Il caso di Yara Gambirasio

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Rasputin il Lun 15 Giu - 19:14

Scherzi a parte, io non sottovaluterei le considerazioni di Paolo

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Lun 15 Giu - 21:11

Ma in fondo scusate, i killer più efferati di sempre non erano dei poverini presi a caso da un qualsivoglia contesto in cui i vicini dicono "ah, ma era una così bella famiglia"?

I veri professionisti, quelli che si conoscono da sempre per le loro capacità eversive, sono pochi, in proporzione. I principali sbandati sono quelli che si mostrano sfigatini o regular in famiglia e con i conoscenti e poi sbroccano perché lo ponderano da soli magari sotto la doccia...
Anch'io non sono certo Hulk Hogan, ma una mazzata così la darei a certi importuni, eh- è la rottura che viene poi che mi dissuade

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Lun 15 Giu - 21:20

Comunque fa veramente star male che una povera bambina così non possa nemmeno avere un brandello di giustizia dopo tot anni

Indipendentemente da chi sia stato, o un improvvisato o un "esperto" di certe manovre

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da lupetta il Mar 16 Giu - 21:37

Paolo se vuoi ti faccio l'elenco di persone che hanno una doppia vita!
pensa ai preti pedofili, ai clienti delle prostitute, gli omosessuali costretti a fingersi etero..tutte persone che apparentemente svolgono vite normali e anzi, danno l'idea di essere delle brave persone.
secondo me il disagio nasce proprio li, quando devi fingere e devi vivere una vita che non è la tua, cerchi distrazioni altrove e, devi dare l'idea di essere una persona normalissima, per poter agire al meglio e chi ti è vicino non vuole vedere.
probabilmente la situazione gli è sfuggita di mano, yara è morta di freddo, lui non è stato nemmeno capace di ucciderla, segno evidente che non è caduta nelle mani di un serial killer.
che poi sia tornato a casa e si sia comportato in modo normale è da vedere. di certo la moglie non va in tv a dire che quella sera massimo era tornato a casa insanguinato o che la notte aveva gli incubi, anche perchè lui avrebbe potuto benissimo inventarsi quel che voleva.

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Mer 17 Giu - 2:33

Comunque per emulare freddezza, non ci vuole un granché, baata assuefarsi alla vita quotidiana. Ci sono delle facce da salienti morti viventi, in giro...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da lupetta il Gio 18 Giu - 8:58

ma si, di persone "normali" ne sistono poche.
se ci spogliassimo del falso buonismo e fossimo veramente sinceri, le cose andrebbero diversamente.

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Gio 18 Giu - 9:00

ricordi il mio "ti amo"? E' da intendersi aumentato di un fattore 2.

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da lupetta il Gio 18 Giu - 9:05

temo che il tuo amore per me un giorno finirà...quando leggerai qualche altra mia perla. crying

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Gio 18 Giu - 9:40

Me l'hai già detto, ma intanto il tempo passa e non trovo capi di imputazione... :D

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da jillo il Gio 18 Giu - 10:23

lupetta ha scritto:ma si, di persone "normali" ne sistono poche.
se ci spogliassimo del falso buonismo e fossimo veramente sinceri, le cose andrebbero diversamente.

1)Scusa lupe, non capisco la relazione (a messo che vi sia relazione) tra la tua considerazione sulla normalità (persone normali), prudenzialmente virgolettata,  e la virtù della sincerità.
Intendi dire che una condizione della normalità è la sincerità?
Troviamo in giro pochi normali perché sono pochi quelli sinceri?

2)Ammesso che nel "falso buonismo" (non peggiore del "vero buonismo") non ci cadano dentro necessariamente tutte le persone non "veramente sincere", di certo il buonismo, comunque lo si intenda, può solo suscitare vero disgusto. 
Di certo, se fossimo tutti veramente sinceri, le cose andrebbero diversamente ma non necessariamente meglio.

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da lupetta il Gio 18 Giu - 13:03

per "normali" (le virgolette sono d'obbligo), intendo persone che non hanno traumi, non hanno doppie vite..ciascuno di noi, chi più e chi meno, ha le sue psicosi, per questo i normali sono rari!.
però ci ostiniamo per forza a mostrarci come "normali", vivendo vite che non ci appartengono.
prendo per esempio il caso di bossetti, supponiamo che fosse un pedofilo e che, per mascherare tale malattia, si sia sposato apposta, per non destare sospetti e per dare la parvenza di persona normale.
se fosse stato invece sincero non si sarebbe sposato e avrebbe magari fatto qualcosa per curarsi.
il falso buonismo invece nasce dal fatto che ancora abbiamo in mente l'idea che l'uomo sia un essere divino, buono come il suo dio (?) e che solo alcune persone siano "cattive".
siamo scimmie violente, sadiche, emotive e psicotiche  (gli scimpanzè non sono teneri), e il doversi per forza mostrare dispiaciuti, quando per esempio un altro essere umano muore, fa aumentare ancora di più la falsità, perchè se io dico che non me ne frega niente se una persona X è morta o se sono felice se qulcuno che mi sta sui maroni muore, automaticamente divento cattiva, strana, una bestia ecc... da qui nasce appunto lo stupore nel sentire che un uomo uccide una ragazzina  epoi torna a casa come se niente fosse! può non fregargli niente della vita di una ragazzina a quell'uomo? certo che si!
non sono una pacifista e non sposo la teoria del volemosetuttibene.

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Paolo il Gio 18 Giu - 14:07

lupetta ha scritto:Paolo se vuoi ti faccio l'elenco di persone che hanno una doppia vita!
pensa ai preti pedofili, ai clienti delle prostitute, gli omosessuali costretti a fingersi etero..tutte persone che apparentemente svolgono vite normali e anzi, danno l'idea di essere delle brave persone.
secondo me il disagio nasce proprio li, quando devi fingere e devi vivere una vita che non è la tua, cerchi distrazioni altrove e, devi dare l'idea di essere una persona normalissima, per poter agire al meglio e chi ti è vicino non vuole vedere.
probabilmente la situazione gli è sfuggita di mano, yara è morta di freddo, lui non è stato nemmeno capace di ucciderla, segno evidente che non è caduta nelle mani di un serial killer.
che poi sia tornato a casa e si sia comportato in modo normale è da vedere. di certo la moglie non va in tv a dire che quella sera massimo era tornato a casa insanguinato o che la notte aveva gli incubi, anche perchè lui avrebbe potuto benissimo inventarsi quel che voleva.

Io la cosa non la farei così semplice. Per mantenere un comportamento indifferente all'accaduto dopo aver commesso un fatto così grave devi essere uno psicopatico. Ritengo che sia impossibile per una persona priva di squilibri mettere in atto un comportamento così. Tanto più, da quello che risulta, il Bossetti non aveva mai commesso alcun altro reato, tanto meno violent,o e comunque non ha mai dato modo di pensare che fosse persona sociopatica. E una patologia che possa permettere di commettere un delitto in totale indifferenza non potrebbe adesso non essere capita dai vari psichiatri o psicologi.

Come ho già detto io non sostengo con che lui non possa aver fatto quello di cui lo accusano. Ho solo detto che mi ha particolarmente colpito in questa vicenda la discrepanza tra la figura di quest'uomo e quello che si ritiene abbia fatto. Io non mi ricordo di nessun delitto famoso, e perciò se ne è parlato a lungo, ove le due cose sono così poco compatibili.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Gio 18 Giu - 14:17

Ma per mostrare indifferenza serve molto poco, oggi. Con la desensibilizzazione imperante, questo ed altro, non ci vedo incompatibilità. Poi un evento maestro in cui si dimostra la colpevolezza per la prima volta deve giocoforza esserci; e nulla esclude che ci si possa scoprire dei talenti nel gestire le emozioni.
Talvolta guardo alcuni miei comportamenti con gli altri e se li guardassi con l'ottica di un decennio fa mi direi: "sei un mostro, cara". Ma tant'è. Si impara vivendo anche l'attimo.
Ora non resta che conoscere qualcuno di compatibile con quanto rilevato finora, senza false certezze rischiando di ingabbiare la persona sbagliata

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Paolo il Gio 18 Giu - 14:25

Justin, tu hai mai conosciuto personalmente un assassino, uno che ha ucciso qualcuno volutamente?

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Gio 18 Giu - 14:30

Io conosco 2 persone che hanno mandato la stessa persona in analisi per diversi mesi, conosco dei killer del pensiero e del mondo interiore, e sono le classiche persone "normali" con cui stringeresti amicizia al parco.

Sono sempre stata attenta ai moti mentali degli altri e dico che è possibile per una persona comune calibrare le proprie emozioni anche in surmenage. Del resto ci si deve improvvisare, non esistono scuole...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Paolo il Gio 18 Giu - 14:54

Io ho parlato con persone che non sono delinquenti e che hanno perso il controllo uccidendo qualcuno. Mi dicono che appena capisci cosa hai fatto vai in uno stato di shock che ti servono almeno due o tre giorni solo per capire dove sei e cosa ti sta succedendo. E non ti dico dopo cosa sei!! E' impossibile essere indifferenti e saper mantenere un comportamento normale. Chi è capace di far questo è sicuramente affetto da una qualche psicopatia.

Ti posso fare un esempio. Non so se ti ricordi il delitto della Desirè a Brescia di qualche anno fa? Chi l'ha commesso è stato un certo Erra che era un mutuato dello studio consociato dove lavora anche mia moglie. Il suo collega che lo seguiva aveva più volte segnalato ai servizi sociali che era persona disturbata e che doveva essere tenuta sotto controllo. Infatti dopo ave violentato e ucciso a botte la Desirè (mi sembra 11 anni) insieme ad altri due ragazzini ha sempre mantenuto un comportamento apparentemente normale, partecipando anche alle ricerche della ragazza quando non la trovavano più. E un caso simile sempre in provincia di Brescia è stato quello di quell'istruttore di volo che ha ucciso la morosa perchè era incinta e poi è andato a fare la sua lezione di volo come se niente fosse. Ma appena l'hanno interrogato hanno subito capito che non qualcosa non andava bene in lui e in brevissimo è crollato confessando tutto. Anche lui uno psicopatico già conosciuto come tale.

Io rimango dell'idea che non sia così facile se non sei uno psicopatico, essere indifferenti a certe cose.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Gio 18 Giu - 18:45

Si, ma parliamo di persone diverse. Se prendiamo tot ragazzini che nella vita non hanno altri obiettivi che sfondarsi in disco e in mezzo butti la pecora nera che legge e studia, quest'ultima esiste, non è che tutti siano dei perditempo. Stessa cosa va detta degli individui che uccidono, non sono tutti uguali, nessuno ha seguito un "corso di formazione per psicodissociati o omicidi", bensì sono persone che hanno avuto a che vedere con -enormi- quintalate di stress e non le hanno sapute canalizzare, vuoi per assenza di relazioni rilevanti, di hobby particolarmente amati, etc. etc. A volte basta allentare una piccola vite e l'impalcatura crolla del tutto, tant'è che sono convinta che chiunque di noi potrebbe essere un assassino, sotto determinate pressioni che al momento non possiamo immaginare.
Si può fare un parallelismo con i casi in cui un certo tot di adrenalina in circolo fa compiere alle persone sforzi psicofisici da loro stesse non immaginati. Per me è tutto possibile, non si sa mai come un sistema nervoso possa reagire, anche sviluppando un'intensissima freddezza...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Rasputin il Gio 18 Giu - 20:32

Paolo ha scritto:Justin, tu hai mai conosciuto personalmente un assassino, uno che ha ucciso qualcuno volutamente?

Io sí...ma era stato 13 anni nella legione straniera, e che aveva ucciso glie lo si leggeva in faccia...

Jus la pecora nera di cui parli potrebbe proprio essere il caso di cui stiamo parlando...ragazzino studioso diligente con la nonna fatta a pezzi nel refrigeratore in cantina mgreen

Su questo

Justine ha scritto:Si può fare un parallelismo con i casi in cui un certo tot di adrenalina in circolo fa compiere alle persone sforzi psicofisici da loro stesse non immaginati.

posso testimoniare personalmente, e su almeno due occasioni

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Ven 19 Giu - 4:46

E' chiaro che debba essere così, altrimenti esisterebbero scuole professionalizzanti online per omicidi, anche se vedendo la natura di certi siti magari qualche dubbio sale e assale (sorry for the pun)

O magari a quei corsacci sulla PNL spiegano cose che voi umani...

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Rasputin il Ven 19 Giu - 9:34

Justine ha scritto:E' chiaro che debba essere così, altrimenti esisterebbero scuole professionalizzanti online per omicidi, anche se vedendo la natura di certi siti magari qualche dubbio sale e assale (sorry for the pun)

O magari a quei corsacci sulla PNL spiegano cose che voi umani...

Beh, un "Manuale del perfetto killer" c'era, era uscito negli anni settanta ed è stato ritirato quasi subito dalla circolazione. Ma era roba per professionisti, non per psicopatici (Ho avuto la fortuna di leggerne qualche pagina e c'erano dei suggerimenti davvero plausibilmente utili)

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da lupetta il Ven 19 Giu - 14:25

quelli dell'ISIS o i mafiosi, dopo aver ucciso restano scioccati?
i mafiosi sono psicopatici? (quelli dell'isis si, perchè credenti, o presunti tali!)
la vittima che uccide il suo carnefice è psicopatica?
se non ci fossero le leggi civili che puniscono i reati, gli omicidi sarebbero all'ordine del giorno, come se niente fossero.

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da jillo il Ven 19 Giu - 15:26

lupetta ha scritto:
se non ci fossero le leggi civili che puniscono i reati, gli omicidi sarebbero all'ordine del giorno, come se niente fossero.

le leggi ci sono.  gli omicidi all'ordine del giorno pure.
le leggi contribuiscono a garantire il sovraffollamento delle carceri, non l'incolumità dei cittadini.
Per i balordi incalliti e per gli psicopatici le sanzioni penali non costituiscono proprio alcun deterrente. La commissione di determinati reati come l'omicidio, dovrebbe essere preventivamente scongiurata mediante radicale intervento sociale alla ab origine.

jillo
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1832
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.08.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Sab 20 Giu - 6:49

Meanwhile...

http://www.bergamonews.it/cronaca/caso-yara-bossetti-e-il-campo-di-chignolo-la-madre-ci-è-passato-205415

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Rasputin il Sab 20 Giu - 9:32

jillo ha scritto:
lupetta ha scritto:
se non ci fossero le leggi civili che puniscono i reati, gli omicidi sarebbero all'ordine del giorno, come se niente fossero.

le leggi ci sono.  gli omicidi all'ordine del giorno pure.
le leggi contribuiscono a garantire il sovraffollamento delle carceri, non l'incolumità dei cittadini.
Per i balordi incalliti e per gli psicopatici le sanzioni penali non costituiscono proprio alcun deterrente. La commissione di determinati reati come l'omicidio, dovrebbe essere preventivamente scongiurata mediante radicale intervento sociale alla ab origine.

quoto.. grazieeee

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il caso di Yara Gambirasio

Messaggio Da Justine il Sab 20 Giu - 9:37

Per forza, altrimenti saremmo tutti in gabbia

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15310
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum