Ateismo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ateismo

Messaggio Da Paolo il Sab 27 Feb - 17:14

Ho sempre riscontrato nel confrontarmi con i credenti una grande difficoltà, per non dire impossibilità, a far capire cosa sia l'essere ateo. Dal mio punto di vista mi sembrerebbe sufficiente dire che non credi in qualunque forma di essere superiore o comunque non credi che possa esistere un qualsiasi forma di essere o di vita sovrannaturale, per far capire la tua posizione. 

Ma vedo che non è mai così. Sembra che per un credente questa sia una posizione impossibile da accettare. Così si inizia sempre una lunga quanto inutile discussione sul fatto che anche l'ateismo è una forma di religione, una filosofia o altre cose simili. E' praticamente impossibile per un credente pensare che per una persona la religione, con tutto quello che comporta, di fatto non esista. 

A questo poi si aggiunge inevitabilmente il tentativo di convincerti che sei in errore e che ti devi "pentire" delle tue idee ed aver fede nella parola di Cristo, o di non so chi altro, facendo sempre del proselitismo nonostante tu abbia chiaramente detto che non solo non credi in nulla, ma che nemmeno ti interessano le varie credenze che consideri del tutto assurde. Non c'è niente da fare. E' una questione più forte di loro fino ad arrivare a considerare la cosa come un fatto personale. Diciamo che la tolleranza mal si concilia con la fede, fino ad arrivare all'integralismo ove ben sappiamo come viene rispettate altre posizioni o fedi! E' proprio difficile far capire una cosa molto semplice: non credo!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Justine il Sab 27 Feb - 17:51

Sono del parere che se si domandasse a ogni dio immaginabile "qual è veramente" - e dico "veramente" il tuo scopo finale", nessuno di essi saprebbe rispondere se non il solito tourbillon di "amorepacemortisullenuvolefineditutto"
Porsi ai credenti è difficile in certi contesti, ma quando l'oggetto della loro venerazione cerca di porsi a noi, scatta la vera ecatombe.
Non è un mistero che lo si identifichi come, appunto, mistero, se non per il fatto che dietro a un termine aleatorio, nulleggiante e inconsistente, si nnasconde la banalità maggiore di sempre

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da fungus77 il Sab 27 Feb - 19:16

Io ci provo illustrando una religione a caso, dicendo: tu ci credi? Poi ne illustro un'altra. Tu ci credi? Ecco, per me anche la tua va nel mucchio delle cazzate. E le grandi domande sull'origine, etc.? Una risposta non la trovo nella donna bisonte bianco dei lakota, non è come alle elementari che per non fare scena muta spari qualche cazzata a raffica.

fungus77
-------------
-------------

Numero di messaggi : 91
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 08.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Justine il Sab 27 Feb - 19:20

Ti dirò che sono arrivata ad una prospettiva in cui le "grandi" domande non sembrano nemmeno più tali. Probabilmente perché le risposte, ricostruite ora come ora, sono triviali

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Paolo il Sab 27 Feb - 19:45

Io penso che la difficoltà del credente ad ammettere la fallacia della propria posizione/convinzione anche davanti all'evidenza dei fatti derivi dal fatto che il credente tende ad identificarsi con il suo credo e di fatto  lo fa suo. Di conseguenza andare contro la sua posizione/convinzione è come andare contro lui stesso. Diventa una questione personale. Cosa invece che ben difficilmente può accadere con l'ateo che non avendo alcun credo non può certo identificarsi con qualcosa che non ha.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Justine il Sab 27 Feb - 19:55

È lo stesso motivo per cui i supereroi e i capi carismatici attirano tanta attenzione da millenni: diventando loro "discepoli" e ammirandoli fortemente, si spera (appunto) di poter diventare come loro, o parte di loro.
Chi non vorrebbe avere i poteri tradizionalmente attribuiti alle divinità?

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Rasputin il Sab 27 Feb - 19:59

Se qualcosa esiste non è sovrannaturale

_________________
Too late to debate, too bad to ignore,
quiet rebellion leads to open war

La ragione è la sola cosa che può salvare un essere umano da una vita miserabile (Armok).

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49388
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Justine il Dom 28 Feb - 7:10

Esattamente, è quello che cerco di dire da due vite, ormai
Se qualcosa c'è, c'è, ziokaiser!

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Minsky il Dom 28 Feb - 21:25

Paolo ha scritto:Io penso che la difficoltà del credente ad ammettere la fallacia della propria posizione/convinzione anche davanti all'evidenza dei fatti derivi dal fatto che il credente tende ad identificarsi con il suo credo e di fatto  lo fa suo. Di conseguenza andare contro la sua posizione/convinzione è come andare contro lui stesso. Diventa una questione personale. Cosa invece che ben difficilmente può accadere con l'ateo che non avendo alcun credo non può certo identificarsi con qualcosa che non ha.
Io penso che il motore principale della religione sia la tendenza dell'essere umano a cercare la spiegazione di ogni fenomeno. Si tratta di ciò che ha da sempre motivato l'umanità a cercare di capire i fenomeni naturali e a studiare e indagare, costruendo così le basi del sapere scientifico. Paradossalmente, però, questa stessa spinta ha due effetti diametralmente opposti a seconda della qualità della persona. Chi ha una mente lucida e onesta, e rifiuta trucchi e scorciatoie, persegue la ricerca della spiegazione razionale, che costa fatica e impegno e spesso restituisce magre soddisfazioni; mentre chi è pigro e indolente si fa attrarre dalla spiegazione facile e immediata, che offre l'opportunità incomparabilmente allettante di poter "capire tutto" senza in effetti sapere assolutamente niente. Questa è la religione, questo è dio: la spiegazione totale e finale, che nulla spiega perché è figlia dell'ignoranza più assoluta. La religione costruisce un modello del mondo e dell'essere umano estremamente semplificato, ridotto all'animalità del ciclo nascita - riproduzione - morte (ecco perché la direttiva «crescete e moltiplicatevi») e "spiega" ogni fenomeno in base a questo sistema. Demandando ogni causa e ogni prova ad un essere immaginario e ad un'esistenza oltre umana, la religione elimina il processo intellettivo dalla coscienza dell'uomo ed in buona sostanza elimina anche l'essenza stessa dell'essere umano, lo disumanizza. Il credente religioso è come chi studia un argomento mandando a memoria formule e definizioni, senza capire nulla di quello che significano. Infatti la religione si riveste di un enorme apparato di formule e di riti, gesti e parole vuoti di qualsiasi significato che servono a nascondere l'assenza assoluta di fondamenta. Chi si fa attrarre da questa facile strada è un individuo infantile e immaturo, oppure tendenzialmente uno svogliato, indolente e abulico; infatti i ruoli clericali sono occupati dai più grandi parassiti della società. Questo non garantisce che l'ateo sia esente da ottusità e stupidità, ma quanto meno indica che egli non è prono ad accettare spiegazioni riduttive e insulse.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13803
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Feb - 21:37

Sapiens A e Sapiens B  mgreen del buon Delfi ! 
Concordo con quanto dici ma mi sembra troppo riduttivo. Tu non tieni conto dell'emotività che condiziona in modo molto rilevante il comportento umano a cui è molto difficile sottrarsi

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Minsky il Dom 28 Feb - 21:43

Paolo ha scritto:Sapiens A e Sapiens B  mgreen del buon Delfi ! 
Concordo con quanto dici ma mi sembra troppo riduttivo. Tu non tieni conto dell'emotività che condiziona in modo molto rilevante il comportento umano a cui è molto difficile sottrarsi
Ma è proprio di un fattore di indole e quindi di emotività che parlo io. Poi la radice potrebbe essere in una differenza genetica come ipotizza Delfi; purtroppo temo che uno studio abbastanza vasto e approfondito da poter dare una risposta certa su questo tema non verrà mai condotto, per ragioni politiche.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13803
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Paolo il Dom 28 Feb - 22:45

A mio avviso Minsk tu sottovaluti la valenza emotiva nelle decisioni e posizioni del nostro pensare e del nostro essere. E liquidare i comportamenti emotivi come idiozie è troppo sbrigativo. La cosa è molto più complessa. La psiche umana è complessa e non si fonda solo sulla razionalità

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8608
Età : 62
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ateismo

Messaggio Da Justine il Lun 29 Feb - 9:06

La psiche è profondamente razionale anche quando erroneamente si crede che si usino "emozioni". Le emozioni sono una surrogazione approssimativa di risposte razionali, una persona dà di matto, si innamora o finge se c'è un motivo preciso al di sotto di tutto ciò, che corrisponde a meri calcoli sopravvivenziali

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum