Onde gravitazionali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Onde gravitazionali

Messaggio Da Minsky il Gio 11 Feb - 20:31

CORRIERE DELLA SERA ha scritto:La conferma della teoria della relatività. Un nuovo modo di studiare l’universo, i buchi neri e il tessuto dello spazio-tempo. L’importante contributo italiano

di Paolo Virtuani

Alle 10,50 e 45 secondi (ora italiana) del 14 settembre 2015 i due strumenti dell’esperimento Ligo negli Stati Uniti (nello Stato di Washington e in Louisiana) hanno registrato un dato anomalo. Sono iniziate subito le conferme per avere la sicurezza. E alle 16,30 a Pisa (qualche minuto prima della conferenza stampa gemella a Washington) l’annuncio ufficiale della scoperta delle onde gravitazionali. Per la fisica e la scienza tutta l’11 febbraio 2016 sarà quindi una data che avrà un capitolo a parte in tutti i libri di testo. Le onde gravitazionali, infatti, sono state previste esattamente un secolo fa, nel novembre 1915, quando Albert Einstein illustrò la sua Teoria della relatività generale, di cui costituiscono uno dei capisaldi. Finora però non erano mai state «trovate» e l’annuncio può ambire al titolo di «scoperta del secolo». E i ricercatori che hanno partecipato agli esperimenti entrare tra i candidati a uno dei prossimi Nobel per la fisica. A questa impresa collettiva hanno collaborato 1.004 ricercatori appartenenti a 133 istituzioni scientifiche di tutto il mondo.

L’osservazione
Le onde gravitazionali rivelate sono state prodotte nell’ultima frazione di secondo del processo di fusione di due buchi neri, di massa equivalente a circa 29 e 36 masse solari, in un unico buco nero ruotante più massiccio di circa 62 masse solari: le tre masse solari mancanti al totale della somma equivalgono all’energia emessa durante il processo di fusione dei due buchi neri, sotto forma di onde gravitazionali. I due buchi neri, prima di fondersi hanno percorso una traiettoria a spirale per poi scontrarsi a una velocità di circa 150 mila chilometri al secondo, la metà della velocità della luce. L’osservazione conferma anche l’esistenza di sistemi binari di buchi neri di massa stellare, in particolare aventi massa maggiore di 25 masse solari. Il processo di fusione dei due buchi neri responsabile delle onde gravitazionali rivelate è un evento accaduto a 410 megaparsec da noi, e risale quindi a quasi un miliardo e mezzo di anni fa.

«Una pietra miliare»
«Questo risultato rappresenta una pietra miliare nella storia della fisica, ma ancor più è l’inizio di un nuovo capitolo per l’astrofisica», ha commentato Fulvio Ricci, professore all’Università La Sapienza di Roma ricercatore dell’Infn che coordina la collaborazione internazionale Virgo. «Osservare il cosmo attraverso le onde gravitazionali cambia radicalmente le nostre possibilità di studiarlo: finora è come se lo avessimo guardato attraverso radiografie, mentre adesso siamo in grado di fare l’ecografia del nostro universo». «Finalmente possiamo osservare l’universo con occhi diversi», ha aggiunto Pia Astone, ricercatrice dell’Infn curato la redazione dell’articolo scientifico sulla scoperta assieme ad altri cinque colleghi di Virgo e Ligo pubblicato su Phisycs Reviews Letters . «Non è un caso, infatti, che la prima misura diretta di ampiezza e fase delle onde gravitazionali sia stata accompagnata da un’altra importante scoperta, quella della fusione di un sistema binario di buchi neri».

Cosa sono
Le onde gravitazionali sono come piccole increspature del tessuto dello spazio-tempo che permea tutto l’universo. Secondo Einstein la gravità stessa è dovuta alla curvatura dello spazio-tempo causata dalla massa. Le onde gravitazionali sono prodotte dal movimento di corpi dotati di massa nello spazio-tempo. Più gli eventi sono colossali ed emettono straordinarie quantità di energia, come il Big Bang stesso, lo scontro tra due buchi neri, la «danza» di avvicinamento di due stelle di neutroni che ruotano rapidamente (pulsar), maggiore è la grandezza delle onde gravitazionali e quindi - in teoria - è più facile captarle. Solo che finora con gli strumenti a nostra disposizione risultava praticamente impossibile riuscire a decifrarle perché noi stessi e gli strumenti siamo immersi a nostra volta nello spazio-tempo e veniamo coinvolti dalle sue oscillazioni.

Perché sono importanti
La scoperta dell’esistenza delle onde gravitazionali non è solo (l’ennesima) conferma sperimentale della validità della teoria di Einstein, ma rivoluziona e amplia il mondo della fisica e della ricerca cosmologica. Per esempio finora lo studio del cosmo è stato realizzato solo attraverso i segnali emessi da stelle e galassie nello spettro elettromagnetico (luce visibile, raggi X e gamma, infrarossi, ultravioletti, onde radio di varia lunghezza d’onda). L’esistenza delle onde gravitazionali apre un mondo nuovo: la possibilità di studiare l’universo (e i misteriosi buchi neri) in modo completamente differente. Oltre che «vederlo», saremo in grado anche di «sentirlo» nella sua essenza più fondamentale, lo spazio-tempo, due elementi che, secondo Einstein, sono una cosa sola. E capire come e perché l’universo non solo si espande, ma sta addirittura accelerando la sua velocità di ampliamento. E c’è chi ipotizza scenari che sfiorano la fantascienza: la verifica dell’esistenza di tunnel spazio-temporali (wormhole in inglese) nelle vicinanze dei buchi neri che potrebbero mettere in relazione parti distanti dell’universo o addirittura universi diversi dal nostro. Infine arrivare alla soluzione dei componenti di base dello spazio-tempo secondo la teoria della meccanica quantistica, ancora divisa tra «stringhe», «brane» o «anelli» (loop). «Questo risultato rappresenta un regalo speciale per il centesimo anniversario della relatività generale», ha concluso Fernando Ferroni, presidente dell’Infn. «È il sigillo finale sulla meravigliosa teoria che ci ha lasciato il genio di Einstein ed è anche una scoperta che premia il gruppo di scienziati che ha perseguito questa ricerca per decenni alla quale l’Italia ha dato un grande contributo».

L’annuncio
Gli osservatori Ligo hanno registrato l’arrivo delle onde gravitazionali lo scorso 14 settembre con un interferenza durata solo 10 millesimi di secondo. La scoperta parla infatti anche italiano. Ricercatori dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) hanno preso parte all’esperimento e l’Infn organizza la conferenza stampa a Pisa presso i laboratori dello European Gravitational Observatory (Ego) dove ha sede anche Virgo, l’esperimento italiano che ha collaborato col suo omologo americano (Ligo). A Washington presso il National Press Club l’annuncio è organizzato dalla National Science Foundation, dal Massachusetts Institute of Technology (Mit) e dal Laser Interferometer Gravitational Wave Observatory (Ligo). Inoltre la rivista Phisycs Reviews Letters ha pubblicato uno studio scientifico sul tema.

Come si è arrivati a «captare» le onde gravitazionali
Se, come si è detto, si è immersi nello spazio-tempo, come si è stati in grado di captare le onde gravitazionali? I due esperimenti (Ligo e Virgo) sono in pratica due enormi tubi lunghi rispettivamente 4 e 3 chilometri disposti a L, cioè perpendicolari l’uno all’altro. In ognuno di questi tubi c’è un raggio laser che viene riflesso una cinquantina di volta da particolari specchi così da allungarne il percorso. Se passa un’onda gravitazionale, essa dilata lo spazio in una direzione (uno dei tubi) e lo accorcia nella direzione ortogonale alla prima (per una lunghezza di miliardesimi di miliardesimi di miliardesimi di metro). Allungando lo spazio, la luce laser quindi impiega più tempo per attraversare uno dei due bracci di Virgo o di Ligo, mentre ne impiega di meno nel braccio ortogonale dove lo spazio si è ristretto. Analizzando con precisione estrema i tempi di anticipo e di ritardo (ed eliminando qualsiasi tipo di disturbo), si riesce a captare l’onda gravitazionale. Semplice a dirsi, chi riesce nell’impresa si porta a casa il Nobel.

http://www.corriere.it/scienze/16_febbraio_11/onde-gravitazionali-annuncio-scoperta-fisica-universo-9b799cd6-d097-11e5-9819-2c2b53be318b.shtml

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14642
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Minsky il Gio 11 Feb - 20:38

Il paper scientifico dell'esperimento, liberamente scaricabile:

http://journals.aps.org/prl/abstract/10.1103/PhysRevLett.116.061102

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14642
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Paolo il Gio 11 Feb - 20:47

Devo dire che ho sempre pensato che prima o poi le avrebbero scoperte! Sono molto curioso di vedere le conseguenze che questa scoperta comporterà.

La gravità ha per me un fascino molto particolare anche perchè è un elemento che condiziona pesantemente la vita di tutti noi anche nelle piccole cose e allo stesso tempo governa l'universo. E' proprio una bella notizia!
avatar
Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8692
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Mandalay il Gio 11 Feb - 20:50

http://www.ligo.org/science/Publication-GW150914/index.php

ok
avatar
Mandalay
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 482
Età : 56
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : tentare di capire
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Zeno il Gio 11 Feb - 21:11

Non mi pare che i creazionisti abbiano qualcosa da ridire contro la Relatività di Einstein, a meno che qualcuno non se ne serva per imbastire un discorso filosofico a loro sgradito. Nel mondo musulmano è più probabile, giacché il contrasto tra Israele e Palestina ha fatto circolare anche da noi tesi negazioniste a proposito della Shoah anche fra italiani convertiti, come ho avuto tristemente modo di accorgermi nel forum di musulmani di cui ho già parlato.
avatar
Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 34
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Cosworth117 il Ven 12 Feb - 9:34


_________________
There's always a plane B!
avatar
Cosworth117
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 9090
Età : 24
Località : Dove se magna
Occupazione/Hobby : Manager NWO
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 04.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da chef75 il Ven 12 Feb - 13:01

Azz, che forza la forza carneval

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7656
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Minsky il Dom 14 Feb - 17:08


_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14642
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da lupetta il Dom 14 Feb - 18:37

Einstein era un grande. se esistesse la reincarnazione mi piacerebbe essere la sua.
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9606
Età : 42
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Onde gravitazionali

Messaggio Da Minsky il Sab 11 Giu - 17:32

World Scientific ha scritto:The recent detection of gravitational waves from the violent merging of two black holes in deep space is a major scientific milestone, as it confirms a key prediction of Albert Einstein's General Theory of Relativity. If confirmed by subsequent experiments, this breakthrough will almost certainly result in a Nobel Prize for Physics.

World Scientific would like to celebrate this achievement with the Physics community by providing free access until 30th June 2016 to the featured papers on gravitational waves.

It is our hope that this compilation will be of value to our readers and that it spurs further progress in this research area.

Regards,
Editorial team of
World Scientific Publishing

http://www.worldscientific.com/page/selected/gravitational-waves

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14642
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum