trionfo del razzismo a Fermo

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da primaverino il Gio 14 Lug - 16:00

Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto: Ma come mi sto consumando i polpastrelli a riscrivere, questo fatto non sarebbe uscito dai confini del paesello se non fosse stato prontamente strumentalizzato dalla feccia falsamente buonista del governicchio in carica a scopo propagandistico. Danno la nausea da quanto sono falsi e farlocchi, e ben gli sta che adesso la sceneggiata gli si rivolti contro.

Verde!
Le beghine laiche non sono meno merdose di quelle credule.

Mi associo. Un po' a malincuore ma per almeno tentare un minimo di onestà, mi devo associare.

E' così, fratello... E già che siamo in tema di razzismo permettimi di puntualizzare a proposito di altre considerazioni che avevo letto giorni or sono.
Chef sosteneva che gli va bene qualsiasi vicino di casa purché non rompa i coglioni. Nulla quaestio, ma non basta...
Ad esempio non ho mai sentito di un cinese che abbia rotto i coglioni perché rubava in casa o spacciava al parchetto o infastidiva le ragazze per strada o girava ubriaco o chiedeva insistentemente l'elemosina (dandoti del razzista se non sganci il grano, tipico dei marocchini di qualche anno fa) o si riuniva in gang dedite alle peggio cose (tipo i salvadoregni a Milano degli ultimi anni) o reclamava in piazza per il diritto ad erigere luoghi di culto o quel che ti può venire in mente...
Invece sono tra i più razzisti in assoluto. Io ho conosciuto gente di un sacco di posti diversi, ma mai ho fatto amicizia o conoscenza con un cinese... Pure dalle mie parti ce ne sono parecchi, ma non li vedi (quasi) mai. Non familiarizzano, non si integrano e non gliene frega un cazzo di farlo, soprattutto. Solo che siccome lavorano sodo e per l'appunto, non rompono i coglioni sono considerati "stranieri bravi" a differenza di (quasi) tutti gli altri. E quelli tra noi che ormai sono di seconda o terza generazione (addirittura sanno dire la "erre" e sono perfettamente bilingui...) si autodefiniscono cinesi. Non italiani... Cinesi. In silenzio e senza bisogno di far casino, laddove arrivano loro, in breve tempo ogni altra forma di vita (commercialmente parlando, per esempio) semplicemente scompare.
Sono tantissimi, sono nazione (nel vero senso della parola) e non perdono tempo nel cercare integrazione alcuna.
Fa più rumore un albero che cade di un'intera foresta che cresce... Quando saranno a sufficienza vedremo di che pasta son fatti.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da SETH OTH il Gio 14 Lug - 16:34

chef75 ha scritto:Bèh, non ne so niente, ovvio... mi rifaccio all'articolo che hai riportato. Siccome non è emerso nulla a riguardo ipotizzo che non si tratta di discriminazioni come nel caso del nero, tutto qui.

La rissa in quel caso è NATA per un parcheggio e non per un insulto razzista, cosa non è chiaro?
Chef (ciao) scusami ma non posso che dissentire. Naturalmente non ne so un cazzo di come funziona la giustizia italiana (a dire il vero, per quel poco che ho potuto vedere, tutto dipende essenzialmente dal fatto che il giudice abbia o meno le palle girate e dall'avvocato che gliele fa girare di meno, spero ben di non doverci mai a vere a che fare) e aggiungo solo chiacchiere da bar, cioè ti dico cosa io ritengo giusto o sbagliato. Stai dicendo che secondo te ammazzare qualcuno perchè è nero dovrebbe essere più grave di ammazzare qualcuno perchè ti frega il parcheggio?
Nel nostro caso comunque la cosa non c'entra: se la versione dei testimoni è vera (con 1128 benefici del dubbio, visto che stiamo parlando de il giornale) il razzismo e la morte del tizio non sono così legati. Non è stato ucciso perchè nero. E' stato ucciso perchè ha menato l'utrà che poi ha replicato. Ora (quotando minsky) sicuro l'ultrà era un coglione, però se io vengo insultato per strada da un coglione, alzo il dito e tiro dritto, difficilmente prendo uno stop e vado a malmenarlo. Che la lite che ha portato alla morte sia scattata per un insulto razzista ok, ma che l'omicidio debba essere cosiderato più grave perchè con finalità razziste, no di certo. (a parte che in generale non credo ci possano essere gran aggravanti per un omicidio)

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 16:48

SETH OTH ha scritto:
Chef (ciao) scusami ma non posso che dissentire. Naturalmente non ne so un cazzo di come funziona la giustizia italiana (a dire il vero, per quel poco che ho potuto vedere, tutto dipende essenzialmente dal fatto che il giudice abbia o meno le palle girate e dall'avvocato che gliele fa girare di meno, spero ben di non doverci mai a vere a che fare) e aggiungo solo chiacchiere da bar, cioè ti dico cosa io ritengo giusto o sbagliato. Stai dicendo che secondo te ammazzare qualcuno perchè è nero dovrebbe essere più grave di ammazzare qualcuno perchè ti frega il parcheggio?

Colpito e affondato, (Il punto, non chef, il quale probabilmente ti ripeterà che giusto o no quelle sono le aggravanti che prevede la legge, del menga, chi l'ha in culo se lo tenga) ottima sintesi davvero

SETH OTH ha scritto:Nel nostro caso comunque la cosa non c'entra: se la versione dei testimoni è vera (con 1128 benefici del dubbio, visto che stiamo parlando de il giornale) il razzismo e la morte del tizio non sono così legati. Non è stato ucciso perchè nero. E' stato ucciso perchè ha menato l'utrà che poi ha replicato. Ora (quotando minsky) sicuro l'ultrà era un coglione, però se io vengo insultato per strada da un coglione, alzo il dito e tiro dritto, difficilmente prendo uno stop e vado a malmenarlo. Che la lite che ha portato alla morte sia scattata per un insulto razzista ok, ma che l'omicidio debba essere cosiderato più grave perchè con finalità razziste, no di certo. (a parte che in generale non credo ci possano essere gran aggravanti per un omicidio)

Siamo a livello di femminicidio, o ciclisticidio per citare il buon Primaverino wall2

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Minsky il Gio 14 Lug - 17:48

primaverino ha scritto:
Rasputin ha scritto:
primaverino ha scritto:
Minsky ha scritto: Ma come mi sto consumando i polpastrelli a riscrivere, questo fatto non sarebbe uscito dai confini del paesello se non fosse stato prontamente strumentalizzato dalla feccia falsamente buonista del governicchio in carica a scopo propagandistico. Danno la nausea da quanto sono falsi e farlocchi, e ben gli sta che adesso la sceneggiata gli si rivolti contro.

Verde!
Le beghine laiche non sono meno merdose di quelle credule.

Mi associo. Un po' a malincuore ma per almeno tentare un minimo di onestà, mi devo associare.

E' così, fratello... E già che siamo in tema di razzismo permettimi di puntualizzare a proposito di altre considerazioni che avevo letto giorni or sono.
Chef sosteneva che gli va bene qualsiasi vicino di casa purché non rompa i coglioni. Nulla quaestio, ma non basta...
Ad esempio non ho mai sentito di un cinese che abbia rotto i coglioni perché rubava in casa o spacciava al parchetto o infastidiva le ragazze per strada o girava ubriaco o chiedeva insistentemente l'elemosina (dandoti del razzista se non sganci il grano, tipico dei marocchini di qualche anno fa) o si riuniva in gang dedite alle peggio cose (tipo i salvadoregni a Milano degli ultimi anni) o reclamava in piazza per il diritto ad erigere luoghi di culto o quel che ti può venire in mente...
Invece sono tra i più razzisti in assoluto. Io ho conosciuto gente di un sacco di posti diversi, ma mai ho fatto amicizia o conoscenza con un cinese... Pure dalle mie parti ce ne sono parecchi, ma non li vedi (quasi) mai. Non familiarizzano, non si integrano e non gliene frega un cazzo di farlo, soprattutto. Solo che siccome lavorano sodo e per l'appunto, non rompono i coglioni sono considerati "stranieri bravi" a differenza di (quasi) tutti gli altri. E quelli tra noi che ormai sono di seconda o terza generazione (addirittura sanno dire la "erre" e sono perfettamente bilingui...) si autodefiniscono cinesi. Non italiani... Cinesi. In silenzio e senza bisogno di far casino, laddove arrivano loro, in breve tempo ogni altra forma di vita (commercialmente parlando, per esempio) semplicemente scompare.
Sono tantissimi, sono nazione (nel vero senso della parola) e non perdono tempo nel cercare integrazione alcuna.
Fa più rumore un albero che cade di un'intera foresta che cresce... Quando saranno a sufficienza vedremo di che pasta son fatti.
Sì, i cinesi immigrati tendono un po' ad isolarsi. In parte si può capire, hanno dovuto crearsi il proprio spazio con un durissimo lavoro. Nessuna accoglienza per loro, nessun aiuto, nessuna Boldrina che li proteggesse.
Curiosamente, noi li chiamiamo genericamente "cinesi", ma in realtà quelli immigrati in Italia provengono quasi tutti da un'unica regione, lo Zhejiang. Anche loro sono partiti per motivi economici, cioè in cerca di lavoro. Qui hanno trovato il modo di mantenersi con la ristorazione, il piccolo commercio e l'industria tessile. A Prato hanno rilevato a poco prezzo le fabbriche che stavano fallendo sotto la pressione della globalizzazione, e con metodi assai discutibili (lavoro nero, turni disumani, nessuna sicurezza, evasione fiscale totale, etc) hanno riportato in profitto quelle aziende. La situazione potrebbe, poco alla volta, cambiare e anche loro potrebbero - alla terza / quarta generazione - cominciare ad integrarsi sul serio. Ma a bocce ferme. In Italia come immigrazione siamo più che saturi. Se va avanti così sarà presto guerra civile, cinesi o africani che siano.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da primaverino il Gio 14 Lug - 18:10

Minsky ha scritto:
Sì, i cinesi immigrati tendono un po' ad isolarsi. In parte si può capire, hanno dovuto crearsi il proprio spazio con un durissimo lavoro. Nessuna accoglienza per loro, nessun aiuto, nessuna Boldrina che li proteggesse.
Curiosamente, noi li chiamiamo genericamente "cinesi", ma in realtà quelli immigrati in Italia provengono quasi tutti da un'unica regione, lo Zhejiang. Anche loro sono partiti per motivi economici, cioè in cerca di lavoro. Qui hanno trovato il modo di mantenersi con la ristorazione, il piccolo commercio e l'industria tessile. A Prato hanno rilevato a poco prezzo le fabbriche che stavano fallendo sotto la pressione della globalizzazione, e con metodi assai discutibili (lavoro nero, turni disumani, nessuna sicurezza, evasione fiscale totale, etc) hanno riportato in profitto quelle aziende. La situazione potrebbe, poco alla volta, cambiare e anche loro potrebbero - alla terza / quarta generazione - cominciare ad integrarsi sul serio. Ma a bocce ferme. In Italia come immigrazione siamo più che saturi. Se va avanti così sarà presto guerra civile, cinesi o africani che siano.

Si, però sentire (come ieri in TV) ragazzini di 10/11 anni (che verosimilmente non sono mai stati in Cina) definirsi cinesi mi fa un po' specie... I figli dei miei ex-dipendenti nordafricani si dicono italiani... I figli degli albanesi pure (non tutti). E via elencando...
Ma magari è solo questione di tempo, come sostieni, tuttavia penso di no.
Due anni fa assistetti ad una scena che mi fece pensare.
Un ristoratore cinese stava in fila con me alla Metro coi suoi tre bei carrelloni pieni di ogni ben di dio... Vigeva il limite dei 1000 euro e il suo conto stava a 2800 circa.
La cassiera gli spiega che non può pagare in contanti per l'intero importo e lui fa una telefonata e in 10 minuti arriva un altro cinese che salda la differenza con assegno.
Ho poi saputo (da fonte certa) che nemmeno sono parenti... Te l'immagini una cosa del genere tra due italiani?
Sono nazione (come ho già scritto) e sono un'infinità. Noi ci spariamo metaforicamente nel culo tra di noi e anzi sentimenti quali "senso di appartenenza" o nazionalismo sono desueti se non addirittura avversati (al netto dell'orientamento politico di noi pochi forumisti attivi) anche a livello istituzionale in nome di un mondialismo cieco e tuttora eurocentrico che ci (impersonale) fa ritenere che comunque l'uomo bianco dominerà per sempre, elargendo se è il caso, parte del proprio potere anche ai poveri immigrati (mettendo per soprammercato tutti sullo stesso piano, come bovinamente avviene senza nemmeno tentare di separare il grano dalla pula).
Una massa (peraltro minoritaria e in continuo invecchiamento) di individualisti e puntacazzisti contro una nazione di un miliardo e mezzo di "macchine da lavoro" costituenti una sorta di "superorganismo" dura poco. Molto poco.
Quando il vecchio leone si sdraia sopra un formicaio, il vecchio leone è un leone morto.

primaverino
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 4750
Età : 52
Località : variabile
Occupazione/Hobby : sedentario
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 18.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 18:19

SETH OTH ha scritto:
Chef (ciao) scusami ma non posso che dissentire.

Ciao

Ognuno è libero di avere le proprie opinioni.


SETH OTH ha scritto:Naturalmente non ne so un cazzo di come funziona la giustizia italiana (a dire il vero, per quel poco che ho potuto vedere, tutto dipende essenzialmente dal fatto che il giudice abbia o meno le palle girate e dall'avvocato che gliele fa girare di meno, spero ben di non doverci mai a vere a che fare) e aggiungo solo chiacchiere da bar, cioè ti dico cosa io ritengo giusto o sbagliato.

A volte si a volte no, ci sta che a volte a seconda del caso non si possa nemmeno parlare di giustizia.

SETH OTH ha scritto:Stai dicendo che secondo te ammazzare qualcuno perchè è nero dovrebbe essere più grave di ammazzare qualcuno perchè ti frega il parcheggio?

No, uno è aggravante data dai futili motivi, l'altra è aggravante data dal razzismo, sempre aggravanti sono.

E servono a dinstinguere dalle attenuanti.



SETH OTH ha scritto:Nel nostro caso comunque la cosa non c'entra: se la versione dei testimoni è vera (con 1128 benefici del dubbio, visto che stiamo parlando de il giornale) il razzismo e la morte del tizio non sono così legati. Non è stato ucciso perchè nero. E' stato ucciso perchè ha menato l'utrà che poi ha replicato.

No, i fatti, che la magistratura non ha smentito e che rimangono tali perche confermati dai testimoni, sono che il tutto è iniziato a causa dell'insulto razzista.

Come era ovvio che fosse adesso la magistratura sta appurato anche le dinamiche che hanno portato alla disgrazia.

Probabilmente non hai letto la mia ricostruzione (basata sull'ipotesi) che è molto simile a come si sta appurando:

Una coppia, marito e moglie, passeggiava tranquilla per le vie del paese. Purtroppo ad un certo punto passano davanti ad un imbecille che, probabilmente era in compagnia di altri suoi simili (imbecilli), per farsi vedere che è il più scemo del villaggio ha insultato la coppia in quanto persone di colore. Il marito, furioso perché gli hanno offeso la moglie ingiustamente, ha reagito agli attacchi verbali razzisti che hanno dato il via ad una colluttazione.

http://atei.forumitalian.com/t6966p50-trionfo-del-razzismo-a-fermo


SETH OTH ha scritto:Ora (quotando minsky) sicuro l'ultrà era un coglione, però se io vengo insultato per strada da un coglione, alzo il dito e tiro dritto, difficilmente prendo uno stop e vado a malmenarlo. Che la lite che ha portato alla morte sia scattata per un insulto razzista ok,

Che era un coglione l'ho affermato io.

Secondo me si fa presto a parlare quando non siamo noi i diretti interessati.

Ti posso dire che se ero io e insultava la mia donna e avevo un cricco dietro gli tiravo alle gambe e al processo veniva in carrozzella.


SETH OTH ha scritto: ma che l'omicidio debba essere cosiderato più grave perchè con finalità razziste, no di certo. (a parte che in generale non credo ci possano essere gran aggravanti per un omicidio)

Tua opinione.

Secondo me le aggravanti servono come servono le attenuanti, perche se ipotizziamo che uno agiva per legittima difesa con le stesse dinamiche senza però l'insulto razzista che dava (di fatto) l'imput alla rissa uno può beneissimo richiedere l'attenuante.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 18:34

Perché un insulto razzista (Qualsiasi cosa sia) non rientra tra le aggravanti definite come "Futili motivi"?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da SETH OTH il Gio 14 Lug - 18:45

chef75 ha scritto:
SETH OTH ha scritto:
Chef (ciao) scusami ma non posso che dissentire.
Ciao
Ognuno è libero di avere le proprie opinioni.
SETH OTH ha scritto:Naturalmente non ne so un cazzo di come funziona la giustizia italiana (a dire il vero, per quel poco che ho potuto vedere, tutto dipende essenzialmente dal fatto che il giudice abbia o meno le palle girate e dall'avvocato che gliele fa girare di meno, spero ben di non doverci mai a vere a che fare) e aggiungo solo chiacchiere da bar, cioè ti dico cosa io ritengo giusto o sbagliato.
A volte si a volte no, ci sta che a volte a seconda del caso non si possa nemmeno parlare di giustizia.
SETH OTH ha scritto:Stai dicendo che secondo te ammazzare qualcuno perchè è nero dovrebbe essere più grave di ammazzare qualcuno perchè ti frega il parcheggio?
No, uno è aggravante data dai futili motivi, l'altra è aggravante data dal razzismo, sempre aggravanti sono.
E servono a dinstinguere dalle attenuanti.
SETH OTH ha scritto:Nel nostro caso comunque la cosa non c'entra: se la versione dei testimoni è vera (con 1128 benefici del dubbio, visto che stiamo parlando de il giornale) il razzismo e la morte del tizio non sono così legati. Non è stato ucciso perchè nero. E' stato ucciso perchè ha menato l'utrà che poi ha replicato.
No, i fatti, che la magistratura non ha smentito e che rimangono tali perche confermati dai testimoni, sono che il tutto è iniziato a causa dell'insulto razzista.
Come era ovvio che fosse adesso la magistratura sta appurato anche le dinamiche che hanno portato alla disgrazia.
Probabilmente non hai letto la mia ricostruzione (basata sull'ipotesi) che è molto simile a come si sta appurando:
Una coppia, marito e moglie, passeggiava tranquilla per le vie del paese. Purtroppo ad un certo punto passano davanti ad un imbecille che, probabilmente era in compagnia di altri suoi simili (imbecilli), per farsi vedere che è il più scemo del villaggio ha insultato la coppia in quanto persone di colore. Il marito, furioso perché gli hanno offeso la moglie ingiustamente, ha reagito agli attacchi verbali razzisti che hanno dato il via ad una colluttazione.
http://atei.forumitalian.com/t6966p50-trionfo-del-razzismo-a-fermo
SETH OTH ha scritto:Ora (quotando minsky) sicuro l'ultrà era un coglione, però se io vengo insultato per strada da un coglione, alzo il dito e tiro dritto, difficilmente prendo uno stop e vado a malmenarlo. Che la lite che ha portato alla morte sia scattata per un insulto razzista ok,
Che era un coglione l'ho affermato io.
Secondo me si fa presto a parlare quando non siamo noi i diretti interessati.
Ti posso dire che se ero io e insultava la mia donna e avevo un cricco dietro gli tiravo alle gambe e al processo veniva in carrozzella.
SETH OTH ha scritto: ma che l'omicidio debba essere cosiderato più grave perchè con finalità razziste, no di certo. (a parte che in generale non credo ci possano essere gran aggravanti per un omicidio)

Tua opinione.

Secondo me le aggravanti servono come servono le attenuanti, perche se ipotizziamo che uno agiva per legittima difesa con le stesse dinamiche senza però l'insulto razzista che dava (di fatto) l'imput alla rissa uno può beneissimo richiedere l'attenuante.

Io denuncerei anche la f.c. Fermo. Se il tizio non fosse stato un ultras magari sarebbe pacifista vegano. E' chiaro che anche loro hanno contribuito a questa morte.

Ti posso dire che se ero io e insultava la mia donna e avevo un cricco dietro gli tiravo alle gambe e al processo veniva in carrozzella.
Non ne andrei troppo fiero al tuo posto

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 18:46

Rasputin ha scritto:Perché un insulto razzista (Qualsiasi cosa sia) non rientra tra le aggravanti definite come "Futili motivi"?

E che ne so io?

Prova a postare la domanda qui:

http://www.avvocato-gratis.it/





_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 18:49

SETH OTH ha scritto:

Io denuncerei anche la f.c. Fermo. Se il tizio non fosse stato un ultras magari sarebbe pacifista vegano.  E' chiaro che anche loro hanno contribuito a questa morte.

???

Ti posso dire che se ero io e insultava la mia donna e avevo un cricco dietro gli tiravo alle gambe e al processo veniva in carrozzella.

SETH OTH ha scritto:Non ne andrei troppo fiero al tuo posto

E chemmefrega a me?

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 18:53

chef75 ha scritto:
Rasputin ha scritto:Perché un insulto razzista (Qualsiasi cosa sia) non rientra tra le aggravanti definite come "Futili motivi"?

E che ne so io?

Prova a postare la domanda qui:

http://www.avvocato-gratis.it/


Chiedevo la tua opinione, quelle dei legulei mi interessano poco (Per tacere di giudici e sistema giuridico in generale)

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da SETH OTH il Gio 14 Lug - 18:55

chef75 ha scritto:???
Sto solo individuando una catena di cause-effetti

E chemmefrega a me?
Ah nulla, immagino. Puoi continuare a sentirti un vero gangsta yo mama yo che difende la sua femmina, tranquillo.

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 19:05

Rasputin ha scritto:
chef75 ha scritto:
Rasputin ha scritto:Perché un insulto razzista (Qualsiasi cosa sia) non rientra tra le aggravanti definite come "Futili motivi"?

E che ne so io?

Prova a postare la domanda qui:

http://www.avvocato-gratis.it/


Chiedevo la tua opinione, quelle dei legulei mi interessano poco (Per tacere di giudici e sistema giuridico in generale)

Beh, se vuoi la mio opinione perchè sono due cose differenti, mi pare ovvio fare un distinguo.

Se si viene discriminati per il colore della pelle o la provenienza o l'orientamento sessuale trovo giusto che ciò sia regolamentato da leggi apposite.

Sempre secondo me la cosa è da ricercare nel significato di "futile" che è: di scarso interesse o di poca importanza.


_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 19:12

SETH OTH ha scritto:
Sto solo individuando una catena di cause-effetti

Ah ok, mi sembra che se ne sia discusso abbastanza.



E chemmefrega a me?

SETH OTH ha scritto:Ah nulla, immagino. Puoi continuare a sentirti un vero gangsta yo mama yo che difende la sua femmina, tranquillo.

Il fatto è che sono armato veramente, ma tralasciando questo non penso che mi serva posso usare benissimo le mani (Rasp mi conosce, immagino che possa confermare, ci alleniamo assieme) e non è una questione di cazzate come quella che insinui sui gangter ma è che non sopporto chi se ne approfitta, chi rompe il cazzo gratuitamente, chi per farsi vedere da altri fa il grosso. Ecco, esco di testa per questo.

Comunque non ho donne, vado con quelle degli altri.


Ultima modifica di chef75 il Gio 14 Lug - 19:13, modificato 1 volta

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 19:12

chef75 ha scritto:
Beh, se vuoi la mio opinione perchè sono due cose differenti, mi pare ovvio fare un distinguo.

Se si viene discriminati per il colore della pelle o la provenienza o l'orientamento sessuale trovo giusto che ciò sia regolamentato da leggi apposite.

Sempre secondo me la cosa è da ricercare nel significato di "futile" che è: di scarso interesse o di poca importanza.


Quindi secondo te il colore della pelle o la provenienza o l'orientamento sessuale sarebbero fattori di importanza superiore alla discriminazione per - ad esempio - ideologia politica, calcistica o ciclistica?

Io comincio a pensare che la futilità sussiste sempre quando il movente è a base discriminatoria, se no si corre il rischio di discriminare davvero troppo. Altro è se uno spara a chi gli ha violentato la figlia o la moglie, non trovi?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 19:19

Rasputin ha scritto:
chef75 ha scritto:
Beh, se vuoi la mio opinione perchè sono due cose differenti, mi pare ovvio fare un distinguo.

Se si viene discriminati per il colore della pelle o la provenienza o l'orientamento sessuale trovo giusto che ciò sia regolamentato da leggi apposite.

Sempre secondo me la cosa è da ricercare nel significato di "futile" che è: di scarso interesse o di poca importanza.


Quindi secondo te il colore della pelle o la provenienza o l'orientamento sessuale sarebbero fattori di importanza superiore alla discriminazione per - ad esempio - ideologia politica, calcistica o ciclistica?

NO, torna, l'ho gia scritto a Seth oth, sono sempre aggravanti ma differenti.

Rasputin ha scritto:Io comincio a pensare che la futilità sussiste sempre quando il movente è a base discriminatoria, se no si corre il rischio di discriminare davvero troppo.

Tua opinione, secondo me è giusto che venga fatto un distinguo

Rasputin ha scritto:Altro è se uno spara a chi gli ha violentato la figlia o la moglie, non trovi?

Se spari per evitare che ti violentino la donna o la figlia è legittima difesa e non sei condannabile, salvo circostanze avverse.

Se spari dopo che ti hanno violentato donna o figlia per farti giustizia da te sei condannabile e quindi ti prendi le responsabilità del fatto.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 19:31

Allora, in breve: qual'è la discriminante che rende le aggravanti differenti, e perché sono differenti secondo te, perché ammazzare uno juventino di merda dopo averglielo detto è meno grave che fare lo stesso con un negro di merda?

Questa domanda si riferisce anche alla tua seconda risposta rispetto al distinguo.

Per il terzo, mi riferivo ai futili motivi o meno. Sparo ad un juventino di merda perché sono milanista, aggravante futili motivi, sparo al marocchino che mi ha violentato la figlia/moglie, sono futili motivi?

Perché è un negro/marocchino di merda? E se lo faccio con un ultrà calcista che fa lo stesso, secondo te ho più attenuanti o meno?

Ma non vedi che tutta la storia delle discriminazioni, razziali o meno, è una farsa, un mezzo in più per permettere ad autorità e politici di fare come pare a loro?

Per rimanere sul cadreghino?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 19:40

Rasputin ha scritto:Allora, in breve: qual'è la discriminante che rende le aggravanti differenti, e perché sono differenti secondo te, perché ammazzare uno juventino di merda dopo averglielo detto è meno grave che fare lo stesso con un negro di merda?

Ancora, è la terza volta che ti rispondo di no, sono due aggravanti con un nome differente.

Il fatto è che essere juventino è una scelta mentere essere nero no.

Rasputin ha scritto:Questa domanda si riferisce anche alla tua seconda risposta rispetto al distinguo.

Gia risposto


Rasputin ha scritto:Per il terzo, mi riferivo ai futili motivi o meno. Sparo ad un juventino di merda perché sono milanista, aggravante futili motivi, sparo al marocchino che mi ha violentato la figlia/moglie, sono futili motivi?

Non sò che dice la legge a riguardo, ti ho postato un link dove puoi rivolgere domande se vuoi sapere come mai fanno differenza tra le cose.

Rasputin ha scritto:Perché è un negro/marocchino di merda? E se lo faccio con un ultrà calcista che fa lo stesso, secondo te ho più attenuanti o meno?

Ancora boxed

Rasputin ha scritto:Ma non vedi che tutta la storia delle discriminazioni, razziali o meno, è una farsa, un mezzo in più per permettere ad autorità e politici di fare come pare a loro?

Per rimanere sul cadreghino?

A me non sembra, lo vedi tu semmai.

Che ci mangino sopra i governi mi sembra ovvio, un altra cosa sono i diritti del singolo individuo.

Cadreghino o meno destra o sinistra i migranti, i clandestini e i profughi sono sempre entrati in italia anche quando al governo c'era  Bossi e Berlusconi, quindi che siano tutti dei pagliacci questo è ovvio.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Minsky il Gio 14 Lug - 19:44


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13509
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 19:52

Ancora, è la terza volta che ti rispondo di no, sono due aggravanti con un nome differente.

Il fatto è che essere juventino è una scelta mentere essere nero no.


E secondo te questo rende una delle due discriminazioni più grave dell'altra?

Non sò che dice la legge a riguardo, ti ho postato un link dove puoi rivolgere domande se vuoi sapere come mai fanno differenza tra le cose.

È sempre e solo la tua opinione che mi interessa, non quella dei legulei...


Cadreghino o meno destra o sinistra i migranti, i clandestini e i profughi sono sempre entrati in italia anche quando al governo c'era Bossi e Berlusconi, quindi che siano tutti dei pagliacci questo è ovvio.

Sull'ultimo punto siamo d'accordo, sulla prima metà secondo me il problema è la legittimazione.

Io - sai che mestiere faccio - mi sono ritrovato varie volte al commissariato per immigrati clandestini, extraeuropei che venivano puntualmente rispediti in patria.

Ora vengono accolti tutti, ma proprio tutti, a prescindere da che provengano dalla Siria (Paese che si trova in statio di guerra) o dall'Afghanistan (Paese che a quanto mi risulta non si trova in guerra) improvvisamente i motivi umanitari dei quali fino a 5-6 annetti fa non fregava una mazza a nessuno si ritrovano in primo piano.

Cosa è cambiato?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 20:10

Rasputin ha scritto:

E secondo te questo rende una delle due discriminazioni più grave dell'altra?

Si.(opinione)
Edit, anzi, no, non vedo perche bisogna equipararle, ambedue sono gravi.
Sono due discriminanti differenti, non le puoi paragonare e appunto per questo sono regolamentate da leggi differenti.

Rasputin ha scritto:È sempre e solo la tua opinione che mi interessa, non quella dei legulei...

ma se non conosco la legge che opinione ti dò, se è giusta o sbagliata?

La mia opinione è che nessuno si deve permettere di rompere il cazzo al prossimo. Se mi violentassero donna o figlia mi farei giustizia da me se possibile e ne pagherei le conseguenze serenamente.


Rasputin ha scritto:Sull'ultimo punto siamo d'accordo, sulla prima metà secondo me il problema è la legittimazione.

Io - sai che mestiere faccio - mi sono ritrovato varie volte al commissariato per immigrati clandestini, extraeuropei che venivano puntualmente rispediti in patria.

Ora vengono accolti tutti, ma proprio tutti, a prescindere da che provengano dalla Siria (Paese che si trova in statio di guerra) o dall'Afghanistan (Paese che a quanto mi risulta non si trova in guerra) improvvisamente i motivi umanitari dei quali fino a 5-6 annetti fa non fregava una mazza a nessuno si ritrovano in primo piano.

Cosa è cambiato?


Ho capì, e potrei anche essere concorde. Difatti io, sinceramente, sarei per mandare ognuno a casa sua e al massimo aiutarli li, ma in molti casi non è possibile, come nel caso dei profughi di guerra per esempio.
 
Purtroppo le migrazioni fanno parte della storia dell'essere umano e non vedo come fermare questo fenomeno, al massimo puoi arginarlo come fanno in molti paesi dove se non hai un visto non entri e ti rispediscono indietro.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 20:20

1.OK, abbiamo opinioni divergenti, nulla di grave.

2. Un'opinione è un'opinione, mica si può definire giusta o sbagliata. Quanto al resto, siamo concordi; ma pagheresti le conseguenze altrettanto volentieri se ti venissero affibbiate le aggravanti perché lo stupratore era un negro (Di merda) che non ti sarebbero state affibbiate se lo stupratore fosse stato un ultrà (Altrettanto di merda)?

3. Il problema è quando le migrazioni non vengono arginate deliberatamente pur essendo possibile. Allora si ripresenta la vecchia domanda, cui prodest?

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Zeno il Gio 14 Lug - 20:28

direi che l'aggravante di uccidere un africano rispetto a un bianco stia più nella fantasia dei più che nella giurisprudenza 

ovviamente quando il movente di un omicidio esclude il razzismo 

in questo paese d'altra parte ci vuole impegno per beccarsi condanne pesanti  no!

ma è ovvio che, seguendo il filo del ragionamento di tutti gli stronzi che parlano quotidianamente per giustificare le loro paranoie contro chi viene da fuori, il razzismo sembra sfumare fin quasi a scomparire a meno che non si tratti del biasimo nei confronti degli stessi che blaterano

Zeno
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 849
Età : 33
Località : Rieti
Occupazione/Hobby : scrivere
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 04.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da Rasputin il Gio 14 Lug - 20:34

Zeno ha scritto:direi che l'aggravante di uccidere un africano rispetto a un bianco stia più nella fantasia dei più che nella giurisprudenza [...]

quoto..

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: trionfo del razzismo a Fermo

Messaggio Da chef75 il Gio 14 Lug - 20:34

Rasputin ha scritto:1.OK, abbiamo opinioni divergenti, nulla di grave.

Ho editato e ampliato la prima risposta.

Rasputin ha scritto:ma pagheresti le conseguenze altrettanto volentieri se ti venissero affibbiate le aggravanti perché lo stupratore era un negro (Di merda) che non ti sarebbero state affibbiate se lo stupratore fosse stato un ultrà (Altrettanto di merda)?

???

Sinceramente non capisco.

Rasputin ha scritto:3. Il problema è quando le migrazioni non vengono arginate deliberatamente pur essendo possibile. Allora si ripresenta la vecchia domanda, cui prodest?


E io  ti ripeto che è sempre stato cosi, i migranti sono sempre entrati.

Sono 20 anni che entrano a ondate come quelle a cui assistiamo e al governo si è alternata destra e sinistra.

Se vai sul garda (per farti un esempio stupido) nelle zone dove la lega ha dettato legge da sempre e tutt'ora ha un sacco di consensi, non c'è un cameriere italiano nei ristoranti e in cucina a lavorare c'è "solo" stranieri.... e non solo nel settore della ristorazione. Alla faccia della coerenza.

Ovvio che a qualcuno fanno comodo.


_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante ed ineguagliabile.
Carlo M. Cipolla

E>en

chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7621
Età : 41
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : uncinetto
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum