Il lavoro

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Justine il Mer 16 Set - 13:33

adif ha scritto:avrebbero dovuto scrivere "passione per i libri". che è cosa diversa dalla "passione per la lettura".

Bravo, esattamente. O magari "passione per gossippare sul libro, che si può fare anche a copertina chiusa"

Figuriamoci se un commesso si può mettere a discettare di Raskol'nikov per 2hr davanti a gente che arriva e compra volumi per regalarli senza manco conoscerne il contenuto

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da primaverino il Mer 16 Set - 15:02

Justine ha scritto:
primaverino ha scritto:Secondo te chi ama visceralmente la lettura è sostanzialmente misantropo?


http://lonerwolf.com/books-for-introverts/

https://www.reddit.com/r/books/comments/3cy58o/as_a_book_loveravid_reader_do_you_consider/

“An entire life spent reading would have fulfilled my every desire; I already knew that at the age of seven. The texture of the world is painful, inadequate; unalterable, or so it seems to me. Really, I believe that an entire life spent reading would have suited me best. Such a life has not been granted me...” 
― Michel Houellebecq, Whatever

"If you have read 6,000 books in your lifetime, or even 600, it's probably because at some level you find 'reality' a bit of a disappointment.” 
― Joe Queenan, One for the Books


“...there are so many books left to read. For that reason alone it is worth going on living. Books make me happy, the help me escape from reality.” 

― Félix J. Palma, The Map of the Sky


“What reading does, ultimately, is keep alive the dangerous and exhilarating idea that a life is not a sequence of lived moments, but a destiny...the time of reading, the time defined by the author's language resonating in the self, is not the world's time, but the soul's. The energies that otherwise tend to stream outward through a thousand channels of distraction are marshaled by the cadences of the prose; they are brought into focus by the fact that it is an ulterior, and entirely new, world that the reader has entered. The free-floating self--the self we diffusely commune with while driving or walking or puttering in the kitchen--is enlisted in the work of bringing the narrative to life. In the process, we are able to shake off the habitual burden of insufficient meaning and flex our deeper natures.”
 
― Sven Birkerts, The Gutenberg Elegies: The Fate of Reading in an Electronic Age


“Real mystery - the very reason to read (and certainly write) any book - was to them a thing to dismantle, distill and mine out into rubble they could tyrannize into sorry but more permanent explanations; monuments to themselves, in other words. In my view all teachers should be required to stop teaching at age thirty-two and not allowed to resume until they're sixty-five, so that they can live their lives, not teach them away - live lives full of ambiguity and transience and regret and wonder, be asked to explain nothing in public until very near the end when they can't do anything else.
Explaining is where we all get into trouble.” Richard Ford

““People who don't read fiction are scared of what's inside their own heads.” 

― Carla H. Krueger


E non è che un'esigua selezione

Thank you so much, sis... I love you! bacio
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Mer 16 Set - 18:11

Cazzo, Primaverino capisce l'inglese a seconda delle fasi lunari boxed

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da primaverino il Mer 16 Set - 18:28

Rasputin ha scritto:Cazzo, Primaverino capisce l'inglese a seconda delle fasi lunari boxed

Capire è un conto... Parlarlo un altro... Beneficiare di un traduttore automatico è altro ancora... Faccio una fatica boia a capire l'inglese postato da altri... E non sono certo di aver compreso quanto detto sopra... Chiedo venia, amici ed amiche...
E' pur certo che qualora vi interessasse il mio parere, potrei fornirvelo senza anglicismi di sorta...
Giusto per informazione, ok?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Mer 16 Set - 18:37

primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:Cazzo, Primaverino capisce l'inglese a seconda delle fasi lunari boxed

Capire è un conto... Parlarlo un altro... Beneficiare di un traduttore automatico è altro ancora... Faccio una fatica boia a capire l'inglese postato da altri... E non sono certo di aver compreso quanto detto sopra... Chiedo venia, amici ed amiche...
E' pur certo che qualora vi interessasse il mio parere, potrei fornirvelo senza anglicismi di sorta...
Giusto per informazione, ok?

Ma certo poi sai che basta chiedere eh

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Justine il Gio 17 Set - 4:11

È comunque sufficiente leggere un qualsiasi diario personale online (non lo chiamo 'blog' altrimenti lo si taccia di mistificazione) per rendersi conto di come il trinomio introversione/misantropia/lettura sia potentemente marcato (e autodichiarato)
D'altronde è una passione sacra, i bibliofili lo sanno, non va mercificata
Comunque, se è vero che i misantropi sono filantropi delusi...

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da adif il Gio 17 Set - 4:15

avatar
adif
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 771
Età : 43
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 05.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Justine il Gio 17 Set - 4:17

Se non altro, l'oltre che cercava è dello stesso colore del background della picture... ;)

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da invisiblemonsters il Gio 17 Set - 13:10

Il più delle volte i datori che cercano una persona con determinati requisiti finisce per assumere tutt'altro (vedi incompetenti in materia, esempio lampante: i commessi di gamestop che pare si trovino lì per puro caso)

invisiblemonsters
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 411
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 21.08.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Gio 17 Set - 13:26

invisiblemonsters ha scritto:Il più delle volte i datori che cercano una persona con determinati requisiti finisce per assumere tutt'altro (vedi incompetenti in materia, esempio lampante: i commessi di gamestop che pare si trovino lì per puro caso)

Vero. E si tratta di una regola applicabile anche a molti matrimoni carneval

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da invisiblemonsters il Gio 17 Set - 13:32

Infatti meglio non incombere in tali errori!

invisiblemonsters
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 411
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 21.08.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Gio 17 Set - 13:39

invisiblemonsters ha scritto:Infatti meglio non incombere in tali errori!

Vuoi dire incorrere ???

Comunque hai ragione, te lo dice uno che l'errore l'ha fatto 2 volte

I danni che possono fare educazione ed ambiente sociale wall2

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da invisiblemonsters il Gio 17 Set - 13:40

Sì, sorry!

Perlomeno a tutto c'è rimedio... wink..

invisiblemonsters
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 411
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 21.08.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Minsky il Lun 22 Mag - 6:58

ANSA ha scritto:82 anni lavoro ognuno per 2 commercianti

Presidente assemblea E-R, 'siete una speranza per tutti noi


Redazione ANSA BOLOGNA
21 maggio 2017 17:48


BOLOGNA, 21 MAG - Aura e Gigino, due commercianti bolognesi, oggi hanno festeggiato 82 anni di lavoro a testa, e in Piazza Maggiore sono stati insigniti del titolo di "Regina e Re del lavoro d'Italia" dall'Associazione Hey Joe che, grazie all'impegno di Valerio Negroni, da anni opera a Bologna con attività solidaristiche e promozionali della città. I due recordman del lavoro, lei 93 anni, lui 97, sono stati premiati dalla presidente dell'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna Simonetta Saliera con una pergamena commemorativa. I due sono commercianti ambulanti di stoffe e fanno ancora il mercato.
Gigino suona anche il violino in un'orchestra del teatro dialettale.
"Siete un esempio e una speranza per tutti noi - ha detto Saliera -: dimostrate come il lavoro sia prima di tutto dignità della persona umana, come sia il dovere di una comunità di rispettare chi quotidianamente opera e si impegna. E come il lavoro sia soprattutto vedersi riconosciute le proprie fatiche".
Ecco, mi sa che io sono destinato a battere anche questo record. ahahahahahah

Facezie a parte, questo genere di stronzate demagogiche non si può davvero sentire. I due poveracci hanno conosciuto soltanto una vita di stenti, costretti ad un'attività ai limiti della sussistenza, ed è stata loro negata anche una vecchiaia di giusto e dignitoso riposo.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15450
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Lun 22 Mag - 11:26

Minsky ha scritto:
Ecco, mi sa che io sono destinato a battere anche questo record. ahahahahahah

Facezie a parte, questo genere di stronzate demagogiche non si può davvero sentire. I due poveracci hanno conosciuto soltanto una vita di stenti, costretti ad un'attività ai limiti della sussistenza, ed è stata loro negata anche una vecchiaia di giusto e dignitoso riposo.

Straquoto! quoto..

re e regina degli sfruttati e degli oppressi, dignità stocazzo appeso diocane

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da SETH OTH il Mer 24 Mag - 14:49

"Siete un esempio e una speranza per tutti noi - ha detto Saliera -: dimostrate come il lavoro sia prima di tutto dignità della persona umana, come sia il dovere di una comunità di rispettare chi quotidianamente opera e si impegna. E come il lavoro sia soprattutto vedersi riconosciute le proprie fatiche"


Queste sono il genere di troiate per cui avevo aperto una discussione in area Vips. Siete un esempio e una speranza? Una speranza? Ma invece che vivere sperando e continuare a fare la politica di professione, profumatamente pagata, perchè non si mette a vendere magliette al mercato per 80 anni? Ma porcamadonna.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 518
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da holubice il Mer 24 Mag - 17:38

Rasputin ha scritto:... Inoltre io starei attento a non confondere la discriminazione (Voglio una segretaria ma con le tette grosse  ed i tacchi a spillo) con la meritocrazia (Voglio una segretaria laureata perché il mio è uno studio legale e non l'ufficio di un commercio all'ingrosso)
Se cercano una barista 'bona' per un locale, tutto sommato, ci sta. Insomma, lo sappiamo tutti che una bella donna dietro un bancone attira più clienti. E va in qualche modo accettato.

Non va la ricerca di una segretaria con un bel culo. Quello no.

ok
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6234
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da holubice il Mer 24 Mag - 17:54

Justine ha scritto:
primaverino ha scritto:Secondo te chi ama visceralmente la lettura è sostanzialmente misantropo?
...“Real mystery - the very reason to read (and certainly write) any book - was to them a thing to dismantle, distill and mine out into rubble they could tyrannize into sorry but more permanent explanations; monuments to themselves, in other words. In my view all teachers should be required to stop teaching at age thirty-two and not allowed to resume until they're sixty-five, so that they can live their lives, not teach them away - live lives full of ambiguity and transience and regret and wonder, be asked to explain nothing in public until very near the end when they can't do anything else.
Explaining is where we all get into trouble.” Richard Ford
““People who don't read fiction are scared of what's inside their own heads.” 
― Carla H. Krueger
E non è che un'esigua selezione
A me piace leggere. Ma amo anche stare con i miei amici.

E' vero che uno non può essere contemporaneamente seduto sul divano a leggere e in una birreria a sparare 2 ca$$ate, ma in questo caso vale quanto avevo letto da qualche parte ... Ah, ecco ho ritrovato la storia ...

La Filosofia nel Barattolo ha scritto:Un professore, prima di iniziare la sua lezione di filosofia, pose alcuni oggetti davanti a sé, sulla cattedra.

Senza dire nulla, quando la lezione iniziò, prese un grosso barattolo di maionese vuoto e lo riempì con delle palline da golf. Domandò quindi ai suoi studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero di sì.

Allora, il professore rovesciò dentro il barattolo una scatola di sassolini, scuotendolo leggermente. I sassolini occuparono gli spazi fra le palline da golf. Domandò quindi, di nuovo, ai suoi studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero di sì.

Il professore, rovesciò dentro il barattolo una scatola di sabbia. Naturalmente, la sabbia occupò tutti gli spazi liberi. Egli domandò ancora una volta agli studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero con un sì unanime.

Il professore tirò fuori da sotto la cattedra due bicchieri di vino rosso e li rovesciò interamente dentro il barattolo, riempiendo tutto lo spazio fra i granelli di sabbia. Gli studenti risero! "Ora", disse il professore quando la risata finì, "vorrei che voi consideraste questo barattolo la vostra vita.

"Le palline da golf sono le cose importanti; la vostra famiglia, i vostri figli, la vostra salute, i vostri amici e le cose che preferite; cose che se rimanessero dopo che tutto il resto fosse perduto riempirebbero comunque la vostra esistenza.

"I sassolini sono le altre cose che contano, come il vostro lavoro, la vostra casa, l'automobile. La sabbia è tutto il resto, le piccole cose.

"Se metteste nel barattolo per prima la sabbia -, continuò -, non resterebbe spazio per i sassolini e per le palline da golf. Lo stesso accade per la vita. Se usate tutto il vostro tempo e la vostra energia per le piccole cose, non vi potrete mai dedicare alle cose che per voi sono veramente importanti". Curatevi delle cose che sono fondamentali per la vostra felicità. Giocate con i vostri figli, tenete sotto controllo la vostra salute. Portate il vostro partner a cena fuori. Giocate altre 18 buche! Fatevi un altro giro sugli sci! C'è sempre tempo per sistemare la casa e per buttare l'immondizia.

Dedicatevi prima di tutto alle palline da golf, le cose che contano sul serio. Definite le vostre priorità, tutto il resto è solo sabbia.

Una studentessa alzò la mano e chiese che cosa rappresentasse il vino. Il professore sorrise. "Sono contento che tu l'abbia chiesto. Serve solo a dimostrare che per quanto possa sembrare piena la tua vita c'è sempre spazio per un paio di bicchieri di vino con un amico". (di autore anonimo)


E' una storia molto più profonda di quanto può sembrare in un primo momento.


E, tornando a noi, io non guardo mai la TV. Appena cenato, e ceno presto, mi fiondo a letto, accendo la abatjour e leggo un'oretta.

Non ho letto biblioteche, ma ho riempito un interstizio del barattolo ...

wink..
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6234
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Rasputin il Mer 24 Mag - 17:59

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:... Inoltre io starei attento a non confondere la discriminazione (Voglio una segretaria ma con le tette grosse  ed i tacchi a spillo) con la meritocrazia (Voglio una segretaria laureata perché il mio è uno studio legale e non l'ufficio di un commercio all'ingrosso)
Se cercano una barista 'bona' per un locale, tutto sommato, ci sta. Insomma, lo sappiamo tutti che una bella donna dietro un bancone attira più clienti. E va in qualche modo accettato.

Non va la ricerca di una segretaria con un bel culo. Quello no.

ok

Esatto. Ci sta perché fa parte dell'efficienza, se fosse possibile discriminare "ragioneviolmente", dovrebbe essere possibile anche annunciare le caratteristiche necessarie nelle offerte di lavoro, tipo "Cercasi barista minimo 4. di reggiseno", oppure "Cercasi segretaria astenersi figone ma sceme" carneval

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50520
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da rob93 il Sab 27 Mag - 12:31

Mi introduco anche io. Dopo una scuola di 3 anni come operatore agricolo giardiniere, da 4 anni lavoro nel verde. 3 anni come manutentore del verde in un campeggio e, dopo aver mollato per vari motivi, oggi mi ritrovo a fare 50km al giorno da lunedì a venerdì, 38 ore settimanali per 750 euro di indennità, mensa pagata e nessun rimborso spese viaggio. Lavoro in una cooperativa sociale, dove il loro compito è assumere principalmente persone disagiate (ex-alcolizzati, ex-carcerati, ecc.) per reintegrarle nel mondo del lavoro. Il concetto di aiutare persone svantaggiate è buono. Il fatto è che le paghe sono da fame (per me compreso, anche non essendo "disagiato" ma tirocinante) e le persone vengono sfruttate. 
"Ti offriamo un percorso formativo di specializzazione bla bla bla". Tutte parolone per alla fine imparare quasi niente e prendere quei 4 soldi che ti offrono.
E' stato il primo lavoro che mi è stato offerto e ho accettato subito perché al momento non avevo altre offerte. Qualche settimana dopo mi offrono altri 3 colloqui, con buone probabilità di essere assunto da non-tirocinante e questa cosa mi rode ancora. 
C'è di buono che l'ambiente di lavoro è tranquillo, divertente e non faccio più da lunedì a sabato 8 ore al giorno ma da lunedì a giovedì 8 ore e venerdì 6, lasciandomi più tempo libero.
avatar
rob93
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 61
Età : 24
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da SETH OTH il Lun 29 Mag - 14:03

rob93 ha scritto:Mi introduco anche io. Dopo una scuola di 3 anni come operatore agricolo giardiniere, da 4 anni lavoro nel verde. 3 anni come manutentore del verde in un campeggio e, dopo aver mollato per vari motivi, oggi mi ritrovo a fare 50km al giorno da lunedì a venerdì, 38 ore settimanali per 750 euro di indennità, mensa pagata e nessun rimborso spese viaggio. Lavoro in una cooperativa sociale, dove il loro compito è assumere principalmente persone disagiate (ex-alcolizzati, ex-carcerati, ecc.) per reintegrarle nel mondo del lavoro. Il concetto di aiutare persone svantaggiate è buono. Il fatto è che le paghe sono da fame (per me compreso, anche non essendo "disagiato" ma tirocinante) e le persone vengono sfruttate. 
"Ti offriamo un percorso formativo di specializzazione bla bla bla". Tutte parolone per alla fine imparare quasi niente e prendere quei 4 soldi che ti offrono.
E' stato il primo lavoro che mi è stato offerto e ho accettato subito perché al momento non avevo altre offerte. Qualche settimana dopo mi offrono altri 3 colloqui, con buone probabilità di essere assunto da non-tirocinante e questa cosa mi rode ancora. 
C'è di buono che l'ambiente di lavoro è tranquillo, divertente e non faccio più da lunedì a sabato 8 ore al giorno ma da lunedì a giovedì 8 ore e venerdì 6, lasciandomi più tempo libero.
Ma perchè non hai provato anche gli altri colloqui, scusa?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 518
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da rob93 il Lun 29 Mag - 16:29

Perché inizialmente, dopo una settimana dal rientro in ferie, ho lavorato una settimana per un tipo che non è stato chiaro sul tipo di contratto, paga, durata del contratto, ecc. al punto che ho mollato subito dopo per questa altra offerta. Dopo 3 settimane di lavoro iniziato e di sbattimenti per questo nuovo lavoro, vai di qui, vai di la, firma questo, vai all'inps, chiama il centro dell'impiego, vai dalla CNA, contatta quell'altro, ecc. non mi sembrava il caso di chiudere tutto e ripartire da capo. 
Sono consapevole del fatto che avrei preso qualche soldo in più ma avrei lavorato anche di più e quest anno voglio stare tranquillo ed avere i miei 2 giorni di riposo di fine settimana, come penso che ogni lavoro li debba avere.
Ero stufo di cambiare per la terza volta lavoro. In generale va bene così dai, non mi posso lamentare più di tanto. Chiaramente, lavorando per 4.93 euro l'ora con un contratto da tirocinante, correre non mi ci vedranno mai e mai correrò anche perché le mansioni di lavoro che svolgo, ero già ben capace a farle.
avatar
rob93
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 61
Età : 24
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da SETH OTH il Mar 30 Mag - 13:37

Capisco.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 518
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da rob93 il Mer 31 Mag - 16:27

Rimanendo in tema religione, nella sede di lavoro abbiamo uno stagista musulmano per 2-3 mesi. 
Dal mattino alla sera, non beve un goccio d'acqua e non pranza per il ramadan. Quando noi andiamo a mangiare, lui viene letteralmente chiuso in officina dove si mette poi a pregare. Dopo la pausa pranzo, quando torniamo per riprendere a lavorare, lui già inizia a barcollare dalla stanchezza. "Lavora" anche lui come florovivaista, quindi un lavoro abbastanza pesante e in luoghi dove la temperatura nelle serre sono parecchio elevate, o anche fuori all'aria aperta d'estate con il sole che picchia.
Dico io, ma come si può pensare di dare lavoro o anche solo far fare uno stage ad un musulmano che non mangia e non beve per sta boiata di un ramadan? Specialmente in lavori di fatica fisica.
avatar
rob93
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 61
Età : 24
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 16.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il lavoro

Messaggio Da Minsky il Mer 31 Mag - 17:58

rob93 ha scritto:Rimanendo in tema religione, nella sede di lavoro abbiamo uno stagista musulmano per 2-3 mesi. 
Dal mattino alla sera, non beve un goccio d'acqua e non pranza per il ramadan. Quando noi andiamo a mangiare, lui viene letteralmente chiuso in officina dove si mette poi a pregare. Dopo la pausa pranzo, quando torniamo per riprendere a lavorare, lui già inizia a barcollare dalla stanchezza. "Lavora" anche lui come florovivaista, quindi un lavoro abbastanza pesante e in luoghi dove la temperatura nelle serre sono parecchio elevate, o anche fuori all'aria aperta d'estate con il sole che picchia.
Dico io, ma come si può pensare di dare lavoro o anche solo far fare uno stage ad un musulmano che non mangia e non beve per sta boiata di un ramadan? Specialmente in lavori di fatica fisica.
Ah, caro amico, domanda legittima e sensatissima. Ma tu pensa che, se un florovivaista (senza voler in alcun senso sminuire il lavoro che pratichi) in fin dei conti poco danno può fare a sé, agli altri o alle attrezzature o finanche alla produzione, ben altro può succedere, per esempio, in una raffineria o impianto di compressione del gas metano etc.
Mi sono trovato a lavorare in uno di questi impianti, in mezzo al deserto, e durante il mese del ramadan, che cadeva in piena estate quell'anno, i lavori sono proseguiti come se niente fosse. È demenziale che le maestranze occidentali non si rendano conto che non è possibile far lavorare la gente in quelle condizioni. Già i locali non brillano per buona volontà, rendimento e acume, figurati quando sono storditi dal digiuno e soprattutto dalla disidratazione, con 45 gradi all'ombra. Li vedevo barcollare e raggrupparsi dentro gli autocarri per stendersi a sonnecchiare (una cosa che non tutti conoscono, è che durante il ramadan questi deficienti alla fine si privano anche del sonno, perché si alzano prima dell'alba per fare il pasto che non possono fare poi di giorno). I danni ci sono stati e anche significativi, anche se tutti facevano finta di niente. Hanno saldato un tubo 4 volte (un tubo grande che ci può stare una persona in piedi all'interno), il lavoro di saldatura prende una giornata intera, poi a sera fanno la radiografia con il cesio per vedere se la saldatura è perfetta, altrimenti il gas metano a 80 bar sai dove va a finire? Beh, la radiografia dava sempre difetto, alla fine per disperazione la saldatura l'hanno data per buona ma ho qualche sospetto che fosse come le altre. A me è capitato un piccolo incidente con uno di questi, uno che sarà stato un metro e novanta e cento chili, non so perché ma questi musulmani crescono, sarà la lettura del corano? Io lavoravo in sala quadri, ero anche abbastanza defilato sia dal caldo che dai rischi del cantiere. Un giorno dovevo sostituire alcuni componenti obsoleti degli armadi di elettronica, mi sono fatto portare un tavolaccio e l'ho sistemato nei pressi degli armadi, poi ho disposto tutte le apparecchiature nuove sul tavolaccio e ho iniziato a sostituire i pezzi. Man mano che cambiavo le apparecchiature, mettevo quelle vecchie sul tavolo, così all'ora di pranzo sul tavolo c'erano tutte le apparecchiature da rottamare. Mi apprestavo ad andare in mensa, quando 'sto tizio, uno di quelli che tiravano i cavi, arriva nel posto dove stavo lavorando. Lo vedo camminare come un ubriaco, i piedi larghi, poi oscillare e infine perde l'equilibrio e si schianta sul tavolaccio, fracassandolo. La roba vecchia rovina a terra e si stroscia tutta, l'elettronica industriale è ferraglia piuttosto pesante; meno male ho pensato, se crollava sulle apparecchiature nuove faceva un danno di milioni.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 15450
Età : 63
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum