Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Minsky il Dom 10 Gen - 17:50

Paolo ha scritto:
holubice ha scritto:Boh,
io non so dove viviate voi, ma qui da me uno viene preso in giro se va alla messa. No se non ci va. Della religione non frega più nulla a nessuno da un bel po'.

I frutti di tutto questo li stiamo già raccogliendo...


Divorzi, è boom tra chi usa i siti di tradimento e dating online



"Le classifiche non lasciano spazio a dubbi: in Italia, soprattutto al nord, i matrimoni hanno vita sempre più breve. Lo dimostrano le recenti rilevazioni Istat, che mostrano come negli ultimi 15 anni, dal 2000 a oggi, le separazioni siano aumentate di circa il 25% e i divorzi di quasi il doppio. E se la legge sul divorzio breve ha dato un’ulteriore spinta alla decisione di molte coppie a dirsi addio, riducendo a soli 6 mesi le tempistiche nel caso di pratiche consensuali, le chat e i siti di incontri hanno ormai un ruolo preponderante nelle cause che stanno a monte della fatidica decisione."
(continua nel link)


crying


"Se Dio non c'è, allora tutto diventa è permesso ..."
(Fratelli Karamazov, grande libro ...)

Holub, quando ero bambino io per trovare un lavoro dovevi avere la lettera di presentazione del parroco se no non ti assumevano! Dichiarati ateo era peggio che dire che sei gay e correvi dei rischi. Erano gli anni 60. Tutto è cambiato con il 68 e solo chi ha vissuto quei tempi sa come era la mentalità del epoca. Vero Minsk?
Assolutamente. E aggiungo che il '68 è stato un momento di grande afflato anticlericale. "Se vedi nero spara a vista, o è prete o è fascista" si gridava nei cortei. E altri bellissimi slogan. "Cloro al clero" è nato in quegli anni. Poi è andato tutto a rotoli. Non ho capito com'è successo.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13758
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Minsky il Dom 10 Gen - 17:54

Armok ha scritto:
Parliamoci chiaro Paolo, la società bacchettona degli anni '60 che tu hai vissuto aveva anche dei risvolti sociali positivi: i giovani si sposavano presto, se non altro perché se uno non si sposava molto spesso la /i@a la vedeva col cannocchiale.

 Penso che per chi aveva di queste irrefrenabili esigenze esistessero le signorine allegre, anche cinquanta o sessanta anni fa.

Riguardo al discorso pensionistico, il denaro che in teoria dovrebbe pagare la propria pensione viene dal proprio lavoro, non da quello di altri.

Il punto è che tale denaro viene sputtanato dalla corruzione e cattiva gestione dei vari governi ( oltre a poter essere reso privo di valore in qualsiasi momento dai giochi della finanza ).

Comunque l'idea di sposarsi e figliare semplicemente per poter fare sesso è...

squallida.

Almeno, io la trovo squallida.
Concordo. E comunque Holu non c'era, e ha detto una cazzata. Ai miei tempi si trombava, eccome! Anche le "figlie di Maria". Eran le prime a darla via... mgreen

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13758
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Minsky il Dom 10 Gen - 17:55

lupetta ha scritto:non ho figli ( e non ne voglio), io sono stata cresciuta da una nonna cattobigotta ignorante, quindi obbligata a fare la comunione e ad osservare i principi morali cattolici, ero una donna mediovale che viveva nel medioevo.
i bambini di oggi sono molto più informati di noi, hanno dei genitori diversi, quindi capiscono da soli che dio non esiste. come gli succede con babbo natale.
io sono contro le proibizioni a priori, è verissimo che la religione fa male, ma è anche vero che la migliore educazione è la libertà. i bambini quindi dovrebbero essere liberi di scegliere se essere religiosi oppure no, se vengono ateizzati facciamo lo stesso errore dei credenti e li spingiamo verso la religione.
mia cugina voleva andare al catechismo, perchè ci andavano tutte le sue amichette e perchè avrebbe avuto una festa in suo onore, con pranzo al ristorante e regali (questo interessa ai bambini), la madre, atea, le ha spiegato che cosa significasse fare la comunione, ma la ragazzina si sentiva esclusa ed emarginata dalle amichette, la madre l'ha iscritta allora al catechismo, e dopo un paio di volte, la bambina non ci è più voluta andare ( e non ha fatto la comunione).
Perfetto. ok2

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13758
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Rasputin il Dom 10 Gen - 18:15

Armok ha scritto:
Boh,
io non so dove viviate voi, ma qui da me uno viene preso in giro se va alla messa.

Io alle elementari ho preso botte dai compagni perchè non frequentavo messa e catechismo. Quando ne ho parlato con la direttrice didattica la prima cosa che mi ha chiesto è "ma perchè non ci vai?".

In un paese civile, veniva sporta denuncia contro insegnante e genitori...

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da holubice il Lun 11 Gen - 13:08

chef75 ha scritto:Mi interessava sapere da Holu dov'era il problema se aumentano i divorzi.
Prima di tutto la grande sofferenza dei figli, quando ci sono. Il vedere i propri genitori litigare per il resto dei loro giorni per i soldi dati o non dati, piccole e grandi ripicche, etc.

Ed anche per gli ex sposi la faccenda è triste. Avevo due signore appena divorziate al lavoro, le sentivo sempre litigare al telefono con gli ex coniugi, incazzarsi con gli stessi figli se davano retta al padre e non a loro, telefonate all'avvocato per pignorare la scrivania del marito se non arrivava l'assegno. E questo era solo l'incipit delle telefonate, non oso pensare cosa si dicevano quando si appartavano con il cellulare.

Ecco, per problemi, intendo questi siparietti qui ...



Ma a te che te ne frega ...



...  tu vai in Santa Cruz ....  mgreen



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6150
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da holubice il Lun 11 Gen - 13:12

lupetta ha scritto:... io sono contro le proibizioni a priori, è verissimo che la religione fa male, ma è anche vero che la migliore educazione è la libertà. i bambini quindi dovrebbero essere liberi di scegliere se essere religiosi oppure no, se vengono ateizzati facciamo lo stesso errore dei credenti e li spingiamo verso la religione.
...
Oh, ecco, finalmente parole sensate.

Io sarei per un una cresima fatta come l'ho fatta io. Ovvero dopo i 30 anni.

Royales

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6150
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Gen - 14:03

holubice ha scritto:
chef75 ha scritto:Mi interessava sapere da Holu dov'era il problema se aumentano i divorzi.
Prima di tutto la grande sofferenza dei figli, quando ci sono. Il vedere i propri genitori litigare per il resto dei loro giorni per i soldi dati o non dati, piccole e grandi ripicche, etc.

Ed anche per gli ex sposi la faccenda è triste. Avevo due signore appena divorziate al lavoro, le sentivo sempre litigare al telefono con gli ex coniugi, incazzarsi con gli stessi figli se davano retta al padre e non a loro, telefonate all'avvocato per pignorare la scrivania del marito se non arrivava l'assegno. E questo era solo l'incipit delle telefonate, non oso pensare cosa si dicevano quando si appartavano con il cellulare.

Ecco, per problemi, intendo questi siparietti qui ...[...]

Basterebbe eliminare il matrimonio e vedi come gran parte dei problemi nemmeno sussistono

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da primaverino il Lun 11 Gen - 14:07

Rasputin ha scritto:

Basterebbe eliminare il matrimonio e vedi come gran parte dei problemi nemmeno sussistono

Credilo pure se ti fa piacere... moon

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Gen - 14:09

primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:

Basterebbe eliminare il matrimonio e vedi come gran parte dei problemi nemmeno sussistono

Credilo pure se ti fa piacere... moon

Non lo "Credo". Per una semplice sottrazione di cause, è perfettamente lecito supporlo.

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da primaverino il Lun 11 Gen - 14:22

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:

Basterebbe eliminare il matrimonio e vedi come gran parte dei problemi nemmeno sussistono

Credilo pure se ti fa piacere... moon

Non lo "Credo". Per una semplice sottrazione di cause, è perfettamente lecito supporlo.

E' lecito supporre qualsiasi cosa...
Per esempio si può lecitamente supporre che qualsiasi litigio venga meno solo abolendo/riformando la "forma"...
Lecito tanto quanto pensare che abolendo le religioni non ci si combatta per qualsiasi altra cosa o abolendo il petrolio non si combatterebbero più guerre o abolendo il denaro saremmo tutti "uguali e pacifici".
L'unico modo per avere la pace nel mondo è "abolire" il genere umano...
Ma pure auspicarne la rapida estinzione è del tutto idiota oltreché autocastrante...

Ieri, se non sbaglio, Minsky ricordava i "bei tempi" del Sessantotto non capacitandosi di come mai le cose non siano cambiate secondo auspicio.
Secondo me non è cambiato nulla perché non si è fornita un'alternativa valida e praticabile nel lungo termine a quella (pur squallida e deprimente come ti pare) permanente nello statu quo.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4755
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Rasputin il Lun 11 Gen - 17:44

primaverino ha scritto:
E' lecito supporre qualsiasi cosa...
Per esempio si può lecitamente supporre che qualsiasi litigio venga meno solo abolendo/riformando la "forma"...
Lecito tanto quanto pensare che abolendo le religioni non ci si combatta per qualsiasi altra cosa o abolendo il petrolio non si combatterebbero più guerre o abolendo il denaro saremmo tutti "uguali e pacifici".
L'unico modo per avere la pace nel mondo è "abolire" il genere umano...
Ma pure auspicarne la rapida estinzione è del tutto idiota oltreché autocastrante...

Ieri, se non sbaglio, Minsky ricordava i "bei tempi" del Sessantotto non capacitandosi di come mai le cose non siano cambiate secondo auspicio.
Secondo me non è cambiato nulla perché non si è fornita un'alternativa valida e praticabile nel lungo termine a quella (pur squallida e deprimente come ti pare) permanente nello statu quo.

1- non è lecito supporre qualsiasi cosa, almeno se si è - o si cerca di essere - intellettualmente onesti. È lecito supporre qualcosa se ci sono almeno degli indizi a favore.

2- È lecito supporre che abolendo una qualsiasi causa ne scompaiano gli effetti; non mi pare corretto supporre arbitrariamente che eliminata una causa ne subentri un'altra, cosa ovviamente non impossibile ma tutta da vedere.

3- non ho parlato di "Pace nel mondo", bensí di un'istituzione ormai superata e - statistiche alla mano, di cui tra l'altro fai parte anche tu - dannosa.

4- sul 68 direi, non posso che concordare, ma non vedo come si possa estendere il principio "Erga omnes" wink..

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49368
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da chef75 il Lun 11 Gen - 18:08

holubice ha scritto:
chef75 ha scritto:Mi interessava sapere da Holu dov'era il problema se aumentano i divorzi.
Prima di tutto la grande sofferenza dei figli, quando ci sono. Il vedere i propri genitori litigare per il resto dei loro giorni per i soldi dati o non dati, piccole e grandi ripicche, etc.




Ma dimmi un pò,  secondo te non è peggio invece che i figli crescono assieme a dei genitori che bisticciano tutti i giorni e magari arrivano pure alle mani il tutto difronte alla prole??

Siccome io le ho viste queste cose e so di bimbi, figli di parenti, che hanno subito ciò, ti posso dire che è molto meglio x la salute piscologica di un bimbo che i genitori arrivati a quel punto si separino.

Quando mia madre ha chiesto alla figlia di suo nipote (mio cugino) se le dispiaceva che si erano separati i genitori lei ha risposto: "meglio così, almeno non bisticciano dalla mattina alla sera ".

Quindi non raccontiamoci stronzate, è bene per un bimbo crescere con i genitori che vanno d'amore e d'accordo ma quando l'amore finisce e subentrano i problemi è meglio la separazione.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7630
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da Michela.B il Mar 12 Gen - 20:11

 la madre, atea, le ha spiegato che cosa significasse fare la comunione, ma la ragazzina si sentiva esclusa ed emarginata dalle amichette, la madre l'ha iscritta allora al catechismo, e dopo un paio di volte, la bambina non ci è più voluta andare ( e non ha fatto la comunione).

Eeeeh quanto spero succeda così!! :D :D

Michela.B
------------
------------

Numero di messaggi : 5
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 09.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Genitori non credenti in Italia: come comportarsi?

Messaggio Da lupetta il Mar 12 Gen - 20:48

holubice ha scritto:Oh, ecco, finalmente parole sensate.

Io sarei per un una cresima fatta come l'ho fatta io. Ovvero dopo i 30 anni.

Royales
io invece sarei per una cresima fatta come l'ho fatta io. Ovvero MAI

lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9602
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum