Topa in caserma

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da silvio il Lun 6 Gen - 12:40

Be la prima guerra mondiale, raccontata da mio nonno, era basata il 30 % dall'amor patrio, il suo caso, 70 % dalla paura delle sanzioni.
I volontari che vogliono il fronte non sono pochi, magari quando raccolgono i pezzi delle vittime, ci ripensano, ma ci sono state guerre ideali, il Risorgimento, le guerre ideologiche, pensa alla guerra di Spagna, dove volontari partivano da tutto il mondo per farsi ammazzare.
Certo l'ufficiale, specie quello di complemento era carne da macello, sicuro quello non si poteva tirare indietro.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da vnd il Lun 6 Gen - 13:46

silvio ha scritto:Be la prima guerra mondiale, raccontata da mio nonno, era basata il 30 % dall'amor patrio, il suo caso, 70 % dalla paura delle sanzioni.
I volontari che vogliono il fronte non sono pochi, magari quando raccolgono i pezzi delle vittime, ci ripensano, ma ci sono state guerre ideali, il Risorgimento, le guerre ideologiche, pensa alla guerra di Spagna, dove volontari partivano da tutto il mondo per farsi ammazzare.
Certo l'ufficiale, specie quello di complemento era carne da macello, sicuro quello non si poteva tirare indietro.


Un conto sono le esperienze individuali, altro conto sono i racconti, fatti a posteriori, non immuni dalla retorica della vittoria.

Poi, si sa, l'essere umano può gestire un numero limitato di informazioni e... non tutto può venirci in mente, non tutto possiamo capire da soli....

Siamo tutti influenzabili e malleabili.

I film della serie band of brothers  eranopreceduti dalla testimonianza dei reduci intervistati e... uno di questi vecchietti diceva che tre ragazzi del suo paese, riformati, si erano suicidati.


In ogni caso, non c'è guerra grazie alla quale il combattente ha mai guadagnato qualcosa dalla vittoria.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da silvio il Lun 6 Gen - 14:01

Si il combattente ha solo avuto paura e anche orgoglio, perché nei reduci c'è sempre un po di orgoglio, di avercela fatta, di aver superato il terrore.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da Rasputin il Lun 6 Gen - 15:49

vnd ha scritto:
Bene. Allora lasciamole a casa.

La sopravvivenza è una cosa seria.

Non possiamo subordinarla ai capricci di una donna che vuol fare il soldato ma che è così poco coerente da pretendere di conservare standard psicofisici inferiori.
Donna che il più delle volte è figlia unica, o la seconda figlia di due figlie femmine ed ha sofferto per anni delle nevrosi dovute al complesso di colpa per non essere nata maschio come, ha sempre creduto o temuto, avrebbero voluto mamma e papà.

Veramente mi pareva di averi fatto degli esempi di compiti per i quali sono più idonee le donne ed altri per i quali lo sono gli uomini, anche nell'ambito militare.

Quanto alle "Nevrosi", beh se esistono non è certo colpa delle vittime, che andrebbero aiutate non penalizzate

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da vnd il Lun 6 Gen - 17:17

silvio ha scritto:Si il combattente ha solo avuto paura e anche orgoglio, perché nei reduci c'è sempre un po di orgoglio, di avercela fatta, di aver superato il terrore.

Infatti...
Diciamo comunque che, a cose fatte, abbiamo tutti la tendenza a fare un po' gli sborroni....

Io, con riferimento alla prima guerra mondiale, più che alla seconda, continuo a domandarmi come non fossero impazziti tutti.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da vnd il Lun 6 Gen - 17:27

Rasputin ha scritto:1.
Veramente mi pareva di averi fatto degli esempi di compiti per i quali sono più idonee le donne ed altri per i quali lo sono gli uomini, anche nell'ambito militare.
2.
Quanto alle "Nevrosi", beh se esistono non è certo colpa delle vittime, che andrebbero aiutate non penalizzate

1.
Beh.... sono indubbiamente più idonee a fare "altro", che non sia il militare.
Specie se la loro presenza mette maggiormente in pericolo la sopravvivenza dei commilitoni maschi.

Per esempio credo che nessuno abbia mai avuto nuilla da ridire in merito alla presenza delle crocerossine o delle prostitute nelle retrovie.


2.
Le nevrosi non si curano assecondando a tutti i costi.
Specie se questa accondiscendenza può danneggiare in qualche modo gli altri.

Mi verrebbe da dire che la maggior parte delle nevrosi si curano meglio con uno schiaffone che con l'eccessiva tolleranza.



vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da Rasputin il Lun 6 Gen - 17:36

OK vnd, dubito che saremo d'accordo su alcuni punti, ma negheresti che in un esercito i compiti organizzativi/logistici/di comunicazione (Per i quali le donne in linea di massima sono più idonee) sono di vitale importanza?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 6 Gen - 17:59

Nemmeno un cecchino donna va bene?

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da vnd il Lun 6 Gen - 18:41

Rasputin ha scritto:OK vnd, dubito che saremo d'accordo su alcuni punti, ma negheresti che in un esercito i compiti organizzativi/logistici/di comunicazione (Per i quali le donne in linea di massima sono più idonee) sono di vitale importanza?

Che le donne siano in linea di massima più idonee degli uomini a svolgere compiti organizzativi/logistici e, soprattutto, di comunicazione è una tua rispettabilissima opinione personale non suffragata da alcuna evidenza scientifica.

Ti dirò.
Io considero la guerra il massimo abuso della classe dominante può fare.
Sono abbastanza radicale in questo.
Quando penso alla  guerra mondiale alle proteste delle suffragette e a menate varie, per esempio, io penso che ogni donna che ha accettato di andare a lavorare in fabbrica, di fatto, ha condannato a morte un suo coetaneo maschio che è stato *costetto* a lasciarle il prosto in fabbbrica per andare a combattere.

Per cosa, poi?

Se avessero vinto i tedeschi ora saremmo costretti ad imparare il tedesco.
Oggi, se vogliamo lavorare, siamo costretti a parlare l'inglese.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da Rasputin il Lun 6 Gen - 18:51

vnd ha scritto:

Che le donne siano in linea di massima più idonee degli uomini a svolgere compiti organizzativi/logistici e, soprattutto, di comunicazione è una tua rispettabilissima opinione personale non suffragata da alcuna evidenza scientifica.


No non lo è. Appena ho un attimo ti do i riferimenti.

PS le opinoni personali non sono affatto "Rispettabilissime" di per sè  wink.. 

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 6 Gen - 19:23

vnd ha scritto:Quando penso alla  guerra mondiale alle proteste delle suffragette e a menate varie, per esempio, io penso che ogni donna che ha accettato di andare a lavorare in fabbrica, di fatto, ha condannato a morte un suo coetaneo maschio che è stato *costetto* a lasciarle il prosto in fabbbrica per andare a combattere.

Scusa, prima dici che le donne non devono andare in guerra. Adesso dici che se le donne lavorano in fabbrica automaticamente condannano un uomo alla guerra. Dove le mettiamo allora? Le lasciamo a casa?

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Topa in caserma

Messaggio Da vnd il Lun 6 Gen - 20:35

Cosworth117 ha scritto:
vnd ha scritto:Quando penso alla  guerra mondiale alle proteste delle suffragette e a menate varie, per esempio, io penso che ogni donna che ha accettato di andare a lavorare in fabbrica, di fatto, ha condannato a morte un suo coetaneo maschio che è stato *costetto* a lasciarle il prosto in fabbbrica per andare a combattere.

Scusa, prima dici che le donne non devono andare in guerra. Adesso dici che se le donne lavorano in fabbrica automaticamente condannano un uomo alla guerra. Dove le mettiamo allora? Le lasciamo a casa?

Mi sarò spiegato male.

La storia del femminismo inglese visse una virulenta impennata delle proteste delle suffragette alla fine della prima guerra mondiale durante la quale le donne erano state chiamate a sostituire i coetanei nelle fabbriche.

Oggi, con lo sfruttamento del lavoro femminile una donna non può più scegliere se fare la casalinga o lavorare. Ai tempi, invece, salari/stipendi consentivano di mantenere una famiglia.
Quindi se fossero rimaste a casa, avrebbero salvato un ragazzo.

Ma... ti dirò... non vedo necessariamente l'opzione "o vai in guerra o lavori"  per le donne.
Non cera nel passato e non c'è oggi.

Fortuna loro.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum