sull'educazione dei figli...

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

sull'educazione dei figli...

Messaggio Da ros79 il Lun 3 Ago - 11:04

c'è una falsa convinzione nell'uomo occidentale ... quella di dire: io educo mio figlio col credere poi da grande farà quello che vuole.
quello che erroneamente si pensa è che sia giusto dare un'educazione religiosa per poi eventualmente tirarsene indietro e non viceversa.
perchè non si dice: io non do educazione religiosa a mio figlio poi da grande farà quello che vuole? perchè questo sembra un sacrilegio?
io sono d'accordo che se due genitori credono non possono non crescere il figlio senza (anche se non condivido), ma gente anche che non si reputa credente davvero preferisce comunque impartire un'educazione religiosa piuttosto che atea convinti che questa sia la scelta che rende più liberi i figli... eeeeeeek eeeeeeek eeeeeeek
che pensate?

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da AK il Lun 3 Ago - 12:34

Bé, sono d'accordo.

Io ho una convinzione religiosa, ed è ovvio che la trasmetterò a mio figlio.

Chi non ha una convinzione, oppure è convinto dell'insensatezza delle religioni, è giusto trasmetta a suo figlio questi valori.

Chi invece è tutto un "Sì, vabbè. Lo battezzo, ma solo per far contenta la nonna che poi fa delle storie" secondo me sbaglia di grosso.

L'unica cosa che posso dire è che in entrambi i casi non è quasi mai facile da parte di un genitore accettare il "farà come gli pare".

Poi ognuno educhi i suoi figli come gli pare :)
avatar
AK
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 866
Età : 40
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da davide il Lun 3 Ago - 12:49

Ros, con me sfondi una porta aperta lo sai.
Bisogna comunque dire che molti di quelli che vengono battezzati "così tanto per" alla fine come minimo si disinteressano della religione, nè noi possiamo sindacare sulle scelte che i genitori autonomamente fanno sull'educazione della propria prole.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da ros79 il Lun 3 Ago - 13:07

davide ha scritto:Ros, con me sfondi una porta aperta lo sai.
Bisogna comunque dire che molti di quelli che vengono battezzati "così tanto per" alla fine come minimo si disinteressano della religione, nè noi possiamo sindacare sulle scelte che i genitori autonomamente fanno sull'educazione della propria prole.
ma infatti io non vado a sindacare, ma se a genitori credenti per modo dire perchè poi non praticano davvero nulla, gli dici che non insegni una religione a tuo figlio sembra una blasfemia...quello che non accetto è che l'educazione religiosa sia considerata come la migliore e poi possono cambiare idea... ma perchè non il contrario???

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da AK il Lun 3 Ago - 13:23

ros79 ha scritto:ma se a genitori credenti per modo dire perchè poi non praticano davvero nulla, gli dici che non insegni una religione a tuo figlio sembra una blasfemia...

Non tutti, suvvia. Io di amici che hanno scelto di non battezzare i figli ne ho più d'uno.
avatar
AK
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 866
Età : 40
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 13.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da davide il Lun 3 Ago - 14:56

ros79 ha scritto:
ma infatti io non vado a sindacare, ma se a genitori credenti per modo dire perchè poi non praticano davvero nulla, gli dici che non insegni una religione a tuo figlio sembra una blasfemia...quello che non accetto è che l'educazione religiosa sia considerata come la migliore e poi possono cambiare idea... ma perchè non il contrario???
Semplice condizionamento e abitudine. Sono d'accordo che sia un controsenso, ci mancherebbe.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da capricorno il Mer 5 Ago - 8:14

ros79 ha scritto:c'è una falsa convinzione nell'uomo occidentale ... quella di dire: io educo mio figlio col credere poi da grande farà quello che vuole.
quello che erroneamente si pensa è che sia giusto dare un'educazione religiosa per poi eventualmente tirarsene indietro e non viceversa.
perchè non si dice: io non do educazione religiosa a mio figlio poi da grande farà quello che vuole? perchè questo sembra un sacrilegio?
io sono d'accordo che se due genitori credono non possono non crescere il figlio senza (anche se non condivido), ma gente anche che non si reputa credente davvero preferisce comunque impartire un'educazione religiosa piuttosto che atea convinti che questa sia la scelta che rende più liberi i figli... eeeeeeek eeeeeeek eeeeeeek
che pensate?

Io la penso esattamente come te, ma c'è chi pensa che una scelta del genere emarginerebbe un bambino dall'ambiente sociale (vedi mia moglie che non è neanche una gran credente, anzi).
avatar
capricorno
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 529
Età : 48
Località : Saponara (ME)
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da Ospite il Mar 11 Ago - 13:27

capricorno ha scritto:ma c'è chi pensa che una scelta del genere emarginerebbe un bambino dall'ambiente sociale (vedi mia moglie che non è neanche una gran credente, anzi).

Capisco tua moglie....purtroppo è la realtà, soprattutto nel nostro paese, dove anche nell'ambiente scolastico (che di regola dovrebbe essere laico) vengono imposti i precetti cattolici, e se poco poco ti azzardi a non far fare la comunione a tuo figlio o a dispensarlo dall'ora di religione perchè sei ateo o perchè credi in un altra religione, senza volerlo rischi di dispensarlo anche dal contesto sociale e dalle frequentazioni extrascolastiche...(parlo per esperienza personale)
Pertanto è giocoforza che la maggior parte dei non credenti si trovino costretti ad agire ipocritamente mandando i loro figli all'oratorio.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da mecca domenico il Dom 16 Ago - 18:35

A mr.flyk

Pertanto è giocoforza che la maggior parte dei
non credenti si trovino costretti ad agire ipocritamente mandando i
loro figli all'oratorio.


E' vero ed anche se non sembra, non solo nei piccoli centri, ma anche nei grandi centri è così.
Io oramai sono nonno e purtroppo bisogna sottostare a questi sciacalli (almeno fino a quando il bimbo avrà 12 / 13 anni.
Un mio ex collega diceva sempre: se ti occorrono informazioni su di una persona, non chiedere alle forze dell'ordine, ma vai dal prete sanno tutto e di tutti.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da giamba il Mar 18 Ago - 23:23

Mmh, bel problema.
Non abbiamo battezzato nostro figlio semplicemente perchè ci sembrava una sciocchezza.
Ho sempre pensato che la religione sia una cosa che l'indiviuo eventualmente adotta da adulto, mi/ci sembrava invasivo l'imporgli il battesimo, oltrettutto di una religione a cui ne io ne mia moglie crediamo.

Abbiamo pensato anche alle conseguenze.

Devo dire che cominciano a farsi sentire: mio figlio sempre più spesso riferisce di piccoli dibattiti coi compagni di scuola (6-7 anni) che vertono su questo, o meglio, sull'esistenza di dio e soprattutto sulla punizione infernale che attende i non battezzati.

Gli ho fatto un piccolo paradigma secondo cui dio-religione paradiso-inferno è una cosa inventata dai re per prendere il grano ai contadini quando non avevano abbastanza soldati per costringerli con la forza.

Mio figlio quest'estate ha detto a suo nonno (mio padre), fervido credente:
"nonno, ti devo dire una cosa che forse ti offende, me la ha detta papà;
dio l'ha inventato il re per prendere il grano ai contadini."

Ne è nata una piccola questione.
Non so se sia più delicato incasinare un anziano pieno di strutture e sovrastrutture culturali nella sua ultima decade di vita, in cui è difficile rimettere tutto in discussione, o alla fine far indossare un abito a tuo figlio,
assolutamente inutile dal punto di vista "pratico" ma socialmente utile "perchè così fan tutti", fino a che non sia lui stesso, come io e mia moglie abbiamo fatto, da adulti, a liberarsene con la "coscienza" di un adulto.


Sono confuso
avatar
giamba
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 78
Età : 53
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 18.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da ros79 il Mer 19 Ago - 10:56

giamba ha scritto:Mmh, bel problema.
Non abbiamo battezzato nostro figlio semplicemente perchè ci sembrava una sciocchezza.
Ho sempre pensato che la religione sia una cosa che l'indiviuo eventualmente adotta da adulto, mi/ci sembrava invasivo l'imporgli il battesimo, oltrettutto di una religione a cui ne io ne mia moglie crediamo.

Abbiamo pensato anche alle conseguenze.

Devo dire che cominciano a farsi sentire: mio figlio sempre più spesso riferisce di piccoli dibattiti coi compagni di scuola (6-7 anni) che vertono su questo, o meglio, sull'esistenza di dio e soprattutto sulla punizione infernale che attende i non battezzati.

Gli ho fatto un piccolo paradigma secondo cui dio-religione paradiso-inferno è una cosa inventata dai re per prendere il grano ai contadini quando non avevano abbastanza soldati per costringerli con la forza.

Mio figlio quest'estate ha detto a suo nonno (mio padre), fervido credente:
"nonno, ti devo dire una cosa che forse ti offende, me la ha detta papà;
dio l'ha inventato il re per prendere il grano ai contadini."

Ne è nata una piccola questione.
Non so se sia più delicato incasinare un anziano pieno di strutture e sovrastrutture culturali nella sua ultima decade di vita, in cui è difficile rimettere tutto in discussione, o alla fine far indossare un abito a tuo figlio,
assolutamente inutile dal punto di vista "pratico" ma socialmente utile "perchè così fan tutti", fino a che non sia lui stesso, come io e mia moglie abbiamo fatto, da adulti, a liberarsene con la "coscienza" di un adulto.


Sono confuso

caro giamba...io credo che il bene di tuo figlio venga prima di ogni cosa e se tu secondo la tua filosofia di vita credi che non esista nulla o comunque che il cattolicesimo (visto che siamo in Italia) sia una sciocchezza, farglielo fare per il quieto vivere non mi sembra opportuno nè corretto nei suoi confronti. ci ho riflettuto anch'io su questa cosa quando mio figlio doveva ancora nascere quindi parlo in conseguenza di una riflessione già fatta,non do nulla per scontato tanto meno sentenzio giudizi assolutistici a priori.
abbiamo dei figli e dobbiamo educarli, ma l'educazione è soggettiva certo...ma almeno cerchiamo di essere coerenti con noi stessi, altrimenti se viviamo solo per il quieto vivere...siamo una massa di pecore (cosa che poi così distante non è ok ).

_________________
"Che cos'ho in comune con gli ebrei? Non ho neppure niente in comune con me stesso"

F.Kafka
avatar
ros79
---------------------
---------------------

Femminile Numero di messaggi : 1139
Età : 37
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da mecca domenico il Mer 19 Ago - 20:54

A giamba,
purtroppo anche di questi intoppi è fatta la vita.
Pensa che per mia madre (che da poco ha compiuto 89 anni), mettere il pane capovolto a tavola è sacrilegio in quanto per lei il pane è il corpo di cristo.
Adesso e dopo lunghe battaglie, se giro il pane non se la prende più (forse perchè attraverso i miei esempi le ho fatto capire che è tutta una questione di soldi e potere in mano ai preti).
A volte mio nipote (che fra non molto compie 6 anni), mi chiede di dio e gesù e la mia risposta è: aspetta qualche anno e dopo ne riparliamo con mamma e papà.

Quando l'uomo imparerà a farsi i c.... suoi, sarà sempre troppo tardi.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da davide il Dom 23 Ago - 13:34

giamba ha scritto:Mmh, bel problema.
Non abbiamo battezzato nostro figlio semplicemente perchè ci sembrava una sciocchezza.
Ho sempre pensato che la religione sia una cosa che l'indiviuo eventualmente adotta da adulto, mi/ci sembrava invasivo l'imporgli il battesimo, oltrettutto di una religione a cui ne io ne mia moglie crediamo.

Abbiamo pensato anche alle conseguenze.

Devo dire che cominciano a farsi sentire: mio figlio sempre più spesso riferisce di piccoli dibattiti coi compagni di scuola (6-7 anni) che vertono su questo, o meglio, sull'esistenza di dio e soprattutto sulla punizione infernale che attende i non battezzati.

Gli ho fatto un piccolo paradigma secondo cui dio-religione paradiso-inferno è una cosa inventata dai re per prendere il grano ai contadini quando non avevano abbastanza soldati per costringerli con la forza.

Mio figlio quest'estate ha detto a suo nonno (mio padre), fervido credente:
"nonno, ti devo dire una cosa che forse ti offende, me la ha detta papà;
dio l'ha inventato il re per prendere il grano ai contadini."

Ne è nata una piccola questione.
Non so se sia più delicato incasinare un anziano pieno di strutture e sovrastrutture culturali nella sua ultima decade di vita, in cui è difficile rimettere tutto in discussione, o alla fine far indossare un abito a tuo figlio,
assolutamente inutile dal punto di vista "pratico" ma socialmente utile "perchè così fan tutti", fino a che non sia lui stesso, come io e mia moglie abbiamo fatto, da adulti, a liberarsene con la "coscienza" di un adulto.


Sono confuso
Caro Giamba, ho un bambino di 7 mesi e mezzo. Dopo una giornata di discussioni ho convinto mia moglie che non era il caso di battezzarlo (lei è una dei tanti che crede esista qualcosa, ma cmq non una fervida religiosa). Le sue obiezioni erano molto simili (per non dire identiche) a quelle che hai riportato tu, che sono tutt'altro che prive di fondamento. Però. Se non iniziamo noi non credenti a spezzare questo conformismo, non cambierà mai nulla. Sta a noi genitori fornire ai nostri figli le risposte per quei piccoli confronti quotidiani che i nostri figli potrebbero trovarsi ad affrontare. Va anche detto che ci saranno sempre più bambini non battezzati nelle scuole, perchè appertenenti a religioni diverse.
Io mi sono liberato delle superstizioni religiose da adulto, ed ora mi chiedo perchè i miei genitori, non religiosi, me le abbiano fatte inculcare. Penso che l'influenza del vaticacchio sulla vita politica e sociale del paese siano uno dei principali mali dell'Italia. E' necessario che i figli dei non credenti vengano educati all'apertura mentale ed alla critica, se vogliamo che le cose (anche solo lentamente) cambino.

davide
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11205
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da mecca domenico il Dom 23 Ago - 21:07

A Giamba,
è vero ed è un bel problema.
Ho mio nipote che il prossimo mese compie 6 anni ed ogni tanto mi chiede alcune informazioni sulla religione.
Non posso dirgli al cento per cento le mie ideee, anche perchè questo è un compito che spetta ai genitori.
I genitori attualmente non parlano con il bambino di religione e il bambino preferisce chiedere più a me in quanto si è creato un certo filing.
Gli porto soltanto esempi sulle contrapposizioni create dall'uomo tipo: il bene e il male; alto e basso; lungo corto; ecc. e sembra che funzioni in quanto sempre più raramente mi fa domande.

mecca domenico
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1796
Età : 70
Località : Avigliano (PZ)
Occupazione/Hobby : fai da te di tutto di più
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 31.05.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da maxsar il Mar 25 Ago - 19:54

Penso che il problema più grosso sia quando i due neo genitori hanno orientamenti molto differenti.
In questi casi arrivare ad una mediazione la vedo alquanta dura.
avatar
maxsar
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1342
Età : 31
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.01.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da delfi68 il Ven 8 Giu - 11:48

Certi fatti mi riportano all'attenzione il grande rischio.

Il rischio che anche io sto correndo e nel quale mi accorgo di inciampare, ovvero quello di dimenticarmi di come ero da ragazzo e quindi smettere di capire i miei ragazzi..

Per fortuna sono un immaturo, e ancora oggi a oltre quarant'anni assomiglio ancora ai miei vent'anni..
Per fortuna! perche' oggi il "grande" mi ha chiesto perche' sono felice che lui torna dalla scuola convitto di Spoleto, dove e' stato bocciato, nonostante i 7000 euro di retta annua e una saracca di bestemmie sparse lungo tutto l'anno...

I ragazzi hanno una visuale talmente stretta e riduttiva della vita, della loro vita!

Lui s'e' dimenticato di quando passavamo le nottate a camminare su e giu' per la casa, lui sul mio braccio e io a tenerlo in braccio, cercando di consolarlo per le coliche del latte..o per i denti che spuntano, o per la febbre che trasformava tutta la citta' in un una favola popolata da piccoli incubi, papere, rane, pterodattili volanti e bolle colorate..
Le favole che mi sono dovuto inventare, non conoscendone di pronte..di quando Cappuccetto rosso andava dalla nonna in motorino e scoppio' la guerra tra le rane rosse e le rane blu!

Che nottate..che favole e avventure in quelle nottate. Altro che i pirati dei caraibi..io Spugna e lui Capitan Uncino!

Ma a 16 anni lui non si ricorda piu' delle nostre avventure! ..ecco perche' si stupisce che non sono arrabbiato e che sono felice che torna a casa...

Io penso che e' piu' bello essere genitore che figlio..in cambio di quelle dimenticate, posso raccontargli delle nuove storie e delle nuove avventure..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da *Valerio* il Dom 21 Apr - 18:47

LE SBERLE SE DATE CON AMORE SONO EDUCATIVE

Secondo una pedagoga americana il ceffone del genitore: “Se dato a fin di bene è educativo, l’importante è che i bambini sentano che nasce dall’affetto e dal calore”. Ma in Gran Bretagna le associazioni dei genitori, sentite dal Daily Telegraph, lo contestano
Il mitico ceffone, che da parecchi decenni è stato bandito non solo dalla scuola ma anche dalle categorie educative domestiche, rientra dall’America con risultati, a detta di una ricercatrice, anche soddisfacenti.
La ricerca, fa sapere La Stampa, è stata pubblicata dal giornale americano “Parenting: Science and Practice”, ma la sua esternatrice tiene a sottolineare che la sberla va bene a patto che il ragazzo o la ragazza di sentano all’interno di un contesto familiare di amore e protezione. La sberla a caso, insomma, data dal genitore che vuole scaricare la propria tensione non va mai bene. Chi la riceve, ovviamente applicata con forza largamente simbolica, deve percepirla come punizione per una giusta ragione.
Miguelina German, la pedagogista che ha diretto lo studio è convinta che avere genitori reattivi sulla disciplina sia il segreto per dei figli felici ed equilibrati. Il clima generale di affetto fa sì che le relative rudezze delle punizioni siano assorbite senza problemi. La cosa principale, secondo lei è “la percezione del calore materno”.
In Gran Bretagna però le associazioni dei genitori, sentite dal Daily Telegraph, non sono per niente dell’idea. Secondo loro le sberle lasciano comunque nella psiche dei piccoli dei danni che possono anche essere di lungo termine.
Jeremy Todd, capo dell’associazione “Family Lives” dice: “Non sosterremo mai l’idea di usare le sberle. Pensiamo che ci siano modi molto migliori per comunicare con un bambino”. Il dibattito sberla sì sberla no va avanti da decenni con il no in netta prevalenza nella nostra società. Ma la German, ricercatrice alla scuola di medicina Albert Einstein di New York, smentisce la credenza “progressista” che le punizioni fisiche generino nell’età adulta comportamenti antisociali, fintanto che i ragazzi giudicano che arrivi “da un posto buono”. E’ la stessa conclusione di uno studio del 2009 dell’istituto per l’Educazione di Londra. childhood
Justine Roberts, fondatrice del sito “Mumsnet”, la rete della mamme, è contraria: “Ovviamente - dice - è meglio se la sberla viene da ”un posto buono” piuttosto che da “uno cattivo” ma la maggioranza degli iscritti a Mumsnet pensa che la violenza non vada mai usata”.

http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=45120

*Valerio*
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6950
Età : 43
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : Pc-barbecue-divano-gnocca
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 15.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da delfi68 il Dom 21 Apr - 21:19

Sono daccordissimo.

Almeno fino ad una certa eta' e' fondamentale mollare un paio di ceffoni sulle cosciotte grassoccie quando serve.

MAI in nessun'altra parte del corpo..viso, mani..o altro.

Io quando ho suonato i miei figli, raramente ma con molta scenografia, ho sempre mollato pacche sonore sulle cosce. Serve, anzi e' necessario.

Poi verso i sei sette anni non serve piu', oramai i rapporti di autorita' e indiscutibile ragione possono divenire discutibili...

Il problema come sempre non e' dei figli ma dei genitori. L'uso che si fa del ceffone.

Spessissimo si ricorre al ceffone quando non si ha la pazienza e la capacita' di imporsi in altri modi per ottenere qualcosa che non sempre e' giusto. I capricci infatti non sono sempre momenti di confusione e caos che travolgono il bambino, e li si che un paio di ceffoni di reset servono e sono anzi indispensabili, ma i capricci alle volte sono un sintomo di trascuratezza che emerge.
I bambini richiedono tempo e pazienza, se non l'ottengono partono per la tangente..alcuni li viziano pur tenerseli buoni e zitti oppure li pestano per la loro petulanza..

Fare figli e' un impegno, e ce ne si accorge quasi sempre dopo l'averli fatti...
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da silvio il Dom 21 Apr - 21:23

Dipende molto dal carattere del figlio, non sempre funziona, bisogna cercare di capire come funzionano i loro cervelli, perché molti difronte alla violenza non mollano ed è peggio.
avatar
silvio
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4411
Età : 56
Località : roma
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da delfi68 il Dom 21 Apr - 21:29

Quoto.

Io, con tre figli, ho capito solo che attorno ai 4 anni i bambini sono molto disordinati e in preda a uno strano caos decisionale..se capitano delle crisi uno scapaccione serve a resettare un momentaccio e riportare la calma.

Tutto li. In qualunque altro caso e' certamente piu' proficuo e obbligatorio prima di tutto capire se siamo semplicemente distratti o altre cose affaccendati..e poi decidere di dedicare del TEMPO ai figli...

Il TEMPO. E' la chiave della serenita' di un figlio.. quando lo esigono si deve dare! E tutto s'aggiusta..
avatar
delfi68
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 11250
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 29.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da mix il Dom 21 Apr - 21:32

*Valerio* ha scritto:LE SBERLE SE DATE CON AMORE SONO EDUCATIVE
letto il titolo, sembrerebbe (cambiando i soggetti) da mettere in un thread di gusti sessuali. carneval ahahahahahah


secondo me sono da evitare le esagerazioni.
in un clima amorevole vedo arduo dover ricorrere a coercizioni fisiche. si dovrebbe approfondire meglio la lettura dello studio, che da queste poche informazioni giunge a conclusioni che mi lasciano perplesso. non vorrei vi fosse una distorsione mediatica o una nell'impostazione dello studio, ci fossero degli interessi nel voler dimostrare a forza qualcosa.
però, d'altra parte, la trascuratezza, il lassismo, NON sono segnali di relazioni d'amore, ma di scarso interesse verso la prole. quindi le offese fisiche, in quelle situazioni si rispecchiano perfettamente in quelle psicologiche all'ordine del giorno in una relazione anaffettiva. sono un danno, ma che si somma solamente a quello di base, già presente.

quindi, secondo me, lo studio parla di un fatto che normalmente non accade nella situazione data.
ed accade come aggravante di un disagio più profondo, quando effettivamente accade.
avatar
mix
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 6583
Località : .
Occupazione/Hobby : .
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da lupetta il Lun 22 Apr - 9:16

non avendo figli, rispono da figlia: se un adulto arriva a dare una
sberla al bambino significa che ha perso, non ha altri modi per
"vincere" e cerca il mezzo più facile.
mio padre ci gestiva in modo
assolutamente migliore rispetto a mia madre che ogni tanto qualche
sculacciata ce la dava (io e mio fratello ridevamo..! non ha mai concluso nulla...), a lui bastava
guardarci e filavamo va in silenzio.
la diffenza è stata nel suo approccio nei nostri confronti sin dall'inizio, pur essendo molto affettuoso, molto presente ecc...con lui non arrivavamo mai a fare certi capricci, perchè sapevamo che non avremmo avuto quello che volevamo.quindi con la mamma ci permettevamo di fare di tutto, con lui no.
avatar
lupetta
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 9606
Età : 41
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dubitare
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 11.11.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da Lyallii il Lun 22 Apr - 9:40

Io una volta ho sculacciato mio figlio, era in un momento super capriccioso, io avevo potuto dargli poca attenzione quel giorno perche avevo una cosa molto importante da fare e lui ad un certo punto cominciò a fare tutte le cose che non deve fare, io a spiegargli e bla bla bla... Finche proprio quando ero tutta per lui forse era offeso e cominciò a correre da una porta all altra e a sbattersi contro... Mai aveva fatto così! Ho provato a prenderlo, a parlarci ecc ma niente, l ho preso e gl ho dato una mini sculacciata sul pannolino... Era cosi offeso che si è fermato di colpo, andò nel divano e stese lì un quarto d ora buono... Io mi sentivo male, non perchè pensavo di avergli fatto male ma perchè mi dispiaceva averlo umiliato ma se non facevo qualcosa son sicura che si sarebbe fatto male... Poi è venuto e m ha detto scusa mamma ti voio bene... E ci siamo abbracciati, gl ho spiegato bene che non deve farsi male e che io dovevo fare un altra cosa, altrimenti sarei stata con lui, son sicura che ha capito perche quella scena non l ha piu fatta...
Per il resto a lui basta che io lo guardo male o seria, lui all istante capisce che è meglio finirla, al limite gli dico... Mi sto seccando! E mi giro e lo ignoro, lui subito corre e vuole abbracciarmi.

Certe volte è un problema quando siamo in giro, che vuole togliere la manina magari mentre siamo per strada e correre in giro e non capisce dove passano le macchine... O al parco che vuole scavalcare il recinto e andare in strada... E li allora devo riprenderlo incontinuazione o distrarlo e andare anche io su scivoli ecc se non ci son altri bimbi, quando poi s intestardisce non c'è niente da fare, se c'è mio marito lo prendiamo e ce ne andiamo ma se son sola ogni tanto gl ho detto ' vedi che ti sculaccio!' ma serve a poco, è piu che altro perche son al limite io... Alla fine cmq m invento qualcosa... Tipo andiamo a prender un gelato o altro... Insomma ci vuole pazienza... Tanta. Ma vedo mamme che si siedono al parco a spettegolare e ai bambini gridano ' appena mi alzo te le do!' ' smettila che te le do ' e poi se non la smettono si alzano e danno dei bei sculaccioni.... Io non ci riuscirei, mi sentirei troppo in colpa... La piu bella che dicono sempre è ' se ti fai male te le do pure io cosi piangi meglio che si allargano i polmoni'... E tutto ciò perche non si vogliono alzare dalla panchina dove stanno spettegolando... Che cacchio li fanno a fare i figli???

Ho letto quello che ha scritto delfi, io in parte son d accordo, tipo mio marito la pensa come lui in linea di principio ma per fortuna con mio figlio, sarà perche ancora è piccolo, riusciamo a gestire il capriccio in altro modo... Anche se appunto in casi proprio estremi è capitato....
avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da gedeone il Lun 22 Apr - 9:51

lupetta ha scritto:non avendo figli, rispono da figlia: se un adulto arriva a dare una
sberla al bambino significa che ha perso, non ha altri modi per
"vincere" e cerca il mezzo più facile.
mio padre ci gestiva in modo
assolutamente migliore rispetto a mia madre che ogni tanto qualche
sculacciata ce la dava (io e mio fratello ridevamo..! non ha mai concluso nulla...), a lui bastava
guardarci e filavamo va in silenzio.
la diffenza è stata nel suo approccio nei nostri confronti sin dall'inizio, pur essendo molto affettuoso, molto presente ecc...con lui non arrivavamo mai a fare certi capricci, perchè sapevamo che non avremmo avuto quello che volevamo.quindi con la mamma ci permettevamo di fare di tutto, con lui no.

la mia esperienza è la stessa e sono sostanzialmente contrario alle percosse,m anche se uno schiaffetto nelle parti morbide non lo vedo come violenza. quasi mai è comunque necessario, in particolare da parte del padre
avatar
gedeone
-----------
-----------

Numero di messaggi : 1353
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 02.02.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: sull'educazione dei figli...

Messaggio Da Lyallii il Lun 22 Apr - 11:51

Perchè in particolare da parte del padre?
Perchè la madre in pratica di solito passa piu tempo con i figli dici?
avatar
Lyallii
-------------
-------------

Femminile Numero di messaggi : 4703
Età : 33
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum