su quale base scientifica...

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

su quale base scientifica...

Messaggio Da remigio il Lun 1 Giu - 8:58

Atei-evoluzionisti quale base scientifica hanno più dei credenti -creazionisti...per dire che Dio non esiste?
avatar
remigio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 359
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.04.11

Tornare in alto Andare in basso

su quale base scientifica...

Messaggio Da remigio il Lun 1 Giu - 8:59

Atei-evoluzionisti quale base scientifica hanno più dei credenti -creazionisti...per dire che Dio non esiste?
avatar
remigio
-------------
-------------

Numero di messaggi : 359
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 05.04.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Trixoi il Lun 1 Giu - 9:13

Secondo me, non può esistere una base scientifica o una prova per dire che qualcosa non esiste (soprattutto se impercettibile come Dio). Che poi è il principio su cui si basa la teiera di Russell. 
Dovrebbe essere il credente a portare delle prove """scientifiche""" dell'esistenza di Dio; ma fino ad ora non mi pare di averne viste

D'altronde se esistessero prove certe a favore del teismo o dell'ateismo, non staremmo qui a discuterne.
avatar
Trixoi
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 9
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 9:14

Quale dio?

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_divinità

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 9:16

Se qualcosa esiste, è direttamente posto sotto l'indagine conoscitiva e perciò scientifica.

Esattamente come il cervello: se qualcuno facesse coincidere "dio" o gli "dei" con una supermente, quest'ultima sarebbe un concetto scientifico a pieno ruolo, qualora esistesse.

Qualora esistesse.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 9:16

Non tutti i credenti sono creazionisti, comunque (e per fortuna, non si aggiunga demenza ad altra demenza)

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Assenzio il Lun 1 Giu - 10:22

Ma tu  Remigio, bazzichi ancora da queste parti sparando stronzate a raffica! 
Pensavo ti fossi stancato di esporre publicamente la tua sfrontata ignoranza.


E poi cos'è questa mania becera di associare sempre gli atei agli evoluzionisti e i credenti al creazionismo? Non ha nessun senso. Come non ha nessun senso ogni tuo intervento.
Conosco una marea di atei che ne sa nulla di evoluzione a parte un mucchio di luoghi comuni fritti e rifritti.

Per quanto poi riguarda gli "evoluzionisti", perché chiamarli così? non è mica una idea politica! Chiamiamoli con loro nome, sono biologi, e non sono certo tutti atei.

Uno dei padri fondatori della sintesi moderna, colui che ha detto "niente ha senso in biologia se non alla luce dell'evoluzione" era cristiano ortodosso, credente, devoto e estremamente praticante. Andava in chiesa tutte le mattine prima di andare in laboratorio.
Quattro dei maggiori biologi di oggi, Fancisco Ayala, Jean Chaline, Michel Morange e Kenneth R. Miller sono cristiani cattolici praticanti. E chissà quanti altri ce ne sono.
E sono darwinisti stretti.

Assenzio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 543
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 20.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 10:34

Questo thread è un revival di vecchi frequentatori, curioso

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Minsky il Lun 1 Giu - 11:25

remigio ha scritto:Atei-evoluzionisti quale base scientifica hanno più dei credenti -creazionisti...per dire che Dio non esiste?
Sterminate basi scientifiche, se è per questo. Inoltre, gli atei raramente sono affetti da sindromi che li inducono a moltiplicare i post... wink..

Justine ha scritto:Quale dio?

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_divinità
Ecco, appunto. Chiarisci che cosa significa "dio" e poi ti dimostrerò che quello di cui stai parlando non esiste.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14435
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Sun Tzu il Lun 1 Giu - 12:55

Contrappunto:la teoria dell'evoluzione non è atea e a prescindere dalle posizioni,questo è quello che dice certa  apologetica per aprire polemiche sterili e di stampo meramente ideologico (infatti solitamente sono il creazionismo di stampo evangelico,o il tradizionalismo cattolico),per altro lo si fa solo su internet in ambito accademico nemmeno si fanno avanti.La teoria dell'evoluzione come tutte le teorie scientifiche avanza di pari passo anche a nuove osservazioni.Apro parentisi:qualunque spiegazione scientifica è vera fino a dimostrazioni contrarie,ma questo alla base verte su un principio semplice:nessuna conoscenza sarebbe teoricamente finita,ovvero è sempre possibile che ci siano nuove osservazioni che ampliano la teoria,o la correggano,o possono lasciarla invariata finché non si osservano nuovi fenomeni.E quella che si chiama "ricerca scientifica",stando ovviamente entro il campo del metodo scientifico.Ovvero non c'è un tempo preciso in cui si possa affermare,pare,una conoscenza definitiva su tutti i fenomeni possibili nell'universo o della natura,semplicemente perchè ancora non c'è un'osservazione di tutti i fenomeni possibili dell'universo o della natura stessa,il che è correlato ai limiti umani e anche delle strumentazioni tecnologiche necessarie per le osservazioni.Al contrario è proprio la pseudoscienza che pretende una conoscenza definitiva e indubitabile.

In sintesi:se la conoscenza anche scientifica fosse assoluta e finita o definitiva, perchè fare ricerca scientifica?
----
Di contro non credo proprio a questo l'onni/scienza,omnia scientia,la capacità di conoscere qualunque cosa in maniera certa e assolutamente definitiva.Solo un concetto di fantasia potrebbe avere un simile attributo,non sto li a specificare chi sia per me.
----

Specifico cosa si intende per argomenti atei (comunemente detta "inesistenza" ma sono discorsi filosofici).Dimostrare un inesistenza non ha senso,perchè si deve almeno ammettere l'ipotesi perchè sussista anche solo una dimostrazione o per poterne parlare o dedurne delle contraddizioni.


Ovvero se postulata una divinità è possibile dedurne delle contraddizioni logiche o incompatibilità logiche sugli attributi,posta arbitrariamente l'idea di una divinità creatrice (però in questo contesto sarebbe il teismo non tanto una divinità particolare delle religioni istituzionalizzate,benché lo stesso concetto sia ripreso da varie teologie delle suddette)

http://infidels.org/library/modern/nontheism/atheism/logical.html


Logical arguments for atheism attempt to show that the concept of God is self-contradictory or logically inconsistent with some known fact. In the jargon of the philosophy of religion, the former type of logical arguments are sometimes called incompatible-properties arguments. These arguments attempt to demonstrate a contradiction in the concept of God. If an argument of this type were successful, it would mean that the existence of God is impossible; there is a 0% probability that God exists.
avatar
Sun Tzu
-------------
-------------

Numero di messaggi : 643
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da primaverino il Lun 1 Giu - 13:57

Minsky ha scritto:
remigio ha scritto:Atei-evoluzionisti quale base scientifica hanno più dei credenti -creazionisti...per dire che Dio non esiste?
Sterminate basi scientifiche, se è per questo.

Manco mezza*. La questione è mal posta e l'unico post sensato è quello di Assenzio.

*L'esistenza/non esistenza di dio (qualsiasi dio) non è oggetto di scienza al pari di qualsiasi teorizzazione filosofica.
Non c'è nessuna scienza degna di tale nome che ricerchi le "prove" di una divinità purchessia, né menchemeno una disciplina uguale di segno contrario.
Questioni di lana caprina prese a pretesto per sostenere le proprie opinioni/convincimenti. Argomenti deboli e inutili, comunque... Tempo perso.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 14:28

Il problema è che si assume a priori che non lo sia. Perché un fenomeno che -sussiste- non dovrebbe essere considerato, pur se con difficoltà (potrebbe pure non esserlo), conoscibile, in considerazione di un progresso che tempo permettendo continua a fornire spiegazioni su ció che aprioristicamente chi era sprovvisto di tali strumenti diceva inspiegabile?


Perché si assume che una divinità debba essere ineffabile e non spiegabile?
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 14:34

Anche perché qualcosa come: "credo in X, ma non so come opera X" mi pare pusillanime e ridicolo
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da primaverino il Lun 1 Giu - 15:20

Justine ha scritto:


Perché si assume che una divinità debba essere ineffabile e non spiegabile?

Perché viene meno il concetto fideistico.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 1 Giu - 15:34


_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da primaverino il Lun 1 Giu - 15:39

Appunto, Cos... Perché complicarsi la vita?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 15:48

Ma il problema è capire appunto in cosa consista questa fede
Siamo sicuri che porre fiducia (?) in un sasso o in una presupposizione mentale differisca?
E cosa cambia, con questa fiducia in ballo?
Il perno è tutto lì.

Io potrei aver fede nelle Sailor Starlights- hanno già salvato il salvabile più volte, e grazie mille per l'esimio atto, ma a conti fatti occorre proprio salvare?

Non è che 'sti dei sono annoiati?


_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 15:52

Agli dei toccherebbe l'orrenda sorte di non poter non esistere, mi piacerebbe poterli interrogare uno ad uno e domandare: "Figlio, perché ti crucci? Sparisci, te lo concedo!"
"Grazie, cara!"

Collassa l'universo, tutti a casa e amen.

Dovremmo scrivere una sceneggiatura, il guaio è trovare gli attori

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da primaverino il Lun 1 Giu - 16:07

Justine ha scritto:Ma il problema è capire appunto in cosa consista questa fede


Nel senso che è un problema tuo?
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 16:11

È una richiesta di circostanziazione: ad es. quando si parla di pressione, uno può pensare a Torricelli o ai Kilopascal a seconda, ma quando si parla di fede a che ci si riferisce?

Che le cose vadano come si vuole, che ci si voglia sentire accettati, protetti, o puniti per chi ha in testa divinità castigatrici... Frutti come questi?

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da primaverino il Lun 1 Giu - 16:23

Justine ha scritto:È una richiesta di circostanziazione: ad es. quando si parla di pressione, uno può pensare a Torricelli o ai Kilopascal a seconda, ma quando si parla di fede a che ci si riferisce?

Non è circostanziabile. Non oggettivamente, perlomeno, negli stessi termini di Torricelli o Kilopascal.

Pretendi razionalizzazione intorno ad un concetto non razionale. La Fede non è razionale, ergo dibatterne in termini razionali può ben alimentare il contatore dei post ma sempre di "niente" stiamo parlando.
avatar
primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 53
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 16:27

Abbiamo capito, ma è considerabile al pari di un sentimento? Se sì, come si parla di amore, ne possiamo discutere

Oppure occorre essere inumani per percepirla e descrivere che si prova quando la si sperimenta (non direi, dato che i centri cerebrali coinvolti sono stati rilevati)

Voglio capire se c'è di più rispetto alla canonica e mortalmente noiosa credenza da foglietto domenicale

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Cosworth117 il Lun 1 Giu - 16:33

primaverino ha scritto:Appunto, Cos... Perché complicarsi la vita?

Una volta facevo una fatica enorme a ricercare le contraddizioni del Dio cristiano, sia biblico/scientifiche, sia i paradossi sulle caratterisiche del Dio stesso... Sono centinaia sommando le 2 cose, ma è appunto inutile secondo me. È molto filosofico, e dopo un po' mi sono rotto le balle. Anche perché lo dovrei fare con ogni divinità... Il Rasoio di Occam è l'alternativa più economica. La scienza non dimostra l'inesistenza di Dio, ma ne fa a meno. Per negare l'esistenza di Dio bisogna utilizzare il suo stesso libro, però non è più mio argomento di discussione.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Sun Tzu il Lun 1 Giu - 16:44

Bhè da un qualunque testo sacro a qualunque religione appartenga,non ne si deduce una divinità.

Ma se la questione è di sola fede....non implica affatto che tutto il resto è fede.
avatar
Sun Tzu
-------------
-------------

Numero di messaggi : 643
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: su quale base scientifica...

Messaggio Da Justine il Lun 1 Giu - 16:54

Io continuo a non capire perché anche facendo esistere una supermente universale a cui arbitrariamente si assegna nome "dio" non la si possa qualificare come fenomeno conoscibile, pertanto scientifico, anche a prezzo duri sforzi nel dargli forme e contorni (vedi la materia oscura), ma va beh

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum