Indissolubilità del matrimonio

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da primaverino il Lun 31 Mar - 15:10

Rasputin ha scritto:
ToninoScalzo ha scritto:Insomma, se è vero che non credo nelle cerimonie istituzionali (il matrimonio è un volgare rito religioso) è altrettanto vero che il divorzio è un rito ancora più scemo, tranne ovviamente per i portafogli di giudici e avvocati separatisti!

Eh? A me risulta che il divorzio non sia un rito ma un procedimento civile.

Inoltre, senza matrimonio non sarebbe necessario (I portafogli di giudici e avvocati, separatisti o no, rimarrebbero all'asciutto)

Il problema non è l'abolizione del matrimonio(*), semmai una riforma del Diritto di famiglia.
E' al momento al vaglio presso le sedi competenti, la possibilità di accorciare i tempi di divorzio in caso di separazione consensuale. Nulla di definitivo, beninteso, ma un primo passo verso una semplificazione burocratica di merito.
Scommetto un caffè virtuale che non se ne farà nulla...  mgreen 

(*) il mero riconoscimento delle coppie (o dei gruppi, perché no?) di fatto andrebbe comunque regolamentato.
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Rasputin il Lun 31 Mar - 15:31

primaverino ha scritto:
Il problema non è l'abolizione del matrimonio(*), semmai una riforma del Diritto di famiglia.

Beh l'abolizione di un'istituzione manifestamente inutile e dannosa non ti pare una riforma? Poi che ci si debba arrivare per gradi sono d'accordo anch'io.

primaverino ha scritto:E' al momento al vaglio presso le sedi competenti, la possibilità di accorciare i tempi di divorzio in caso di separazione consensuale. Nulla di definitivo, beninteso, ma un primo passo verso una semplificazione burocratica di merito.
Scommetto un caffè virtuale che non se ne farà nulla...  mgreen 

Appunto.

primaverino ha scritto:(*) il mero riconoscimento delle coppie (o dei gruppi, perché no?) di fatto andrebbe comunque regolamentato.
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Scusa, ma il riconoscimento da parte di chi? E a quale scopo?

E chi ha parlato di sostituire? Che bisogno ce ne è?

 domanda.. 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49894
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 16:08

Pialbo ha scritto:Quindi nessuno di voi è sposato?
Niente figli?
La mia domanda era rivolta più che altro agli sposati...
non capisco comunque che vi importa di rispettare il codice civile e pagare gli alimenti alla moglie divorziata: non rispettiamo la legge di dio, perché mai dovremmo rispettare il legislatore italiano? Infatti mi risulta che in tanti ex-mariti non paghino proprio nulla, nonostante quello che dice la legge. :-)

Guarda che per fare figli non devi essere sposato.

Chi fosse separato se non pagasse gli alimenti alla troia rischierebbe di andare in galera.
Che c'entra Dio in questo?

Ti risulta male.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 16:22

paolonesi ha scritto:@ GEDEONE 30 mar 19:04

Certamente rimane il problema della tutela dei figli, laddove esistano.
O la tutela del più debole della coppia.
Ma la società dovrebbe essere rivista in questo senso, da un punto di vista sociale intendo, per esempio assicurando lavoro a ambedue i sessi. Ma per fare questo non serve né il matrimonio, anzi....proprio escluderlo !

Caro Paolo,
1. se per tutela dei figli intendiamo il perdurare della coppia (perchè i figli vogliono stare con papà e mamma, non soltanto con la mamma) la semplice convivenza ne garantisce maggiormente la durata.
Perché visto che le donne, comunque vada, fossero anche le peggiori delle puttane, comunque avrebbero la meglio in una separazione, tenendosi i figli, casa e alimenti, al minimo problema sono tentate di fare questo ragionamento: "sai che c'è di nuovo? Lo mando a quel paese, mi becco figli, casa e un po' di soldi fissi e non gli devo più nemmeno stirare le camicie".
Che poi, non si capisce proprio perché l'ex marito deve continuare a mantenere la parassita mentre questa non deve più lavargli i calzini. Non si capisce proprio.

2.La tutela del più debole della coppia introduce un concetto assurdo che sarebbe ora che fosse superato.
Oggi le donne non sono più esonerate dallo svolgere un lavoro retribuito. Si è economicamente forti per scelta o per sfiga.
Se io mi licenzio il datore di lavoro deve forse continuare a pagarmi lo stuipendio? E allora perché un coniuge dovrebbe pagare all'altro la metà della differenza dei rispettivi redditi?
Via... basta.... Non è più cosa.
Chi vuole soldi va a zappare. Il matrimonio non deve più essere un mezzo per arrotondare lo stipendio.
In virtù di cosa?
Delle prestazioni sessuali elargite in costanza di matrimonio?
La donna non è una puttana? E allora che si dia da fare.

3. Lo Stato non deve assicurare un bel nulla.
la gente deve scegliere il corso di studi in funzione di tre variabili:
a. le proprie possibilità (è ingiusto ma è la variabile più importante, purtroppo);
b. le proprie inclinazioni;
c. le possibilità di impiego che quel corso di studi offre.

Chi ha scelto di fare un mestiere che non serve non può pretendere che lo Stato gli dia un lavoro. Lo Stato siamo noi, contribuenti ed elettori.
perché devo mantenere uno che non mi serve? Solo perchè per negligenza ha preferito fare il sognatore? Si fotta.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 16:29

paolonesi ha scritto:
Ho avuto da giovane una delle mie "fidanzate" che era israeliana purosangue. Non dico ebrea perché era profondamente atea, detestava tutte le religioni, specie quella ebraica. La ragazza mi diceva che in Israele, a parte gli ortodossi, o perlomeno a Tel Aviv e a Haifa, dove lei era nata, il menage di una coppia sposata era che se a Lui o a Lei una sera gli veniva di andare una sera a "dormire" in casa di un altro/un'altra lo diceva al coniuge e ci andava ...STOP !
Non esisteva nessun dramma (anzi era sconveniente anche prendersela !), non esistevano separazioni per il fatto....ecc. ecc. ...........tutto tranquillo !

Tu credi che il maschio italiota accetti una cosa simile ?

A parte che io queste teoriche del sesso libero le ho conosciuto.
Finché si tratta di farsi i cazzi loro va tutto bene ma poi, quando sei tu a bagnare il biscotto altrove ti rompono i coglioni dimostrando assoluta incoerenza.

Io ho una certa età. Da giovane non ero schizzinoso ma se devo andare a puttane, preferisco pagare e cambiare ogni sera.
Se mi metto con una donna preferirei scopare nel pulito.

Stare con una tizia che la dà anche ad altri, ed esserne consapevoli, dal mio punto di vista equivarrebbe a dondolare il pisello nella turca della stazione centrale.

Non lo trovo igienico.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 16:31

Rasputin ha scritto:
paolonesi ha scritto:@ GEDEONE 30 mar 19:04

Carissima buonasera.....piacere conoscerti ![...]

Gedeone - almeno per quanto ne so - è un uomo. Mi chiedo se la tua apparente scarsità percettiva è dovuta

- A eccessiva attenzione su te stesso

- B eccessiva disattenzione sull'altrui

- C effettiva, patologica carenza di percettività

- D presa per il culo.

E con tutta la simpatia che posso avere per Gedeone, specie considerato l'avatar che s'è scelto, che fa presupporre che sia un ragazzo spiritoso, non vedo che male ci possa essere.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Hara2 il Lun 31 Mar - 16:56

paolonesi ha scritto:

Ho avuto da giovane una delle mie "fidanzate" che era israeliana purosangue. Non dico ebrea perché era profondamente atea, detestava tutte le religioni, specie quella ebraica. La ragazza mi diceva che in Israele, a parte gli ortodossi, o perlomeno a Tel Aviv e a Haifa, dove lei era nata, il menage di una coppia sposata era che se a Lui o a Lei una sera gli veniva di andare una sera a "dormire" in casa di un altro/un'altra lo diceva al coniuge e ci andava ...STOP !
 boxed 


Due cazzate al prezzo di una 


1. se uno è ebreo è ebreo, che sia ateo, tdg, buddista, rastafariano o antisemita se è figlio di madre ebrea è ebreo.

2. sulla faccenda del libertinaggio giudaico quella ragazza ti pigliava assai per il culo
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da gedeone il Lun 31 Mar - 17:04

vnd ha scritto:
Rasputin ha scritto:
paolonesi ha scritto:@ GEDEONE 30 mar 19:04

Carissima buonasera.....piacere conoscerti ![...]

Gedeone - almeno per quanto ne so - è un uomo. Mi chiedo se la tua apparente scarsità percettiva è dovuta

- A eccessiva attenzione su te stesso

- B eccessiva disattenzione sull'altrui

- C effettiva, patologica carenza di percettività

- D presa per il culo.

E con tutta la simpatia che posso avere per Gedeone, specie considerato l'avatar che s'è scelto, che fa presupporre che sia un ragazzo spiritoso, non vedo che male ci possa essere.
che ha il mio avatar ? Non sarai mica sessissta , eh ? evillll
avatar
gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 17:34

gedeone ha scritto:
vnd ha scritto:
Rasputin ha scritto:
paolonesi ha scritto:@ GEDEONE 30 mar 19:04

Carissima buonasera.....piacere conoscerti ![...]

Gedeone - almeno per quanto ne so - è un uomo. Mi chiedo se la tua apparente scarsità percettiva è dovuta

- A eccessiva attenzione su te stesso

- B eccessiva disattenzione sull'altrui

- C effettiva, patologica carenza di percettività

- D presa per il culo.

E con tutta la simpatia che posso avere per Gedeone, specie considerato l'avatar che s'è scelto, che fa presupporre che sia un ragazzo spiritoso, non vedo che male ci possa essere.
che ha il mio avatar ? Non sarai mica sessissta , eh ? evillll

Antifemminista sì. Sessista, no.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 17:35

Hara2 ha scritto:
paolonesi ha scritto:

Ho avuto da giovane una delle mie "fidanzate" che era israeliana purosangue. Non dico ebrea perché era profondamente atea, detestava tutte le religioni, specie quella ebraica. La ragazza mi diceva che in Israele, a parte gli ortodossi, o perlomeno a Tel Aviv e a Haifa, dove lei era nata, il menage di una coppia sposata era che se a Lui o a Lei una sera gli veniva di andare una sera a "dormire" in casa di un altro/un'altra lo diceva al coniuge e ci andava ...STOP !
 boxed 


Due cazzate al prezzo di una 


1. se uno è ebreo è ebreo, che sia ateo, tdg, buddista, rastafariano o antisemita se è figlio di madre ebrea è ebreo.

2. sulla faccenda del libertinaggio giudaico quella ragazza ti pigliava assai per il culo

1.
Dipende.
Potrebbe essere ebreo chi si sente ebreo.

2.
Sò una cosetta sulla benedizione reform di una fellatio che ho visto in un film e che farebbe morire di invidia tutti i cattolici...
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 17:38

primaverino ha scritto:
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Con la semplice convivenza.
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da primaverino il Lun 31 Mar - 17:50

vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Con la semplice convivenza.

La quale già è possibile.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da ToninoScalzo il Lun 31 Mar - 20:18

Rasputin ha scritto:
ToninoScalzo ha scritto:Insomma, se è vero che non credo nelle cerimonie istituzionali (il matrimonio è un volgare rito religioso) è altrettanto vero che il divorzio è un rito ancora più scemo, tranne ovviamente per i portafogli di giudici e avvocati separatisti!

Eh? A me risulta che il divorzio non sia un rito ma un procedimento civile.

Inoltre, senza matrimonio non sarebbe necessario (I portafogli di giudici e avvocati, separatisti o no, rimarrebbero all'asciutto)
Io mi domando quanti titoli di studio ha questo dottor Rasputin, per sapere con certezza che chi non la pensa come lui … sbaglia?
Tempo fa ho conosciuto una rumena la quale sosteneva che al suo paese, il divorzio funzionava così.

Se non vai più d’accordo con tuo marito, basta andare in comune e in un’oretta l’addetto comunale ti sbriga tutte le pratiche del caso.

Dopodiché uscivi e ti risposavi con chi volevi, anche nell’arco della stessa giornata.
Non abbiamo parlato di soldi, ma immagino che non ci fosse molto da pagare.
Un mio amico, assai sapiente (una specie di Rasputin in seconda) le fece notare che però la cosa era assai sbagliata: «qualche annetto di separazione serve a riflettere su un passo che è definitivo»
E lei: «E perché? Conosco tanta gente che si è risposata la stessa persona 3 (/) 4 volte.»
Insomma bisogna chiedersi cos’è un rito ...
Quello che, Rasputin, signore dei cieli e della terra stabilisce come  tale … oppure, ogni pratica (contro la nostra volontà) che non serve a niente se non ad arricchire un qualche burocrate?


Ultima modifica di ToninoScalzo il Lun 31 Mar - 20:21, modificato 1 volta
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 20:20

primaverino ha scritto:
vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Con la semplice convivenza.

La quale già è possibile.

Appunto.
Aboliamo il matrimonio. Tanto c'è già la convivenza...
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Rasputin il Lun 31 Mar - 20:22

Continua a risultarmi che il divorzio è un procedimento civile, che non serve a niente se non ad arricchire un qualche burocrate, a dispetto delle imbecillate che mi tocca leggere.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49894
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 20:27

gedeone ha scritto:Non sarai mica sessissta , eh ? evillll

Al contrario!
Sono antifemminista.
 ok 
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da primaverino il Lun 31 Mar - 20:33

vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Con la semplice convivenza.

La quale già è possibile.

Appunto.
Aboliamo il matrimonio. Tanto c'è già la convivenza...

E perché dovremmo abolire il matrimonio? il fatto che ad alcuni sia andata male non significa che l'istituto in sé sia bacato. Bacati sono i protagonisti, semmai.
Il matrimonio è una cosa seria. Se non sei capace di fare scelte serie, pensaci prima, invece di starnazzare inutilmente a posteriori, non trovi?

p.s.: a scanso di equivoci ti ricordo che sono prossimo alla separazione ma non per questo do colpa all'istituto, bensì a me e mia moglie.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Hara2 il Lun 31 Mar - 20:55

vnd ha scritto:
Hara2 ha scritto:

 boxed 


Due cazzate al prezzo di una 


1. se uno è ebreo è ebreo, che sia ateo, tdg, buddista, rastafariano o antisemita se è figlio di madre ebrea è ebreo.

2. sulla faccenda del libertinaggio giudaico quella ragazza ti pigliava assai per il culo

1.
Dipende.
Potrebbe essere ebreo chi si sente ebreo.

2.
Sò una cosetta sulla benedizione reform di una fellatio che ho visto in un film e che farebbe morire di invidia tutti i cattolici...
1.No, paolonesi dice "Non dico ebrea perché era profondamente atea, detestava tutte le religioni, specie quella ebraica" e la religione non c'incastra una mazza


2.Aspetto info in pvt  mgreen
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Lun 31 Mar - 23:11

Hara2 ha scritto:
vnd ha scritto:
Hara2 ha scritto:

 boxed 


Due cazzate al prezzo di una 


1. se uno è ebreo è ebreo, che sia ateo, tdg, buddista, rastafariano o antisemita se è figlio di madre ebrea è ebreo.

2. sulla faccenda del libertinaggio giudaico quella ragazza ti pigliava assai per il culo

1.
Dipende.
Potrebbe essere ebreo chi si sente ebreo.

2.
Sò una cosetta sulla benedizione reform di una fellatio che ho visto in un film e che farebbe morire di invidia tutti i cattolici...
1.No, paolonesi dice "Non dico ebrea perché era profondamente atea, detestava tutte le religioni, specie quella ebraica" e la religione non c'incastra una mazza


2.Aspetto info in pvt  mgreen

Sono un disastro!
Non ricordoil titolo...
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Rasputin il Mar 1 Apr - 3:55

primaverino ha scritto:

E perché dovremmo abolire il matrimonio? il fatto che ad alcuni sia andata male non significa che l'istituto in sé sia bacato. Bacati sono i protagonisti, semmai.
Il matrimonio è una cosa seria. Se non sei capace di fare scelte serie, pensaci prima, invece di starnazzare inutilmente a posteriori, non trovi?

p.s.: a scanso di equivoci ti ricordo che sono prossimo alla separazione ma non per questo do colpa all'istituto, bensì a me e mia moglie.

Perché non ad alcuni, ma alla stragrande maggioranza è andata o va male, non occorre separarsi/divorziare, se vuoi ti faccio un paio di esempi.

L'istituzione è, lo ripeto, nelle attuali condizioni socioculturali definitivamente un'istituzione bacata inutile dannosa.

Non è e non può essere una scelta seria perché il semplice fatto di promettere di passare il resto della vita con una stessa persona è in sè una falsa promessa, troppo grossa per essere fatta seriamente, chi la fa semplicemente si illude.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49894
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da vnd il Mar 1 Apr - 4:49

Io sono contro il divorzio.
Il miglior rimedio contro il divorzio è non sposarsi.
 no!
avatar
vnd
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1329
SCALA DI DAWKINS :
43 / 7043 / 70

Data d'iscrizione : 12.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da ToninoScalzo il Mar 1 Apr - 6:53

Rasputin ha scritto:Continua a risultarmi che il divorzio è un procedimento civile, che non serve a niente se non ad arricchire un qualche burocrate, a dispetto delle imbecillate che mi tocca leggere.

Io ti ringrazio per l'imbecille è la prova provata della tua incapacità argomentativa.
 
Hai mai sentito parlare di rito abbreviato. Cioè in giurisprudenza, quando c’è la possibilità, si procede seguendo una scorciatoia rispetto alla lunga prassi da seguire, ossia si accorcia la reale procedure, o per dirla diversamente ... si abbrevia il rito.
 
Ps. Il sapere e la ragione parlano, il torto e l’ignoranza urlano.
E nel caso dello scritto … l’urlare si manifesta con l’offesa alla persona.
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da gedeone il Mar 1 Apr - 7:36

primaverino ha scritto:
vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
vnd ha scritto:
primaverino ha scritto:
Conosco (forumisticamente parlando) decine di persone contrarie al matrimonio (e allora cazzo vi sposate a fare, dico io?) ma nemmeno una che sia stata sinora in grado di spiegarmi con cosa "sostituirlo".
Son qui tutt'occhi...

Con la semplice convivenza.

La quale già è possibile.

Appunto.
Aboliamo il matrimonio. Tanto c'è già la convivenza...

E perché dovremmo abolire il matrimonio? il fatto che ad alcuni sia andata male non significa che l'istituto in sé sia bacato. Bacati sono i protagonisti, semmai.
Il matrimonio è una cosa seria. Se non sei capace di fare scelte serie, pensaci prima, invece di starnazzare inutilmente a posteriori, non trovi?

p.s.: a scanso di equivoci ti ricordo che sono prossimo alla separazione ma non per questo do colpa all'istituto, bensì a me e mia moglie.
 No, Primaverino. Il matrimonio è un istituto non solo bacato, ma inutile.
intanto, sono ormai il 50% i divorzi.
basta leggere gli articoli del codice civile e si capisce. Ci sono concetti aberranti.
Non garantisce nulla , se non conflittualità infinita.
Essendo un negozio giuridico ( astrusità importata dalla dottrina tedesca ) permette allo stato di sbizzarirsi, tramite i giudici, nell'angariare il cittadino.
Inventa categorie assurde, quali " il tenore di vita come in costanza di matrimonio " ( a matrimonio finito ) : per dire, alimentare un cadavere come se fosse vivo.
Assegna mantenimenti a ipotetici coniugi deboli ( non essendoci più il matrimonio, non ci sono più coniugi ) e via discorrendo.
Il codice civile va letto, e solo dopo averlo fatto, ci si rende conto di che pazzia sia il matrimonio.
In definitiva, a che serve il matrimonio ?
A fare sesso ? NO
a essere assistiti nella vezzhiaia ? NO
ad avere figli ? NO
vare la garanzia di un aiuto ? NO
E' vero, il matrimonio è la tomba dell'amore e oggi, sempre più spesso è la tomba dei poveracci che hanno abboccato.
avatar
gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da Rasputin il Mar 1 Apr - 8:13

ToninoScalzo ha scritto:
Rasputin ha scritto:Continua a risultarmi che il divorzio è un procedimento civile, che non serve a niente se non ad arricchire un qualche burocrate, a dispetto delle imbecillate che mi tocca leggere.

Io ti ringrazio per l'imbecille è la prova provata della tua incapacità argomentativa.
 
Hai mai sentito parlare di rito abbreviato. Cioè in giurisprudenza, quando c’è la possibilità, si procede seguendo una scorciatoia rispetto alla lunga prassi da seguire, ossia si accorcia la reale procedure, o per dirla diversamente ... si abbrevia il rito.
 
Ps. Il sapere e la ragione parlano, il torto e l’ignoranza urlano.
E nel caso dello scritto … l’urlare si manifesta con l’offesa alla persona.

Non vedo l'offesa alla persona (A quale) comunque adesso sí che ne hai scritta un'altra, di boiata. Quello che in giurisprudenza si chiama rito abbreviato è solo una parte del procedimento, che sia civile o penale.

Il matrimonio è un'atto (in)civile in sede non contenziosa, il divorzio è un procedimento civile, che si svolga con rito abbreviato o meno.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49894
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Indissolubilità del matrimonio

Messaggio Da ToninoScalzo il Mar 1 Apr - 8:46

Rasputin ha scritto:Non vedo l'offesa alla persona (A quale) comunque adesso sí che ne hai scritta un'altra, di boiata. Quello che in giurisprudenza si chiama rito abbreviato è solo una parte del procedimento, che sia civile o penale.

Il matrimonio è un'atto (in)civile in sede non contenziosa, il divorzio è un procedimento civile, che si svolga con rito abbreviato o meno.
Che non vedi né con gli occhi né con il cervello quello si era capito da un pezzo.

Tu non ti rendi conto di quello che dici, perché il verbo (i vocaboli, le parole) per te non serve ad esprimere concetti ma ... a promuovere il culto della tua persona.

Io ti ho detto che le procedure civili o penali o religiose o quello che ti pare ... sono dei rituali da seguire. Sono cioè concetti simili: esprimono sostanzialmente la stessa cosa.

Comunque attaccati a tutto ciò che ti riesce, un papa come te non può permettersi il lusso della sconfitta.
avatar
ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum