quale alternativa alle religioni?

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Dom 20 Apr - 21:51

tomriddle ha scritto:È banale: vivo semplicemente nel rispetto dell'altro. Tu forse non hai capito quando dico che la religione mette il cappello a cose già fatte, in questo caso dal buon senso. Non ho certo bisogno di inventari un dio per rispondere a queste domande. Per quelle più complesse, usare un dio è semplice comodità
Appunto usare Dio è una grandissima comodità! E' come usare il motore a scoppio invece dei pedali. Ma se tu sei ecologista e vuoi usare la biciletta devi sapere, aver la forza di pedalare.
"rispetto dell'altro", "buon senso" sono parole che dicono ancor meno della parola "dio"...
anche su questo forum, a me e a jessica il buon senso dice cose esattamente opposte.
E non è del tutto vero che la religione "mette il cappello a cose già fatte", si forse erano cose già fatte ma anche poco convincenti almeno per la maggior parte delle persone.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Dom 20 Apr - 22:00

Il fatto che Dio ti dia delle risposte e per te possa essere la cosa migliore che ci sia, o quanto altro....non significa che esista. Questo è da dimostrare. Quindi se la fede e la religione ti danno le risposte che cerchi, ben per te. Rimane comunque il fatto che l'esistenza di dio, se a qualcuno può interessare, va dimostrata. Quando ero piccolo attendevo Babbo Natale come la cosa migliore che ci fosse, ma non per questo è mai esistito, o forse sì, ma è da dimostrare. Rispetto è buon senso sono cose tangibili, credere in dio è per definizione di fede, cedere parte della propria intelligenza alla tutela di un essere immaginario: non so quanto ci sia di materialmente utile in esso.
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Dom 20 Apr - 22:16

tomriddle ha scritto:Il fatto che Dio ti dia delle risposte e per te possa essere la cosa migliore che ci sia, o quanto altro....non significa che esista. Questo è da dimostrare. Quindi se la fede e la religione ti danno le risposte che cerchi, ben per te. Rimane comunque il fatto che l'esistenza di dio, se a qualcuno può interessare, va dimostrata. Quando ero piccolo attendevo Babbo Natale come la cosa migliore che ci fosse, ma non per questo è mai esistito, o forse sì, ma è da dimostrare. Rispetto è buon senso sono cose tangibili, credere in dio è per definizione di fede, cedere parte della propria intelligenza alla tutela di un essere immaginario: non so quanto ci sia di materialmente utile in esso.
Scusa ma chi ha detto che Dio esiste?! Io non di certo! Qui l'esistenza di Dio non c'entra proprio una mazza!
Si parlava semmai di coloro che credono in Dio e di coloro che credono nel "buon senso"... gli uni come gli altri "credono" e ritengono di conseguenza che non sia necessario ragionare, domandarsi troppi "perché"... basta per loro sapere che qualcuno (esistente o inesistente) vuole che sia così. Questo qualcuno lo si può chiamare Dio, buon senso, legge naturale, ragione, amore universale, ecc. ecc. ma è sempre sostanzialmente la stessa cosa che non si sa cosa cazzo sia!  carneval
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da primaverino il Dom 20 Apr - 22:48

Ad ognuno la propria stampella?...
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Dom 20 Apr - 23:52

Non puoi mettere sullo stesso piano buon senso e dio, il quale col buon senso non ha nulla a che fare. Se si parlava di coloro che credono in dio, qualcuno starà presupponendo che questo esista e questo sei tu Paolo, visto che lo affermi alla seconda riga del tuo intervento. Se mi affido al buon senso NON credo perché RAGIONO per definizione di buon senso, se credo in dio non ragiono perché ho FEDE e quindi mi FIDO.
La legge naturale è quella che DESCRIVE l'evoluzione dell'universo mediante il caso, dio invece sarebbe una entià con una volontà la quale deciderebbe arbitrariamente le sorti dell'universo. Non vedo come queste due cose possano essere messe in lista assieme. Per questo trovo che la tua frase: "...gli uni come gli altri CREDONO e ritengono di conseguenza che non sia necessario ragionare...." non abbia senso. le parole hanno un senso, diamo loro quello giusto. Quindi per me a seconda di come la penso, ragiono o meno; se credo in cose prive di senso logico non ragiono, se mi baso su cose con senso logico ragiono. Se ragiono non voglio essere messo al pari di quelli che cercano tutele esterne di qualunque tipo (tu mi insegni). Per finire, se ragiono per i fatti miei i "troppi perché " me li pongo, se ho fede no, perché ho le risposte nella fede in QUALCUNO che mi da le risposte e mi evita di ragionare, alla faccia di tutti colo che hanno speso e spendono la vita a trovare soluzioni per il nostro benessere, soluzioni che tutti e dico tutti utilizziamo quotidianamente. Ma tanto poi c'è chi arriva alla fine e ci mette il cappello (è di questo periodo la notizia data dall'uomo più simpatico del pianeta, che Internet è voluto da dio, o da qualunque altra entità, perché è una cosa buona.....)
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Lun 21 Apr - 0:16

Scusa, non esagerare. Se non crede è pedalare, credere è sicuramente più vicino a farsi tirare, che a usare il motore a scoppio. 


paolo1951 ha scritto:
tomriddle ha scritto:È banale: vivo semplicemente nel rispetto dell'altro. Tu forse non hai capito quando dico che la religione mette il cappello a cose già fatte, in questo caso dal buon senso. Non ho certo bisogno di inventari un dio per rispondere a queste domande. Per quelle più complesse, usare un dio è semplice comodità
Appunto usare Dio è una grandissima comodità! E' come usare il motore a scoppio invece dei pedali. Ma se tu sei ecologista e vuoi usare la biciletta devi sapere, aver la forza di pedalare.
"rispetto dell'altro", "buon senso" sono parole che dicono ancor meno della parola "dio"...
anche su questo forum, a me e a jessica il buon senso dice cose esattamente opposte.
E non è del tutto vero che la religione "mette il cappello a cose già fatte", si forse erano cose già fatte ma anche poco convincenti almeno per la maggior parte delle persone.
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Lun 21 Apr - 0:45

primaverino ha scritto:Ad ognuno la propria stampella?...
In effetti non capisco perché mi si voglia affibbiare per forza una stampella!
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Apr - 7:29

tomriddle ha scritto:
primaverino ha scritto:Ad ognuno la propria stampella?...
In effetti non capisco perché mi si voglia affibbiare per forza una stampella!
... io invece in tutta sincerità non ho ancora capito cosa sia il "buon senso"!
O meglio non riesco ad andare più in là di banali spiegazioni, definizioni tautologiche del tipo:
buon senso è ciò che la maggioranza delle persone considerano "buon senso".
Tu sapresti dare una definizione migliore?
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da terl il Lun 21 Apr - 10:53

Il buon senso non c'entra niente.
Se rubi le mie cose e quelle degli altri minacci la sopravvivenza mia o del gruppo in cui viviamo, quindi se ti gira bene vieni solo esiliato e nel peggiore dei casi mutilato o ucciso per essere d'esempio agli altri.
avatar
terl
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 187
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 30.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Apr - 11:14

terl ha scritto:Il buon senso non c'entra niente.
Se rubi le mie cose e quelle degli altri minacci la sopravvivenza mia o del gruppo in cui viviamo, quindi se ti gira bene vieni solo esiliato e nel peggiore dei casi mutilato o ucciso per essere d'esempio agli altri.
Appunto!
Ma allora tutto si riduce ad una questione di rapporti di forza: se tu sei più forte di me mi impedisci con la forza di prendere le "tue cose" (bue, asina, moglie, ecc. come dice la Bibbia), se tu non sei abbastanza forte da solo, fai lega con un gruppo che abbia i tuoi stessi interessi... un gruppo di persone che possiedono come te il bue, l'asina, la moglie...
E se la minaccia di un castigo terreno non basta a scoraggiare del tutto quelli come me, ci aggiungi anche la minaccia di un castigo divino... poi ad abundantia ci aggiungi anche il "buon senso", quel buon senso che io magari non ho, ma che voi invece avete sia in comune tra di voi, sia in comune con il vostro Dio.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Lun 21 Apr - 20:36

Io rilancio aggiungendo cappuccetto Rosso..... boxed
Ma dove stiamo andando tanto da voler infilare per forza qualcosa di esoterico a mere questioni di logica sopravvivenza?
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Lun 21 Apr - 20:39

Insomma tornando alla domanda iniziale:" quale alternativa alle religioni?". Rispondersi NESSUNA. Nel senso che non ho bisogno di alternative a cose inutili (inutili nelle migliore delle cose).
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Apr - 21:38

tomriddle ha scritto:Insomma tornando alla domanda iniziale:" quale alternativa alle religioni?". Rispondersi NESSUNA. Nel senso che non ho bisogno di alternative a cose inutili (inutili nelle migliore delle cose).
Oppure nel senso che senza accorgertene hai già trovato ...un'altra religione, che a te sembra migliore, che magari è effettivamente migliore, ma è pur sempre una religione.
Tornando dunque alla domanda iniziale l'alternativa alle religioni è semplicemente una religione nuova.
Del resto da che mondo è mondo è sempre stato così!
Gli uomini che riescono davvero a far a meno della religione... che accettano per motivi "pratici", o perché così "piace" a loro, una morale che non ha nessun fondamento assoluto sono troppo pochi perché sia possibile in questo mondo fondare, organizzare una società veramente laica.
Gli dei sono tutti "falsi e bugiardi" ma anche necessari.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da Hara2 il Lun 21 Apr - 21:51

matem ha scritto:come atei discutiamo di religione e di prove sull'esistenza di Dio e su quella di personaggi , come Gesù, che hanno ispirato e generato varie religioni  con milioni e milioni di seguaci.
Ma l'ateismo , quale filosofia di vita e di pensiero  propone per essere seguita da una moltitudine di persone?
Quale etica morale propone?
basta solo dichiararsi atei  senza proporre una alternativa alle religioni?
Secondo me l'unica alternativa universale  di base resta comunque  l'amore e il rispetto degli altri e della natura .

Non ho seguito la discussione, ma la morale  a poco a che fare con la contingenza religiosa,  la morale è una sedimentazione di leggi, regole e comportamenti che si sono dimostrati evolutivamente vincenti. E ci entra in testa come l'aria nei polmoni.
Poi il rispettare o meno questa morale cristallizzata con la sua data scaduta è un altro discorso. 


Poi ricordo che esiste il "credere per ragione" e non per fede.
Cioè decidere di credere senza avere il "dono" della fede e sforzarsi di mantenere comportamenti coerenti ai precetti etici disposti dal dio/dei (o anche dichiarazione ONU) scelti
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da Rasputin il Mar 22 Apr - 8:27

paolo1951 ha scritto:[...]
Gli uomini che riescono davvero a far a meno della religione... che accettano per motivi "pratici", o perché così "piace" a loro, una morale che non ha nessun fondamento assoluto sono troppo pochi perché sia possibile in questo mondo fondare, organizzare una società veramente laica.

Può darsi. Però

paolo1951 ha scritto:Gli dei sono tutti "falsi e bugiardi" ma anche necessari.

a che cosa servono, di grazia?  boxed 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50165
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da tomriddle il Mar 22 Apr - 8:48

Forse è come fumare?! wink..
avatar
tomriddle
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 12
Età : 46
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da Rasputin il Mar 22 Apr - 9:08

tomriddle ha scritto:Forse è come fumare?! wink..

Calza abbastanza....a livello sociale però io considero fumare meno dannoso  wink.. 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50165
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da ToninoScalzo il Mar 22 Apr - 9:58

“Paolo1951” ha scritto:Gli dei sono tutti "falsi e bugiardi" ma anche necessari.
“Rasputin” ha scritto: a che cosa servono, di grazia?
Le leggi tutelano gli interessi di chi le fa: la piccola minoranza dei ricchi borghesi (un tempo, la piccola minoranza dei nobili straricchi).
Ora è risaputo che una legge fatta apposta per tutelare i soli interessi di qualcuno è anche una legge fatta apposta per essere a discapito degli interessi di tutti gli altri. Ossia è una legge ingiusta e nessuno (la grande maggioranza dei cittadini) la rispetterebbe.
Allora i ricchi borghesi (un tempo i nobili) che cosa hanno escogitato?
Hanno pensato di stipendiare qualcuno (la milizia) affinché ne imponga il rispetto!
Ma i ricchi borghesi (un tempo i nobili) oltre alla milizia hanno pensato pure a qualcos’altro. Per limitare il conflitto sociale cercano, attraverso le loro stampe e le loro chiese, di far credere a tutti che dietro ogni ingiusta legge c’è l’inconscio volere di tutti …
la democrazia: il volere degli dei.
Ed ecco spiegato a cosa servono gli dei ... "falsi e bugiardi".
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Apr - 10:55

Rasputin ha scritto:...
paolo1951 ha scritto:Gli dei sono tutti "falsi e bugiardi" ma anche necessari.

a che cosa servono, di grazia?  boxed 
Servono a quello che già dicevano certi filosofi della Grecia classica (ben prima che nascessero Cristianesimo e Islam), servono a rendere governabile una società.

E prima ancora dei filosofi greci, furono gli Egizi a utilizzarli per questo scopo (pur in maniera non del tutto consapevole), e fu un Egiziano (da cui il mito di Mosè) a trasmettere la "cosa" agli Ebrei (o meglio a quelli che poi diventeranno il popolo di Israele).

Il panteon egizio aveva un'infinità di divinità, ma su tutte primeggiava questa:

Maat la dea della giustizia a cui il faraone e anche gli altri dei erano sottoposti.
Maat rappresenta l'ordine cosmico, ma anche l'ordine pubblico, la Legge.
Il potere politico assoluto del Faraone è legittimato dal fatto che egli è "l'amato da Maat", e al tempo stesso è limitato da Maat... non tutto ciò che piace al principe, è legge, lo è soltanto se la sua volontà interpreta correttamente quella di Maat... insomma come si dirà più tardi se è conforme alla legge naturale.

A questo punto ritorniamo alla prima parte del discorso, se togli a Maat la sua "divinità", la sua "sacralità", la sua "assolutezza"... se ne fai una semplice convenzione pratica, la stragrande maggioranza degli uomini non avrà per Maat nessun rispetto.

Certo in una società primitiva Maat (o Yahvé, o Allah... il nome chiaramente non ha importanza) sarà a sua volta un Dio rozzo e primitivo, in una società moderna evoluta sarà invece un Dio ben più "spirituale"... magari un'ideale astratto di amore universale, e al limite come la Legge morale (Ragion pratica) del tuo compaesano Kant non prometterà, né minaccerà inferni e/o paradisi. Ma dovrà essere, comunque e sempre, qualcosa di assoluto, cioè in una parola "DIO".

PS: ... non vedi caro Ras lo sdegno, l'orrore di tanti atei quando qualcuno bestemmia la loro Maat?
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da Rasputin il Mar 22 Apr - 17:06

boxed 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50165
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: quale alternativa alle religioni?

Messaggio Da ToninoScalzo il Mar 22 Apr - 17:14

”Paolo1951” ha scritto: ... non vedi caro Ras lo sdegno, l'orrore di tanti atei quando qualcuno bestemmia la loro Maat?
Diciamo che il vero "religioso" è chi crede in un ordine “casto è puro”! Cioè, la vera fede (quella con la f minuscola) è la convinzione di poter porre tutta la nostra fiducia in un ente, al punto da ritenere "criminale" (indegno, ignorante) ogni dubbio altrui.


Grande Paolo!
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum