Uscire dall'euro

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sei favorevole all'uscita dall'euro

22% 22% 
[ 2 ]
44% 44% 
[ 4 ]
33% 33% 
[ 3 ]
 
Totale dei voti : 9

Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Mer 22 Gen - 19:58

Giornalettismo: Uscire dall’euro, tutte le bufale: la benzina e le materie prime



"Ogni discussione seria sull’euro e sulle prospettive di tornare a valute nazionali è quasi sempre sabotata da un personaggio che possiede la sua triste comicità: il materiaprimista. Costui parte affermando che la benzina costerà 7 volte tanto che come faremo a comprare le materie prime con la nostra liretta svalutata che poi l’inflazione e quindi il caos, l’alluvione, le pestilenze, le cavallette e via in uno scenario che al confronto l’Apocalisse di San Giovanni sembra una commedia hollywoodiana con happy ending." (continua nel link...)


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da silvio il Mer 22 Gen - 20:32

Secondo me si può uscire dall'euro come no, non è così importante, perché non credo che il motivo della nostra crisi sia l'euro in quanto tale, il vero problema è un sistema politico che non prende le decisioni che servono ad uscire dalla stasi politica ed economica che viviamo.
Guardate le difficoltà ad avere un legge elettorale, figuriamoci il resto.
Per rimaniamo nell'euro, non cambia nulla.

silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Minsky il Mer 22 Gen - 21:29

holubice ha scritto:Giornalettismo: Uscire dall’euro, tutte le bufale: la benzina e le materie prime



"Ogni discussione seria sull’euro e sulle prospettive di tornare a valute nazionali è quasi sempre sabotata da un personaggio che possiede la sua triste comicità: il materiaprimista. Costui parte affermando che la benzina costerà 7 volte tanto che come faremo a comprare le materie prime con la nostra liretta svalutata che poi l’inflazione e quindi il caos, l’alluvione, le pestilenze, le cavallette e via in uno scenario che al confronto l’Apocalisse di San Giovanni sembra una commedia hollywoodiana con happy ending." (continua nel link...)

Non c'è dubbio, con una moneta svalutata pagheremmo carissime materie prime ed energia. È vero che la svalutazione renderebbe più competitivi i nostri prodotti, ma l'industria italiana in questi sei anni di crisi (che in realtà sono 14) è andata affondando sempre più, e ormai è quasi azzerata. Mantenere in attivo la bilancia dei pagamenti diventerebbe impossibile. Ottenere altro credito? Se usciamo dall'euro e torniamo ad una moneta nazionale, svalutata, il debito pubblico rimarrà denominato in euro... il che equivarrebbe a moltiplicare il già enorme buco facendone una voragine capace di superare il valore economico di tutto il patrimonio, pubblico e privato, ancora in mano allo Stato o ai cittadini italiani... vorrebbe dire che ci saremmo magnati l'Italia intera!

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13510
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Cosworth117 il Mer 22 Gen - 22:06

Ho votato l'ultima opzione perché non mi sono ancora documentato sui pro e i contro di un'eventuale uscita. Penso tuttavia che i problemi non siano la moneta unica ma la classe dirigente e la burocrazia. Se questa è marcia, rimane marcia con qualsiasi moneta.

_________________
There's always a plane B!

Meglio due mani operose, che cento bocche che pregano.

Chi conosce, sceglie. Chi crede di conoscere, crede di scegliere.

Cosworth117
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9076
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Dom 28 Dic - 14:34

Ritiro su ...


All'epoca sembrava un'ipotesi accademica. Ora l'evento, più che possibile, forse è divenuto inevitabile.

Secondo voi come finiamo se decidiamo (o decidono) di uscire (o di farci uscire) da questo benedetto euro ...?




holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Dic - 16:16

Ciao a tutti!!! saluto... saluto...  Dopo una assenza ritorno tra voi.

Venendo in argomento ritengo che l'uscita dall'euro, al di la di ogni conseguenza economico/politica/sociale su cui si potrebbe discutere a lungo, ne avrebbe una immediata: la politica e i finanzieri/imprenditori ad essa collegati farebbero festa mandando in malora i più deboli ...come del resto sempre accade. 

Facciamo un semplice ragionamento. Come si finanzia lo spreco e in particolare  lo sperpero pubblico (in tutti i sensi, ovvero assunzioni clientelari, opere inutili, pensioni d'oro, malaffare, vitalizi.....ovvero tutto quello che costa ma che non produce di fatto nulla) ? Negli anni passati stampando moneta e portando l'inflazione a livelli brasiliani. Poi, visto che la lira affondava, hanno avuto la brillante idea di emettere titoli di stato. E così un fiume di denaro "facile" (un pezzo di carta in cambio di denaro) è stato divorato dal malaffare (vedi Craxi=Berlusconi ... e combriccola). Dai e dai gli interessi  salgono e i mercati iniziano a diffidare anche dei titoli di stato italiani, in particolare la Germania che ne ha tanti. E qui iniziano i problemi. Come fare a trovare i soldi? Come fa il parassitismo pubblico a mantenersi? Così arriva Monti che per garantire i privilegi alla casta (con annessi e connessi) riduce le pensioni e aumenta le tasse. Risultato: i più deboli affondano, i consumi diminuiscono, la povertà aumento ...ma banche e privilegi sono salvi! 

E adesso cosa fare? Dove trovare i soldi? Di ridurre le spese non se ne parla, o meglio se ne parla solo ma non si fa nulla, mentre il debito pubblico aumenta. Fino a quando i mercati saranno disponibili a finanziare il debito pubblico? Quale soluzione prendere? Ritorniamo alla lira o meglio alla sovranità monetaria. Si fa partire la macchina che stampa i soldi e il gioco è fatto. Ma è ovvio che è solo una cura sintomatica del problema. Forse darebbe una illusione di benessere che in breve tempo si rivelerebbe un boomerang. Così come è stato il periodo anni 80/90. Ora ne paghiamo le conseguenze.

Di sicuro se uscissimo dall'euro assisteremmo all'assalto alla diligenza! Una pacchia per i politici che non hanno più tra le balle l'unione europea che cerca di imporre un po' di moralità e di buona gestione!! Senza patto di stabilità ogni comune, provincia, regione darebbe il via alla gara allo spreco! Per me l'euro è e rimane l'unica ancora di salvezza che possiamo avere ! Speriamo rimanga.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Rasputin il Dom 28 Dic - 17:05

Paolo ha scritto:Ciao a tutti!!! saluto... saluto...  Dopo una assenza ritorno tra voi.

Venendo in argomento ritengo che l'uscita dall'euro, al di la di ogni conseguenza economico/politica/sociale su cui si potrebbe discutere a lungo, ne avrebbe una immediata: la politica e i finanzieri/imprenditori ad essa collegati farebbero festa mandando in malora i più deboli ...come del resto sempre accade. 

Facciamo un semplice ragionamento. Come si finanzia lo spreco e in particolare  lo sperpero pubblico (in tutti i sensi, ovvero assunzioni clientelari, opere inutili, pensioni d'oro, malaffare, vitalizi.....ovvero tutto quello che costa ma che non produce di fatto nulla) ? Negli anni passati stampando moneta e portando l'inflazione a livelli brasiliani. Poi, visto che la lira affondava, hanno avuto la brillante idea di emettere titoli di stato. E così un fiume di denaro "facile" (un pezzo di carta in cambio di denaro) è stato divorato dal malaffare (vedi Craxi=Berlusconi ... e combriccola). Dai e dai gli interessi  salgono e i mercati iniziano a diffidare anche dei titoli di stato italiani, in particolare la Germania che ne ha tanti. E qui iniziano i problemi. Come fare a trovare i soldi? Come fa il parassitismo pubblico a mantenersi? Così arriva Monti che per garantire i privilegi alla casta (con annessi e connessi) riduce le pensioni e aumenta le tasse. Risultato: i più deboli affondano, i consumi diminuiscono, la povertà aumento ...ma banche e privilegi sono salvi! 

E adesso cosa fare? Dove trovare i soldi? Di ridurre le spese non se ne parla, o meglio se ne parla solo ma non si fa nulla, mentre il debito pubblico aumenta. Fino a quando i mercati saranno disponibili a finanziare il debito pubblico? Quale soluzione prendere? Ritorniamo alla lira o meglio alla sovranità monetaria. Si fa partire la macchina che stampa i soldi e il gioco è fatto. Ma è ovvio che è solo una cura sintomatica del problema. Forse darebbe una illusione di benessere che in breve tempo si rivelerebbe un boomerang. Così come è stato il periodo anni 80/90. Ora ne paghiamo le conseguenze.

Di sicuro se uscissimo dall'euro assisteremmo all'assalto alla diligenza! Una pacchia per i politici che non hanno più tra le balle l'unione europea che cerca di imporre un po' di moralità e di buona gestione!! Senza patto di stabilità ogni comune, provincia, regione darebbe il via alla gara allo spreco! Per me l'euro è e rimane l'unica ancora di salvezza che possiamo avere ! Speriamo rimanga.

Concordo su molto di quanto scrivi (Bentornato! Rimani o che fai?), però di una cosa rimango convinto: l'uscita dall'euro - uno dopo l'altro - di più, se non tutti, i Paesi europei aderentivi rimane il peggiore incubo di banche e grandi lobbies.

Economie più indipendenti (O forse dovrei dire, meno dipendenti) tra loro le rendono meno controllabili, sarebbe un passo indietro per la globalizzazione, fonte della sempre più iniqua distribuzione delle ricchezze a livello mondiale.

Augh ho detto mgreen

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da jessica il Dom 28 Dic - 17:38

ma chi se ne frega dell'euro? tanto a breve finisce il mondo.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Dic - 17:44

Ciao Rasp, si certo che rimango! Per la verità non me ne sono mai andato. Vado un po' a intermittenza !

Circa la questione dell'euro non voglio fare delle valutazioni economiche o politiche. Può essere vero quello che dici ma ritengo che il problema da me esposto sia tale per cui tutto il resto passi in secondo piano. E' come se tu dai dei soldi ad un drogato che non manifesta la minima volontà di smettere  e speri che li usi per curarsi ! Io in Italia non vedo la minima volontà nè politica nè sociale di mettere le cose a posto. La maggior parte  dei soldi che così stamperemmo li useremmo di sicuro per comprarci le dosi e non certo per curarsi. Un immediato benessere del tutto artificiale. 

Non vedo poi perchè discutere di altro. Per me già questo fatto preclude ogni altra possibilità di ulteriori discussioni o valutazioni. I problemi non li risolvi con artifici finanziari. Quelli al massimo sposterebbero il problema da una situazione, da un gruppo di potere o di malaffare ad un altro. Ma la situazione italiana è troppo mal messa per pensare che una semplice operazione finanziaria possa risolvere qualcosa.  Mera illusione!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Rasputin il Dom 28 Dic - 18:00

Paolo ha scritto:Ciao Rasp, si certo che rimango! Per la verità non me ne sono mai andato. Vado un po' a intermittenza !

Circa la questione dell'euro non voglio fare delle valutazioni economiche o politiche. Può essere vero quello che dici ma ritengo che il problema da me esposto sia tale per cui tutto il resto passi in secondo piano. E' come se tu dai dei soldi ad un drogato che non manifesta la minima volontà di smettere  e speri che li usi per curarsi ! Io in Italia non vedo la minima volontà nè politica nè sociale di mettere le cose a posto. La maggior parte  dei soldi che così stamperemmo li useremmo di sicuro per comprarci le dosi e non certo per curarsi. Un immediato benessere del tutto artificiale. 

Non vedo poi perchè discutere di altro. Per me già questo fatto preclude ogni altra possibilità di ulteriori discussioni o valutazioni. I problemi non li risolvi con artifici finanziari. Quelli al massimo sposterebbero il problema da una situazione, da un gruppo di potere o di malaffare ad un altro. Ma la situazione italiana è troppo mal messa per pensare che una semplice operazione finanziaria possa risolvere qualcosa.  Mera illusione!

Secondo me l'errore è continuare a focalizzarsi sulla situazione italiota, che a livello globale conta come un posacenere su una moto wink..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Dom 28 Dic - 19:42

Paolo ha scritto:... Di sicuro se uscissimo dall'euro assisteremmo all'assalto alla diligenza! Una pacchia per i politici che non hanno più tra le balle l'unione europea che cerca di imporre un po' di moralità e di buona gestione!! Senza patto di stabilità ogni comune, provincia, regione darebbe il via alla gara allo spreco! Per me l'euro è e rimane l'unica ancora di salvezza che possiamo avere ! Speriamo rimanga.

Su questo convengo con te. Se c'è qualcosa di buono nell'euro, quello è un controllo terzo ed indipendente sui nostri conti pubblici. Il fatto che, ora, non si possa spendere soldi che non abbiamo, perchè non possiamo stampare a ruota libera moneta, nè possiamo emettere nuovi titoli di stato a debito.

Era cosa che non potevamo fra neanche nel 1980, a dire il vero, ma noi si reagisce sempre con una scrollata di spalle a questi problemi. Come se riguardassero qualche d'un altro.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Dom 28 Dic - 19:45

jessica ha scritto:ma chi se ne frega dell'euro? tanto a breve finisce il mondo.
Ben detto.

Però, Jessica mia, devi riconoscere che ci può mettere del suo nel fare un finimondo ...



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Dic - 20:59

Rasputin ha scritto:
Paolo ha scritto:Ciao Rasp, si certo che rimango! Per la verità non me ne sono mai andato. Vado un po' a intermittenza !

Circa la questione dell'euro non voglio fare delle valutazioni economiche o politiche. Può essere vero quello che dici ma ritengo che il problema da me esposto sia tale per cui tutto il resto passi in secondo piano. E' come se tu dai dei soldi ad un drogato che non manifesta la minima volontà di smettere  e speri che li usi per curarsi ! Io in Italia non vedo la minima volontà nè politica nè sociale di mettere le cose a posto. La maggior parte  dei soldi che così stamperemmo li useremmo di sicuro per comprarci le dosi e non certo per curarsi. Un immediato benessere del tutto artificiale. 

Non vedo poi perchè discutere di altro. Per me già questo fatto preclude ogni altra possibilità di ulteriori discussioni o valutazioni. I problemi non li risolvi con artifici finanziari. Quelli al massimo sposterebbero il problema da una situazione, da un gruppo di potere o di malaffare ad un altro. Ma la situazione italiana è troppo mal messa per pensare che una semplice operazione finanziaria possa risolvere qualcosa.  Mera illusione!

Secondo me l'errore è continuare a focalizzarsi sulla situazione italiota, che a livello globale conta come un posacenere su una moto wink..

Si ma qui si sta parlando dell'Italia. Io sono dell'idea che se la Germania usasse le conchiglie o i soldi del monopoli anzichè l'euro le cose andrebbero bene lo stesso. Il nostro problema è strutturale non formale.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Dom 28 Dic - 21:21

Paolo ha scritto:Si ma qui si sta parlando dell'Italia. Io sono dell'idea che se la Germania usasse le conchiglie o i soldi del monopoli anzichè l'euro le cose andrebbero bene lo stesso. Il nostro problema è strutturale non formale.

I nostri politici, e con essi tutti noi stessi, non aspettavano altro di qualcuno, o qualcosa, a cui addossare delle colpe che sono esclusivamente nostre.

Chi evade? Noi.

Chi percepisce stipendi senza fare un ca$$o? Noi.

Chi corrompe e si fa corrompere? Noi.


Che cos'è che dobbiamo fare? Smetterla con questa austerità autolesionistica ...!


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Dic - 21:27

Holub l'austerità è la conseguenza della nostra situazione. Non sei tu che decidi di uscirne. D'accordo sul resto!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Dom 28 Dic - 21:32

Paolo ha scritto:Holub l'austerità è la conseguenza della nostra situazione. Non sei tu che decidi di uscirne. D'accordo sul resto!

Oh, non c'ho messo la faccina ( mgreen ) perchè pensavo che si capisse lo stesso la mia sottile ironia ...


Questa austerità autolesionistica impostaci dalla burocrazia di Bruxelles.

Toh' così te l'ho infiocchettata meglio ... Sta ca$$a può tornare buona in mille convegni e in mille tribune politiche.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da paolo1951 il Lun 29 Dic - 8:45

holubice ha scritto:
Chi evade? Noi.

Chi percepisce stipendi senza fare un ca$$o? Noi.

Chi corrompe e si fa corrompere? Noi.

Cosa succede Holu... sei riuscito a trovare un posto come pubblico dipendente?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Lun 29 Dic - 14:53

paolo1951 ha scritto:Cosa succede Holu... sei riuscito a trovare un posto come pubblico dipendente?
Per farlo, lo sai meglio di me, dovrei incistarmi in un qualche partito politico, bianco, rosso, o nero non importa, uno vale l'altro. Starci quel tot. di anni a fare il galoppino di questo o quel microsatrapo locale, per poi entrare nella prima infornata utile: in un comune, in una partecipata, in una municipalizzata. Di fatto, se si fa la tara alle bugie statistiche, noi si ha ancora più dipendenti pubblici dell'URSS.

Io, l'ho già ammesso, sono nel novero dei colpevoli. Pur lavorando in una ditta squisitamente privata(ccia), a turno mi/ci è capitato di andare a puntellare e piantonare anche enti pubblici. Se in quell'organico ci fossero state solo persone:

a) Capaci di fare il proprio mestiere. Ovvero quello per cui erano state assunte
b) Intente a voler fare il proprio dovere

... beh, noi quelle fatture non le avremmo staccate. Ed anche il sottoscritto, ed diversi dei miei colleghi, non avremmo percepito reddito. Anzi, ti dirò di più, se sono diversi mesi che lo stipendio non lo vediamo, lo doviamo proprio perchè questo andazzo è crollato.

E' un sistema che, a ben vedere, ha fatto stare bene a tutti. Chi più, chi meno ...


boxed



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da paolo1951 il Lun 29 Dic - 15:25

No, Holu, a noi non ci ha fatto "stare bene". Personalmente in 35 anni avrò complessivamente fatturato ad enti pubblici (è successo molti anni fa) diciamo l'equivalente di 10.000 euro di oggi, cioè lo 0,1%. E sono contentissimo che sia andata così...
Nello stesso tempo ho pagato allo stato una cifra per lo meno 400 volte superiore, ricevendone in cambio ben più danni che utilità.
Sono convinto che se invece dello Stato la controparte fosse stata la mafia... sarei stato trattato meglio!


paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Lun 29 Dic - 15:43

paolo1951 ha scritto:No, Holu, a noi non ci ha fatto "stare bene". Personalmente in 35 anni avrò complessivamente fatturato ad enti pubblici (è successo molti anni fa) diciamo l'equivalente di 10.000 euro di oggi, cioè lo 0,1%. E sono contentissimo che sia andata così...
Nello stesso tempo ho pagato allo stato una cifra per lo meno 400 volte superiore, ricevendone in cambio ben più danni che utilità.
Sono convinto che se invece dello Stato la controparte fosse stata la mafia... sarei stato trattato meglio!

Hummm .....

Una Fiat che costruisce i suoi stabilimenti (tranne Mirafiori) tutti sempre sotto il parallelo della Cassa del Mezzogiorno (leggi: fabbriche, impianti pagati dal contribuente).

Una Olivetti che ottiene tutti gli appalti delle macchine da scrivere (grazie a tangenti e con successivo processo per corruzione).

Mi vengono in mente per prime queste.


Ok, tu hai fatturato lo 0,1%. Ma un dirigente/operaio della Fiat, può aver usufruito dei tuoi servizi. Pagandoti con quei denari. Che hanno fatto solo un passaggio in più.

Anche le tangenti son soldi che vanno in circolo. Il politico ci si compera la villa, il macchinone. E da lavoro al muratore e a quello del lavaggio la domenica. Tutto ci ha fatto brodo. A tutti quanti.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Lun 29 Dic - 15:50

paolo1951 ha scritto:No, Holu, a noi non ci ha fatto "stare bene". Personalmente in 35 anni avrò complessivamente fatturato ad enti pubblici (è successo molti anni fa) diciamo l'equivalente di 10.000 euro di oggi, cioè lo 0,1%. E sono contentissimo che sia andata così...
Oh, adesso che ci penso ...



... hai scritto (qui dentro) di aver acciuffato un lavoretto dal comune giusto qualche mese fa. Ueh, guarda che sta tutto agl'atti ...


mgreen

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da paolo1951 il Lun 29 Dic - 16:11

Dove l'ho scritto?
Se l'ho scritto, o mentivo o forse facevo un esempio sulla questione dell'IVA sulle fatture alla PA.
Non mi costerebbe nulla qui ammetterlo... ma non ho praticamente mai avuto commesse, né ricevuto contributi.
Comunque la cosa è irrilevante per il nostro discorso, e circa il guadagno "indiretto", quello certo non lo posso escludere... ma non è affatto un guadagno: un privato ti paga con i suoi soldi, cioè con i prodotti e i servizi che ha prodotto, un pubblico dipendente invece ti paga con i tuoi soldi, quelli che tu gli hai versato con le tasse!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da paolo1951 il Lun 29 Dic - 16:21

E' il tuo limite Holu: tu metti sullo stesso piano l'evasore fiscale e il fancazzista statale. Solo che il primo mantiene il secondo, con le imposte che pur sempre paga (anche se in misura inferiore a quanto chiede la legge).
Il secondo è proprio "inutile"... anche come cliente, i soldi che mi porta glielo dati io!
Sai la novella del Decamerone... quella del furbone che paga la moglie del creditore per le sue prestazioni sessuali e poi dice al marito guarda che i soldi che ti dovevo li ho già restituiti alla tua consorte.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da holubice il Lun 29 Dic - 18:17

paolo1951 ha scritto:Dove l'ho scritto?
Se l'ho scritto, o mentivo o forse facevo un esempio sulla questione dell'IVA sulle fatture alla PA. ...

Devi fare attenzione a quello che dici. Tutto potrà essere usato contro di te, come nei film ...   mgreen

Si potrebbe risparmiare un miliardo, ma non sembra interessi a nessuno...

Paolo1951 ha scritto:Come saprete i vecchi hanno spesso delle fisse... e poi sono anche rincoglioniti (specie se sono bevitori e fumatori incalliti).
Però voglio proprio raccontare questa... anche se prevedo di far la figura del coglione.
Dunque io ho fatto un lavoro per il comune di .... e oggi gli faccio la fattura.
Sono 10.000 euro di competenze + l'IVA al 22% (2.200 euro) quindi complessivamente fanno 12.200 euro.
Chiaramente non so quando verrò pagato... speriamo fra un anno.
E allora gentilmente il fisco mi esonera dal versare subito (cioè il 16 aprile 2014) questa Iva, questi 2.200 euro, come invece devo fare per le fatture ai clienti "normali", ma mi dice che posso versare il giorno 16 del mese successivo a quello in cui il comune di ... mi avrà pagato.
...


"Dunque se io avessi fatto un lavoro per il comune di ..... e oggi gli facessi"


Sennò c'ha ragione Jessica con la storia della birra ... carneval

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Uscire dall'euro

Messaggio Da paolo1951 il Lun 29 Dic - 18:34

Sì è quello che pensavo... il caso non era mio, al massimo di qualche mio cliente. Ma in realtà era proprio un esempio!
Comunque ti ringrazio di aver nuovamente tirato in ballo l'argomento... è una mia fissa, ma nessuno finora mi ha saputo spiegare perché lo Stato sia così coglione da "rimetterci" tutta quell'IVA... sono miliardi di euro!
Tra l'altro ho sentito di recente qualcuno riproporre al TG questa mia idea... ma anche lui pare non abbia avuto molti "ascoltatori".
Molti suppongo non capiscano neanche di cosa si stia parlando... ma altri lo capiscono benissimo!!!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum