che pensate degli agnostici?

Pagina 2 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 19:34

ugly ha scritto:dopo anni di timidezza imposta ci siamo convinti di essere introversi, io cerco in tutti i modi di capire come eliminare tale timidezza imposta per tornare a essere lo spaccone di quando avevo 12 anni, tuttavia non è facile e durerebbe 1 giorno, non servirebbe a molto

Ma sai, come ti dicevo la mia introversione non deriva propriamente dalla timidezza evitante da OCD, più dalla noia che mi deriva dal dovermi livellare a certe situazioni, fare a meno di un certo lessico, non poter spiegare appieno determinate passioni, esser praticamente ridicolizzata anche davanti a valori che ritengo interessanti -ripeto, non per timore, eritrofobia, etc. - per semplice e pura stanchezza, quella che ti fa fare spallucce e badare ad altro.

Per me è molto importante essere assorbita in qualcosa; a quel punto preferisco le intricate trame di un libro o di un videogioco corposo; amo l'immaginazione oltreumana, purtroppo l'ordinario e anche il 'semplice piacere' sfiorisce e mi sfinisce dopo poco, fatico a campare di queste cose.

Magari trovare qualcosa che similmente riesca ad assorbire il tuo tempo produttivamente può essere la chiave a un certo benessere (anche se so quanto sia difficile eradicare tutto quello che c'è sotto, ma non va sottovalutata la possibilità di trovare un modo per affrontare i giorni cercando di cucirseli un po' addosso)


Ultima modifica di Justine il Mer 18 Mag - 19:34, modificato 1 volta

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Mer 18 Mag - 19:34

Zeno ha scritto:gli agnostici con cui ho avuto a che fare io sono tali in quanto se ne fregano beatamente

i miei genitori si sono sempre definiti agnostici, poi però mio padre ha cominciato a esternare le sue incertezze, forse + per dare manforte alla sua senile inversione conservatrice

A me intristiscono quelli che per tutta una vita sono del tenore "Mah, non ci penso, non mi importa, non ho certezze" e poi a due minuti dalla dipartita eterna ci ripensano e chiedono "salvezza" (?)

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 19:44

Justine ha scritto:
ugly ha scritto:dopo anni di timidezza imposta ci siamo convinti di essere introversi, io cerco in tutti i modi di capire come eliminare tale timidezza imposta per tornare a essere lo spaccone di quando avevo 12 anni, tuttavia non è facile e durerebbe 1 giorno, non servirebbe a molto

Ma sai, come ti dicevo la mia introversione non deriva propriamente dalla timidezza evitante da OCD, più dalla noia che mi deriva dal dovermi livellare a certe situazioni, fare a meno di un certo lessico, non poter spiegare appieno determinate passioni, esser praticamente ridicolizzata anche davanti a valori che ritengo interessanti -ripeto, non per timore, eritrofobia, etc. - per semplice e pura stanchezza, quella che ti fa fare spallucce e badare ad altro.

Per me è molto importante essere assorbita in qualcosa; a quel punto preferisco le intricate trame di un libro o di un videogioco corposo; amo l'immaginazione oltreumana, purtroppo l'ordinario e anche il 'semplice piacere' sfiorisce e mi sfinisce dopo poco, fatico a campare di queste cose.

Magari trovare qualcosa che similmente riesca ad assorbire il tuo tempo produttivamente può essere la chiave a un certo benessere (anche se so quanto sia difficile eradicare tutto quello che c'è sotto, ma non va sottovalutata la possibilità di trovare un modo per affrontare i giorni cercando di cucirseli un po' addosso)
pensa a me che ho dovuto MOTIVARE il fatto di essere uno dei pochissimi atei dichiarati tra le mie conoscenze, per farti capire l'acume intellettuale di taluni xD anche a me interessano la tecnologia e l'oltreumano e mi piacerebbe qualche informazione seria, non quelle che si trovano in giro e ciò mi assorbe totalmente a differenza dei giri di parole senza senso che odio con tutto me stesso, il discorso vale anche per la cosiddetta 'filosofia'

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 19:48

le definizioni di ateo forte e debole che avevo letto su wikipedia non sono esattamente come quelle riportate da ugly

io dovrei definirmi un ateo debole o meglio ancora "ignostico" per ragioni diverse da quelle esposte poc'anzi

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 19:53

Zeno ha scritto:le definizioni di ateo forte e debole che avevo letto su wikipedia non sono esattamente come quelle riportate da ugly

io dovrei definirmi un ateo debole o meglio ancora "ignostico" per ragioni diverse da quelle esposte poc'anzi
ho detto le cose come vengono riscontrate, se ti fai un giro tra gli atei nei forum (tra la popolazione giovane l'ateismo va alla grande ma tra le persone di una certa età è quasi inesistente dalle nostre parti) e aggiungo che se consulti la voce 'ateismo di Stato' avrai le idee molto chiare sulla posizione di wiki nei confronti dell'ateismo

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 20:23

La posizione chiamata ateismo forte o esplicito è quella secondo cui non esiste alcun Dio. Ad esso si oppone l'ateismo debole, cioè l'assenza di fede in un certo Dio, senza la convinzione che questo non esista. L'ateismo forte asserisce positivamente, quanto meno, che non esiste alcuna divinità, e può spingersi fino a sostenere che l'esistenza di alcune o di tutte le divinità è impossibile dal punto di vista logico. Ad esempio, gli atei forti sostengono comunemente che la combinazione di attributi che possono essere ascritti al Dio cristiano, quali onnipotenza, onniscienza, onnipresenza, trascendenza, somma benevolenza, è logicamente contraddittoria, incomprensibile o assurda; quindi si afferma che l'esistenza di Dio è impossibile a priori.Similarmente, l'ateismo esplicito può sostenere che qualsiasi asserzione circa l'esistenza sovrannaturale è irrazionale e falsa a priori
[...]
La posizione dell'ateismo debole è così riassumibile: non ci sono motivi per credere in un qualsiasi dio o entità, per ragioni diverse dalla prova della loro (in) esistenza. Gli atei deboli sostengono che il semplice fatto che non ci sono argomentazioni a favore dell'esistenza di Dio accettabili da un punto di vista scientifico è sufficiente a dimostrare che l'esistenza del dio non è necessaria per spiegare l'universo.
[...]
In base a tale ragionamento, una persona in grado di confutare qualsiasi argomento a favore dell'esistenza di Dio è giustificata nell'adottare una visione atea. Tale obiezione viene spesso espressa in termini che la collegano, come detto sopra, all'onere della prova: secondo gli scettici tocca ai sostenitori dell'esistenza di una qualsiasi cosa (nella fattispecie un dio) dimostrarla.

(wikipedia)

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 20:35

Zeno ha scritto:La posizione chiamata ateismo forte o esplicito è quella secondo cui non esiste alcun Dio. Ad esso si oppone l'ateismo debole, cioè l'assenza di fede in un certo Dio, senza la convinzione che questo non esista. L'ateismo forte asserisce positivamente, quanto meno, che non esiste alcuna divinità, e può spingersi fino a sostenere che l'esistenza di alcune o di tutte le divinità è impossibile dal punto di vista logico. Ad esempio, gli atei forti sostengono comunemente che la combinazione di attributi che possono essere ascritti al Dio cristiano, quali onnipotenza, onniscienza, onnipresenza, trascendenza, somma benevolenza, è logicamente contraddittoria, incomprensibile o assurda; quindi si afferma che l'esistenza di Dio è impossibile a priori.Similarmente, l'ateismo esplicito può sostenere che qualsiasi asserzione circa l'esistenza sovrannaturale è irrazionale e falsa a priori
[...]
La posizione dell'ateismo debole è così riassumibile: non ci sono motivi per credere in un qualsiasi dio o entità, per ragioni diverse dalla prova della loro (in) esistenza. Gli atei deboli sostengono che il semplice fatto che non ci sono argomentazioni a favore dell'esistenza di Dio accettabili da un punto di vista scientifico è sufficiente a dimostrare che l'esistenza del dio non è necessaria per spiegare l'universo.
[...]
In base a tale ragionamento, una persona in grado di confutare qualsiasi argomento a favore dell'esistenza di Dio è giustificata nell'adottare una visione atea. Tale obiezione viene spesso espressa in termini che la collegano, come detto sopra, all'onere della prova: secondo gli scettici tocca ai sostenitori dell'esistenza di una qualsiasi cosa (nella fattispecie un dio) dimostrarla.

(wikipedia)
a me è capitato di notare cose diverse, comunque lo conoscevo, è impostato in modo molto filosofico, da questi testi viene fuori l'oltremodo stupido accostamento tra ateismo e 'adesione a ideologie differenti'..controlla la voce 'ateismo di Stato' e noterai lo stile di wiki che mi sembra segua le idee che vanno di moda dalle nostre parti, inevitabile dal momento che viene scritta da umani, non ho capito come mai sono presuntuosi a tal punto da credersi infallibili....

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 20:46

anche quando ho  discusso con dei credenti ho citato pagine di wikipedia, suscitando le medesime reazioni volte a sminuirla e attaccarla  no!

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 20:53

Zeno ha scritto:anche quando ho  discusso con dei credenti ho citato pagine di wikipedia, suscitando le medesime reazioni volte a sminuirla e attaccarla  no!
dovresti citare le pagine per notare le imparzialità che sono presenti in tutte le pagine, ovviamente seguendo la moda delle zone in cui sono scritte, ovvia conseguenza è che nello scontro, anche se chiamarlo 'scontro' è molto riduttivo, ateismo vs religione, difende la religione in modo decisamente evidente, puoi controllare e constatare che wiki è piegata del tutto alla moda della zona in cui è scritta e al famoso politically correct

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 21:06

odio la faziosità, 
in pagine come quella sull'ateismo vedo una pluralità di fonti fra cui quelle derivanti da filosofi che non sono mai piaciuti ai baciapile, oltre che a passi di Telmo Pievani e della stessa UAAR

se non ti piace una definizione non vuol dire che sia opera di un tuo avversario ideologico, chi giunge sistematicamente a simili conclusioni rischia di assomigliare a coloro che contesta

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 21:21

Zeno ha scritto:odio la faziosità, 
in pagine come quella sull'ateismo vedo una pluralità di fonti fra cui quelle derivanti da filosofi che non sono mai piaciuti ai baciapile, oltre che a passi di Telmo Pievani e della stessa UAAR

se non ti piace una definizione non vuol dire che sia opera di un tuo avversario ideologico, chi giunge sistematicamente a simili conclusioni rischia di assomigliare a coloro che contesta
Ripeto ancora, hai visto la pagina 'ateismo di Stato' e altre? Calcola che ai baciapile neanche chi contesta minimamente le gerarchie piace, non è che si tratta di chissà che missione attirare il loro odio, la faziosità sta nel tuo commento che giustifica le faziosità religiose e non quelle atee, se credi che wiki sia imparziale perché 'il regolamento lo afferma' immagino che se sopra un burrone viene scritto 'non c'è pericolo' vai avanti senza problemi, forse sono un ateo tipo quelli 'vecchio stampo' ma la prima volta in cui su wiki ho letto cose su ateismo e su religione ho notato all'istante la forte differenza di trattamento

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 21:23

ugly ha scritto:
Zeno ha scritto:odio la faziosità, 
in pagine come quella sull'ateismo vedo una pluralità di fonti fra cui quelle derivanti da filosofi che non sono mai piaciuti ai baciapile, oltre che a passi di Telmo Pievani e della stessa UAAR

se non ti piace una definizione non vuol dire che sia opera di un tuo avversario ideologico, chi giunge sistematicamente a simili conclusioni rischia di assomigliare a coloro che contesta
Ripeto ancora, hai visto la pagina 'ateismo di Stato' e altre? Calcola che ai baciapile neanche chi contesta minimamente le gerarchie piace, non è che si tratta di chissà che missione attirare il loro odio, la faziosità sta nel tuo commento che giustifica le faziosità religiose e non quelle atee, se credi che wiki sia imparziale perché 'il regolamento lo afferma' immagino che se sopra un burrone viene scritto 'non c'è pericolo' vai avanti senza problemi, forse sono un ateo tipo quelli 'vecchio stampo' ma la prima volta in cui su wiki ho letto cose su ateismo e su religione ho notato all'istante la forte differenza di trattamento
basta cambiare alcune parole chiave e la tua invettiva sarebbe speculare a tante altre che ho sentito fare da parte di cristiani e musulmani infervorati  no!

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Mer 18 Mag - 21:32

Zeno ha scritto:
ugly ha scritto:
Zeno ha scritto:odio la faziosità, 
in pagine come quella sull'ateismo vedo una pluralità di fonti fra cui quelle derivanti da filosofi che non sono mai piaciuti ai baciapile, oltre che a passi di Telmo Pievani e della stessa UAAR

se non ti piace una definizione non vuol dire che sia opera di un tuo avversario ideologico, chi giunge sistematicamente a simili conclusioni rischia di assomigliare a coloro che contesta
Ripeto ancora, hai visto la pagina 'ateismo di Stato' e altre? Calcola che ai baciapile neanche chi contesta minimamente le gerarchie piace, non è che si tratta di chissà che missione attirare il loro odio, la faziosità sta nel tuo commento che giustifica le faziosità religiose e non quelle atee, se credi che wiki sia imparziale perché 'il regolamento lo afferma' immagino che se sopra un burrone viene scritto 'non c'è pericolo' vai avanti senza problemi, forse sono un ateo tipo quelli 'vecchio stampo' ma la prima volta in cui su wiki ho letto cose su ateismo e su religione ho notato all'istante la forte differenza di trattamento
basta cambiare alcune parole chiave e la tua invettiva sarebbe speculare a tante altre che ho sentito fare da parte di cristiani e musulmani infervorati  no!
non capisco l'aggettivo perché mi sembra ovvio, oltre a questo, il tuo pensiero quale sarebbe?

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Zeno il Mer 18 Mag - 21:41

ugly ha scritto:
Zeno ha scritto:
ugly ha scritto:
Zeno ha scritto:odio la faziosità, 
in pagine come quella sull'ateismo vedo una pluralità di fonti fra cui quelle derivanti da filosofi che non sono mai piaciuti ai baciapile, oltre che a passi di Telmo Pievani e della stessa UAAR

se non ti piace una definizione non vuol dire che sia opera di un tuo avversario ideologico, chi giunge sistematicamente a simili conclusioni rischia di assomigliare a coloro che contesta
Ripeto ancora, hai visto la pagina 'ateismo di Stato' e altre? Calcola che ai baciapile neanche chi contesta minimamente le gerarchie piace, non è che si tratta di chissà che missione attirare il loro odio, la faziosità sta nel tuo commento che giustifica le faziosità religiose e non quelle atee, se credi che wiki sia imparziale perché 'il regolamento lo afferma' immagino che se sopra un burrone viene scritto 'non c'è pericolo' vai avanti senza problemi, forse sono un ateo tipo quelli 'vecchio stampo' ma la prima volta in cui su wiki ho letto cose su ateismo e su religione ho notato all'istante la forte differenza di trattamento
basta cambiare alcune parole chiave e la tua invettiva sarebbe speculare a tante altre che ho sentito fare da parte di cristiani e musulmani infervorati  no!
non capisco l'aggettivo perché mi sembra ovvio, oltre a questo, il tuo pensiero quale sarebbe?
le definizioni di ateismo debole e forte su wikipedia mi sembrano ragionevoli, mentre altre pagine della stessa da me lette non mi hanno soddisfatto, senza che la cosa mi abbia sconvolto o sorpreso. Dunque prendo le distanze da chiunque si spinga a definire un'enciclopedia intera come opera di un'oligarchia ideologizzata e ostile, solo perché possono esserci pagine che stridono con le sue opinioni.

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 4:05

Perdonate, ma il mio ateismo ad esempio dovrebbe essere considerato "adamantino", visto che --se avete seguito alcuni dei miei interventi-- la mia negazione va anche oltre il piano scientifico e si propone di contrastare una credenza anche dal punto di vista dell'assurdo?
Non che abbia grande rilevanza, solo per curiosità

_________________
Smettetela di bistrattare e misinterpretare la Scienza per fingere di dare plausibilità alle vostre troiate
Grazie

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Gio 19 Mag - 5:14

Justine ha scritto:Perdonate, ma il mio ateismo ad esempio dovrebbe essere considerato "adamantino", visto che --se avete seguito alcuni dei miei interventi-- la mia negazione va anche oltre il piano scientifico e si propone di contrastare una credenza anche dal punto di vista dell'assurdo?
Non che abbia grande rilevanza, solo per curiosità
se fai notare che il concetto di religione è assurdo, forte, se ti batti solo contro le gerarchie e credi che sia anche solo lontanamente possibile discutere di religione, debole, cosa per me assurda, io faccio parte decisamente della 1, riguardo l'altro utente, chissà dove ha visto le pagine wiki antireligiose....

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 5:26

In alcune mie argomentazioni passate avevo messo in evidenza una concezione per cui anche ammettendo per assurdo le divinità, il sistema (dis)organizzato di credenza che ne esce non è comunque una risposta adeguata a determinati interrogativi (ora non ho voglia di ricopiare per filo e per segno cosa dissi, ma il concetto è quello)
Semplicemente non trovo il culto una posizione valida nemmeno se lo si ammettesse vero per assurdo, o come alcuni direbbero, "metafisicamente"...
Pertanto se l'ateismo forte si mantiene saldo sulla sua posizione negazionista dal punto di vista scientifico, io che vi aggiungo anche il negazionismo metafisico, dove sfocio? :D

Giusto per sapere se esiste una categorizzazione che include anche questo

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Gio 19 Mag - 6:12

Justine ha scritto:In alcune mie argomentazioni passate avevo messo in evidenza una concezione per cui anche ammettendo per assurdo le divinità, il sistema (dis)organizzato di credenza che ne esce non è comunque una risposta adeguata a determinati interrogativi (ora non ho voglia di ricopiare per filo e per segno cosa dissi, ma il concetto è quello)
Semplicemente non trovo il culto una posizione valida nemmeno se lo si ammettesse vero per assurdo, o come alcuni direbbero, "metafisicamente"...
Pertanto se l'ateismo forte si mantiene saldo sulla sua posizione negazionista dal punto di vista scientifico, io che vi aggiungo anche il negazionismo metafisico, dove sfocio? :D

Giusto per sapere se esiste una categorizzazione che include anche questo
saresti da studiare xD se lo trovi fai copia incolla perché è difficile sintetizzare punti di vista così complessi xD l'ateismo debole è quello tipico dei radical chic + contro le gerarchie che altro, l'ateismo forte è quello che si trova nel comunismo e in altre ideologie che mettono in risalto le assurdità della religione e dei loro membri e affiliati di ogni tipo

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 6:28

In somma sintesi (sono molti interventi disseminati per diverse discussioni, non saprei nemmeno da quale partire per ripescarli) si parte dalla negazione della teleologia, per la quale sarebbe impossibile, specularmente, affidarsi ad un fine ultimo (la classica rivelazione dei "perché" dell'esistenza, cosa che dovrebbe comunque mettere in chiaro il perché dell'inesistenza, limitata in un determinato punto dell'universo, di certi fenomeni - ad es., perché ora non è opportuno che un rombicubottaedro viola mi saltelli sulla testa?) per ottenere una rivelazione che basti a tutti.
Una volta che viene spiegato lo "scopo" apparente di una vita, non rimane che ripetere i medesimi passi effettuati fino ad allora e ripercorrerla; evento che protratto ab aeternum perde del tutto quell'apparente valenza di significato che, secondo alcuni, possiede.
Nel caso in cui si ammettessero invece spettri "assurdi" (e qui mi riconnetto a quanto dicevo prima) che creano cose a caso, dalle magnetar ai mattoncini Lego fluttuanti dalle parti di Alpha Centauri, queste sarebbero semplicemente entità dotate di una "mente" configurata press'a poco come la nostra, un cervello creativo ma non in grado di fornire spiegazioni definitive (così come la religione postula e si propone di fornire).

Sì, è un po' contorto, ma non lo so spiegare meglio. **ride**

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Gio 19 Mag - 6:33

Justine ha scritto:In somma sintesi (sono molti interventi disseminati per diverse discussioni, non saprei nemmeno da quale partire per ripescarli) si parte dalla negazione della teleologia, per la quale sarebbe impossibile, specularmente, affidarsi ad un fine ultimo (la classica rivelazione dei "perché" dell'esistenza, cosa che dovrebbe comunque mettere in chiaro il perché dell'inesistenza, limitata in un determinato punto dell'universo, di certi fenomeni - ad es., perché ora non è opportuno che un rombicubottaedro viola mi saltelli sulla testa?) per ottenere una rivelazione che basti a tutti.
Una volta che viene spiegato lo "scopo" apparente di una vita, non rimane che ripetere i medesimi passi effettuati fino ad allora e ripercorrerla; evento che protratto ab aeternum perde del tutto quell'apparente valenza di significato che, secondo alcuni, possiede.
Nel caso in cui si ammettessero invece spettri "assurdi" (e qui mi riconnetto a quanto dicevo prima) che creano cose a caso, dalle magnetar ai mattoncini Lego fluttuanti dalle parti di Alpha Centauri, queste sarebbero semplicemente entità dotate di una "mente" configurata press'a poco come la nostra, un cervello creativo ma non in grado di fornire spiegazioni definitive (così come la religione postula e si propone di fornire).

Sì, è un po' contorto, ma non lo so spiegare meglio. **ride**
ho trovato l'espressione 'ateismo teorico' e credo che è il tuo caso, supponevo che fossero molti posts, se trovi uno nel quale ti spieghi in modo + lungo che negli altri, fai copia incolla per farmi trovare definizioni che forse sarebbero adatte al tuo ateismo che essendo molto singolare, è difficile da definire xD

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 7:19

Ma secondo me è l'unico modo per definire l'ateismo come un sistema certo. Altrimenti, se negherai scientificamente qualcosa, arriverà sempre la banale reprimenda: "Oh, ma non si può definire tutto scientificamente"... A parte che si può ed anzi, è l'unico modo per catalogare qualsiasi fenomeno avvenga e circostanziarlo in tutte le sue molteplici varietà (intendo "scienza" per il suo etimo, ovvero "conoscenza" di qualsiasi fenomeno, sia esso a livello umanistico, sociologico, psicologico, ludico, fisico, etc.).
Piuttosto mi chiedo ancora come chi crede possa essere per la più parte monoteista o credere vi sia un'unica "mente" che giocherella qua e là come vuole con la teoria delle stringhe.

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Gio 19 Mag - 7:34

Justine ha scritto:Ma secondo me è l'unico modo per definire l'ateismo come un sistema certo. Altrimenti, se negherai scientificamente qualcosa, arriverà sempre la banale reprimenda: "Oh, ma non si può definire tutto scientificamente"... A parte che si può ed anzi, è l'unico modo per catalogare qualsiasi fenomeno avvenga e circostanziarlo in tutte le sue molteplici varietà (intendo "scienza" per il suo etimo, ovvero "conoscenza" di qualsiasi fenomeno, sia esso a livello umanistico, sociologico, psicologico, ludico, fisico, etc.).
Piuttosto mi chiedo ancora come chi crede possa essere per la più parte monoteista o credere vi sia un'unica "mente" che giocherella qua e là come vuole con la teoria delle stringhe.
l'ateismo forte è quello vero, il resto è politica non favorevole alle gerarchie, che non si possa definire tutto scientificamente è uno dei tanti deliri religiosi, del resto sono loro che non diversamente da come fanno ora nei confronti di altre cose, quando cadevano fulmini credevano di aver fatto incacchiare i loro amichetti immaginari ROTFL qualcosa mi dice che nelle tribù sperse qua e là per il mondo ci siano ancora queste convinzioni, come quelle tipiche della società occidentale su altre cose, tuttavia parlare di scienza in ambito umanistico è errato, anche perché guarda caso i giri di parole senza senso delle discipline umanistiche vanno a braccetto con la religione, tentare di mettere ciò in ambito scientifico è una delle + grandi truffe religiose per cercare di fare ulteriormente lavaggio del cervello, quanto al monoteismo, difficile pensare che verrebbe in mente qualcosa del tipo senza lavaggio del cervello nell'infanzia e a proposito anche di questo, puoi informarti sull'io del bambino nella primissima infanzia per trovare una risposta abbastanza esaustiva all'osservazione che hai fatto....

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 7:41

No, parlare di scienza in merito a tutto il vivere è l'unica opzione ammissibile.
Spiegare perché nascano i sentimenti, il pensiero, l'apprezzamento di questa o quella opera letteraria o si decida di esprimersi artisticamente in un dato modo è compito della scienza, e non può essere altrimenti.

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da ugly il Gio 19 Mag - 8:01

Justine ha scritto:No, parlare di scienza in merito a tutto il vivere è l'unica opzione ammissibile.
Spiegare perché nascano i sentimenti, il pensiero, l'apprezzamento di questa o quella opera letteraria o si decida di esprimersi artisticamente in un dato modo è compito della scienza, e non può essere altrimenti.
il positivismo è partito da questo proposito e si è accostato alla religione a tutti gli effetti, con tutto ciò che è derivato da quella dottrina, anche la scienza può diventare irrazionale se viene considerata ideologicamente

ugly
-------------
-------------

Numero di messaggi : 211
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 19.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: che pensate degli agnostici?

Messaggio Da Justine il Gio 19 Mag - 8:02

Non è "positivismo": è dare una spiegazione alle cose, per non lasciarle al predominio di chi se le inventa a caso
Si chiama obiettività in tutte le sue sfaccettature
Per questo non esistono "ideologie" scientifiche ma semplicemente un'osservazione dei fenomeni sempre più puntuale fintantoché non si arriva al vero
O vogliamo lasciare tutto a chi sostiene senza prova alcuna che se qualcosa gli va male è perché ha Saturno in culo?

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15568
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum