Ungheria, un Paese neo-nazista?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da holubice il Ven 11 Apr - 3:18

ELEZIONI IN UNGHERIA



"Da una parte c'è un governo che ha rinazionalizzato le aziende, si è scontrato con le imprese energetiche straniere, è riuscito a far crescere i salari reali e ad abbassare la disoccupazione. Ma questo governo ha anche imposto una tassa alle banche e ha preso altre misure per aiutare la gente - come un taglio sulle bollette energetiche - per decreto governativo.
Dall'altra parte, c'è una alleanza di opposizione che vuole altre privatizzazioni, vuole più politiche a favore degli "investitori globali", è spudoratamente a favore dei banchieri e della globalizzazione, dove il partito maggiore dell'alleanza, quando fu l'ultima volta al governo, fece drastici alla spesa pubblica, distrusse le aziende statali, tra cui la compagnia di bandiera Malev, lasciando milioni di persone disperate.
Ora, qualcuno potrebbe pensare che il governo di cui parliamo fosse un governo "socialista" o "di sinistra" e che l'opposizione fosse "conservatrice". Ma in realtà, è tutto il contrario. Il governo ungherese, che è appena tornato al potere con circa il 45% dei voti, ha indubbiamente fatto più per la gente comune che i “socialisti” dell'opposizione, quando erano al potere nel 2002-10 (e lo dico io che da sempre sono stato socialista, non amo Fidesz)."


E se io leggo 'Repubblica", sembra che a Budapest stiano riempiendo di nuovo i carri piombati...




holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da Paolo il Ven 11 Apr - 3:39

holubice ha scritto:   ELEZIONI IN UNGHERIA



"Da una parte c'è un governo che ha rinazionalizzato le aziende, si è scontrato con le imprese energetiche straniere, è riuscito a far crescere i salari reali e ad abbassare la disoccupazione. Ma questo governo ha anche imposto una tassa alle banche e ha preso altre misure per aiutare la gente - come un taglio sulle bollette energetiche - per decreto governativo.
Dall'altra parte, c'è una alleanza di opposizione che  vuole altre privatizzazioni, vuole più politiche a favore degli "investitori globali", è spudoratamente a favore dei banchieri e della globalizzazione, dove il partito maggiore dell'alleanza, quando fu l'ultima volta al governo, fece drastici alla spesa pubblica, distrusse le aziende statali, tra cui la compagnia di bandiera Malev, lasciando milioni di persone disperate.
Ora, qualcuno potrebbe pensare che il governo di cui parliamo fosse un governo "socialista" o "di sinistra" e che  l'opposizione fosse "conservatrice". Ma in realtà, è tutto il contrario. Il governo ungherese, che è appena tornato al potere con circa il 45% dei voti, ha indubbiamente fatto più per la gente comune che i “socialisti” dell'opposizione, quando erano al potere nel 2002-10 (e lo dico io che da sempre sono stato socialista, non amo Fidesz)."


E se io leggo 'Repubblica", sembra che a Budapest stiano riempiendo di nuovo i carri piombati...




Perchè?

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da holubice il Ven 11 Apr - 3:50

Paolo ha scritto:
holubice ha scritto:E se io leggo 'Repubblica", sembra che a Budapest stiano riempiendo di nuovo i carri piombati...
Perchè?
Questo è uno dei tanti. Ormai, sulla versione cartacea, tengono una rubrica fissa...

Repubblica: Ungheria, negano l'acqua ai Rom "La sprecano" dice la destra razzista



"BUDAPEST - I rom "sprecano" l'acqua e così l'amministrazione comunale chiude i rubinetti. Non quelli nelle case, che non ci sono perché l'acqua corrente non è mai stata portata nelle abitazioni dei Rom che abitano in città, ma quelli pubblici: le fontane, le cisterne e gli idranti che erano, finora, l'unica possibilità per bere, lavarsi e cucinare per mille e cinquecento persone, tra cui moltissimi bambini. Insomma, i Rom debbono morire di sete, oppure andarsene a sopravvivere da un'altra parte.
Un diritto solo per i "veri magiari". Succede a Odz, una città di 35 mila abitanti nel nord-est dell'Ungheria, al confine con la Slovacchia, e sembra una storia di crudeltà medievale, dei tempi in cui era costume da quelle parti (e non solo) sterminare i Rom, o gli ebrei, o i credenti di altre religioni. E invece è storia di questi giorni nell'Ungheria di Viktor Orban, il premier populista e antieuropeo che ha impresso una drastica svolta a destra alla politica del paese."


Tu ci vivi più in Ungheria? Le cose come stanno...?


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da holubice il Ven 11 Apr - 3:52

E comunque, la cosa curiosa è che questo argomento è passato molto sotto traccia a Bruxselles: se poco, poco, uno dei nuovi/vecchi membri decide di sfilarsi, tutto il castello (e i seggi parlamentari) su cui stanno seduti decine di migliaia di europolitici e euroburocrati si frantumerebbe.

E allora la politica è diventata quella del: zitto e pippa...







holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da Paolo il Ven 11 Apr - 5:13

Holub, come sai io abito a Budapest da dove ti sto scrivendo. Io abito in un distretto che è per metà abitato dagli zingari ungheresi e le cose le vedo. Ti dico che sono tutte cazzate. Come tu sai qui i comunisti nel passato hanno fatto dei disastri e qui, che l'hanno vissuto sulla loro pelle, non se lo sono di certo dimenticato. Se tu vai sulla Andrassy ut che è uno dei viali principali trovi sia un museo dedicato alle atrocità commesse durante il periodo comunista e anche un palazzo ove hanno esposto le foto delle migliaia di ragazzi che sono stati massacrati dai carrarmato russi durante la repressione del 56. Con questo voglio dire che qui il sentimento anti comunista è molto forte, un po' come da noi quello anti fascista. E, come da noi è vietata l'apologia del fascismo, qui Orban ha dichiarato il partito comunista come una associazione delinquere. Per la verità è solo una mossa demagogica, tanto quanto l'anti fascismo da noi. E questo certo ad una certa parte della sinistra italiana non piace. Da qui le cazzate scritte da Repubblica.

Poi è ovvio che vi siano tante cosa che non vanno bene. I problemi sono tanti e certo l'economia non è florida. Però le cose non vanno male. Anzi. Il fatto è che Orban non ha più tollerato certe situazioni che che si trascinavano da sempre. Ti faccio qualche esempio. Ha vietato di dormire sulle panchine. Qui chi prende il sussidio di disoccupazione deve fare dei lavori socialmente utili. La mattina vedi decine di "rom" e non che scopa in mano, puliscono strade parchi e giardini. E questo la nostra sinistra lo chiama fascismo. Valuta tu!

E, come dici, se le cose fossero veramente come scrive Repubblica, ti sembra possibile che l'Europa non avrebbe detto nulla??

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da paolo1951 il Ven 11 Apr - 7:58

... non conosco minimamente la situazione ungherese ma se quanto riportato da Repubblica e dal nostro Holu riguardo ai rom fosse vero... la memoria non può che andare a quanto successe alla stazione di Bologna con i profughi istriani.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da holubice il Lun 14 Apr - 17:36

Paolo ha scritto:...Poi è ovvio che vi siano tante cosa che non vanno bene. I problemi sono tanti e certo l'economia non è florida. Però le cose non vanno male. Anzi. Il fatto è che Orban non ha più tollerato certe situazioni che che si trascinavano da sempre. Ti faccio qualche esempio. Ha vietato di dormire sulle panchine. Qui chi prende il sussidio di disoccupazione deve fare dei lavori socialmente utili. La mattina vedi decine di "rom" e non che scopa in mano, puliscono strade parchi e giardini. E questo la nostra sinistra lo chiama fascismo. Valuta tu!...
Infatti non deve passare mai il messaggio che il 'non fare niente' sia un buon sistema per campare. A Budapest, come in tanti dei nostri enti pubblici...

La sapevo anche io questa storia dei 'rom' con la scopa in mano. Li avevo visti in azione anche in Repubblica Ceca, 20 anni fa. L'unico posto in cui li ho visti fare gli spazzini.




 mgreen 

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ungheria, un Paese neo-nazista?

Messaggio Da primaverino il Lun 14 Apr - 17:52

Ah, beh...
Ma in Italia, quando si parla di Rom, vuol dire essere in tutto e per tutto "mondo a parte"...
Anch'io ho un paio di ricordi di una ventina (+IVA) d'anni fa...
Italia (da qualche parte nel Nordovest).
Tre roulottes si accampano in un prato abusivamente. Arrivano i Carabinieri (quattro pattuglie) e iniziano la "trattativa" per lo sgombero.
Seguono cose a me ignote... Dopo una settimana i Rom sloggiano (non senza strascico polemico sul quotidiano locale).
Lungomare di Portorose (Yugoslavia, all'epoca).
Arriva una carovana di non meno di cento ruolottes, camper, auto camion, rimorchi etc...
Nemmeno il tempo di spegnare tutti i motori e arriva UNA pattuglia della Polizia...
Un agente scende (il secondo ne approfitta per dare una scorsa al giornale e fumarsi un sigaretta) avvicina il "capo carovana" e dopo un minuto di parlottamenti, la carovana se ne va...

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum