I paradossi della carne

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I paradossi della carne

Messaggio Da Justine il Gio 18 Set - 7:49

Oggi mi è tornata in mente quella notizia secondo cui sempre più genitori (soprattutto in Oriente, in parte negli USA) si privino volontariamente del tempo da dedicare ai propri figli (spesso infanti, ed altrettanto sovente lasciandoli morire di stenti per negligenza, qui un esempio http://www.newsweek.com/2014/08/15/korean-couple-let-baby-die-while-they-played-video-game-261483.html) per dedicarsi a passatempi elettronici.

Lungi dal voler iniziare la consueta fiaccolata "contro questo e quel tipo di intrattenimento", consapevole che alla base c'è un problema di priorità e non dei mezzi elettronici, mi incuriosisce come ancora una volta la cultura abbia vinto sulla biologia, sulla genetica (probabilmente) e sull'imperativo ultimo a salvaguardare la prole per propagare i propri geni.

In particolare, cosa può portare un genitore a preferire un vettore mediatico (in questo caso il gioco) alla cura del proprio interesse genetico?

Io stessa sono videogiocatrice, come mi è capitato anche di parlarne nel forum, e so per esperienza che preferisco una partita ai miei giochi preferiti a tutte le altre attività del mondo. 

Tuttavia va riconosciuto che la carne umana non sembra essere nata per la virtualità- o perlomeno, l'uomo non si è riconosciuto meglio nella virtualità (grazie alle immense possibilità di trasformazione e permanenza in memoria che essa offre) fino alla sua diffusione. Ha compreso che probabilmente siamo tutti nati istintivamente attratti da un altro tipo di piacere.

Non ho dubbi nel poter supporre che anche gli uomini e le donne del Neolitico si sarebbero trovate attratte da computer, console e videogames, e che magari in alcuni casi estremi, come quelli che fanno notizia, avrebbero mandato a quel paese la sopravvivenza genetica, e i nostri più recenti antenati.

Ribadisco, non sono considerazioni di natura morale, ma di curiosità dinanzi ad un cervello che spesso sembra contraddirsi nella ricerca del piacere. Tuttavia sono convinta che davanti a questo apparente paradosso ci sia molto da ricercare sui sistemi di erogazione di dopamina nel momento in cui... Si raggiunge un obiettivo (esemplificato perfettamente dalla riuscita di un livello nei videogames), e su altre fonti simili.

Voi avete una teoria in proposito, per tutto quello che ci fa valutare di più il tempo speso a non prenderci cura della nostra sopravvivenza genetica?

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Minsky il Gio 18 Set - 8:28

Loki ha scritto:...
Non ci vedo alcun paradosso. Star dietro ai bambini (seppure propri figli) per il 99% delle persone adulte è una rottura di balle incommensurabile. Per esempio: ciascuna delle mie due mogli, avuto il primo figlio, ha dichiarato di averne abbastanza.
Solo personale appositamente addestrato, dotato di specifiche attitudini e pagato per farlo ma comunque in un arco di tempo limitato della giornata, può trovare gratificante occuparsi dei bambini. Ma anche qui ci sono alcuni che poi si rivelano inadatti (si vedano i numerosi casi di maestre d'asilo che maltrattano i bambini).

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16169
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Justine il Gio 18 Set - 8:45

Haha! Hai ragione anche tu.
Comunque, ora mi offri una prospettiva diversa: la cura della prole è una svirgolata pazzesca della selezione naturale, che ci ha affibbiato questo compito quando in realtà non siamo né saremo mai sufficientemente preparati per affrontarlo, psicofisicamente ok

Questo gene egoista, per dirlo alla Dawkins, quanto fa patire...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Minsky il Gio 18 Set - 10:57

Loki ha scritto:Haha! Hai ragione anche tu.
Comunque, ora mi offri una prospettiva diversa: la cura della prole è una svirgolata pazzesca della selezione naturale, che ci ha affibbiato questo compito quando in realtà non siamo né saremo mai sufficientemente preparati per affrontarlo, psicofisicamente ok

Questo gene egoista, per dirlo alla Dawkins, quanto fa patire...
La tragedia è quando una coppia giovane, ancora in piena fase ludica/disimpegnata con la voglia di svago e discoteca, si ritrova loro malgrado per una banale foratura di una gomma a mettere su famiglia forzosamente (succede ancor oggi molto più spesso di quanto non sembri, e il fattore principale è il perbenismo delle famiglie cattoliche).
Allora sì che son dolori per il pargolo non desiderato...

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 16169
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Justine il Gio 18 Set - 11:25

Molto dura descrivere quando e quanto si abbia successo in questo campo... Perché poi ad una certa età partono altrimenti i suicidi o i gesti di vandalismo-autolesionismo degli "insospettabili", che essi abbiano 13 o 30 anni.

Mi rendo conto che se io fossi madre, sarei quasi impaurita nel chiedere a mio figlio/a: "Ho fatto abbastanza, per te?" col timore di mettere la pulce nell'orecchio.

Forse è dovuto a certa mia debolezza caratteriale, il pensiero di reprimere qualcuno a cui tengo, mi squaglia. Meno male che tengo a pochi, altrimenti sarei io quella lassù che saluta dal 15esimo piano.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Justine il Gio 18 Set - 11:29

Comunque rimane il fatto che sarò sempre incuriosita da come la virtualità sia una forza molto più totalizzante per l'essere umano (includo nel concetto di virtualità anche il pensiero, oltre a quella di derivazione tecnologica) rispetto a richiami che... Dovrebbero suonare come privi di fatica, appunto per massimizzare gli interessi genetici.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: I paradossi della carne

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum