Israele colpisce ancora

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mar 26 Ago - 16:01

La colpa di?
naturalmente avrai modo di sostenere le tue affermazioni...
ah no, obliavo, il tuo é sapere infuso, non ha bisogno di congruenze con la realtà per essere vero.

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mar 26 Ago - 16:24

Colpa di chi va a Gaza vede i missili partire da scuole e ospedali... ma poi fa vedere solo le foto dei bambini feriti, tralasciando tutto il resto. L'arte della manipolazione è semplicissima: il pubblico non sa niente delle situazione a Gaza e neanche vuole esserne informato, quindi gli trasmettiamo solo delle emozioni... ecco un bambino ferito, è stato ferito dalle bombe sganciate da un aereo con la stella di Davide... non occorre aggiungere altro, lo sporco giochino è bello che fatto!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mar 26 Ago - 16:33

Dimenticavo di dire che ogni tanto... molto ogni tanto... questi "onesti" giornalisti sono costretti a dire anche qualcosina riguardo ad altre cose che si vedono a Gaza, tipo la gente fucilata senza processo, i cadaveri trascinati nelle strade... i bambini che sputano su questi cadaveri...
Ma si tratta di "notizie minori" appena accennate, destinate a essere prontamente coperte dalla solita becera propaganda anti-israeliana.
Poi vi sono cose che assolutamente non si fanno vedere, tipo gli affari d'oro che grazie alla guerra fanno le ONG, i trafficanti di Hamas che vendono in Egitto i beni di prima necessità (ricevuti gratis) per comprare armi... nessuno fa vedere le loro ville, gli alberghi di lusso... ma questa non è disinformazione, è solo che i media sanno di vendere meglio notizie di altro tipo, cioè immagini di morte e distruzione, piuttosto che quelle "scomode" delle schifezze che fanno ONU & Company...

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Mar 26 Ago - 16:57

jessica ha scritto:
si hara. te l'ho già chiesto.
se io vado in turkmenistan per vedere com'è la situazione, per fare la corrispondente, per portare aiuti umanitari, e i turkimanni mi obbligano a scrivere che si sta da dio con la minaccia di farmi un culo così, non ti pare che la prima cosa che farò al mio rientro in italia sarà quella di bruciare il visto per l'ingresso in turkmenistan e non tornarci mai più, e la seconda subito dopo sarà quella di scrivere che i turkimanni sono delle grandissime teste di cazzo e che là si vive di merda e che dovrebbero asfaltare tutta la zona?
o arriviamo a dire che hamas mi viene a pigliare a casa e impalare, tagliare la testa e nascondermi in un asilo?
perchè invece per due sfigati di qualche blog o giornale destroide vi sono migliaia di giornalisti, cooperanti, attivisti, frati o semplici "passanti" che testimoniano l'esatto contrario una volta tornati a casa? tutti minacciati da hamas? come mai hamas non ha minacciato anche me? ah no, spetta, lo sta facendo e io scrivo come scrivo solo per non finire ammazzata...


Si può manipolare anche per omissione

http://it.gatestoneinstitute.org/4634/giordania-non-vuole-palestinesi


Il maltrattamento dei palestinesi per mano dei loro fratelli arabi è un problema che viene raramente menzionato dai media occidentali. La maggior parte dei giornalisti preferisce volgere lo sguardo altrove quando una notizia è priva di una prospettiva anti-israeliana.

Una notizia è importante solo quando Israele arresta, uccide o espelle.

Ma quando paesi arabi come la Giordania, la Siria e il Libano agiscono contro i palestinesi i giornalisti stranieri preferiscono nascondere la testa sotto la sabbia, come nel caso della Giordania e dei maltrattamenti che essa infligge ai palestinesi che costituiscono la maggioranza della popolazione del Regno.


Si può nascondersi dietro la tutela dei bambini (e degli uomini mascherati  boxed )

David Bedein, "understanding the media war"
"E' assolutamente vietato filmare o fotografare bambini che portano armi perché questo rappresenta una flagrante violazione dei diritti dei bambini e tali immagini si ripercuotono negativamente sull'immagine della Palestina nei media internazionali. Ogni giornalista palestinese che filmerà o fotograferà bambini armati o in uniformi paramilitari, o prenderà immagini di uomini mascherati, ne porterà ufficialmente la responsabilità e incorrerà nelle sanzioni previste dall'Associazione, sapendo che tali azioni favoriscono Israele e la campagna antipalestinese dei media contro la nostra giusta causa".
Le agenzie di notizie si servono massicciamente di fotografi palestinesi nei cosiddetti "territori occupati". In passato questi fotografi sono sempre stati oggetto di minacce da parte di rappresentanti dell'Autorità Palestinese o di uomini del servizio di sicurezza ogni volta che volevano fare riprese giudicate svantaggiose dai palestinesi



Poi torno



.

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mar 26 Ago - 17:10

jessica ti faccio una domanda che purtroppo so già che può avere una sola unica risposta... risposta che però può essere sincera o no: tu credi veramente a quello che scrivi?

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mar 26 Ago - 17:34

@Rasputin:
Se io domando a jessica quello che ho domandato nel post precedente, jessica cosa mi risponde?

PS: no... mi rendo conto che neanche così può funzionare... boxed

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mar 26 Ago - 22:48

paolo1951 ha scritto:Colpa di chi va a Gaza vede i missili partire da scuole e ospedali... ma poi fa vedere solo le foto dei bambini feriti, tralasciando tutto il resto. L'arte della manipolazione è semplicissima: il pubblico non sa niente delle situazione a Gaza e neanche vuole esserne informato, quindi gli trasmettiamo solo delle emozioni... ecco un bambino ferito, è stato ferito dalle bombe sganciate da un aereo con la stella di Davide... non occorre aggiungere altro, lo sporco giochino è bello che fatto!
vabè dai, vediamola in positivo, un passettino avanti l'hai fatto, almeno adesso hamas non ha più i men in black che manipolano l'informazione mondiale...

ora la cosa ha sempre dell'incredibile ma almeno non chiama più in causa trame da lost...
quindi, ricapitolando, io vado là perchè sono politicamente schierata, vedo che le cose non sono affatto come credevo, vedo bambini morire per colpa dei loro stessi genitori che li usano come scudi, vedo miliziani che nascondono casse di missili tra i miei aiuti umanitari, vedo ebrei che cercano in tutti i modi il dialogo, militari che portano cibo acqua e fanno le pulizie di casa alle vecchie palestinesi e riparano i tetti, ma poi torno qua e scrivo esattamente il contrario perchè sono antisemita e voglio che la gente continui a vedere gli ebrei come brutti e cattivi e col naso ad uncino e i palestinesi come agnellini inermi seviziati.
ok, ora non fa una grinza.
paolo1951 ha scritto:Dimenticavo di dire che ogni tanto... molto ogni tanto... questi "onesti" giornalisti sono costretti a dire anche qualcosina riguardo ad altre cose che si vedono a Gaza, tipo la gente fucilata senza processo, i cadaveri trascinati nelle strade... i bambini che sputano su questi cadaveri...
Ma si tratta di "notizie minori" appena accennate, destinate a essere prontamente coperte dalla solita becera propaganda anti-israeliana.
Poi vi sono cose che assolutamente non si fanno vedere, tipo gli affari d'oro che grazie alla guerra fanno le ONG, i trafficanti di Hamas che vendono in Egitto i beni di prima necessità (ricevuti gratis) per comprare armi... nessuno fa vedere le loro ville, gli alberghi di lusso... ma questa non è disinformazione, è solo che i media sanno di vendere meglio notizie di altro tipo, cioè immagini di morte e distruzione, piuttosto che quelle "scomode" delle schifezze che fanno ONU & Company...
paolo, mi deludi... non hai citato le onlus!
ma seriamente vogliamo parlare id interssi economici? cioè davvero ti passa anche solo per l'anticamera del cervello di paragonare il giro di denaro che c'è con gli aiuti ai palestinesi rispeto a quello che sostiene la guerra israeliana?
io credevo di essermi abitiuata a te, ma ogni volta riesci a lasciarmi basita.
Hara2 ha scritto:
Si può manipolare anche per omissione

http://it.gatestoneinstitute.org/4634/giordania-non-vuole-palestinesi


Il maltrattamento dei palestinesi per mano dei loro fratelli arabi è un problema che viene raramente menzionato dai media occidentali. La maggior parte dei giornalisti preferisce volgere lo sguardo altrove quando una notizia è priva di una prospettiva anti-israeliana.

Una notizia è importante solo quando Israele arresta, uccide o espelle.

Ma quando paesi arabi come la Giordania, la Siria e il Libano agiscono contro i palestinesi i giornalisti stranieri preferiscono nascondere la testa sotto la sabbia, come nel caso della Giordania e dei maltrattamenti che essa infligge ai palestinesi che costituiscono la maggioranza della popolazione del Regno.


Si può nascondersi dietro la tutela dei bambini (e degli uomini mascherati  boxed )

David Bedein, "understanding the media war"
"E' assolutamente vietato filmare o fotografare bambini che portano armi perché questo rappresenta una flagrante violazione dei diritti dei bambini e tali immagini si ripercuotono negativamente sull'immagine della Palestina nei media internazionali. Ogni giornalista palestinese che filmerà o fotograferà bambini armati o in uniformi paramilitari, o prenderà immagini di uomini mascherati, ne porterà ufficialmente la responsabilità e incorrerà nelle sanzioni previste dall'Associazione, sapendo che tali azioni favoriscono Israele e la campagna antipalestinese dei media contro la nostra giusta causa".
Le agenzie di notizie si servono massicciamente di fotografi palestinesi nei cosiddetti "territori occupati". In passato questi fotografi sono sempre stati oggetto di minacce da parte di rappresentanti dell'Autorità Palestinese o di uomini del servizio di sicurezza ogni volta che volevano fare riprese giudicate svantaggiose dai palestinesi



Poi torno



.
poi ti lamenti quando ti do del mastelliano...
ma come faccio a non farlo?
il punto è che quando parliamo di quanto caproni siano gli islamici in generale nessuno ha niente da ridire.
se un cazzo di infoiato picchia un bambino perchè è cristiano, è un pezzo di merda. punto.
ma se invece parliamo di un ebreo che picchia un bambino palestinese, allora no, non si può più dire che è un pezzo di merda, partono i mille "si ma", le cagate ad mastellam, l'antisemitismo, le onlus comuniste che mostrano le foto dei bambini per manipolare l'opinione pubblica e gli altri miliardi di cagate che riuscite a tirar fuori dal cilindro orianfallacico ad ogni discussione.

perchè in palestina i giornalisti non filmano i bambini armati ma non si fanno remore a farlo con quelli congolesi, ruandesi, cambogiani?
perchè le onlus che guadagnano miliardi di paperdollari aiutando hamas non fanno altrettanto altrove e invece riportano di bambini schiavizzati negli eserciti?
tutti cattivi antisemiti? tutto il mondo che ce l'ha coi poveri ebrei?
poi quell'altro chiede a me se credo davvero a quanto scrivo.
l'unica cosa giusta che ha detto e che condivido è che israele è là per diritto di conquista. punto. ma che almeno le cose si dicano per come sono. ci fa comodo avere un ponte tra gli sballinati osannanti alla jihad, ottimo, allora diciamo questo.
ma per favore non venirmi a tirar fuori stronzate pseudo commiseratorie di ebrei che devono usare la violenza e vorrebbero la pace nel mondo, di risoluzioni onu (non serve che ti ricordi chi ne è il magior violatore no?), di diritti, di democrazie, equità di trattamenti, bontà e nobiltà d'animo.

paolo1951 ha scritto:jessica ti faccio una domanda che purtroppo so già che può avere una sola unica risposta... risposta che però può essere sincera o no: tu credi veramente a quello che scrivi?
ma ti sei mai riletto?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Mar 26 Ago - 23:29

Hara ha citato ha scritto:"[i]E' assolutamente vietato filmare o fotografare bambini che portano armi perché questo rappresenta una flagrante violazione dei diritti dei bambini e tali immagini si ripercuotono negativamente sull'immagine della Palestina nei media internazionali. Ogni giornalista palestinese che filmerà o fotograferà bambini armati o in uniformi paramilitari, o prenderà immagini di uomini mascherati, ne porterà ufficialmente la responsabilità e incorrerà nelle sanzioni previste dall'Associazione, sapendo che tali azioni favoriscono Israele e la campagna antipalestinese dei media contro la nostra giusta causa".



Jessica ha risposto ha scritto:
perchè in palestina i giornalisti non filmano i bambini armati ma non si fanno remore a farlo con quelli congolesi, ruandesi, cambogiani?
perchè le onlus che guadagnano miliardi di paperdollari aiutando hamas non fanno altrettanto altrove e invece riportano di bambini schiavizzati negli eserciti?
tutti cattivi antisemiti? tutto il mondo che ce l'ha coi poveri ebrei?

Mi spieghi che c'entra col Ruanda e col resto se in Palestina il governo ha vietato fotografare uomini mascherati e bambini vestiti da kamikazini?



Lasciando perdere il tuo millemillesimo uomo di paglia volevo continuare la rassegna stampa sull'argomento ma non c'è l'ho fatta, sto sull'E-minkia,    rimando a domani, e ti becchi al volo un crossposting sul muro "dell'infamia"


Il confronto fra il numero di attentati realizzati all’interno di Israele dopo la costruzione della barriera difensiva partendo da basi terroristiche poste nella Cisgiordania settentrionale e il numero di attentati realizzati dagli stessi gruppi terroristici prima della costrizione della barriera rivela un calo di circa il 90% della capacità di quei gruppi terroristici di realizzare attenti dentro Israele.
Negli undici mesi trascorsi dalla costruzione del primo segmento di barriera tra Salem ed Elkana all’inizio del mese di agosto 2003, fino alla fine di giugno 2004, i gruppi terroristici che fanno base in Samaria (Cisgiordania settentrionale) sono riusciti a realizzare solo tre attentati mortali all’interno di Israele. Tutti e tre questi attentati sono stati realizzati nella prima metà del 2003, causando 26 morti e 76 feriti o mutilati. (In due casi, i terroristi erano penetrati in Israele dalla Cisgiordania settentrionale attraverso punti in cui la barriera non era ancora completata; nel terzo caso, una donna terrorista era entrata attraverso il passaggio di Barta'a, utilizzando un passaporto giordano).
Per contro, durante i 34 mesi precedenti, dallo scoppio delle violenze palestinesi nel settembre 2000 fino all’inizio della costruzione della barriera difensiva verso la fine di luglio 2003, i gruppi terroristici con base in Samaria avevano realizzato 73 attacchi mortali (attentati suicidi, sparatorie, auto-bomba) all’interno di Israele, provocando 293 morti e 1950 feriti o mutilati.
Di questi 73 attentati, 32 (per un totale di 45 morti e 723 feriti o mutilati) erano stati realizzati dopo l’inizio dell’Operazione Scudo Difensivo (31 marzo 2003) con la quale le Forze di Difesa israeliane erano state rischierate in tutta la Cisgiordania per la prima volta dopo i ritiri del 1994-1999.
Il confronto fra i dati sopra citati mostra dunque un calo di poco più del 90% nel numero di attentati nella parte di Israele protetta dalla barriera: da una media di 26 attentati all’anno prima della barriera, a una media di tre attentati all’anno dopo la barriera. A questo calo, corrisponde una diminuzione di più del 70% nel numero di israeliani uccisi negli attentati: da una media di 103 all’anno prima della barriera a una media di 28 dopo la costruzione della barriera. Analogamente, il numero di feriti e mutilati è diminuito di più dell’85%: da una media di 688 all’anno prima della barriera a una media di 83 dopo.
Se da un lato il numero di attentati riusciti è calato vistosamente, resta invece alto, anche dopo la costruzione della barriera, il numero di tentativi di attentato, fortunatamente sventati in varie fasi della loro preparazione. Durante gli ultimi undici mesi, le forze di sicurezza israeliane hanno sventato decine di attentati da parte di gruppi terroristici dalla Samaria (Cisgiordania settentrionale) già in fase avanzata di preparazione. L’arresto di terroristi, capi ed esecutori, ha portato fra l’altro alla scoperta di 24 bombe e cinture esplosive.
In conclusione, uno dei principali fattori che hanno contribuito alla drastica diminuzione di attentati realizzati in Israele da parte di gruppi terroristici con base nella Cisgiordania settentrionale è l’effetto prodotto dalla barriera difensiva sulle capacità operative di questi gruppi, un fattore che va ad aggiungersi a varie altre misure di prevenzione anti-terrorismo messe in atto dalle forze armate israeliane in Cisgiordania, in particolare dopo l’avvio dell’Operazione Scudo Difensivo.
Il successo della barriera anti-terrorismo tra Israele e Cisgiordania settentrionale ha tuttavia comportato il trasferimento di basi terroristiche in Giudea (Cisgiordania meridionale). Nei mesi scorsi, la Giudea – non ancora separata da Israele da una barriera continua – è diventata la principale base di partenza di gruppi terroristici, compresi quelli che prima operavano nel nord. In più della metà dei tentativi di attentato sventati in tempo dall’inizio della costruzione della barriera, i terroristi stavano cercando di penetrare in Israele attraverso la Giudea, di solito passando per Ramallah o Gerusalemme. Ma le loro difficoltà operative sono molto aumentate, e finora tutti i tentativi di gruppi terroristici di Samaria di penetrare in Israele attraverso la Giudea dopo la costruzione della barriera a nord sono stati sventati dalle forze di sicurezza israeliane. Un caso recente è quello di lunedì 5 luglio, quando sono state scoperte in tempo due cinture esplosive che terroristi di Hamas cercavano di trasportare, nascoste in una cartella scolastica, da Nablus a Elkana,  dove per ora finisce il muro


Appunto

E avrò una cosina o due da dire anche sulla fallaci

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mer 27 Ago - 0:22

Hara2 ha scritto:Mi spieghi che c'entra col Ruanda e col resto se in Palestina il governo ha vietato fotografare uomini mascherati e bambini vestiti da kamikazini?
come cosa c'entra? perché da quando i giornalisti rispettano il volere del governo se c'è da vendere una notizia?
vuoi dirmi che quando si infiltravano tra i talebani vestiti da donne perché i maschi non potevano perquisirli per trovare le telecamere il governo approvava?

ma poi, tra l'altro, ogni tanto mi piacerebbe che tu inserissi le fonti dei tuoi virgolettati, che poi io ti vengo dietro e alla fine scopro che ho perso tempo e hai pescato tutto dall'ennesimo sito wlafigaebrea.ebr  

comunque, ancora una volta non mi capacito della faciloneria e doppiopesismo con cui cercate di rimestare le carte in tavola. ti ricordo che, come ben saprai, l'ingresso di giornalisti in gaza è soggetto al volere dell'agenzia stampa israeliana, così come tutte le ong devono avere il permesso del governo israeliano.


Lasciando perdere il tuo millemillesimo uomo di paglia volevo continuare la rassegna stampa sull'argomento ma non c'è l'ho fatta, sto sull'E-minkia,    rimando a domani, e ti becchi al volo un crossposting sul muro "dell'infamia"


Il confronto fra il numero di attentati realizzati all’interno di Israele dopo la costruzione della barriera difensiva partendo da basi terroristiche poste nella Cisgiordania settentrionale e il numero di attentati realizzati dagli stessi gruppi terroristici prima della costrizione della barriera rivela un calo di circa il 90% della capacità di quei gruppi terroristici di realizzare attenti dentro Israele.
Negli undici mesi trascorsi dalla costruzione del primo segmento di barriera tra Salem ed Elkana all’inizio del mese di agosto 2003, fino alla fine di giugno 2004, i gruppi terroristici che fanno base in Samaria (Cisgiordania settentrionale) sono riusciti a realizzare solo tre attentati mortali all’interno di Israele. Tutti e tre questi attentati sono stati realizzati nella prima metà del 2003, causando 26 morti e 76 feriti o mutilati. (In due casi, i terroristi erano penetrati in Israele dalla Cisgiordania settentrionale attraverso punti in cui la barriera non era ancora completata; nel terzo caso, una donna terrorista era entrata attraverso il passaggio di Barta'a, utilizzando un passaporto giordano).
Per contro, durante i 34 mesi precedenti, dallo scoppio delle violenze palestinesi nel settembre 2000 fino all’inizio della costruzione della barriera difensiva verso la fine di luglio 2003, i gruppi terroristici con base in Samaria avevano realizzato 73 attacchi mortali (attentati suicidi, sparatorie, auto-bomba) all’interno di Israele, provocando 293 morti e 1950 feriti o mutilati.
Di questi 73 attentati, 32 (per un totale di 45 morti e 723 feriti o mutilati) erano stati realizzati dopo l’inizio dell’Operazione Scudo Difensivo (31 marzo 2003) con la quale le Forze di Difesa israeliane erano state rischierate in tutta la Cisgiordania per la prima volta dopo i ritiri del 1994-1999.
Il confronto fra i dati sopra citati mostra dunque un calo di poco più del 90% nel numero di attentati nella parte di Israele protetta dalla barriera: da una media di 26 attentati all’anno prima della barriera, a una media di tre attentati all’anno dopo la barriera. A questo calo, corrisponde una diminuzione di più del 70% nel numero di israeliani uccisi negli attentati: da una media di 103 all’anno prima della barriera a una media di 28 dopo la costruzione della barriera. Analogamente, il numero di feriti e mutilati è diminuito di più dell’85%: da una media di 688 all’anno prima della barriera a una media di 83 dopo.
Se da un lato il numero di attentati riusciti è calato vistosamente, resta invece alto, anche dopo la costruzione della barriera, il numero di tentativi di attentato, fortunatamente sventati in varie fasi della loro preparazione. Durante gli ultimi undici mesi, le forze di sicurezza israeliane hanno sventato decine di attentati da parte di gruppi terroristici dalla Samaria (Cisgiordania settentrionale) già in fase avanzata di preparazione. L’arresto di terroristi, capi ed esecutori, ha portato fra l’altro alla scoperta di 24 bombe e cinture esplosive.
In conclusione, uno dei principali fattori che hanno contribuito alla drastica diminuzione di attentati realizzati in Israele da parte di gruppi terroristici con base nella Cisgiordania settentrionale è l’effetto prodotto dalla barriera difensiva sulle capacità operative di questi gruppi, un fattore che va ad aggiungersi a varie altre misure di prevenzione anti-terrorismo messe in atto dalle forze armate israeliane in Cisgiordania, in particolare dopo l’avvio dell’Operazione Scudo Difensivo.
Il successo della barriera anti-terrorismo tra Israele e Cisgiordania settentrionale ha tuttavia comportato il trasferimento di basi terroristiche in Giudea (Cisgiordania meridionale). Nei mesi scorsi, la Giudea – non ancora separata da Israele da una barriera continua – è diventata la principale base di partenza di gruppi terroristici, compresi quelli che prima operavano nel nord. In più della metà dei tentativi di attentato sventati in tempo dall’inizio della costruzione della barriera, i terroristi stavano cercando di penetrare in Israele attraverso la Giudea, di solito passando per Ramallah o Gerusalemme. Ma le loro difficoltà operative sono molto aumentate, e finora tutti i tentativi di gruppi terroristici di Samaria di penetrare in Israele attraverso la Giudea dopo la costruzione della barriera a nord sono stati sventati dalle forze di sicurezza israeliane. Un caso recente è quello di lunedì 5 luglio, quando sono state scoperte in tempo due cinture esplosive che terroristi di Hamas cercavano di trasportare, nascoste in una cartella scolastica, da Nablus a Elkana,  dove per ora finisce il muro
embè? e se li ammazzi tutti vedrai che gli attentati scendono a zero. quindi cosa avresti voluto sostenere postando questo articolo (che ancora una volta non sappiamo da dove salti fuori)?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Mer 27 Ago - 11:36

jessica ha scritto:
Spoiler:

Hara2 ha scritto:Mi spieghi che c'entra col Ruanda e col resto se in Palestina il governo ha vietato fotografare uomini mascherati e bambini vestiti da kamikazini?
come cosa c'entra? perché da quando i giornalisti rispettano il volere del governo se c'è da vendere una notizia?
vuoi dirmi che quando si infiltravano tra i talebani vestiti da donne perché i maschi non potevano perquisirli per trovare le telecamere il governo approvava?

ma poi, tra l'altro, ogni tanto mi piacerebbe che tu inserissi le fonti dei tuoi virgolettati, che poi io ti vengo dietro e alla fine scopro che ho perso tempo e hai pescato tutto dall'ennesimo sito wlafigaebrea.ebr  

comunque, ancora una volta non mi capacito della faciloneria e doppiopesismo con cui cercate di rimestare le carte in tavola. ti ricordo che, come ben saprai, l'ingresso di giornalisti in gaza è soggetto al volere dell'agenzia stampa israeliana, così come tutte le ong devono avere il permesso del governo israeliano.


Lasciando perdere il tuo millemillesimo uomo di paglia volevo continuare la rassegna stampa sull'argomento ma non c'è l'ho fatta, sto sull'E-minkia,    rimando a domani, e ti becchi al volo un crossposting sul muro "dell'infamia"


Il confronto fra il numero di attentati realizzati all’interno di Israele dopo la costruzione della barriera difensiva partendo da basi terroristiche poste nella Cisgiordania settentrionale e il numero di attentati realizzati dagli stessi gruppi terroristici prima della costrizione della barriera rivela un calo di circa il 90% della capacità di quei gruppi terroristici di realizzare attenti dentro Israele.
Negli undici mesi trascorsi dalla costruzione del primo segmento di barriera tra Salem ed Elkana all’inizio del mese di agosto 2003, fino alla fine di giugno 2004, i gruppi terroristici che fanno base in Samaria (Cisgiordania settentrionale) sono riusciti a realizzare solo tre attentati mortali all’interno di Israele. Tutti e tre questi attentati sono stati realizzati nella prima metà del 2003, causando 26 morti e 76 feriti o mutilati. (In due casi, i terroristi erano penetrati in Israele dalla Cisgiordania settentrionale attraverso punti in cui la barriera non era ancora completata; nel terzo caso, una donna terrorista era entrata attraverso il passaggio di Barta'a, utilizzando un passaporto giordano).
Per contro, durante i 34 mesi precedenti, dallo scoppio delle violenze palestinesi nel settembre 2000 fino all’inizio della costruzione della barriera difensiva verso la fine di luglio 2003, i gruppi terroristici con base in Samaria avevano realizzato 73 attacchi mortali (attentati suicidi, sparatorie, auto-bomba) all’interno di Israele, provocando 293 morti e 1950 feriti o mutilati.
Di questi 73 attentati, 32 (per un totale di 45 morti e 723 feriti o mutilati) erano stati realizzati dopo l’inizio dell’Operazione Scudo Difensivo (31 marzo 2003) con la quale le Forze di Difesa israeliane erano state rischierate in tutta la Cisgiordania per la prima volta dopo i ritiri del 1994-1999.
Il confronto fra i dati sopra citati mostra dunque un calo di poco più del 90% nel numero di attentati nella parte di Israele protetta dalla barriera: da una media di 26 attentati all’anno prima della barriera, a una media di tre attentati all’anno dopo la barriera. A questo calo, corrisponde una diminuzione di più del 70% nel numero di israeliani uccisi negli attentati: da una media di 103 all’anno prima della barriera a una media di 28 dopo la costruzione della barriera. Analogamente, il numero di feriti e mutilati è diminuito di più dell’85%: da una media di 688 all’anno prima della barriera a una media di 83 dopo.
Se da un lato il numero di attentati riusciti è calato vistosamente, resta invece alto, anche dopo la costruzione della barriera, il numero di tentativi di attentato, fortunatamente sventati in varie fasi della loro preparazione. Durante gli ultimi undici mesi, le forze di sicurezza israeliane hanno sventato decine di attentati da parte di gruppi terroristici dalla Samaria (Cisgiordania settentrionale) già in fase avanzata di preparazione. L’arresto di terroristi, capi ed esecutori, ha portato fra l’altro alla scoperta di 24 bombe e cinture esplosive.
In conclusione, uno dei principali fattori che hanno contribuito alla drastica diminuzione di attentati realizzati in Israele da parte di gruppi terroristici con base nella Cisgiordania settentrionale è l’effetto prodotto dalla barriera difensiva sulle capacità operative di questi gruppi, un fattore che va ad aggiungersi a varie altre misure di prevenzione anti-terrorismo messe in atto dalle forze armate israeliane in Cisgiordania, in particolare dopo l’avvio dell’Operazione Scudo Difensivo.
Il successo della barriera anti-terrorismo tra Israele e Cisgiordania settentrionale ha tuttavia comportato il trasferimento di basi terroristiche in Giudea (Cisgiordania meridionale). Nei mesi scorsi, la Giudea – non ancora separata da Israele da una barriera continua – è diventata la principale base di partenza di gruppi terroristici, compresi quelli che prima operavano nel nord. In più della metà dei tentativi di attentato sventati in tempo dall’inizio della costruzione della barriera, i terroristi stavano cercando di penetrare in Israele attraverso la Giudea, di solito passando per Ramallah o Gerusalemme. Ma le loro difficoltà operative sono molto aumentate, e finora tutti i tentativi di gruppi terroristici di Samaria di penetrare in Israele attraverso la Giudea dopo la costruzione della barriera a nord sono stati sventati dalle forze di sicurezza israeliane. Un caso recente è quello di lunedì 5 luglio, quando sono state scoperte in tempo due cinture esplosive che terroristi di Hamas cercavano di trasportare, nascoste in una cartella scolastica, da Nablus a Elkana,  dove per ora finisce il muro

Allora la seconda citazione sono dati ufficilai  www.mfa.gov.il tradotto da www.israele.net, è faccio notare che i dati sugli attentati sono incontestabili che vengono, per opposte motivazioni, resocontati dagli organi di informazione di ambo le parti. Poi vi sarebbe anche da notare che continuano i cecchinaggi e i lanci di pietri dove il muro è ancora incompleto, l'ultimo pochi giorni fa, una macchina con a bordo una famiglia, ma certo che è inumano che israele provi a difendere i propri cittadini (civili).
Ma chissà perchè del muro della vergogna costruito dall'egitto non se ne fa mai parola.

L'altra, che avevo citato seguendo un filo che niente c'entra con le tue risposte, è roba in tutti i sensi vecchia, tra l'altro adesso che un giorno sì e l'altro pure, hamas comunica orgogliosamente l'esistenza dei futuri soldati e martiri di allah  la direttiva dell'associazione giornalisti palestinese   può fare solo sorridere. (Poi il divieto di riprendere gli uomini "mascherati" è così buffa da far pensare a un errore di traduzione) Comunque la trovo citata in understand the media war di tale bedein

embè? e se li ammazzi tutti vedrai che gli attentati scendono a zero.  

Il che è la tua solita cazzata aggratis da te  già ripetuta un centinaio di volte


Mò voglio ritrovare le dichiarazioni di un blogger di gaza (assolutamente antiisraeliano e allineato) riguardo alle ong e al volontariato, giusto così, per fare due chiacchiere  sagace


Ultima modifica di jessica il Mer 27 Ago - 13:24, modificato 1 volta (Ragione : hai cannato i quote e non si capiva una mazza)

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mer 27 Ago - 13:33

Hara2 ha scritto:

Allora la seconda citazione sono dati ufficilai  www.mfa.gov.il tradotto da www.israele.net, è faccio notare che i dati sugli attentati sono incontestabili che vengono, per opposte motivazioni, resocontati dagli organi di informazione di ambo le parti. Poi vi sarebbe anche da notare che continuano i cecchinaggi e i lanci di pietri dove il muro è ancora incompleto, l'ultimo pochi giorni fa, una macchina con a bordo una famiglia, ma certo che è inumano che israele provi a difendere i propri cittadini (civili).
Ma chissà perchè del muro della vergogna costruito dall'egitto non se ne fa mai parola.

L'altra, che avevo citato seguendo un filo che niente c'entra con le tue risposte, è roba in tutti i sensi vecchia, tra l'altro adesso che un giorno sì e l'altro pure, hamas comunica orgogliosamente l'esistenza dei futuri soldati e martiri di allah  la direttiva dell'associazione giornalisti palestinese   può fare solo sorridere. (Poi il divieto di riprendere gli uomini "mascherati" è così buffa da far pensare a un errore di traduzione) Comunque la trovo citata in understand the media war di tale bedein

embè? e se li ammazzi tutti vedrai che gli attentati scendono a zero.  

Il che è la tua solita cazzata aggratis da te  già ripetuta un centinaio di volte


Mò voglio ritrovare le dichiarazioni di un blogger di gaza (assolutamente antiisraeliano e allineato) riguardo alle ong e al volontariato, giusto così, per fare due chiacchiere  sagace

uahh
ora capisco molte cose
cioè la tua fonte di informazione (tralasciando israele.net perchè sennò mi tocca ribannarmi) sarebbe il sito del ministero degli esteri israeliano?
in pratica come se io avessi preteso di capire qualcosa sulla guerra fredda dal sito del kgb.
applaudi

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mer 27 Ago - 13:34

Il che è la tua solita cazzata aggratis da te già ripetuta un centinaio di volte
ah scusa, dimenticavo. quale parte della mia cazzata sarebbe falsa?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mer 27 Ago - 13:59

jessica ha scritto:... comunque, ancora una volta non mi capacito della faciloneria e doppiopesismo con cui cercate di rimestare le carte in tavola. ti ricordo che, come ben saprai, l'ingresso di giornalisti in gaza è soggetto al volere dell'agenzia stampa israeliana, così come tutte le ong devono avere il permesso del governo israeliano.
Personalmente (non so Hara) respingo al mittente le accuse di "faciloneria e doppiopesismo" ... anzi le rincaro con quella di "ipocrisia".
Cara jessica, Israele controlla si gli "arrivi" di uomini e mezzi di queste famigerate ONG ma può solo verificare che non contrabbandino armi... Israele è un paese civile e non può permettersi di fronte all'opinione pubblica internazionale di bloccare aiuti "umanitari".
Viceversa ONG e Palestinesi hanno l'immunità assoluta per compiere qualsiasi porcheria... loro sono "santi" per definizione e tali rimangono anche quando commettono le azione più infami!
I Palestinesi di Hamas sono dei criminali e le ONG che li aiutano e li difendono sono a ben guardare ancor peggio... cioè sono criminali + ipocriti.


Ultima modifica di paolo1951 il Mer 27 Ago - 14:01, modificato 1 volta

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mer 27 Ago - 14:00

nn

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Mer 27 Ago - 14:10

jessica ha scritto:

uahh
ora capisco molte cose
cioè la tua fonte di informazione (tralasciando israele.net perchè sennò mi tocca ribannarmi) sarebbe il sito del ministero degli esteri israeliano?
in pratica come se io avessi preteso di capire qualcosa sulla guerra fredda dal sito del kgb.
applaudi


E' un conto che chiunque può fare leggendo anche le fonti palestinesi tant'è che l'obiezione alla pubblicazione è stata "I responsabili palestinesi spiegano queste cifre col cambiamento di strategia dei movimenti palestinesi, negoziato con l'Autorità Nazionale Palestinese per mettere fine agli attentati."
Israele.net ha solo tradotto.

Quando si dice essere più realisti del re.

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mer 27 Ago - 14:40

jessica ma perché non hai il coraggio di dire tranquillamente la verità?
Oidi gli Ebrei ... punto e basta!
Qualunque cosa facciano gli Ebrei dirai che sono come i nazisti... e qualunque cosa facciano quelli che sono come i nazisti dirai che ... non li approvi totalmente, ma in fondo li capisci...
Perché vedi jessica tu puoi citarmi tutti i giornalisti che vuoi, ma nessuno dei tuoi amici giornalisti, malgrado il loro conclamato antisemitismo e la loro partigianeria filo-araba, è mai riuscito a negare che le tregue finora le hanno sempre violate i Palestinesi, che gli uomini di Hamas assassinano non solo gli Ebrei ma anchegli uomini dell'ANP, che Hamas impone la Shariah, che i Salafiti ammazzano gli uomini di Hamas e i suoi amici... tipo Arrigoni.
Neanche tu puoi negare che ci sono due paesi, due parti:
una Israele, paese civile e democratico (quanto almeno l'Italia e i paesi occidentali), dove il dissenso è ammesso, dove una donna è pari al maschio, dove un turista può circolare tranquillo... e una è una tirannia, un paese incivile e barbaro, guerrafondaio... dove ai bambini danno come giocattoli i Kalashnikov... dove il disprezzo per la loro vita arriva al punto di usarli come scudi umani, di farli morire per suscitare il ipietismo di ipocriti par tuo... dove una donna è una schiava, una bestia senza diritti.
No, non venirmi a raccontare che siete solo così scemi da non saper vedere la realtà delle cose! Forse qualcuno lo sarà ... ma i vostri "capi" hanno ben sporchi interessi nel fare quello che fanno!
Il Berlusconi che tanto odi è una verginella immacolata se lo confrontiamo con un Gino Strada!

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Mer 27 Ago - 19:02

paolo1951 ha scritto:
Personalmente (non so Hara) respingo al mittente le accuse di "faciloneria e doppiopesismo" ... anzi le rincaro con quella di "ipocrisia".
Cara jessica, Israele controlla si gli "arrivi" di uomini e mezzi di queste famigerate ONG ma può solo verificare che non contrabbandino armi... Israele è un paese civile e non può permettersi di fronte all'opinione pubblica internazionale di bloccare aiuti "umanitari".
ah si? strano, visto che l'ha già fatto più volte.


Viceversa ONG e Palestinesi hanno l'immunità assoluta per compiere qualsiasi porcheria... loro sono "santi" per definizione e tali rimangono anche quando commettono le azione più infami!
I Palestinesi di Hamas sono dei criminali e le ONG che li aiutano e li difendono sono a ben guardare ancor peggio... cioè sono criminali + ipocriti.
ma dai, peccato allora che non abbiano anche l'immunità ai proiettili.

Hara2 ha scritto:E' un conto che chiunque può fare leggendo anche le fonti palestinesi tant'è che l'obiezione alla pubblicazione è stata "I responsabili palestinesi spiegano queste cifre col cambiamento di strategia dei movimenti palestinesi, negoziato con l'Autorità Nazionale Palestinese per mettere fine agli attentati."
Israele.net ha solo tradotto.Quando si dice essere più realisti del re.
parli sempre del "conto" che hai postato? certo, chiunque... allora vediamole queste fonti palestinesi.

paolo1951 ha scritto:jessica ma perché non hai il coraggio di dire tranquillamente la verità?
Oidi gli Ebrei ... punto e basta!
e cvd, arriviamo dunque alla reazione standard. un nero mi si piazza davanti mentre sono in coda alle poste, io gli dico di mettersi in fila e quindi sono razzista. applaudi

si, io odio gli ebrei, la stampa odia gli ebrei, i comunisti odiano gli ebrei, il mondo intero odia gli ebrei! anche loro stessi si odiano! invece amiamo tutti le orde di arabi unti e barboni che insozzano le nostre città (infatti nel programma della lega c'è il divieto alla costruzione di sinagoghe e la richiesta di prendere i calchi dei piedi degli ebrei, sai com'era quella del nemico del mio nemico...)

Qualunque cosa facciano gli Ebrei dirai che sono come i nazisti... e qualunque cosa facciano quelli che sono come i nazisti dirai che ... non li approvi totalmente, ma in fondo li capisci...
Perché vedi jessica tu puoi citarmi tutti i giornalisti che vuoi, ma nessuno dei tuoi amici giornalisti, malgrado il loro conclamato antisemitismo e la loro partigianeria filo-araba, è mai riuscito a negare che le tregue finora le hanno sempre violate i Palestinesi, che gli uomini di Hamas assassinano non solo gli Ebrei ma anchegli uomini dell'ANP, che Hamas impone la Shariah, che i Salafiti ammazzano gli uomini di Hamas e i suoi amici... tipo Arrigoni.
Neanche tu puoi negare che ci sono due paesi, due parti:
una Israele, paese civile e democratico (quanto almeno l'Italia e i paesi occidentali), dove il dissenso è ammesso, dove una donna è pari al maschio, dove un turista può circolare tranquillo... e una è una tirannia, un paese incivile e barbaro, guerrafondaio... dove ai bambini danno come giocattoli i Kalashnikov... dove il disprezzo per la loro vita arriva al punto di usarli come scudi umani, di farli morire per suscitare il ipietismo di ipocriti par tuo... dove una donna è una schiava, una bestia senza diritti.
No, non venirmi a raccontare che siete solo così scemi da non saper vedere la realtà delle cose! Forse qualcuno lo sarà ... ma i vostri "capi" hanno ben sporchi interessi nel fare quello che fanno!
si, hai ragione, i nostri capi. siamo tornati ai men in balck di hamas. bene. reset settimanale avvenuto, immagino.
per la cronaca il resto non c'entra una beata minchia con il discorso, ma vabè, lo capisco che quando quelli fatti col tuo stampo non sanno più dove sbattere la testa cominciano a riversare qualsiasi cagata tanto per sopravvivere qualche post in più.



Il Berlusconi che tanto odi è una verginella immacolata se lo confrontiamo con un Gino Strada!
si vaben, e questo detto da uno che mi ha chiesto se credo davvero a quello che scrivo. ma diocan la macchina delle stronzate te la danno insieme all'abbonamento col giornale o la devi pagare a parte?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Mer 27 Ago - 20:17



Who is right and who is wrong?
I am right, you are wrong.
Is Jessica right?
What is the difference between 'right' and 'correct'?
Is Jessica correct?
Jessica is not a country stupid


ahahahahahah


Parliamo di sesso che è più divertente?

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Mer 27 Ago - 22:03

@jessica, al solito ti rifugi dietro le tue battutine idiote, ma possibile che tu mai riesca, nemmeno per sbaglio, a scrivere un ragionamento!
O quanta species ... cerebrum non habet.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Gio 28 Ago - 9:15

D
paolo1951 ha scritto:@jessica, al solito ti rifugi dietro le tue battutine idiote, ma possibile che tu mai riesca, nemmeno per sbaglio, a scrivere un ragionamento!
O quanta species ... cerebrum non habet.
ah beh,  dire che le cazzate che scrivi sono cazzate sarebbe una battutina?
cioè tu mi parli di occulta manipolazione mediatica jihadista, dei miei capi antisemiti, di gino strada assassino criminale e chi non ragiona sarei io?? Va bene Paolo, hai mandato a memoria un nuovo mantra da ripetere quando non sai che altro spiccicare...
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ma mi facci il piacere
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Gio 28 Ago - 10:11

jessica ha scritto:D
paolo1951 ha scritto:@jessica, al solito ti rifugi dietro le tue battutine idiote, ma possibile che tu mai riesca, nemmeno per sbaglio, a scrivere un ragionamento!
O quanta species ... cerebrum non habet.
ah beh,  dire che le cazzate che scrivi sono cazzate sarebbe una battutina?
cioè tu mi parli di occulta manipolazione mediatica jihadista, dei miei capi antisemiti, di gino strada assassino criminale e chi non ragiona sarei io?? Va bene Paolo, hai mandato a memoria un nuovo mantra da ripetere quando non sai che altro spiccicare...
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
ma mi facci il piacere
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
Appunto tu invece non sei capace proprio di dire NULLA.... e neanche di tacere quando non sai cosa dire.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Gio 28 Ago - 21:18

bene allora facciamo un piccolo riassunto per vedere se è vero quanto dici o, ancora una volta, non sai di cosa parli nemmeno quando parli delle cose dette nelle discussioni cui hai partecipato:

tu hai sostenuto un articolo (del giornale, e ho detto tutto...) che sostiene che la stampa mondiale sia controllata da hamas, aggiungendo anzi che la stampa mondiale si fa "spontaneamente" condizionare da hamas perchè così vuole chi comanda. (virgolette tue).
che i giornalisti, i cooperanti, i volontari, gli osservatori internazionali riportano notizie fasulle perchè sono minacciati da hamas (anche quando tornano ai loro paesi) e che, quindi, in sostanza, l'intera informazione occidentale sarebbe filopalestinese e antisemita (ma va? qualcuno ha criticato israele quindi dev'essere per forza uno sporco antisemita)

hai sostenuto poi che le associazioni umanitarie che operano in paesi in cui sono in corso crisi umanitarie sarebbero là per meri interessi economici, oltre che paragonabili a mafia e meritevoli di sterminio.

quindi hai sproloquiato sulla mia fede in non si sa bene cosa e sul fatto che io avrei dovuto argomentare per dimostrare che sia vero quanto riportato dai testi di storia che si usano a scuola (quella stessa scuola alla quale tu, a tuo dire, hai preferito il pub, e lassatelo dire, si nota) - evidentemente solo i proclami del giornale vanno presi per buoni.

detto ciò, ad una mia risposta che sottolinea la idiozia assoluta dei ragionamenti sopra citati (4 grebani in 30 mq di terra controllano l'informazione mondiale contro un paese coi servizi segreti più efficienti al mondo e una delle più larghe fette di proprietà dell'informazione, migliaia di volontari e osservatori mondiali che vedono la stessa cosa perchè se no hamas li ammazza tutti...) hai replicando dicendo che mi mancavano gli argomenti ( si badi bene, a me,  non a chi si inventa i men in black per giustificare l'ingiustificabile ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah )  

hai altresì accusato la stampa sinistroide di postare foto di bambini massacrati perchè antisemita e di omettere quelle degli altri bambini che muoiono di cagarella in etiopia (quindi con la tua solita tdg-logica se domani un ebreo ti ammazza, se sul giornale ci mettono la tua foto, sono degli antisemiti dimmerda, visto che in italia al giorno muoiono circa 1000 persone e fatalità ci mettono l'unica fatta fuori da un ebreo, ah, chissà a che scopo son là le foto di bambini sui siti di hara, quelle immagino che invece abbiano lo scopo di far capire davvero come stanno le cose ) e i volontari di assistere i bimbi siriani per antisemitismo e di non assistere i congolesi, cosa peraltro abbondantemente falsa.
non parliamo poi del deicidio e dell'odio per chi non si integra perchè rasenta il vuoto cerebrale ma da sotto.


io poi parlo con hara di sue misinterpretazioni del discorso (stiamo parlando della libertà di stampa dei giornalisti occidentali che scrivono su gaza e lui mi tira fuori un confronto tra stampa palestinese e israeliana pretendendo di dimostrare la scarsa libertà dei giornalisti di cui sopra... come lo chiamate qua? non sequitur?) e non si sa bene come tu prezzemolizzi ancora una volta dicendo sostanzialmente nulla se non chiedermi il significato (peraltro già lampante ) del mio intervento.

al che occorre un nuovo paolo-reset, sotto il tappeto tutto quello fin qui detto e si riparte con nuove emozionanti cazzate:
migliaia di giornalisti, cooperanti, attivisti, frati stupidi e/o disonesti.
mi caghi fuori un intervento come questo http://atei.forumitalian.com/t6194p100-israele-colpisce-ancora#317297
che a prima vista pare solo una delle solite cazzate dal kit luttwak-giornale, ma a rileggerlo con attenzione è veramente una perla rara di tdg-logica, cioè roba che farebbe impallidire perfino il rasputin dei tempi migliori. roba che starebbe bene nei libri di logica per spiegare cosa sono i dialleli.

e dopo aver piazzato un riassunto completo della demenza umana in 12 post, finisci per chiedere TU a ME se credo in quello che scrivo. e non contento prosegui nel tuo delirio nel tuo universo parallelo dando degli assassini a chi va a rischiare la vita per salvare altre vite, scrivendo assolute falsità ( perchè smentite dai fatti, ma evidentemente anche queste lette sul giornale, quindi sono i fatti che vanno cambiati, non la verità di belpietro) dandomi dell'antisemita (perchè non ti resta altra carta da giocare.. mi ricordi un po' facci quando dava dell'assassino a di pietro per via degli imprenditori suicidi, perchè non gli restava altro visto che i testimoni del processo confessarono di essersi inventati la storia delle mercedes)

finale scoppiettante: mi accusi di non aver detto nulla e di non avere cervello.
io. detto da uno che è riuscito ad infilare una sequenza initerrotta di minchiate di livello cosmico come quelle appena viste. poi mi dite che sono ripetitiva se ti paragono ad alvaro vitali che dice a brad pitt che è un cesso... ahahahahahah
dai paolì, lassa perde...

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da paolo1951 il Gio 28 Ago - 21:54

Come al solito i tuoi riassunti mi attribuiscono cose abbastanza diverse da quelle che ho scritto, quindi se permetti un riassuntino delle mie idee lo faccio io.
Io sostengo che
1) la maggior parte dei media almeno qui in Italia (ma temo non solo in Italia) dimostrano una sfacciata partigianeria pro Hamas.
2) questa partigianeria si può spiegare solo come prodotto dell'antisemitismo, antisemitismo malamente camuffato sotto l'etichetta di antisionismo.
3) l'ipotesi di un condizionamento da parte degli Arabi e dei loro petroldollari (non solo dei Palestinesi, ma anzi soprattutto dei loro "amici") non era mia ma di Hara e comunque non è affatto peregrina!
3) solo gente in assoluta malafede o sostanzialmente imbecille può preferire la tirannia e la barbarie di Hamas ad uno stato democratico e civile come Israele.
4) solo gente in assoluta malafede o sostanzialmente imbecille può titolare "Israele colpisce ancora", quando Israele semplicemente si difende! ... quando è Israele ad essere sotto attacco da parte di Hamas.
5) Hamas non vuole affatto la pace... neanche vuole un porto o un aeroporto, cose queste che potrebbe ottenere facilmente se solo la smettesse di lanciare razzi, di scavare tunnel per infiltrare terrorisiti in Israele, Hamas vuole la guerra e il genocidio di tutti gli Ebrei della Palestina.
6) solo gente assolutamente ipocrita come te e le tue care ONLUS, ONG, ecc. può dire io "non approvo Hamas" ma fare di tutto per favorirlo, per permettergli di continuare ad esercitare terrorismo e tirannia anche e soprattutto ai danni del suo stesso popolo. Jessica io mi prendo volentieri la responsabilità morale dei crimini di Israele, ma tu non puoi rifiutare la stessa responsabilità per quelli di Hamas.

paolo1951
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 5278
Età : 65
Località : Ovada (AL)
Occupazione/Hobby : imprenditore/viaggi, storia, filosofia, subacquea, fotografia
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 09.12.08

http://www.benazzo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da Hara2 il Gio 28 Ago - 22:58

paolo1951 ha scritto:
3) l'ipotesi di un condizionamento da parte degli Arabi e dei loro petroldollari (non solo dei Palestinesi, ma anzi soprattutto dei loro "amici") non era mia ma di Hara !
Io ho esplicitamente ridicolizzato ogni ipotesi complottista, ho parlato di necessità di non contrastare hamas, sia da parte dell'esercito dei reporter e fotografi palestinesi sia da parte di chi vuole poter continuare a prendere lo stipendio come inviato in palestina, ho parlato dei luoghi comuni, ho parlato di gusti del pubblico, ho parlato di residui di impostazioni da guerra fredda, ho parlato della libertà di stampa in israele e di quella in italia, ho parlato....insomma, è il solito omino di paglia jessicalese, non ci cascare

Notabene che la pregiata conversazione con jessica è andata in onda su due forum contemporaneamente e talvolta ciò che appare non sequitur in realtà non lo è


E già che ci sono e che è già stato postato ovunque...



http://en.wikipedia.org/wiki/Pat_Condell

[per chi ha difficoltà vi sono i sottotitoli, ma non in italiano]

Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1762
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele colpisce ancora

Messaggio Da jessica il Gio 28 Ago - 23:34

paolo1951 ha scritto:Come al solito i tuoi riassunti mi attribuiscono cose abbastanza diverse da quelle che ho scritto, quindi se permetti un riassuntino delle mie idee lo faccio io.
Io sostengo che
1) la maggior parte dei media almeno qui in Italia (ma temo non solo in Italia) dimostrano una sfacciata partigianeria pro Hamas.
che è appunto una cagata.  la maggior parte dei media almeno qui in Italia (ma temo non solo in Italia) semplicemente sostiene un punto di vista non tanto orianfallacico quanto il tuo, essendo quindi un po' meno verso israele di te, diventano automaticamente antisemiti.
i giornali italiani si limitano in media ad un semplice cerchiobottismo (parlo di giornali e non di programmi comici come quello da cui è tratto l'articolo citato in questa discussione), a dire che la situazione è complessa e che non si possono ascrivere ad un lato tutte le colpe. che siano poi pro hamas è una cagata che solo uno ai tuoi livelli poteva sparare.
nessuno è pro hamas, semplicemente esiste anche qualcuno che non ha due rovagnati davanti agli occhi ed è in grado di criticare anche i comportamenti di chi a tuo dire è incriticabile.

2) questa partigianeria si può spiegare solo come prodotto dell'antisemitismo, antisemitismo malamente camuffato sotto l'etichetta di antisionismo.
stronzata numero due (basta seguire i n dell'elenco per contarle poi...) tantopiù che come già visto una cospicua parte di chi l'informazione la fa è ebrea, filoisrael o di origine ebrea.
infatti in italia festeggiamo la giornata del ricordo della nakba, non quella della memoria, e i film che la gente vede in tv non sono pieni di campi di concentramento tedeschi e poveri bambini che diventano saponette (chissà se hara sosterrebbe che anche in quel caso i bambini sono usati per propaganda plutomassoebraica)


3) l'ipotesi di un condizionamento da parte degli Arabi e dei loro petroldollari (non solo dei Palestinesi, ma anzi soprattutto dei loro "amici") non era mia ma di Hara e comunque non è affatto peregrina!
fasullo. vedere per credere. oppure appiccichi citazioni a cazzo di cui non conosci il significato.
3) solo gente in assoluta malafede o sostanzialmente imbecille può preferire la tirannia e la barbarie di Hamas ad uno stato democratico e civile come Israele.
infatti nessuno lo fa. ma immagino che per te sia piuttosto arduo da capire il significato di riflessione oggettiva.

4) solo gente in assoluta malafede o sostanzialmente imbecille può titolare "Israele colpisce ancora", quando Israele semplicemente si difende! ... quando è Israele ad essere sotto attacco da parte di Hamas.
stronzata numero 4. si titola israele colpisce ancora quando israele colpisce ancora.

5) Hamas non vuole affatto la pace... neanche vuole un porto o un aeroporto, cose queste che potrebbe ottenere facilmente se solo la smettesse di lanciare razzi, di scavare tunnel per infiltrare terrorisiti in Israele, Hamas vuole la guerra e il genocidio di tutti gli Ebrei della Palestina.
ecco, questa purtroppo è l'unica affermazione vera che hai azzeccato  applaudi congratulazioni per l'importante risultato ottenuto. vabè che anche gli orologi rotti segnano l'ora giusta 2 volte al dì...

6) solo gente assolutamente ipocrita come te e le tue care ONLUS, ONG, ecc. può dire io "non approvo Hamas" ma fare di tutto per favorirlo, per permettergli di continuare ad esercitare terrorismo e tirannia anche e soprattutto ai danni del suo stesso popolo. Jessica io mi prendo volentieri la responsabilità morale dei crimini di Israele, ma tu non puoi rifiutare la stessa responsabilità per quelli di Hamas.
questa è la stronzata n 5 ma conta come due quindi siamo di nuovo in linea con la numerazione. ma cosa pensi di ottenere con questo linguaggio da merola? io rifiuto quello che mi pare (ammesso che si possa intravvedere un senso nella boiata che hai scritto), soprattutto alla luce del fatto che  una buona parte della resonsabilità dell'esistenza di hamas ce l'ha israele stessa.

p.s e saresti comunque in ampio vantaggio.

Hara2 ha scritto:
Io ho esplicitamente ridicolizzato ogni ipotesi complottista, ho parlato di necessità di non contrastare hamas, sia da parte dell'esercito dei reporter e fotografi palestinesi sia da parte di chi vuole poter continuare a prendere lo stipendio come inviato in palestina, ho parlato dei luoghi comuni, ho parlato di gusti del pubblico, ho parlato di residui di impostazioni da guerra fredda, ho parlato....il solito uomo di paglia jessicalese, non ci cascare  mgreen
mi spiace ma il gioco dell'omo di paglia ve lo siete fatto tra voi. io non ho mai attribuito a te quanto paolo sostiene. lui l'ha sostenuto.
ad ogni modo quanto scrivi è falso: tu hai parlato di stampa che distorce per omissione (in favore di hamas) e hai associato a ridicoli complottismi una semplice serie di foto che ritraggono giornalisti italiani ebrei (come se non fosse vero che esistono).
l'unica cosa che avresti dovuto ridicolizzare, se avessi un po' di oggettività e riuscissi a metter da lato pancia e partigianeria, sarebbe stato il ridicolo articolo del giornale.

("necessità di non contrastare hamas, sia da parte dell'esercito dei reporter e fotografi palestinesi sia da parte di chi vuole poter continuare a prendere lo stipendio come inviato in palestina"
ps, questa poi è ai livelli vndeschi della violenza sulle donne inventata dalle impiegate dell'istat per avere il posto di lavoro. davvero non sapete più a checazzo attaccarvi. almeno una volta ti limitavi a dare giudizi parziali e non oggettivi ma dialogicamente accettabili, ora si vede che hai frequentato troppo p51 o cleverbot, che più o meno procedono allo stesso modo...)

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum