guerra santa

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Rasputin il Mar 9 Set - 10:28

Loki ha scritto:Io attendo il ritorno del messia, Rasp e il Quarto Reich ballo2

Un verdone.

In effetti c'è stato chi, alla domanda di un islamista "Cosa farete quando vi troverete in casa 3 milioni di musulmani"? ha risposto, "Beh c'è stata già una volta che avevamo in casa 3 milioni di ebrei" :D

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Guin il Mar 9 Set - 10:34

Rasputin ha scritto:
Proprio ieri (Per caso, ero a casa della mia signora io non possiedo televisore) ho assistito ad un'intervista con la Merkel, la quale ha dichiarato che tali manifestazioni non verranno tollerate...staremo a vedere.

Qui un breve videodocumento:

https://www.youtube.com/watch?v=Zj15Mry2jtg

(Non mi vengono visualizzate le funzioni di inserimento)

Mi spiace Rasp purtroppo non parlo il Krukko quindi non capisco nulla su ciò che dice il servizio che hai postato, comunque se la Merkel ha detto che non tollererà la cosa puoi stare sereno…in ogni caso faresti meglio a nascondere le birre, iniziare a farti crescere la barba e comprare un hijab non troppo sciccoso per la tua signora. :si si:

Comunque ho appena scoperto che il Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. mi ha ceduto la testata dell’Espresso. Che bello ora ho una rivista tutta mia, cambierò subito il titolo in "L’espresso la rivista per pipparoli eiaculatori precoci". La mia linea editoriale sarà donnine nude su ogni pagina con l’inserto domenicale “Gnocche di patata”. ballo2

Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Mar 9 Set - 10:56

Guin ha scritto:
Mi spiace Rasp purtroppo non parlo il Krukko quindi non capisco nulla su ciò che dice il servizio che hai postato, comunque se la Merkel ha detto che non tollererà la cosa puoi stare sereno…in ogni caso faresti meglio a nascondere le birre, iniziare a farti crescere la barba e comprare un hijab non troppo sciccoso per la tua signora. :si si:
...
Dovrebbero essere gli scarrafoni musulmani che si definiscono "polizia islamica" che girano per le strade crucche in cerca di rogna, da quello che si può capire.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Rasputin il Mar 9 Set - 11:00

Guin non è importante, il video semplicemente documenta quanto sta accadendo e consiglia in tali casi di rivolgersi immediatamente alla polizia.

In pratica è quello che dice Minsky

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Ven 12 Set - 19:33


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Ven 12 Set - 19:44

Il Giornale ha scritto:Se l'Isis fa paura è ora di chiudere le frontiere

La soluzione (drastica) è tenere fuori i musulmani dal nostro Paese.

Vittorio Feltri - Gio, 11/09/2014 - 16:28

Confessiamo di essere perplessi dopo aver udito le dichiarazioni di Angelino Alfano, secondo il quale l'Isis, che non è un istituto agrario, ma una banda di bastardi, costituisce un pericolo per l'umanità e soprattutto per l'Italia, dato che 48 estremisti, specializzati nella decapitazione di cristiani, si sarebbero formati nel nostro ospitale Paese.

Sarà vero oppure no che le cose stanno così? In un impeto di generosità, fingiamo di credere che il ministro degli Interni abbia ragione.

Diamo cioè per scontato che una cinquantina di provetti tagliatori di teste siano stati allevati dalle nostre parti. E allora ci domandiamo: come è stato possibile che la nostra immacolata patria abbia contribuito a creare un simile squadrone della morte che agisce nel nome di Allah, ovvero di un Dio che con la nostra tradizione cattolica non ha nulla a che vedere?

Evidentemente, nell'aprire le frontiere allo straniero ci siamo un po' distratti, consentendo a cani e porci, soprattutto porci, di stabilirsi qui e di intraprendere sulla nostra terra la carriera di boia da esportazione nel vicino Oriente. Apprendere da una fonte ufficiale, quale è il Viminale, che il Belpaese è stato ed è ancora, forse, una culla di terroristi, non ci rincuora. Anzi. Ci fa venire i brividi. E ci domandiamo con una certa inquietudine per quale strano e arcano motivo uno Stato sovrano abbia potuto chiudere un occhio, se non entrambi, nel concedere il permesso di soggiorno a tanti criminali islamici, che non avevano l'intento di integrarsi nella nostra civiltà, bensì quello di combatterla con violenza, ossia agendo di coltello sul collo di coloro che considerano Maometto un pistola qualsiasi.

Domanda: constatato che gli estremisti di Allah ce l'hanno a morte con noi, perché non impediamo loro di stabilirsi nella penisola? Perché non approviamo un provvedimento in base al quale è vietato agli islamici - buoni o cattivi che siano - di immigrare in Italia? Chi ci proibisce di respingerli e di rispedirli a casa loro? D'accordo, esistono problemi umanitari. Non è carino né gentile abbandonare al loro destino extracomunitari che bussano alle nostre porte per salvarsi dalla miseria e da regimi dittatoriali crudeli. Ma non è neanche prudente consentire che costoro - i peggiori - vengano qui, usufruiscano del nostro sistema di soccorso e poi si ingegnino per organizzare sul territorio delle «scuole» di terrorismo, atte ad addestrare gente da utilizzare per compiere massacri.

Il lettore obietterà: come si fa a distinguere gli immigrati bene intenzionati da quelli, viceversa, che meditano di sterminare chi non la pensa come loro sulla religione? Nel dubbio non rimane che una scelta drastica: sbarrare i confini a chiunque provenga da zone ad alta densità di musulmani. Il rischio è di penalizzare gli stranieri animati da buoni sentimenti, confondendoli con quelli di indole violenta. Ne siamo consapevoli. Ma di fronte al pericolo di inserire nella nostra società gente che punta a distruggerci, conviene adottare metodi severi e categorici: fuori tutti dai piedi. Blocco totale degli ingressi dei musulmani.

Guerra di religione? Sia quel che sia. Data la situazione critica, è opportuno non essere teneri con alcuno: l'immigrazione dal Medio Oriente e dall'Africa islamica non è più legale. Fine della fiera. Ciascuno si arrangi come può. I musulmani rimangano nei loro deserti e diano lì pieno sfogo ai loro ideali religiosi, mentre noi badiamo a conservare quel poco che rimane della nostra civiltà. Mischiare le carte non va bene. Non ha senso. Provoca attriti e incomprensioni. La cosiddetta integrazione non è possibile tra persone che non hanno nulla in comune se non un odio sordo covato per secoli.

In fondo non è difficile escogitare una soluzione finale: ciascuno stia a casa propria, con le proprie manie, le proprie credenze, i propri pregiudizi. Altro che guerre, sempre inutili e peggiorative della situazione. Noi ci impegniamo a non interferire più nelle vicende mediorientali e i musulmani evitino di venire qui a sovvertire le nostre costumanze. La prima regola per scongiurare conflitti è la seguente: ogni popolo si faccia gli affari suoi.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/se-lisis-fa-paura-ora-chiudere-frontiere-1050777.html

Mi fa piacere notare che, quando anni fa io ho proposto sul forum UAAR l'argomento della prevenzione alla diffusione della religione islamica in occidente, sono stato azzannato alla gola, mentre questo articolo firmato da un noto giornalista, nel quale si invoca l'esclusione fisica delle persone islamiche dal territorio nazionale, in nome della difesa di una cosiddetta "tradizione cattolica", non ha suscitato la minima reazione su tutto il fronte dei media nazionali.

Quindi, sono tutti d'accordo?

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Rasputin il Ven 12 Set - 19:59

Minsky ha scritto:
Mi fa piacere notare che, quando anni fa io ho proposto sul forum UAAR l'argomento della prevenzione alla diffusione della religione islamica in occidente, sono stato azzannato alla gola, mentre questo articolo firmato da un noto giornalista, nel quale si invoca l'esclusione fisica delle persone islamiche dal territorio nazionale, in nome della difesa di una cosiddetta "tradizione cattolica", non ha suscitato la minima reazione su tutto il fronte dei media nazionali.[...]

Orpo, questa è un'altra Uaaarrrggghhhperla

comunque io è da un pezzo che ho notato la loro coerenza. Sono dei politicanti, ecco quello che sono

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49133
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Sab 13 Set - 4:29

Purtroppo, oggi tutto ciò che è antitetico alla religione deve necessariamente trasformarsi in politica, anche se in realtà avrebbe il semplice statuto di corrente volta ad annullare un delirio collettivo multiforme...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Guin il Sab 13 Set - 7:32

Quello scritto da Feltri è solo un altro dei suoi sproloqui populisti atto ad esaltare gli esaltati. Una persona intelligente con i piedi per terra sa benissimo che tutto ciò che ha scritto sono una serie di dabbenaggini inutili e soprattutto irrealizzabili. Quello che mi preoccupa è che in questo paese anziché cercare una vera soluzione al problema: la politica ciurla nel manico, i media si lanciano in proclami ideologici, il popolino applaude e intanto l’islam avanza indisturbato.  doh

Guin
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 958
Località : Asgard
Occupazione/Hobby : Fancazzista
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 30.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Sab 13 Set - 8:10

Potrebbero pubblicare qualcosa "à la Lercio": "Guerre di religione a mai più; Allah scende su Terra e grida: 'Io non esisto' "
Stesso effetto

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da holubice il Sab 13 Set - 8:31

Minsky ha scritto:
L'Huffington Post ha scritto:
Isis, Giuliano Ferrara chiama alla guerra di religione contro l'Islam: "L'unica risposta è in una violenza incomparabilmente superiore"
...

Ferrara: "L'unica risposta all'Isis è in una violenza incomparabilmente superiore".

Porgi l'altra pancia.


(Spinoza)

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Sab 13 Set - 8:33

Già, da buon teocon, che ci si potrebbe aspettare, altrimenti?
Quanto patetismo...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da holubice il Dom 14 Set - 18:48

Loki ha scritto:Già, da buon teocon, che ci si potrebbe aspettare, altrimenti?
Quanto patetismo...
No, ti sbagli. Io penso che si andrà allo scontro frontale, diretto. Questo, non tanto per un calcolo politico, economico, strategico.

Ma perchè sta scritto così.

E perchè, dopo essermi imbattuto in un TdG che mi importunava con la cravatta ed un carrellino pieno di riviste all'ingresso della spiaggia, oggi in città ne ho trovato un'altro che catechizzava una signora con un i-Pad.

Gente, se gl'hanno dato l'i-Pad...







holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Dom 14 Set - 19:45

holubice ha scritto:
No, ti sbagli. Io penso che si andrà allo scontro frontale, diretto. Questo, non tanto per un calcolo politico, economico, strategico.

Ma perchè sta scritto così.

Sì, però sta scritto che alla fine vinciamo "noi", vero?

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Lun 15 Set - 7:03

Non penso occorrano straordinarie scritture per comprendere che le persone sono più prone a fingere di risolvere tutto con la tabula rasa e la violenza, Holu...

Normale, da un certo punto di vista, dal momento che l'Universo è intrinsecamente autodistruzione, e zero contentini

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Lun 15 Set - 7:03

Minsky ha scritto:
holubice ha scritto:
No, ti sbagli. Io penso che si andrà allo scontro frontale, diretto. Questo, non tanto per un calcolo politico, economico, strategico.

Ma perchè sta scritto così.

Sì, però sta scritto che alla fine vinciamo "noi", vero?
good post

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Lun 15 Set - 7:04

Poi però va detto cosa si fa dopo aver vinto (o perso), ché sennò ci annoiamo.

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Mar 16 Set - 10:15

Il Giornale ha scritto:I tagliagole a caccia di italiani. Li rapiscono perché paghiamo

Con l'inglese decapitato da Isis, era stato preso un nostro connazionale. Liberato con un riscatto di 6 milioni tra mille segreti.

Gian Micalessin - Lun, 15/09/2014 - 15:08

Federico Motka e David Haines, ovvero una vita e una morte tremendamente parallele. Due ostaggi legati per 14 mesi alla stessa catena. Due uomini la cui liberazione e il cui destino sono dipesi, alla fine, dal passaporto e dal denaro.

Dal passaporto italiano di Federico e dai sei milioni di euro messi a disposizione dal governo Renzi per riportarlo a casa. Dal passaporto inglese di David e dal rifiuto del governo di Sua Maestà di sborsare una sola sterlina per riaverlo indietro.

E così mentre il 27 maggio scorso l'allora 31enne Federico Motka sbarca a Ciampino e riabbraccia i genitori David Haines si ritrova condannato, rivenduto a quei decapitatori dell'Isis che sabato diffondono il macabro filmato della sua uccisione. Oggi Federico Motka e la sua famiglia continuano a non voler raccontare la storia di quei 14 terribili mesi. E non solo perché assieme a David è morta, probabilmente, una parte di Federico. Dietro quel silenzio «obbligato» ci sono almeno quattro ottimi motivi. E altrettanti misteri.

Il primo è l'entità del riscatto pagata dal nostro governo nel più assoluto segreto. Il secondo è l'identità di alcuni carcerieri che l'ex ostaggio descrive ai magistrati - secondo quanto appreso dal Giornale - come jihadisti «di provenienza europea». Il terzo riguarda i pianificatori di un rapimento studiato, sempre stando a quanto riferito da Motka per «mettere le mani su un italiano» perché - come ripetevano i sequestratori - «il vostro governo paga sempre». La quarta, ancor più delicata, riguarda la struttura di Acted, l'organizzazione umanitaria francese per cui Federico e David lavoravano in territorio siriano. Una struttura, forse «infiltrata», da cui sarebbero uscite le indicazioni per portare a termine il sequestro.

L'inquietante storia parallela di Federico e Haines incomincia ai primi di marzo del 2013. I due, dopo aver firmato per Acted, si ritrovano nel campo profughi di Atma, un villaggio di 2.500 anime appena oltre la frontiera turca, attorno a cui sorge una tendopoli di trentamila profughi in fuga dalla guerra. Federico, giovane di ottima famiglia, discendente della dinastia dalmata dei Luxardo, cresciuto tra Trieste e la Germania ha scelto la carriera di operatore umanitario dopo gli studi alla London School of Economics di Londra. Prima di diventare il coordinatore di Acted ad Atma si è fatto le ossa tra le macerie di Haiti e l'Afghanistan. David, assunto come responsabile della sicurezza, è invece un ex tecnico dell'aeronautica militare inglese congedatosi e specializzatosi da oltre 12 anni nell'assistenza umanitaria. Ma ad Atma il lavoro dura poco. Il 12 marzo un gruppo di armati blocca la loro auto e i due si ritrovano incatenati in un covo prigione. Da quel momento inizia un'odissea comune di 14 mesi durante la quale Federico e David si ritrovano costretti a vivere legati alla stessa catena. Assistendo ai maltrattamenti inflitti ora all'uno, ora all'altro. Quel che colpisce di più Federico è l'identità dei carcerieri. Alcuni di loro, soprattutto quelli più crudeli nei loro confronti, arrivano da paesi europei dove - riferirà - sembrano avere lavorato o vissuto a lungo. Si tratta evidentemente di quei jihadisti d'importazione o di «ritorno» che da tempo preoccupano le intelligence europee.

L'altro fatto sorprendente per l'italiano è la scoperta di essere l'ostaggio prezioso, quello su cui la banda - specializzata in sequestri a scopo di riscatto - punta per intascare un ricco bottino. L'ostaggio inglese rappresenta, invece, un problema per il rifiuto di Londra di avviare qualsiasi trattativa con i mediatori. Così, mentre l'opinione pubblica italiana viene tenuta all'oscuro del rapimento, il governo Letta prima, e quello Renzi poi, affidano alla nostra intelligence una serrata trattativa condotta attraverso i propri omologhi turchi e alcuni mediatori siriani. Come sempre in questi casi i tempi sono, però, lunghissimi. L'accordo sulla somma e la consegna del riscatto arriva solo dopo 14 mesi di sevizie e almeno cinque cambi di prigione. Solo a quel punto l'intelligence turca manda i suoi emissari a recuperare Federico. Quell'epilogo segna però il destino di Haines. I sei milioni di euro consegnati dalla nostra intelligence e da quella turca ai mediatori non bastano a ottenere anche la liberazione dell'inglese. Che a quel punto viene svenduto agli unici interessati, ovvero i decapitatori dell'Isis. A Federico resteranno invece l'angoscia per la sorte del prigioniero «gemello» e il dubbio per la frase sibilatagli nell'orecchio da uno dei suoi liberatori. «Quelli che vi hanno venduto erano gli stessi per cui lavoravate».

http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-tagliagole-caccia-italiani-li-rapiscono-perch-paghiamo-1051786.html

Interessante.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Mar 16 Set - 10:34

Corriere del Corsaro ha scritto:L'ISIS cerca di decapitare il quarto ostaggio ma non ci riesce

http://corrieredelcorsaro.altervista.org/lisis-cerca-decapitare-ostaggio-non-ci-riesce-maurizio-costanzo/

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Ven 19 Set - 8:06

LEGGO ha scritto:PAPA FRANCESCO NEL MIRINO DELL'ISIS:
"I TERRORISTI VOGLIONO UCCIDERLO"


http://www.leggo.it/NEWS/ESTERI/papa_francesco_isis/notizie/907571.shtml
E mi tocca tifare per l'ISIS... eeeeeeek

... anche perché sarebbe davvero una bella scossa, forse un po' di consapevolezza sulla natura dell'islam comincerebbe a diffondersi tra la gente. "La raffinatissima cultura musulmana" mi è toccato leggere su questo forum. diffidente Da capottarsi.

Così alla fine anche papa Bergoglio si renderebbe utile. Meraviglioso ingegno del destino cieco e beffardo! (Ma anche non tanto beffardo, direi quasi benevolo in questo caso).

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Ven 19 Set - 8:23

Minsky ha scritto:
Il Giornale ha scritto:I tagliagole a caccia di italiani. Li rapiscono perché paghiamo

Con l'inglese decapitato da Isis, era stato preso un nostro connazionale. Liberato con un riscatto di 6 milioni tra mille segreti.

Gian Micalessin - Lun, 15/09/2014 - 15:08

Federico Motka e David Haines, ovvero una vita e una morte tremendamente parallele. Due ostaggi legati per 14 mesi alla stessa catena. Due uomini la cui liberazione e il cui destino sono dipesi, alla fine, dal passaporto e dal denaro.

Dal passaporto italiano di Federico e dai sei milioni di euro messi a disposizione dal governo Renzi per riportarlo a casa. Dal passaporto inglese di David e dal rifiuto del governo di Sua Maestà di sborsare una sola sterlina per riaverlo indietro.

E così mentre il 27 maggio scorso l'allora 31enne Federico Motka sbarca a Ciampino e riabbraccia i genitori David Haines si ritrova condannato, rivenduto a quei decapitatori dell'Isis che sabato diffondono il macabro filmato della sua uccisione. Oggi Federico Motka e la sua famiglia continuano a non voler raccontare la storia di quei 14 terribili mesi. E non solo perché assieme a David è morta, probabilmente, una parte di Federico. Dietro quel silenzio «obbligato» ci sono almeno quattro ottimi motivi. E altrettanti misteri.

Il primo è l'entità del riscatto pagata dal nostro governo nel più assoluto segreto. Il secondo è l'identità di alcuni carcerieri che l'ex ostaggio descrive ai magistrati - secondo quanto appreso dal Giornale - come jihadisti «di provenienza europea». Il terzo riguarda i pianificatori di un rapimento studiato, sempre stando a quanto riferito da Motka per «mettere le mani su un italiano» perché - come ripetevano i sequestratori - «il vostro governo paga sempre». La quarta, ancor più delicata, riguarda la struttura di Acted, l'organizzazione umanitaria francese per cui Federico e David lavoravano in territorio siriano. Una struttura, forse «infiltrata», da cui sarebbero uscite le indicazioni per portare a termine il sequestro.

L'inquietante storia parallela di Federico e Haines incomincia ai primi di marzo del 2013. I due, dopo aver firmato per Acted, si ritrovano nel campo profughi di Atma, un villaggio di 2.500 anime appena oltre la frontiera turca, attorno a cui sorge una tendopoli di trentamila profughi in fuga dalla guerra. Federico, giovane di ottima famiglia, discendente della dinastia dalmata dei Luxardo, cresciuto tra Trieste e la Germania ha scelto la carriera di operatore umanitario dopo gli studi alla London School of Economics di Londra. Prima di diventare il coordinatore di Acted ad Atma si è fatto le ossa tra le macerie di Haiti e l'Afghanistan. David, assunto come responsabile della sicurezza, è invece un ex tecnico dell'aeronautica militare inglese congedatosi e specializzatosi da oltre 12 anni nell'assistenza umanitaria. Ma ad Atma il lavoro dura poco. Il 12 marzo un gruppo di armati blocca la loro auto e i due si ritrovano incatenati in un covo prigione. Da quel momento inizia un'odissea comune di 14 mesi durante la quale Federico e David si ritrovano costretti a vivere legati alla stessa catena. Assistendo ai maltrattamenti inflitti ora all'uno, ora all'altro. Quel che colpisce di più Federico è l'identità dei carcerieri. Alcuni di loro, soprattutto quelli più crudeli nei loro confronti, arrivano da paesi europei dove - riferirà - sembrano avere lavorato o vissuto a lungo. Si tratta evidentemente di quei jihadisti d'importazione o di «ritorno» che da tempo preoccupano le intelligence europee.

L'altro fatto sorprendente per l'italiano è la scoperta di essere l'ostaggio prezioso, quello su cui la banda - specializzata in sequestri a scopo di riscatto - punta per intascare un ricco bottino. L'ostaggio inglese rappresenta, invece, un problema per il rifiuto di Londra di avviare qualsiasi trattativa con i mediatori. Così, mentre l'opinione pubblica italiana viene tenuta all'oscuro del rapimento, il governo Letta prima, e quello Renzi poi, affidano alla nostra intelligence una serrata trattativa condotta attraverso i propri omologhi turchi e alcuni mediatori siriani. Come sempre in questi casi i tempi sono, però, lunghissimi. L'accordo sulla somma e la consegna del riscatto arriva solo dopo 14 mesi di sevizie e almeno cinque cambi di prigione. Solo a quel punto l'intelligence turca manda i suoi emissari a recuperare Federico. Quell'epilogo segna però il destino di Haines. I sei milioni di euro consegnati dalla nostra intelligence e da quella turca ai mediatori non bastano a ottenere anche la liberazione dell'inglese. Che a quel punto viene svenduto agli unici interessati, ovvero i decapitatori dell'Isis. A Federico resteranno invece l'angoscia per la sorte del prigioniero «gemello» e il dubbio per la frase sibilatagli nell'orecchio da uno dei suoi liberatori. «Quelli che vi hanno venduto erano gli stessi per cui lavoravate».

http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-tagliagole-caccia-italiani-li-rapiscono-perch-paghiamo-1051786.html

Interessante.

E' poi vero che alcuni dei terroristi hanno ricevuto addestramento qui nel nostro patrio suolo? noo

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Ven 19 Set - 8:24

Minsky ha scritto:
LEGGO ha scritto:PAPA FRANCESCO NEL MIRINO DELL'ISIS:
"I TERRORISTI VOGLIONO UCCIDERLO"


http://www.leggo.it/NEWS/ESTERI/papa_francesco_isis/notizie/907571.shtml
E mi tocca tifare per l'ISIS...  eeeeeeek

... anche perché sarebbe davvero una bella scossa, forse un po' di consapevolezza sulla natura dell'islam comincerebbe a diffondersi tra la gente. "La raffinatissima cultura musulmana" mi è toccato leggere su questo forum.  diffidente   Da capottarsi.

Così alla fine anche papa Bergoglio si renderebbe utile. Meraviglioso ingegno del destino cieco e beffardo! (Ma anche non tanto beffardo, direi quasi benevolo in questo caso).

Eh già, ma una volta crollata la bambagia del cristianesimo, qui ci arriva la dittatura di quei merdosi in faccia... Sembra non esserci soluzione logica (è più che ovvio, visto che tutti campano di favole da 4 lire)

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Ven 19 Set - 8:54

Loki ha scritto:

E' poi vero che alcuni dei terroristi hanno ricevuto addestramento qui nel nostro patrio suolo? noo
Indottrinamento. Non addestramento. Un efficace percorso di indottrinamento, partito con il catechismo per mandare il cervello in pappa, e poi una fase più "digestiva" con la conversione all'islam che ha mandato il loro cervello in merda.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Minsky il Ven 19 Set - 8:58

Loki ha scritto:

Eh già, ma una volta crollata la bambagia del cristianesimo, qui ci arriva la dittatura di quei merdosi in faccia... Sembra non esserci soluzione logica (è più che ovvio, visto che tutti campano di favole da 4 lire)
Non sono d'accordo.

Primo: toglierci dalle balle il buonismo cattolico sarebbe un passo avanti nella gestione del conflitto.

Secondo: eliminare la religione ci ripulirebbe da ogni sporcizia teologica, permettendoci di offrire l'integrazione culturale su base umanistica.

Un bell'attentato islamico a papa Bergoglio (che abbia successo o no, è abbastanza indifferente) potrebbe quanto meno stimolare un primo passo verso il primo punto.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13479
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: guerra santa

Messaggio Da Justine il Ven 19 Set - 9:06

Il punto è che queste cose hanno sviluppi imprevedibili, non so se si potrebbe facilmente eliminare la religione, anche una volta tolto di mezzo da parte di costoro il "boss"...
Nutrendo forte spirito di gruppo (pecoraio, ma è secondario ai fini della questione), per me ritroverebbero immediatamente un nuovo modo per riunirsi di fronte alla minaccia...
Il problema per me si potrebbe risolvere in un conflitto tipo materia-antimateria dei due gruppi, perché la sopravvivenza dei tizi ISIS pone in essere casini ancora più subnormali...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15347
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum