Colonia, capodanno 2015-2016

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Sab 23 Gen - 20:43

Minsky ha scritto:

boxed

Bah...i diciassettenni deficienti ci sono ovunque

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Gio 28 Gen - 12:32

ANSA ha scritto:Migranti: la Svezia espellerà 80 mila profughi. Charter per i rimpatri

Affonda barcone in Grecia, 12 annegati, tra cui 8 bambini

Redazione ANSA ATENE
28 gennaio 2016 13:20

Svezia espellerà 80.000 richiedenti asilo - La Svezia intende espellere fino a 80.000 richiedenti asilo la cui domanda è stata respinta, ha annunciato il ministro degli Interni citato dalla Bbc. Anders Ygeman ha spiegato che voli charter saranno utilizzati per deportare i migranti nell'arco di diversi anni. Circa 163.000 migranti e rifugiati hanno chiesto asilo in Svezia nel 2015 - ricorda la Bbc -, il numero più alto pro capite in Europa: dei circa 58.800 casi trattati l'anno scorso, il 55% delle richieste sono state accettate. La Svezia a inizio settimana è diventata l'ultimo di una serie di paesi europei che hanno registrato tensioni sul fronte di episodi di violenza legati ai migranti: un richiedente asilo di 15 anni è stato arrestato vicino Gothenburg dopo aver ucciso a coltellate una ventiduenne dipendente di centro di asilo.

Continua ad aggravarsi il bilancio di vittime del naufragio di un barcone di migranti avvenuto la notte scorsa al largo dell'isola greca di Samo. Sono 18 i corpi recuperati finora dalla Guardia costiera greca. Le vittime sono 8 bambini, una donna e 3 uomini. Proseguono le ricerche in mare di eventuali dispersi.

Ieri un altro naufragio: almeno sei i morti, tra cui un bambino a largo dell'isola di Kos in Grecia. A bordo del barcone affondato c'erano tra i sei e i 10 migranti, ha detto uno dei sopravvissuti.

Gb non accoglierà bimbi non accompagnati già in Ue - La Gran Bretagna intende accogliere bambini non accompagnati dalla Siria e da altre zone di conflitto, ma non quelli già fuggiti in Europa. Lo rende noto il ministero degli Interni, citato dalla Bbc. Il ministero spiega che lavorerà con l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) per identificare "casi eccezionali" di bambini in Siria e nei paesi vicini che necessitino di asilo. Viene quindi confermata la linea dura sul dossier immigrazione tenuta finora dal governo conservatore di David Cameron e smentite rivelazioni di stampa secondo le quali, su pressione di varie ong e associazioni caritative britanniche, il primo ministro avrebbe avuto in mente un piano ad hoc per aprire le porte a "3.000 bambini non accompagnati" gia' sbarcati in altri paesi europei.

Ue, piano per accogliere 250mila migranti da Turchia La presidenza di turno olandese dell'Ue sta lavorando a un piano che prevede di accogliere fino a 250mila migranti provenienti dalla Turchia. In cambio Ankara si dovrebbe impegnare a riprendere tutti i migranti che sbarcano illegalmente sulle isole greche. Questo, in sintesi, il piano annunciato alla stampa locale dal leader del partito socialdemocratico olandese (Pvda) Diederik Samsom e che, secondo lo stesso Samsom, ha il sostegno del premier Mark Rutte, attuale presidente di turno dell'Ue.

Macedonia riapre frontiera con Grecia - La Macedonia ha riaperto a migranti e profughi la frontiera meridionale con la Grecia, rimasta chiusa per alcune ore da ieri pomeriggio. Come riferiscono i media locali, a indurre le autorità di Skopje a chiudere temporaneamente il confine sarebbero state difficoltà a catena nel sistema dei trasporto dei migranti lungo la direttrice della rotta balcanica, e l'eccessivo affollamento dei campi e dei centri di accoglienza nei vari Paesi lungo tale rotta. E' stata la terza volta negli ultimi due mesi che la Macedonia ha chiuso temporaneamente ai profughi la sua frontiera con la Grecia.

Renzi alla Faz, controllare meglio frontiere Ue - "Dobbiamo controllare meglio le frontiere dell'Ue". Lo dice Matteo Renzi in un'intervista alla Faz. "I profughi che vengono dai paesi in guerra vanno salvati, ma quelli che vengono da altri paesi devono essere mandati indietro". Al richiamo spesso fatto all'Italia di non registrare i migranti, Renzi risponde: "Era così. Ma al momento abbiamo gli hotspots in Sicilia, e ne allestiamo un altro nel nordovest. I migranti saranno tutti registrati, il 100%, con le loro impronte digitali" e sempre più anche rilievi fotografici, spiega. Indicazioni che poi finiscono nei database internazionali.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Ven 29 Gen - 14:51

Assistente Cortana: forse potrebbe interessarti anche ...

Germania, bomba contro il centro profughi



"Attentato fallito con una bomba a mano contro un centro accoglienza profughi di Villingen-Schwenningen, in Baden-Wuerrtemberg. Secondo quanto ha riferito la polizia, questa notte, attorno all’1.15, sconosciuti hanno lanciato oltre il recinto di sicurezza che circonda il centro una bomba a mano, che non è esplosa. Gli addetti alla sicurezza hanno scoperto l’ordigno e fatto scattare l’allarme. Subito sono intervenuti polizia e vigili del fuoco. Nel centro sono ospitati 176 profughi." (continua nel link, e in giro per l'Europa ...)



no!

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Ven 29 Gen - 15:29

Io ho sentito per caso la notizia alla radio, il bello è che di fronte a questi episodi si stupiscono pure...o fanno finta di stupirsi, chissà

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Ven 29 Gen - 17:01

Rasputin ha scritto:Io ho sentito per caso la notizia alla radio, il bello è che di fronte a questi episodi si stupiscono pure...o fanno finta di stupirsi, chissà
In effetti uno non dovrebbe stupirsi ...


... è solo un dejà vu ...


boxed

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Ven 29 Gen - 17:08

holubice ha scritto:Assistente Cortana: forse potrebbe interessarti anche ...

Germania, bomba contro il centro profughi



"Attentato fallito con una bomba a mano contro un centro accoglienza profughi di Villingen-Schwenningen, in Baden-Wuerrtemberg. Secondo quanto ha riferito la polizia, questa notte, attorno all’1.15, sconosciuti hanno lanciato oltre il recinto di sicurezza che circonda il centro una bomba a mano, che non è esplosa. Gli addetti alla sicurezza hanno scoperto l’ordigno e fatto scattare l’allarme. Subito sono intervenuti polizia e vigili del fuoco. Nel centro sono ospitati 176 profughi." (continua nel link, e in giro per l'Europa ...)



no!
Ho sentito la notizia a Radio24. Una notiziona? Quelli della Confindustria hanno detto "attentato sventato". Sventato 'sto par di balle, la bomba era difettosa. "Attentato fallito" è più corretto.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Sab 30 Gen - 12:53

German admin ordered CCTV of Cologne attack, erased

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Sab 30 Gen - 12:58

STUPRI IN PISCINE SVEDESI

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Sab 30 Gen - 21:43

L'Orizzonte degli Eventi ha scritto:martedì 26 gennaio 2016

Le cagne di Pavlov

Riusciamo finalmente a ricapitolare e a chiudere il discorso sui fatti di Capodanno a Colonia, al netto del negazionismo ancora imperante da parte della quarta internazionale e delle femministe? Pare di si.

Il governo del Nord-Reno Westfalia, per bocca del ministro degli interni Ralf Jäger, ha appena presentato al suo parlamento il rapporto ufficiale finale, pubblicato sulla Bild con il titolo "La lista della vergogna" (tradotto in inglese dal sito Breitbart).  
Nel rapporto sono elencate le 821 denunce sporte solo nella città di Colonia - ma il numero totale delle vittime ammonterebbe a più di mille - che riguardano reati che vanno dallo scippo fino a ben 359 casi di aggressione a scopo sessuale e di stupro di gruppo.
I primi episodi denunciati risalgono alle ore 20.00 del 31 dicembre 2015, con la prima aggressione sessuale alle 20.30, ma il Rape Party condotto secondo le modalità dell'infame taharrush gamea, convocato tra gli immigrati nordafricani e mediorientali non solo nel Nord Reno Westfalia ma in tutta la Germania e in altri paesi nordeuropei  - segno inequivocabile di premeditazione e coordinazione in stile swarm attack, come ho già fatto notare nei post precedenti - andò avanti per tutta la notte.

I perpetratori dei crimini di capodanno agirono praticamente indisturbati perché è ormai dimostrato che le forze dell'ordine attesero fino ad oltre mezzanotte prima di intervenire nelle strade e piazze dove stava accadendo l'inferno, documentato anche da questa testimonianza di un'italiana a Colonia. Ricordo, tra parentesi, che invece le autorità finlandesi erano state messe in guardia preventivamente da qualche tipo di intelligence, proprio dai tedeschi.
Il 1° gennaio la Polizia di Colonia rilasciò un surreale comunicato del tipo: "Tutto si è svolto in tranquillità questa notte". Non si sa se per coprire la propria impreparazione di fronte ad un fenomeno totalmente nuovo (un nuovo tipo di attacco terroristico, in pratica) che alcuni suoi esponenti hanno ammesso in seguito non sarebbero comunque stati in grado di affrontare, oppure per parare il culone alla cancelliera che aveva appena raccontato ai tedeschi, tutta vestita di rosso, nel suo messaggio di fine anno, quanto sono belli&buoni i migranti e quanto dobbiamo accoglierli con generosità.

La censura più grave comunque riguardò i media di tutta Europa. Si dovettero attendere giorni, in alcuni casi fino ad una settimana, prima che le notizie, accuratamente ignorate, giungessero finalmente in testa ai titoli di cronaca.
Ora si sa finalmente che quello di San Silvestro fu un attacco preordinato e condotto da immigrati islamici, alcuni dei quali introdottisi in Germania spacciandosi come profughi e compresi minorenni della terza generazione (per la serie i grandi successi dell'integrazione). La matrice islamica è confermata anche grazie al solito immancabile imam troppo sincero che ha sentito il bisogno - excusatio non petita - di addossare la colpa di ciò che accadde alle tedesche ai loro abiti succinti (in dicembre?) e ai loro profumi.

Tutto ciò viene rivelato mentre Angela Merkel, secondo un insigne psichiatra tedesco, sarebbe sull'orlo di una crisi di nervi per essersi lasciata andare al delirio di potenza dell'accoglienza no limits senza premunirsi di uno straccetto di piano B. La "statista" non si è nemmeno accorta che qualcuno le ha dichiarato guerra, se è per questo, e che lo scherzetto degli stupratori con il dito le costerà probabilmente la carriera. Ecco cosa accade a non guardarsi le spalle mentre ci si preoccupa solo di fottere i propri vicini. Io il burn-out della Mutti lo chiamerei, se il collega me lo permette, Disturbo da Stress Post Distruzione dell'Europa.

Tirate le conclusioni di ciò che è accaduto, qualcuno si sta chiedendo per caso, oltre a chi potrebbe aver organizzato l'attacco alle donne europee, Merkel compresa, chi ha deciso, dall'alto, di occultare ancora una volta la verità sui crimini sempre più frequenti commessi dai "nuovi europei" ai danni degli indiani d'Europa? Verità che, dopo il tappo saltato a San Silvestro, sta venendo fuori con cifre da capogiro e sempre nuove segnalazioni di coperture e muri di gomma governativi giustificati da esigenze di antirazzismo. Antirazzismo a senso unico, naturalmente. Gli uomini che odiano le donne sono liberi, a quanto pare, di passare all'azione, se vengono da fuori.
Qualcuno si sta chiedendo da noi in Italia, inoltre, come mai finora l'unica iniziativa politica di analisi e condanna dei fatti di Capodanno è stata organizzata dall'opposizione? Perché vi è stato il silenzio delle donne del governo, del PD, del fottisindacato, della società civile e di tutto il cucuzzaro e anche del sempre attento Beppe Grillo che, sul suo blog, ha atteso il 14 gennaio, per giunta riprendendo solo un ottimo articolo di Marcello Foa pubblicato sul Giornale? Quale grande manovratore ha avuto paura di disturbare, se è concessa la malizia? O era troppo impegnato al cancello? Saranno sfumature e sottigliezze ma rischiano di diventare prove.

E le cagne, direte voi? Eccomi. Sono andata a vedere se, dopo la conclusione dell'inchiesta sui fatti di Colonia, le sorelle di quelle ragazze traumatizzate a Colonia avevano avuto un moto di vergogna e avessero sentito il bisogno di scusarsi, magari imputando l'ignoranza alla cappa di silenzio mediatico. Voglio essere generosa, va'.
Macché, il loro migrante immaginario, il buon selvaggio inesistente del cui giudizio hanno una paura fottuta, è ancora lì, nelle loro testoline, a cercare di convincerle che non è successo niente. E difatti, come Jack Torrance di fronte alla Adler all'Overlook Hotel, continuano a ripetere: " Non è successo niente, non è successo niente, non è successo niente..."

Il cortocircuito del femminismo è lo stesso del '68. Uccidere il padre. E, in più, senza aver fatto i conti con la madre, che per altro odiano ancora di più. Quindi, per alleviare la propria sofferenza, è auspicabile la scomparsa della propria specie. Solo un grande desiderio di autodistruzione può spiegare questi tempi all'insegna della dittatura del kali yuga femmina.

Se in questi giorni il giustificazionismo dell'esemplare peggiore di predatore, ovvero lo stupratore di guerra, ha raggiunto vette insuperabili nel mondo femmidiota e in quello parallelo dei femmicicisbei, negandone le colpe e sostituendolo con il buon selvaggio inesistente attraverso una vera e propria character santification, è perché questo Unico Grande Cervello misericordioso, passivo, perennemente mestruato che è il cervello formato da un unico enorme emisfero sinistro, per giunta sottomesso ai voleri del peggiore ultracapitalismo, ha bisogno di sentirsi buono con chiunque sia altro da sé. Avete più possibilità di sopravvivere alla loro furia autogenocida se siete un anellide o una tenia, piuttosto che un(a) loro simile.
Credevo sinceramente di non dover più sentire in vita mia e per giunta da delle donne, dei dotti distinguo tra "vero stupro" (il dito non conta, a quanto pare) e atti di libidine violenta come ai tempi dei processi alle violentate degli anni settanta. Tanto più quando ogni giorno viene chiamato stupro qualsiasi atto compiuto dal maschio indiano d'Europa sul "corpo delle donne".
Rendo onore a Lorella di essersi accorta di qualcosa di patologico nella reazione delle femministe e dei loro eunuchi, in Italia ma non solo, in questo mese, ma temo di non aver visto altre mani alzate in sala.

Gli esempi di collaborazioniste da rapare a zero si sprecano ma vorrei citare un piccolo parterre de reines.
Come la professoressa norvegese Unni Wikan che nei suoi lavori dichiara che "la donna norvegese deve capire che viviamo in una società multiculturale e che deve adattarsi ad essa." Forse anche all'infibulazione e non solo al velo, dobbiamo sottintendere?
Le coloniesi che si scusano con i selvaggi per la xenofobia offrendo loro rose.
Oppure quella che "i talebani mi hanno violentata, ma con rispetto".
Questa che snocciola il rosario dei benaltrismi in un articolo che è il Modello Unico sul quale sono stati scritti tutti i contributi di stampo sinistro-femminista sui fatti di Colonia. Sembra che si mettano d'accordo ma vi spiegherò poi nei prossimi giorni perché ragionano proprio tutti con lo stesso cerebro.

L'apice però lo tocca questa cretina accademica che addirittura "a volte non vorrebbe essere bianca".
Ma no, mica al mare quando tutti sono già abbronzati e tu sei appena arrivata uscendo dall'inverno passato in ufficio. Lei, Ali Michael, soffre tanto per quello che i bianchi hanno fatto al resto del mondo, popolato da colorati carini e coccolosi e senza peccato. Soffre talmente che decise di non riprodursi, per non godere del privilegio biologico di nascere bianchi. Leggete, leggetene tutti.
Chissà se il collega tedesco avrebbe tempo di farci una diagnosi espressa anche per questa. Io penso semplicemente che il suo babbo e la sua mamma non l'abbiano amata abbastanza da piccola. Oppure l'abbiano picchiata, ma non abbastanza.

Addendum


Di fronte ad un'immagine come questa, riesce il Grande Cervello Unico degli auto€genocidi a spiegarsene il senso? La Svezia non ha mai colonizzato nessuno, è il paese più generoso in termini di welfare. Oggi si sta praticamente autodistruggendo in nome dell'accoglienza. Quindi, per quale diavolo di motivo questi esagitati diversamente svedesi ne bruciano la bandiera?
Sarà Sindrome di Stoccolma?


http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2016/01/le-cagne-di-pavlov.html

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Dom 31 Gen - 7:20

Minsky ha scritto:
L'Orizzonte degli Eventi ha scritto:
Di fronte ad un'immagine come questa, riesce il Grande Cervello Unico degli auto€genocidi a spiegarsene il senso? La Svezia non ha mai colonizzato nessuno, è il paese più generoso in termini di welfare. Oggi si sta praticamente autodistruggendo in nome dell'accoglienza. Quindi, per quale diavolo di motivo questi esagitati diversamente svedesi ne bruciano la bandiera?
Sarà Sindrome di Stoccolma?


http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2016/01/le-cagne-di-pavlov.html
Be', non proprio ...

IL FATTO: Svezia, raid di 200 incappucciati contro i migranti: “Punire i bambini rifugiati”


"La Svezia che ripristina i controlli alle frontiere e annuncia di voler rimpatriare 80mila immigrati senza requisiti per ricevere asilo scopre l’anima razzista che alberga tra i suoi cittadini. Vestiti di nero e con un cappuccio sulla testa, tra le 100 e le 200 persone hanno compiuto una violenta incursione nella stazione centrale di Stoccolma, picchiando gli immigrati e distribuendo volantini con minacce di “punizione” ai “bambini nordafricani“." (CONTINUA NEL LINK)


boxed

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Dom 31 Gen - 7:28

Altra fonte:

CORSERA: Svezia, uomini mascherati a caccia di nordafricani



"Una missione punitiva di «uomini neri» contro bambini stranieri nel centro di Stoccolma. Hooligan, dice la polizia, estremisti di destra vestiti di scuro coi cappucci delle felpe tirati sugli occhi e le sciarpe a coprire la bocca, dichiaratamente a caccia «di bambini nordafricani che vagano in strada». Radunati nel buio di venerdì sera in una sorta di flash mob del terrore con lo slogan: «Adesso basta!». Qualcuno è stato fermato, qualcun altro segnalato. Ma è evidente che la Svezia sta vivendo una stagione di paure. Non nuove, ma mai così esasperate." (continua nel link)

boxed


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Dom 31 Gen - 9:56

È la reazione ad un problema che stava sobbollendo da anni e anni. Ora la pentola bolle forte, spande e trabocca.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Dom 31 Gen - 12:30

Ma quale anima razzista, ma quale estremismo di destra porcodío ma fatemi il piacere

ne hanno i coglioni pieni ed hanno ragione, intervengono - certamente non nella maniera giusta - perché chi dovrebbe farlo per loro, che tra l'altro pagano fior di imposte, non lo fa

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Dom 31 Gen - 15:38

Un gruppo che è su fb ben dal 2011 di cui ho conosciuto l'esistenza solo oggi:

Di sinistra e antirazzista, ma contro l'invasione straniera.

Molto interessante.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Dom 31 Gen - 15:44

Rasputin ha scritto:Ma quale anima razzista, ma quale estremismo di destra porcodío ma fatemi il piacere

ne hanno i coglioni pieni ed hanno ragione, intervengono  - certamente non nella maniera giusta - perché chi dovrebbe farlo per loro, che tra l'altro pagano fior di imposte, non lo fa
Io voglio proprio vedere che succede questa estate.



... per me ne vedremo delle belle. E con Ventimiglia, Chiasso ed il Brennero chiusi ermeticamente, diverremo il lazzaretto d'Europa.

Per me quelli della Marina manderanno in giro mini sommergibili ad affondare i barconi di nascosto.

boxed



holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Dom 31 Gen - 16:55

holubice ha scritto:...

Per me quelli della Marina manderanno in giro mini sommergibili ad affondare i barconi di nascosto.

boxed


O magari il kraken! mgreen



In effetti ci hanno già pensato. Mi ricordo che ancora mesi e mesi fa parlavano di andare in Libia a distruggere i barconi (ovviamente vuoti, ancora a riva). L'idea era buona e infatti non hanno fatto niente. Anzi il colmo è che, quando recuperano i migranti in mare, il barcone lo lasciano dov'è, mica lo affondano o lo rimorchiano in porto per demolirlo. Così buona parte dei barconi poi vengono recuperati dai trafficanti e riutilizzati più e più volte. Si può essere così idioti?

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Dom 31 Gen - 18:16

Minsky ha scritto:
In effetti ci hanno già pensato. Mi ricordo che ancora mesi e mesi fa parlavano di andare in Libia a distruggere i barconi (ovviamente vuoti, ancora a riva). L'idea era buona e infatti non hanno fatto niente. Anzi il colmo è che, quando recuperano i migranti in mare, il barcone lo lasciano dov'è, mica lo affondano o lo rimorchiano in porto per demolirlo. Così buona parte dei barconi poi vengono recuperati dai trafficanti e riutilizzati più e più volte. Si può essere così idioti?

Non mi pare si tratti di idiozia, ma di pianificazione.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Lun 1 Feb - 15:37

Minsky ha scritto:
In effetti ci hanno già pensato. Mi ricordo che ancora mesi e mesi fa parlavano di andare in Libia a distruggere i barconi (ovviamente vuoti, ancora a riva). L'idea era buona e infatti non hanno fatto niente. Anzi il colmo è che, quando recuperano i migranti in mare, il barcone lo lasciano dov'è, mica lo affondano o lo rimorchiano in porto per demolirlo. Così buona parte dei barconi poi vengono recuperati dai trafficanti e riutilizzati più e più volte. Si può essere così idioti?
Con le frontiere di Francia, Svizzera e Austria chiuse ermeticamente, spettacoli come questo diverranno la norma ...



... ed anche il carattere umanitario dell'azione della Marina Italiana cambierà decisamente. 

E' facile fare gli umanitari, quando sai benissimo che il 95% di quelli che raccogli prenderanno subito un treno diretto a Francoforte o a Stoccolma. I classici froci con il culo di altri. Vedrete, presto comparirà lo stesso messaggio in Italiano (e sottotitoli in arabo) in tutte le tv dell'altra sponda del mediterraneo:






Per approfondire:

IL POST: Con l’immigrazione si può fare come l’Australia?



"... La politica del governo australiano è molto semplice: chi arriva via nave non avrà mai garantito il diritto di stabilirsi in Australia. In pratica, questo significa che il governo australiano ha schierato un grosso numero di unità per sorvegliare le sue acque in modo da poter intercettare le imbarcazioni che si avvicinano alle sue coste. Chi arriva può andare incontro a due diverse situazioni. La sua imbarcazione potrebbe essere trainata nuovamente verso i porti di partenza, oppure gli occupanti potrebbero essere inviati nei centri di identificazione stabiliti in Papua Nuova Guinea e nell’isola di Nauru, dove le loro eventuali domande di asilo vengono esaminate e dove si riceve un permesso di residenza nel caso venga riconosciuto il diritto di asilo.
I respingimenti possono avvenire in due modi. In un caso le navi della marina militare o della guardia costiera intercettano l’imbarcazione, un gruppo di abbordaggio sale a bordo e collega con un cavo la barca dei migranti con la nave australiana. A quel punto i migranti vengono rimorchiati fino alle acque territoriali da dove sono partiti, principalmente quelle indonesiane, e quindi abbandonati. Il secondo metodo di respingimento invece avviene in un secondo momento. I migranti vengono prelevati dalle imbarcazioni e inviati nei centri di detenzione temporanea nelle isole di Horn, Christmas, oppure nella città di Darwin, sulla terraferma australiana. Da lì, dopo alcuni giorni, vengono deportati nei paesi di partenza. In alcuni casi, i migranti sono stati sistemati su imbarcazioni di salvataggio, quindi trainati fino alle acque costiere dell’Indonesia e lì abbandonati. Il governo australiano ha dichiarato che nessun migrante ha perso la vita in seguito a questo tipo di operazioni.
..."


Della serie: ti prendo per un orecchio, e ti riporto da dove sei partito.



 eeeeeeek

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Lun 1 Feb - 19:02

Gli australiani se ne intendono, discendono anche loro da una stirpe di immigranti galeotti mgreen

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Lun 1 Feb - 22:00

holubice ha scritto:Altra fonte:

CORSERA: Svezia, uomini mascherati a caccia di nordafricani



"Una missione punitiva di «uomini neri» contro bambini stranieri nel centro di Stoccolma. Hooligan, dice la polizia, estremisti di destra vestiti di scuro coi cappucci delle felpe tirati sugli occhi e le sciarpe a coprire la bocca, dichiaratamente a caccia «di bambini nordafricani che vagano in strada». Radunati nel buio di venerdì sera in una sorta di flash mob del terrore con lo slogan: «Adesso basta!». Qualcuno è stato fermato, qualcun altro segnalato. Ma è evidente che la Svezia sta vivendo una stagione di paure. Non nuove, ma mai così esasperate." (continua nel link)

boxed

Notizia riferita in modo falso e tendenzioso. Le cose stanno ben diversamente. Gli "estremisti" (ma loro si dichiarano "patrioti") hanno fatto un'incursione alla Stazione Centrale di Stoccolma per allontanare i branchi di immigrati, spacciatori e molestatori, che la occupano da mesi e anni senza che le forze dell'ordine facciano il minimo intervento per garantire l'incolumità dei cittadini. Gli stranieri immigrati clandestini nordafricani si spacciano tutti per quindicenni (non hanno documenti di sorta e le autorità non hanno voglia di fare un controllo biometrico per stabilirne l'età reale) in modo da restare impuniti. Da qui la menzogna che l'azione sia stata diretta contro "i bambini nordafricani che vagano in strada", che invece sono uomini grandi e grossi e non vagano affatto, di notte sono loro i padroni delle strade, con rapine, furti, stupri e omicidi.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Lun 1 Feb - 22:05

Minsky ha scritto:
Notizia riferita in modo falso e tendenzioso. Le cose stanno ben diversamente. Gli "estremisti" (ma loro si dichiarano "patrioti") hanno fatto un'incursione alla Stazione Centrale di Stoccolma per allontanare i branchi di immigrati, spacciatori e molestatori, che la occupano da mesi e anni senza che le forze dell'ordine facciano il minimo intervento per garantire l'incolumità dei cittadini. Gli stranieri immigrati clandestini nordafricani si spacciano tutti per quindicenni (non hanno documenti di sorta e le autorità non hanno voglia di fare un controllo biometrico per stabilirne l'età reale) in modo da restare impuniti. Da qui la menzogna che l'azione sia stata diretta contro "i bambini nordafricani che vagano in strada", che invece sono uomini grandi e grossi e non vagano affatto, di notte sono loro i padroni delle strade, con rapine, furti, stupri e omicidi.

A volte (Spesso) non capisco questa forse falsa ingenuità di Holu...citare il corsera come fonte, andiamo su wall2

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da holubice il Mar 2 Feb - 17:36

Rasputin ha scritto:A volte (Spesso) non capisco questa forse falsa ingenuità di Holu...citare il corsera come fonte, andiamo su wall2
Comunque, caro Rusp, prendila con filosofia: se i vari Kulibalì, Salamelek e compagni non avessero fatto saltare in aria tutte quelle bombe allo stadio di Parigi e mitragliato tutti quei ragazzi del Bataclan, le politiche di accoglienza sarebbero state ancora arrendevoli e dalle porte aperte. Mentre ora qualcuno ha capito che diverremmo in brevissimo tempo tante ...



... Beirut, con la medesima convivenza pacifica tra culture e religioni diverse.

Forse non è troppo tardi.

Belgio, cento profughi iracheni tornano a Baghdad: “Delusi dall’accoglienza”



"“Delusi dall’accoglienza e senza più speranze” un centinaio di richiedenti asilo iracheni ha scelto di rientrare a Baghdad. Succede in Belgio dove da settembre “sono stati molti quelli che hanno scelto di tornare” nel Paese d’origine, ammette Katrien Jansseune, portavoce del ministro per l’Immigrazione, Theo Francken. I migranti non hanno voluto nemmeno attendere l’esito delle domande presentate alla Fedasil, l’agenzia federale belga responsabile per l’accoglienza dei richiedenti asilo, optando direttamente per il rientro volontario. Così l’ente belga e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni hanno organizzato un volo charter. “E’ la prima volta che viene organizzato un volo speciale per i rientri volontari” ha sottolineato la Jansseune, specificando che “si tratta per lo più di persone che hanno la domanda in corso di lavorazione”, quindi esisteva la possibilità di avere il permesso di restare."

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6095
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Mar 2 Feb - 19:09

holubice ha scritto:
Comunque, caro Rusp, prendila con filosofia: se i vari Kulibalì, Salamelek e compagni non avessero fatto saltare in aria tutte quelle bombe allo stadio di Parigi e mitragliato tutti quei ragazzi del Bataclan, le politiche di accoglienza sarebbero state ancora arrendevoli e dalle porte aperte. Mentre ora qualcuno ha capito che diverremmo in brevissimo tempo tante ...

Infatti tra le altre cose io mi continuo a chiedere chi ha interesse a fomentare l'odio verso gli islamici (Come se ce ne fosse bisogno carneval ) e perché...

mah... Royales

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Minsky il Ven 27 Mag - 21:40

il Giornale ha scritto:"Vi racconto cosa è successo la notte di Capodanno a Colonia"

Parla Peter Kurth, l'ex candidato sindaco per la Cdu nella città che è stata teatro di una violenza di massa contro le donne senza precedenti. Quanto avvenuto ha segnato una svolta nella società tedesca che cambierà gli equilibri politici

Luca Steinmann - Gio, 26/05/2016 - 17:31

Peter Kurth, 56 anni, giurista e una lunga carriera all'interno della Cdu, il partito di Angela Merkel. Per il quale nel 2009 si è candidato come sindaco a Colonia, la sua città. Sconfitto dal rivale della Spd, il partito socialdemocratico che oggi amministra la città, ha continuato la sua attività politica.

Prima come Ministro delle Finanze della città di Berlino, poi rivestendo altri incarichi istituzionali di prim'ordine. In questi ultimi mesi dice di avere assistito ad un rapido cambiamento della Germania e della sensibilità dell'opinione pubblcia tedesca. Ad essere decisive in questo senso racconta essere stati i fatti della notte di Capodanno, quando "centinaia di persone prevalentemente di origine nordafricane presero possesso di una parte della città e si lasciarono andare a ripetute violenze sulle donne". Le mutazioni sociali che sono in corso, racconta a IlGiornale, stanno generando uno spostamento a destra sia dell'opinione pubblica che del suo partito.

"I fatti di Colonia sono stati una chiave di volta per la Germania. Prima di tutto rappresentano la prima volta dal 1945 che lo Stato tedesco perde il controllo fisico di un’ampia fetta del suo territorio. Centinaia di ragazzi nordafricani hanno trasformato la celebrazione di una festa in una violenza di massa contro le donne per le strade. Molestandole, derubandole e in alcuni casi stuprandole. La Polizia era presente, ma non è intervenuta perché si trovava in una condizione di debolezza militare rispetto a questi gruppi di persone che, per ore, sono andate avanti ad agire impunite consapevoli di avere il controllo della zona".

Non era però la prima volta che si manifestavano delle aggressioni, anche brutali, a sfondo sessuale.

Nei casi precedenti si trattava però di singole persone che ne aggredivano un’altra. A capodanno gruppi di numerosi uomini accerchiavano una o due donne e le importunavano in tutti i modi. Per la prima volta la stampa ha documentato i fatti, descrivendo come responsabili delle “persone di origine nordafricana”. In precedenza non si indicava la nazionalità o il colore della pelle dell’aggressore, per paura di dare credito all’estrema destra. Da capodanno in poi i media hanno invece iniziato a riportare continuamente degli stupri o delle violenze di gruppo che da allora si stanno ripetendo in tutto il Paese. E che sicuramente avvenivano anche prima, senza però fare notizia.

Lei è attivo politicamente a Colonia da tanti anni e avrà potuto notare come progressivamente si sia giunti a questa situazione. Ce lo racconti.

Da una lato c’è un problema locale, dall’altro una questione nazionale legata al fenomeno dell’immigrazione. Colonia è una città che ha grossi problemi di amministrazione e di controllo del territorio e molte responsabilità sono personali. Il capo della polizia si è dimesso e il processo di allontanamento dei vari funzionari incompetenti è tutt’ora in corso. D’altro canto Colonia manifesta quanto delicato siano gli equilibri generati dall’immigrazione di massa degli ultimi anni. La quasi totalità degli aggressori è di origine nordafricana, prevalentemente da Tunisia e Marocco. Non si tratta dunque dei profughi siriani arrivati con le ondate dell’ultimo anno, ma di persone che erano in Germania illegalmente da almeno due o tre anni. Persone approdate illegalmente soprattutto in Francia, dove l’arrivo è più facile, che si sono poi spostate senza restrizione all’interno dello spazio unico europeo fino ad arrivare in Germania.

Cosa ritiene che abbia spinto queste persone a comportarsi in quel modo? Perchè tali comportamenti non si sono estesi ai profughi siriani?

Mentre i siriani che arrivano sono spesso degli interi nuclei famigliari, i nordafricani sono dei ragazzi giovani che arrivano da soli, mandati dalla famiglia con la missione di fare soldi. Soltanto che, una volta arrivati, si rendono conto che la Germania non è il Paese della cuccagna che è stato loro raccontato e che senza sapere la lingua non si va da nessuna parte. Allora, per non disattendere le aspettative famigliari, iniziano a commettere piccoli crimini ai quali lo Stato non risponde in modo deciso. In questo modo si è diffusa un’idea di impunità che trasmette l’idea che tutto sia lecito e che comunque quasi nessun crimine porterà ad una pena severa. La presenza di migliaia di adolescenti che si sentono impuniti, che non hanno famiglia e che hanno una concezione della donna rispetto alla nostra si è drammaticamente evoluta in quanto abbiamo assistito.

Angela Merkel è accusata di avere sbagliato ad invitare i migranti a venire in Germania, perché avrebbe indotto alla violazione delle regole internazionali e contribuito a generare un clima di impunità…

Potrebbe essere vero. La Germania però si trova impreparata ad affrontare questo fenomeno, non solo dal punto di vista politico, ma anche giuridico e sociale. Ci troviamo di fronte ad un fenomeno di massa nuovo: persone di una cultura radicalmente diversa, che hanno una concezione della donna completamente differente, che non accettano la parità dei sessi né il rispetto per le minoranze sessuali. Di fronte a un immigrazione di questo tipo, che non è un fenomeno nuovo ma nuova è la mole di persone arrivate negli ultimi anni, il governo ha risposto con la seguente strategia: proponendo una società multiculturale in cui ognuno è libero di mantenere la propria cultura purché impari il tedesco, accetti le regole democratiche e rispetti i diritti umani. Chi non accetta queste regole è però comunque accettato, tale modello non viene imposto a nessuno. Chi commetta un crimine verrà poi eventualmente punito.

Secondo Ministro per le Politiche Europee Michael Roth la Germania non vuole offrire ai migranti alcuna identità. Molti profughi, soprattutto se giovani uomini, dicono invece di essere alla ricerca di una battaglia nella quale identificarsi…

Il governo sta puntando tutto sull’aspetto lavorativo. Permette ai migranti di seguire dei corsi di lingua, che è l’elemento di partenza e indispensabile per trovare un’occupazione. L’obiettivo è quello di permettere a queste persone di essere competitive sul mercato entro un periodo di circa 20 o 25 anni. E’ una sfida. Un esperimento, come dice Lei.

Il governo ritiene che l’integrazione passi unicamente attraverso il lavoro e lo stipendio. Ma se queste persone cercassero anche altro?

Certamente stiamo affrontando una sfida prima di tutto culturale. Il lavoro da solo non basta. Ci sono migliaia di casi di persone, soprattutto donne, che pur essendosi trasferite in Germania da 25 anni non parlano la lingua perché sono sempre state tra le mura domestiche o all’interno della propria comunità di immigrati. E’ evidente infatti come nella quasi totalità dei casi i migranti che arrivano si riuniscano al proprio gruppo etnico già presente sul territorio. In molti casi ciò genera una segregazione spontanea che dobbiamo evitare. Dobbiamo invece spingere queste persone, soprattutto le donne, a conoscere la cultura tedesca, a frequentare persone tedesche, a rendersi conto che vivono in Germania e non nella patria d’origine.

Il governo non finora ha intrapreso questa strada, preferendo non imporre alcuna cultura a chi arriva. È dunque giunto il momento di un grande cambiamento?

La Cdu ha sempre sintetizzato al suo interno sia elementi di centro che conservatori. Negli ultimi mesi l’atmosfera è però molto cambiata. I sondaggi dicono che l’80 per cento dei tedeschi, sia di destra che di sinistra, sia insoddisfatto delle decisioni che sono state prese in materia migratoria. Lo status quo si sta spostando verso destra e la Cdu dovrà adottare posizioni più critiche rispetto all’immigrazione. Altrimenti rischia concretamente di generare una fuga di voti verso i partiti alla sua destra".

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/vi-racconto-cosa-successo-notte-capodanno-colonia-1263502.html

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13416
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colonia, capodanno 2015-2016

Messaggio Da Rasputin il Ven 27 Mag - 21:50

Sulla Germania viene deliberatamente fatto ancora pesare - da chi non occorre dirlo - il fardello dell'epoca nazista, e con quel peso sopra chi ha interesse a farlo sdogana quasi qualunque cosa.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale e inintenzionale.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49073
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum