La Teoria della Montagna di Merda

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Minsky il Mer 26 Mar - 20:41

Esistono Verità Assolute? La questione è costantemente oggetto di un dibattito filosofico che sembra destinato a non esaurirsi mai. Eppure, basta trovare qualche esempio di Verità Assoluta e l'esistenza delle Verità Assolute sarà dimostrata. Ebbene, per il qualificato pubblico di questo forum, ecco un esempio eclatante di Verità Assoluta:

La Teoria della Montagna di Merda

So bene che questa teoria è arcinota alla grande maggioranza dei frequentatori del forum, ma sembra che alcuni utenti pervenuti qui di recente la ignorino. A loro favore ne ri-propongo una celebre presentazione opera dell'ottimo Uriel Fanelli:

«
Alcune persone godono nel particolare hobby di fare "debunking". Il debunking e' l'abitudine di dimostrare, punto per punto, che le teorie cospirazioniste ( UFO, HAARP, rettiliani & co) siano false. 

Non ho voglia di spiegare che la cosa piu' difficile da dimostrare al mondo sono proprio le verita' piu' semplici, direi quasi gli assiomi, se non fosse che non si dimostrano affatto, ci si limita a constatare che siano assiomi e che siano necessari o presenti , per chi si occupa di matematica inversa. 

Quanto piu' vicini siamo alle evidenze ed agli assiomi, quanto piu' complesso sara' dimostrare qualcosa, nella media. I problemi sulle qualita' di base dei numeri sono quelli che, come la congettura di Riemann, resistono di piu' all'assalto intellettuale dei dimostratori.

Allo stesso modo, dimostrare che nessuna industria farmaceutica ci stia irrorando GRATIS di anticoncezionali perche' agli azionisti piace VENDERLI, e' di una complessita immensa; entrerebbero in gioco Peano e Pareto, e come scrive qualcuno tutti mi darebbero immediatamente del fascista.

Il guaio e' un altro: cento milioni di scimmie che battano tasti a casaccio su cento milioni di macchine da scrivere per cento milioni di anni probabilmente scriveranno l'opera magna della letteratura di ogni tempo e luogo.

Il problema e' che produrranno anche una cataclismica, spaventosa, leviatanica, galattica MONTAGNA DI MERDA.

La proporzione tra le due cose, catastroficamente a favore della merda, e' tale che normalmente si danno le macchine da scrivere in mano a persone delle quali si presume che scriveranno qualcosa di buono.

Il motivo e' molto semplice: se anche le nostre scimmie scrivessero l'opera magna di ogni tempo e di ogni luogo, il tempo necessario a scartare tutte le altre opere sarebbe infame.

Questo e' alla base di quella che io chiamo "la teoria della montagna di merda". Essa dice, in sostanza, che un idiota puo' produrre piu' merda di quanta tu non possa spalarne.

Prendiamo per esempio il famoso motore di Schietti.

Si tratta di una bufala catastrofica; e' vero che i palloncini saliranno in alto, ma per gonfiarli in fondo al cilindro abbiamo usato piu' dell'energia che otterremo.

Questa cosa e' stata fatta presente a Schietti, dicendogli che un certo Boyle e un certo Mariotte hanno detto delle cose sensate qualche tempo fa.

Il risultato e' stato che lo schietti se n'e' uscito con un ulteriore delirio "Schietti dimostra falsa la legge di Boyle-Mariotte".

La cosiddetta dimostrazione consiste nell'introdurre ulteriore complessita': una macchina fatta di due componenti e' difficile da falsificare, una macchina composta da stantuffi, leve, ingranaggi, miliardi di circuiti logici, eccetera, e' dialetticamente impossibile da debunkare completamente, perche' mancano le competenze.

Prendiamo per esempio il processore del vostro PC: si potrebbe dire che possa parlare con l'aldila'. Se siamo ciarlatani, intendo. A quel punto arriverebbe un tizio che lavora in Verilog o in VHDL e ci spiegherebbe che niente in un processore parla con l'aldila'.

La risposta del cialtrone a quel punto sara' qualcosa di relativo alla fisica del silicio. Il guaio e' che a quel punto l'esperto di Verilog esaurisce la sua competenza, perche' la parte al silicio gli e' nota solo in parte (quel tanto che serve a scrivere codice eseguibile dall'hardware nei tempi previsti), ma se andiamo allo stato dell'arte ci saranno esperti di fisica della materia che passano la vita sul silicio, e chi ha visto la modellazione matematica di un singolo nucleo di idrogeno (un delirio di operatori hermitiani) sa bene che "l'atomo di Silicio" non e' per nulla una cosa semplice.

In pratica, se facciamo affermazioni riferite allo stato dell'arte ci vorra' un intero team di esperti per contraddirci, a patto di riferirci ad una complessita' abbastanza grande di fenomeni fisici. Non esiste UNA SOLA persona in grado di discutere allo stato dell'arte di una CPU, ci vuole una squadra intera.

Il problema e' che radunare la suddetta squadra ci costera' uno sforzo immenso rispetto a quello che costa al cialtrone affermare di pingare la madonna in persona attraverso la sua vpn.

In pratica, economicamente parlando vinceranno sempre i cialtroni, perche' la competenza costa piu' dell'incompetenza.

Ma c'e' un motivo di tipo umano che mi impedisce di darmi a quest'attivita'. Il fatto, cioe', che queste persone siano arrabbiate.

Oh, non arrabbiate come mi arrabbio io con il cane se mi scava una pianta di susini per seppellirci il pane. 

Sono arrabbiate come stile di vita, nel senso adleriano del termine.(1) La rabbia per loro e' una condizione permanente, ontologica, e' un metodo di ricerca: la tal cosa e' vera nella misura in cui pensarla sostiene la mia rabbia.

Poiche' molte delle verita' che sono passate alla storia sono state inizialmente scomode(2), queste persone  ritengono che  ogni affermazione  che suscita rabbia sia scomoda, ergo vera. 

Il problema e' che esse non suscitano una vera e propria rabbia, e non sono nella media nemmeno "scomode": si tratta quasi esclusivamente di affermazioni fastidiose. Fastidiose perche' il buon Schietti si ostina ad ammorbare i commenti dei blog di mezzo mondo con la sua parafilosofia.

La strategia di queste persone e' di ammorbare la vita alla gente con la propaganda delle loro idiozie. Poiche' ad un certo punto ricevono una reazione di fastidio, deducono che la loro "verita'" sia "scomoda anziche capire che il problema sta nella loro fastidiosa presenza, e non nella loro scomoda verita'.

Lo scopo e' quello di arrivare ad uno scontro, appunto, rabbioso. E questo e' dovuto molto semplicemente al fatto che , come ho gia' scritto, la rabbia e' la loro condizione esistenziale: rabbia perche' si sentono impotenti di fronte a banche e multinazionali , rabbia perche' non riescono a realizzarsi, rabbia perche' si sentono maltrattati dalla societa', eccetera.

La colpa di tutto questo, ovvero delle loro disgrazie ultime, sta proprio nelle leggende, nei mulini a vento che combattono; e verso i quali rivolgono la loro rabbia. Ma il fatto che la rabbia sia la loro condizione ontologica fa si che essa non sia l'effetto dei mulini a vento,ma la causa.

La loro condizione esistenziale e' di essere arrabbiati, soprattutto, prima di ogni cosa ed a prescindere. Di fatto questi individui si sono aggirati per il mondo , digrignando bile e vomitando odio astioso, con una vocina dentro che chiedeva loro "perche' tanto odio?" 

Perche' tanta ingiustificata rabbia?

Improvvisamente arriva il ciarlatano e gli dice: ecco qui, puoi scegliere tra "sono arrabbiato perche' mi nascondono la verita' sull' 11 settembre", "sono arrabbiato perche' ci stanno uccidendo con le scie chimiche", "sono arrabbiato perche' la free energy viene nascosta al mondo", eccetera.

In altre parole, le teorie cospirazioniste sono solo un vestito, una copertura che serve a dare una motivazione apparente per una rabbia che altrimenti non si spiega; Blondet e' arrabbiato perche' come giornalista e' una sega fritta , perche' non ha credito in alcun ambiente giornalistico serio, denunciare il grande complotto degli ebrei gli serve perche' dire "sono arrabbiato perche' la mia carriera di giornalista e' una montagna di letame" suona male, mentre "sono arrabbiato perche' gli ebrei dominano il mondo e vogliono tagliare un pezzo di pisello a tutti" suona meglio: non contiene un'ammissione di implicito fallimento esistenziale.

Ora, qual'e' la realizzazione massima della rabbia? Contrariamente a quanto si pensa,la massima realizzazione e' la sua stessa diffusione; perche' ogni volta che l'arrabbiato vede che qualcuno si arrabbia con lui trae conferma del fatto che fa bene ad arrabbiarsi, e quando qualcuno si arrabbia contro di lui, ha conferma del fatto che le sue teorie sono scomode (quando invece e' la sua presenza ad essere fastidiosa).

Come scriveva Adler in Psicologia Individuale, "il nevrotico trovera' nella propria nevrosi le energie per sostenere la nevrosi stessa, per quante ne siano necessarie".(3)

O, tradotto in soldoni, essi produrranno sempre piu' rabbia di quanta ne possiate sopportare; piu'  provocazioni di quanto possiate mantenere la calma, piu' fastidio di quanto possiate tollerare: l'energia libidica a loro disposizione, la grandezza della forza che li spinge in questo processo ha la cardinalita' del continuo.

C'e' un solo modo di neutralizzare questa gente: stabilito che lo scopo principe di queste persone sia di perpetuare e di diffondere lo stato di rabbia "a priori" che produce il loro stato esistenziale , il solo modo di fermarli e' di evitare i contatti con loro.

Essi sono profondamente malati, di una malattia invisibile che si chiama rabbia. Lo scopo ultimo di questa malattia e' il contagio, e nient'altro che il contagio ; non cambierebbe nulla nell'esistenza materiale di queste persone se si scoprisse che la CIA ha demolito le torri gemelle, ne' se si scoprisse che gli USA vogliono sacrificare la quinta flotta alla guerra contro l'Iran come dice Blondet, in entrambi i casi la nostra italianissima esistenza ne sarebbe inficiata assai poco, ne sarebbero inficiati poco i nostri successi ed insuccessi personali, eccetera.

Lo scopo ultimo della rabbia e' propagarsi.

E la sua sconfitta e' il fatto che gli altri abbiano una vita serena, gioiosa, per nulla arrabbiata.

Quindi, caro Schietti, ti dico una cosa: il tuo motore funziona alla perfezione, la free energy e' alla portata di tutti , la pila di Zamboni potrebbe produrre energia gratis per tutti,(4)  ma io sono felice  cosi'.

E siccome sono felice, non voglio nulla di quanto dici.

E sempre sia lodato iptables.



(1) Ok, ok. Ho conosciuto psicologi adleriani capaci di mettere a posto ,in pochi mesi, anni di disastri di apprendisti stregoni. Siccome sono un tecnico, la prima cosa che ho fatto e' stata di ficcare le mani nella scatola , e ho letto un sacco di cose di Adler. 

(2) Nella maggior parte dei casi la verita' e' comodissima. Sono salito sulla metro stamattina pensando che mi avrebbe portato qui. Era vero. Sarebbe stato peggio se fosse stato falso, e io sbagliando il senso di marcia mi fossi trovato a Cascina Gobba. In questo caso, la verita' sarebbe comoda mentre la falsita' sarebbe un rompimento di coglioni.

(3) Adler contestava l'affermazione freudiana secondo la quale la rappresentazione della nevrosi di fronte all'analista fosse uno sfogo energetico, un calo libidico sufficiente a fermarla.

(4) Non lo penso davvero, ma si tratta di un'affermazione che Schietti non puo' contestare, visto che gli da' ragione. La sua rabbia non avra' quindi espressione, e il meccanismo di tossicita' della rabbia sara' fermato.
»

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14043
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da ToninoScalzo il Mer 9 Apr - 7:37

Sapere con certezza quando una dichiarazione è falsa …
è una verità assoluta!:
Ogni teoria per noi vera ci impone a ritenere falsa la teoria avversaria.

Sapere con certezza che in Cina non c’è libertà di espressione, mentre da noi quella libertà esiste per davvero …
è una verità assoluta!:
Ogni stato spaccia la propria propaganda come completa (buona e libera)! E teme l’intrusione delle campane “avversarie”, poiché mostrerebbero le reali limitazioni del pacchetto informativo ... sigillato.

Sapere con certezza che l'11 settembre non fu il pretesto per giustificare una guerra al nemico, considerato “santo” il giorno prima …
è una verità assoluta!:
Nell’1980 l’America bandì l’olimpiadi di Mosca poiché bagnate dal sangue delle vittime Afgane. Bisogna ricordare che i media americani definivano la scusa cavalcata dai Russi per giustificare quell’aggressione … indegna! Ossia: << Dobbiamo spodestare il nuovo governo afgano poiché costituito da una banda di terroristi! >>

Sapere con certezza quando una teoria è scientifica (oggettiva) e quando è opinabile (religiose o soggettive) …
è una verità assoluta!:
Il diritto di opinione è una strategia mediatica per tenere a galla l’insostenibile ed è un aggiramento del principio di completezza di Kurt Gödel.
La contraddittorietà di un sistema logicamente coerente, non può essere dimostrata stando all'interno del sistema logico stesso.
In realtà il principio afferma che ogni teoria (scientifica o meno) ci appare vera poiché conseguenza obbligata di un pacchetto d’ipotesi. E se la qualità (completezza) delle informazioni contenute in quel pacchetto ci appare sacra è … presunzione.
--------------------------------------------------------------------------------
In generale, meno autocritica facciamo e più saremo portati a credere di stare … sempre con la ragione e mai non col torto.

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Minsky il Mer 9 Apr - 20:14

ToninoScalzo ha scritto:...
Dunque? Che intendi dire?

giusto per precisare:
I famosissimi (sono due) Teoremi di Kurt Gödel si chiamano comunemente "teoremi di incompletezza".

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14043
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Paolo il Gio 10 Apr - 15:24

Per me Minsky la posizione dei cospirazionisti si fonda sull'ignoranza. La rabbia può essere una conseguenza. Io, per esempio, vedo la stessa cosa con la questione dell'euro. Le cose vanno male, la rabbia sale e l'euro diventa la causa di tutti i mali. Ma nessuno sa realmente perchè dovrebbe essere così. E, anche qui, producono più merda di quanta tu provi a spalarne.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da vnd il Gio 10 Apr - 16:08

Minsky ha scritto:ottimo Uriel Fanelli:

Concordo

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da jessica il Gio 10 Apr - 18:16

sai minsk, anche se non la chiama così, il mio papi considera la meccanica quantistica esattamente alla stregua della tua montagna...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da ToninoScalzo il Gio 10 Apr - 18:24

Minsky ha scritto: Dunque? Che intendi dire?
Che le mie teorie dipendono dall’informazione che mi sono state regate (o sudate) e non da una soggettività che, grazie a dio, il mio governo lascerebbe libera.
In altre parole, certe mie teorie mi sembrano indiscutibili (ovviamente non tutte) perché rispetto alle informazioni che ho io … chiudono un cerchio:  mi sembrano complete!!!
Insomma io mi distinguo dai santi inquisitori non perché sono ateo, ma perché non reputo un pericolo pubblico (un malato mentale) il Galileo che mette in discussione ciò che sembrerebbe indiscutibile.
--------------------------------------------------------------------------------
Minsky ha scritto: (*)"giusto per precisare"]I famosissimi (sono due) Teoremi di Kurt Gödel si chiamano comunemente "teoremi di incompletezza".
Giusto per precisare: io sono un essere umano! Però il contesto lasciava intendere la mia consapevolezza a non poter definire complete le premesse che ho in testa.

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Minsky il Gio 10 Apr - 18:34

jessica ha scritto:sai minsk, anche se non la chiama così, il mio papi considera la meccanica quantistica esattamente alla stregua della tua montagna...
Bhé, la teoria della MdM non è "mia", solo mi sembra una cronaca della realtà così accurata da poterla considerare una verità praticamente assoluta. Inoltre ha anche il pregio di essere estremamente più facile da capire della meccanica quantistica.  wink..

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14043
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da jessica il Gio 10 Apr - 18:45

Minsky ha scritto:
jessica ha scritto:sai minsk, anche se non la chiama così, il mio papi considera la meccanica quantistica esattamente alla stregua della tua montagna...
Bhé, la teoria della MdM non è "mia", solo mi sembra una cronaca della realtà così accurata da poterla considerare una verità praticamente assoluta. Inoltre ha anche il pregio di essere estremamente più facile da capire della meccanica quantistica.  wink..
si, però a parte casi abbastanza terraterra, ho qualche difficoltà a distinguerla dalla semplice complessità di una teoria complessa...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da ToninoScalzo il Ven 11 Apr - 6:59

Improvvisamente arriva il ciarlatano e gli dice: ecco qui, puoi scegliere tra "sono arrabbiato perche' mi nascondono la verita' sull' 11 settembre", "sono arrabbiato perche' ci stanno uccidendo con le scie chimiche", "sono arrabbiato perche' la free energy viene nascosta al mondo", eccetera.

In altre parole, le teorie cospirazioniste sono solo un vestito, una copertura che serve a dare una motivazione apparente per una rabbia che altrimenti non si spiega; Blondet e' arrabbiato perche' come giornalista e' una sega fritta , perche' non ha credito in alcun ambiente giornalistico serio, denunciare il grande complotto degli ebrei gli serve perche' dire "sono arrabbiato perche' la mia carriera di giornalista e' una montagna di letame" suona male, mentre "sono arrabbiato perche' gli ebrei dominano il mondo e vogliono tagliare un pezzo di pisello a tutti" suona meglio: non contiene un'ammissione di implicito fallimento esistenziale.
Tradotto …
In guerra come in amore esistono regole precise che tutti rispettano e solo un teorico cospirazionista o un malato di arrabbiatite acuta potrebbe non capirlo!

Ovviamente il discorso cambia quando la guerra è disonesta o l'amore è truffaldino. In quest'ultimo caso è palese che si cercherà il pretesto ... si dichiarerà il falso.
Eh??? Ma come facciamo a sapere quando una dichiarazione d’amore (/ di guerra) è falsa???
Che domanda!!!  Basta chiederlo a chi ci fa la dichiarazione d'amore (/ di guerra)!!! Più semplice di così ...

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da kalibro20 il Sab 12 Apr - 15:51

Ogni verità è opposta ad un altra.... qualcuno lo diceva ma non ricordo chi, comunque è un concetto che ultimamente mi si presenta spesso davanti. Non ho capito bene cosa vuoi dire alla fine, ma definisci cospiratori un classe e  all'opposto l'altra (debunking) e dove sta la verità non viene fuori, magari hanno torto entrambi o ragione entrambi, chi può mai dirlo cone certezza? Un conoscente che lavora sul campo ricerche di "non si spiega mai chiaramente su cosa" ma che passa ore nei cieli e tra le faccende riguardanti le sice chimiche mi ha detto alcune cose, che viste cosi darebbero ragione ad entrambi, ai cospiratori danno ragione sul rilascio di sostanze chimiche, agli anti cospiratori invece quella che non si tratta dei motivi che espongono, in poche parole pare che alcune sostanze che spargono servono per filtrare i raggi del sole che passano sottili strati di ozono, dove si formano buchi per evitare il riscaldamento e quindi non quanto pensano i cospiratori. mi ha parlato anche di altre cose in merito ad alcuni usi di particolari antenne che emettono onde ELF, anche in questo caso l'utilizzo è vario, uno pare essere quello di sfruttare alcuni punti strategici per riuscire ad intercettare comunicazioni che altrimenti non sarebbe possibile catturare, roba militare, ma non ricordo bene le parole e concetti, vagamente ricordo che disse qualcosa in base ai poli e buco ozono, da dove era possibile intercettare queste comunicazioni, ma si tratta comunque di tecnologie primitive, ifatti dice (non so se è vero) che HAARP è ormai chiuso (altri dicono che ne hanno messe svariate in tutto il pianeta) e abbandonato.

kalibro20
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 37
Località : pt
Occupazione/Hobby : Linux
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.10

http://decusars.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Minsky il Sab 12 Apr - 20:09

ToninoScalzo ha scritto:
Improvvisamente arriva il ciarlatano e gli dice: ecco qui, puoi scegliere tra "sono arrabbiato perche' mi nascondono la verita' sull' 11 settembre", "sono arrabbiato perche' ci stanno uccidendo con le scie chimiche", "sono arrabbiato perche' la free energy viene nascosta al mondo", eccetera.

In altre parole, le teorie cospirazioniste sono solo un vestito, una copertura che serve a dare una motivazione apparente per una rabbia che altrimenti non si spiega; Blondet e' arrabbiato perche' come giornalista e' una sega fritta , perche' non ha credito in alcun ambiente giornalistico serio, denunciare il grande complotto degli ebrei gli serve perche' dire "sono arrabbiato perche' la mia carriera di giornalista e' una montagna di letame" suona male, mentre "sono arrabbiato perche' gli ebrei dominano il mondo e vogliono tagliare un pezzo di pisello a tutti" suona meglio: non contiene un'ammissione di implicito fallimento esistenziale.
Tradotto …
In guerra come in amore esistono regole precise che tutti rispettano e solo un teorico cospirazionista o un malato di arrabbiatite acuta potrebbe non capirlo!

Ovviamente il discorso cambia quando la guerra è disonesta o l'amore è truffaldino. In quest'ultimo caso è palese che si cercherà il pretesto ... si dichiarerà il falso.
Eh??? Ma come facciamo a sapere quando una dichiarazione d’amore (/ di guerra) è falsa???
Che domanda!!!  Basta chiederlo a chi ci fa la dichiarazione d'amore (/ di guerra)!!! Più semplice di così ...
Quello del complottismo è solo un esempio del campo di applicabilità della teoria della MdM. Per ogni e qualsiasi argomentazione che il debunker metta in campo per confutare le ipotesi strampalate del complottista, questo può controbattere con una crescita illimitata ed esponenziale della complessità delle sue ipotesi, rendendo di fatto impossibile confutarle.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14043
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da ToninoScalzo il Sab 12 Apr - 20:46

kalibro20 ha scritto:Ogni verità è opposta ad un altra ...
La MdM è una teoria che parte dal presupposto che sei un imbecille: una persona facilmente abbindolabile! Basta solo saperti ammorbidire, eppoi crederai a qualsiasi cosa.
In fin dei conti è la stessa tattica delle religioni, coccolare l’infante per vendergli una droga:
Un bambino intelligente assai come te, non può certo credere a quelle stupide teorie evoluzionistiche secondo cui l’uomo discenderebbe dalle scimmie! Vero?
In questo caso il cliché è il seguente:
Un bambino intelligente assai come te, non può credere a quei cialtroni che vedono complotti dappertutto, persino dietro l’11 settembre. Vero?
Il problema è: se non è stato un complotto americano, allora è stato un complotto afgano! Ma sempre un complotto è stato!
E poiché Bin Laden non ci ha guadagnato nulla né mai nessuno ha spiegato cosa avrebbe potuto guadagnarci … l’America ci ha guadagnato l’accaparramento dell’Afganistan! E questo è un fatto indiscutibile per davvero!

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Minsky il Sab 12 Apr - 21:39

ToninoScalzo ha scritto:
kalibro20 ha scritto:Ogni verità è opposta ad un altra ...
La MdM è una teoria che parte dal presupposto che sei un imbecille: una persona facilmente abbindolabile! Basta solo saperti ammorbidire, eppoi crederai a qualsiasi cosa.
In fin dei conti è la stessa tattica delle religioni, coccolare l’infante per vendergli una droga:
Un bambino intelligente assai come te, non può certo credere a quelle stupide teorie evoluzionistiche secondo cui l’uomo discenderebbe dalle scimmie! Vero?
In questo caso il cliché è il seguente:
Un bambino intelligente assai come te, non può credere a quei cialtroni che vedono complotti dappertutto, persino dietro l’11 settembre. Vero?
Il problema è: se non è stato un complotto americano, allora è stato un complotto afgano! Ma sempre un complotto è stato!
E poiché Bin Laden non ci ha guadagnato nulla né mai nessuno ha spiegato cosa avrebbe potuto guadagnarci … l’America ci ha guadagnato l’accaparramento dell’Afganistan! E questo è un fatto indiscutibile per davvero!
Acute osservazioni. Qui entra in gioco la "stratificazione dei complotti". Basta fare in modo che le ipotesi complottistiche palesemente deliranti (es. rettiliani) vengano accomunate alle ipotesi plausibili (es. 11 settembre) perché queste ultime siano automaticamente screditate. Nel momento in cui la stessa fonte che sostiene l'ipotesi strampalata entra in argomento sull'ipotesi plausibile, quella plausibile, indifferentemente dalla validità degli elementi proposti, ne viene inesorabilmente sputtanata. Sostanzialmente è questo meccanismo che torna utile al potere quando si tratta di affossare le indagini sulle malefatte del potere stesso.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14043
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Rasputin il Dom 13 Apr - 9:33

Minsky ha scritto:
Acute osservazioni. Qui entra in gioco la "stratificazione dei complotti". Basta fare in modo che le ipotesi complottistiche palesemente deliranti (es. rettiliani) vengano accomunate alle ipotesi plausibili (es. 11 settembre) perché queste ultime siano automaticamente screditate. Nel momento in cui la stessa fonte che sostiene l'ipotesi strampalata entra in argomento sull'ipotesi plausibile, quella plausibile, indifferentemente dalla validità degli elementi proposti, ne viene inesorabilmente sputtanata. Sostanzialmente è questo meccanismo che torna utile al potere quando si tratta di affossare le indagini sulle malefatte del potere stesso.

 quoto.. 

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49545
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Teoria della Montagna di Merda

Messaggio Da Justine il Dom 20 Lug - 4:38

Quando una o più teorie vengono pubblicizzate in modo da creare surmenage emotivo nelle menti di chi non avendo strumenti di discernimento ascolta, si viene a creare una camera anecoica di idiozie in cui ognuno ascolta esclusivamente i propri organi interni ribobolare, nello stesso tempo in cui incolpa la camera per il suo malessere. Ma il malessere è benedizione (parallelismo con "ignorance is blessing") per chi vuole essere intombato nella delusione più feroce che lo conduca come una madrina alla morte.
Qualche giorno fa è giunta la news della chiusura di HAARP, che si fa? Lo si compiange rinsavendo e mettendo i pezzi al loro posto? No, ci si raduna sul forum di Nibiru ad allineare il computo extradotale di boiate a nuove "congetture".
Quando chiunque vuole tenere la mente occupata per sfuggire da altro, inefficienza e sterco vengono prodotti. Non a caso l'allocazione dei talenti e dell'intelligenza è qualcosa che riesce ad una persona su cento o più...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum