E no! troppo comodo caro Silvio!

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Lug - 21:12

Minsky ha scritto:Dopo una breve ricerca su fonti attendibili e non polarizzate, la versione di Primaverino mi risulta del tutto aderente alla realtà dei fatti.
Sì ma io avevo chiesto dove sta scritto nella legge che è reato "SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore"
???
Io ho trovato questo testo:
   « Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.

   Nei casi previsti dal primo comma, chi dà o promette denaro o altra utilità è punito con la reclusione fino a tre anni. »
Voi invece ne avete trovato un altro suppongo! Ma non lo pubblicate...

Oppure non sarà mica che c'è stato un refuso di stampa nell'Unità?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Lug - 21:18

primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:....
La modifica di legge, viceversa, contempla l'ipotesi di concussione SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore (cosa del tutto esclusa, nella fattispecie).
Capito, caro Paolo?
...
No questo proprio non l'ho capito... o meglio non ho trovato dove la legge affermi che si ha concussione per induzione "SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore".

Wikipedia ha scritto:L'art. 319 quater (rubricato "Induzione indebita a dare o promettere utilità") invece dispone:
« Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.

Nei casi previsti dal primo comma, chi dà o promette denaro o altra utilità è punito con la reclusione fino a tre anni. »

Infatti è l'articolo modificato dopo la legge Severino...
Quindi la concussione "per costrizione" è fatta salva, come dicevo...
E' quell'altra (per induzione) di cui s'è persa traccia.
No, primaverino! non s'è affatto persa traccia... è stata estrapolata e ora costituisce l'art. 319 quater con il titolo "Induzione indebita a dare o promettere utilità".
Hai imparato da jessica a cambiare le carte in tavola?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da primaverino il Lun 21 Lug - 21:55

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:....
La modifica di legge, viceversa, contempla l'ipotesi di concussione SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore (cosa del tutto esclusa, nella fattispecie).
Capito, caro Paolo?
...
No questo proprio non l'ho capito... o meglio non ho trovato dove la legge affermi che si ha concussione per induzione "SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore".

Wikipedia ha scritto:L'art. 319 quater (rubricato "Induzione indebita a dare o promettere utilità") invece dispone:
« Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.

Nei casi previsti dal primo comma, chi dà o promette denaro o altra utilità è punito con la reclusione fino a tre anni. »

Infatti è l'articolo modificato dopo la legge Severino...
Quindi la concussione "per costrizione" è fatta salva, come dicevo...
E' quell'altra (per induzione) di cui s'è persa traccia.
No, primaverino! non s'è affatto persa traccia... è stata estrapolata e ora costituisce l'art. 319 quater con il titolo "Induzione indebita a dare o promettere utilità".
Hai imparato da jessica a cambiare le carte in tavola?

Appunto "a dare o promettere utilità".
Prima non vi era bisogno di specificare il "dare o promettere utilità".
Tale modifica, qualora non l'avessi ripetuto a sufficienza, è stata introdotta dalla legge Severino.
Il processo relativo è cominciato prima dell'entrata in vigore di tale legge e si è concluso dopo.
Hai capito?
E' chiaro che non potrò citarti alcunché proprio perché tale condizione è ora necessaria, mentre prima no.
Infatti prima, ovvero con la legge "vecchia" si considerava concusso anche chi non avesse ricevuto beneficio alcuno, come il dr. Ostuni (come ho già detto due volte) il quale non ha tratto alcun beneficio dall'aver "ubbidito" a Berlusconi, salvandosi (semmai) da un indebito svantaggio tipo il trasferimento a sede secondaria/periferica e blocco della carriera e non esplicito vantaggio, come invece prescrive l'articolo del Codice che citi.
Non puoi chiedermi di pubblicare ciò che la Legge non dice (più).
Perché non esiste più.

p.s.: le carte in tavola le ha cambiate il legislatore. Jessica ed io non c'entriamo, credimi...  wink..

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Lug - 22:08

primaverino ha scritto:
...
Mi limiterei al punto 3) dato che riguardo al resto mi pare di essere stato sufficientemente esplicito.
La specie "concussiva" non è prevista nella maggior parte degli ordinamenti internazionali dato che colà prende il nome di "estorsione aggravata".
In effetti si da il caso che spesso all'estero chiamino le cose col loro nome...
Da noi (patria dei distinguo e dei cavilli) si tende sempre all'eufemismo e si applica solo nel caso in cui noi ne sostituiamo il termine con "concussione per costrizione".
In pratica, non siamo noi italiani ad inventarci una sorta di pseudo-reato ma addirittura ad ammorbidirlo a priori... Ma a Lorsignori ancora non basta.
...
Non mi pareva di essere stato poco chiaro nel merito.
Attento primaverino che ti stai dando la zappa sui piedi!
La telefonata di Berlusconi ti sembra costituisca un caso di "estorsione aggravata"?  carneval 
Se in Italia avessimo avuto anziché il reato di concussione solo quello di estorsione aggravata, neanche la Boccassini se la sarebbe sentita di formulare questa accusa in un caso come quello "Ruby", si sarebbe dovuta accontentare dell'accusa per "prostituzione minorile".

Piuttosto un caso di estorsione aggravata è quello che dovrebbe avere per imputata proprio la signora Boccassini, che ha cercato di "indurre" con minacce una testimone (Ruby) a modificare la propria versione.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Lun 21 Lug - 22:23

primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:....
La modifica di legge, viceversa, contempla l'ipotesi di concussione SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore (cosa del tutto esclusa, nella fattispecie).
Capito, caro Paolo?
...
No questo proprio non l'ho capito... o meglio non ho trovato dove la legge affermi che si ha concussione per induzione "SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore".

Wikipedia ha scritto:L'art. 319 quater (rubricato "Induzione indebita a dare o promettere utilità") invece dispone:
« Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.

Nei casi previsti dal primo comma, chi dà o promette denaro o altra utilità è punito con la reclusione fino a tre anni. »

Infatti è l'articolo modificato dopo la legge Severino...
Quindi la concussione "per costrizione" è fatta salva, come dicevo...
E' quell'altra (per induzione) di cui s'è persa traccia.
No, primaverino! non s'è affatto persa traccia... è stata estrapolata e ora costituisce l'art. 319 quater con il titolo "Induzione indebita a dare o promettere utilità".
Hai imparato da jessica a cambiare le carte in tavola?

Appunto "a dare o promettere utilità".
Prima non vi era bisogno di specificare il "dare o promettere utilità".
Tale modifica, qualora non l'avessi ripetuto a sufficienza, è stata introdotta dalla legge Severino.
Il processo relativo è cominciato prima dell'entrata in vigore di tale legge e si è concluso dopo.
Hai capito?
E' chiaro che non potrò citarti alcunché proprio perché tale condizione è ora necessaria, mentre prima no.
Infatti prima, ovvero con la legge "vecchia" si considerava concusso anche chi non avesse ricevuto beneficio alcuno, come il dr. Ostuni (come ho già detto due volte) il quale non ha tratto alcun beneficio dall'aver "ubbidito" a Berlusconi, salvandosi (semmai) da un indebito svantaggio tipo il trasferimento a sede secondaria/periferica e blocco della carriera e non esplicito vantaggio, come invece prescrive l'articolo del Codice che citi.
Non puoi chiedermi di pubblicare ciò che la Legge non dice (più).
Perché non esiste più.

p.s.: le carte in tavola le ha cambiate il legislatore. Jessica ed io non c'entriamo, credimi...  wink..
Primaverino, per favore!!!! ... fai almeno l'analisi logica di questo articolo di legge!
"il pubblico ufficiale (cioè in questo caso il Berlusconi) ... che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno (cioè in questo caso Ostuni) a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo (cioè in questo caso a Ruby), denaro o altra utilità".
L'utilità è quella di Ruby (terzo raccomandato, complemento di termine o di vantaggio) e non quella di Ostuni (oggetto della concussione)!!!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Minsky il Lun 21 Lug - 22:41

primaverino ha scritto:
Appunto "a dare o promettere utilità".
Prima non vi era bisogno di specificare il "dare o promettere utilità".
Tale modifica, qualora non l'avessi ripetuto a sufficienza, è stata introdotta dalla legge Severino.
Il processo relativo è cominciato prima dell'entrata in vigore di tale legge e si è concluso dopo.
Hai capito?
E' chiaro che non potrò citarti alcunché proprio perché tale condizione è ora necessaria, mentre prima no.
Infatti prima, ovvero con la legge "vecchia" si considerava concusso anche chi non avesse ricevuto beneficio alcuno, come il dr. Ostuni (come ho già detto due volte) il quale non ha tratto alcun beneficio dall'aver "ubbidito" a Berlusconi, salvandosi (semmai) da un indebito svantaggio tipo il trasferimento a sede secondaria/periferica e blocco della carriera e non esplicito vantaggio, come invece prescrive l'articolo del Codice che citi.
Non puoi chiedermi di pubblicare ciò che la Legge non dice (più).
Perché non esiste più.

p.s.: le carte in tavola le ha cambiate il legislatore. Jessica ed io non c'entriamo, credimi...  wink..
Mah! D'altronde... sentite qui che si dice, da una fonte che sembra competente:
Corriere Della Sera ha scritto:
«Non ci fu la concussione», ecco perché Berlusconi è stato assolto

In Appello cade anche l’accusa di prostituzione minorile.
L’ex premier non avrebbe saputo dell’età della ragazza


di Luigi Ferrarella

MILANO - Quando ad Arcore ebbe rapporti sessuali con una prostituta di 17 anni, Silvio Berlusconi non era consapevole che Karima «Ruby» el Mahroug fosse appunto minorenne. E la notte del 27 maggio 2010, quando da Parigi telefonò al capo di gabinetto della Questura milanese Pietro Ostuni per anticipargli che sarebbe arrivata la consigliere regionale Nicole Minetti a prendere in carico una ragazza che gli si segnalava come parente del presidente egiziano Mubarak, giuridicamente questa sua telefonata non ebbe contenuto di minaccia (anche solo implicitamente) costrittiva della volontà dei funzionari di polizia Pietro Ostuni e Giorgia Iafrate: costoro, invece, solo per un eccesso di zelo frutto di una propria condizione psicologica di timore reverenziale, operarono poi fino alle 2 di notte per propiziare un esito (l’affidamento di Ruby a Minetti) sicuramente gradito da Berlusconi benché da lui non illegittimamente preteso. È quanto «racconta», in attesa delle motivazioni tra 90 giorni, il dispositivo della sentenza con la quale ieri la Corte d’Appello di Milano (presidente Enrico Tranfa, relatrice Ketty Lo Curto, a latere Alberto Puccinelli) ha cancellato la condanna di primo grado a 7 anni di carcere, e ha assolto nel merito l’ex premier e attuale leader di Forza Italia, senza alcuna prescrizione e senza richiami alla vecchia insufficienza di prove.

Dall’accusa di prostituzione minorile Berlusconi è stato assolto «perché il fatto non costituisce reato», cioè perché nell’imputato mancava l’elemento psicologico che trasforma una condotta (pur verificatasi) in un illecito penale, in questo caso la consapevolezza che la ragazza fosse minorenne. L’accusa ricavava questa consapevolezza da accenni di Ruby in alcune intercettazioni con amiche (ai quali la difesa contrapponeva però altri spezzoni di segno opposto nelle intercettazioni della ragazza), e da elementi logici come il fatto che a portare Ruby ad Arcore da Berlusconi fosse stato chi (l’ex direttore del Tg5 Emilio Fede) la sapeva minorenne per essere stato suo giurato in un concorso di bellezza in Sicilia: la difesa replicava trattarsi di una deduzione sdrucciolevole, adombrava che Fede (insieme a Lele Mora legato a Berlusconi anche da forti prestiti di denaro) potesse comunque avere magari un interesse a tacere al premier l’età della ragazza, e rimarcava come tutti i testi avessero riferito che Ruby sembrava avere 23/24 anni. L’assoluzione odierna si presta a una curiosità «postuma»: nel senso che la medesima condotta del 2010, se commessa dopo l’entrata in vigore nell’ottobre 2012 della ratifica della Convenzione di Lanzarote del 2007, non sarebbe più stata scriminata, posto che da allora il cliente di una prostituta minorenne non può più invocare a propria scusa l’ignoranza dell’età della persona offesa minorenne, salvo che si tratti di ignoranza inevitabile, cioè non rimproverabile quantomeno a titolo di colpa.
Sei dei sette anni di pena in primo grado, però, dipendevano dalla concussione, reato del pubblico ufficiale che abusa della sua qualità per costringere qualcuno a dargli indebitamente una utilità. Qui Berlusconi è stato assolto con la formula «perché il fatto non sussiste», segno che per i giudici non ci fu costrizione dei funzionari della Questura. E nemmeno vi fu una loro «induzione indebita», fattispecie tipizzata nel 2012 dalla legge Severino che, se ieri fosse stata sposata dai giudici, avrebbe condotto a riqualificare il reato e ricondannare l’ex premier, sebbene a pena inferiore.
Sin dall’inizio la concussione era statisticamente impervia visto che (nel caso propugnato dai pm Ilda Boccassini e Antonio Sangermano) la persona «costretta» dal pubblico ufficiale (il premier Berlusconi) era anch’essa un pubblico ufficiale (il capo di gabinetto della Questura). Non è un caso, dunque, che in questi giorni sia l’arringa dei difensori Franco Coppi e Filippo Dinacci, sia i tavoli dei giudici avessero (oltre alla sentenza delle Sezioni Unite su concussione/induzione) un libro in comune: quello di Gianluigi Gatta (professore associato di diritto penale alla Statale di Milano, «scuola» Marinucci-Dolcini) sulla condotta penalmente rilevante di «minaccia». Muovendo dall’osservazione del giurista Carrara sulla matrice latina del termine «concussione» («l’idea dello scuotere un albero per farne cadere i frutti»), lo studioso nel 2013 propendeva per l’idea che la minaccia, per essere presupposto di una concussione, dovesse essere un fatto aggressivo/prevaricatore ben diverso dal mero timore reverenziale che il soggetto passivo può provare nei confronti del superiore gerarchico, all’interno della propria condizione psicologica e senza che questo timore reverenziale sia determinato dalla minaccia esterna del soggetto attivo. Coppi aveva perciò sostenuto che, «se il concusso è idealmente solo chi sia preso per il collo e messo spalle al muro di fronte a un aut-aut, sotto inesorabile minaccia, questo non è il caso di Ostuni, i cui moti interni non dipendono dalla condotta di Berlusconi, ma dalla soggezione psicologica verso chi ha ruolo superiore.
Chi non ha il coraggio di dire no, non è protetto dal diritto: se Ostuni al massimo si è sentito condizionato dalla richiesta di Berlusconi, se ha avuto timore reverenziale verso chi magari ha pensato di compiacere, questi (lo dico elegantemente) sono fatti suoi, non ricollegabili a una minaccia di Berlusconi». Il pg Piero de Petris indicava l’architrave della concussione nella balla di Berlusconi sulla storia di Ruby parente di Mubarak: «Poiché la Questura già in pochi minuti verifica che non è vero, il potenziale intimidatorio percepito da Ostuni sta proprio nella falsità della parentela con Mubarak prospettata da Berlusconi come foriera di un incidente diplomatico con l’Egitto: e dunque Ostuni esegue la prestazione richiesta da Berlusconi (affidare Ruby a Minetti) in esecuzione dell’ordine ricevuto, e non certo perché indotto dalla storia dell’inesistente parentela» o da un generico «timore reverenziale verso il premier». Argomento rovesciato dalla difesa: «Solo un pazzo incosciente avrebbe usato una bugia con le gambe cortissime: era invece segno che Berlusconi credeva davvero Ruby parente di Mubarak, e non la sapeva minorenne, tanto da poi subito allontanarla. La riprova è che, quando dopo 8 giorni Ruby è di nuovo in Questura, nessuno più fa nulla e Ruby finisce in comunità».

19 luglio 2014 | 07:20


http://www.corriere.it/cronache/14_luglio_19/non-ci-fu-concussione-ecco-perche-berlusconi-stato-assolto-6008a76c-0f02-11e4-a021-a738f627e91c.shtml

... quindi in buona sostanza, è come dicevo io dall'inizio: esegesi biblica.  wink..

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da primaverino il Lun 21 Lug - 22:55

paolo1951 ha scritto:
Attento primaverino che ti stai dando la zappa sui piedi!
La telefonata di Berlusconi ti sembra costituisca un caso di "estorsione aggravata?
No.
Era un caso di concussione per induzione. (che mi chiedi di "provare" citando l'apposito articolo del Codice, ma che ovviamente non posso fare perché nel frattempo il Codice è cambiato... HAI CAPITO??)
Cioè, nella fattispecie, il presidente del Consiglio telefona alla Questura di Milano per far rilasciare immediatamente una ladra (minorenne o meno poco importa) accusata di furto su querela di parte (cioè da parte della ragazza che la ospitava in casa sua e alla quale aveva sottratto i soldi dell'affitto) e legittimamente trattenuta in attesa di diversa destinazione presso tali uffici, come da regolare procedura per affidarla alla sua ex-igienista dentale nel frattempo divenuta consigliera regionale e comunque NON autorizzata a termini di nessuna norma a prendere in cura la ladra rilasciata dietro minaccia. Comprendi il meccanismo del tutto illegale e parimenti "eterodosso" della questione, gentile amico?
Il fatto è che non si trattasse di una ladra qualsiasi, bensì (del tutto incidentalmente) di una delle zoccole che frequentavano il sessuomane compulsivo (fatti suoi) delinquente seriale (è provato) e facente parte del suo "harem" (all'epoca ancora ignoto ai più, come ho già detto) ha spinto l'on. cav. Silvio Berlusconi ad intervenire personalmente fornendo la patetica scusa della nipote di Mubarak (porco BIP è marocchina, cazzo! Dall'Egitto al Marocco ci saranno migliaia di chilometri... Guarda almeno la carta geografica prima di sparare cazzate, nota di primaverino) e facendo pressioni sul dr. Ostuni che agì in contrasto alle normali regole applicabili in tali casi per paura di subire ritorsioni da parte del Berlusca medesimo in termini negativi.
Come dicevo, tale comportamento  non costituisce (più) reato, dato il fatto che il medesimo Ostuni non ha tratto vantaggio alcuno dall'aver operato come è noto (e come mi costringi a ri-scrivere per la terza volta).
Cionondimeno, secondo la vecchia legge, ovvero PRIMA che l'ineffabile Severino ci mettesse mano, tale comportamento prefigurava la già citata ipotesi di reato.
Siccome tale ipotesi di reato (validissima ai tempi del giudizio di primo grado) è poi decaduta (la legge Severino è solo l'ennesima legge vergogna, dato l'utilizzatore finale per cui è stata espressamente scritta e pensata, ancorché ne beneficeranno altri millemila delinquenti di minor calibro) ecco spiegata l'assoluzione in appello che con finta meraviglia (di chi finge di non capire il gioco delle tre carte, intendo dire) ribalta la sentenza di primo grado.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da primaverino il Lun 21 Lug - 23:15

paolo1951 ha scritto:
Primaverino, per favore!!!! ... fai almeno l'analisi logica di questo articolo di legge!
"il pubblico ufficiale (cioè in questo caso il Berlusconi) ... che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno (cioè in questo caso Ostuni) a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo (cioè in questo caso a Ruby), denaro o altra utilità".
L'utilità è quella di Ruby (terzo raccomandato, complemento di termine o di vantaggio) e non quella di Ostuni (oggetto della concussione)!!!

Gentilissimo, ti chiedo due cose:
a) non scrivere "in grande" che ci vedo benissimo, grazie.
b) non pigliarmi per il culo, che la mia pazienza è corta.

Per favore, naturalmente...


Riassumo: Berlusconi abusando del suo potere fece pressioni su Ostuni che (cagandosi in mano) accondiscese all'inaudita richiesta di liberare una ladra solo perché lo dice "il capo" (del Governo) temendo che in caso contrario gli avrebbero segato la carriera.
Tale comportamento era (prima della legge Severino) penalmente rilevante a carico del "proponente".
Ora non più, perché il "soggiacente" non trasse vantaggio per sé medesimo.
Non c'è altro.
Come ho detto nel primo post la legge (cambiata alla bisogna del Puttaniere delinquente seriale) ora dice che è tutto regolare.
E tanto mi basta.
L'analisi logica del "nuovo" articolo è del tutto superflua in quanto chiarissima.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 6:29

paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:
paolo1951 ha scritto:
primaverino ha scritto:....
La modifica di legge, viceversa, contempla l'ipotesi di concussione SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore (cosa del tutto esclusa, nella fattispecie).
Capito, caro Paolo?
...
No questo proprio non l'ho capito... o meglio non ho trovato dove la legge affermi che si ha concussione per induzione "SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore".

Wikipedia ha scritto:L'art. 319 quater (rubricato "Induzione indebita a dare o promettere utilità") invece dispone:
« Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.

Nei casi previsti dal primo comma, chi dà o promette denaro o altra utilità è punito con la reclusione fino a tre anni. »

Infatti è l'articolo modificato dopo la legge Severino...
Quindi la concussione "per costrizione" è fatta salva, come dicevo...
E' quell'altra (per induzione) di cui s'è persa traccia.
No, primaverino! non s'è affatto persa traccia... è stata estrapolata e ora costituisce l'art. 319 quater con il titolo "Induzione indebita a dare o promettere utilità".
Hai imparato da jessica a cambiare le carte in tavola?


potresti linkare anche solo un intervento in cui ciò occorre?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Lug - 7:18

Scrivo in piccolo ma la questione rimane, tu hai stravolto proprio proprio l'analisi logica di questo articolo, hai detto infatti che Berlusconi sarebbe stato punibile
SOLO nel caso in cui il concusso possa eventualmente trarre esplicito vantaggio dalla complicità col concussore

E ancora hai aggiunto che nella legge si parla di:
Appunto "a dare o promettere utilità".
Prima non vi era bisogno di specificare il "dare o promettere utilità".
Niente di che ma hai preso una cantonata ... l' "utilità" di cui parla la legge è quella di Berlusconi o di Ruby, non quella di Ostuni.

Inoltre è inutile tirar fuori le modifiche introdotte nella legge sulla concussione durante il 2012, almeno su questo punto la legge non è cambiata:
VECCHIO ARTICOLO 317 « Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri costringe o induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro o altra utilità, è punito con la reclusione da quattro a dodici anni. »

NUOVO ARTICOLO 317 « Il pubblico ufficiale che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, costringe taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da sei a dodici anni. »

Come vedi la pena minima è stata addirittura inasprita. La concussione per induzione non è più prevista in questo articolo ma la si trova nel nuovo articolo 319-quater sotto il titolo di ""indebita induzione a dare o a promettere denaro o altra utilità":
Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità è punito con la reclusione da tre a otto anni.
La locuzione "denaro o altra utilità" come puoi vedere è sempre presente e identica in tutti i tre casi, prima e dopo la riforma, e sempre si riferisce all'utilità del concussore o del terzo da lui indicato, MAI a quella del concusso.

Infine tieni conto che la Boccassini fece comunque condannare Berlusconi in primo grado per concussione costrittiva e non per induzione.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Lug - 7:27

jessica ha scritto:...
potresti linkare anche solo un intervento in cui ciò occorre?
Potrei ma non servirebbe a nulla perché sarebbe comunque un "mio giudizio personale soggettivo"... quindi preferisco rimangiarmi la battuta, far ammenda, e contestarti su fatti più "oggettivi"... benché anche con questi vedo che non è facile farsi capire su questo forum... mi riferisco al post precedente.
L'odio che avete per Berlusconi è tale da farvi anche stravolgere i testi delle leggi scritte, forse persino in "buona fede".

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 8:17

paolo1951 ha scritto:
Potrei ma non servirebbe a nulla perché sarebbe comunque un "mio giudizio personale soggettivo"... quindi preferisco rimangiarmi la battuta, far ammenda, e contestarti su fatti più "oggettivi"...
saggia scelta.
la vedo un po' dura contestarmi cose delle quali non ho parlato...
benché anche con questi vedo che non è facile farsi capire su questo forum... mi riferisco al post precedente.
L'odio che avete per Berlusconi è tale da farvi anche stravolgere i testi delle leggi scritte, forse persino in "buona fede".
allora visto non vuoi indicare  cambiamenti di carte in tavola da parte mia e anzi fai ammenda, vorresti almeno indicare dove avrei parlato di leggi severino o interpretazioni su induzioni-costrizioni-cazzivari ?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Lug - 8:31

jessica ha scritto:...
allora visto non vuoi indicare  cambiamenti di carte in tavola da parte mia e anzi fai ammenda, vorresti almeno indicare dove avrei parlato di leggi severino o interpretazioni su induzioni-costrizioni-cazzivari ?
Chiaramente questa volta non mi riferivo specificatamente a te...  però anche tu hai scritto ad esempio cose tipo:
jessica ha scritto:... riguardo il secondo capo di imputazione (che personalmente non mi crea alcun problema, ma immagino che lo crei ai sostenitori della famiglia tradizionale che votano l'ultimo baluardo di moralità in questo paese marcescente), hai qualche fonte a riguardo? perchè io sto leggendo ovunque che il motivo dell'assoluzione è che il fatto non costituisce reato, non che il fatto non sussista.
La "fonte" è la Legge!
Basta analizzarla, leggerla correttamente... e vedi che Berlusconi non può aver commesso il fatto della "concussione" perché la concussione, così come la definisce la legge, non vi è proprio stata (non sussiste) e che il fatto di essere andato a letto con Ruby "non costituisce reato".
Ma se invece vogliamo condannarlo a tutti i costi con la motivazione che è un porco, un farabutto e ci sta sulle palle... allora si riesce a far dire a quella fonte anche esattamente l'opposto di quello che dice!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 8:35

paolo1951 ha scritto:
Chiaramente questa volta non mi riferivo specificatamente a te...

capisco, quindi accusi primaverino di mischiare le carte in tavola come faccio io, ma non sai dire dove lo faccio, dici che preferisci contestarmi cose più oggettive ma quando ti chiedo cosa, dici che non ti riferisci specificatamente a me...

perfettamente lineare, as usual. ok 


 però anche tu hai scritto ad esempio cose tipo:
jessica ha scritto:... riguardo il secondo capo di imputazione (che personalmente non mi crea alcun problema, ma immagino che lo crei ai sostenitori della famiglia tradizionale che votano l'ultimo baluardo di moralità in questo paese marcescente), hai qualche fonte a riguardo? perchè io sto leggendo ovunque che il motivo dell'assoluzione è che il fatto non costituisce reato, non che il fatto non sussista.
La "fonte" è la Legge!
Basta analizzarla, leggerla correttamente... e vedi che Berlusconi non ha commesso il fatto della "concussione" e che il fatto di essere andato a letto con Ruby "non costituisce reato".
Ma se invece vogliamo condannarlo a tutti i costi con la motivazione che è un porco, un farabutto e ci sta sulle palle... allora si riesce a far dire a quella fonte anche esattamente l'opposto di quello che dice!
esatto, l'ho scritto, e se tu avessi letto meglio, ti saresti reso conto di non aver capito una mazza (non stavo infatti parlando di concussione ma di andare a mignotte). ho aggiunto un grasetto per facilitarti la comprensione.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Lug - 8:42

Aggiungo ancora una cosa: si parla tanto di leggi "ad personam", tutte le leggi sono comunque "ad personas"... e hanno il sostegno della singola "persona" che rientra in quel gruppo!
Semmai sono i processi che non dovrebbero essere "ad personam" ma partire (l'ho già scritto) dal fatto alla ricerca del reo e non dal reo pregiudicato alla ricerca di ipotesi di reato che giustifichino il nostro "pregiudizio".

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da paolo1951 il Mar 22 Lug - 9:17

jessica ha scritto:...
esatto, l'ho scritto, e se tu avessi letto meglio, ti saresti reso conto di non aver capito una mazza (non stavo infatti parlando di concussione ma di andare a mignotte). ho aggiunto un grasetto per facilitarti la comprensione.
No l'ho letto e l'ho pure capito... e appunto ti dico che tu dovresti sapere che andare a mignotte sarà reato nella civilissima Svezia, nella meno civile Thailandia, ma in Italia NO! ... per ora non costituisce reato!
Come ti avevo scritto altrove la Boccassini ha perso tempo e soldi a dimostrare che La Ruby era puttana "professionista" (cosa essenziale ai fini processuali ma che non richiedeva un simile sforzo e dispendio di mezzi) ma non è riuscita a provare che Berlusconi fosse a conoscenza della sua minore età... il teorema "Craxi non poteva non sapere" non vale (questo è ormai pacifico nella giurisprudenza), devi proprio dimostrare che "sapeva"!

PS: la Boccassini ha dimostrato che lo sapeva Emilio Fede... ma non che l'avesse detto a Berlusconi!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Paolo il Mar 22 Lug - 9:36

primaverino ha scritto:Riguarda la cosiddetta "concussione per induzione" ovvero l'indebito esercizio di pressione da parte di un "potente" riferito a un "meno potente" sul quale il medesimo possa rivalersi.
Traduco: Berlusconi, dal vertice in corso a Parigi, nella sua funzione di presidente del consiglio, telefona a Ostuni (funzionario della questura) per dirgli di affidare una ladra (Ruby) ad una consigliera regionale di sua fiducia (Minetti) e farla liberare all'istante (è in stato di fermo, comunque, non agli arresti) contro il parere del magistrato in turno (che propende, come di legge, per l'affidamento ad una "casa famiglia" o altra struttura equipollente, in questo fottuto Paese di merda) ed effettivamente "scavalcandolo" e quindi esercitando un chiaro abuso di potere...

Falso! Vatti a leggere gli atti. Il magistrato si è intressato per affidare Ruby ad una struttura protetta, così come per altro prevede la legge, ma non c'era nessun posto disponibile. Inoltre Ruby non era stata accusata di alcun reato ed era in stato di fermo solo per accertamenti sulla sua identità. Che tu la definisca una ladra (che poi lo sia o no non sta certo a te deciderlo!!) dimostra la tua meschinità.

A questo punto, Berlusca o non Berlusca, non era più compito del magistrato di turno decidere cosa fare perchè non c'era nessun reato penale a carico di Ruby!!! La decisione perciò di affidare la Ruby alla Minetti è stata presa dal funzionario di polizia che l'aveva in carico. E questo è per legge!!!!!Ed è solo lui (o meglio lei visto che era una donna) la persona che poteva e doveva decidere cosa fare di Ruby. Se hai voglia di leggere gli atti c'è la deposizione di questa funzionaria di polizia, che ha deciso di affidare Ruby alla Minetti, che ha dichiarato che affidare Ruby ad una persona come la Minetti, ovvero un altro dipendente pubblico donna ed incensurata, l'ha ritenuto a suo giudizio (perchè la legge le conferisce questa facoltà) una decisione corretta.

primaverino ha scritto:

Inutile dire che tale procedura non sta né in cielo né in terra e non è assolutamente prerogativa di chicchessia... (sempre illudendoci che "la legge è uguale per tutti")
Ergo Berlusconi ha esercitato la propria influenza in modo evidentemente indebito sul funzionario della Questura per fini proprii (una puttana marocchina abituata a botte da 5.000 a volta, e al lusso, ai vizi e agli abiti costosi etc, magari potrebbe "sclerare" se sottoposta a fermo o carcerazione, visto mai? e il buon Silvio, che nemmeno conosce il nome di tutte le troie che a vagonate gli recapitano in casa, e nemmeno ha il tempo di controllarne la carta d'identità, ammesso che gliene freghi qualcosa) sospetta che la vacca in questione possa mettersi a sproloquiare e faccia saltare il tappo al "bunga-bunga" di cui all'epoca non si ha ancora notizia.

Primaverino hai un disprezzo verso persone che non sai nemmeno chi siano e cosa facciano definendole puttane, vacche, trioe di cui ti dovresti vergonare!! Queste sono persone, esseri umani (ma forse per te questi sono concetti difficili da capire!!) che alla fine non fanno del male a nessuno!! Anzi...!! Si fanno i cazzi loro (nel vero senso della parola  wink.. ) e quello che danno via e cosa loro!!! Meritano tutto il rispetto di qualunque altro essere umano. Ti ricordo che in Vaticulo ci sono preti benpensanti che si inculano i bambini con beneplacet del sistema!! E nel nostro parlamento, e non solo, ci sono persone ben più disprezzabili che non quattro ragazze che hanno voglia di guadagnare un po' di soldi. Magari delle disgrazite morte di fame che, forse per una volta nella loro vita, hanno trovato il modo di portare a casa quattro soldini!! E ti ricordo ancora una volta che oltre non far male a nessuno quello che loro danno via è di loro proprietà. Non rubano niente a nessuno!!! Bel cristiano che sei!! Complimenti!!!!


Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 9:41

a parte che ancora una volta affermi cose ampiamente imprecise* (e sono generosa), il punto del discorso che ormai stai cercando di sviare non e' quello. tu hai risposto ad un mio intervento in cui affermo che tutte le notizie sul processo affermano che l'assoluzione per l'affare mignotta (e non quello ostuni) sia imputata non all'insussistenza del fatto (contrariamenta a quanto affermato da uno dei due paoli) ma al fatto che il fatto non costituisca reato.
e tu hai portato questo mio intervento come esempio di legge stravolta a causa del mio odio cieco per b, parlando di concussione ed interpretazione delle leggi ad uso e consumo.

ora e' chiaro che o non avevi letto/capito quanto avevo scritto
o hai appiccicato superficialmente la prima cosa che ti e' capitata sotto mano che sembrasse pertinente con quello che sostenevi (ma non lo era)

ora, di grazia, mi dici cosa c'entra quello che stai sostenendo da 2 pagine con quello che ho detto io?


*per la cronaca oggi invocare l'ignoranza sull'eta' di una prostituta minorenne non e' piu' ammessa come scusante.
inoltre il fatto che in italia l'andare a mignotte non sia reato e' un'affermazione vera ma che andrebbe quantomeno precisata.
non e' reato e normalmente non causa problemi l'andare a mignotte quando lo fanno i pezzi grossi, i parlamentari udc tutti casa, famiglia e chiesa o i convitati alle feste burlesque ad arcore, ma per i comuni pezzi di merda si da' il caso che un ministro che e' arrivata a fare il ministro proprio cosi' avesse proposto una legge per considerare il cliente (che si deve accontentare delle mignotte a 50euro bordo strada) al pari del maniaccia, mentre qualsivoglia sindaco leghista ha nel suo comune qualche nuova regola per multare i puttanieri o far finire le loro foto appese in comune.


edit, ovviamente era una risposta all'intervento di p51 sopra l'ultimo di p00


Ultima modifica di jessica il Mar 22 Lug - 9:57, modificato 1 volta

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Minsky il Mar 22 Lug - 9:45

jessica ha scritto:... qualsivoglia sindaco leghista ha nel suo comune qualche nuova regola per multare i puttanieri o far finire le loro foto appese in comune.
Okkio che i puttanieri stradali non sono multati in quanto tali, cioè per l'andare a puttane, ma per intralcio alla circolazione e guida pericolosa.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Rasputin il Mar 22 Lug - 9:54

paolo1951 ha scritto:[...]
Allora io ripeto la mia domanda in forma più sintetica.
una persona che scrive:
tizio viene "bannato a vita perchè mi sta sulle balle" può essere considerata una persona che ha un minimo di senso giuridico?
La domanda ovviamente più che a jessica è rivolta ad altri... e preciso che l'ho già fatta alla moderazione di questo forum senza ricevere risposta!

Eh no caro. Quota l'intervento integralmente

http://atei.forumitalian.com/t2161p60-dei-delitti-e-delle-pene#313697

e vedrai che il vero motivo, quello serio, c'è.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 9:54

e il dl carfagna (penso per fortuna mai entrato in vigore) che li equiparava agli sfruttatori su che basi si reggeva?

oh, ovviamente stesse multe e foto vengono comminate a chi si ferma a chiedere informazioni a bordo strada o a scaricare la moglie al supermercato...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Minsky il Mar 22 Lug - 10:03

jessica ha scritto:...

oh, ovviamente stesse multe e foto vengono comminate a chi si ferma a chiedere informazioni a bordo strada o a scaricare la moglie al supermercato...
Dài, su. Nessuno si ferma più a chiedere informazioni a bordo strada, abbiamo tutti il navigatore GPS. E i supermercati (anzi ormai sono solo ipermercati) dispongono di parcheggi con migliaia di posti. E il pericolo per la viabilità esiste realmente, solo che la soluzione corretta non è ovviamente multare i puttanieri e pubblicare le foto (che in realtà non vengono pubblicate perché sarebbe illegale, vengono spedite a casa con il verbale nell'intento di far scoprire ai familiari del puttaniere - di solito alla moglie - il comportamento discutibile del loro congiunto); la soluzione corretta sarebbe quella di riaprire i bordelli. Non ce ne sono altre.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da jessica il Mar 22 Lug - 10:10

scusa minsk, da questa postazione non ho le faccine... immaginati quella del cane che ride replicata una 30ina di volte, se le prime righe erano ironiche.

in caso contrario... se esiste pericolo per la viabilita' la soluzione e' molto semplice: il codice della strada prevede gia' il divieto di sota E FERMATA.
se non e' indicato tale divieto la fermata a bordo strada e' lecita per qualsiasi motivo, salvo diversamente indicato da ordinanze comunali, fatte apposta per i puttanieri con la scusa pretestuosa della viabilita' (inesistente pericolo soprattutto agli orari di cui stiamo parlando)

riguardo le foto, se cerchi bene notizie dell'epoca, vedrai che qualche affissione pubblica in mensa con crocefissione del puttaniere la trovi, illecita o meno.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Minsky il Mar 22 Lug - 10:16

jessica ha scritto:...
Ah, no, beata ingenuità! Adesso te lo metto io il cane che ride!  hihihihih 
"Gli orari di cui stiamo parlando"? Guarda che ormai il marciapiede è popolato dalle 8 e mezza, massimo nove, di mattina fino all'alba successiva. E il traffico è continuo a tutte le ore. Certo che la questione della viabilità è pretestuosa, ma non è infondata.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: E no! troppo comodo caro Silvio!

Messaggio Da Paolo il Mar 22 Lug - 10:20

Il problema è che, aggiungo giustamente, le ragazze per la strada danno fastidio! E non solo al traffico ma anche alla nostra morale e al nostro buon senso. Se una/o la/o da via in appartamento non è certo così come darla per la strada. In tutti i paesi un po' più evoluti del nostro la prostituzione è regolamentata, non lo fai per strada, hai i tuoi diritti, i tuoi obblighi e i tuoi controlli. Insomma tuteli la dignità della persona oltre che questioni di ordine pubblico. La questione della multe per intralcio al traffico è un penoso quanto ridiclo sistema di affrontare il problema. Ma in Italia abbiamo un signore che si veste di bianco e che non permette di dare un po' di dignità a chi la vuole dar via!! C'è e ce lo teniamo!!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum