La fede: un concetto razionale.

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da ToninoScalzo il Dom 7 Set - 13:53

Loki ha scritto:Questo mi ricorda che Caruana sta giocando la Sinquefield Cup in questi giorni... Non sono scacchista, ma è uno sport molto amabile.

Se non altro, non ci sono vie di uscita, esclusivamente una... Per l'evidenza finale.

Allora si discute più coscientemente ed intelligentemente di fiducia, e non di mera fede.
Cerco di esprimere il mio pensiero in maniera diversa.
La "fede" è quella cosa che ci fa credere nel trascendente!!!
Il bambino in buona “fede”, nel momento in cui riceve questa "verità" ... si fida! Non crede nella fede (che non comprende), si fida però del discorso attorno alla parola fede e tenderà a seguire chi gli ha venduto questa (per lui) novità. Cioè ogni volta che incontriamo qualcuno colmo di conoscenze a noi ignote ... noi ci fideremo di quel qualcuno. Specie poi se si tratta di una persona ricca: che possiede tutto quello che noi vorremmo avere e che lui possiede perché (parole sue) «ha fede».
In Australia ci sono i canguri!!!
Il bambino che ha creduto in questa notizia è un bambino in buona fede! Che cosa cambia rispetto quell’altra buona fede? Che chi gli ha venduto questa notizia meritava la sua buona fede (punto)!!!

Cioè la persona sincera ci vende notizie fino ad un certo punto, fino al giorno in cui la nostra comprensione è tale da urlargli in faccia: «lo capisci che tu sei un ignorante … rispetto a me!»
Il ciarlatano viceversa vende notizie che hanno la caratteristica del doverci fidare di lui in eterno … perché il suo sapere noi non lo "toccheremo" mai: è trascendente!

------

Possiamo distinguere abbastanza rapidamente i signori in cattiva fede (gli ipocriti) da quelli in buona fede (i sinceri)?

I primi mentono ma si contraddicono, i secondi mentono e non si contraddicono.

<< Va beh >> dirà il bambino “intelligente” assai << a me però non interessano né gli uni né gli altri. A me interessa la verità ... io ho bisogno cioè di sapere quello che non deve essere ulteriormente completato, anche perché io non ho la mente adatta per aggiungere la mia virgola alle cose. >>

In questo caso siamo di fronte ad un bambino che è sulla buona strada per incontrare un ciarlatano.

Ps. I canguri dell’Australia non sono una verità, sono una convenzione. Ad esempio io sono toninoscalzo, ma questa cosa è stata decisa da miei genitori: è una sincerità ... non una verità. Cioè l’essere toninoscalzo è una convenzione umana, la verità su di me è un’altra cosa e non la conosce (fino in fondo) ancora nessuno. E lo stesso dicasi sui canguri dell'Australia.

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Paolo il Dom 7 Set - 15:18

Tonino stai facendo un po' di confusione tra aver fede e aver fiducia. La fede presuppone il fatto di credere in qualcosa o in qualcuno in assenza di una qualsiasi prova, indizio o riscontro. La fiducia invece si basa su di una valutazione, anche superficiale, dei fatti. Poi il fatto che la valutazione si riveli errata non cambia la questione. Nell'atto di fede si sospende qualsiasi giudizio o valutazione. Si accetta così come è a prescindere! (Treccani)

Fiducia: Atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità.

Fede: Credenza piena e fiduciosa che procede da intima convinzione o si fonda sull’autorità altrui più che su prove positive.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 15:39

Molto spesso è difficile distinguerle poiché entrano in gioco vari fattori. Se io gioco a Pokemon e magari chiedo:

"Come catturo questo nuovo esemplare di Pokemon?" ad un ragazzo qualsiasi, può dirmi...

"Da quello che mi ricordo, devi fare X e Y, ma non sono molto sicuro!" E io a questo punto ho -fiducia- nella sua pregressa esperienza, e -fede- che mi permette di non chiedergli: "Per favore, apri la tua guida con le soluzioni e dimmi se... È vero quanto dici".

Se io dico "ho fiducia in te anche se non ricordi bene" sono per metà fiduciosa e metà fideista. Potrebbe benissimo essere che non ci sia da fare X e Y per ottenere quel Pokemon, può darsi che lì... Non ci sia nemmeno!

Valutare è difficile perché sia l'una che l'altra attingono dal soggettivo...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Prece il Dom 7 Set - 17:12

Paolo ha scritto:Ciao a tutti! Dopo un perdio di assenza ritorno tra di voi proseguendo su questo topic. Entro subito in tema! 

.......
Il fanatismo invece ritengo che nasca dalla necessità di queste persone di affermare il proprio io. La religione è solo un mezzo, così come potrebbe essere la politica, la propria posizione sociale, lo sport... Il fatto poi che in determinate aree geografiche vi sia una mancanza di ideale sociale e identità culturale fa si che sempre di più il fanatismo si diffonda. E l'ideologia islamica ben si coniuga con questa loro esigenza. Indica come mezzo di imposizione la violenza e la totale noncuranza dell'altro.  Detto in parole povere il giovane che nasce in zone dove non vi sono opportunità di affermare la propria identà di arabo (per esempio) ed è sin dalla nascita gli viene detto di uccidere l'infedele, trova sicuramente nel faintegralismonatismo religiso un elemento di identà, un elemento per affermare il suo ego. Ne più ne meno come è stato per i nazisti.
purtroppo le religioni troppo spesso portano al fanatismo, non per niente Bertrand Russel affermava che esse sono la principale fonte di infelicità per l'uomo; è inevitabile che quando fai assopire la ragione credendo in assurdi e immotivati dogmi basta un piccolo passo oltre per inciampare nel fanatismo. Poi ci sono i "maestri" delle religioni che sfruttano i creduloni a fini di potere o per dirigerli dove vogliono per realizzare assurdi propositi di riscatto sociale (leggi: jihad).

Prece
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Località : Emilia & Romagna
Occupazione/Hobby : alpinismo
SCALA DI DAWKINS :
65 / 7065 / 70

Data d'iscrizione : 17.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 17:59

In me è sempre forte l'opinione che la fede, anche se fosse supportata dalle più grandi verità empiriche e non, rimarrebbe comunque sintomatica di un'incompletezza umana di fondo che nessun dio può colmare.

Per la serie: vedi alla voce "assenza di telos', come lo chiamano gli esperti

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 18:43

Esiste comunque un momento in cui anche la "fiducia", entro certi limiti, decade nella categoria di "fede", come suggerisce questo brav'uomo


_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Set - 19:01

Loki ha scritto:Esiste comunque un momento in cui anche la "fiducia", entro certi limiti, decade nella categoria di "fede", come suggerisce questo brav'uomo[...]

Stai buona, ché qua si fa già abbastanza fatica a chiarire x volte la differenza tra fede e fiducia boxed

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49534
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 19:47

Hahahah! Obbedisco, caro Rasp  wink..

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Paolo il Dom 7 Set - 19:55

Il concetto di fede del credente è così perverso che se tu essere ragionale non credi nell'esistenza dell'inverosimile dovresti pregare dio perchè ti dia il dono della fede!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 20:15

Nonostante i dislikes (da parte di credenti, obviously) e il titolo un po' fuorviante, è come spiega questo video: pregare un bottiglione di latte e ritenerlo responsabile della nostra vita...


_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 20:19

Comunque, in senso lato, ci vuole del "coraggio" a pregare.
Pensa se quello che ti sta ascoltando è un altro dio (magari concorrente a quello che stai venerando)...

E che magari è lui ad "esaudirti", apparentemente.

Sarà che non intendo bene come funzionano, queste cose (e non sarebbe motivo di stupore, dato che nessuno può, necessariamente, averne idea)

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Set - 20:24


_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49534
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 20:46

Pensa che senza occhiali mi sembrava di vedere un'Antartide rosa in mezzo ad una marea di petrolio, al posto della calvizie boxed

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Set - 20:50

Loki ha scritto:Pensa che senza occhiali mi sembrava di vedere un'Antartide rosa in mezzo ad una marea di petrolio, al posto della calvizie boxed

Perso di nuovo l'aüppuntamento con lo psichiatra? carneval

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49534
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 20:52

Un modo come un altro per fare i test proiettivi senza spendere un centesimo  lookaround

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da FuoriDagliSchemi il Dom 7 Set - 20:55

Paolo ha scritto:Il concetto di fede del credente è così perverso che se tu essere ragionale non credi nell'esistenza dell'inverosimile dovresti pregare dio perchè ti dia il dono della fede!
Assolutamente vero  :si si:
La cosa che mi perplime di più della fede è il fatto che certi credenti si ritengono entusiasti di sottomettersi a quella sorta di burattinaio che è il dio di turno, che lo esaltano per il minimo caso fortuito e lo giustificano nelle disgrazie dando la colpa all'uomo. In più se ti rifiuti di credere in questo gran figlio di trojan che a quanto pare può usarti come una pezza, allora sei un blasfemo che va "guarito & convertito"...

FuoriDagliSchemi
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 296
Età : 17
Località : Il Profondo Sud
Occupazione/Hobby : Studentessa/punk a tempo pieno
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Rasputin il Dom 7 Set - 21:02

FuoriDagliSchemi ha scritto:
Paolo ha scritto:Il concetto di fede del credente è così perverso che se tu essere ragionale non credi nell'esistenza dell'inverosimile dovresti pregare dio perchè ti dia il dono della fede!
Assolutamente vero  :si si:
La cosa che mi perplime di più della fede è il fatto che certi credenti si ritengono entusiasti di sottomettersi a quella sorta di burattinaio che è il dio di turno, che lo esaltano per il minimo caso fortuito e lo giustificano nelle disgrazie dando la colpa all'uomo. In più se ti rifiuti di credere in questo gran figlio di trojan che a quanto pare può usarti come una pezza, allora sei un blasfemo che va "guarito & convertito"...

Qualcuno la chiama "Autenticazione ad alto costo", ossia meno è credibile ciò in cui credi più sei bravo/figo/forte boxed

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49534
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 21:03

FuoriDagliSchemi ha scritto:[[...]credere in questo gran figlio di trojan...]


ahahahahahah Si vedono i postumi della recente tragedia accaduta al PC, Fuori...  ok

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Dom 7 Set - 21:06

Rasputin ha scritto:
FuoriDagliSchemi ha scritto:
Paolo ha scritto:Il concetto di fede del credente è così perverso che se tu essere ragionale non credi nell'esistenza dell'inverosimile dovresti pregare dio perchè ti dia il dono della fede!
Assolutamente vero  :si si:
La cosa che mi perplime di più della fede è il fatto che certi credenti si ritengono entusiasti di sottomettersi a quella sorta di burattinaio che è il dio di turno, che lo esaltano per il minimo caso fortuito e lo giustificano nelle disgrazie dando la colpa all'uomo. In più se ti rifiuti di credere in questo gran figlio di trojan che a quanto pare può usarti come una pezza, allora sei un blasfemo che va "guarito & convertito"...

Qualcuno la chiama "Autenticazione ad alto costo", ossia meno è credibile ciò in cui credi più sei bravo/figo/forte boxed

Esatto, credo anche che come secondo nome abbia "facilismo"...  :si si:

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da FuoriDagliSchemi il Dom 7 Set - 21:22

Loki ha scritto:
FuoriDagliSchemi ha scritto:[[...]credere in questo gran figlio di trojan...]


ahahahahahah Si vedono i postumi della recente tragedia accaduta al PC, Fuori...  ok
I know  carneval  lol!

FuoriDagliSchemi
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 296
Età : 17
Località : Il Profondo Sud
Occupazione/Hobby : Studentessa/punk a tempo pieno
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da FuoriDagliSchemi il Dom 7 Set - 21:32

Rasputin ha scritto:
FuoriDagliSchemi ha scritto:
Paolo ha scritto:Il concetto di fede del credente è così perverso che se tu essere ragionale non credi nell'esistenza dell'inverosimile dovresti pregare dio perchè ti dia il dono della fede!
Assolutamente vero  :si si:
La cosa che mi perplime di più della fede è il fatto che certi credenti si ritengono entusiasti di sottomettersi a quella sorta di burattinaio che è il dio di turno, che lo esaltano per il minimo caso fortuito e lo giustificano nelle disgrazie dando la colpa all'uomo. In più se ti rifiuti di credere in questo gran figlio di trojan che a quanto pare può usarti come una pezza, allora sei un blasfemo che va "guarito & convertito"...

Qualcuno la chiama "Autenticazione ad alto costo", ossia meno è credibile ciò in cui credi più sei bravo/figo/forte boxed
Che poi alla fine è quasi sempre colpa del " giudizio divino " se un credente ci tiene a reputarsi "bravo" sottomettendosi pure a un sasso. Pensa un po' in quanti andrebbero a messa la domenica se ciò non avesse alcun effetto sull'ottenimento del pass per il paradiso... Royales

FuoriDagliSchemi
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 296
Età : 17
Località : Il Profondo Sud
Occupazione/Hobby : Studentessa/punk a tempo pieno
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da ToninoScalzo il Dom 7 Set - 23:18

Paolo ha scritto:Tonino stai facendo un po' di confusione tra aver fede e aver fiducia. La fede presuppone il fatto di credere in qualcosa o in qualcuno in assenza di una qualsiasi prova, indizio o riscontro. La fiducia invece si basa su di una valutazione, anche superficiale, dei fatti.!
Io sono calabrese e dalle mie parti si usa dire << io ho fede in te! >> per intendere << io mi fido di te! >>. Aggiungo pure che questo modo di dire calabro è anche lombardo ... visto che a Mantova (ci vivo da vent’anni) si usa quell’espressione con lo stesso identico significato. Inoltre, leggendolo fino in fondo, il Treccani dice pure
Treccani ha scritto: Fede = "Fiducia riposta dalla generalità delle persone in cose che, per l’esistenza di un sistema di mezzi precauzionali atti a garantirne la sincerità, si presumono vere o veridiche."
Dunque, caro paolo, i due concetti (fede e fiducia) sono parenti stretti ... anche se tu non sei d’accordo.

Riguardo al trascendente ...
Io posso garantire, parlo per esperienza diretta, che il mio cervello (in passato) non ha acchiappato tantissime cose che in seguito ha poi compreso alla perfezione. Dunque non escludo che un domani io possa capire quello che oggi mi sfugge. E sento pure che ci sono cose che io non comprenderò mai.

Dunque, il trascendente (ciò di cui io non ho esperienza) per me esiste, solo che non mi arrogo la presunzione di spiegare cosè! E se lo facessi ... sarebbe una contraddizione in termini.

Tu invece, carissimo Paolo, lasci intendere che non esistono cose che il tuo cervello non comprende. Il che detto diversamente: << Il tuo cervello non acchiappa solo quello che è falso ... il vero invece l'acchiappa eccome! >>

E se le cose stanno davvero in questi termini, allora non sei ateo ...
tu sei uno gnostico!
www.it.wikipedia.org/wiki/Gnosticismo

Freud – ritorniamo a dio – era un materialista e come tale aveva capito che:
Se dio è un’idea aldilà della ragione umana allora gli uomini non lo possono concepire; se invece lo concepiscono (ci credono) è perché dio è afferrabile ... anzi è una furbata.
E così un bel giorno arrivò a formulare questa tesi:
Sigmund Freud ha scritto:Questo dio-creatore viene chiamato senza ambagi "padre". La psicoanalisi ne desume che si tratta realmente del padre, un padre magnificato quale appariva una volta al bambino piccolo.
Ovviamente per te Freud era un confuso mentale: ignorava che dio è inafferrabile con la mente!
Il problema però, almeno per me, è il seguente:
Se i cristiani tutti in coro dicono che dio è trascendente, se tutti i musulmani dicono che dio è trascendente, se gli atei come te dicono che dio è trascendente, se tutti i vocabolari dicono che dio è trascendente ...
questo è la dimostrazione che dio è trascendente o è sola un’ipotesi sostenuta da tanti uomini?

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Justine il Lun 8 Set - 4:07

È la dimostrazione di quanto le persone prediligano inventare spiegazioni meno specifiche piuttosto che avere a che fare con abiogenesi, limiti di Chandrasekhar, teorie CMT ed un miliardo di altre cose.
La gente ha purtroppo un terrore dannato della complessità, e si avvia all'ipersemplificazione imperante mangiando con la mano alla rovescia.

La semplificazione è inculcata ai bambini: "Non fare questo!" -ma il perché non viene detto, o se viene detto, straripa di banalismo ed è lontano dal vero.

Colpa dei genitori così come di tutti noi.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da Rasputin il Lun 8 Set - 9:03

ToninoScalzo ha scritto:[...]
Dunque, caro paolo, i due concetti (fede e fiducia) sono parenti stretti ... anche se tu non sei d’accordo.[...]

Parenti stretti non vuol necessariamente dire amici

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49534
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: La fede: un concetto razionale.

Messaggio Da ToninoScalzo il Lun 8 Set - 12:43

ToninoScalzo ha scritto:[...]Dunque, caro paolo, i due concetti (fede e fiducia) sono parenti stretti ... anche se tu non sei d’accordo.[...]
Rasputin ha scritto:Parenti stretti non vuol necessariamente dire amici
Concordo!
Non sono amici, sono come Spiderman e Peter Parker ... la stessa identica cosa!

I religiosi e chi da corda a loro, hanno però interessi a spacciare la parola fede come un concetto sovrannaturale (incomprensibile alla mente umana) … un qualcosa del tipo:
Non hai capito il mio intendere! E 20 anni del tuo ascolto non bastano a capire la mia fede, ne devi fare ancora tanta di gavetta.

Il guaio dei materialisti è che traducono tutto in concetti terra-terra e la parola fiducia, non crea dipendenza.

E allora bisogna maledire i materialisti, bisogna chiedere agli atei (un po’ confusi) di sostenere le tesi religiose ... in maniera tale che il popolo continui a restare bue.

ToninoScalzo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 558
Età : 50
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Impiegato
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 18.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum