo amore del cane per suo padrone, unito ad una piena sottomissione, un po’ di timore e forse altri sentimenti. Il contegno di un cane quando ritorna il suo padrone dopo un’assenza, e, posso anche aggiungere, quello di una scimmia verso il suo diletto custode, è molto differente da quello che mostrano ad un loro simile. In quest’ultimo caso le dimostrazioni di gioia sono meno intense, ed ogni azione dimostra il sentimento della uguaglianza. Il professore Braubach giunge al punto di asserire che il cane considera il suo padrone come un dio.
--------------------------------------------------------------------------------
E ora vorrei chiudere rispondendo a quest’ultima provocazione/domanda di Primaverino.
Primaverino ha scritto: 7) E tu cosa hai capito? (a parte Marx e la matematica)
Io ho capito che bisogna leggere i pensieri degli altri e poi bisogna cercare di decodificarli! Ed è proprio il lavoro di decodifica che fa affiorare dentro le nostre teste ... il pensiero (non quello banale ma quello) articolato.
Viceversa il cercare il volto della madonna (la verità) nel pensiero della massa è un cercare la conoscenza bypassando la dura fatica del capire!

Tralascio di perdere del tempo nel rispondere agli evidenti deliri che hai messo nero su bianco.
Mi soffermo solo su quest'ultima ulteriore dimostrazione della tua totale incapacità comunicativa.
Se parli chiaro (e magari eviti di scrivere in multicolor che non serve a niente) vedrai che non sarà poi tanto arduo trovare un comune punto di dialogo.
Comunque cosa c'entri "il volto della madonna con la verità e col pensiero della massa bypassando la dura fatica del capire" ( boxed ) lo capisci solo tu.
Buon pro ti faccia.

Il tuo problema (dichiarato) è che sei dislessico.
Solo che a quanto pare anche con la parola scritta non sei messo meglio.
La constatazione della evidentissima confusione che esprimi NON è un attacco alla persona (per quel che ne so puoi essere pure la persona migliore del mondo) ma il cattivo uso della lingua italiana (nel caso tuo davvero pessimo) e il voler insistere nello scrivere interminabili pistolotti etico-morali di cui non si capisce un cazzo (non per cattiva volontà, ma per conclamata constatazione) non aiuta ad uscire dall'impasse nella quale siamo caduti e che Eshtab ha scambiato per litigio, mentre invece è solo una ben più modesta richiesta di chiarimento da parte mia, alla quale non hai mai dato seguito.
Hai capito adesso?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da ToninoScalzo il Gio 22 Mag - 14:57

primaverino ha scritto: ... Hai capito adesso?
Tu non hai mai comunicato nulla e non c’è nulla da capire in quello che dici (a parte le offese). Ed infatti solo una persona ignorante e frivola come te (con il tuo vuoto spinto in testa) potrebbe cercare il dialogo con chi ha più volte etichettato come … "sconclusionato".

Io fossi al tuo posto mi vergognerei di cotanta ignoranza e starei zitto.
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 51
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da primaverino il Gio 22 Mag - 15:02

ToninoScalzo ha scritto:
primaverino ha scritto: ... Hai capito adesso?
Tu non hai mai comunicato nulla e non c’è nulla da capire in quello che dici (a parte le offese). Ed infatti solo una persona ignorante e frivola come te (con il tuo vuoto spinto in testa) potrebbe cercare il dialogo con chi ha più volte etichettato come  … "sconclusionato".

Io fossi al tuo posto mi vergognerei di cotanta ignoranza e starei zitto.

Ma non sei al mio posto quindi fatti i cazzi tuoi.
Ciò premesso non ricordi (o fingi di non ricordare) lo scambio di MP ai tempi di UAAR laddove ti consigliavo (data la tua malattia conclamata) di concentrarti su di un argomento alla volta e di scrivere post brevi onde evitare di mescolare tra loro concetti del tutto non attinenti al discorso.
Dare poi del frivolo e dell'ignorante a chi ricerca un dialogo purchessia, mi pare l'ennesima pisciata fuori dal vaso.
Vabbè siamo abituati.
Cuoci pure nel tuo brodo.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ricordi trasmessi tramite DNA

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum