Riflessione sul ruolo delle religioni

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Justine il Mer 23 Set - 8:42

La religione (che alcuni senza tante osservanze politically correct hanno definito "malattia mentale") gode di uno speciale statuto di sovranità per cui se affermo di poter fare questo e quello in nome di tale divinità, incluso giurare, rimettere all'ordalia la vita di una persona, etc. è ok.
Se naturalmente promulgo gli stessi eventi utilizzando però come pretesto le mie action figures di Devilman, Sailor Moon o Calendar Man, vengo rinchiusa da qualche parte.

La differenza? L'accettazione a livello comunitario di un meme iniziale dotato di determinate caratteristiche; perdono di questo & quel peccato, bontà (?), favoreggiamento di un popolo, risoluzione di determinate controversie geopolitiche, etc. 

Probabilmente il Calendar Man di turno non viene chiamato a dirimere determinate controversie perché nei suoi "testi sacri" non si è mai schierato apertamente a favore, secondo la matita degli autori, alla "salvezza delle anime" o cose simili.

Il resto sembra non essere tradizione, e tutto ciò che tradizione non è, il culto rigetta.
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Rasputin il Mer 23 Set - 9:29

Pike, faccio mia la risposta di Jus...se non ti spiace.

Un po' per pigrizia, un po' perché sono davvero d'accordo

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50313
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da lupetta il Ven 25 Set - 10:18

"Si sono creati un dio a loro immagine e somiglianza per poter fare ciò che hanno sempre sognato" (cit.)

Credo non sia necessario aggiungere altro.
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9614
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Justine il Ven 25 Set - 10:23

L'etichetta "divino" è un calderone non meglio specificato di desideri a scelta; ma ribadisco, se vi aggiungessi anche il mio "voglio volare per le galassie con MegaMan e sconfiggere il dr. Wily, minaccia universale", verrei presa come se avessi qualche rotella fuori posto, anche se i contenuti sono ugualmente benevoli e mirati alla ricerca dell'equilibrio (?) cosmico

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 25 Set - 14:05

lupetta ha scritto:"Si sono creati un dio a loro immagine e somiglianza per poter fare credere ciò che hanno sempre sognato" (cit.)

Credo non sia necessario aggiungere altro.

La tua versione mi sembra più adatta alle istituzioni cattoliche. Nel caso dei credenti penso valga più il fix.

_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Steerpike il Mer 27 Gen - 18:33

Scusa per il tempo biblico di risposta...
Justine ha scritto:La religione (che alcuni senza tante osservanze politically correct hanno definito "malattia mentale") gode di uno speciale statuto di sovranità per cui se affermo di poter fare questo e quello in nome di tale divinità, incluso giurare, rimettere all'ordalia la vita di una persona, etc. è ok.
Se naturalmente promulgo gli stessi eventi utilizzando però come pretesto le mie action figures di Devilman, Sailor Moon o Calendar Man, vengo rinchiusa da qualche parte.

La differenza? L'accettazione a livello comunitario di un meme iniziale dotato di determinate caratteristiche; perdono di questo & quel peccato, bontà (?), favoreggiamento di un popolo, risoluzione di determinate controversie geopolitiche, etc. 

Probabilmente il Calendar Man di turno non viene chiamato a dirimere determinate controversie perché nei suoi "testi sacri" non si è mai schierato apertamente a favore, secondo la matita degli autori, alla "salvezza delle anime" o cose simili.

Il resto sembra non essere tradizione, e tutto ciò che tradizione non è, il culto rigetta.
Concordo, e il punto che volevo evidenziare è che per questo motivo le religioni hanno una finalità pratica e sono "utili" a chi le sostiene. Il dichiarativo delle religioni ha la sola funzione di giustificare il procedurale.
Per dirlo con una battuta, il contrario più appropriato di "religioso" non è scientifico; il contrario di "religioso" è "civile" (e infatti così si ripartiscono le festività).
avatar
Steerpike
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 2512
Località : ∫ -(∂ℋ/∂p) dt
SCALA DI DAWKINS :
35 / 7035 / 70

Data d'iscrizione : 01.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Paolo il Mer 27 Gen - 21:59

Scusa ma il contrario di religioso può essere "non credente" e non certo civile. Tutt'al più potresti dire laico ma non è il contrario ma solo un'alternativa nella gestione dei rapporti tra le persone.
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8745
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Riflessione sul ruolo delle religioni

Messaggio Da Rasputin il Mer 27 Gen - 22:04

Paolo ha scritto:Scusa ma il contrario di religioso può essere "non credente" e non certo civile. Tutt'al più potresti dire laico ma non è il contrario ma solo un'alternativa nella gestione dei rapporti tra le persone.

Secondo me si riferiva al contesto menzionato da Justine

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50313
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum