i forconi

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da primaverino il Dom 15 Dic - 15:16

loonar ha scritto:io se la protesta diventa rivolta e poi rivoluzione so già come andranno le cose
gente con cui condividevi lavoro, bar, sport, vita sociale.... anche amici, perché no?
cominceranno a guardarsi in cagnesco per delle semplici battute
poi scatterà la delazione, l'allontanamento di chi non la pensa come loro
la violenza
i morti
mentre sopra questo banchetto di istinti primordiali spacciati per "sacrosante rivendicazioni" prima e "giusta rivoluzione" dopo
i manovratori si preparano a sfruttare i rivoluzionari che per almeno una ventina e più anni se ne staranno buoni convinti di star meglio
impegnati a commemorare morti
Anche perché i manovratori hanno tutto l'interesse a dividere il malcontento in "giusto" e "sbagliato".
Sul forum Uaar un noto forumista ha detto che i forconi sono solo una massa di stronzi che dopo essersi indebitamente arricchiti evadendo il fisco, adesso si preoccupano dei loro meschini interessi particolari e allora vanno a strepitare contro i partiti a favor di telecamera.
E chi non la pensa come lui (me, per esempio...) ha sicuramente la coda di paglia.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 15:19

stessa cosa che sta accadendo qua

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Dom 15 Dic - 15:35

Poi mi vado a vedere questa chicca su UAAR, ma il punto credo sia questo, il governo Letta si sente forte, eliminato Berlusconi, in realtà si è eliminato da solo, trova in Renzi un appoggio, cosa falsissima perché giocano in casa loro, poi promette cose strabilianti per la ripresa il lavoro, ma in realtà la solita solfa di tipo paternalistico, assistenziale, partendo dal concetto errato che è il governo e la politica che da sviluppo.
I forconi sono i piccoli imprenditori, gli artigiani, i lavoratori non sindacalizzati, cioè tutti quelli da pelare, tenere sotto, che non fanno paura, da terrorizzare con la guardia di finanza, perché ladri, ma soprattutto liberi.
Si li fa incazzare perché liberi, non catalogabili, rozzi, incolti, vitali.
Loro non si accontentano delle caramelle governative, delle assicurazioni abbassate al 4 %, cazzo ti cambia pagare i 20 euro in meno l'anno, di fronte l'IVA al 23, ecc.......
Quindi bisogna fare fronte comune contro di loro, per eternare il Governo dalle tasse al 67 %, dei nobili di stato, delle ISTITUZIONI.
Come la Chiesa Cattolica, avviano la loro nuova controriforma.
Non mi piaceva Grillo, ma ora mi iscrivo ai 5 stelle, il 18 sarò coi forconi, e si mi gira porto un  contributo a CASAPOUND, poi vado a tirare i sassi con i NOTAV.
E BASTA DAI !

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da primaverino il Dom 15 Dic - 15:41

loonar ha scritto:stessa cosa che sta accadendo qua

Mah... L'unica cosa che mi ha perplesso alquanto è stata l'aggregazione di movimenti quali CasaPound e (limitatamente a Torino) l'adesione degli ultras di Juve e Toro che quando c'è da fare a botte coi pulotti gli pare di essere invitati a nozze.
Forse il limite di questo movimento è rappresentato dalla "disabitudine/non abitudine" a far valere le proprie ragioni in piazza, talché ecco appalesarsi (almeno nel caso di CasaPound) di soggetti che intendano mettere il cappello sulla protesta.
L'indignazione di certa sinistra, invece, risale al mai sopito tentativo di mettere il "copyright" sulla protesta di piazza... Cosa loro è.
In definitiva, secondo alcuni è così: se protesti sotto l'egida sinistroide sei legittimato a farlo, poiché il nobile "fine ultimo" è rappresentato dall'interesse collettivo (cioè rivendico i miei diritti anche per te o tuo malgrado... E che ti piaccia o no TI rappresento).
Se lo fai spontaneamente e senza tessera in tasca, allora sei solo un borghesuccio del cazzo che lo fa solo per salvarsi il suo culo.
Evviva la coerenza!

p.s.: che poi, in altri termini, è quello che scrive anche Silvio (che ha postato mentre mi rileggevo e che quoto)

EDIT: @ Silvio
Se vuoi leggere a proposito del mio scambio di vedute col forumista in oggetto, vai nel thread che parla del Movimento 5 stelle.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Dom 15 Dic - 15:49

Il punto è che sono come la Chiesa non riescono a concepire un popoli libero, che non debba passare attraverso una parrocchia, politica, religiosa o sindacale, perché no associazionistica, va bene tutto, ma impecoronato e classificabile.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 16:11

silvio ha scritto:
Non mi piaceva Grillo, ma ora mi iscrivo ai 5 stelle, il 18 sarò coi forconi, e si mi gira porto un  contributo a CASAPOUND, poi vado a tirare i sassi con i NOTAV.
E BASTA DAI !
certamente ti farà bene al morale
molto meno al fisico
per nulla alle tasche

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 16:18

silvio ha scritto:Il punto è che sono come la Chiesa non riescono a concepire un popoli libero, che non debba passare attraverso una parrocchia, politica, religiosa o sindacale, perché no associazionistica, va bene tutto, ma impecoronato e classificabile.
sono anarchico
ma se parlo con quelli di destra mi prendono per comunista
se parlo con quelli di sinistra mi prendono per fascista

la protesta di piazza è opera della massa
e la massa esprime solo istinti atavici e primordiali
pensi che chi è al potere dopo millenni di pratica non sappiano come incanalare questi istinti senza testa?
vatti a riguardare le rivoluzioni e guarda il computo di morti da una parte e dall'altra
e poi guardati i benefici da una parte e dall'altra
lo so che certe cose non entrano facilmente in testa se da sempre sei stato abituato a pensare che le rivoluzioni cambiano l'ordine delle cose e che il popolo ottiene parola con esse
e purtroppo io non ho la capacità di farmi capire
se continuo a parlarne è perchè spero che qualcuno con una dialettica migliore della mia sia stimolato a da questi argomenti e vada a informarsi per poi portare anche il suo contributo a questa mia causa persa

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Dom 15 Dic - 16:22

Tu sei uno spirito libero non c'è dubbio e sicuramente chi protesta e strepita non è animo nobile, concordo, è la massa vorace, la stessa da sempre.
Ma qui si è creata una via senza uscita, quindi in qualche modo va risolta, vincerà il più forte, sicuramente non i forconi.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 16:25

silvio ha scritto:Tu sei uno spirito libero non c'è dubbio e sicuramente chi protesta e strepita non è animo nobile, concordo, è la massa vorace, la stessa da sempre.
Ma qui si è creata una via senza uscita, quindi in qualche modo va risolta, vincerà il più forte, sicuramente non i forconi.

quindi oltre a sfogare gli istinti...

cui prodest?

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Dom 15 Dic - 16:30

E' una via senza uscita, i forconi come casapound e in notav saranno il motivo per una sottile repressione, non sottile in certi casi, ma sfogarsi in questo caso è giusto anche se inutile, magari potessero rovesciare la tirannia di questi falsi democratici.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da Tomhet il Dom 15 Dic - 16:33

Secondo me loo, senza alcuna pretesa si intende, sopravvaluti chi al momento è al potere in Italia.
Quello che dici non è sbagliato, è solo che la storia a mio modesto parere ci dà solo una vaga indicazione di come si evolveranno le cose e la questione è troppo aleatoria data la natura mutevole dell'uomo e della sua socialità.
La società attuale e il Mario Rossi attuale sono diversi da quelli che erano 100 anni fa.
Chi ci comanda in questo momento secondo me non sono abili strateghi pronti a cavalcare l'onda delle proteste, ma gentaglia che ha seguito l'onda dei suoi predecessori nella mala politica e prosegue in questa direzione senza troppe preoccupazioni perché non incontra ostacoli da ormai tantissimi anni.

Non prendere quello che dico come pretese di ragione, sono solo mie impressioni, magari errate.

Tomhet
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2672
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 30.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 16:39

Tomhet ha scritto:Secondo me loo, senza alcuna pretesa si intende, sopravvaluti chi al momento è al potere in Italia.
Quello che dici non è sbagliato, è solo che la storia a mio modesto parere ci dà solo una vaga indicazione di come si evolveranno le cose e la questione è troppo aleatoria data la natura mutevole dell'uomo e della sua socialità.
La società attuale e il Mario Rossi attuale sono diversi da quelli che erano 100 anni fa.
Chi ci comanda in questo momento secondo me non sono abili strateghi pronti a cavalcare l'onda delle proteste, ma gentaglia che ha seguito l'onda dei suoi predecessori nella mala politica e prosegue in questa direzione senza troppe preoccupazioni perché non incontra ostacoli da ormai tantissimi anni.

Non prendere quello che dico come pretese di ragione, sono solo mie impressioni, magari errate.

sono cose esatte quelle che dici
ma quando i giochi dovessero farsi duri
interverrebbero i duri
che in italia ci sono (polizia ed esercito)
comandati dai duri europei attraverso personalità ora nell'ombra ma che al momento giusto sapranno tirar fuori (vedi cosa hanno fatto con Monti, ed esempio)
magari faranno anche fare le rivolte per un po'
faranno insediare un governo di rivoltosi (ipotesi lontanissima e la più rosea possibile per i rivoltosi)
ma all'atto pratico questo governo seguirà, senza rendersene nemmeno conto, per dabbenaggine ed inesperienza, tutti i diktat dell'agenda europea

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Dom 15 Dic - 16:42

silvio ha scritto:E' una via senza uscita, i forconi come casapound e in notav saranno il motivo per una sottile repressione, non sottile in certi casi, ma sfogarsi in questo caso è giusto anche se inutile, magari potessero rovesciare la tirannia di questi falsi democratici.

aleggia di spirito messianico ed escatologico questo tuo post

quando diventi allergico alle credenze (come me) poi non credi più nemmeno alle favole laiche


loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da paolo1951 il Dom 15 Dic - 18:25

kalab99 ha scritto:Ho partecipato in questi giorni a Torino...posso dire solo che l'accusa di fascismo (o altre schematizzazioni e categorizzazioni novecentesche) è ridicola. In piazza c'erano i poveri, o meglio gli impoveriti. Brutti, sporchi, cattivi e ignoranti (così come li descrivono i salottieri specie di "sinistra")
E di grazia perché mai questo non può coniugarsi con l' "accusa di fascismo"?
Dove starebbe la contraddizione?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Dom 15 Dic - 19:48

Do ragione a Kalab, il fascismo non centra molto in questa protesta, perché di fondo è una protesta di tipo liberale, anche se spinta.
Queste persone vogliono uno stato meno "fascista"
Forse non lo sanno nemmeno

@ loo 

hai ragione mi sono buttato per terra

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da paolo1951 il Lun 16 Dic - 8:17

silvio ha scritto:Do ragione a Kalab, il fascismo non centra molto in questa protesta, perché di fondo è una protesta di tipo liberale, anche se spinta.
Queste persone vogliono uno stato meno "fascista"
Forse non lo sanno nemmeno

@ loo 

hai ragione mi sono buttato per terra
Però bisogna distinguere tra "Fascismo a regime" e la protesta che portò il fascismo al potere.
Non dimentichiamo che oltre all'appoggio degli agrari, del Vaticano, di una grossa parte della Confindustria, ecc. Mussolini poté contare anche sul sostegno di liberali come Giolitti e Croce, sul sostegno dei ceti medi ex liberal-mazziniani, e anche di una buona fetta del "proletariato" deluso dal massimalismo inconcludente della sinistra... insomma anche allora la protesta non era propriamente "fascista".

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da paolo1951 il Lun 16 Dic - 8:31

Comunque io non nutro nessuna fiducia in questa protesta perché, aldilà del fatto che ci siano o meno infiltrazioni, elementi fascisti, non si capisce cosa i "forconi" chiedano, quale sia il fine, il programma, cosa si vorrebbe che facesse un nuovo e diverso governo...
Come già quella di Grillo è una protesta che mira a solo a catalizzare tutti gli scontenti, tutti coloro che dicono che "non si può andare avanti così", ma poi... come e dove si dovrebbe andare?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Lun 16 Dic - 11:56

Il programma c'è anche se semplice

http://www.iforconi.it/iforconi/linee-programmatiche.html

Credo che alla fine sia il salviamo le nostre vite e famiglie dalla distruzione, salvare la casa dove si abita ed i mezzi di produzione per il proprio sostentamento, non mi sembra astrazione

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da paolo1951 il Lun 16 Dic - 19:20

silvio ha scritto:Il programma c'è anche se semplice

http://www.iforconi.it/iforconi/linee-programmatiche.html

Credo che alla fine sia il salviamo le nostre vite e famiglie dalla distruzione, salvare la casa dove si abita ed i mezzi di produzione per il proprio sostentamento, non mi sembra astrazione
Per me questo non è un programma... al massimo lo definirei una serie di "belle parole", una fiera dei sogni.
Il discorso Silvio è un altro: lo stato potrebbe senz'altro spendere meglio il pubblico denaro, ma come fare concretamente perché ciò avvenga?
Nel link che tu hai postato ci sono tanti buoni propositi, per esempio "LA VALORIZZAZIONE DEL PUBBLICO IMPIEGO"  carneval ... ma mica si spiega come sia possibile farlo con le truppe attualmente a disposizione! Truppe che per inciso nessuno vuole "congedare" per sostituirle con soldati migliori.
E comunque per risolvere la situazione non basta spendere meglio, bisogna per prima cosa spendere molto meno, dove molto significa almeno un centinaio di miliardi.
E togli pure "vitalizi, rimborsi, auto blu, benefit di vario tipo" di tutti i politici sei sempre ben lontano da questa cifra.
Ci vuole qualcosa che nessuno ha il coraggio di sostenere e cioè tagli alle pensioni (via il sistema retributivo per tutti), tagli alla sanità (la gran massa deve tornare a pagarsi le medicine), tagli alla pubblica istruzione (tanto visto i risultati che si ottengono...), tagli agli ammortizzatori sociali (CIG, quella straordinaria in particolare), tagli alla pubblica amministrazione (molto personale in meno), abolizione dei finanziamenti alle ONLUS, ecc.
Tutte cose che non piacciono a nessuno, soprattutto che nessuno osa proporre.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Lun 16 Dic - 21:35

i tagli alla sanità e all'istruzione non solo li propongono, ma li fanno e sempre maggiori ad ogni finanziaria

fra i tagli da te proposti non vedo quelli al carrozzone immondo della difesa
come mai?
(e si che di sprechi fra palesi e occulti ne fanno a sbafo)

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da paolo1951 il Mar 17 Dic - 7:45

loonar ha scritto:i tagli alla sanità e all'istruzione non solo li propongono, ma li fanno e sempre maggiori ad ogni finanziaria

fra i tagli da te proposti non vedo quelli al carrozzone immondo della difesa
come mai?
(e si che di sprechi fra palesi e occulti ne fanno a sbafo)
Sulla difesa infatti penso che sia opportuno spendere meglio, ma non "tagliare"... idem riguardo alla pubblica sicurezza. Due cose inoltre in cui credo sia veramente necessario il "monopolio di stato".

PS: comunque i "tagli" di cui parli a sanità e istruzione... io in tutta sincerità non li vedo. Almeno guardando al bilancio complessivo e non a singole voci.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da jessica il Mar 17 Dic - 10:28

paolo1951 ha scritto:
loonar ha scritto:i tagli alla sanità e all'istruzione non solo li propongono, ma li fanno e sempre maggiori ad ogni finanziaria

fra i tagli da te proposti non vedo quelli al carrozzone immondo della difesa
come mai?
(e si che di sprechi fra palesi e occulti ne fanno a sbafo)
Sulla difesa infatti penso che sia opportuno spendere meglio, ma non "tagliare"... idem riguardo alla pubblica sicurezza. Due cose inoltre in cui credo sia veramente necessario il "monopolio di stato".

PS: comunque i "tagli" di cui parli a sanità e istruzione... io in tutta sincerità non li vedo. Almeno guardando al bilancio complessivo e non a singole voci.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da loonar il Mar 17 Dic - 15:26

paolo1951 ha scritto:
loonar ha scritto:i tagli alla sanità e all'istruzione non solo li propongono, ma li fanno e sempre maggiori ad ogni finanziaria

fra i tagli da te proposti non vedo quelli al carrozzone immondo della difesa
come mai?
(e si che di sprechi fra palesi e occulti ne fanno a sbafo)
Sulla difesa infatti penso che sia opportuno spendere meglio, ma non "tagliare"... idem riguardo alla pubblica sicurezza. Due cose inoltre in cui credo sia veramente necessario il "monopolio di stato".

PS: comunque i "tagli" di cui parli a sanità e istruzione... io in tutta sincerità non li vedo. Almeno guardando al bilancio complessivo e non a singole voci.

Le Regioni hanno presentato uno studio dettagliato in cui sono stati elencati tutti gli interventi normativi e i tagli che hanno toccato la sanità dal 2010 ad oggi e anche per il futuro. E ad andare a vedere i numeri si scopre che tra una manovra e l’altra dal 2010 e fino al 2015 sono state ridotte le risorse per il finanziamento della sanità per un ammontare di 26 miliardi di euro, se si considerano anche gli ultimi tagli previsti dalla legge di stabilità (-600 milioni per il 2013 e -1 miliardo per il 2014).

Una bella botta, non c’è che dire, anche se, un’analisi più attenta sull’andamento del livello del Fondo sanitario nazionale dal 2010 al 2015 ci dice che rispetto ad un finanziamento da 105.566 miliardi di euro (anno 2010) nel 2015, sempre che non intervengano altre manovre, il Fsn dovrebbe crescere fino a quota 107.716 miliardi (sempre tenendo conto dei tagli dalla legge di stabilità che ancora dev’essere approvata). Certo, l’incremento percentuale del Fsn che si registrava annualmente nei periodi pre crisi è un lontano ricordo ma la crescita del finanziamento della sanità è in ogni caso maggiore rispetto alla crescita del nostro Prodotto interno lordo.
link

L'Italia ha tagliato più di qualsiasi altro Stato europeo sull'istruzione e da Bruxelles arriva una autentica strigliata. "Sono tempi difficili per le finanze nazionali ma abbiamo bisogno di un approccio coerente in tema di investimenti pubblici nell'istruzione e nella formazione poiché questa è la chiave per il futuro dei nostri giovani e per la ripresa di un'economia sostenibile nel lungo periodo". Come dire: la crisi c'è ma occorre capire cosa tagliare. La tirata di orecchie all'Italia arriva direttamente dalla Commissione europea che ha passato in rassegna i bilanci dei 27 Paesi membri scoprendo che negli ultimi tre anno soltanto otto hanno tagliato sull'istruzione. E l'Italia è la prima.

"Se gli Stati membri non investono adeguatamente nella modernizzazione dell'istruzione e delle abilità - ha affermato Androulla Vassiliou, commissario europeo responsabile per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù - ci troveremo sempre più arretrati rispetto ai nostri concorrenti globali e avremo difficoltà ad affrontare il problema della disoccupazione giovanile". Un vero e proprio avvertimento neppure troppo velato al nostro Paese che soprattutto dopo il 2008 - con le riforme Gelmini - ha cominciato a tagliare su scuola e università senza troppi scrupoli e che adesso trova mille difficoltà a gestire e ad uscire dalla crisi economica globale degli ultimi tre anni.

Ma non tutti i Paesi alle prese con la crisi hanno tagliato sull'istruzione. Lussemburgo, Danimarca, Austria, Finlandia, Svezia e Turchia - solo per citare alcuni Stati dell'Ue o candidati a farne parte - nonostante le difficoltà hanno scommesso sulla scuola incrementando le risorse. In testa la Turchia che fa registrare un più 16,5 per cento, seguita dal Lussemburgo col 7,4 per cento in più in appena due anni. Grecia, Italia e Inghilterra in coda. Col nostro Paese che dal 2010 al 2012 ha tagliato il bilancio della scuola - dalla materna alle superiori - del 10,4 per cento. Una sforbiciata accompagnata dal taglio di quasi 100mila cattedre e da un alleggerimento dei conti anche dell'università: meno 9,2 per cento in 24 mesi.

Lo studio della Commissione europea prende in considerazione anche l'impatto dei tagli sul numero di insegnanti, che in Italia - dal 2000 al 2010 - è calato dell'11,1 per cento mentre in Germania si è incrementato del 13,0 per cento. Così com'è avvenuto in Finlandia (più 12,9 per cento), in Svezia (più 21,9 per cento) e Norvegia. L'esecutivo Ue stigmatizza anche gli effetti della crisi sulle buste paga degli insegnanti - che pesano per il 70 per cento della spesa scolastica - congelate o addirittura ridotte in 11 Paesi, Italia compresa.

link

utile link anche questo

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da silvio il Mar 17 Dic - 22:08

paolo1951


Il discorso Silvio è un altro: lo stato potrebbe senz'altro spendere meglio il pubblico denaro, ma come fare concretamente perché ciò avvenga? 


Sicuramente a parole è tutto facile, poi in pratica è un'altra cosa.
Ma  il gioco di Letta e compagnia, Napolitano in prima linea, è dirti di stare buono e non protestare.
Il forcone come il 5 stelle, non ha la soluzione è chiaro, ma è necessario che sia una spinta al cambiamento, cioè il Letta di turno deve sapere che qualcosa deve fare, non può rimanere inerte.
Il punto è che le proposte del governo sono molto blande, una scossa ci vuole.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: i forconi

Messaggio Da compasso il Mer 18 Dic - 15:16

Figurati.....
Oggi Letta e' sicuro di una ripresa del Pil dell'1% nel 2014 e del 2% nel 2015. Non sa di cosa parla.....o pensa che la gente sia all'oscuro di tutto e non viva la crisi sulla propria pelle
Intanto Italcementi annuncia un calo del 60% della sua attività' per quest'anno rispetto al 2012 ed il settore auto accusa un calo del 60% delle immatricolazioni per quest'anno.
Il reddito delle famiglie e' sceso mediamente di 2000 euri ... Siamo ai livelli del 1982 ecc ecc
Insomma continuano a prenderci per il culo.



compasso
-------------
-------------

Numero di messaggi : 137
Età : 55
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 02.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum