In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Hara2 il Gio 18 Feb - 7:27

Nemo ha scritto:
Hara2 ha scritto:

Quindi per te è necessaria la religione per conoscere gli dei?


Se vuoi imparare specificatamente a Boxare, devi salire sul Ring.
Quelli che stanno a bordo Ring non fanno pugilato.

Insomma la tua risposta è sì, per conoscere gli dei, personali o meno che siano, occorrono i mediatori professionali.

Hara2 ha scritto:
Poi, secondo i discorsi con cui ci hai sfinito,

Ma perché li leggi?
E ci scrivi?
E' stato Rasputin a riaprire in un forum di discussione, appunto, la discussione. Che si fa in un forum?
Ti rendi conto della stupidità di frequentare un discorso che ti sfinisce? Ma sei autolesionista???

Ho il gusto dell'horror.


non avendone  verificato l'inesistenza come puoi dire di non credere se non per un atto di fede?

Io ho detto infatti che non credo, non che non esiste "tout court". Se non so che esiste non posso credere (ridaje) e per mia inclinazione personale affronto la questione a livello accademico.

Clear?

Quindi NON credi nei numi per un atto di fede, numi che però vuoi indagare e dei quali ti interessa parlare ma senza verificarne l'esistenza - che non escludi affatto - attraverso le dovute modalità come sopra.

Chiaro ^^


Spoiler:
PS
Nemo ha scritto:  presto migrerò su un forum di estrazione religiosa.
Col cristianesimo già fatto. Islam Pure. Tra un po' vado dai Buddhisti.

Bravo, ma non ti allargare troppo altrove che poi trovi dei moderatori inaspettati  eeeeeeek pochissimo comprensivi sagace, meno pazienti con i presuntuosi   frusta  e altrettanto perculanti  hihihihih
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Nemo il Gio 18 Feb - 11:31

Justine ha scritto:Un paradosso logico delle religioni è costituito dal fatto che -postulando per assurdo le esistenze degli dei di qualsivoglia natura- una volta "appurata" la loro presenza (in qualsiasi modo si voglia, lasciamo campo apertissimo), codesti scivolano dal piano meramente speculativo e diventano "evento, fatto" a tutti gli effetti.

Cioè esisterebbero.
Si dimostrerebbe la loro esistenza.
E bisognerebbe agire di conseguenza


Justine ha scritto:
Spiego: se la divinità XYDHHI si potesse conoscere premendo trenta volte il tasto dell'ascensore e saltando su Urano in preda ad una lieve zoppia, avremmo qui un fenomeno, ovvero un'entità pensante fluttuante etc. Ma pur sempre un "fatto sussistente", pertanto dominio scientifico (intesa come disciplina che studia i fenomeni e le loro interazioni nel cosmo).

Si, ok. Esisterebbero.

Question is:
C'è cazzo! Dio c'è! E Mo che famo?

Justine ha scritto:
La bizzarra conseguenza di una credenza rivelatasi "vera" è che ricadrebbe in maniera immantinente nel piano scientifico: sussiste, c'è, è un fatto.

Justine, stai di nuovo dicendo che le religioni possono essere scientifiche. Vacci piano....

Justine ha scritto:
Se volete sempre per assurdo ammettere entità tetralocanti, che manipolano eventi e decidono di ore/giorni/settimane affinché vadano pel peggio o pel meglio, queste fanno pur sempre parte dei meccanismi dell'universo, sui quali l'indagine scientifica ha predominio.

Eh no.
Sarebbero LORO ad avere il predominio. In quanto la scienza non potrebbe fare altro che misurare il modo in cui agiscono nella realtà percepibile, ovvero: stabilire le regole generali dei fenomeni che essi stessi dominano, gestiscono, emanano e permeano... e prenderne atto con dei calcoli. Fine. Il che è il limite massimo della scienza. Non potrebbe darmi nessuna corretta rapportazione diretta uomo-dio, così come spiegarmi la biochimica dell'amplesso, non è la stessa cosa che fare l'amore con un uomo o una donna (a scelta nell'ordine e quantità). Così come la fotografia delle molecole di ossigeno sono inutili per uno che affoga (Vabbè, questa la ho presa da Watchmen :) ). Io faccio sesso a prescindere che la scienza me lo spieghi o no. C'è un abisso incredibile. E a questo punto la scienza sarebbe costretta, scientificamente a dire: "Bene signori: Dio c'è, quindi regoliamoci tutti di conseguenza, perché se no son mazzi e cazzi"
Volete veramente star bene?
Tutti da:

Cristiani, o Islamici, o Ebrei, o Hindu, o Buddhisti, o Shintoisti

Ecc. ecc.

O qualcosa di completamente nuovo.

Justine ha scritto:
Se una persona defunge e si decompone, la tanatologia studia. Se una persona defunge e va a fluttuare (altra reductio ad absurdum) su un pianeta di efedrina e nandrolone, ciò può essere es-perito e formalizzato dalla neurologia; anche se dal momento che è stata applicata la criogenesi con successo al cervello di un mammifero, idiozie conclamate come il concetto di immortalità della mente al "naturale", al netto di estensioni tecnologiche, viene a mancare.

La neurologia, purtroppo, si ferma al fatto che studia un apparato specifico intero, non la sua essenza , come fa la meccanica quantistica.
Noi in definitiva non ce ne andiamo mai, per principio stesso della conservazione dell'energia e della massa. "trasmigriamo" in altro. E' la nostra mente che crea (appunto) la realtà. L'esperimento di Geoffrey Ingram Taylor ha dimostrato che realtà è la risultanza fra osservatore ed osservato. Ci sono quindi indizi alternativi alla "Semplice" neurobiologia, che sia la coscienza a formare la mente, postulando che possa esistere ciò che in religione si chiama "Anima"
Il lavoro di Henry Stapp

https://en.wikipedia.org/wiki/Henry_Stapp

Sta puntando in questa direzione.
Io non ho certezze. Aspetto i risultati e vediamo che succede. Prendere quindi come totale e definitivo un gruppo limitato di conoscenze di laboratorio e costruirci sopra certezze... è un atto di fede.

Justine ha scritto:
Riassunto: qualsiasi fenomeno, non importa quanto apparentemente lontano da quella che viene definita 'norma', è oggetto dell'analisi scientifica.

D'accordo.
Ma l'analisi scientifica si limita a riportarmi dei dati. Poi c'è la vita, o meglio la percezione che ho di essa.

Justine ha scritto:
Sull'ateismo:

si tratta semplicemente di uno stato mentale, umille, secondo cui si tenta di dare ad ogni fenomeno giuste proporzioni. Come si evince da molti blog ultrapanicati della persona dotata di cervello sub-norma, se da un momento all'altro pervenissero gli alieni (qualsiasi cosa siano, da creature carnee a romboedri elongati) sulla Terra, questi freakerebbero out di testa parecchio. L'ateo con una chiara visione delle cose non si lascerebbe prendere dall'immaginaria "imprescindibilità" o "superiorità presunta" del fenomeno, e studierebbe le creature -qualora lo permettessero, certo che se ci laserizzassero, amen- per ciò che sono; da cosa originano, cosa fanno, su quale biologia son basati.
Volete menti universali, invasioni spaziali, campi lesbomagnetici, qualsiasi cosa? E siano. Ma studiamoli con il giusto assetto mentale, nelle dinamiche del cosmo

Nella mia esperienza ce ne sono altre varietà: una valanga di atei sono semplicemente Xenofobi. Hanno paura del diverso, questo perché come ogni essere umano che si muova e respiri sotto il sole soffrono e hanno paura, e credono che il loro disagio esistenziale sia unicamente imputabile a tutto ciò che differisce dalle "Regole" che nella loro fantasia, servirebbero a farli star bene. Non parlo di effettive minacce fisiche che potrebbero derivare da estremismi di varia natura, ma proprio dal terrore irrazionale che il diverso, il diverso modo di pensare e di atteggiarsi alla vita sia fonte della loro infelicità e paura. Diventano Militanti, odiano, disprezzano e li vorrebbero come colpevoli dei danni del mondo tout court, senza se e senza ma.

Irreligiosità. La più diffusa fra tutte le grandi religioni della terra.

(Ambrose Bierce)


Vorrebbero affidarsi alla scienza che è tutta in divenire, con degli atteggiamenti di fede scientisti mica da ridere! Poi ci sono atei che (giustamente) trovano assurde le pippe emanate non dalla religione in se, ma da una particolare istituzione religiosa. Poi ci sono Atei che stanno dentro un insieme di sistemistiche religiose, Poi ci sono atei come me che danno un'enorme importanza all'esperienza e si blocca al "Non esiste" perché non ha la propensione di mettersi dentro un sistema che, almeno in potenza, gli potrebbe dimostrare il contrario.

Nemo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 303
Occupazione/Hobby : Ramingo
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Gio 18 Feb - 11:42

Nemo ha scritto:[...]

N: Cioè esisterebbero.
Si dimostrerebbe la loro esistenza.
E bisognerebbe agire di conseguenza
   
Ricorda che sto sempre parlando da un punto di vista per assurdo: agire di conseguenza non è poi molto diverso dal constatare la presenza di un altro umano e comportarsi come un umano farebbe. Nulla di particolare, non è che con "spiriti" e "spettri" si rivela chissà che.
Confuto la teleologia, come sempre.

N:Justine, stai di nuovo dicendo che le religioni possono essere scientifiche. Vacci piano

No. Ho detto che per bizzarra conseguenza di coloro che fingono di prendere a sberleffi la scienza, pur vivendo in un universo tessuto da fisica e chimica, i loro dei finirebbero per essere fenomenicamente parte di tutto ciò, ovvero fenomeni scientifici. Rileggi meglio

N: Il che è il limite massimo della scienza

No. Cerca di conoscere il concetto di epifenomeno, che contiene ovviamente i motivi per cui amplessi e roba varia ci sembrano illusoriamente quel che sembrano
Tra l'altro questo fideismo nel fingere di avere prescienza su cosa sia o non sia possibile nei futuri millenni, è buffo e sconcertante

N:
Volete veramente star bene?

E dagli: star bene non è uno scopo ultimo, ma contingente.

Stai bene tutta l'eternità, e poi? Tutti a quel paese

N:Noi in definitiva non ce ne andiamo mai,

Infatti mi ci vedo bene a fluttuare nello spazio leggendo la Nemirovsky da decoscienziata e senza le aree cerebrali che me lo permettono

N: "Anima"

Connettoma. E per di più suscettibile a notevoli depersonalizzazioni causa trauma

N:
Ma l'analisi scientifica si limita a riportarmi dei dati

No, è il pathway d'accesso alla creazione nuove modalità neurali/mentali che consentiranno di permeare una visione dell'universo a cui la mente, limitata, con nessuna meditazione o invenzione petulante può accedere
Il cervello, così come modellato dall'evoluzione, è debolissimo

N: Hanno paura del diverso

Molte volte i diversi non rispondono coerentemente, come nel caso in cui non spiegano degnamente il fine ultimo, nonostante le persistenti domande.

N:Diventano Militanti, odiano

E' necessario, non siamo noi a fondare l'esistenza su pantani di dogmi che son stati creati esclusivamente per attivare i circuiti neurali del piacere; anche la meno crassa delle meditazioni è segno di profondo disagio per il proprio status attuale, e palese manifestazione del fatto che non fanno altro che cercare comunione con ciò che li spaventa.


Ultima modifica di Justine il Gio 18 Feb - 11:46, modificato 1 volta

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Nemo il Gio 18 Feb - 11:46

Hara2 ha scritto:

Insomma la tua risposta è sì, per conoscere gli dei, personali o meno che siano, occorrono i mediatori professionali.

Normalmente Succede così per tutte le conoscenze sai?
Se vuoi fare il medico, Ateneo di medicina. Se vuoi fare il Nuotatore, istruttore di nuoto. Se vuoi fare il falegname, apprendistato da specifico artigiano. Poi se tu che devi diagnosticare, nuotare e fare da zero una finestra o un comodino.
Ci sarà anche quello che viene fulminato sulla via di Damasco, ma sono rarucci.

hara2 ha scritto:

Ho il gusto dell'horror.

Se hai il gusto, che diavolo scrivi che ti sfinisce?
Ti stai quindi divertendo.

Hara2 ha scritto:
Quindi NON credi nei numi per un atto di fede,

Non posso credere senza verificare. No. Soprattutto una cosa come la religione che si affida solo ad un rapporto diretto con eventuali divinità

Hara2 ha scritto:
numi che però vuoi indagare e dei quali ti interessa parlare ma senza verificarne l'esistenza - che non escludi affatto - attraverso le dovute modalità come sopra.

Chiaro ^^

Esatto. Il mio approccio è accademico, storico/critico e lo faccio e ci discuto perché mi diverte


Hara2 ha scritto:

Bravo, ma non ti allargare troppo altrove che poi trovi dei moderatori inaspettati  eeeeeeek pochissimo comprensivi sagace, meno pazienti con i presuntuosi   frusta  e altrettanto perculanti  hihihihih

Oppure ci capiamo al volo senza culi e cacate di elefante
Anche su questo ancora non ho esperienza

Nemo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 303
Occupazione/Hobby : Ramingo
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Hara2 il Gio 18 Feb - 12:23

Nemo ha scritto:
Hara2 ha scritto:

Insomma la tua risposta è sì, per conoscere gli dei, personali o meno che siano, occorrono i mediatori professionali.

Normalmente Succede così per tutte le conoscenze sai?
Se vuoi fare il medico, Ateneo di medicina. Se vuoi fare il Nuotatore, istruttore di nuoto. Se vuoi fare il falegname, apprendistato da specifico artigiano. Poi se tu che devi diagnosticare, nuotare e fare da zero una finestra o un comodino.
Ci sarà anche quello che viene fulminato sulla via di Damasco, ma sono rarucci.

Giusto, e tutti quelli -tanti tanti - che credono e credono di esperire gli dei senza aver mai frequentato preti e lama e magari senza praticare alcunché credono di credere ma non credono





Hara2 ha scritto:
Quindi NON credi nei numi per un atto di fede,

Non posso credere senza verificare. No. Soprattutto una cosa come la religione che si affida solo ad un rapporto diretto con eventuali divinità

Perchè non verifichi?

Giacchè trovi il divino qualitativamente diverso dai miei gnomi rosa delle sette leghe perchè non fai una ricerca seria andando al nocciolo della cosa? Risparmieresti tempo e sapone.




Hara2 ha scritto:

Bravo, ma non ti allargare troppo altrove

Oppure ci capiamo al volo senza culi e cacate di elefante
Anche su questo ancora non ho esperienza

Non hai capito ma stavolta non per colpa tua
avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Nemo il Gio 18 Feb - 13:04

Justine ha scritto:   
Ricorda che sto sempre parlando da un punto di vista per assurdo: agire di conseguenza non è poi molto diverso dal constatare la presenza di un altro umano e comportarsi come un umano farebbe.

E questo cosa cambierebbe alla natura degli dei?
Saresti costretta a "Pregare" (siamo sempre nel campo dell'assurdo) e a comportanti secondo le regole e per giunta con una bella imposizione scientifica alle spalle, costretta scientificamente ad ammettere che esiste il paradiso e che per entrarci devi fare come indicato o seguire certe specifiche modalità

Justine ha scritto:
Nulla di particolare, non è che con "spiriti" e "spettri" si rivela chissà che.
Confuto la teleologia, come sempre.

Non hai confutato nulla, dato che non esistono prove scientifiche dell'esistenza di esseri così evanescenti o una loro versione scientifica. Il tuo è un ragionamento prettamente filosofico, che è parte della teologia stessa.

Justine ha scritto:
No. Ho detto che per bizzarra conseguenza di coloro che fingono di prendere a sberleffi la scienza, pur vivendo in un universo tessuto da fisica e chimica, i loro dei finirebbero per essere fenomenicamente parte di tutto ciò, ovvero fenomeni scientifici. Rileggi meglio

Fisica e chimica sono solo misurazioni ad hominem. L'universo è sempre stato in piedi anche senza la fisica e la scienza, e se noi tutti sparissimo, continuerebbe lo stesso. La scienza serve a TE non all'universo. E per giunta alla parte unicamente speculativa di TE. A livello di esperienza diretta, non mi cambia di una virgola in termini assoluti il tuo tentativo di spiegarmi con delle formule come mi nutre il piatto di spaghetti.
Puoi dirmi che se ne mangio troppi ingrassi, ma nulla toglierebbe al rapporto diretto tra me e il piatto di pasta

Justine ha scritto:
No. Cerca di conoscere il concetto di epifenomeno

Che è un concetto secondario rispetto al fenomeno principale: sto scopando

Justine ha scritto:
Stai bene tutta l'eternità, e poi?

Non c'è un "e poi" nell'eternità.
E' questo che blocca e fa crollare definitivamente il tuo ragionamento sul "Fine"che le religioni non avrebbero.
Non c'è una fine in ciò che è eterno, per definizione.
Se lo scopo è una felicità eterna, anche in altre forme esistenziali e per sempre quello non è "uno" scopo: è LO scopo.
La summa di tutto ciò che l'essere umano sente e che per definizione lo muove.

Justine ha scritto:
Infatti mi ci vedo bene a fluttuare nello spazio leggendo la Nemirovsky da decoscienziata e senza le aree cerebrali che me lo permettono

Non ti ci vedi affatto, perché sei limitata dal tuo apparato sensoriale... ma forse puoi superare talmente i limiti imposti dai tuoi attuali aggregati da non avere bisogno di leggere*.... o avere la "sfiga" o "la fortuna" di riaggregarti con altra materia in qualcosa di nuovo. Come sei finita qui una volta, attraverso infinite combinazioni e interdipendenze, nulla stabilisce che non puoi ritornare o divenire altro con una forma esistenziale tutta nuova.

*=E' quello che postula l'ipotesi di Stapp... assieme ad un mucchio di religioni.

Justine ha scritto:
Connettoma. E per di più suscettibile a notevoli depersonalizzazioni causa trauma

Se ragioniamo coi limite dei nostri aggregati si...

Justine ha scritto:
No, è il pathway d'accesso alla creazione nuove modalità neurali/mentali che consentiranno di permeare una visione dell'universo a cui la mente, limitata, con nessuna meditazione o invenzione petulante può accedere
Il cervello, così come modellato dall'evoluzione, è debolissimo

Sappiamo ancora pochino del cervello.
Ci sono ancora gente specificatamente preparata con laboratori sofisticatissimi che ci dà dentro tutti i santi giorni, e tu palesi certezze in modo così fideistico che è quasi commovente. Stanno ancora lavorando su tutte le implicazioni della meditazione cosiddetta trascendentale (puoi ricercare tu stessa senza che sia io a mettere i link) con macchinari e test e tu dai già per scontato che non si possa fare, perché sei fideisticamente attaccata, per dirla con parole tue,  alla petulanza del Transumanesimo. Tra l'altro, traspare dai tuoi discorsi, nell'accezione specifica di Robin Hanson. Ancora non esiste nessuna prova fisica che sia quella la direzione da prendere, non sappiamo nulla sulla specificità delle conseguenze di innesti cibernetici, non abbiamo nessuna analisi comparativa fatta con metodi rigorosi perché ancora NON ESISTONO. Ci sono delle timide proiezioni su dati parziali* eppure per te è già... così scontato. Non sai neppure se vivrai abbastanza da farne un'esperienza diretta, se l'economia e la società la potrà attuare e sostenere, se sarà per tutti evitando un'ennesima disastrosa disparità sociale, e se si rivelerà effettivamente attuabile e se avrà dei limiti. Fede. A gigatonnellate (appunto)

*=e vorrei anche vedere, visto che la mente, la materia, e i biochip sono ancora in fase di studio, e quei pochi che ci sono, sono ben al di la di innesti modello "Cyberpunk"

Justine ha scritto:
Molte volte i diversi non rispondono coerentemente, come nel caso in cui non spiegano degnamente il fine ultimo, nonostante le persistenti domande.

L'eterna felicità.
Che essendo eterna, non ha un poi, né una fine.
E' appunto eterna. Tu non ci credi ergo non può esistere. E' un atto di fede.

Justine ha scritto:
E' necessario, non siamo noi a fondare l'esistenza su pantani di dogmi che son stati creati esclusivamente per attivare i circuiti neurali del piacere; anche la meno crassa delle meditazioni è segno di profondo disagio per il proprio status attuale, e palese manifestazione del fatto che non fanno altro che cercare comunione con ciò che li spaventa.

Tu sei altrettanto spaventata.
Tant'è che speri che un domani arrivi un sistema bioinformatico a cavartene fuori. Non hai nessuna esperienza di Meditazioni (in senso di pratica meditativa mentale)... e neppure di innesti che ti consentirebbero di provare, sperimentare un confronto con le due cose. Perciò anche tu cerchi la felicità, solo che aspetti che ti arrivi da innesti cibernetici che con tutte le probabilità di questo mondo non vedrai mai. Fede.


Ultima modifica di Nemo il Gio 18 Feb - 13:27, modificato 1 volta

Nemo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 303
Occupazione/Hobby : Ramingo
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Nemo il Gio 18 Feb - 13:12

Hara2 ha scritto:

Giusto, e tutti quelli -tanti tanti - che credono e credono di esperire gli dei senza aver mai frequentato preti e lama e magari senza praticare alcunché credono di credere ma non credono

Infatti io, semplicemente, non credo. Ammetto con assoluta certezza e senza credere di non credere che non credo, non che non possano esistere. Perché dovrei?

Hara2 ha scritto:

Perchè non verifichi?

Giacchè trovi il divino qualitativamente diverso dai miei gnomi rosa delle sette leghe perchè non fai una ricerca seria andando al nocciolo della cosa? Risparmieresti tempo e sapone.

Un adagio zen declama:

"Quando fa freddo i fagiani vanno su gli alberi
Le anatre sott'acqua"

Fa freddo per tutti e due, ma ciascuno ha il suo modo di tentare di risolverlo.

Hara2 ha scritto:
Non hai capito ma stavolta non per colpa tua

Oh, non ha importanza.

Nemo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 303
Occupazione/Hobby : Ramingo
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Gio 18 Feb - 13:18

Nemo ha scritto:...





N: Saresti costretta a "Pregare" (siamo sempre nel campo dell'assurdo) e a comportanti secondo le regole e per giunta con una bella imposizione scientifica alle spalle, costretta scientificamente ad ammettere che esiste il paradiso e che per entrarci devi fare come indicato o seguire certe specifiche modalità

Tutto ciò, CVD, non corrisponde ad alcun fine ultimo, bensì alla volontà egolatrica di un soggetto o entità non molto differente, anzi per nulla, dalla classica volontà suprematista umana. Problema risolto, nessun paradiso è più "sacro" di una qualsiasi realtà parallela virtuale


N: Non hai confutato nulla

Non hai capito. Io ti sto dicendo che indipendentemente dal numero di gazillioni di spettri plausibili, nessun credente ha dato spiegazioni sul loro fine, oltre a quello di soggiogarci e/o vederci saltare felici in paradiso.

N:Fisica e chimica sono solo misurazioni ad hominem

No, l'universo campa di rapporti fittissimi tra esse. Provare ad es. a togliere la gravità dalla formula e vedremmo che...
Stesso vale per noi, che siamo scienza incarnata, così come ogni fenomeno sussistente, financo immaginario, visto che i pensieri sono prodotto di una mente biologica

N: ma nulla toglierebbe al rapporto diretto tra me e il piatto di pasta

Ovviamente mai sentito parlare di endorfine, di glucidi, di saccaridi e del perché la selezione naturale ce le fa trovare succulenti

N: al fenomeno principale: sto scopando

Meraviglioso, ma il concetto primario è che una motherboard non fa un PC funzionante, da sola

N: Non c'è un "e poi" nell'eternità.
E' questo che blocca e fa crollare definitivamente il tuo ragionamento sul "Fine"che le religioni non avrebbero.

No. La felicità o la sofferenza, così come altre percezioni, non sono fini: né in un punctum, né reiterati nello spazio, nel tempo, in ogni dove.
Riprovare, perché cristallizzarsi in un punto a far nulla o a provare sempre lo stesso fluttuando in un megaverso non è uno scopo.

N:Non ti ci vedi affatto, perché sei limitata dal tuo apparato sensoriale

Certo, chi è cieco legge caratteri a non finire, pile di libri stampati dai tempi di Gutenberg

N:Come sei finita qui una volta, attraverso infinite combinazioni e interdipendenze, nulla stabilisce che non puoi ritornare o divenire altro con una forma esistenziale tutta nuova.

Ovvio, sono carbonio. Ma ciò non toglie che questo ciclo sempiterno non ha alcun intrinseco senso

N:Se ragioniamo coi limite dei nostri aggregati

Chi ne è privo non ragiona, vedi l'anencefalo di cui si parlava

N:
Sappiamo ancora pochino del cervello.

Ciò non toglie che sia sottoposto ad evidenti limiti.
Il transumanesimo si pone semplicemente la possibilità, che so, di permetterti di vedere in 512 dimensioni, cosa che dubito qualsivoglia finto mistico possa riportare con efficienza d'aver fatto.
E' un metodo per arrivare, anche temporalmente, dove un corpo ed una mente carnee non arriveranno mai per ovvie ragioni, siamo animali.

N:
Che essendo eterna, non ha un poi, né una fine.

Né un fine.

N:Tu sei altrettanto spaventata.

No. Io sono qui per constatare, la paura mi fa un baffo, potrei morire anche ora. Non attribuisco rilevanza al mio benessere, a me basta semplicemente andare avanti e conoscere, non come gli sfigati che senza pretesa di senso non avanzano passo

N:che speri

Non spero in nulla: è consequenziale che andando avanti la vita si renda più complessa. E non mi cerco paradisi artificiali o puttanate congeneri, ho semplicemente bisogno di una vita potenzialmente estensibile per leggere, ascoltare musica, vedere film e ciò che mi interessa fintanto che la mente me ne contenga. Se poi muoio? Bene, venga pure Atropo, così come gli stolti denominano i naturali processi di accorciamento dei telomeri.

L'unica cosa che ho temuto in vita mia è un mondo che preferisce credere che zompare nei paradisi o fare le comunioni mentali coi gigaversi sia migliore che scardinare l'universo nei suoi parametri formali, con la specificità che un solo metodo può permettersi, senza credere che andare a zonzo con la testa sia risoluzione di chissà che
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Rasputin il Gio 18 Feb - 13:23

Nemo ha scritto:Un adagio zen declama:

"Quando fa freddo i fagiani vanno su gli alberi
Le anatre sott'acqua"

Fa freddo per tutti e due, ma ciascuno ha il suo modo di tentare di risolverlo.

Questa va dritta in citazioni, anzi per l'occasione mi sa che modifico il titolo del thread ahahahahahah

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Hara2 il Gio 18 Feb - 13:39

Nemo ha scritto:

"Quando fa freddo i fagiani vanno su gli alberi
Le anatre sott'acqua"


Ma un'antichissimo proverbio maori recita mirabilmente

Prendere un boomerang con un piccione
prendere un piccione con un boomerang
Piccione. Boomerang.
Boom.


avatar
Hara2
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1763
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 10.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Nemo il Gio 18 Feb - 14:20

Justine ha scritto:

Tutto ciò, CVD, non corrisponde ad alcun fine ultimo,

Oh, si invece, se è esso che dispensa gioia e dolore, la regola ti servirebbe ad uscire e per sempre dal tuo stato di tristezza in maniera da essere eternamente in uno stato di gioia e appagamento, dinamicamente e senza confini. E quando dico per sempre, intendo per sempre. Non c'è un "E poi" (daje)

Justine ha scritto: oltre a quello di soggiogarci e/o vederci saltare felici in paradiso.

E lo chiami poco?

Justine ha scritto:
No, l'universo campa di rapporti fittissimi tra esse.

Si chiama interdipendenza, e lo fa indipendentemente dal fatto che tu le analizzi o meno e me li butti giù in termini matematici. Se devi costruirci qualcosa bene, ma non inficia né aumenta l'esperienza sensibile che ho di essi. Ovvero: Tu analizza, che io trombo.

Justine ha scritto:
Ovviamente mai sentito parlare di endorfine, di glucidi, di saccaridi e del perché la selezione naturale ce le fa trovare succulenti

Ovvio, ma guarda caso, la pasta mi nutre anche se non conosco queste cose specificamente e con terminologie scientifiche, per il semplice fatto che è nella sua natura di pasta e del nostro rapporto, al di la delle definizioni. L'ultima parola, ti piaccia o no, ce la ha sempre, solo e comunque l'esperienza.

Justine ha scritto:
Meraviglioso, ma il concetto primario è che una motherboard non fa un PC funzionante, da sola

Infatti due che scopano sono due elementi completi e funzionanti che operano una attività. I primi ad esserne partecipi sono gli amanti, non la scienza o le sue definizioni.


Justine ha scritto:
No. La felicità o la sofferenza, così come altre percezioni, non sono fini:

Ma questo non è la "felicità" proposta dalla religione. E' una cosa che ti stai inventando tu. La felicità "religiosa" è uno stato di perfetto benessere dinamico ed eterno al di la dei limiti dei nostri attuali aggregati che in una situazione di disfacimento organolettico non sussisterebbero più e che riguarderebbero l'essenza dell'osservatore, che come dicevamo crea la realtà. E' qui che cade la neuroscienza ed interviene Einstein. Non è, per dirla alla margherita Hack Un condominio sulle nuvole dove rivedo tutta la parentela.

Justine ha scritto:
Certo, chi è cieco legge caratteri a non finire, pile di libri stampati dai tempi di Gutenberg

Per quello c'è il sistema braille.

Justine ha scritto:

Ovvio, sono carbonio. Ma ciò non toglie che questo ciclo sempiterno non ha alcun intrinseco senso

Perché non fai nulla per capirlo, speri solo in un futuro sistema che te ne liberi dalla sofferenza.

"Qualsiasi tecnologia sufficientemente sofisticata è indistinguibile dalla magia"

Arthur C. Clarke.


Justine ha scritto:
Chi ne è privo non ragiona, vedi l'anencefalo di cui si parlava

Non "ragiona" in termini di aggregati e dei suoi limiti fisici, è vero.


Justine ha scritto:
Ciò non toglie che sia sottoposto ad evidenti limiti.

Che sarebbero?
Limitato rispetto a.... ???

Justine ha scritto:
Il transumanesimo si pone semplicemente la possibilità, che so, di permetterti di vedere in 512 dimensioni, cosa che dubito qualsivoglia finto mistico possa riportare con efficienza d'aver fatto.

E che io dubito che un chip biologico possa fare.
Ma saremmo noi a vedere le 512 dimensioni o il Biochip? Perchè se il biochip deve fare capire al cervello, ovvero deve essere al servizio di quest'ultimo, le 512 dimensioni dovrà translarle, ridurle, in maniera da renderle comprensibili ai limiti del cervello originale. Oppure semplicemente avremmo degli organismi cibernetici completamente nuovi, dove il corpo umano assumerebbe il valore del metallo per fabbricare la vettura. Una materia prima che andrebbe a comporre una razza, il cui corpo umano diverrebbe l'equivalente del pollo da allevamento.


Justine ha scritto:
E' un metodo per arrivare, anche temporalmente, dove un corpo ed una mente carnee non arriveranno mai per ovvie ragioni, siamo animali.

Non abbiamo ancora sperimentato i nostri limiti. La stragrande maggioranza di noi manco sviluppa un briciolo del potenziale. Volerli superare senza sapere bene quiali siano è pura fantasia.


Justine ha scritto:
No. Io sono qui per constatare, la paura mi fa un baffo,

Ne abbiamo già parlato. Tu sei Umana e come tale non progredisci la tua natura se non fai nulla almeno per superare le tue illusioni, né per cavartene fuori. Puoi avere sviluppato un certo senso di Apatia, o rassegnazione che ti durano finchè hai il supporto delle poche cose che le tengono in piedi. Non è detto che un domani quel poco che hai non ti venga tolto o non ti basti più. E li si, che cominceranno le vere rogne e capirai se effettivamente non hai aspettative o se sei solo momentaneamente rassegnata

E qui signori dico a tutti:



Belli e brutti

Grazie per avermi ospitato e per le chiacchiere.
Migro su altre sponde credo "Buddhiche".
Ho trovato alcune gustose delizie elucubrative su cui lavorare in altri lidi... anche se qualcosa di pura psicologia non mi dispiacerebbe.

Tante belle cose.

Nemo

Nemo
-------------
-------------

Numero di messaggi : 303
Occupazione/Hobby : Ramingo
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Gio 18 Feb - 14:31

Nemo ha scritto:ò.òò


N: la regola ti servirebbe ad uscire e per sempre dal tuo stato di tristezza

Ho ribadito più volte che non me ne fotte di gioia o dolore, non so in che idioma debbo spiegarmi.

Se è per sempre, è comunque vano, il concetto non cambia

N:
E lo chiami poco?

Lo chiamo anche molto, nel senso in cui è una maxistronzata modello The Sims

N:  e me li butti giù in termini matematici.

E' il linguaggio dell'universo, espresso in variabili e costanti. Tu tromba, finché le stenosi aortiche non prendono sopravvento

N: la pasta mi nutre anche se non conosco queste cose specificamente e con terminologie scientifiche

E poi parlano di consapevolezza, very laughable

N: L'ultima parola, ti piaccia o no, ce la ha sempre, solo e comunque l'esperienza

Ah, se è come quella di coloro che vedono le madonne in cielo, grande lezione

N: I primi ad esserne partecipi sono gli amanti, non la scienza

Wrong. I corpi sono scienza, e ad indurti il piacere sono specifici cocktail chimici dall'ossido nitrico alla dopamina. Toglili e col cazzo che ci trovi gusto nell'attività data, come quando resecano l'amigdala ad un pauroso

N: i limiti sarebbero?

Quelli che palesi ad esempio ora, non avere idea di quale sia il fulcro del discorso da tot post
Nessuno di noi è onnisciente

N: La felicità "religiosa" è uno stato di perfetto benessere dinamico

E' del tutto privo di scopo, come spesso ribadisco,  il benessere non è un fine. Un sasso non ne ha bisogno, ed un sasso non può esser partecipe della mirifica costruzione de 'sto cazzo de multiverso? Povera stella

N:
Per quello c'è il sistema braille.

Che non è come leggere realmente, si tratta di esperienze differenti

N: speri solo in un futuro sistema che te ne liberi dalla sofferenza.

No, posso ricercare più esperienze, così come ricerco un nuovo libro per ampliare le mie conoscenze. Ripeto per la triliardesima volta, che sia atarassia gioia o sofferenza, me ne fotte zero modello Coca Cola

N: Non "ragiona" in termini di aggregati e dei suoi limiti fisici, è vero.

Certo, va sul waterslide plumbeo enantiomerico dell'arcobaleno

N: E che io dubito

Dubita, dubita.

C'è gente che ti doppia in tali tematiche, semplicemente perché hai scelto di non sapere.
Ricorda ciò che successe ai fratelli Wright (ma che si ripete puntualmente quando dicono 'la scienza non...' E invece, poi...

N:  ai limiti del cervello originale

Nessuno ha detto che non verranno superati i limiti originari di un inutile ed impreciso ammasso carneo come questo, anzi

N:fai nulla almeno per superare le tue illusion

Ah, beh, perlomeno non approdo in altre come fai tu e quelli della tua schiatta. Bel serpeggiare tra i pali della paura.

N:Non è detto che un domani quel poco che hai non ti venga tolto o non ti basti più

Io non mi basto da una vita; e di certo chi si accontenta è una persona morta o insussistente.

Addio, bellezza.


Ultima modifica di Justine il Gio 18 Feb - 14:33, modificato 1 volta
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Gio 18 Feb - 14:32

p.s. Puoi parlarmi di tutti i campi lesbomagnetici che vuoi, ma che io fluttui e vada ad incastonarmi in un seme di albicocco o altre tipologie di voyages che fate voi supremi illuminati, o che rimanga culo a terra, poco cambia alla questione a cui - come è ovvio- non è stata data risposta.
Non ritenermi poi erroneamente rassegnata per il fatto che non mi illudo nel dare senso definitivo a cose che per ovvia ragione non possono averne, il cosmo è un fautore di entropia. E io vivo la corrente, soffermandomi su ciò che ha interesse.
Non si può diventare illuminati vagolando carponi.
Che belli questi filosofi, gli altri devono sempre aver "problemi di autostima" per mostrare determinate concezioni di qualcosa di cui per primi hanno terrore.

A bientot!
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da fungus77 il Ven 26 Feb - 20:27

mah, ho provato a leggere la lunghissima discussione originaria ma ammetto di averlo fatto distrattamente, perchè ho come al solito trovato un'infinita melina da parte del credente di turno, il buon Nemo. Il quale però si definisce ateo, quindi vuol dire che non aderisce a nessuna religione. Non aderendo a nessuna religione non suggerisce un impianto di precetti da seguire o verità da seguire. Quindi di che cazzo stiamo parlando? Delle solite pippe mentali, che senza l'apporto del THC sono anche poco interessanti. Esiste il principio primo, "l'intelligenza", ma che ne so, ma che me ne frega? In nessun modo tali concetti intuiti, accennati, creduti, impattano con la mia vita. Speravo si parlasse di quello che diceva il titolo della discussione: in quale dio non credete? in tutti quelli che mi hanno presentato le religioni. Certo, non ho studiato tutte le religioni, ma ritengo verosimile che sapere tutti i cazzetti della donna bisonte bianco dei lakota non me la renda più credibile. E' come se un astrologo vestito come topolino in fantasia mi dicesse che non posso bollare la magia come una puttanata finchè non ho provato a fare tutti i riti del mondo di tutte le scuole di magia. Si parla del nulla. Per ore.

fungus77
-------------
-------------

Numero di messaggi : 91
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 08.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Minsky il Ven 26 Feb - 20:35

fungus77 ha scritto:mah, ho provato a leggere la lunghissima discussione originaria ma ammetto di averlo fatto distrattamente, perchè ho come al solito trovato un'infinita melina da parte del credente di turno, il buon Nemo. Il quale però si definisce ateo, quindi vuol dire che non aderisce a nessuna religione. Non aderendo a nessuna religione non suggerisce un impianto di precetti da seguire o verità da seguire. Quindi di che cazzo stiamo parlando? Delle solite pippe mentali, che senza l'apporto del THC sono anche poco interessanti. Esiste il principio primo, "l'intelligenza", ma che ne so, ma che me ne frega? In nessun modo tali concetti intuiti, accennati, creduti, impattano con la mia vita. Speravo si parlasse di quello che diceva il titolo della discussione: in quale dio non credete? in tutti quelli che mi hanno presentato le religioni. Certo, non ho studiato tutte le religioni, ma ritengo verosimile che sapere tutti i cazzetti della donna bisonte bianco dei lakota non me la renda più credibile. E' come se un astrologo vestito come topolino in fantasia mi dicesse che non posso bollare la magia come una puttanata finchè non ho provato a fare tutti i riti del mondo di tutte le scuole di magia. Si parla del nulla. Per ore.
Ottima sintesi. ok

E pensa che il nostro Nemo ha buttato ben dodici anni della sua vita in questo nulla. Contento lui... adesso dovrebbe essere andato a martoriare un forum di bhuddanisti (si può dire bhuddanisti? O è meglio bhuddanari? Mah!). C'è il rischio persino che i bhuddaqualcosa lo apprezzino! carneval

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14748
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Ven 26 Feb - 20:38

Ehi, bentornato, Fungus :)
Ah, guarda, per farlo desistere ho dovuto postare un trip della madosca...
Pensa che mi sono dovuta inventare i campi lesbomagnetici per controbattere con una boiata di pari portata

EDIT:

guarda cosa mi sono dovuta inventare

senza THC, eh :D

http://atei.forumitalian.com/t3468p670-citazioni-dei-forumisti-e-di-personaggi-famosi#357092
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da fungus77 il Ven 26 Feb - 21:50

Minsky io preferisco "bhuddanieri", comunque sono neologismi che mandano "petaloso" a riccoje la cicoria, se hai seguito le ultime uscite dell'Accademia della crusca.
Justine ammiro tanto la tenacia, davvero (e l'humor)!   ok2

Ma non lo trattate troppo male Nemo, è paraculo come tutti i credenti, ma sta da solo e viene spolpato...Sono troppo buono I know...

fungus77
-------------
-------------

Numero di messaggi : 91
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 08.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Rasputin il Ven 26 Feb - 21:55

fungus77 ha scritto:Minsky io preferisco "bhuddanieri", comunque sono neologismi che mandano "petaloso" a riccoje la cicoria, se hai seguito le ultime uscite dell'Accademia della crusca.
Justine ammiro tanto la tenacia, davvero (e l'humor)!   ok2

Ma non lo trattate troppo male Nemo, è paraculo come tutti i credenti, ma sta da solo e viene spolpato...Sono troppo buono I know...

Se ne è già andato, come tutti i "Professoroni" che sono entrati qui..

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Minsky il Ven 26 Feb - 22:01

fungus77 ha scritto:Minsky io preferisco "bhuddanieri", comunque sono neologismi che mandano "petaloso" a riccoje la cicoria, se hai seguito le ultime uscite dell'Accademia della crusca.
Justine ammiro tanto la tenacia, davvero (e l'humor)!   ok2

Ma non lo trattate troppo male Nemo, è paraculo come tutti i credenti, ma sta da solo e viene spolpato...Sono troppo buono I know...
Sì, ho seguito la vicenda di "petaloso", tutti i cuor di zucchero di facebook sbrodolano giuggiole per quella storiella. Allora noi facciamo la nostra "crusca" e d'ora in avanti i seguaci di bhudda li chiameremo bhuddanieri! mgreen

Nemo non è stato trattato "male", anzi gli si è data retta in misura anche eccessiva secondo me. E comunque, nessuno qui viene "spolpato" solo perché è credente. Ma se è presuntuoso, arrogante, insolente e sgarbato non raccoglie molta simpatia, indifferentemente se sia ateo o credente. Qui come nella vita reale. wink..

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14748
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Ven 26 Feb - 22:01

Non credo nella divinità che soprassiede ai bus, ad esempio...




Povera gente.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Ven 26 Feb - 22:03

Minsky ha scritto:Sì, ho seguito la vicenda di "petaloso"

Oh, m'ha colto il bipolarismo per quella vicenda, una tristezza totale.
Le uniche meritevoli parole si trovano qui:

http://phrontistery.info/

Divinità delle parole, miracolaci e fa' sì che il prossimo neologismo sia più accattivante.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Rasputin il Ven 26 Feb - 22:06

Justine ha scritto:Non credo nella divinità che soprassiede ai bus, ad esempio...




Povera gente.

No, è che non hanno pregato abbastanza

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50143
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Minsky il Ven 26 Feb - 22:14

Rasputin ha scritto:
Justine ha scritto:Non credo nella divinità che soprassiede ai bus, ad esempio...




Povera gente.

No, è che non hanno pregato abbastanza
Non c'è pregare "abbastanza". Si capisce subito che non te ne intendi. mgreen
C'è pregare "forte". Bisogna pregare forte, per ottenere la grazia / il miracolo / l'impiego all'ufficio postale.
E come si fa a pregare forte? Sui ceci. In ginocchio, sui ceci. Anche un cilicio aiuta. zizi


P.S.: questo sta diventando come il thread delle bhuddanate. E che altro? carneval

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14748
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da fungus77 il Ven 26 Feb - 22:29

Rasputin ha scritto:No, è che non hanno pregato abbastanza

Oppure hanno pregato quello sbagliato e quello vero si è veramente fatto rodere il culo. Vallo a capire... no!

Edit: sti 42 secondi per esempio dimostrano che il dio cristiano è impossibile. proviamo per esclusione

fungus77
-------------
-------------

Numero di messaggi : 91
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 08.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: In quale Dio NON credete, e perchè (II)?

Messaggio Da Justine il Ven 26 Feb - 22:38

Domani ve ne posto altri; anzi, se siete curiosi potete guardarli sul canale Raw Leak di Youtube, sono pubblici...
Roba da far passare anche la voglia delle ricompense fittizie di cui parla Holu

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum