Le peggiori uscite dei credenti

Pagina 6 di 40 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 23 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 19:02

Immagino le ghignate  mgreen

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Rasputin il Sab 9 Ago - 19:07

Hakudò ha scritto:Immagino le ghignate  mgreen

Non sempre, ce n'era uno valido davvero:

http://atei.forumitalian.com/u1252

e comunque io sono solito paragonarli a questi:

http://atei.forumitalian.com/t4916-a-tutti-i-sedicenti-agnostici

 mgreen 

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 19:09

"Dopo la lotta nulla è risolto, ma nulla più conta" chuck palahniuk.

Buona notte a chi può dormire

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Rasputin il Sab 9 Ago - 19:11

Hakudò ha scritto:"Dopo la lotta nulla è risolto, ma nulla più conta" chuck palahniuk.

Buona notte a chi può dormire

Considero il ciucco palaniucco un imbecille

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 20:35

Rasputin ha scritto:
Hakudò ha scritto:"Dopo la lotta nulla è risolto, ma nulla più conta" chuck palahniuk.

Buona notte a chi può dormire

Considero il ciucco palaniucco un imbecille


Adesso si che è nei guai  72

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Justine il Sab 9 Ago - 20:39

Rasputin ha scritto:[...] ce n'era uno valido davvero:

http://atei.forumitalian.com/u1252

e comunque io sono solito paragonarli a questi:

http://atei.forumitalian.com/t4916-a-tutti-i-sedicenti-agnostici

 mgreen 

Rasp, giusto per informazione e consuntivo storico... Ce n'è qualcuno, dei buddhas, che non ha tirato avanti di personalismi e fallacie del tipo "appeal to emotions", tacciando poi gli altri di attaccare quando sono i primi ad usare frivolezze ed esperienze preziosamente individuali buttando sterco per poi lamentarsene?

Ovvero, hanno mai spiegato che cercano di capire od ottenere che non si possa perseguire con altre metodiche?

Lo chiedo perché proprio oggi pomeriggio, su un altro thread in un diverso forum, ho trovato lo stesso piagnisteo fatto di ostinazioni simili, ed in un MP il membro di quest'altra community ha tirato fuori la solita solfa del meccanicismo, etc.- ho portato vari esempi secondo cui le reazioni emotive (vedi il pianto ed il lutto affinché si venga predisposti a ricordare come evitare una situazione simile mettendo in piano un contrattacco più ponderato) sembrano totalizzanti quando perseguite ai massimi termini, e di conseguenza miliardi di persone le seguono ritenendole elevate e pure, quando si tratta di espedienti volti ad assicurarsi la veridicità delle medesime... Chi vuole avere bugiardi nel proprio gruppo/clan? Meglio farsi vedere piangenti e subissati dal riso o dal dolore, finanche della serenità, che naturalmente nei buddhas è sempre minacciata dal rischio inquietudine- altrimenti basterebbe un solo esercizio, una sola nascita, per la vita intera.

In breve, consideravamo che si tratterebbe di espedienti della natura volti farci percepire utili quando ci poniamo un apparente scopo. La catena di montaggio di azione e reazione è sempre stata sopravvivenziale, ed alla base del nostro vivere. Gratificandoci quando perseguiamo un obiettivo, il cervello ci stimola a continuare... Salvaguardando le invenzioni, noi e la specie.

Scusa se mi dilungo, ma volevo chiederti se c'è qualcuno che a tutti gli effetti segue buddha o salamadonna cosa (potrebbe essere anche Magneto, Xavier degli X-Men oppure le religioni classiche) e poi abbia cercato un punto di contatto con queste considerazioni relative alla fisiologia umana, e non con gli sterilismi del tipo "mi curo meditando sotto un pesco", per ottenere chissà cosa (e ci è capitata la stessa sorte, guardacaso, di quando chiedemmo "perché credi" a qualcuno).

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Justine il Sab 9 Ago - 20:50

Yume ha scritto:Loki: Tu parli di percezione e di particolari dati percettivi o emotivi, ma io no. 
Io sto parlando dell'ambito soggettivo.

Perché, la percezione non è soggettiva?  boxed 


L'ambito oggettivo invece è solo una particolare frazione di quello soggettivo

Il contrario, penso proprio... Quando si afferma che obiettivamente qualcosa è leggibile da essere umano non facciamo riferimento agli occhi di mosca.


per quanto anche tali dati generali ("esame Snellen" e "caratteristiche di stampa del libro") siano vissuti soggettivamente, tanto quanto quelli particolari ("7 diottrie in meno"). 

Stampare un libro per un t-rex, per quanto non sia capace di leggerne parte, non è la stessa cosa che stampare qualcosa adatto alla lettura per un umano, la cui vista è calibrata in diottrie, etc. etc. La cecità legale sottostà a determinati parametri e a determinate esperienze degli stessi; se ad es. sei pure astigmatico, avrai un difetto cumulativo che corrisponde ben più a qualche diottria


L'esempio della morte può essere considerata una assoluta* assenza di esperienza solo nell'ambito oggettivo

E soggettivo. Pasolini ne parla come di esperienza estrema artistica, ma... Gli istanti che la precedono sono esperienza, di quel che ne consegue assai poco: i centri deputati alla sua registrazione vanno in panne, altroché amnesia anterograda...

Sottolineo "momentanea mancanza di dati soggettivi", perché una eventuale vera mancanza assoluta di dati soggettivi può essere stabilita solo soggettivamente, non oggettivamente. 

La morte esiste per questo. Altrimenti, coglieremmo con la psiche funghi su Saturno: qual è la rilevanza di ciò, sapendo che siamo corpi adattati alla vita terrestre?

*di nuovo però chiedo come sia possibile parlare di assolutezza in ambito oggettivo, scientifico e materialista.

Numero di Graham, matematica, assiomi... Io mi chiedo veramente come gli spiritualisti possano parlare di assoluto, non avendone concezione se non immaginando un megablob eterico che assorbe le loro preoccupazioni e il loro c.d. essere

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Sab 9 Ago - 21:19

e poi abbia cercato un punto di contatto con queste considerazioni relative alla fisiologia umana, e non con gli sterilismi del tipo "mi curo meditando sotto un pesco", per ottenere chissà cosa (e ci è capitata la stessa sorte, guardacaso, di quando chiedemmo "perché credi" a qualcuno

Sì,  certo che si

Ad esempio giusto poche settimane fa ho letto un tesi interessante e confermata dal primo Step sperimentale.


Tutta la faccenda della respirazione con annessi e connessi viene liquidata. Cioè essa funziona,  per indurre stati meditativo o altre alterazioni di coscienza,  perché stimola gli archi nasali, e da qui tutto un meccanismo solo parzialmente chiaro, e si è ottenuto lo stesso effetto, confermato da ogni apparecchiatura diagnostica, attraverso minime stimolazioni elettriche,  cio potrebbe davvero risolvere parecchie questioni.
Invece della meditazione un gadget da euro 9,99 del supermercato mgreen 

Non so se si capisce ma dal telefonino meglio di così non mi viene
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Justine il Sab 9 Ago - 21:23

Hara2 ha scritto:
e poi abbia cercato un punto di contatto con queste considerazioni relative alla fisiologia umana, e non con gli sterilismi del tipo "mi curo meditando sotto un pesco", per ottenere chissà cosa (e ci è capitata la stessa sorte, guardacaso, di quando chiedemmo "perché credi" a qualcuno

Sì,  certo che si

Ad esempio giusto poche settimane fa ho letto un tesi interessante e confermata dal primo Step sperimentale.


Tutta la faccenda della respirazione con annessi e connessi viene liquidata. Cioè essa funziona,  per indurre stati meditativo o altre alterazioni di coscienza,  perché stimola gli archi nasali, e da qui tutto un meccanismo solo parzialmente chiaro, e si è ottenuto lo stesso effetto, confermato da ogni apparecchiatura diagnostica, attraverso minime stimolazioni elettriche,  cio potrebbe davvero risolvere parecchie questioni.
Invece della meditazione un gadget da euro 9,99 del supermercato mgreen 

Non so se si capisce ma dal telefonino meglio di così non mi viene

Grazie, Hara, va benissimo così  ok

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 21:37

Post duplicato. sorry


Ultima modifica di Hakudò il Sab 9 Ago - 21:39, modificato 1 volta

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 21:37


Tutta la faccenda della respirazione con annessi e connessi viene liquidata. Cioè essa funziona,  per indurre stati meditativo o altre alterazioni di coscienza,  perché stimola gli archi nasali, e da qui tutto un meccanismo solo parzialmente chiaro, e si è ottenuto lo stesso effetto, confermato da ogni apparecchiatura diagnostica, attraverso minime stimolazioni elettriche,  cio potrebbe davvero risolvere parecchie questioni.


Simili esperimenti furono già fatti. Ci si sottopose lo stesso Taisen Deshimaru Roshi mentre entrava in Zazen. Quello che saltò fuori è che le onde celebrali abbassavano la loro frequenza fino a frequenze molto basse (fino alla banda theta) in uno stato ricezione e attività particolarmente elevata nelle aree intuitive del cervello. Tralasciando che il Buddhismo non è solo meditazione, ma tutto un insieme di pratiche che non si limitano solo quello (ovvero se non prendi tutto il pacchetto vai in palestra a fare un po di Yoga che è anche più intelligente) la questione è: l'apparecchio stimolatore mi da una soluzione permanente o tutte le volte che lo tolgo torno esattamente come prima*? Perchè se no è solo un seccedaneo che vale ogni centesimo dei 9.99 euro che costa.

*=Fatta poi la debita premessa che, essendo il risultato della meditazione un affare che riguarda il soggetto che la sta provando l'apparecchiatura sia così sensibile da misurarne realmente tutti i parametri e tutti gli effetti. Un pò come chiedere ad uno strumento di descrivermi tramite misurazioni esattamente che sapore ha la fragola, per intenderci

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Sab 9 Ago - 22:07

Hakudò ha scritto:

Tutta la faccenda della respirazione con annessi e connessi viene liquidata. Cioè essa funziona,  per indurre stati meditativo o altre alterazioni di coscienza,  perché stimola gli archi nasali, e da qui tutto un meccanismo solo parzialmente chiaro, e si è ottenuto lo stesso effetto, confermato da ogni apparecchiatura diagnostica, attraverso minime stimolazioni elettriche,  cio potrebbe davvero risolvere parecchie questioni.


Simili esperimenti furono già fatti. Ci si sottopose lo stesso Taisen Deshimaru Roshi mentre entrava in Zazen. Quello che saltò fuori è che le onde celebrali abbassavano la loro frequenza fino a frequenze molto basse (fino alla banda theta) in uno stato ricezione e attività particolarmente elevata nelle aree intuitive del cervello. Tralasciando che il Buddhismo non è solo meditazione, ma tutto un insieme di pratiche che non si limitano solo quello (ovvero se non prendi tutto il pacchetto vai in palestra a fare un po di Yoga che è anche più intelligente) la questione è: l'apparecchio stimolatore mi da una soluzione permanente o tutte le volte che lo tolgo torno esattamente come prima? Perchè se no è solo un seccedaneo che vale ogni centesimo dei 9.99 euro che costa.

Proprio non ci siamo

1.Questi esperimenti in letteratura non risulta siano mai stati fatti, che mai era stata pensato che un meccanismo di stimolazione degli archi nasali potesse avere un qualche interesse.
2.Che non si parla di buddhismo, ma dei lunghi esercizi respiratori che portano a quelli che, in mancanza di migliori definizioni, chiamiamo stati meditativi e che comprendono molte fattispecie differenti.E si potrebbe a mio parere successivamente valutare anche le aromaterapie e pure l'incenso nelle chiese
3.Che a parte  mitici maestri, non vi è alcun riscontro scientifico serio di una maggiore "salute" o benessere o equlibrio psicologico di un fervente buddhista rispetto a un cristiano o a un ateo o a un chissenefrega
4.L'apparecchio fornisce a comando quel medesimo stato meditativo, poi cosa farne, quanto a lungo mantenerlo, cosa ricavarne, buddare o non buddare, è tutto altro discorso.

Ps
E lascio assolutamente perdere le "aree intuitive" legate alle frequenze. Non funziona così da almeno 20'anni
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 22:34

Proprio non ci siamo

1.Questi esperimenti in letteratura non risulta siano mai stati fatti, che mai era stata pensato che un meccanismo di stimolazione degli archi nasali potesse avere un qualche interesse.


 
Infatti io mi riferivo all’analisi delle onde celebrali tramite elettroencefalogramma. Non essendo scienziato, mi sono immaginato che perlomeno analizzassero anche quelle o perlomeno ci dessero un’occhiata oltre che piazzare sensori sui setti nasali
 
 

2.Che non si parla di buddhismo

 
Strano. Pareva che rispondevi ad uno che chiedeva di quello
 

3.Che a parte  mitici maestri, non vi è alcun riscontro scientifico serio di una maggiore "salute" o benessere o equlibrio psicologico di un fervente buddhista rispetto a un cristiano o a un ateo o a un chissenefrega
 
Non direi proprio, almeno ad una rapida ricerca su internet.
 

4.L'apparecchio fornisce a comando quel medesimo stato meditativo,
 
Ovvero analizza secondo la sua sensibilità meccanica e ne visualizza il risultato.
Sperando che l’apparecchio faccia un’adeguata misurazione completa del fenomeno nella sua interezza. Visto che ho 2 scienziati in famiglia e ne frequento proprio su al tempio si guardano bene da fare affermazioni assolutistiche in tal senso.
 
PS: Hanno chiesto al topo di laboratorio se era la stessa cosa?
 

poi cosa farne, quanto a lungo mantenerlo, cosa ricavarne, buddare o non buddare, è tutto altro discorso.
 
Ah ecco. Facciamo 4,99?


E lascio assolutamente perdere le "aree intuitive" legate alle frequenze. Non funziona così da almeno 20'anni

 

Bellissimo. Il libro su cui le ho lette in effetti era vecchiotto. Se è come dici è sintomo che una scoperta scientifica è valida fino alla scoperta successiva migliore

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Sab 9 Ago - 23:08

[quote="Hakudò"]
Proprio non ci siamo

1.Questi esperimenti in letteratura non risulta siano mai stati fatti, che mai era stata pensato che un meccanismo di stimolazione degli archi nasali potesse avere un qualche interesse.


]Infatti io mi riferivo all’analisi delle onde celebrali tramite elettroencefalogramma. Non essendo scienziato, mi sono immaginato che perlomeno analizzassero anche quelle o perlomeno ci dessero un’occhiata oltre che piazzare sensori sui setti nasali

Ovvio, è proprio su tali dati e su quelli rilevati con altri strumenti che si basa il raffronto, tu hai detto che le sperimentazioni delle quali io parlavo erano già state fatte. Falso.

2.Che non si parla di buddhismo

Strano. Pareva che rispondevi ad uno che chiedeva di quello
No, ho risposto a quanto quotato raccontando una delle   cose interessanti nelle quali mi sono imbattuto in materia.  


3.Che a parte  mitici maestri, non vi è alcun riscontro scientifico serio di una maggiore "salute" o benessere o equlibrio psicologico di un fervente buddhista rispetto a un cristiano o a un ateo o a un chissenefrega

Non direi proprio, almeno ad una rapida ricerca su internet
Con la rapida ricerca su internet ti ci puoi pulire il culo, se presenti studi seri e completi, se ne può parlare, uno per uno.


Sperando che l’apparecchio faccia un’adeguata misurazione completa del fenomeno nella sua interezza. Visto che ho 2 scienziati in famiglia e ne frequento proprio su al tempio si guardano bene da fare affermazioni assolutistiche in tal senso.

L'apparecchio non misura niente. Sono i risultati della sua applicazione che vengono misurati e comparati da 4 diverse attrezzature diagnostiche e se coincidono questo ai fini dell'esperimento è sufficiente  Se di questo ha poi conferma nel post mortem "soggettivo"dell'esperimento, come è, tanto meglio

PS: Hanno chiesto al topo di laboratorio se era la stessa cosa?

Mi sa che hai le idee mooolto confuse. Nessun topo

Ah ecco. Facciamo 4,99?

 wall2
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Sab 9 Ago - 23:24

Ovvio, è proprio su tali dati e su quelli rilevati con altri strumenti che si basa il raffronto, tu hai detto che le sperimentazioni delle quali io parlavo erano già state fatte. Falso.


No. Io ho detto "sperimentazioni simili". Nel contesto usare strumenti che fornissero un output su scala misurabile su certi segnali elettrici. Mancavano tuttavia, e qui ti do ragione, una fase di "Input" per vedere se l'effetto è il medesimo della meditazione


No, ho risposto a quanto quotato raccontando una delle   cose interessanti nelle quali mi sono imbattuto in materia.


Ok. allora ho capito male io.


Con la rapida ricerca su internet ti ci puoi pulire il culo, se presenti studi seri e completi, se ne può parlare, uno per uno.


Non potrei in ogni caso farlo io. Posso solo limitarmi a riferirmi ad essi se mai e linkarteli. Al limite dovresti farlo con chi pubblica quegli studi e tentare di fargli capire che è un coglione, sperando sopratutto che lui non dimostri che il coglione se tu. 



 se coincidono questo ai fini dell'esperimento è sufficiente  


Ah ecco. Chi si contenta gode.



Se di questo ha poi conferma nel post mortem 



Se trovi un mortem pronto a testimoniarlo e a confermarlo ok



Mi sa che hai le idee mooolto confuse. Nessun topo



Intendevo come cavia, prestatore di servizio alla scienza, collaboratore scientifico, pirla che si è fatto mettere gli elettrodi/sensori/sonde anali ecc... o tu hai visto molti topi fare meditazione?   no!

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Dom 10 Ago - 0:01

dovresti farlo con chi pubblica quegli studi e tentare di fargli capire che è un coglione, sperando sopratutto che lui non dimostri che il coglione se tu.
vresti farlo con chi pubblica quegli studi e tentare di fargli capire che è un coglione, sperando sopratutto che lui non dimostri che il coglione se tu.

Il confrontarsi è normale, il presentare le proprie ricerche o il chiedere valutazioni di quelle di altri idem. Se qualcuno dimostra efficacemente che sbaglio,  o viceversa,  è buona norma prenderne atto, fare buon viso a cattiva sorte,  e se ci si riesce ringraziare
Darsi del coglione invece non è normale, anche se talvolta scappa, ma siccome non so a cosa tu ti possa mai riferire,  che davvero non ricordo niente in tal senso immagino che si tratti di invereconda fuffa, chiudiamo la qua

Chi si accontenta gode

Vabbe ho capito,  giochi su tutti i campi anche dove non conosci neanche le regole del gioco
Un esperimento  serve perconfermare o nno solo ciò per cui è stato concepito.  


Per post mortem si intende il momento nel quale,  dopo che l'esperimento è finito si confrontano i vissuti di coloro che hanno partecipato in un ruolo e nell'altro all esperimento stesso


Ne cavie ne altro, studenti che si prestano reciprocamente


Senza offesa ma credo che sia più divertente tornare alle Buddhanate che è evidente che non vi sono né le condizioni ne le capacità, né le conoscenze,  né la volontà  e da parte mia neanche l' interesse per inoltrarsi in simili argomenti, tornerei pacificamente sulle Buddhanate
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Dom 10 Ago - 0:24

a) "ti ci puoi pulire il culo" é uno stimolo che, personalmente, mi conduce ad esibire, divertendomi, lo stesso linguaggio aulico e raffinato. L'ora é tarda, io scrivo su smarthphone se cerchi in rete ci sono studi che confutano (potenzialmente) la ta asserzione su equilibri psicologici di chi pratica religione. Io potrei alle tue rimostranze non fare altro che dei copia-incolla di risposta, perché. Non sono un esperto

b)sull'esperimento ho tentato di dire la stessa cosa che dici tu, postillando di non prenderlo troppo sul serio perché é pure possibile che gli strumenti non sono adeguati. Riguardo al post mortem: La mia battuta é scaturita in quanto non ho ricevuto una risposta se il soggetto dell'esperimento volontario (va bene così? Non uso l'ironia) abbia confermato o meno che si, la scossetta mi ha fatto sentire uguale alla meditazione vipassana o quello che era.

per il resto hai ragione. É meglio prendere una boccata d'aria sul sito di spinoza.it

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Rasputin il Dom 10 Ago - 9:05

Loki ha scritto:
Rasputin ha scritto:[...] ce n'era uno valido davvero:

http://atei.forumitalian.com/u1252

e comunque io sono solito paragonarli a questi:

http://atei.forumitalian.com/t4916-a-tutti-i-sedicenti-agnostici

 mgreen 

Rasp, giusto per informazione e consuntivo storico... Ce n'è qualcuno, dei buddhas, che non ha tirato avanti di personalismi e fallacie del tipo "appeal to emotions", tacciando poi gli altri di attaccare quando sono i primi ad usare frivolezze ed esperienze preziosamente individuali buttando sterco per poi lamentarsene?

Ovvero, hanno mai spiegato che cercano di capire od ottenere che non si possa perseguire con altre metodiche?

Lo chiedo perché proprio oggi pomeriggio, su un altro thread in un diverso forum, ho trovato lo stesso piagnisteo fatto di ostinazioni simili, ed in un MP il membro di quest'altra community ha tirato fuori la solita solfa del meccanicismo, etc.- ho portato vari esempi secondo cui le reazioni emotive (vedi il pianto ed il lutto affinché si venga predisposti a ricordare come evitare una situazione simile mettendo in piano un contrattacco più ponderato) sembrano totalizzanti quando perseguite ai massimi termini, e di conseguenza miliardi di persone le seguono ritenendole elevate e pure, quando si tratta di espedienti volti ad assicurarsi la veridicità delle medesime... Chi vuole avere bugiardi nel proprio gruppo/clan? Meglio farsi vedere piangenti e subissati dal riso o dal dolore, finanche della serenità, che naturalmente nei buddhas è sempre minacciata dal rischio inquietudine- altrimenti basterebbe un solo esercizio, una sola nascita, per la vita intera.

In breve, consideravamo che si tratterebbe di espedienti della natura volti farci percepire utili quando ci poniamo un apparente scopo. La catena di montaggio di azione e reazione è sempre stata sopravvivenziale, ed alla base del nostro vivere. Gratificandoci quando perseguiamo un obiettivo, il cervello ci stimola a continuare... Salvaguardando le invenzioni, noi e la specie.

Scusa se mi dilungo, ma volevo chiederti se c'è qualcuno che a tutti gli effetti segue buddha o salamadonna cosa (potrebbe essere anche Magneto, Xavier degli X-Men oppure le religioni classiche) e poi abbia cercato un punto di contatto con queste considerazioni relative alla fisiologia umana, e non con gli sterilismi del tipo "mi curo meditando sotto un pesco", per ottenere chissà cosa (e ci è capitata la stessa sorte, guardacaso, di quando chiedemmo "perché credi" a qualcuno).

no che io sappia

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Justine il Dom 10 Ago - 9:35

Rasputin ha scritto:no che io sappia

Infatti, non mi stupisce. Grazie  ok

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Rasputin il Dom 10 Ago - 9:41

Loki ha scritto:
Rasputin ha scritto:no che io sappia

Infatti, non mi stupisce. Grazie  ok

Meritavi anche una risposta più articolata ma oggi sono pigro...comunque l'utente che avevo segnalato, Klaus54 mi pare sia il nome esatto, era davvero un caso a sè...medico anestesista rianimatore, godeva della mia simpatia incondizionata fosse anche stato solo per quello (Devo le chiappe ad un suo collega per ben 2 volte e so bene cosa succede nelle sale rianimazione) e quando non si trattava di fuffologiascopertedellacquacaldabuddhoidi era un ottimo utente, specie sui temi a carattere scientifico...ecco, se mai c'è stata un'eccezione era lui

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50060
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Justine il Dom 10 Ago - 9:47

Rasputin ha scritto:
Loki ha scritto:
Rasputin ha scritto:no che io sappia

Infatti, non mi stupisce. Grazie  ok

Meritavi anche una risposta più articolata ma oggi sono pigro...comunque l'utente che avevo segnalato, Klaus54 mi pare sia il nome esatto, era davvero un caso a sè...medico anestesista rianimatore, godeva della mia simpatia incondizionata fosse anche stato solo per quello (Devo le chiappe ad un suo collega per ben 2 volte e so bene cosa succede nelle sale rianimazione) e quando non si trattava di fuffologiascopertedellacquacaldabuddhoidi era un ottimo utente, specie sui temi a carattere scientifico...ecco, se mai c'è stata un'eccezione era lui

Oh, guarda, no... non importa per la lunghezza delle risposte... Io stessa dopo quella pergamena che ho scritto ieri sera pensavo di snellire la comunicazione, altrimenti si ingenerano bordelli pazzeschi  crying 

"quando non si trattava di fuffologiascopertedellacquacaldabuddhoidi era un ottimo utente"... Molto bene, in questo caso!  ok2

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Dom 10 Ago - 11:49

Tornando a bomba, è   una sciocchezza parlare di buddhismo al singolare. Esso fu solo una delle tante religioni locali zeppe di superstizioni fino a che non incontro l'ellenismo, che la rese appetibile e distinguibile.
Nel tempo si diffuse e si divise, e a uno dei tanti rivoli capito una roba interessante, si innesto nel pensiero assolutamente laico del confucianesimo assunse alcuni dosi pure di taoismo e divenne i certi casi una istituzione ufficiale, civile, spesso agnostica o atea all'insegna della più assoluta razionalità
Il per me miglior contributo (l'unico storicamente non twist né superstizioso) viene proprio dalle scuole chan (dalle quali poi lo zen nipponico)che rispondevano all'imperatore,  erano università, e metà del loro lavoro era proprio quello di liberare la testa degli studenti dalle cazzate religiose.
Esse sono interessanti,affascinanti e sostanzialmente inutili, anzi tal volta pericolose, che hanno senso solo inserite nel loro contesto a noi del tutto alieno per epoca e cultura.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Dom 10 Ago - 12:07

e comunque io sono solito paragonarli a questi:
 


he! finalmente sono riuscito a leggere.  Royales  C'è una sequela di insulti a chiunque si interessi di epistemologia (Ivi inclusi Galileo, Newton, Liebnitz), Ermeneutica (Gadamer, Heidegger, Dithley) e tutto ciò che concerne la filosofa in generale (Platone, Aristotele, Eraclito e tutta una ridda di altri giganti del pensiero) a favore di una logica che non conosco perché non ho visto le domande/risposte con le quali ti sei scornato, fallacie logiche a favore credo di un certo materialismo, esso stesso branca della filosofia, monista e alla quale ci si possono allegare Taoismo, Vedanta, Buddhismo. o dello scientismo. Fatta questa debita premessa la cosa non mi offende per due motivi:


a) Interessandomi di queste cose e vivendo la mia realtà come e forse meglio di tanti scientisti/materialisti la cosa non mi tange per nulla. Se uno considera stronzate ermeneutica ecc. faccio un risolino sul suo livello culturale e, appunto, tendo a credere che i signori da me  citati sopra, salvo prova contraria, valgono più di un fesso qualsiasi che scrive su un forum, sopratutto me incluso


b) Direi al soggetto: "ma cosa aspetti ad aprire una pagina web" dove uno non può commentare e sparare a zero su una qualsiasi cosa ti stia sulle palle e aprirti una mailing list dei tuoi amici preferiti con cui vi prendete gioco dello scemo del villaggio (Ah, la gioventù... mgreen )? Pare più intelligente Nicola Iannazzo, un evangelico integralista che intimidirebbe Torquemada: ha un blog, fa passare un commento o due alle sue asserzioni perché si stanca del dibattito poi banna e fine della storia, così non dibatte, ha sempre ragione e non perde tempo.


Senza offesa naturalmente  ok 


Ultima modifica di Hakudò il Dom 10 Ago - 12:21, modificato 1 volta

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hakudò il Dom 10 Ago - 12:20

Hara2 ha scritto:
Esse sono interessanti,affascinanti e sostanzialmente inutili, anzi tal volta pericolose, che hanno senso solo inserite nel loro contesto a noi del tutto alieno per epoca e cultura.

A parte alcune velleità del resto dello scritto, essendo io frequentatore moderno del buddismo Zen al tempio Fudenji, volevo dire un paio di cose. Non so cosa tu intenda per "inutili" dato che appunto è frequentato da scrittori, scienziati, gente comune, artisti, manager imprenditoriali ecc. e ultimamente l'abate ha fatto conferenze all'Università di Cambridge insieme a tante iniziative culturali. Inoltre dalla riforma operata da Dogen Zenji, lo zen è stato tramandato con soluzione di continuità fino ai nostri giorni, adeguandosi quindi al passare del tempo.
Pare più una Boutade di chi non ne sa nulla ma aimeh, il punto in qualche modo lo si deve tenere. "Tal volta pericolose" non vuol dire niente. Un cretino con una forchetta in mano è pericoloso... un cretino seduto su una macchina è pericoloso... so what?
E' altresì vero che il Buddhismo Zen è meno di 100 anni che è in occidente, ma Il maestri qui in Italia sono tutti italiani. Il mio pure ed è rimasto MOLTO emiliano.

Hakudò
-------------
-------------

Numero di messaggi : 77
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 07.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le peggiori uscite dei credenti

Messaggio Da Hara2 il Dom 10 Ago - 13:00

O stai trollando o hai difficoltà a comprendere l'italiano

Esse[scuole chan (dalle quali poi lo zen nipponico)che rispondevano all'imperatore] sono interessanti,affascinanti e sostanzialmente inutili che hanno senso...

Degli zen moderni e del tuo (immagino di tradizione teista) a me fregazero, li trovo assai buffipuffifuffici ma tant'è.




Scritto rispettosamente da Ashkke Hara-men, ottavo nella successione Yõgi, nel cambio di era Jõtei  , cinque giorni prima della fine della sessione estiva.
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 40 Precedente  1 ... 5, 6, 7 ... 23 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum