Cosa rende un uomo malvagio?

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Conradine il Ven 7 Feb - 17:18

Qual è la linea di confine tra malvagio - non malvagio secondo voi? Quale azione , pensiero o disposizione dell'animo definisce un uomo malvagio?

Conradine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 21
Età : 31
Località : Veneto
Occupazione/Hobby : occultismo, filosofia, arti marziali, giochi di ruolo
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 17:59

Cosa intendi per "malvagio"?
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da paolo1951 il Ven 7 Feb - 18:07

Il peccato originale ???  carneval 
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da chef75 il Ven 7 Feb - 18:12

Il sadismo.
Un esempio potrebbe essere una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno provando piacere nel farlo.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 18:30

chef75 ha scritto:Il sadismo.
E' una patologia.



Un esempio potrebbe essere una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno provando piacere nel farlo.

Direi, quindi, una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno e rimane indifferente nel farlo


Ma ciò presuppone una mancanza di empatia, la quale, però, non è una dote o una virtù ma una necessità genetica e psicologica.


Altre definizioni?
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Conradine il Ven 7 Feb - 18:41


Cosa intendi per "malvagio"?

Lo sto chiedendo io a voi.

E' una patologia.

Un feticismo, che diventa patologico quando influenza il giudizio e impedisce di percepire correttamente la realtà.

Conradine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 21
Età : 31
Località : Veneto
Occupazione/Hobby : occultismo, filosofia, arti marziali, giochi di ruolo
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da chef75 il Ven 7 Feb - 18:52

Hara2 ha scritto:
chef75 ha scritto:Il sadismo.
E' una patologia.



Un esempio potrebbe essere una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno provando piacere nel farlo.

Direi, quindi, una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno e rimane indifferente nel farlo


Ma ciò presuppone una mancanza di empatia, la quale, però, non è una dote o una virtù ma una necessità genetica e psicologica. 


Altre definizioni?


Che centra se è una patologia?

Che prova piacere o rimane indifferente è la solita cosa, e' l'azione lesiva malvagia..difatti il treccani in una delle definizioni di malvagio cita:  "Di persona, che opera il male compiacendosene o restando indifferente alle conseguenze ch’esso provoca.. "

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Conradine il Ven 7 Feb - 18:57

Ok. Persona che opera il male. Ma la maggior parte delle persone non considera equivalente una piccola azione malvagia (un commento malizioso, un dispetto) ed un'azione grave (omicidio, tortura).
Voglio dire, concettualmente, qual è il limite? E' un modo di pensare, di porsi? E' un'azione reale? Un misto di entrambe le cose?

Un individuo che desidera compiere delle azioni malvagie e non le commette mai, non per sua scelta ma perché non può, si può considerare malvagio?

Conradine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 21
Età : 31
Località : Veneto
Occupazione/Hobby : occultismo, filosofia, arti marziali, giochi di ruolo
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 19:00

chef75 ha scritto:
Hara2 ha scritto:
chef75 ha scritto:Il sadismo.
E' una patologia.



Un esempio potrebbe essere una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno provando piacere nel farlo.

Direi, quindi, una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno e rimane indifferente nel farlo


Ma ciò presuppone una mancanza di empatia, la quale, però, non è una dote o una virtù ma una necessità genetica e psicologica. 


Altre definizioni?


Che centra se è una patologia?

Che prova piacere o rimane indifferente è la solita cosa, e' l'azione lesiva malvagia..difatti il treccani in una delle definizioni di malvagio cita:  "Di persona, che opera il male compiacendosene o restando indifferente alle conseguenze ch’esso provoca.. "
Un uomo non è malvagio se il suo comportamento, appunto, malvagio, deriva da una malattia.
Se trae piacere dal dolore altrui è malato, se è indifferente è un individuo non funzionale alla "specie" umana.

La treccani non si pone problemi etici.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 19:03

Conradine ha scritto:

Un individuo che desidera compiere delle azioni malvagie e non le commette mai, non per sua scelta ma perché non può, si può considerare malvagio?

NO!

Il pensare o desiderare il male come  "peccato", l'intenzione come "cattiveria" è una concezione esclusivamente cristiana, che dio non ha niente da fare che spiare e giudicare la tua anima.
Conta solo l'agire.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da chef75 il Ven 7 Feb - 19:16

Hara2 ha scritto:
chef75 ha scritto:
Hara2 ha scritto:
chef75 ha scritto:Il sadismo.
E' una patologia.



Un esempio potrebbe essere una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno provando piacere nel farlo.

Direi, quindi, una persona che crea deliberatamente un danno a qualcuno e rimane indifferente nel farlo


Ma ciò presuppone una mancanza di empatia, la quale, però, non è una dote o una virtù ma una necessità genetica e psicologica. 


Altre definizioni?


Che centra se è una patologia?

Che prova piacere o rimane indifferente è la solita cosa, e' l'azione lesiva malvagia..difatti il treccani in una delle definizioni di malvagio cita:  "Di persona, che opera il male compiacendosene o restando indifferente alle conseguenze ch’esso provoca.. "
Un uomo non è malvagio se il suo comportamento, appunto, malvagio, deriva da una malattia.
Se trae piacere dal dolore altrui è malato, se è indifferente è un individuo non funzionale alla "specie" umana.

La treccani non si pone problemi etici.

Bene , e chi lo dice che essere malvagi non sia una patologia?

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 19:53

Si, hai ragione, nessuno lo ha detto, comunque  ambedue le fattispecie hanno in comune di non essere evoluzionalmente funzionali.

A mio parere dovremmo "inquadrare" un po' meglio il topic, che così è solo una questione di definizioni.

E per queste basta la treccani e il DSM.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da chef75 il Ven 7 Feb - 20:09

A questo punto bisognerebbe stabilire che intendiamo per malvagita' e chiedere che ne pensa uno psicologo o uno psichiatria di una persona malvagia e se essere malvagi deriva in qualche maniera da una condizione patologica dovuta a qualche fattore scatenante.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Conradine il Ven 7 Feb - 20:27

La morale definisce ciò che è buono e ciò che non lo è. Perlomeno, la maggior parte delle morali fa questo.  Quindi, almeno in teoria, ciascuno dovrebbe avere un'idea abbastanza precisa di cosa sia la malvagità -  a meno che non ritenga che il male non esista affatto.

Conradine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 21
Età : 31
Località : Veneto
Occupazione/Hobby : occultismo, filosofia, arti marziali, giochi di ruolo
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da chef75 il Ven 7 Feb - 20:53

Cio che può sembrare un male per me può benissimo non esserlo per un altro e viceversa.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7695
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 21:53

chef75 ha scritto:A questo punto bisognerebbe stabilire che intendiamo per malvagita' e chiedere che ne pensa uno psicologo o uno psichiatria di una persona malvagia e se essere malvagi deriva in qualche maniera da una condizione patologica dovuta a qualche fattore scatenante.

Anche, i fattori scatenanti la differenziazione/ii sono vari e di diversa natura, psicologici, sociali, fisici, culturali e perfino etnici. Io ho usato il termine "patologico" in senso particolare, cioè come ciò che non è funzionale.

Se il mio comportamento è utile alla sopravvivenza e al benessere della mia famiglia clan tribù villaggio...società il mio non può essere considerato un comportamento malvagio. E in questo caso il termine va quasi a sovrapporsi col termine "perverso"


ConradineLa morale definisce ciò che è buono e ciò che non lo è. Perlomeno, la maggior parte delle morali fa questo.  Quindi, almeno in teoria, ciascuno dovrebbe avere un'idea abbastanza precisa di cosa sia la malvagità -




Quindi basta prendere le definizione che la "nostra" morale ci offre?


Qual è, esiste, una "nostra" morale?
 
a meno che non ritenga che il male non esista affatto.



Certo che, tranne che per i credenti cristiani, il "male" non è un'entità, solo il il papa col suo folle manipolo afferma di credere esiste davvero e si aggira tra noi



chef75 ha scritto:Cio che può sembrare un male per me può benissimo non esserlo per un altro e viceversa.

Se io e te facciamo parte di due gruppi diversi che per "funzionare" non hanno bisogno l'uno dell'altro è così, altrimenti viene a crearsi l'esigenza di accordarci, cioè nascono le regoli e le leggi.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Conradine il Ven 7 Feb - 23:05

Quindi basta prendere le definizione che la "nostra" morale ci offre?


Si, ai fini di questo topic si. Vi sto appunto chiedendo la vostra opinione su cosa sia il male.

Ah, per "male" si può intendere anche un concetto astratto, un'idea. Non necessariamente un'entità o una legge cosmica quindi.

Conradine
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 21
Età : 31
Località : Veneto
Occupazione/Hobby : occultismo, filosofia, arti marziali, giochi di ruolo
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 31.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Hara2 il Ven 7 Feb - 23:09

Conradine ha scritto:
Quindi basta prendere le definizione che la "nostra" morale ci offre?


Si, ai fini di questo topic si. Vi sto appunto chiedendo la vostra opinione su cosa sia il male.

Ah, per "male" si può intendere anche un concetto astratto, un'idea. Non necessariamente un'entità o una legge cosmica quindi.
Così mi sembra facile: ciò che è permesso dalla legge e dagli usi e costumi è"buono" il resto no. Se una legge non piace e  va contro l'opinione maggioritaria si cerca di cambiarla, altrimenti la si viola assumendocene i rischi
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Steerpike il Dom 9 Feb - 7:56

Conradine ha scritto:Quale azione , pensiero o disposizione dell'animo definisce un uomo malvagio?
I vocabolari non sono molto d'aiuto, ma mi sembra che di solito si usi questa parola per designare chi è in conflitto con qualcuno o qualcosa per cui si tifa.
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da paolo1951 il Dom 9 Feb - 9:19

Io credo che qualsiasi giudizio etico (quindi anche quello che stabilisce chi, che cosa è "malvagio") sia soggettivo; è una tautologia ma è malvagio ciò che percepiamo come "malvagio"...
Soggettivo però non tanto in riferimento al singolo individuo, ma alla società in cui l'individuo vive... per cui è malvagio ciò che la società (o almeno la maggior parte di essa) considera malvagio.

Altra considerazione: un tempo quando l'evoluzione dei costumi avveniva molto più lentamente che oggi, individuare il "malvagio" era facile, perché certe regole, certi principi sembravano esistere da sempre e ovunque, oggi invece è quasi impossibile non rendersi conto della loro relatività.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da kalab99 il Dom 9 Feb - 20:23

una lupa che di tutte brame sembiava carca...
avatar
kalab99
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 955
Età : 28
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Studente di medicina, letteratura
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da ros79 il Lun 10 Feb - 14:07

secondo me la domanda , a patto che vogliamo credere ai fini del topic che esista un significato oggettivo del bene e del male, dovrebbe essere invertita: cosa spinge un uomo ad essere buono? insomma.. in natura, vince il più forte, e il più forte non ha pena per i più deboli...il tutto in uno scenario psicologico dove l'egoismo è il fattore principale dell'esistenza.

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 38
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da paolo1951 il Lun 10 Feb - 15:09

ros79 ha scritto:secondo me la domanda , a patto che vogliamo credere ai fini del topic che esista un significato oggettivo del bene e del male, dovrebbe essere invertita: cosa spinge un uomo ad essere buono? insomma.. in natura, vince il più forte, e il più forte non ha pena per i più deboli...il tutto in uno scenario psicologico dove l'egoismo è il fattore principale dell'esistenza.
Empatia o simpatia (che sono più o meno sinonimi).
Siamo buoni infatti solo con i membri del gruppo con cui e in cui ci "riconosciamo" come partecipanti, amici, compagni, camerati...
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Happy il Lun 10 Feb - 16:16

Malvagità:notevole cattiveria morale. Spesso si riferisce a ciò che esercita un'influenza deleteria, perfida o distruttiva.

Happy

Numero di messaggi : 2
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 10.02.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Steerpike il Lun 10 Feb - 16:41

ros79 ha scritto: in natura, vince il più forte, e il più forte non ha pena per i più deboli... [...]
In natura vincono i geni che riescono ad autoperpetrarsi meglio. Le strategie per questo scopo possono benissimo includere -e nei fatti includono- cooperazione con proprie copie ospitate in altri corpi, o anche con organismi estranei.
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa rende un uomo malvagio?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum