Quegli 80 euro di Renzi

Pagina 4 di 33 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 18 ... 33  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino il Mer 2 Lug - 14:49

Il vero problema è che se non si favorisce l'occupazione, lasciare a casa un tot di statali (sempre ammesso che sia la cosa giusta da fare) non serve a niente.
Allo stato attuale delle cose avere un milione di disoccupati in più a cosa servirebbe?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Mer 2 Lug - 15:01

Già questo è un bel problema! Dove troverà l'industria italiana i laureati in scienza della comunicazione, scienze sociali, filosofia, scienze politiche, ecc. di cui ha tanto bisogno? Come faremo ora che sono stati chiusi indispensabili corsi di laurea come: Tecnologie del fitness, Analisi e politiche dello sviluppo locale e regionale, Scienze dell’allevamento, igiene e benessere del cane e del gatto, Verde ornamentale, ricreativo e protettivo, Scienze dell’enogastronomia mediterranea e salute, Scienze per la Pace, Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità, Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace, Allevamento e benessere animale, Scienze e cultura delle Alpi, Ingegneria del cinema, ecc. ecc. ???
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Mer 2 Lug - 15:09

primaverino ha scritto:Il vero problema è che se non si favorisce l'occupazione, lasciare a casa un tot di statali (sempre ammesso che sia la cosa giusta da fare) non serve a niente.
Allo stato attuale delle cose avere un milione di disoccupati in più a cosa servirebbe?
Servirebbe a tante cose caro primaverino, intanto un ex statale disoccupato ci costerebbe, pur con tutti i necessari ammortizzatori sociali, molto meno che uno statale al "lavoro" (si fa per dire...  carneval ).
Secondo, un ex statale disoccupato non può più dare i danni che magari dava prima.
Terzo, dovrebbe finalmente rendersi conto che a vivere sulle spalle della società è lui e non il così detto "evasore" che lo mantiene.
Quarto, io non sono così pessimista come jessica circa gli statali... se fossero costretti moltissimi comincerebbero a lavorare, o anche molti che in realtà fanno già un "secondo lavoro" di nascosto uscirebbero dal sommerso.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino il Mer 2 Lug - 15:13

paolo1951 ha scritto:Già questo è un bel problema! Dove troverà l'industria italiana i laureati in scienza della comunicazione, scienze sociali, filosofia, scienze politiche, ecc. di cui ha tanto bisogno? Come faremo ora che sono stati chiusi indispensabili corsi di laurea come: Tecnologie del fitness, Analisi e politiche dello sviluppo locale e regionale, Scienze dell’allevamento, igiene e benessere del cane e del gatto, Verde ornamentale, ricreativo e protettivo, Scienze dell’enogastronomia mediterranea e salute, Scienze per la Pace, Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità, Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace, Allevamento e benessere animale, Scienze e cultura delle Alpi, Ingegneria del cinema, ecc. ecc. ???

Beh... Qui hai ragione... Mancano solo Figologia e Piciocoltura...  carneval 
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino il Mer 2 Lug - 15:28

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:Il vero problema è che se non si favorisce l'occupazione, lasciare a casa un tot di statali (sempre ammesso che sia la cosa giusta da fare) non serve a niente.
Allo stato attuale delle cose avere un milione di disoccupati in più a cosa servirebbe?
1) Servirebbe a tante cose caro primaverino, intanto un ex statale disoccupato ci costerebbe, pur con tutti i necessari ammortizzatori sociali, molto meno che uno statale al "lavoro" (si fa per dire...  carneval ).
2) Secondo, un ex statale disoccupato non può più dare i danni che magari dava prima.
3) Terzo, dovrebbe finalmente rendersi conto che a vivere sulle spalle della società è lui e non il così detto "evasore" che lo mantiene.
4) Quarto, io non sono così pessimista come jessica circa gli statali... se fossero costretti moltissimi comincerebbero a lavorare, o anche molti che in realtà fanno già un "secondo lavoro" di nascosto uscirebbero dal sommerso.

1) Non ne sono sicuro... Un poliziotto o un infermiere in meno rappresentano un problema vero. Se poi parli di passacarte inutilmente assunti, allora sono con te.
2) Il problema sta "a monte"... I funzionari dell'Agenzia delle entrate che mi hanno dato trentamila euro di multa convenivano con me in merito ad una necessaria riforma dei metodi ispettivi (uno "in toto", l'altro "in parte"...) ma a loro volta mi confidavano di quanto tempo debbano perdere (obbligatoriamente) in scartoffie varie anziché intervenire sul campo e (cosa bella ma improponibile, data la circolarità della condizione in atto) ascoltare eventuali "motu proprio" di contribuenti che dovrebbero poter usufruire di un servizio impensabile in Italia, ovvero il potersi rivolgere alla medesima Agenzia, per consulenze di merito...
Caro amico: è vero che la multa me l'hanno data lo stesso ma l'averli visti concordi con un modesto bottegaio come il sottoscritto mi ha comunque fatto piacere (soddisfazione del menga, ma comunque soddisfazione...)
3) Vai tra' che lo sanno benissimo (alcuni... Altri magari no)
4) Fuori discussione. E' un problema di sistema che può essere risolto solo tramite la volontà politica necessaria... Servono statisti, non pagliacci...
Poi è pur vero che anche la c.d. "informazione" dovrebbe orientare l'opinione pubblica in modo diverso: giusto ieri leggevo sul Fatto Quotidiano (ed. cartacea) una rivoltante intervista a Milena Gabanelli che pur consapevole del problema dell'evasione fiscale (un "mostro" che drena 180 mld/€/anno) insisteva sullì'incremento dell'uso del POS come efficace mezzo di contrasto.
Non ho ancora capito se la signora in questione sia cretina oppure in malafede.
Ma temo entrambe le cose...
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Mer 2 Lug - 15:43

Anche se ti sembrerà strano anch'io sono nettamente favorevole al POS e al denaro elettronico in generale.
L'attuale legge come al solito fa schifo... ma una maggiore diffusione del denaro elettronico potrebbe essere utilissima a due condizioni:
a) "calmierare" gli aggi e le commissioni bancarie
b) non utilizzare la cosa (almeno non dichiaratamente) a fini fiscali... al massimo se ne parlerà quando l'uso del denaro elettronica sarà veramente un'abitudine consolidata.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da primaverino il Mer 2 Lug - 16:14

paolo1951 ha scritto:Anche se ti sembrerà strano anch'io sono nettamente favorevole al POS e al denaro elettronico in generale.
L'attuale legge come al solito fa schifo... ma una maggiore diffusione del denaro elettronico potrebbe essere utilissima a due condizioni:
a) "calmierare" gli aggi e le commissioni bancarie
b) non utilizzare la cosa (almeno non dichiaratamente) a fini fiscali... al massimo se ne parlerà quando l'uso del denaro elettronica sarà veramente un'abitudine consolidata.

Anch'io sono favorevole al "denaro elettronico"...
Nessun rischio di rapina, nessun soldo falso, accredito "sicuro" in banca (una volta mi hanno pagato 150 euro con carta rubata/clonata e tuttavia un mese dopo ho avuto regolare accredito... Fossero stati 150 euro falsi mi attaccavo al cazzo, per dirla col Petrarca).
Però rimane il fatto che degli attuali (stimati) 180 mld di evasione, due terzi (lo dice Landini, mica l'amico dei bottegai) sono appannaggio dei grossi pescicani, mentre il restante "terzo" è appannaggio di noi milioni di rubagalline...

p.s.: Le commissiono bancarie sono l'ultimo dei problemi...

Nel mio settore attualmente stanno così:
Bancomat: 0,8%
Cartasi: 1%
American Express; 1,9% (prima era il 3,5 e infatti non l'accettava più nessuno...)
Diners Club: 3,5% (questi si vede che sono "de coccio"...)

Va detto comunque che TUTTI i possessori di American e Diners hanno almeno una cartasi nel portafogli. Quindi è un falso problema.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da jessica il Mer 2 Lug - 18:17

paolo1951 ha scritto:Già questo è un bel problema! Dove troverà l'industria italiana i laureati in scienza della comunicazione, scienze sociali, filosofia, scienze politiche, ecc. di cui ha tanto bisogno? Come faremo ora che sono stati chiusi indispensabili corsi di laurea come: Tecnologie del fitness, Analisi e politiche dello sviluppo locale e regionale, Scienze dell’allevamento, igiene e benessere del cane e del gatto, Verde ornamentale, ricreativo e protettivo, Scienze dell’enogastronomia mediterranea e salute, Scienze per la Pace, Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità, Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace, Allevamento e benessere animale, Scienze e cultura delle Alpi, Ingegneria del cinema, ecc. ecc. ???
vedo che continui imperterrito a parlare di cose che non conosci e, a questo punto, molto probabilmente neanche capisci.
sai che cosa è stato tagliato nelle università italiane?
hai idea di come siano ripartiti i finanziamenti?
sai chi fa ricerca nel nostro paese?
non serve che rispondi, lo si capisce bene: no.
di cosa parli? spiegami solo di cosa cazzo stai parlando.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Mer 2 Lug - 19:01

jessica ha scritto:
paolo1951 ha scritto:Già questo è un bel problema! Dove troverà l'industria italiana i laureati in scienza della comunicazione, scienze sociali, filosofia, scienze politiche, ecc. di cui ha tanto bisogno? Come faremo ora che sono stati chiusi indispensabili corsi di laurea come: Tecnologie del fitness, Analisi e politiche dello sviluppo locale e regionale, Scienze dell’allevamento, igiene e benessere del cane e del gatto, Verde ornamentale, ricreativo e protettivo, Scienze dell’enogastronomia mediterranea e salute, Scienze per la Pace, Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità, Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace, Allevamento e benessere animale, Scienze e cultura delle Alpi, Ingegneria del cinema, ecc. ecc. ???
vedo che continui imperterrito a parlare di cose che non conosci e, a questo punto, molto probabilmente neanche capisci.
sai che cosa è stato tagliato nelle università italiane?
hai idea di come siano ripartiti i finanziamenti?
sai chi fa ricerca nel nostro paese?
non serve che rispondi, lo si capisce bene: no.
di cosa parli? spiegami solo di cosa cazzo stai parlando.
Molte non le so... ma alcune si per esempio l'elenco di corsi di laurea che ho fatto è un elenco non esaustivo ma reale.
Circa la ricerca non mi risulta che dalle università italiane anche prima dei tagli sia uscito un granché.
Per esempio in campo informatico non è uscito proprio nulla!
Per il resto te l'ho già scritto: quando una motore non funziona, non è che mettendoci più benzina... si ottenga di farlo funzionare, semplicemente si spreca benzina.

PS: questo anche se il benzinaio sostiene logicamente il contrario!
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Mer 2 Lug - 22:38

primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:Il vero problema è che se non si favorisce l'occupazione, lasciare a casa un tot di statali (sempre ammesso che sia la cosa giusta da fare) non serve a niente.
Allo stato attuale delle cose avere un milione di disoccupati in più a cosa servirebbe?
1) Servirebbe a tante cose caro primaverino, intanto un ex statale disoccupato ci costerebbe, pur con tutti i necessari ammortizzatori sociali, molto meno che uno statale al "lavoro" (si fa per dire...  carneval ).
2) Secondo, un ex statale disoccupato non può più dare i danni che magari dava prima.
3) Terzo, dovrebbe finalmente rendersi conto che a vivere sulle spalle della società è lui e non il così detto "evasore" che lo mantiene.
4) Quarto, io non sono così pessimista come jessica circa gli statali... se fossero costretti moltissimi comincerebbero a lavorare, o anche molti che in realtà fanno già un "secondo lavoro" di nascosto uscirebbero dal sommerso.

1) Non ne sono sicuro... Un poliziotto o un infermiere in meno rappresentano un problema vero. Se poi parli di passacarte inutilmente assunti, allora sono con te.
2) Il problema sta "a monte"... I funzionari dell'Agenzia delle entrate che mi hanno dato trentamila euro di multa convenivano con me in merito ad una necessaria riforma dei metodi ispettivi (uno "in toto", l'altro "in parte"...) ma a loro volta mi confidavano di quanto tempo debbano perdere (obbligatoriamente) in scartoffie varie anziché intervenire sul campo e (cosa bella ma improponibile, data la circolarità della condizione in atto) ascoltare eventuali "motu proprio" di contribuenti che dovrebbero poter usufruire di un servizio impensabile in Italia, ovvero il potersi rivolgere alla medesima Agenzia, per consulenze di merito...
Caro amico: è vero che la multa me l'hanno data lo stesso ma l'averli visti concordi con un modesto bottegaio come il sottoscritto mi ha comunque fatto piacere (soddisfazione del menga, ma comunque soddisfazione...)
3) Vai tra' che lo sanno benissimo (alcuni... Altri magari no)
4) Fuori discussione. E' un problema di sistema che può essere risolto solo tramite la volontà politica necessaria... Servono statisti, non pagliacci...
Poi è pur vero che anche la c.d. "informazione" dovrebbe orientare l'opinione pubblica in modo diverso: giusto ieri leggevo sul Fatto Quotidiano (ed. cartacea) una rivoltante intervista a Milena Gabanelli che pur consapevole del problema dell'evasione fiscale (un "mostro" che drena 180 mld/€/anno) insisteva sullì'incremento dell'uso del POS come efficace mezzo di contrasto.
Non ho ancora capito se la signora in questione sia cretina oppure in malafede.
Ma temo entrambe le cose...



La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Mer 2 Lug - 22:39

paolo1951 ha scritto:Anche se ti sembrerà strano anch'io sono nettamente favorevole al POS e al denaro elettronico in generale.
L'attuale legge come al solito fa schifo... ma una maggiore diffusione del denaro elettronico potrebbe essere utilissima a due condizioni:
a) "calmierare" gli aggi e le commissioni bancarie
b) non utilizzare la cosa (almeno non dichiaratamente) a fini fiscali... al massimo se ne parlerà quando l'uso del denaro elettronica sarà veramente un'abitudine consolidata.


E' una truffa... sveglia... ma come fate ancora a fidarvi di Renzi...???

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da jessica il Mer 2 Lug - 22:43

ecco appunto, no.

riguardo il pre riforma ti risulta piuttosto male (ma d'altronde lo sappiamo, eri al pub).

quando il motore non parte perchè non ha benzina, in effetti la soluzione più semplice, invece, sarebbe proprio quella.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Gio 3 Lug - 7:01

novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:Anche se ti sembrerà strano anch'io sono nettamente favorevole al POS e al denaro elettronico in generale.
L'attuale legge come al solito fa schifo... ma una maggiore diffusione del denaro elettronico potrebbe essere utilissima a due condizioni:
a) "calmierare" gli aggi e le commissioni bancarie
b) non utilizzare la cosa (almeno non dichiaratamente) a fini fiscali... al massimo se ne parlerà quando l'uso del denaro elettronica sarà veramente un'abitudine consolidata.


E' una truffa... sveglia... ma come fate ancora a fidarvi di Renzi...???
Che l'attuale legge sia stata fatta solo per fare un regalino alle banche lo so anch'io, ma l'uso del denaro elettronico potrebbe invece essere un'opportunità persino per "ridurre" la rapina che le banche attuano ai nostri danni.
Una transazione, un pagamento con denaro elettronico è in teoria molto meno costosa rispetto all'uso del contante o di altri sistemi "cartacei", è più sicuro e più rapido.
Ancora una volta però la strada maestra non quella dell'imposizione ma della "persuasione", per questo sarebbe efficacissimo fare proprio il contrario di quanto si sta facendo, per esempio invece di sbandierarlo come strumento di lotta all'evasione fiscale, garantire invece che la transazioni fino a una certa cifra (tipo 10.000 euro) non saranno monitorate a fini fiscali e comunque non potranno essere utilizzate per l'accertamento.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Gio 3 Lug - 7:09

jessica ha scritto:ecco appunto, no.

riguardo il pre riforma ti risulta piuttosto male (ma d'altronde lo sappiamo, eri al pub).

quando il motore non parte perchè non ha benzina, in effetti la soluzione più semplice, invece, sarebbe proprio quella.
Certo, solo che nel pubblico non è appunto la benzina a mancare ma tutto il resto!
Tu dimentichi sempre che il pubblico assorbe (e spreca) qualcosa come la metà della ricchezza prodotta dal paese... o meglio ti fa comodo dimenticarlo!

Sei come quelle SS che volevano sottrarre ulteriore materiale rotabile all'esercito tedesco per utilizzarlo nel trasporto degli Ebrei... tantum religio potuit suadere malorum!
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Gio 3 Lug - 7:13

novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Gio 3 Lug - 10:01

paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!


Complimenti per il grande concetto di democrazia ;-)

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Gio 3 Lug - 10:04

paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:Anche se ti sembrerà strano anch'io sono nettamente favorevole al POS e al denaro elettronico in generale.
L'attuale legge come al solito fa schifo... ma una maggiore diffusione del denaro elettronico potrebbe essere utilissima a due condizioni:
a) "calmierare" gli aggi e le commissioni bancarie
b) non utilizzare la cosa (almeno non dichiaratamente) a fini fiscali... al massimo se ne parlerà quando l'uso del denaro elettronica sarà veramente un'abitudine consolidata.


E' una truffa... sveglia... ma come fate ancora a fidarvi di Renzi...???
Che l'attuale legge sia stata fatta solo per fare un regalino alle banche lo so anch'io, ma l'uso del denaro elettronico potrebbe invece essere un'opportunità persino per "ridurre" la rapina che le banche attuano ai nostri danni.
Una transazione, un pagamento con denaro elettronico è in teoria molto meno costosa rispetto all'uso del contante o di altri sistemi "cartacei", è più sicuro e più rapido.
Ancora una volta però la strada maestra non quella dell'imposizione ma della "persuasione", per questo sarebbe efficacissimo fare proprio il contrario di quanto si sta facendo, per esempio invece di sbandierarlo come strumento di lotta all'evasione fiscale, garantire invece che la transazioni fino a una certa cifra (tipo 10.000 euro) non saranno monitorate a fini fiscali e comunque non potranno essere utilizzate per l'accertamento.



Infatti non dovrebbe essere obbligatorio ma una libera scelta... Sono i cittadini che dovevo decidere come utilizzare il proprio denaro e con che mezzi farlo...

Quello che viene da questo governo, come i due precedenti (Monti e Letta), è solo una truffa ai danni degli italiani... Sono dei pazzi e dargli ascolto è ancora più folle...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da jessica il Gio 3 Lug - 10:42

paolo1951 ha scritto:Certo, solo che nel pubblico non è appunto la benzina a mancare ma tutto il resto!
Tu dimentichi sempre che il pubblico assorbe (e spreca) qualcosa come la metà della ricchezza prodotta dal paese... o meglio ti fa comodo dimenticarlo!
paolo, c'è una cosa che non mi stancherò mai di ripetere: l'approccio corretto alla discussione sarebbe quello di formare le proprie idee sulla conoscenza dei fatti e non sulle visioni politiche più o meno fantasiose, adeguando i fatti (presunti) a quello che ci piace sia.

in particolare, quanto dici riguardo le università italiane non ha riscontro alcuno nella realtà (sempre a meno di pensare che tutti gli organismi internazionali siano coinvolti in un mega complotto mondiale ai danni tuoi e per lode e gloria del parassita statale italiano, nel qual caso possiamo tranquillamente interrompere qui la discussione...)

so che è come spiegare la teoria della relatività generale al mio gatto, ma perdiamoci un po' di tempo anche questa volta e vediamo come stanno le cose.

quello che ti serve sapere lo puoi trovare qui:
http://www.oecd.org/edu/eag2013%20%28eng%29--post-B%C3%A0T%2013%2009%202013%20%28eBook%29-XIX.pdf
è il rapporto ocse 2013 sull'istruzione, che considera i trenta e rotti paesi membri.
io ti faccio notare solo un dato:
la spesa per l'università in rapporto al pil vede l'italia terz'utima, meglio solo di ungheria e slovacchi. e mi vieni a parlare di carburante?

ma alla luce di questo dato, mentre praticamente il resto del mondo si rende conto che per migliorare bisogna investire, soprattutto nella ricerca e nell'istruzione, i geni del male che hai votato TAGLIANO. esattamente la ricetta che suggerisci. e infatti siamo penultimi prima dell'ungheria nei tagli effettuati all'istruzione.
ormai a credere che per far fuzionare una cosa bisogna levare la benza siete rimasti solo tu e la gelmini.
arriviamo dunque alla fanfaronata tanto pe' parlà: "non è appunto la benzina a mancare ma tutto il resto!"

pur avendo un basso indicatore di produttività scientifica pro capite, l'italia ha uno dei rate più alti di pubblicazioni per ricercatore (sopra germania, franzia, inghilterra...il fatto è che di ricercatori ce n'è metà che negli altri paesi, quindi il totale sull'intera popolazione fa cagare), e se si va a confrontare la produttività scientifica degli atenei in rapporto alla percentuale del pil dedicato alla ricerca, si ottiene il numero più alto in assoluto. quindi la domanda nasce spontanea: di che cazzo stai parlando? e nasce spontanea anche la risposta: di cose che non conosci.
ma continua pure a pensare che i problemi li risolvi tagliando a cazzo di cane, eh...

già che l'industria italiana è all'ultimo posto per le spese di ricerca, tagli pure quelle pubbliche, che sono già basse rispetto agli altri paesi, e forse ci rimane un ampio margine di guadagno per andare a finanziare cantieri che costano 10 volte il necessario ma tanto nessuno può farci nulla perchè abbiamo tagliato anche le spese per i controlli e vietato le intercettazioni, per non violare la privacy di chi si fa fare pompini al telefono.
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Gio 3 Lug - 13:47

novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!


Complimenti per il grande concetto di democrazia ;-)
Non capisco il nesso con la ... democrazia.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Gio 3 Lug - 15:10

jessica ha scritto:
paolo1951 ha scritto:Certo, solo che nel pubblico non è appunto la benzina a mancare ma tutto il resto!
Tu dimentichi sempre che il pubblico assorbe (e spreca) qualcosa come la metà della ricchezza prodotta dal paese... o meglio ti fa comodo dimenticarlo!
paolo, c'è una cosa che non mi stancherò mai di ripetere: l'approccio corretto alla discussione sarebbe quello di formare le proprie idee sulla conoscenza dei fatti e non sulle visioni politiche più o meno fantasiose, adeguando i fatti (presunti) a quello che ci piace sia....
Va bene jessica, ma i "fatti" sono questi: chi fino a ieri vi pagava la benzina, oggi inizia a non avere più i soldi per farlo... e al limite preferisce rifornire di carburante la sua auto anziché la tua!
Per carità è ancora un fenomeno molto limitato, sostanzialmente il furto o il parassitismo continua quasi quanto prima, come ti scrivevo il 50% del PIL continua ad affluire al pubblico (questo mi sembra che neanche tu riesca a negarlo), ma si capisce che quando il bottino diminuisce anche di poco c'è lo sfigato che rimane a bocca asciutta e allora ecco che costui se la prende con ... non con i suoi compari che non gli danno più la sua fettina di torta ma con i derubati che danno una "resa" minore di prima.
Consolati comunque è possibilissimo che presto ogni ingiustizia cessi, che non ci sia più nulla per nessuno!

PS: proprio nessuno forse no, ma solo per pochissimi come già avviene nella vicina Africa...
già non si doveva proprio abolire il corso di laurea "Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità"  carneval
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da jessica il Gio 3 Lug - 16:08

paolo1951 ha scritto:
Va bene jessica, ma i "fatti" sono questi: chi fino a ieri vi pagava la benzina, oggi inizia a non avere più i soldi per farlo... e al limite preferisce rifornire di carburante la sua auto anziché la tua!
questo succede nella tua visione friedmanberlusconiana della realtà fatta di partite di giro, soldi veri e soldi fasulli, gente che guadagna rubando e gente che ruba lavorando.
in una visione un po' più oggettiva, i tagli fatti e previsti, assieme ai tagli a cazzo che invochi, sono tagli proprio a ciò che serve a TE per poter fare benzina. e neanche te ne rendi conto. qualche governo se ne rende più conto, qualcuno, come il nostro (i nostri) un po' meno.

Per carità è ancora un fenomeno molto limitato, sostanzialmente il furto o il parassitismo continua quasi quanto prima, come ti scrivevo il 50% del PIL continua ad affluire al pubblico (questo mi sembra che neanche tu riesca a negarlo), ma si capisce che quando il bottino diminuisce anche di poco c'è lo sfigato che rimane a bocca asciutta e allora ecco che costui se la prende con ... non con i suoi compari che non gli danno più la sua fettina di torta ma con i derubati che danno una "resa" minore di prima.
Consolati comunque è possibilissimo che presto ogni ingiustizia cessi, che non ci sia più nulla per nessuno!
PS: proprio nessuno forse no, ma solo per pochissimi come già avviene nella vicina Africa...
già non si doveva proprio abolire il corso di laurea "Teoria e Tecniche di Salvezza dell’Umanità"  carneval
si infatti, l'africa è diventata povera per colpa dei troppi finanziamenti alle università africane.  ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah 
avatar
jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6698
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Gio 3 Lug - 20:14

paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!


Complimenti per il grande concetto di democrazia ;-)
Non capisco il nesso con la ... democrazia.


Far sparire che non ci piace con metodi non leciti significa silenziare chi si oppone a chi comanda...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Ven 4 Lug - 16:46

novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!


Complimenti per il grande concetto di democrazia ;-)
Non capisco il nesso con la ... democrazia.


Far sparire che non ci piace con metodi non leciti significa silenziare chi si oppone a chi comanda...
Dipende... se si chiama Tonino Di Pietro capisco che la cosa ti sconvolga, che urti la tua sensibilità di "democratico", ma se invece si chiamasse Bettino Craxi magari sarebbe tutt'altra cosa!
Eppure a ben guardare c'è qualcosa che unisce le due vicende: Bettino l'hanno fatto fuori gli Americani non appena la situazione internazionale ha consentito loro di farlo, come si dice di togliersi i sassolini dalle scarpe ... Tonino invece l'hanno creato dal nulla e poi disfatto quando semplicemente non serviva più.

Però insisto Craxi con tutti i suoi difetti e le sue colpe era un uomo, Tonino solo un quaquaraqua.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da novaragiacomo il Ven 4 Lug - 17:18

paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
novaragiacomo ha scritto:....
La Gabanelli è in malafede. Guardate la fine che ha fatto fare ad Antonio Di Pietro...

E' solo una serva sciocca del PD
Non so a cosa ti riferisci ma se fosse vero che la Gabanelli ha dato il suo contributo a far sparire un simile imbecille (semianalfabeta) dalla scena politica... non possiamo che essergliene grati!


Complimenti per il grande concetto di democrazia ;-)
Non capisco il nesso con la ... democrazia.


Far sparire che non ci piace con metodi non leciti significa silenziare chi si oppone a chi comanda...
Dipende... se si chiama Tonino Di Pietro capisco che la cosa ti sconvolga, che urti la tua sensibilità di "democratico", ma se invece si chiamasse Bettino Craxi magari sarebbe tutt'altra cosa!
Eppure a ben guardare c'è qualcosa che unisce le due vicende: Bettino l'hanno fatto fuori gli Americani non appena la situazione internazionale ha consentito loro di farlo, come si dice di togliersi i sassolini dalle scarpe ... Tonino invece l'hanno creato dal nulla e poi disfatto quando semplicemente non serviva più.

Però insisto Craxi con tutti i suoi difetti e le sue colpe era un uomo, Tonino solo un quaquaraqua.



Anche Bettino Craxi doveva avere gli stessi diritti di Antonio Di Pietro... Nessuno deve silenziare nessuno. Sono i cittadini che devono decidere liberamente e senza condizionamenti da chi farsi rappresentare...

novaragiacomo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 148
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 24.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quegli 80 euro di Renzi

Messaggio Da paolo1951 il Ven 4 Lug - 18:03

novaragiacomo ha scritto:...
Anche Bettino Craxi doveva avere gli stessi diritti di Antonio Di Pietro... Nessuno deve silenziare nessuno. Sono i cittadini che devono decidere liberamente e senza condizionamenti da chi farsi rappresentare...
Questa volta mi trovo pienamente d'accordo con te, "Nessuno deve silenziare nessuno".
Craxi però ha sbagliato, e lo dico anche se personalmente...

Lui aveva ancora la possibilità di farsi "sentire", non doveva scappare ... e forse è stato pure sciocco a fidarsi di Ben Ali.
avatar
paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 66
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 33 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 18 ... 33  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum