Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Sab 27 Dic - 17:50

Rasputin ha scritto:
Non ho seguito bene tutta la discussione quindi non so quanto possa essere rilevante, però usufruire dei servizi spesso comporta contribuire a dare del/mantenere il lavoro a gente (Che magari ne ha bisogno).

Per il resto concordo con Hara: il titolo di questo thread è una minchiata (Originata peraltro se non ricordo male da un'imprecisione di Minsky riguardo la politica di questo forum)



Altra esemplificazione: pago l'assicurazione per riceverne la copertura dai rischi previsti. Il contratto di assicurazione è noto come un contratto che si firma per usufruire di un servizio "non voluto" (ossia un servizio di cui si preferirebbe anche fare a meno). Si può determinare la benevolenza o la malevolenza dell'atto?

Stipulare un contratto non rientra nel discorso di "fare bene o male". Si adempie ad una prestazione per riceverne una in cambio. Farlo o non farlo non ti rende né più benevolo né più malevolo. Tuttavia, è l'espressione di una "libera scelta".

Concordo sul titolo del thread, è inappropriato ^^
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rasputin il Sab 27 Dic - 18:04

Rickypiz94 ha scritto:
Altra esemplificazione: pago l'assicurazione per riceverne la copertura dai rischi previsti. Il contratto di assicurazione è noto come un contratto che si firma per usufruire di un servizio "non voluto" (ossia un servizio di cui si preferirebbe anche fare a meno). Si può determinare la benevolenza o la malevolenza dell'atto?

Uhm, prima mi pare che parlavi di scelte (Andare a Gardaland). Poi per me i contratti obbligati non valgono, specie se stipulati con associazioni che in realtà sono a delinquere ma legalizzate, da politici fantocci altrettanto succubi alle stesse.

Rickypiz94 ha scritto:Stipulare un contratto non rientra nel discorso di "fare bene o male". Si adempie ad una prestazione per riceverne una in cambio. Farlo o non farlo non ti rende né più benevolo né più malevolo. Tuttavia, è l'espressione di una "libera scelta".

Certamente. Ma farlo a Gardaland mi pare possa avere più effetti benefici (Sui ragazzini/studenti che ci lavorano) che essere cliente (Forzoso, senza conto corrente ormai si è fatto di tutto per rendere la vita impossibile alla gente) di una banca.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickock)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49701
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Sab 27 Dic - 18:36

Rasputin ha scritto:
Rickypiz94 ha scritto:
Altra esemplificazione: pago l'assicurazione per riceverne la copertura dai rischi previsti. Il contratto di assicurazione è noto come un contratto che si firma per usufruire di un servizio "non voluto" (ossia un servizio di cui si preferirebbe anche fare a meno). Si può determinare la benevolenza o la malevolenza dell'atto?

Uhm, prima mi pare che parlavi di scelte (Andare a Gardaland). Poi per me i contratti obbligati non valgono, specie se stipulati con associazioni che in realtà sono a delinquere ma legalizzate, da politici fantocci altrettanto succubi alle stesse.

Rickypiz94 ha scritto:Stipulare un contratto non rientra nel discorso di "fare bene o male". Si adempie ad una prestazione per riceverne una in cambio. Farlo o non farlo non ti rende né più benevolo né più malevolo. Tuttavia, è l'espressione di una "libera scelta".

Certamente. Ma farlo a Gardaland mi pare possa avere più effetti benefici (Sui ragazzini/studenti che ci lavorano) che essere cliente (Forzoso, senza conto corrente ormai si è fatto di tutto per rendere la vita impossibile alla gente) di una banca.


Sì, hai ragione. Il primo esempio era per far comprendere che da un contratto nascono obbligazioni e quindi non si può determinarne gli effetti in termini di bene o male, ma che è qualcosa di neutro. Non è fatto con il fine di avvantaggiare l'altro, ma il fine è l'arricchimento di sé stessi. Che poi tra gli effetti ci sia un vantaggio dell'altra persona è vero, ma non è direttamente intenzionale.

Il secondo era per ritornare al discorso che il compiere una libera scelta non vuol dire necessariamente distinguere tra bene e male.

Non ho collegato gli esempi in un modo chiaro, errore mio.

Riordinando, secondo te la "libertà di scelta" consiste nella libertà di decidere tra bene e male?
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Sab 27 Dic - 18:41

Rasputin ha scritto:

Certamente. Ma farlo a Gardaland mi pare possa avere più effetti benefici (Sui ragazzini/studenti che ci lavorano) che essere cliente (Forzoso, senza conto corrente ormai si è fatto di tutto per rendere la vita impossibile alla gente) di una banca.


Poi, ci si renda conto che assicurarsi o fare un conto corrente non è un obbligo. Puoi scegliere benissimo di non assicurarti, ti assumerai le responsabilità per tale mancanza. E lo stesso vale per il conto corrente: non lo fai, accetti però di non usufruire di tali servizi.

Ad ogni modo, vorrei sentire cosa significa per te "libertà di scelta", intesa come "libertà di espressione". ^^
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rasputin il Sab 27 Dic - 19:23

Rickypiz94 ha scritto:[...]
Riordinando, secondo te la "libertà di scelta" consiste nella libertà di decidere tra bene e male?

Assolutamente no. Il bene ed il male semplicemente non esistono.

Rickypiz94 ha scritto:
Poi, ci si renda conto che assicurarsi o fare un conto corrente non è un obbligo. Puoi scegliere benissimo di non assicurarti, ti assumerai le responsabilità per tale mancanza. E lo stesso vale per il conto corrente: non lo fai, accetti però di non usufruire di tali servizi.

Io dico sempre - a chi mi dice "Devi" - che io "Devo" solo morire. Posso anche scegliere di non avere un CC e finire sotto un ponte, o di non andare al cesso se mi scappa da cagare e farmela nelle braghe.

Rickypiz94 ha scritto:Ad ogni modo, vorrei sentire cosa significa per te "libertà di scelta", intesa come "libertà di espressione". ^^

Vedi sopra wink..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickock)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49701
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Sab 27 Dic - 20:13

Rasputin ha scritto:
Rickypiz94 ha scritto:[...]
Riordinando, secondo te la "libertà di scelta" consiste nella libertà di decidere tra bene e male?

Assolutamente no. Il bene ed il male semplicemente non esistono.


Credo che la concezione di bene o male sia soggettiva. C'è chi pensa sia un "bene" uccidere, e chi crede sia un "male" farlo. :| :|

Per la definizione di libertà di espressione, mi sembra efficace xD
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rasputin il Sab 27 Dic - 20:21

Rickypiz94 ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Rickypiz94 ha scritto:[...]
Riordinando, secondo te la "libertà di scelta" consiste nella libertà di decidere tra bene e male?

Assolutamente no. Il bene ed il male semplicemente non esistono.


Credo che la concezione di bene o male sia soggettiva. C'è chi pensa sia un "bene" uccidere, e chi crede sia un "male" farlo. :| :|

Per la definizione di libertà di espressione, mi sembra efficace xD

Il bene sta al conveniente come il male sta all'inconveniente.

Esattamente come il libero arbitrio sta all'autodeterminazione, il conveniente e l'autodeterminazione sono i termini razionali, gli altri sono relifuffa wink..

Per la prima volta non mi sento spinto ad invitare un nuovo utente a presentarsi.
Consideralo un complimento.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickock)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49701
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Justine il Dom 28 Dic - 6:23

Rickypiz94 ha scritto:
Justine ha scritto:Ecco un esempio di libertà tout court: alcuni miei parenti mi hanno inviato una micragnosa somma in denaro per le feste, per la solita storiella secondo cui ci si deve far vedere benevolenti nelle occasioni familiari e di gruppo per ovvi motivi di coesione sociale. Non mi sono presa la briga di ringraziarli, ho afferrato i $ e basta. Sono stata protagonista di libertà di espressione.
Sgarbata, non sgarbata, who cares, mi sono sottratta ad un obbligo sociale preimpost(at)o

Sì, hai espresso qualcosa che va contro la solita convenzione. Hai compiuto una tua scelta e ti sei presa la responsabilità degli effetti che ne sarebbero scaturiti (es. non ricevere la mazzetta il prossimo anno xD).

Se non è troppo personale, cos'è che ha determinato la tua decisione?

Nah, non c'è mai nulla di troppo personale, puoi chiedermi di tutto ;)

Comunque è una scelta che anche da parte mia avviene secondo un preciso calcolo- ovvero, da quando l'ho messa in atto, sapevo per certo che, dal momento che non hanno abbastanza stomaco per sottrarsi a questo ciclico giro di premi e ricompense ed elevazione sociale, avrebbero comunque continuato ad elargirmi i $. E così è stato. :)

Una serie di eventi piuttosto lunga da spiegare mi ha portato a vedere l'egoismo fluttuante dietro ogni scelta di questo tipo, e ho deciso di rendere le cose più chiare sapendo che non devo sentirmi per forza obbligata a ricambiare qualsiasi gesto che le persone facciano nei miei confronti, anche per dare un chiaro messaggio contro certa ipocrisia.

Aggiungiamo poi a ciò il fatto che sono generalmente pigra e ho altro da fare per perdere troppo tempo a lisciare chiunque con affettate dimostrazioni dialogiche di quanto fintamente tenga a loro :D

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Dom 28 Dic - 10:18

Rasputin ha scritto:
Per la prima volta non mi sento spinto ad invitare un nuovo utente a presentarsi.
Consideralo un complimento.

Lo considererò come tale. ^^ Comunque, l'ospitalità va onorata e, quindi, provvederò a presentarmi. ;)
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sicuri di sostenere il diritto alla libertà di pensiero?

Messaggio Da Rickypiz94 il Dom 28 Dic - 10:36

Justine ha scritto:
Comunque è una scelta che anche da parte mia avviene secondo un preciso calcolo- ovvero, da quando l'ho messa in atto, sapevo per certo che, dal momento che non hanno abbastanza stomaco per sottrarsi a questo ciclico giro di premi e ricompense ed elevazione sociale, avrebbero comunque continuato ad elargirmi i $. E così è stato. :)

Una serie di eventi piuttosto lunga da spiegare mi ha portato a vedere l'egoismo fluttuante dietro ogni scelta di questo tipo, e ho deciso di rendere le cose più chiare sapendo che non devo sentirmi per forza obbligata a ricambiare qualsiasi gesto che le persone facciano nei miei confronti, anche per dare un chiaro messaggio contro certa ipocrisia.

Aggiungiamo poi a ciò il fatto che sono generalmente pigra e ho altro da fare per perdere troppo tempo a lisciare chiunque con affettate dimostrazioni dialogiche di quanto fintamente tenga a loro :D

Mi immagino la situazione di imbarazzo più totale da parte loro... xD

Comunque, hai manifestato libertà di espressione, non c'è dubbio. Quando si parla di libertà di pensiero io la definirei come "la possibilità di gestire le informazioni provenienti dall'interno e dall'esterno attraverso i processi mentali, e di mantenere tali processi riservati".

Nonostante non possiamo negare l'esistenza di influenze esterne (il repertorio di eventi a cui alludevi nella parte sottolineata), possiamo sempre gestire tali influenze e determinare un nostro pensiero. E' quello che hai fatto tu. ^^

Tuttavia, non tutti sanno usufruire di questa libertà e la stragrande maggioranza delle persone, al fine di non sovvertire lo pseudo-equilibrio preimpostato dal contesto sociale, finisce col limitarla consapevolmente (o semi-consapevolmente).
avatar
Rickypiz94
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 66
Età : 22
Località : Bassano del Grappa
Occupazione/Hobby : Vita
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.12.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum