Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Paolo il Mer 25 Dic - 19:36

Siamo in uno stato democratico. Gli ordini si eseguono a patto che servano a raggiungere lo scopo per il quale si sta operando. Il militare è solo un dipendente che deve rispettare le regole, e non certo che le deve applicare ciecamente, a prescindere da quali esse siano.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da silvio il Mer 25 Dic - 19:43

Don Roberto ha scritto:Ok imprudenza e quello che vuoi, ma non penso che in quella zona ci fosse una malattia particolare perché altrimenti di certo non avrebbe aiutato la gatta... ce un limite alla bontà,limite che deve essere tenuto in conto se uno fa il militare e ancor più il medico militare.

In quella zona gira la rabbia, una malattia che non da scampo, quindi l'ordine era dovuto al pericolo di contagio, poi la dottoressa ha ricevuto un graffio dalla gatta, personalmente non l'avrei denunciata, poi sicuramente la cosa ha preso una piega esagerata, però in linea teorica non si tratta di semplice sadismo militare.
Pensa che un veterinario è morto per rabbia solo per aver messo una mano nella bocca di una mucca infettata.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 5:07

si tratta si, di "sadismo" militare. non andava redarguita in nessun caso. ma men che meno visto che non è successo nulla. è qui che si vede la differenza tra gli uomini e i caporali (cit. A. de Curtis). quando nel prendere una decisione ci si nasconde dietro a un regolamento-ordine-legge perchè non si hanno gli occhi per vedere cosa è successo, il cuore per capirlo e i coglioni per decidere da soli.

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da loonar il Gio 26 Dic - 5:22

Faria ha scritto:
loonar ha scritto:sono le leggi ad essere sbagliate
non chi le fa rispettare
bastava che la legge ammettesse un'eccezione in caso di pericolo per la vita dell'animale e non staremmo a commentare nulla



Perchè avrebbe dovuto prevedere un'eccezione? sono militari, non veterinari antispecisti.

E poi per quali animali? tutti? solo i mammiferi?
1-perché no?
2-i militari possono evolvere come il resto degli uomini, più lentamente, ma possono
3-tutti (proprio per la 2, altrimenti poi si confondono)

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 5:25

non dico parolacce alle 6.24 ma cazzo, dai... se sei... siilo, il mio dio!  grazieeee

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da loonar il Gio 26 Dic - 5:26

comunqueappoggio airava su tutta la linea

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Faria il Gio 26 Dic - 5:49

airava ha scritto:
Don Roberto ha scritto:Ok imprudenza e quello che vuoi, ma non penso che in quella zona ci fosse una malattia particolare perché altrimenti di certo non avrebbe aiutato la gatta... ce un limite alla bontà,limite che deve essere tenuto in conto se uno fa il militare e ancor più il medico militare.
ma non c'è un limite al rispetto degli ordini e del  regolamento...
l'orine si esegue e non si discute........sempre

ma questo non solo tra i militari, anche tra chi  fa lavori  rischiosi....
deve essere uno status mentis  se vuoi riportare a casa  la buccia.
posso riconoscere  a quel medico di aver agito  per slancio umanitario, posso riconoscergli anche  una bella dose di coraggio se ha scientemente ignorato un ordine sapendo quello che rischiava, ma ha sbagliato dal punto di vista disciplinare.
e nella vita  chi sbaglia paga

Mi pare che in verità ci siano casi in cui il soldato può rifiutare di eseguire un oridine (mi pare in casi ritenga sia contrario alla costituzione e ovviamente al regolamento), ma credo che l'iter sia lo stesso di questo episodio: indagine e processo, poi condanna o assoluzione

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Faria il Gio 26 Dic - 5:51

loonar ha scritto:
Faria ha scritto:
loonar ha scritto:sono le leggi ad essere sbagliate
non chi le fa rispettare
bastava che la legge ammettesse un'eccezione in caso di pericolo per la vita dell'animale e non staremmo a commentare nulla



Perchè avrebbe dovuto prevedere un'eccezione? sono militari, non veterinari antispecisti.

E poi per quali animali? tutti? solo i mammiferi?
1-perché no?
2-i militari possono evolvere come il resto degli uomini, più lentamente, ma possono
3-tutti (proprio per la 2, altrimenti poi si confondono)


1- perché non è il loro compito
2- mi pare tu abbia un pregiudizio verso gli appartenenti alle forze armate
3-se fosse così non potrebbero più adempiere alle loro funzioni

Faria
-------------
-------------

Numero di messaggi : 587
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 06.01.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Griiper McCloubit il Gio 26 Dic - 6:10

Secondo me esistono delle priorità: la vita di un essere umano, in genere, dovrebbe venire prima di quella di un animale. Per cui se nel momento in cui la signora ha deciso di salvare quell'animale non era in pericolo nessun essere umano, la signora ha fatto bene, altrimenti no, semplice.
Poi siccome le priorità non sono per tutti le stesse (per qualcuno il proprio pelosotto a 4 zampe viene prima di tutta la popolazione dell'Africa), per oggettivarle devono essere regolamentate, se non lo sono la questione è lasciata al buon senso.
Se nel regolamento militare non è previsto che NON si debbano soccorrere animali in pericolo, la questione è lasciata al buon senso, mi pare.
E quindi chi ha un pregiudizio verso i militari è chi non crede che abbiano tanto buon senso di decidere quale è la cosa migliore da fare al momento.

Scusate se ho scritto qualcosa di già detto ma non ho letto tutti i post... voi scrivete oggettivamente troppo. Non siete stati a messa, confessate!  carneval 

Buon fine natale a tutti

Griiper McCloubit
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 977
Età : 55
Occupazione/Hobby : in viaggio nello spazio-tempo
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 14.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da loonar il Gio 26 Dic - 6:23

è sempre divertente parlare con uno stereotipo

loonar
----------
----------

Maschile Numero di messaggi : 17394
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da vnd il Gio 26 Dic - 9:00

massi76 ha scritto:la guerra è sempre merda. ottimo, ma non eri un alpino?



Cosa ti fa pensare che un alpino sia un guerrafondaio?




vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 11:12

guerrafondaio? io ho detto alpino, che è un soldato, che ha accettato e imbracciato le armi e ha giurato di usarle. come può uno che ha scelto di usare le armi,  con un fucile in mano rinnegare la guerra? se la guerra ti fa schifo potevi rinnegare le armi, dire no come han fatto tanti. se si facesse tutti la guerra non esisterebbe più....

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Ospite il Gio 26 Dic - 11:15

Griiper McCloubitesistono delle priorità: la vita di un essere umano, in genere, dovrebbe venire prima di quella di un animale. Per cui se nel momento in cui la signora ha deciso di salvare quell'animale non era in pericolo nessun essere umano, la signora ha fatto bene, altrimenti no, semplice. ha scritto:Poi siccome le priorità non sono per tutti le stesse (per qualcuno il proprio pelosotto a 4 zampe viene prima di tutta la popolazione dell'Africa), per oggettivarle devono essere regolamentate, se non lo sono la questione è lasciata al buon senso.
Se nel regolamento militare non è previsto che NON si debbano soccorrere animali in pericolo, la questione è lasciata al buon senso, mi pare.
E quindi chi ha un pregiudizio verso i militari è chi non crede che abbiano tanto buon senso di decidere quale è la cosa migliore da fare al momento
Quoto hai ragione.
Però credo che ci fosse la legge del non venire a contatto con certi animali, lasciare un caso simile al buon senso... Non è buon senso!
Comunque resta un gesto in un certo senso "buono", ovvero doveva avere di sicuro la situazione sotto controllo se si è permessa di fare l'ostetrica con una gatta randagio.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 11:20

era si sotto controllo, se come da lei previsto non è successo nulla... andava premiata, non messa alla gogna!

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da Ospite il Gio 26 Dic - 11:36

In ogni caso bisognerebbe conoscere più particolari della situazione, perché Santa prevenzione mail rischio c'è sempre pure a toccarlo un gatto.. Non sai mai che può succedere
 frusta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da silvio il Gio 26 Dic - 11:48

cerchiamo di capire, i militari all'estero, seguono una serie di direttive, tra cui quelle dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per cui gli animali possono essere curati, non è vietato, ma solo da personale competente.
Cioè i veterinari.
Lei era una anestesista, il veterinario al momento era assente, si perché c'era.
Ora nel regolamento (scusate ma sono stato militare e altro e so di che parlo) OMS ritiene (forse è una cazzata) che anche i graffi dei gatti possono essere letali, quindi se un paracadutista tocca un gatto passi, ma un anestesista no, mette in pericolo chi cura.
Ora sono d'accordo che è una cosa esagerata, ma se voi dovete avere cura della salute di migliaia di persone che rischiano di tutto,  perché basta un niente per fottere un intero reparto, la cura dell'igiene è tutto.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da vnd il Gio 26 Dic - 11:52

massi76 ha scritto:guerrafondaio? io ho detto alpino, che è un soldato, che ha accettato e imbracciato le armi e ha giurato di usarle. come può uno che ha scelto di usare le armi,  con un fucile in mano rinnegare la guerra? se la guerra ti fa schifo potevi rinnegare le armi, dire no come han fatto tanti. se si facesse tutti la guerra non esisterebbe più....

Sulla guerra che è un abuso dei potenti ai danni dei popoli siamo d'accordo?

Quello di armarsi è un metodo  collaudato che pur non riuscendo ad evitare le guerre,se non altro  le rende  meno frequenti.

Altri metodi non ne conosco.


vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da vnd il Gio 26 Dic - 11:54

silvio ha scritto:cerchiamo di capire, i militari all'estero, seguono una serie di direttive, tra cui quelle dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per cui gli animali possono essere curati, non è vietato, ma solo da personale competente.
Cioè i veterinari.
Lei era una anestesista, il veterinario al momento era assente, si perché c'era.
Ora nel regolamento (scusate ma sono stato militare e altro e so di che parlo) OMS ritiene (forse è una cazzata) che anche i graffi dei gatti possono essere letali, quindi se un paracadutista tocca un gatto passi, ma un anestesista no, mette in pericolo chi cura.
Ora sono d'accordo che è una cosa esagerata, ma se voi dovete avere cura della salute di migliaia di persone che rischiano di tutto,  perché basta un niente per fottere un intero reparto, la cura dell'igiene è tutto.


Non fa una piega.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 11:56

cambi discorso? è chiaro che odio la guerra e la considero un sopruso, è chiaro anche che la rifuggo... IO ho fatto l'obiettore, cioè ho giurato di non impugnare armi e indossare divise. tu no. ecco la differenza. vai orgoglioso (almeno cosi sembra) di essere stato un alpino e poi aborri la guerra. ti ho chiesto: non è un controsenso? cosa provo io lo so già...

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da vnd il Gio 26 Dic - 12:17

massi76 ha scritto:cambi discorso? è chiaro che odio la guerra e la considero un sopruso, è chiaro anche che la rifuggo... IO ho fatto l'obiettore, cioè ho giurato di non impugnare armi e indossare divise. tu no. ecco la differenza. vai orgoglioso (almeno cosi sembra) di essere stato un alpino e poi aborri la guerra. ti ho chiesto: non è un controsenso? cosa provo io lo so già...

No. Non è un controsenso.
Mi sembra di aver spiegato perché.

Il non imbracciare armi è meno efficace dell'imbracciarle se l'obiettivo è tutelare la pace.


Si è orgogliosi di essere alpini per un sacco di ragioni. Molte delle quali non hanno nulla a che vedere con il militarismo. Anche perché la maggior parte degli alpini è stata costretta a fare il servizio militare obbligatorio.
Non ultimo il senso di appartenenza.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 12:25

No. Non è un controsenso.

a me sembra di si. se non volevi la guerra bastava dire di no alle armi...

Mi sembra di aver spiegato perché.

si ma non è chiaro...

Il non imbracciare armi è meno efficace dell'imbracciarle se l'obiettivo è tutelare la pace.

già, mi sembri bush (per evitare gli incendi voleva tagliare tutte le piante), senza offesa per bush, s'intende ..  mgreen 

Si è orgogliosi di essere alpini per un sacco di ragioni. Molte delle quali non hanno nulla a che vedere con il militarismo. Anche perché la maggior parte degli alpini è stata costretta a fare il servizio militare obbligatorio.
Non ultimo il senso di appartenenza.

il servizio militare obbligatorio si poteva RIFIUTARE, come ho fatto io. si chiamava obiezione di coscienza. facevi un fogliettino dove dichiaravi il perchè e zack, magicamente non dovevi più fare l'alpino. il senso di appartenenza è una delle specifiche dei militari (onore, patria, dio, appartenenza al corpo... sai, quelle minchiate li). anche far parte della croce bianca mi riempie d'orgoglio, e essere donatore di sangue e di midollo pure. ma non imbraccio le armi, non indosso una divisa (ma un giacchetto catarinfrangente) e soprattutto non punto armi dicendo che son per la pace...

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da vnd il Gio 26 Dic - 14:50

massi76 ha scritto:No. Non è un controsenso.

a me sembra di si. se non volevi la guerra bastava dire di no alle armi...

Mi sembra di aver spiegato perché.

si ma non è chiaro...

Il non imbracciare armi è meno efficace dell'imbracciarle se l'obiettivo è tutelare la pace.

già, mi sembri bush (per evitare gli incendi voleva tagliare tutte le piante), senza offesa per bush, s'intende ..  mgreen 

Si è orgogliosi di essere alpini per un sacco di ragioni. Molte delle quali non hanno nulla a che vedere con il militarismo. Anche perché la maggior parte degli alpini è stata costretta a fare il servizio militare obbligatorio.
Non ultimo il senso di appartenenza.

il servizio militare obbligatorio si poteva RIFIUTARE, come ho fatto io. si chiamava obiezione di coscienza. facevi un fogliettino dove dichiaravi il perchè e zack, magicamente non dovevi più fare l'alpino. il senso di appartenenza è una delle specifiche dei militari (onore, patria, dio, appartenenza al corpo... sai, quelle minchiate li). anche far parte della croce bianca mi riempie d'orgoglio, e essere donatore di sangue e di midollo pure. ma non imbraccio le armi, non indosso una divisa (ma un giacchetto catarinfrangente) e soprattutto non punto armi dicendo che son per la pace...


Ai miei tempi fare l'obiettore non era così semplice.

Per tutto il resto c'è mastercard.

Cari saluti.

[Tanto vedo che non c'è volontà di discutere seriamente di pacifismo, violenza e forze armate.]

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da primaverino il Gio 26 Dic - 15:33

vnd ha scritto:


1) Ai miei tempi fare l'obiettore non era così semplice.

2) Per tutto il resto c'è mastercard.


1) Confermo.
2) Confermo: due miei amici (fratelli e figli di facoltosissimo commercialista) l'hanno "sfangata" così: il primo (obiettore di coscienza) in Crocerossa nella stessa città di residenza...
Il secondo (due figli "obiettori" pareva un eccesso... mgreen ) presso l'Aeronautica militare nella città confinante...

Io invece negli Alpini (come vnd) ma da sfigato qualunque...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da massi76 il Gio 26 Dic - 16:07

fare l'obiettore era ed è sempre stato un giuramento, una cosa seria (che preclude eventuali domande come nei vvff o nei vigili urbani, seppure disarmati). non è mai stato "semplice", è ed era una cosa seria. con colloquio dallo psicanalista dei militari anche ai miei tempi. anche mio padre non l'ha fatto il servizio armato ed erano altri tempi... e c'è sempre stata la possibilità di essere spediti fuori sede. come i militari. e se non è discutere questo di anzi allora che non vuoi parlare con chi non la pensa come te, che fai prima.

massi76
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1385
Località : Massa
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 27.09.12

http://massalinux.forumfree.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aiutò una gatta, processo all’ufficiale Barbara

Messaggio Da primaverino il Gio 26 Dic - 16:20

Molto probabilmente la casistica è varia e il volerla ridurre a poche esemplificazioni, riduttivo.
Fatto sta che all'epoca chi poteva evitava la naja con tutti i mezzi (leciti o illeciti)...
Tuttavia senza voler dubitare del tuo sincero proposito, non credo che aver fatto il militare (per obbligo) e l'essere guerrafondaio stiano sullo stesso piano.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum