Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Rasputin il Gio 26 Giu - 19:23

primaverino ha scritto:
1) Il tuo punto di vista è noto da tempo.
Ti illudi di essere più intelligente in quanto ateo...  E io te lo lascio credere... Ad ognuno la propria stampella...
2) Vai tra. Rispondo solo se citato. (forse)  mgreen 

1) Lo puoi smentire se vuoi, nominando e descrivendo esattamente ciò in cui credi. Io non mi illudo di nulla e men che meno di essere più intelligente in quanto qualsiasicosa. Semplicemente non ho i paraocchi  wink.. 

2) Non ho capito

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49984
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Gio 26 Giu - 19:30

primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto:
Paolo ha scritto:Ma che ragionamento logico puoi fare su cazzate così immani!! La religione si è dovuta inventare il diavolo anche se del tutto incompatibile con l'idea di dio. La maggior parte delle persone credere, o comunque dice di credere a cosa che non sa nemmeno cosa siano e se possano avere una qualche ben che minima possibilità di essere reali. E il diavolo non è certo meno di Adamo ed Eva o di Mosè o altre incredibili storielline che non si racconterebbero nemmeno ai bambini!! Sono cose talmente assurde che non meritano nemmeno di essere prese in considerazione, diavolo in prima fila !!
Bhé, per un credente l'importante è credere. A che cosa, è indifferente. Per questo dicesi "credente". Eppoi se gli chiedi a che cosa crede, ti risponderà che è una questione intima, personale. Infatti non sa nemmeno lui, coscientemente, a che cosa crede.

O magari lo sa perfettamente, ma dato che tanto qualsiasi cosa ti dica tu gli rideresti in faccia comunque, preferisce lasciar perdere e lasciarti nella tua convinzione di essere "antropologicamente" più evoluto.
 wink..
Guarda che non mi riferivo a te. Era un discorso del tutto generico.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Gio 26 Giu - 19:31

Rasputin ha scritto:
Minsky ha scritto:[...]
Essendo una contraddizione così clamorosa, i credenti non hanno alcuna difficoltà a digerirla, perché quanto più un articolo di fede è assurdo, tanto più è "degno" di essere creduto (e fa guadagnare meriti a chi lo crede).[...]

Il buon Delfi la chiamava "Autenticazione ad alto costo"

Esatto! E sicuramente la chiama ancora così!  wink.. 

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Rasputin il Gio 26 Giu - 19:37

Minsky ha scritto:
primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto:
Paolo ha scritto:Ma che ragionamento logico puoi fare su cazzate così immani!! La religione si è dovuta inventare il diavolo anche se del tutto incompatibile con l'idea di dio. La maggior parte delle persone credere, o comunque dice di credere a cosa che non sa nemmeno cosa siano e se possano avere una qualche ben che minima possibilità di essere reali. E il diavolo non è certo meno di Adamo ed Eva o di Mosè o altre incredibili storielline che non si racconterebbero nemmeno ai bambini!! Sono cose talmente assurde che non meritano nemmeno di essere prese in considerazione, diavolo in prima fila !!
Bhé, per un credente l'importante è credere. A che cosa, è indifferente. Per questo dicesi "credente". Eppoi se gli chiedi a che cosa crede, ti risponderà che è una questione intima, personale. Infatti non sa nemmeno lui, coscientemente, a che cosa crede.

O magari lo sa perfettamente, ma dato che tanto qualsiasi cosa ti dica tu gli rideresti in faccia comunque, preferisce lasciar perdere e lasciarti nella tua convinzione di essere "antropologicamente" più evoluto.
 wink..
Guarda che non mi riferivo a te. Era un discorso del tutto generico.

Comunque si è sentito chiamato in causa, e ne ha ben donde, da qui:

http://atei.forumitalian.com/t6155p20-la-fede-del-21esimo-secolo#313395

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49984
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Gio 26 Giu - 19:55

Trixoi ha scritto:E' già stato centrato il punto, ovvero che l'esistenza del diavolo è una contraddizione. Se esiste un nemico di Dio che rappresenta il male, o Dio non lo vuole eliminare (e in questo caso non è buono) o non può eliminarlo (e quindi non è onnipotente). E' un ragionamento quasi scontato e già fatto da diversi filosofi nel corso della storia, eppure la gente continua a credere in questo mitologico personaggio, solo perché c'è nella Bibbia.
Allora, qui ci vorrebbe Hara che ne sa almeno venti volte più di me, ma il punto è che il diavolo è stata una novità introdotta più o meno all'epoca in cui sono stati scritti i vangeli ed è stata creata la figura di Gesù e il suo presunto insegnamento di pace universale.
Nella bibbia, non c'è alcun diavolo, e non ce n'era bisogno perché il dio della bibbia faceva tutto lui: "bene" e "male".

Per esempio, nella narrazione Jahvista della genesi c'è il mito della caduta di Adamo ed Eva, tentati dal serpente, ma da nessuna parte si dice che il serpente sia il diavolo. Anzi, si dice esplicitamente che il serpente era una bestia. «Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: "È vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?"...»

In Giosuè 11, gli israeliti mettono a ferro e fuoco la terra di Canaan sterminandone gli abitanti, per ordine di dio: «In quel tempo Giosuè ritornò e prese Cazor e passò a fil di spada il suo re, perché prima Cazor era stata la capitale di tutti quei regni. Passò a fil di spada ogni essere vivente che era in essa, votandolo allo sterminio; non lasciò nessuno vivo e appiccò il fuoco a Cazor. Giosuè prese tutti quei re e le loro città, passandoli a fil di spada; li votò allo sterminio, come aveva comandato Mosè, servo del Signore. Tuttavia Israele non incendiò nessuna delle città erette sui colli, fatta eccezione per la sola Cazor, che Giosuè incendiò. Gli Israeliti presero tutto il bottino di queste città e il bestiame; solo passarono a fil di spada tutti gli uomini fino a sterminarli; non lasciarono nessuno vivo. Come aveva comandato il Signore a Mosè suo servo, Mosè ordinò a Giosuè e Giosuè così fece: non trascurò nulla di quanto aveva comandato il Signore a Mosè ... Infatti era per disegno del Signore che il loro cuore si ostinasse nella guerra contro Israele, per votarli allo sterminio, senza che trovassero grazia, e per annientarli.» Da notare che è dio a rendere più combattivi i nemici degli israeliti, in modo che questi ultimi si incazzassero di più e li sterminassero con più rabbia.

Inoltre il dio della bibbia usa un sacco di sotterfugi e di stratagemmi per tormentare la gente. Dio prima spinge Abramo, che si è recato in Egitto, a fingere che Sara sia sua sorella, e quando il faraone si innamora di Sara e la fa portare a casa sua credendola non sposata, dio punisce il Faraone «colpendo lui e la sua casa con grandi piaghe».

Poi lo stesso dio fetente fa in modo che il Faraone non accolga la richiesta di liberare gli israeliti: «Ma il Signore rese ostinato il cuore del Faraone, che non volle lasciarli partire...». E naturalmente punisce gli egiziani per aver fatto quello che lui li ha indotti a fare: «Il Signore disse a Mosè: "Mentre tu parti per tornare in Egitto, sappi che tu compirai alla presenza del faraone tutti i prodigi che ti ho messi in mano; ma io indurirò il suo cuore ed egli non lascerà partire il mio popolo. Allora tu dirai al faraone: Dice il Signore: Israele è il mio figlio primogenito. Io ti avevo detto: lascia partire il mio figlio perché mi serva! Ma tu hai rifiutato di lasciarlo partire. Ecco io faccio morire il tuo figlio primogenito!". Mentre si trovava in viaggio, nel luogo dove pernottava, il Signore gli venne contro e cercò di farlo morire». (Esodo 4:21-25). Il fetentone peraltro non è affatto onnipotente, infatti "cerca di far morire" il figlio del faraone, non è che scaglia una saetta e zap! lo fa secco. Un dio minore, decisamente.

Di esempi ce ne sono a bizzeffe. Fatto sta che il diavolo nella bibbia non c'è.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da primaverino il Gio 26 Giu - 20:06

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
1) Il tuo punto di vista è noto da tempo.
Ti illudi di essere più intelligente in quanto ateo...  E io te lo lascio credere... Ad ognuno la propria stampella...
2) Vai tra. Rispondo solo se citato. (forse)  mgreen 

1) Lo puoi smentire se vuoi, nominando e descrivendo esattamente ciò in cui credi. Io non mi illudo di nulla e men che meno di essere più intelligente in quanto qualsiasicosa. Semplicemente non ho i paraocchi  wink.. 

2) Non ho capito

1) Non intendo smentirlo (il tuo punto di vista).
Lo accetto e basta.
Nemmeno io ho i paraocchi...
E adesso che entrambi abbiamo certificato di non avere i paraocchi, potremmo anche piantarla lì di ribadire il solito minestrone, non trovi?
2) Parlavo con FDS
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Trixoi il Gio 26 Giu - 20:12

Minsky ha scritto:
Trixoi ha scritto:E' già stato centrato il punto, ovvero che l'esistenza del diavolo è una contraddizione. Se esiste un nemico di Dio che rappresenta il male, o Dio non lo vuole eliminare (e in questo caso non è buono) o non può eliminarlo (e quindi non è onnipotente). E' un ragionamento quasi scontato e già fatto da diversi filosofi nel corso della storia, eppure la gente continua a credere in questo mitologico personaggio, solo perché c'è nella Bibbia.
Allora, qui ci vorrebbe Hara che ne sa almeno venti volte più di me, ma il punto è che il diavolo è stata una novità introdotta più o meno all'epoca in cui sono stati scritti i vangeli ed è stata creata la figura di Gesù e il suo presunto insegnamento di pace universale.
Nella bibbia, non c'è alcun diavolo, e non ce n'era bisogno perché il dio della bibbia faceva tutto lui: "bene" e "male".

Per esempio, nella narrazione Jahvista della genesi c'è il mito della caduta di Adamo ed Eva, tentati dal serpente, ma da nessuna parte si dice che il serpente sia il diavolo. Anzi, si dice esplicitamente che il serpente era una bestia. «Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: "È vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?"...»

In Giosuè 11, gli israeliti mettono a ferro e fuoco la terra di Canaan sterminandone gli abitanti, per ordine di dio: «In quel tempo Giosuè ritornò e prese Cazor e passò a fil di spada il suo re, perché prima Cazor era stata la capitale di tutti quei regni. Passò a fil di spada ogni essere vivente che era in essa, votandolo allo sterminio; non lasciò nessuno vivo e appiccò il fuoco a Cazor. Giosuè prese tutti quei re e le loro città, passandoli a fil di spada; li votò allo sterminio, come aveva comandato Mosè, servo del Signore. Tuttavia Israele non incendiò nessuna delle città erette sui colli, fatta eccezione per la sola Cazor, che Giosuè incendiò. Gli Israeliti presero tutto il bottino di queste città e il bestiame; solo passarono a fil di spada tutti gli uomini fino a sterminarli; non lasciarono nessuno vivo. Come aveva comandato il Signore a Mosè suo servo, Mosè ordinò a Giosuè e Giosuè così fece: non trascurò nulla di quanto aveva comandato il Signore a Mosè ... Infatti era per disegno del Signore che il loro cuore si ostinasse nella guerra contro Israele, per votarli allo sterminio, senza che trovassero grazia, e per annientarli.» Da notare che è dio a rendere più combattivi i nemici degli israeliti, in modo che questi ultimi si incazzassero di più e li sterminassero con più rabbia.

Inoltre il dio della bibbia usa un sacco di sotterfugi e di stratagemmi per tormentare la gente. Dio prima spinge Abramo, che si è recato in Egitto, a fingere che Sara sia sua sorella, e quando il faraone si innamora di Sara e la fa portare a casa sua credendola non sposata, Dio punisce il Faraone «colpendo lui e la sua casa con grandi piaghe».

Poi lo stesso dio fetente fa in modo che il Faraone non accolga la richiesta di liberare gli israeliti: «Ma il Signore rese ostinato il cuore del Faraone, che non volle lasciarli partire...». E naturalmente punisce gli egiziani per aver fatto quello che lui li ha indotti a fare: «Il Signore disse a Mosè: "Mentre tu parti per tornare in Egitto, sappi che tu compirai alla presenza del faraone tutti i prodigi che ti ho messi in mano; ma io indurirò il suo cuore ed egli non lascerà partire il mio popolo. Allora tu dirai al faraone: Dice il Signore: Israele è il mio figlio primogenito. Io ti avevo detto: lascia partire il mio figlio perché mi serva! Ma tu hai rifiutato di lasciarlo partire. Ecco io faccio morire il tuo figlio primogenito!". Mentre si trovava in viaggio, nel luogo dove pernottava, il Signore gli venne contro e cercò di farlo morire». (Esodo 4:21-25). Il fetentone peraltro non è affatto onnipotente, infatti "cerca di far morire" il figlio del faraone, non è che scaglia una saetta e zap! lo fa secco. Un dio minore, decisamente.

Di esempi ce ne sono a bizzeffe. Fatto sta che il diavolo nella bibbia non c'è.
Certo, conoscevo questi esempi e concordo con quanto hai detto. Al massimo possiamo trovare nell'Antico testamento delle figure (degli angeli o una specie di angeli) che svolgono la funzione del diavolo, ma che comunque obbediscono sempre al volere di Dio e non sono suoi avversari: ne è un esempio il libro di Giobbe. 
Quando ho detto "solo perché c'è nella Bibbia" mi riferivo appunto ai vangeli, dove Dio non poteva più essere sia bene sia male, perché Gesù lo presentava come buono e misericordioso; e perciò serviva una controparte malvagia per rendere Dio sempre e solo buono.
avatar
Trixoi
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Ospite il Gio 26 Giu - 20:16

Ok, primaverino, allora a questo punto sono io a non capire: "vai tra" che significa? -perdona la domanda stupida, ma una sequenza di 12 canzoni in loop dopo un po' produce effetti collaterali   crazy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da primaverino il Gio 26 Giu - 20:20

FuoriDagliSchemi ha scritto:Ok, primaverino, allora a questo punto sono io a non capire: "vai tra" che significa?

Che non intendo perdermi (di nuovo) in diatribe che non portano da nessuna parte...
Non così presto, almeno...  mgreen 
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Ospite il Gio 26 Giu - 20:23

Pollice in su per il buon proposito di mantenere la quiete  ok2

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Gio 26 Giu - 20:25

Trixoi ha scritto:
Certo, conoscevo questi esempi e concordo con quanto hai detto. Al massimo possiamo trovare nell'Antico testamento delle figure (degli angeli o una specie di angeli) che svolgono la funzione del diavolo, ma che comunque obbediscono sempre al volere di Dio e non sono suoi avversari: ne è un esempio il libro di Giobbe. 
Quando ho detto "solo perché c'è nella Bibbia" mi riferivo appunto ai vangeli, dove Dio non poteva più essere sia bene sia male, perché Gesù lo presentava come buono e misericordioso; e perciò serviva una controparte malvagia per rendere Dio sempre e solo buono.
Ah, ok, allora è corretto.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Justine il Gio 26 Giu - 20:27

FuoriDagliSchemi ha scritto:Ok, primaverino, allora a questo punto sono io a non capire: "vai tra" che significa? -perdona la domanda stupida, ma una sequenza di 12 canzoni in loop dopo un po' produce effetti collaterali   crazy

"Vai tranquilla", o cose del genere.
Ecco perché non ho mai amato l'ipersemplificazione verbale  wall2

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da ermetesilente il Gio 26 Giu - 20:30

Allora facciamo scendere la pace chiarendo a me qualcosa, visto che ho la grave pecca (per un amante della lettura) di non aver ripreso in mano da 10 anni una lettura seria della Bibbia. Ho quindi qualche dubbio sugli avvenimenti (ma questa estate la leggo, ora sono disoccupato e ho tanto tempo libero):
1) Il serpente nell'eden non è forse il diavolo per la tradizione? 
2) La cacciati degli angeli ribelli come si colloca cronologiocamente rispetto al frutto proibito?
3)Vi sono altre entità nocive nel testo Biblico?
4) Il re del nord, del sud,anticristo sono sempre nomi del diavolo?

ermetesilente
-------------
-------------

Numero di messaggi : 175
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 21.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Rasputin il Gio 26 Giu - 20:40

primaverino ha scritto:
1) Non intendo smentirlo (il tuo punto di vista).
Lo accetto e basta.
Nemmeno io ho i paraocchi...
E adesso che entrambi abbiamo certificato di non avere i paraocchi, potremmo anche piantarla lì di ribadire il solito minestrone, non trovi?
2) Parlavo con FDS

Ok

http://atei.forumitalian.com/t6155p30-la-fede-del-21esimo-secolo#313415

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49984
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Gio 26 Giu - 20:52

ermetesilente ha scritto:Allora facciamo scendere la pace chiarendo a me qualcosa, visto che ho la grave pecca (per un amante della lettura) di non aver ripreso in mano da 10 anni una lettura seria della Bibbia. Ho quindi qualche dubbio sugli avvenimenti (ma questa estate la leggo, ora sono disoccupato e ho tanto tempo libero):
1) Il serpente nell'eden non è forse il diavolo per la tradizione? 
2) La cacciati degli angeli ribelli come si colloca cronologiocamente rispetto al frutto proibito?
3)Vi sono altre entità nocive nel testo Biblico?
4) Il re del nord, del sud,anticristo sono sempre nomi del diavolo?

  1. Sì, ma è una forzatura.
  2. È anche questa un'interpretazione storpiata di un passo della Genesi che racconta tutt'altro: «Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. Allora il Signore disse: "Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni". C’erano sulla terra i giganti a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi» (Gen 6,1-4). Pietro trasforma questi giganti in angeli decaduti: «Dio non risparmiò gli angeli che avevano peccato, ma li precipitò in abissi tenebrosi, tenendoli prigionieri per il giudizio» (2 Pietro 2,4).
  3. Sì, per esempio il Behemoth ed il Leviatan.
  4. Sono storie collegate alle vicissitudini degli ebrei.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Hara2 il Gio 26 Giu - 21:16

ermetesilente ha scritto:Allora facciamo scendere la pace chiarendo a me qualcosa, visto che ho la grave pecca (per un amante della lettura) di non aver ripreso in mano da 10 anni una lettura seria della Bibbia. Ho quindi qualche dubbio sugli avvenimenti (ma questa estate la leggo, ora sono disoccupato e ho tanto tempo libero):
1) Il serpente nell'eden non è forse il diavolo per la tradizione? 

Nella torah di esseri trascendenti non ce ne sono, satan è un sostantivo comune preceduto sempre dall'articolo "ha"  e indica il desiderio naturale indispensabile dell'uomo, cibo sesso dormire bere soddisfarsi possesso ecc, a questa inclinazione materiale(yetzer hará) si contrappone l'inclinazione "alta"( yetzer hatov) le leggi che tendono a regolare le prime, è necessaria alla convivenza sociale.Se preferisci, grossomodo, corrispondono a Es e super-io 



2) La cacciati degli angeli ribelli come si colloca cronologiocamente rispetto al frutto proibito?


Non vi sono angeli il termine malach indica un portalettere o un qualunque messaggero, è il cristianesimo che si è impropriamente e ingenuamente (o forse no) impossessato del simbolismo cabalistico, senza capirci una sega, e dagli di troni e dominazioni. 
Dice il buon maimonide

Tutte le forze sono angeli! Come sono ciechi gli ingenui! Se dici a qualcuno che pretende di
essere un saggio d'Israele che D-o ha mandato un angelo che è entrato nell'utero di una donna
e qui ha formato un embrione, lui crederà che si tratti di un miracolo e lo accetterà come un
segno della maestosità e della potenza di D-o; e anche se egli crede [erroneamente] che un
angelo sia un corpo di fuoco grande come la terza parte del mondo intero, tutto ciò gli sembrerà possibile per D-o.Ma se gli dici che D-o ha posto nello spermatozoo la potenza di formare e di definire gli organi,
e che quindi è questo il vero angelo , allora egli si stupirà. [....] La persona ingenua infatti non comprende che la vera maestosità e la vera potenza stanno nel riuscire a far esistere delle forze che agiscano pur non essendo percepite dai sensi. [....]

I Saggi ci rivelano che anche la facoltà [umana] dell'immaginazione è chiamata angelo; e la mente è chiamata cherubino". (Guida dei Perplessi 2,4 ; 2,6).


Se ti riferisci ai figli di dio di genesi  6:1-4  la traduzione Luzzatto recita

Ora, poiché gli uomini [viventi in civile consorzio] incominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra, e nate furono loro (anche molte) figliuole. I (cosiddetti) figli di Dio [uomini agresti e più forti dei primi] avendo trovate belle le figlie degli uomini, si presero delle donne, tutte quelle che scelsero. Il Signore disse: Lo spirito mio non resterà perpetuamente perplesso intorno all’uomo [se punirlo, perdonargli], nel pensiero ch’egli è di carne. Egli [l’uomo] abbiasi (ancora) cento e venti anni. I giganti furono al mondo in quel tempo, ed anche in seguito; poichè i (cosiddetti) figli di Dio accompagnavansi colle figlie degli uomini, e queste aveano prole da quelli.

Nefilim (i giganti)è il plurale di "nefel"="aborto"* (dalla radice di "cadere" "perdere"), "bambino nato morto", come in Salmi 58:8 (58:9): "come aborto di donna, non vedano il sole."(trad, Luzzi) o come in Giobbe 3:16: "oppure, come l'aborto nascosto, non esisterei, sarei come i feti che non videro la luce".

“Figli di D-o”, “benè helohim”, (figli di) “giudici”

*Ma anche da altra radice -scelti, separati- poi il testo, che usa un linguaggio poetico, fa dei giochi di parole


(cit "altro mio nick)
3)Vi sono altre entità nocive nel testo Biblico?


Non vi sono entità di nessun genere. E' un testo laico, non religioso.


4) Il re del nord, del sud,anticristo sono sempre nomi del diavolo?


Più semplicemente un qualche popolo che aveva nomea di ferocia oppure per altri babilonia e i babilonesi.

Belzebù, "Baal Ze Bub" invece letteralmente è il signore delle mosche, ovvero le malattie contagiose che si pensavano, e non completamente a torto che fossero portate da esse.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da ermetesilente il Ven 27 Giu - 3:37

Urge che io la rilegga. Quindi la ribellione di lucifero non c'è?

ermetesilente
-------------
-------------

Numero di messaggi : 175
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 21.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il credente attuale italiano crede ancora nel Demonio?

Messaggio Da Minsky il Ven 27 Giu - 7:37

ermetesilente ha scritto:Urge che io la rilegga. Quindi la ribellione di lucifero non c'è?
No. Lucifero è divinità romana, fagocitata in seguito dal cristianesimo. Alcuni oscuri passi biblici sono stati così reinterpretati per dire che Satana era Lucifero prima di essere scacciato dal "cielo". In particolare in Isaia 14,11-17 si legge: «Negli inferi è precipitato il tuo fasto, la musica delle tue arpe; sotto di te v'è uno strato di marciume, tua coltre sono i vermi. Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero, figlio dell'aurora? Come mai sei stato steso a terra, signore di popoli? Eppure tu pensavi:
Salirò in cielo, sulle stelle di Dio innalzerò il trono, dimorerò sul monte dell'assemblea, nelle parti più remote del settentrione. Salirò sulle regioni superiori delle nubi, mi farò uguale all'Altissimo. E invece sei stato precipitato negli inferi,
nelle profondità dell'abisso! Quanti ti vedono ti guardano fisso, ti osservano attentamente. È questo l'individuo che sconvolgeva la terra, che faceva tremare i regni, che riduceva il mondo a un deserto, che ne distruggeva le città, che non apriva ai suoi prigionieri la prigione?
» (CEI). Ma questo passo si riferisce al re di Babilonia, non ad un "essere angelico". N.B.: nel testo originale non appare "Lucifero" ma "astro mattutino", e non è scritto "inferi" (inferno) ma "sceol", che è semplicemente la fossa, la tomba. Vedi come pian piano, da una versione all'altra, si può distorcere un testo che racconta una storia di fantasia per fargli dire una storia di fantasia completamente diversa.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14572
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum