che pensate degli agnostici?

Pagina 1 di 10 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 14:26

ho notato che frequentemente parlano da atei con atei e da creduloni con creduloni, in linea generale mi sembrano tendenti alla religione che va di moda alle loro latitudini, è una mia impressione o si tratta di creduloni a tutti gli effetti anche se non dichiarati? mah..

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 14:31

Diversi di loro si appellano ad un'alternativa non poi molto distante dal classico 'deus amor est' (vedi le ultrapanzane sull'universo "benevolo" e antropomorfizzato amorevolmente che esiste per TE e ti guida, anche se non si attiene alle classiche Scritture c'è di mezzo il "karma" e il samsara e il buddhismo -santocielo, che conversazioni abbiamo avuto anche qui con alcuni di loro-); semplicemente traslano la loro attenzione su un altro feticcio.
Altri hanno una visione ottenebrata del tutto (ben lontana dall'indifferenza di cui il cosmo è veramente capace) e proiettano le loro angosce su alieni, nibiru, etc., senza curarsi troppo delle convenzionali divinità. Ma di qualcosa hanno il sentore, di qualcosa hanno paura.
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 15:09

Justine ha scritto:Diversi di loro si appellano ad un'alternativa non poi molto distante dal classico 'deus amor est' (vedi le ultrapanzane sull'universo "benevolo" e antropomorfizzato amorevolmente che esiste per TE e ti guida, anche se non si attiene alle classiche Scritture c'è di mezzo il "karma" e il samsara e il buddhismo -santocielo, che conversazioni abbiamo avuto anche qui con alcuni di loro-); semplicemente traslano la loro attenzione su un altro feticcio.
Altri hanno una visione ottenebrata del tutto (ben lontana dall'indifferenza di cui il cosmo è veramente capace) e proiettano le loro angosce su alieni, nibiru, etc., senza curarsi troppo delle convenzionali divinità. Ma di qualcosa hanno il sentore, di qualcosa hanno paura.
quindi non sono l'unico a pensare che sono creduloni non dichiarati, anche perché come ho detto, le loro posizioni mi sembrano molto molto simili a quelle dei creduloni dichiarati, senza contare che per contemplare in un database un concetto assurdo come quello di una religione significa avere forti condizionamenti nel cervello e gli agnostici, non negandolo, non ne sono esenti..riguardo il karma, magari fosse vero..

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 15:34

Il karma è conseguenza dell'assetto sociale, non di una punizione che desidera affliggerti per "antipatia dichiarata", il che sarebbe anche abbastanza scontato, stantio e noioso.
Ad es. se passi l'esistenza ad odiare e a farti lo stomaco in quattro, giocoforza prima o poi ci si ammala; molti diranno "è stato punito da questo o quel dio", ma in realtà è l'impossibilità di trovare un luogo, anche mentale, in cui si può essere accettati e apprezzati ad attossicare la persona, a spezzare le gambe.
Non è che si possa sperare di essere lodati e amati se si passa la vita a truffare o ladrare (certo, poi -ironicamente- ci sono i casi in cui costoro la passano liscia, ma non sarebbe altro che riprova dell'inesistenza del karma...)

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 15:53

Justine ha scritto:Il karma è conseguenza dell'assetto sociale, non di una punizione che desidera affliggerti per "antipatia dichiarata", il che sarebbe anche abbastanza scontato, stantio e noioso.
Ad es.  se passi l'esistenza ad odiare e a farti lo stomaco in quattro, giocoforza prima o poi ci si ammala; molti diranno "è stato punito da questo o quel dio", ma in realtà è l'impossibilità di trovare un luogo, anche mentale, in cui si può essere accettati e apprezzati ad attossicare la persona, a spezzare le gambe.
Non è che si possa sperare di essere lodati e amati se si passa la vita a truffare o ladrare (certo, poi -ironicamente- ci sono i casi in cui costoro la passano liscia, ma non sarebbe altro che riprova dell'inesistenza del karma...)
non so se si nota ma dal nick e dallo stile si può notare che non sono quello che viene chiamato 'filantropo'..è un dato di fatto che se non viene sfogato il rancore porta scompensi veri e propri e attribuire le cause ai soliti esseri immaginari è parte del micidiale pensiero responsabile di una parte consistente dell'alimentazione della religione, il non voler / saper spiegare un fenomeno..riguardo l'ultima frase ti rispondo citando la chiesa cattolica, i suoi membri, i suoi affiliati e i suoi feticci umani (ops, santi..) che sono un perfetto esempio di eccezione di ciò che hai detto..

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 16:09

Il tuo nick mi suggerisce consapevolezza - il mio è sostanzialmente una riproposizione dei vecchi "nomi di umiliazione" di ascendenza latina rivisitata in chiave moderna (sicuramente avrai presente la Justine di De Sade; ecco- mi sento proprio "vittima" -parola da prendere comunque con le pinze- di una di quelle serie di eventi che capitarono a costei)
Per me è così inconsistente voler credere nella fortuna/disgrazia, anche se a volte ci scherzo su; l'entropia fa succedere qualcosa, nolenti o volenti, per forza. Tutti raccogliamo questo e quello, non necessariamente quello che seminiamo

Per l'eccezione rappresentata dai "santi", avevo appositamente riservato una parentesi al loro caso... :D
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 16:15

Justine ha scritto:Il tuo nick mi suggerisce consapevolezza - il mio è sostanzialmente una riproposizione dei vecchi "nomi di umiliazione" di ascendenza latina rivisitata in chiave moderna (sicuramente avrai presente la Justine di De Sade; ecco- mi sento proprio "vittima" -parola da prendere comunque con le pinze- di una di quelle serie di eventi che capitarono a costei)
Per me è così inconsistente voler credere nella fortuna/disgrazia, anche se a volte ci scherzo su; l'entropia fa succedere qualcosa, nolenti o volenti, per forza. Tutti raccogliamo questo e quello, non necessariamente quello che seminiamo

Per l'eccezione rappresentata dai "santi", avevo appositamente riservato una parentesi al loro caso... :D
a dire il vero da ciò che ricordo a 12 anni (parlo di pochissimi anni fa dal punto di vista di un adulto, a me sembra passata un'infinità..) ero piuttosto sicuro di me, quello che leggete con l'odio che traspare è il risultato di ciò che sono stato portato a credere..sono andato off topic ma avevo intenzione di spiegare prima o poi il motivo di un nick così umiliante..per il resto caspita che sono d'accordo, non sono eccellente ma neanche se fossi stato Hitler avrei meritato la vita che faccio..sui santi sono curioso di leggere anche se ho un'opinione, ovviamente non diversa da quella che ho nei confronti del cattolicesimo in generale

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 16:21

Non è completamente off topic, si può considerare anche l'agnosticismo nei confronti di se stessi fino a quando non si raggiunge la propria "formula base", il modo di porsi anch davanti ai cambiamenti, alle difficoltà, al divertimento, etc.

Personalmente posso dire che sono molto usurata (e chi non lo è? Dirai, e hai ragione), ma ho uno di quei caratteri per cui si va avanti per sempre fino a quando non si è ridotti al nihil... Gioco divertendomi quando e se posso, in pratica ._.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 16:39

Justine ha scritto:Non è completamente off topic, si può considerare anche l'agnosticismo nei confronti di se stessi fino a quando non si raggiunge la propria "formula base", il modo di porsi anch davanti ai cambiamenti, alle difficoltà, al divertimento, etc.

Personalmente posso dire che sono molto usurata (e chi non lo è? Dirai, e hai ragione), ma ho uno di quei caratteri per cui si va avanti per sempre fino a quando non si è ridotti al nihil... Gioco divertendomi quando e se posso, in pratica ._.
io invece non ce la faccio più e mi è capitato + volte di meditare senza mezze soluzioni il suicidio..x istinto di sopravvivenza e orgoglio sono qui a scrivere..il punto è che se ti convincono di qualcosa, di solito il qualcosa è vero..non si può dire della religione perché per ovvie motivazioni non ci possono essere prove delle assurdità propagandate, tuttavia per cose come aspetto, popolarità ecc. eccome se ci possono essere prove..ah, tanto per la cronaca, tra reali e immaginarie, il cattolicesimo è stimata come la religione con + figure di culto, comprendendo anche santi, papi e tutta la fradicia compagnia....

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 17:04

Io mi chiedo perché a questo punto non annettano anche tutti i supereroi Marvel... Come racconta un saggio detto, Odino e Thor hanno il compito di proteggere l'umanità dai giganti di ghiaccio... Beh, finora hanno svolto bene la loro opera di divinità :]

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Rasputin il Mer 18 Mag - 17:24

ugly ha scritto:ho notato che frequentemente parlano da atei con atei e da creduloni con creduloni, in linea generale mi sembrano tendenti alla religione che va di moda alle loro latitudini, è una mia impressione o si tratta di creduloni a tutti gli effetti anche se non dichiarati? mah..

sono credenti che si vergognano di esserlo

http://atei.forumitalian.com/t4916-a-tutti-i-sedicenti-agnostici mgreen

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 50317
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 17:28

Justine ha scritto:Io mi chiedo perché a questo punto non annettano anche tutti i supereroi Marvel... Come racconta un saggio detto, Odino e Thor hanno il compito di proteggere l'umanità dai giganti di ghiaccio... Beh, finora hanno svolto bene la loro opera di divinità :]
ai tempi in cui si credeva ai roghi parlanti con molta + facilità, non esistevano nella mente delle persone, quindi non sono entrati di moda, anche se con star wars qualcuno ha pensato di mettere in atto ciò che hai detto......


Ultima modifica di ugly il Mer 18 Mag - 17:30, modificato 1 volta

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 17:29

Rasputin ha scritto:
ugly ha scritto:ho notato che frequentemente parlano da atei con atei e da creduloni con creduloni, in linea generale mi sembrano tendenti alla religione che va di moda alle loro latitudini, è una mia impressione o si tratta di creduloni a tutti gli effetti anche se non dichiarati? mah..

sono credenti che si vergognano di esserlo

http://atei.forumitalian.com/t4916-a-tutti-i-sedicenti-agnostici  mgreen
mi mancava la furia di rasputin, anche io sono sulla sua buona strada, se tutti noi atei fossimo come lui invece dei buonisti stile hack, ci saremmo liberati delle superstizioni religiose da molto

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 17:33

Innanzitutto sarebbe grande cosa abbandonare il concetto di società tradizionale, in cui se sei introverso vieni bollato come inutilità da recupero e se fingi estroversione (anche se non è connaturata in te) sei -sempre- perfetto agli occhi di tutto.
E' noto che altrimenti si cementifica una tela invisibile che non ha altro scopo se non tenere le persone a terra assopendone le vere ispirazioni
I "pazzi" nascono così; da sprazzi di creatività non accettata ed incanalata poi in furia e qualsiasi tipo di sopraffazione, delusione o illusione venga in mente. E si deraglia anche organicamente a vivere così, oltre alle predisposizioni genetiche
Poi a mio parere il resto viene di conseguenza.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 17:43

Justine ha scritto:Innanzitutto sarebbe grande cosa abbandonare il concetto di società tradizionale, in cui se sei introverso vieni bollato come inutilità da recupero e se fingi estroversione (anche se non è connaturata in te) sei -sempre- perfetto agli occhi di tutto.
E' noto che altrimenti si cementifica una tela invisibile che non ha altro scopo se non tenere le persone a terra assopendone le vere ispirazioni
I "pazzi" nascono così; da sprazzi di creatività non accettata ed incanalata poi in furia e qualsiasi tipo di sopraffazione, delusione o illusione venga in mente. E si deraglia anche organicamente a vivere così, oltre alle predisposizioni genetiche
Poi a mio parere il resto viene di conseguenza.
hai parlato di una cosa che meriterebbe un thread, tuttavia non so se è possibile aprire un thread personale, credo che sarebbe contro il regolamento visto che lo spazio non è fatto per parlare della vita di un adolescente sfigato, la risposta che mi viene è sulla mia esperienza, come ho detto da ciò che ricordo a 12 anni ero sicuro di me e abbastanza spaccone, ci ha pensato la società a buttare nel cesso la mia autostima, pertanto non so se definirmi 'introverso' come sono abituato a fare, sul resto molti pazzi sono geni incompresi, tuttavia la maggior parte di loro è composta da sociopatici strambi e senza empatia

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 17:52

Penso che nella sezione Agorà si potrebbe aprire, abbiamo più o meno di tutto, da quelle parti...
Secondo me il vantaggio innegabile di chi è "folle" (ovvero-- che non si censura a sufficienza per la società condivisa) è dato dal fatto che non gli importa granché di 1) essere reputato carne o pesce o nulla 2) avere un'autostima. Insomma, ci sono alcune persone speciali che possono anche permettersi di prescindere dall'attribuirsi un valore particolare (in positivo o in negativo) per andare avanti, e senza soffrire.
E' una cosa che sto tentando di fare anche io, a parte occasionali sprazzi di megalomania (più incentrata sulla buffonaggine che sull'autoconvincimento), manifesto la volontà di entrare proprio in 'sta benedetta zona bianca in cui si può continuare ad avere un valore personale senza afflosciarsi se non c'è questo o quel riconoscimento pubblico.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 18:00

Justine ha scritto:Penso che nella sezione Agorà si potrebbe aprire, abbiamo più o meno di tutto, da quelle parti...
Secondo me il vantaggio innegabile di chi è "folle" (ovvero-- che non si censura a sufficienza per la società condivisa) è dato dal fatto che non gli importa granché di 1) essere reputato carne o pesce o nulla 2) avere un'autostima. Insomma, ci sono alcune persone speciali che possono anche permettersi di prescindere dall'attribuirsi un valore particolare (in positivo o in negativo) per andare avanti, e senza soffrire.
E' una cosa che sto tentando di fare anche io, a parte occasionali sprazzi di megalomania (più incentrata sulla buffonaggine che sull'autoconvincimento), manifesto la volontà di entrare proprio in 'sta benedetta zona bianca in cui si può continuare ad avere un valore personale senza afflosciarsi se non c'è questo o quel riconoscimento pubblico.
dici? magari provo a dare un'occhiata, anche se un thread su un adolescente sfigato dovrebbe stare in qualche posto tipo 'alcolisti anonimi'..ci sto provando da molto perché nella solitudine o si impazzisce o ci si costruisce un modo proprio, il punto è che l'uomo è un animale sociale, ha bisogno di contatti e non vale solo per chi sta nei talent shows, vale anche per noi adolescenti emarginati e per la gente 'comune', quella del 'tutto a posto nella mia piccola stanza' è un'utopia che ha trovato applicazione solo nei famosi otaku giapponesi, ammesso che anche loro non siano atterrati da uno stile di vita del genere

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 18:04

Uhm... Forse avrei dovuto precisare da subito che sono praticamente una di loro :D
Amo molto più il mondo dell'immaginazione, dell'animazione e della lettura di qualsiasi uscita a scopo "puro intrattenimento" (che sia nei limiti dell'etilometro o che li sorpassi conclamatamente)

Non mi attraggono i contatti "reali" prima di tutto perché vengo costantemente ignorata/ fraintesa / etc. anche in diverse categorie sociali (adulti, adolescenti, finanche bambini)-- non che mi ferisca, ognuno sceglie chi frequentare- ma mi annoia.

Se mi esprimo in pubblico, è un risvolto da tragedia greca perché "Non ti capiamo, parla più chiaramente"

Io non ci riesco, e me ne vado affanculo con il mio comodo trenino.
Non vivo male la solitudine, è la mia dimensione. Naturalmente ho dovuto prima provare il contatto con gli altri per saperlo.
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 18:11

Justine ha scritto:Uhm... Forse avrei dovuto precisare da subito che sono praticamente una di loro :D
Amo molto più il mondo dell'immaginazione, dell'animazione e della lettura di qualsiasi uscita a scopo "puro intrattenimento" (che sia nei limiti dell'etilometro o che li sorpassi conclamatamente)

Non mi attraggono i contatti "reali" prima di tutto perché vengo costantemente ignorata/ fraintesa / etc. anche in diverse categorie sociali (adulti, adolescenti, finanche bambini)-- non che mi ferisca, ognuno sceglie chi frequentare- ma mi annoia.

Se mi esprimo in pubblico, è un risvolto da tragedia greca perché "Non ti capiamo, parla più chiaramente"

Io non ci riesco, e me ne vado affanculo con il mio comodo trenino.
Non vivo male la solitudine, è la mia dimensione. Naturalmente ho dovuto prima provare il contatto con gli altri per saperlo.
Mi viene da dire la stessa cosa ma so che se qualcuno fosse amichevole cambierei idea, quindi non voglio rischiare di mettere in mezzo frasi misantrope che non mi appartengono xD Prova a pensare di trovare qualcuno sulla tua lunghezza d'onda, diresti lo stesso? Sui bambini non so che dire perché non ho mai parlato con loro, sugli adolescenti e adulti, uomini c'è un minimo di comunicazione, donne, dire 'mondi distinti' è nulla.....

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 18:16

In generale, dal vivo mi annoia, curiosamente, parlare anche con chi ha i miei stessi gusti. Non avviene online (probabilmente perché l'espressione scritta mi piace di più, dal vivo sono piuttosto monocorde).
Di tanto in tanto cerco di fare la "buona azione quotidiana" (non in un contesto religioso, veh) dando in prestito questo, scrivendo un tutorial per quest'altro, rispondendo a questa domanda... Ma boh, anche se condivido, non mi pare di esserne esageratamente lieta. Lo faccio perché meccanicamente e razionalmente so che alcune persone meritano, a prescindere.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 18:27

Justine ha scritto:In generale, dal vivo mi annoia, curiosamente, parlare anche con chi ha i miei stessi gusti. Non avviene online (probabilmente perché l'espressione scritta mi piace di più, dal vivo sono piuttosto monocorde).
Di tanto in tanto cerco di fare la "buona azione quotidiana" (non in un contesto religioso, veh) dando in prestito questo, scrivendo un tutorial per quest'altro, rispondendo a questa domanda... Ma boh, anche se condivido, non mi pare di esserne esageratamente lieta. Lo faccio perché meccanicamente e razionalmente so che alcune persone meritano, a prescindere.
con uno 'yes man' mi annoierei anche io, se il discorso si applica ad altre persone, mi verrebbe l'idea di fare qualche test sull'empatia per vedere se tutto è nella norma xD fermo restando che ti invidio, è fastidioso avere un carattere estroverso e considerarsi 'introverso' x colpa di una società che se ne fotte di te.......

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 18:50

Un'altra cosa di cui mi accorsi/accorgo è che sono sempre io a dover avere l'iniziativa per qualcosa (anche in ambito impegni, oh-- mica giusto per lo svago).
"Hai preparato questo, che domani deve uscire?" [in merito ad alcuni pezzi che scrivo]
"Correggiamo questo ora, così non ci pensiamo più e siamo liberi?"
"Vorrei sollecitare questo... Posso sapere a che punto siamo?"

e varie ed eventuali; io mi rodo dall'ansia, dall'altra parte se ne fottono tragicamente. E se non fosse per (due) soldi, magari, potrebbe fregare poco anche a me.

Si nasce con certe predisposizioni che ti fallano un po' l'esistenza, ma non perché intrinsecamente sbagliate, perché decisamente si schiantano contro un mondo di indolenza e menefreghismo atroce.

Ad ogni modo, di anno in anno aggiungo un tassello a questo mio mosaico; a parte gli incidenti che mi fanno esondare (e non mancano), mi stampello e via, si parte.

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie
avatar
Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 19:09

Justine ha scritto:Un'altra cosa di cui mi accorsi/accorgo è che sono sempre io a dover avere l'iniziativa per qualcosa (anche in ambito impegni, oh-- mica giusto per lo svago).
"Hai preparato questo, che domani deve uscire?" [in merito ad alcuni pezzi che scrivo]
"Correggiamo questo ora, così non ci pensiamo più e siamo liberi?"
"Vorrei sollecitare questo... Posso sapere a che punto siamo?"

e varie ed eventuali; io mi rodo dall'ansia, dall'altra parte se ne fottono tragicamente. E se non fosse per (due) soldi, magari, potrebbe fregare poco anche a me.

Si nasce con certe predisposizioni che ti fallano un po' l'esistenza, ma non perché intrinsecamente sbagliate, perché decisamente si schiantano contro un mondo di indolenza e menefreghismo atroce.

Ad ogni modo, di anno in anno aggiungo un tassello a questo mio mosaico; a parte gli incidenti che mi fanno esondare (e non mancano), mi stampello e via, si parte.
abbiamo un passato molto simile, anche io ho provato qualche volta a organizzare qualcosa con qualcuno, tuttavia davanti ai loro finti impegni ho perso la motivazione, da un punto di vista sociale, dopo anni di timidezza imposta ci siamo convinti di essere introversi, io cerco in tutti i modi di capire come eliminare tale timidezza imposta per tornare a essere lo spaccone di quando avevo 12 anni, tuttavia non è facile e durerebbe 1 giorno, non servirebbe a molto

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 19:22

gli agnostici con cui ho avuto a che fare io sono tali in quanto se ne fregano beatamente

i miei genitori si sono sempre definiti agnostici, poi però mio padre ha cominciato a esternare le sue incertezze, forse + per dare manforte alla sua senile inversione conservatrice
avatar
Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 34
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 19:32

Zeno ha scritto:gli agnostici con cui ho avuto a che fare io sono tali in quanto se ne fregano beatamente

i miei genitori si sono sempre definiti agnostici, poi però mio padre ha cominciato a esternare le sue incertezze, forse + per dare manforte alla sua senile inversione conservatrice
facciamo le dovute differenze: 
- agnostico, ho scritto nel thread 
- ateo debole, uno stile 'ateo occidentale', passa molto tempo a discutere di religione perché non è ateo, gli viene messa tale etichetta perché frequentemente è contro le gerarchie, cosa diversa da essere ateo 
- ateo forte, uno che dice senza giri di parole che la religione è un racconto fantasy imposto socialmente e istituzionalmente

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 10 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum