85000 esuberi... ???

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da vnd il Mer 2 Apr - 17:12

Daì... Jessica. prima di chiudere fateci una statistica sul perché la gente si sposa, abortisce, mena o uccide il partner o ruba.
Così magari scopriremo come prevenire davvero quel tipo di problema.

vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Mer 2 Apr - 19:10

jessica ha scritto:....
quello che fingi di ignorare è che di dati in precedenti discussioni te ne ho già forniti a tonnellate, ma guarda un po' quale è stato l'esito?
ignorati
e se non sono stati ignorati non sono stati capiti
e se sono stati capiti non sono stati considerati, e nei rarissimi casi in cui sono stati considerati poi sono stati rimossi dalla memoria nel giro di tre giorni e hai riattaccato a disco rotto con le tue bislacche teorie come se niente fosse.

hai ragione, dovrei accettare il consiglio. in effetti c'è ben poco da dire di fronte a un livello di discussione del genere.

dimmi, su cosa vorresti i "dati certi"?
vuoi i dati sugli stipendi medi dei prof italiani ed europei? quelli sulle ore di insegnamento? quelli del numero di studenti da seguire? quelli sul numero degli insegnanti di sostegno? quelli sulle richieste di insegnanti di sostegno? quelli sulla spesa pubblica sanitaria italiana? quelli sulla spesa pubblica totale? il confronto con le altre pa europee? quelli sulla % di pil dedicati all'istruzione? quelli sulla ricerca e sviluppo? sul numero di suicidi per matrice economica? sui tempi di attesa al prontosoccorso?  
Proprio non ricordo queste tonnellate di dati... comunque iniziamo a "guardarne" qualcuno che sia però significativo e che sinceramente io non trovo, per esempio:
quale è il rapporto nella sanità tra personale medico o paramedico in servizio effettivo e personale amministrativo?
Voglio dire quanti s'interessano effettivamente della cura dei pazienti o anche della loro assistenza, e quanti invece amministrano il "carrozzone" seduti ad una scrivania, "contattano" i fornitori..., cercano "clienti" con lettere e/o telefonate per invitarli a questo o quel controllo sanitario...
Quanto per gli stessi servizi "logistici" si spende prima per il personale interno e dopo per appalti esterni?
Quante sono le strutture, i macchinari non "funzionanti"... e comunque inutilizzati, e quanto sono costati di acquisto e "manutenzione"?

Inoltre non ricordo che tu, anche se sostieni di averlo fatto, abbia dato nessuna "statistica" a sostegno della tua affermazione che la sanità americana (ante riforma Obana) costasse di più al cittadino USA di quanto costi il Servizio Sanitario Nazionale in Italia... l'hai affermato, hai detto che quelle statistiche ce li avevi, ma io non le ho mai lette.

Jessica quello che dici di me, che non accetto quello che non corrisponde alla mia visione del mondo, io posso dirlo tranquillamente di te...  già troppo facile pararsi dietro a statistiche che dicono ben poco o nulla, tipo: "i dati sugli stipendi medi dei prof italiani ed europei... quelli sulle ore di insegnamento [cosa intendi per ore di insegnamento?]... quelli del numero di studenti da seguire... quelli sul numero degli insegnanti di sostegno... quelli sulle richieste [di chi?] di insegnanti di sostegno..."
Però alla mia obiezione sulla "mancata" verifica della preparazione di questi insegnati ti sei ben guardata dal rispondere!

Quindi smettila per favore di far "prediche" che non ti competono e che potrebbero anche apparire "analoghe" alle prediche moralistiche di uno "scandalizzatissimo" prete che domani scopriremo pure pedofilo.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da gedeone il Mer 2 Apr - 19:11

jessica ha scritto:
gedeone ha scritto:
certo, infatti il problema degli accessi impropri ai p.s. l'ho inventato.
solo per ricordartelo, i codici di invio in ospedale vengono sempre tarati verso la gravità, visto che la descrizione dei pazienti viene effettuata da non medici ( quasi sempre i soccorrittori ).
e poi tu parlavi di bias ?
infatti, guarda caso, tutte le asl cercano di diminuire gli accessi impropri.

già. fosse come dici tu le cose sarebbero così facili da sistemare, te l'ho anche già scritto, ma hai accuratamente evitato la questione (sempre a proposito di roba che finisce sotto il tappeto perchè non si sa come gestire). inoltre, non si capisce come mai dovrei passare la notte in ps con una frattura se tutti gli altri presenti son là per il mal di gola. loro hanno mal di gola e codice giallo perchè si tende ad esagerare? bene, a me darebbero il rosso e me la caverei in 10 minuti... e invece nix. ma che strano.

ma tu continua pure a pensare che  gli ospedali sono pochi,
no, vedi, non lo penso io. è questa la differenza che non vi entra in testa.
che i cittadini USA emigrano in altre nazioni, ecc, ecc.
ah si? pensavo questo? e dove di grazia? ah già, ma tu eri l'impagliatore di omini per professione...
Il fatto è che molti in Italia ragionano, o fanno finta, di ragionare così, e l ' Italia va a fondo. magari con molti altri pronto soccorso in più
si si, quanto tieni ragione!  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah l'italia va a fondo perchè stecchiamo troppe dita rotte ai bambini nei ps. dovrebbero imparare ad arrangiarsi, stronzi.

a proposito di statistiche, così paolo smette di dire che non esistono, a parità di potere d'acquisto (si vabè, sto parlando con uno per cui 4 su 10 = 90%) riesci a trovarmi quanto spendiamo di sanità in italia e quanto spendono in usa, in francia e in germania?

intanto, nelle 2 schermate da me postate ci sono 2 bianchi, 6 verdi, 4 gialli e 0 rossi.
nella tua ci sono 0 bianchi, 3 verdi , 5 gialli e 2 rossi.
Il motivo ? al di là delle differenze tra giornate e momoneti della giornata, l' ospedale S martino è il più grande di genova, anzi, uno dei più grandi d' Europa, per cui affluisce gente anche da altri ospedali provinciali.
E infatti , il SSN cerca di dismettere i troppi ospedali per concentrare su ospedali più grandi ( il S. martino è comunque troppo grande, ma questo è un altro discorso ).
I codici di invio in ospedale vengono  stabiliti dal 118 per via telefonica, su rilievoi del personale dell'ambulanza che, in prima battuta è composto da militi.
Solo per i casi presumibilmente più gravi, viene allertata l'auto con medica, con medico e infermiere ( in futuro saranno solo infermieri ).
Questo fa si che venga comunque inviata in ospedale, molta più gente di quanto avverrebbe se tali persone fossero viste da un  medico.
Perchè ?  per questioni medico legali.
dentro al pronto soccorso, per le stesse questioni medico legali, viene comunque attivato un protocollo  che, anche al minimo , è comunque dispendioso.
Spesso, pur di non rischiare nulla , si rimandano i pazienti a ulteriori accertamenti e nessuno ha voglia di impuntarsi, per poi finire sul giornale ed esssere preso anche in giro dai dirigenti ASL, c he agiscono, dicono loro, per salvaguardare i diritti dei cittadini.
Così, torme di personaggi che non hanno un caxxo, minacciando telefonate ecc, genitori ansiosi, gente che comunque è controllare per niente, e simili amenità, intasano i pronto soccorsi, come già sono stati intasati gli ambulatori di medicina generale, ecc ( la medicina generale ha altri  problemi ).
E ritorniamo al problema iniziale : l'utente italiano è pretenzioso, furbo ( non vuole aspettare gli esami e va direttamente in pronto ).
Purtoppo , o per fortuna, io lavoro molto con turisti angloamericani e australiani
e la differenza di comportamento è palese.
Tra l'altro loro in genere elogiano la sanità italiana, mentre l'italiano medio vorrebbe fare una tac al giorno.
la stessa mentalità che ci porta a credere che gli altri debbano pagare i nostri debiti, che noi siamo bravi mentre gli altri sonbo stronzi, ecc
Tu continui con la storia delle statistiche ,  ma non hai ancora capito un punto fondamentale.
io non discuto la validità della scienza statistica, ma di come vengono realizzate.
Non esiste una dea statisticher, ma uomini che fanno statistiche.
La fase matematica della statistica non la discuto, ma la fase di raccolta dei dati.
E' lì che c'è la divaricazione tra realtà e risultati della statistica.
Questo ti spiega anche perchè tu , con le tue statistiche non puoi spiegare come mai la gente NON emigra dagli USA, ma emigra IN USA.
Cisì come, in passato gli intellettuali italiani non riuscivano a spiegare come mai le persone scappavano DAL mondo comunista, invece di scappare NEL mondo comunista.
Ma quegli intellettuali hanno formato il mainstream culturale italiano, di cui mi pare tu sia ovviamente abbeverata.
Il mainstream culturale che, salvo un miracolo, trasformerà l'Italia in un serbatoio di manovalanza intellettuale a basso prezzo.

oramai non c'è mezzo di informazione di qualsiasi tipo che non dica come si sta cercando disperatamente di limitare gli accessi impropri ( la risposta c'è, ed è un falliemento annunciato, le case della salute ), di come siamo in testa alla graduatoria dei  parti cesarei, ecc.
l'Ideale di Jessica è chiaro : ricoprire l'intera superficie nazionale con un ospedale.
Purtroppo, si morirebbe lo stesso


Ultima modifica di gedeone il Mer 2 Apr - 19:23, modificato 1 volta

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da gedeone il Mer 2 Apr - 19:19

@ Paolo 1951 : aspetto di leggere da Jessica che non solo gli insegnanti, ma anche i pooveri magistrati italiani sono pagati poco e sgobbano assai.
ovviamente con statistiche all'uopo.
Colgo l'occasione per fare una richiesta ai gentili utenti del forum :
se potete, fate una donazione anche tramite Pay Pal.
Sonio avvistati natanti di profughi USA che si stanno avvicinando alle coste liguri e c'è da rifornirli di tutto.
Noi liguri si sa, siamo un pò tirati, però vi garantiusco , è una cosa che stringe il cuore, vedere queste famiglie che hanno attraversato l'oceano per cercare un avvenire qui e sfuggire alla loro terra amara.
Aveva ragione Modugno . " amara terra mia..." wall2

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Mer 2 Apr - 22:51

gedeone ha scritto:@ Paolo 1951 : aspetto di leggere da Jessica che non solo gli insegnanti, ma anche i pooveri magistrati italiani sono pagati poco e sgobbano assai.
ovviamente con statistiche all'uopo.Colgo l'occasione per fare una richiesta ai gentili utenti del forum :
se potete, fate una donazione anche tramite Pay Pal.
Sonio avvistati natanti di profughi USA che si stanno avvicinando alle coste liguri e c'è da rifornirli di tutto.
Noi liguri si sa, siamo un pò tirati, però vi garantiusco , è una cosa che stringe il cuore, vedere queste famiglie che hanno attraversato l'oceano per cercare un avvenire qui e sfuggire alla loro terra amara.
Aveva ragione Modugno . " amara terra mia..." wall2

E vedi che continui a fartele e dirtele da solo? O meglio tu e i tuoi spaventapasseri di paglia costruiti con cura. i poveri magistrati sono tra i più pagati in europa (a fine carriera, come tutti in italia)
non ci sono statistiche e dati all'uopo, ci sono statistiche e dati (quelli che evidentemente non conosci altrimenti non potresti andare avanti da 10 pagine a dire cose che hai sentito anche tu da fede) e stronzate (che invece conosci molto bene o inventi) basate sul sentito dire o su mio cuggino mi ha detto che. E questo è quanto.
al resto degli interventi (ho visto già qualcosa di molto interessante, tipo una filippica di mezza pagina per giustificare i verdi-rossi che dovevano essere immaginine di immediata chiarezza a dimostrazione delle tue tesi e che ora hanno bisogno di complicate analisi fuffologiche) tuoi e dello smemorato di collegno forse risponderò domani.
dormi bene.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da gedeone il Gio 3 Apr - 11:14

Certo jessica, mio cuggino... eccome no.
purtroppo per te, quando la realtà confligge con le statistiche, è la realtà che ti detta le condizioni.
dormi bene anche tu

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Gio 3 Apr - 13:55

paolo1951 ha scritto:Proprio non ricordo queste tonnellate di dati... comunque iniziamo a "guardarne" qualcuno che sia però significativo e che sinceramente io non trovo, per esempio:
quale è il rapporto nella sanità tra personale medico o paramedico in servizio effettivo e personale amministrativo?
Voglio dire quanti s'interessano effettivamente della cura dei pazienti o anche della loro assistenza, e quanti invece amministrano il "carrozzone" seduti ad una scrivania, "contattano" i fornitori..., cercano "clienti" con lettere e/o telefonate per invitarli a questo o quel controllo sanitario...
Quanto per gli stessi servizi "logistici" si spende prima per il personale interno e dopo per appalti esterni?
Quante sono le strutture, i macchinari non "funzionanti"... e comunque inutilizzati, e quanto sono costati di acquisto e "manutenzione"?
ah bene,
hai cominciato con la storia che i dipendenti pubblici sono troppi
ti è stato detto che non è vero
allora non puoi prenderne atto e basta, devi comunque continuare l'arrampicata, quindi cerchiamo altri numeri che non vadano bene (magari complichiamo un po' la cosa così sarà sempre più difficile trovarli e alla fine potrai fare quello che vuoi: affermare verità senza fondamento evitando di poter essere smentito)

premesso che il tuo discorso comunque non ha senso in rapporto a quanto stavamo dicendo, visto che se abbiamo il totale della spesa e il totale dei dipendenti e vediamo che è addirittura sotto media casomai dovremmo parlare di riorganizzazione, ma non certo di tagli come hai fatto tu, anzi casomai di aumenti, qui
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1816_allegato.pdf
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1933_allegato.pdf
trovi alcuni dei dati che cerchi. in particolare gli amministrativi si attestano intorno al 12- 13% del totale (naturalmente sono curiosa di vedere come faria a calcolarmi la soglia virtuosa di amministrativi per il buon funzionamento delle strutture).
qui qualche altro numerino riguardo le abnormi spese sanitarie nazionali
completo
http://www.sanita.ilsole24ore.com/pdf2010/Sanita2/_Oggetti_Correlati/Documenti/In-Europa-e-Dal-Mondo/OECD_HAG2013.pdf
estratto (p 155 del completo)
http://www.oecd.org/els/health-systems/Briefing-Note-ITALIA-2013-in-Italian.pdf

tra l'altro se la spesa dovesse essere troppo alta per macchianri (come è, v sopra) e strutture non funzionanti, questo andrebbe ancora più a discapito delle tue tesi, perchè significherebbe che là ci vanno più soldi e i dipendenti-ladri pubblici avrebbero ancora meno dei soldi rispetto ai loro colleghi stranieri.  

Inoltre non ricordo che tu, anche se sostieni di averlo fatto, abbia dato nessuna "statistica" a sostegno della tua affermazione che la sanità americana (ante riforma Obana) costasse di più al cittadino USA di quanto costi il Servizio Sanitario Nazionale in Italia... l'hai affermato, hai detto che quelle statistiche ce li avevi, ma io non le ho mai lette.
lo so. è esattamente come ho detto: dopo un ciclo di reset tu riparti da zero e non ricordi.
http://atei.forumitalian.com/t5035p80-elettori#217765
questo il primo che ho trovato...

Jessica quello che dici di me, che non accetto quello che non corrisponde alla mia visione del mondo, io posso dirlo tranquillamente di te...  già troppo facile pararsi dietro a statistiche che dicono ben poco o nulla, tipo: "i dati sugli stipendi medi dei prof italiani ed europei... quelli sulle ore di insegnamento [cosa intendi per ore di insegnamento?]... quelli del numero di studenti da seguire... quelli sul numero degli insegnanti di sostegno... quelli sulle richieste [di chi?] di insegnanti di sostegno..."
Però alla mia obiezione sulla "mancata" verifica della preparazione di questi insegnati ti sei ben guardata dal rispondere!
Quindi smettila per favore di far "prediche" che non ti competono e che potrebbero anche apparire "analoghe" alle prediche moralistiche di uno "scandalizzatissimo" prete che domani scopriremo pure pedofilo.
cazzate.
non vi è alcuna simmetria tra te e me.
tu non accetti dati, cioè neghi la realtà.
io non accetto opinioni, cioè contesto i tuoi ragionamenti (e ne dimostro l'infondatezza).
non c'è simmetria tra chi crede nella terra piatta e si rifiuta di considerare le immagini da satellite e chi crede nella terra tonda e ti spiega che se anche tu vedi il tuo tavolo piatto non vuol dire che l'intera terra lo sia.
i dati sugli insegnanti semplicemente smentiscono quanto affermi, e cioè che ci sia qualche fondata ragione per tagliare (per di più a cazzo) e il dire che li uso per "pararmi" -da cosa poi non si capisce bene- equivale semplicemente a voler continuare a tenere la testa sotto la sabbia.
riguardo il grassetto stiamo rasentando il ridicolo. figurati se mi dà fastidio l'idea che si verifichino le capacità di chi pago per educare mio figlio. semplicemente è una cosa che sta all'antitesi con quello di cui vai ciarlando da dieci pagine: non c'entra una mazza con i tagli (perchè anche ammesso che l'insegnante non superi la prova x e lo cacci a casa poi dovrai trovarne un altro per fare quel lavoro, che magari vorrà pure più grana) perchè i meccanismi di controllo ed eventuale riorganizzazione non sono "tagli" bensì investimenti, cioè una voce di spesa in più, non certo in meno.
non serve jessica, riesci a contraddirti benissimo da solo.

gedeone ha scritto:ntanto, nelle 2 schermate da me postate ci sono 2 bianchi, 6 verdi, 4 gialli e 0 rossi.
nella tua ci sono 0 bianchi, 3 verdi , 5 gialli e 2 rossi.
Il motivo ? al di là delle differenze tra giornate e momoneti della giornata, l' ospedale S martino è il più grande di genova, anzi, uno dei più grandi d' Europa, per cui affluisce gente anche da altri ospedali provinciali.
E infatti , il SSN cerca di dismettere i troppi ospedali per concentrare su ospedali più grandi ( il S. martino è comunque troppo grande, ma questo è un altro discorso ).
I codici di invio in ospedale vengono  stabiliti dal 118 per via telefonica, su rilievoi del personale dell'ambulanza che, in prima battuta è composto da militi.
Solo per i casi presumibilmente più gravi, viene allertata l'auto con medica, con medico e infermiere ( in futuro saranno solo infermieri ).
Questo fa si che venga comunque inviata in ospedale, molta più gente di quanto avverrebbe se tali persone fossero viste da un  medico.
Perchè ?  per questioni medico legali.
dentro al pronto soccorso, per le stesse questioni medico legali, viene comunque attivato un protocollo  che, anche al minimo , è comunque dispendioso.
Spesso, pur di non rischiare nulla , si rimandano i pazienti a ulteriori accertamenti e nessuno ha voglia di impuntarsi, per poi finire sul giornale ed esssere preso anche in giro dai dirigenti ASL, c he agiscono, dicono loro, per salvaguardare i diritti dei cittadini.
Così, torme di personaggi che non hanno un caxxo, minacciando telefonate ecc, genitori ansiosi, gente che comunque è controllare per niente, e simili amenità, intasano i pronto soccorsi, come già sono stati intasati gli ambulatori di medicina generale, ecc ( la medicina generale ha altri  problemi ).
E ritorniamo al problema iniziale : l'utente italiano è pretenzioso, furbo ( non vuole aspettare gli esami e va direttamente in pronto ).
si si, quello che vuoi. tu hai detto una cosa e hai (da solo, senza bisogno del mio aiuto) dimostrato che era falsa. punto.
non ti piace l'istat? no problem, parliamo dei cazzi nostri. io con una ferita da 4 punti di sutura ho ricevuto un verde e ho aspettato dalle 22 fin quasi alle 3. secondo te i punti dovevo mettermeli da sola? i verdi sono vezzi dei pensionati che non sanno cosa fare e vanno a farsi un giro al ps alle 2 di notte?
i verdi, come da testo citato ieri, sono casi da pronto soccorso, solo che differibili.
che poi ci sia l'utente che  non vuole aspettare gli esami (bianco?) lo capisco bene, visto che per un esame del cazzo prenotato a febbraio mia madre sta aspettando luglio. quello che non capisco è come risolveresti questa faccenda tagliando e licenziando. perchè nella mia ingenuità vedo solo due strade: o i dottori non hanno voglia di fare un cazzo e bisogna farli lavorare di più (e quindi serve assumere chi li controlla e valuta il loro operato) oppure sono oberati di lavoro (e allora serve assumerne altri). nel secondo caso ci sarebbe anche una terza possibilità, e cioè che siano oberati di roba inutile (come nel settore giudiziario che mi propini poco sotto) e in quel caso la spesa è comunque da affrontare, quantomeno per l'educazione del "furbo" utente italiano medio del futuro.


Purtoppo , o per fortuna, io lavoro molto con turisti angloamericani e australiani
e la differenza di comportamento è palese.
Tra l'altro loro in genere elogiano la sanità italiana, mentre l'italiano medio vorrebbe fare una tac al giorno.
la stessa mentalità che ci porta a credere che gli altri debbano pagare i nostri debiti, che noi siamo bravi mentre gli altri sonbo stronzi, ecc
ma che miracolo. quindi gli australiani dicono che la nostra sanità funge bene (sarà perciò vero) i dati dicono che la nostra sanità costa meno che in europa, che cazzo c'è da tagliare scusa? dove sono i ladri lavativi se le cose funzionano e non costano tanto


Tu continui con la storia delle statistiche ,  ma non hai ancora capito un punto fondamentale.
io non discuto la validità della scienza statistica, ma di come vengono realizzate.
Non esiste una dea statisticher, ma uomini che fanno statistiche.
La fase matematica della statistica non la discuto, ma la fase di raccolta dei dati.
E' lì che c'è la divaricazione tra realtà e risultati della statistica.
Questo ti spiega anche perchè tu , con le tue statistiche non puoi spiegare come mai la gente NON emigra dagli USA, ma emigra IN USA.
non lo posso spiegare perchè questo non avviene. e infatti non l'ho mai detto (contrariamente a quanto fanno i tuoi omini di paglia ed è la seconda volta che te lo faccio notare). sai se scrivo che gedeone ha detto che 2+2 fa 3 non è che poi sono una figa se mostro che 2+2 fa 4, ho dimostrato il torto di gedeone e sono diventata una supereroina, semplicemente perchè gedeone non ha detto 2+2=3. allora tu non fare lo stesso con queste cagate.
che poi non si capisce cosa vorresti aver dimostrato con questo. gli usa spendono il triplo dell'italia (in rapporto al pil) per ricerca e sviluppo, e voi state ancora a menarmela qua con i tagli a scuole e università. chiediti come mai la ricerca la fanno là e non qua. paragoni merda e cioccolata ti inventi le frasi che avrei detto, vuoi provarne qualcun'altra per continuare il mirrorclimbing o che?



Cisì come, in passato gli intellettuali italiani non riuscivano a spiegare come mai le persone scappavano DAL mondo comunista, invece di scappare NEL mondo comunista.
Ma quegli intellettuali hanno formato il mainstream culturale italiano, di cui mi pare tu sia ovviamente abbeverata.
Il mainstream culturale che, salvo un miracolo, trasformerà l'Italia in un serbatoio di manovalanza intellettuale a basso prezzo.
si? quali? chi? da chi mi sono abbeverata? sono parole random anche queste o almeno qui hai qualche fondamento da dare all'aria che produci?

oramai non c'è mezzo di informazione di qualsiasi tipo che non dica come si sta cercando disperatamente di limitare gli accessi impropri ( la risposta c'è, ed è un falliemento annunciato, le case della salute ), di come siamo in testa alla graduatoria dei  parti cesarei, ecc.
l'Ideale di Jessica è chiaro : ricoprire l'intera superficie nazionale con un ospedale.
Purtroppo, si morirebbe lo stesso
eppure i dati dicono ancora una volta il contrario delle tue fantasie. strano no?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Gio 3 Apr - 15:40

gedeone ha scritto:Certo jessica, mio cuggino... eccome no.
purtroppo per te, quando la realtà confligge con le statistiche, è la realtà che ti detta le condizioni.
dormi bene anche tu
già, però nel tuo caso funziona la stessa cosa anche quando è al fantasia a dettare...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da gedeone il Gio 3 Apr - 17:55

jessica ha scritto:
gedeone ha scritto:Certo jessica, mio cuggino... eccome no.
purtroppo per te, quando la realtà confligge con le statistiche, è la realtà che ti detta le condizioni.
dormi bene anche tu
già, però nel tuo caso funziona la stessa cosa anche quando è al fantasia a dettare...
si, infatti , i tagli alla sanità sono nella mia fantasia.
Aspetta e vedrai

gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da holubice il Gio 3 Apr - 18:03

jessica ha scritto:.... dimmi, su cosa vorresti i "dati certi"?
vuoi i dati sugli stipendi medi dei prof italiani ed europei? quelli sulle ore di insegnamento? quelli del numero di studenti da seguire? quelli sul numero degli insegnanti di sostegno? quelli sulle richieste di insegnanti di sostegno? quelli sulla spesa pubblica sanitaria italiana? quelli sulla spesa pubblica totale? il confronto con le altre pa europee? quelli sulla % di pil dedicati all'istruzione? quelli sulla ricerca e sviluppo? sul numero di suicidi per matrice economica? sui tempi di attesa al prontosoccorso?  
Io, per quanto concerne la scuola, posso solo basarmi sulla mia statistica. Quella di una persona che è stata seduta molti anni su di un banco ed ha analizzato l'insegnante che aveva davanti. Non è scientifica? Forse. Ma non penso che si discosti molto dalla vostra, di esperienza.

Quando misero Enzo Biagi alla direzione del TG1 (solo per 4/5 mesi...) questi, aspettando lungo un corridoio, sentìì due reporter dire:
-"Lo sai, hanno assunto 5 giornalisti nuovi"
-"Sì, chi sono...?"
-"Sono 2 demoscristiani, 1 socialista, 1 comunista ed uno bravo..."


Ecco, ad occhio e croce, penso che quella stessa proporzione io l'abbia riscontrata nei miei anni di scuola. Ebbi una maestra totalmente inetta, che nei primi due anni non fece altro che portarci a raccogliere sassi e dipingerli(*). Per liberarsene, tutti i genitori minacciarono il direttore di non portare nessuno il proprio figlio a scuola, facendo gran cassa con qualche giornale. Ottenemmo che venisse mandata ad altro incarico, lo sostituirono con un maestro molto preparato, di un certo polso, che riprese tutto il programma da capo e ci fece 5 anni in 3 anni. Negli anni successivi, stessa musica: spesso avevi di fronte gente che non aveva la minima voglia di fare ciò per cui veniva pagato, e nessuno che glielo facesse quanto meno presente. Altri lo facevano con il trasporto di un bradipo in coma. Qua e là, gente che sapeva molto bene quello di cui stavano parlando, si davano premura che un po' tutti raggiungessero un livello minimo di preparazione e, a pelle, piaceva quanto stavano facendo.
Il famoso 5° giornalista.



Tv Blog: "alla Rai hanno assunto 5 giornalisti, due democristiani, un socialista, un comunista ed uno bravo"


(*) A casa di mamma, sono ancora pieno di questi ca$$o di sassi dipinti a fiori. Oggi come oggi, se la rivedessi, li userei per lapidarla...

 mgreen

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da holubice il Gio 3 Apr - 18:21

Nei centri per l'impiego trovano lavoro solo gli impiegati del Centro per l'impiego

"Chi di noi, alla disperata ricerca di lavoro, non si è iscritto o non si è rivolto almeno una volta al Centro per l’impiego della sua città? Tutti. Eppure, quanti di voi hanno ricevuto almeno una telefonata in cui vi si proponeva un colloquio per un’offerta di lavoro? Pochi se non addirittura nessuno.
I DATI. È quanto emerge dagli ultimi dati Eurostat secondo i quali “solo il 3,7 per cento degli occupati nell’ultimo anno ha dichiarato di aver trovato lavoro tramite l’ausilio dei Cpi”. Un numero che stona con un altro dato ufficiale che riguarda il numero degli addetti che lavorano all’interno dei Cpi italiani.
Come evidenzia Francesco Giubileo, ricercatore presso l’Università di Bologna: “In Italia il numero degli addetti nei centri per l’Impiego è di circa 10.000 unità per un costo complessivo annuo di 800 milioni di euro. E’ vero che in altri paesi europei il numero degli addetti è molto più alto, ma in quei paesi, come ad esempio l’Olanda, la capacità dei Centri di collocare i lavoratori è molto più alta. In Italia, per come sono concepiti, anche aumentando gli addetti, il risultato sarebbe pessimo(continua...)"


Gli ex Uffici di Collocamento vedono qualcuno entrare nei propri uffici solo perché un disoccupato è costretto a contattarli per ottenere il sussidio della durata di 8 mesi. Se non vigesse questa pastoia, potrebbero tranquillamente raderli al suolo o togliere tutte le insegne, staccaccare tutti i telefoni, la luce e l'acqua corrente e non se ne accorgerebbe nessuno.


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da Minsky il Gio 3 Apr - 18:48

holubice ha scritto:Se non vigesse questa pastoia, potrebbero tranquillamente raderli al suolo o togliere tutte le insegne, staccaccare tutti i telefoni, la luce e l'acqua corrente e non se ne accorgerebbe nessuno.

Se ne accorgerebbero quei 10.000 che ci lavorano, Holu!
Aggiorniamo il conteggio: 95.000 esuberi!  mgreen

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13487
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Gio 3 Apr - 23:08

gedeone ha scritto:
jessica ha scritto:
gedeone ha scritto:Certo jessica, mio cuggino... eccome no.
purtroppo per te, quando la realtà confligge con le statistiche, è la realtà che ti detta le condizioni.
dormi bene anche tu
già, però nel tuo caso funziona la stessa cosa anche quando è al fantasia a dettare...
si, infatti , i tagli alla sanità sono nella mia fantasia.
Aspetta e vedrai
vedo che continui a rispondere ad affermazioni inventate.
ok, no problem.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Ven 4 Apr - 10:59

holubice ha scritto:
jessica ha scritto:.... dimmi, su cosa vorresti i "dati certi"?
vuoi i dati sugli stipendi medi dei prof italiani ed europei? quelli sulle ore di insegnamento? quelli del numero di studenti da seguire? quelli sul numero degli insegnanti di sostegno? quelli sulle richieste di insegnanti di sostegno? quelli sulla spesa pubblica sanitaria italiana? quelli sulla spesa pubblica totale? il confronto con le altre pa europee? quelli sulla % di pil dedicati all'istruzione? quelli sulla ricerca e sviluppo? sul numero di suicidi per matrice economica? sui tempi di attesa al prontosoccorso?  
Io, per quanto concerne la scuola, posso solo basarmi sulla mia statistica. Quella di una persona che è stata seduta molti anni su di un banco ed ha analizzato l'insegnante che aveva davanti. Non è scientifica? Forse. Ma non penso che si discosti molto dalla vostra, di esperienza.

Quando misero Enzo Biagi alla direzione del TG1 (solo per 4/5 mesi...) questi, aspettando lungo un corridoio, sentìì due reporter dire:
-"Lo sai, hanno assunto 5 giornalisti nuovi"
-"Sì, chi sono...?"
-"Sono 2 demoscristiani, 1 socialista, 1 comunista ed uno bravo..."


Ecco, ad occhio e croce, penso che quella stessa proporzione io l'abbia riscontrata nei miei anni di scuola. Ebbi una maestra totalmente inetta, che nei primi due anni non fece altro che portarci a raccogliere sassi e dipingerli(*). Per liberarsene, tutti i genitori minacciarono il direttore di non portare nessuno il proprio figlio a scuola, facendo gran cassa con qualche giornale. Ottenemmo che venisse mandata ad altro incarico, lo sostituirono con un maestro molto preparato, di un certo polso, che riprese tutto il programma da capo e ci fece 5 anni in 3 anni. Negli anni successivi, stessa musica: spesso avevi di fronte gente che non aveva la minima voglia di fare ciò per cui veniva pagato, e nessuno che glielo facesse quanto meno presente. Altri lo facevano con il trasporto di un bradipo in coma. Qua e là, gente che sapeva molto bene quello di cui stavano parlando, si davano premura che un po' tutti raggiungessero un livello minimo di preparazione e, a pelle, piaceva quanto stavano facendo.
Il famoso 5° giornalista.



Tv Blog: "alla Rai hanno assunto 5 giornalisti, due democristiani, un socialista, un comunista ed uno bravo"


(*) A casa di mamma, sono ancora pieno di questi ca$$o di sassi dipinti a fiori. Oggi come oggi, se la rivedessi, li userei per lapidarla...

 mgreen
bravo, e ammesso anche che sia come dici tu, quando tagli a cazzo prova un po' a indovinare chi è il primo che esce...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da primaverino il Ven 4 Apr - 11:14

Quello senza santi in paradiso...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Ven 4 Apr - 12:22

Royales 

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Ven 4 Apr - 16:11

primaverino ha scritto:Quello senza santi in paradiso...
Per cui dici che bisogna tenerci i 2 democristiani, il socialista e il comunista per averne almeno uno bravo (cioè il quinto)?

Beh in parte ti do ragione, io dicevo qualcosa di analogo circa il mantenimento del senato... meglio un senato del tutto inutile, piuttosto che un senato che reca anche danni!
Per cui non potendo abolirlo, accontentiamoci (per ora) di privarlo di ogni potere.

Però in questo caso (quello degli esuberi) io sono dell'idea che valga la pena rischiare... certo all'inizio le cose peggioreranno, ma alla fine forse si farà crollare il carrozzone statalista.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Ven 4 Apr - 16:46

jessica ha scritto:Royales 
jessica non mi sono dimenticato di te! Anzi sto leggendo attentamente i tuoi "documenti"... le tue statistiche.
Credo che mi ci vorrà del tempo, ma intanto vorrei notare alcune cose.
Comincio da "OECD Health Data 2013"...
Prima statistica: "Quota del PIL destinata alla spesa sanitaria, paesi OCSE, 2011"
L'Italia, si dice, è quasi perfettamente in media... e visto che i paesi più progrediti (USA, Francia, Germania) sono sopra questa media, mentre ben sotto ci sono Estonia, Turchia, Messico... sembra ovvio concludere che dovremmo semmai spender di più e non di meno!
Però come spieghi che tra i paesi poco virtuosi, che spendono poco qui risulti anche Israele?  ... no lasciamo perdere, se no qualcuno mi tira fuori qualcosa contro questi maledetti Ebrei... tipo lo sfruttamento della popolazione araba.

La domanda invece è un'altra, ok spendiamo meno di altri paesi ma acquistiamo la stessa merce?
Inoltre anche in termini di PIL il raffronto è possibile?
Il PIL italiano sappiamo bene che è un "mistero"... quale PIL viene considerato? Quello "stimato" al lordo al lordo del "sommerso" o quello risultante al netto?
Perché quello che si spende conta fino ad un certo punto (così come il raffronto con altri paesi), bisogna vedere come si spende... quale "ritorno" ha questa spesa, cosa che da queste statistiche non risulta.
Noto poi nella seconda tabella "Spesa sanitaria pro-capite, pubblica e privata, paesi OCSE, 2011", la seguente annotazione: "I dati sono espressi in dollari US corretti per il potere d’acquisto (PPA) i quali forniscono uno strumento per confrontare le spese tra nei diversi paesi. I tassi di conversione PPA permettono di confrontare il costo di uno stesso ’paniere’ di beni e servizi nei diversi paesi."
Giustissimo in teoria, mica compri con un dollaro le stesse cose nei diversi paesi... ma questa "correzione" è scientificamente valida? Su cosa si basa? ... per l'Italia suppongo sul "paniere ISTAT"... paniere che, pur di recente riformato (prima ci mettevano tra le sigarette le Nazionali che nessuno più fuma) non è tuttavia cosa molto "attendibile"!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da primaverino il Ven 4 Apr - 22:25

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:Quello senza santi in paradiso...
Per cui dici che bisogna tenerci i 2 democristiani, il socialista e il comunista per averne almeno uno bravo (cioè il quinto)?

Beh in parte ti do ragione, io dicevo qualcosa di analogo circa il mantenimento del senato... meglio un senato del tutto inutile, piuttosto che un senato che reca anche danni!
Per cui non potendo abolirlo, accontentiamoci (per ora) di privarlo di ogni potere.

Però in questo caso (quello degli esuberi) io sono dell'idea che valga la pena rischiare... certo all'inizio le cose peggioreranno, ma alla fine forse si farà crollare il carrozzone statalista.

No, Paolo...
Dovremmo levarci dai coglioni (se vogliamo tagliare il 20%, percentuale a muzzo) uno dei due democristiani o il socialista o il comunista NON quello bravo.
Ecco perché aborro (perdona il termine "mughiniano") i tagli trasversali.
Riguardo al Senato che non serve (ma sempre meglio di quello che fa danni) si tratta di una NON soluzione.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da jessica il Sab 5 Apr - 0:35

paolo1951 ha scritto:jessica non mi sono dimenticato di te!
e ci mancherebbe!

Anzi sto leggendo attentamente i tuoi "documenti"... le tue statistiche.
Credo che mi ci vorrà del tempo, ma intanto vorrei notare alcune cose.
Comincio da "OECD Health Data 2013"...
Prima statistica: "Quota del PIL destinata alla spesa sanitaria, paesi OCSE, 2011"
L'Italia, si dice, è quasi perfettamente in media... e visto che i paesi più progrediti (USA, Francia, Germania) sono sopra questa media, mentre ben sotto ci sono Estonia, Turchia, Messico... sembra ovvio concludere che dovremmo semmai spender di più e non di meno!
Però come spieghi che tra i paesi poco virtuosi, che spendono poco qui risulti anche Israele?  ... no lasciamo perdere, se no qualcuno mi tira fuori qualcosa contro questi maledetti Ebrei... tipo lo sfruttamento della popolazione araba.
La domanda invece è un'altra, ok spendiamo meno di altri paesi ma acquistiamo la stessa merce?
a prima vista pare di più. i conti tornano come al solito facendoci rimettere i meno pagati.
Inoltre anche in termini di PIL il raffronto è possibile?
Il PIL italiano sappiamo bene che è un "mistero"... quale PIL viene considerato? Quello "stimato" al lordo al lordo del "sommerso" o quello risultante al netto?
Perché quello che si spende conta fino ad un certo punto (così come il raffronto con altri paesi), bisogna vedere come si spende... quale "ritorno" ha questa spesa, cosa che da queste statistiche non risulta.
normalmente il pil considerato è totale. in questo caso il problema non si pone nemmeno, a livello di analisi di spese esagerate, perchè anche stessimo considerando il pil "bianco", avendo l'italia uno dei sommersi più alti, la situazione sarebbe ancora più marcata in favore delle spese "sotto la norma".
quello che si spende conta se dici che si spende troppo, perchè non è vero (leggi, qualsiasi altro paese riesce a sostenere questo genere di spesa). naturalmente è lecito chiedersi se tale spesa è ben fatta, e in questo caso, si ricade ancora in un problema di "riorganizzazioni" non certo di tagli. (e poi non ti bastano gli australiani di gedeone per dire che va tutto bene?)
ci sono poi grossissime differenze regionali, ma il discorso si complica inutilmente.

Noto poi nella seconda tabella "Spesa sanitaria pro-capite, pubblica e privata, paesi OCSE, 2011", la seguente annotazione: "I dati sono espressi in dollari US corretti per il potere d’acquisto (PPA) i quali forniscono uno strumento per confrontare le spese tra nei diversi paesi. I tassi di conversione PPA permettono di confrontare il costo di uno stesso ’paniere’ di beni e servizi nei diversi paesi."
Giustissimo in teoria, mica compri con un dollaro le stesse cose nei diversi paesi... ma questa "correzione" è scientificamente valida? Su cosa si basa? ... per l'Italia suppongo sul "paniere ISTAT"... paniere che, pur di recente riformato (prima ci mettevano tra le sigarette le Nazionali che nessuno più fuma) non è tuttavia cosa molto "attendibile"!
le correzioni per il ppp sono scientifiche quanto può essere scientifica l'economia, quindi "si se non succedono cose troppo strane".  ocse usa il metodo eks, il concetto è quello, i panieri sono più vasti e mi pare considerino anche beni non materiali, inoltre stimano i sistematici normalmente non utilizzati nel calcolo delle inflazioni. se hai voglia...
http://www.oecd.org/std/prices-ppp/PPP%20manual%20revised%202012.pdf

ma anche con panieri "poco rappresentativi" la sostanza del discorso non varia, perchè parliamo di introduzione di errori di qualche punto percentuale al massimo. visto che non stiamo facendo chissà che conti fini, la cosa è più che sufficiente.


insomma paolo, il succo è abbastanza semplice.
se la pressione fiscale italiana è una delle più alte al mondo non è perchè abbiamo la sanità più costosa del mondo, l'istruzione più costosa del mondo, o la pubblica amministrazione in generale più costosa del mondo. abbiamo uno dei tassi di corruzione più alta, l'evasione più alta, il debito pubblico più alto, la politica più costosa, alta disparità sociale, i politici e gli alti livelli più pagati d'europa e gli operai meno pagati d'europa (sempre che tu non voglia confrontarti con rumeni e macedoni).
e tu che mi osanni tagli a cazzo ed esuberi.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Sab 5 Apr - 7:25

primaverino ha scritto:...
No, Paolo...
Dovremmo levarci dai coglioni (se vogliamo tagliare il 20%, percentuale a muzzo) uno dei due democristiani o il socialista o il comunista NON quello bravo.
Ecco perché aborro (perdona il termine "mughiniano") i tagli trasversali.
Riguardo al Senato che non serve (ma sempre meglio di quello che fa danni) si tratta di una NON soluzione.
Perfettamente d'accordo sulla prima parte... cioè sul tenere quello bravo e licenziare uno degli altri 4 (o forse anche più di uno). Ma la mia purtroppo era solo una considerazione "realistica"... se licenziare è comunque difficilissimo, lo è ancora di più se  vai a toccare uno di quelli "protetti".
Quindi il risultato finale è che non si fa nulla... tutto resta come prima, e quello bravo facendo il suo dovere permette sì alla baracca  di stare in piedi, ma al tempo stesso permette anche che si perpetui il parassitismo degli altri 4...
Insomma la mia era, lo ammetto, una soluzione "disperata": visto che non riusciamo a togliere i parassiti, allora facciamo pure morire la pianta... quando questo avverrà moriranno forse anche i parassiti... ma forse hai ragione tu, i parassiti passeranno su un'altra pianta (si chiama "mobilità"), e non ce ne liberemo comunque...

Per il senato invece non capisco il tuo discorso: cosa vuol dire è una "NON soluzione"?
Se un cancro non sei in grado si estirparlo, non cerchi almeno di limitarne gli effetti nocivi?
Certo che sarebbe meglio mandare tutti a casa... ma è realistico questo progetto?
E comunque scusa, tu che "soluzione" proponi?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Sab 5 Apr - 8:00

jessica ha scritto:
... La domanda invece è un'altra, ok spendiamo meno di altri paesi ma acquistiamo la stessa merce?
a prima vista pare di più. i conti tornano come al solito facendoci rimettere i meno pagati.
Se è "di più..." non è allora la stessa merce!
E lo dici tu stessa affermando che i "conti tornano" solo perché andiamo a fare alla spesa al "discount" ... cioè compriamo in sostanza "porcheria".
jessica ha scritto:
Inoltre anche in termini di PIL il raffronto è possibile?
Il PIL italiano sappiamo bene che è un "mistero"... quale PIL viene considerato? Quello "stimato" al lordo al lordo del "sommerso" o quello risultante al netto?
Perché quello che si spende conta fino ad un certo punto (così come il raffronto con altri paesi), bisogna vedere come si spende... quale "ritorno" ha questa spesa, cosa che da queste statistiche non risulta.
normalmente il pil considerato è totale. in questo caso il problema non si pone nemmeno, a livello di analisi di spese esagerate, perchè anche stessimo considerando il pil "bianco", avendo l'italia uno dei sommersi più alti, la situazione sarebbe ancora più marcata in favore delle spese "sotto la norma".
quello che si spende conta se dici che si spende troppo, perchè non è vero (leggi, qualsiasi altro paese riesce a sostenere questo genere di spesa). naturalmente è lecito chiedersi se tale spesa è ben fatta, e in questo caso, si ricade ancora in un problema di "riorganizzazioni" non certo di tagli. (e poi non ti bastano gli australiani di gedeone per dire che va tutto bene?)
ci sono poi grossissime differenze regionali, ma il discorso si complica inutilmente.
Appunto quello che volevo dire è che questi raffronti dicono ben poco, se spendiamo male anche spendere più o meno quanto gli altri può essere davvero spendere troppo.
Quanto al PIL, ok che, se qui viene considerato solo quello "bianco", avendo l'Italia (almeno così si dice quando fa comodo dirlo...) un "sommerso" maggiore degli altri paesi, la spesa italiana per la sanità sarebbe percentualmente ancora minore, ma... se invece stessimo "mescolando" a muzzo le varie tipologie di PIL... se stessimo mescolando anche "spese sanitarie" di tipologia completamente diversa, quale valore avrebbe una simile statistica?
Come dici anche tu, non è il raffronto generale, complessivo che conta, ci vorrebbero semmai statistiche e analisi ben più dettagliate!


jessica ha scritto:...
le correzioni per il ppp sono scientifiche quanto può essere scientifica l'economia, quindi "si se non succedono cose troppo strane".  ocse usa il metodo eks, il concetto è quello, i panieri sono più vasti e mi pare considerino anche beni non materiali, inoltre stimano i sistematici normalmente non utilizzati nel calcolo delle inflazioni. se hai voglia...
http://www.oecd.org/std/prices-ppp/PPP%20manual%20revised%202012.pdf

ma anche con panieri "poco rappresentativi" la sostanza del discorso non varia, perchè parliamo di introduzione di errori di qualche punto percentuale al massimo. visto che non stiamo facendo chissà che conti fini, la cosa è più che sufficiente.


insomma paolo, il succo è abbastanza semplice.
se la pressione fiscale italiana è una delle più alte al mondo non è perchè abbiamo la sanità più costosa del mondo, l'istruzione più costosa del mondo, o la pubblica amministrazione in generale più costosa del mondo. abbiamo uno dei tassi di corruzione più alta, l'evasione più alta, il debito pubblico più alto, la politica più costosa, alta disparità sociale, i politici e gli alti livelli più pagati d'europa e gli operai meno pagati d'europa (sempre che tu non voglia confrontarti con rumeni e macedoni).

e tu che mi osanni tagli a cazzo ed esuberi.
E no fermati un attivo!
Allora concordiamo, mi pare, sul fatto che abbiamo una pressione fiscale eccessiva... quindi che le tasse non devono essere aumentate ma diminuite.
Bene ma poi mi vieni a dire che abbiamo la più alta evasione... ma scusa se elimini l'evasione le tasse aumentano e non diminuiscono! Se oggi l'incidenza delle imposte sul PIL è poniamo del 50% (forse di anche di più...), se recuperi 100 miliardi di evasione saliamo al 58%!!!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Sab 5 Apr - 8:15

@jessica...
PS al post precedente, semmai c'è un dato che a me piacerebbe conoscere ma sinceramente non riesco a trovare.
Quale è l'incidenza reale della spesa pubblica?
Mi spiego meglio: il PIL è circa 1500 miliardi la spesa pubblica facciamo 800 miliardi, però questa spesa pubblica è calcolata al lordo delle imposte che anche lo stato finge di pagare a se stesso... per esempio supponiamo che lo stato spenda 50 miliardi in carburanti, questo è un valore al lordo di IVA e accise ... quindi in realtà la spesa reale sarà la metà!
Ecco a te risulta che sia possibile trovare dati relativi a questa spesa effettiva?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da primaverino il Sab 5 Apr - 14:15

paolo1951 ha scritto:

Per il senato invece non capisco il tuo discorso: cosa vuol dire è una "NON soluzione"?
Se un cancro non sei in grado si estirparlo, non cerchi almeno di limitarne gli effetti nocivi?
Certo che sarebbe meglio mandare tutti a casa... ma è realistico questo progetto?
E comunque scusa, tu che "soluzione" proponi?

Il Senato per come viene configurato nelle scellerata proposta renziana diventerebbe un bivacco di inutili part-time che rischierebbero di far male due lavori...

La mia proposta è il mantenimento dei due rami del Parlamento con dimezzamento di deputati e senatori, dimezzamento delle indennità e abolizione dei rimborsi forfettari, sostituiti da documentazione "a piè di lista".

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: 85000 esuberi... ???

Messaggio Da paolo1951 il Sab 5 Apr - 15:12

primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:

Per il senato invece non capisco il tuo discorso: cosa vuol dire è una "NON soluzione"?
Se un cancro non sei in grado si estirparlo, non cerchi almeno di limitarne gli effetti nocivi?
Certo che sarebbe meglio mandare tutti a casa... ma è realistico questo progetto?
E comunque scusa, tu che "soluzione" proponi?

Il Senato per come viene configurato nelle scellerata proposta renziana diventerebbe un bivacco di inutili part-time che rischierebbero di far male due lavori...

La mia proposta è il mantenimento dei due rami del Parlamento con dimezzamento di deputati e senatori, dimezzamento delle indennità e abolizione dei rimborsi forfettari, sostituiti da documentazione "a piè di lista".
Scusami primaverino ma ora ti capisco ancora meno... questa tua "NON-proposta" è stata fatta da altri del PD al solo scopo di fare lo sgambetto a Renzi... e cercare di far in modo che tutto resti come è attualmente.
Ma tu perché la fai?

PS: Comunque perché non utilizziamo il 3D sull'abolizione del senato... ?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum