lavaggio del cervello religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

lavaggio del cervello religione

Messaggio Da ugly il Lun 7 Mar - 20:15

Prendo spunto da alcuni recenti fatti per parlare di un argomento su cui avete certamente riflettuto, possiamo dire che "ciclicamente" dalle nostre parti si sente parlare della Corea del Nord, vista come nazione estremamente lontana dal nostro stile di vita e i soliti moralisti fanno notare che la devozione dei nordcoreani nei confronti del "Caro Leader" e del "Presidente Eterno" è un lavaggio del cervello a tutti gli effetti, i più estremisti mettono di mezzo la solita frase "conseguenze dell'ateismo", "gli atei hanno idoli" ecc. La domanda è la seguente, questi individui vogliono fare finta che qui NON esista il lavaggio del cervello o sono scemi davvero?! Come definire l'indottrinamento forzato che subiscono i bambini nei confronti della religione, nelle famiglie, nelle scuole, tramite i media ecc.?! E' un caso che oltre il 93 % (secondo le stime meno tragiche.....) della popolazione italiana è cristiana o no?! Il fatto stesso che questi moralisti puntino il dito contro l'ateismo di Stato e continuino a sostenere la peggiore organizzazione mai esistita nella storia dell'umanità, fa pensare molto su quanto le loro teste "siano libere", che caso, eh?! Come sempre il pensiero cristiano si rivela "leggermente" incoerente

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: lavaggio del cervello religione

Messaggio Da Rasputin il Lun 7 Mar - 20:23

ugly ha scritto:Prendo spunto da alcuni recenti fatti per parlare di un argomento su cui avete certamente riflettuto, possiamo dire che "ciclicamente" dalle nostre parti si sente parlare della Corea del Nord, vista come nazione estremamente lontana dal nostro stile di vita e i soliti moralisti fanno notare che la devozione dei nordcoreani nei confronti del "Caro Leader" e del "Presidente Eterno" è un lavaggio del cervello a tutti gli effetti, i più estremisti mettono di mezzo la solita frase "conseguenze dell'ateismo", "gli atei hanno idoli" ecc. La domanda è la seguente, questi individui vogliono fare finta che qui NON esista il lavaggio del cervello o sono scemi davvero?! Come definire l'indottrinamento forzato che subiscono i bambini nei confronti della religione, nelle famiglie, nelle scuole, tramite i media ecc.?! E' un caso che oltre il 93 % (secondo le stime meno tragiche.....) della popolazione italiana è cristiana o no?! Il fatto stesso che questi moralisti puntino il dito contro l'ateismo di Stato e continuino a sostenere la peggiore organizzazione mai esistita nella storia dell'umanità, fa pensare molto su quanto le loro teste "siano libere", che caso, eh?! Come sempre il pensiero cristiano si rivela "leggermente" incoerente

Il grassettato corrisponde a verità, i regimi dittatoriali a quel livello sono religioni a tutti gli effetti, quindi è errato definirli "Atei".

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: lavaggio del cervello religione

Messaggio Da Justine il Lun 7 Mar - 20:36

Postavo giusto due giorni fa l'immagine di un quotidiano che recava l'annuncio della morte di Stalin, dell'epoca... "Grande e glorioso", "ave", "mirifica presenza"...
Siamo sicuri che non si sostituisca piuttosto un feticcio con un altro, una presenza polarizzante, quando si ha a che vedere con l'hoi polloi da soggiogare?
A livello statale, tolto un culto, se ne fa un altro (il che ricorda un simile motto applicato altrove). Come distrarre la gente?

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15360
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: lavaggio del cervello religione

Messaggio Da Minsky il Lun 7 Mar - 21:33

ugly ha scritto:Prendo spunto da alcuni recenti fatti per parlare di un argomento su cui avete certamente riflettuto, possiamo dire che "ciclicamente" dalle nostre parti si sente parlare della Corea del Nord, vista come nazione estremamente lontana dal nostro stile di vita e i soliti moralisti fanno notare che la devozione dei nordcoreani nei confronti del "Caro Leader" e del "Presidente Eterno" è un lavaggio del cervello a tutti gli effetti, i più estremisti mettono di mezzo la solita frase "conseguenze dell'ateismo", "gli atei hanno idoli" ecc. La domanda è la seguente, questi individui vogliono fare finta che qui NON esista il lavaggio del cervello o sono scemi davvero?! Come definire l'indottrinamento forzato che subiscono i bambini nei confronti della religione, nelle famiglie, nelle scuole, tramite i media ecc.?! E' un caso che oltre il 93 % (secondo le stime meno tragiche.....) della popolazione italiana è cristiana o no?! Il fatto stesso che questi moralisti puntino il dito contro l'ateismo di Stato e continuino a sostenere la peggiore organizzazione mai esistita nella storia dell'umanità, fa pensare molto su quanto le loro teste "siano libere", che caso, eh?! Come sempre il pensiero cristiano si rivela "leggermente" incoerente
La risposta è semplice: tutte le religioni sono religioni di Stato. In alcune nazioni più civilizzate l'influenza della religione sullo Stato è meno marcata, ma non è questo il caso dell'Italia, per esempio, dove fino a non molto tempo fa la religione cattolica era ufficialmente e per legge l'unica religione dello Stato. Ci sono peraltro religioni con caratteristiche molto diverse, e allora come si fa a classificarle? Anche in questo caso, la risposta è semplice: una dottrina priva di fondamenti razionali, adatta a soggiogare il popolo, è una religione: con questo tratto distintivo in mente e trascurando tutti gli orpelli concettuali, vediamo chiaramente che anche i nordcoreani sono ammorbati dall'idiozia religiosa.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13510
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum