Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Trump o Clinton?

71% 71% 
[ 5 ]
29% 29% 
[ 2 ]
 
Totale dei voti : 7

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Cyrano il Lun 14 Nov - 21:29

Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Mi trovi d'accordo ma il diritto di stabilirsi dove vuoi deve comunque rispettare il diritto dell'altro di stare dove vuole e come vuole. Vale il principio per il quale la tua libertà finisce la dove inizia quella dell'altro. Su una certa destra sono d'accordo con te ! Una cagata pazzesca!!
certamente! nella mia visione ciascuno é libero di andare dove vuole, ma poi non deve rompere i coglioni

Obietto ulteriormente: c'è anche chi (E parlo con cognizione di causa) va dove vuole a farsi mantenere, senza delinquere
Invece che proibirgli di entrare, basta mettere in piedi un sistema sociale che non glie lo permetta (ad esempio quello svizzero: i sussidi sono correlati a quanto hai lavorato prima, sia tu uno svizzero o un immigrato...non hai mai lavorato? niente sussidi)

Così entrerebbe solo chi vuol lavorare

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Rasputin il Lun 14 Nov - 21:48

Cyrano ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Mi trovi d'accordo ma il diritto di stabilirsi dove vuoi deve comunque rispettare il diritto dell'altro di stare dove vuole e come vuole. Vale il principio per il quale la tua libertà finisce la dove inizia quella dell'altro. Su una certa destra sono d'accordo con te ! Una cagata pazzesca!!
certamente! nella mia visione ciascuno é libero di andare dove vuole, ma poi non deve rompere i coglioni

Obietto ulteriormente: c'è anche chi (E parlo con cognizione di causa) va dove vuole a farsi mantenere, senza delinquere
Invece che proibirgli di entrare, basta mettere in piedi un sistema sociale che non glie lo permetta (ad esempio quello svizzero: i sussidi sono correlati a quanto hai lavorato prima, sia tu uno svizzero o un immigrato...non hai mai lavorato? niente sussidi)

Così entrerebbe solo chi vuol lavorare

Okkio, la Svizzera è un paese che del razzismo ha fatto un'arte e dello sfruttamento una scienza

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49107
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Rasputin il Lun 14 Nov - 22:42

Aggiorno la platea

H.H. ha scritto:Der Stürmer news

Gott segne Trump (God bless Trump) (dedica ai tuoi amici deofobi)

L'impresentabile ha nominato Stephen Bannon chief strategist, vedi:Breibart news - Alt right

Prime reazioni: comunità mussulmane e mafia-juden protestano e lo accusano di essere razzista antisemita

Bingo! Se le comunità mussulmane e juden lo attaccano congiunte vuol dire che è uno dei nostri

Ben fatto vecchio Donald

link a media venduti o direttamente controllati da mafia-juden:

http://www.huffingtonpost.it/2016/11/14/bannon-breitbart-trump_n_12954886.html

Nota come nell'articolo precedente cercano di "sporcare" l'immagine di Bannon con le citazioni nel curriculum di due capisaldi della mafia-juden: Hollywood e Goldman Sachs, i vermi ci provano sempre una volta beccati/bastonati con la strategia "sono tutti uguali", sono tutti come noi, nessuno è pulito

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2016-11-14/trump-prime-nomine-priebus-chief-of-staff-bannon-chief-strategist-055458

HH




_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49107
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Cyrano il Mar 15 Nov - 7:18

Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Mi trovi d'accordo ma il diritto di stabilirsi dove vuoi deve comunque rispettare il diritto dell'altro di stare dove vuole e come vuole. Vale il principio per il quale la tua libertà finisce la dove inizia quella dell'altro. Su una certa destra sono d'accordo con te ! Una cagata pazzesca!!
certamente! nella mia visione ciascuno é libero di andare dove vuole, ma poi non deve rompere i coglioni

Obietto ulteriormente: c'è anche chi (E parlo con cognizione di causa) va dove vuole a farsi mantenere, senza delinquere
Invece che proibirgli di entrare, basta mettere in piedi un sistema sociale che non glie lo permetta (ad esempio quello svizzero: i sussidi sono correlati a quanto hai lavorato prima, sia tu uno svizzero o un immigrato...non hai mai lavorato? niente sussidi)

Così entrerebbe solo chi vuol lavorare

Okkio, la Svizzera è un paese che del razzismo ha fatto un'arte e dello sfruttamento una scienza
verissimo...era solo un esempio di come se si vuole, si può lasciar entrare l'immigrato e non permettergli di abusare del sistema sociale

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Minsky il Mar 15 Nov - 10:43


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13448
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Minsky il Mar 15 Nov - 13:23


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13448
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Minsky il Mar 15 Nov - 13:51


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13448
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da holubice il Mar 15 Nov - 16:15

Paolo ha scritto:... Quello che io ti voglio dire è che la maggiore responsabilità (forse a pari merito con il nostro stato parassitario e del malaffare) è stata proprio quella degli imprenditori. Era più che evidente già da molto tempo che determinate lavorazioni non potevano e non possono più essere fatte in Italia. Io ti faccio l'esempio delle acciaierie settore dove ho sempre operato. Sono quasi tutte nate negli anni 60 per produrre il tondino per cemento armato, i profili mercantili (ferro a L a T a U diciamo il ferro che serve per fare un cancello o una ringhiera)o il filo di ferro. All'inizio hanno guadagnato cifre astronomiche, poi col passare degli anni i più non hanno capito che non potevano continuare a produrre solo ferro di bassa qualità in quanto la concorrenza dei paesi emergenti (che allora erano la Turchia, la Libia, il Marocco e poi se ne sono aggiunti tanti altri come il Brasile o il Sud Africa) erano in grado di effettuare la medesima produzione con costi molto, ma molto, più bassi. E non pensiamo che questo sia dovuto al più basso costo della mano d'opera. Quello è un luogo comune che tutti portano avanti per giustificare scelte sbagliate. Nei prodotti tecnologici l'incidenza della mando'opera non è mai determinate. ...
Va' un po'... Va' un po' ...!
ANSA: Dazi antidumping Ue su tubi Cina



"Arrivano nuovi dazi antidumping targati Ue per bloccare l'invasione del mercato europeo da parte dell'acciaio cinese. Questa volta le misure di Bruxelles riguardano i tubi senza saldature, di ferro o acciaio, a sezione circolare, utilizzati di norma per impianti elettrici, nell'industria del gas e del petrolio, e nell'edilizia. La decisione della Commissione Ue, dopo un'indagine aperta a maggio su spinta dell'industria da cui è emerso che questi prodotti cinesi venivano venduti in Europa a prezzi "fortemente di dumping", prevede l'imposizione provvisoria di dazi che vanno dal 43,5% all'81,1%. Bruxelles ha ora sei mesi per decidere se rendere la misura definitiva per i prossimi 5 anni. Con questi nuovi dazi, salgono a 40 - un record per l'Ue - il numero di misure di difesa commerciale in vigore in Europa, di cui 18 solo riguardanti prodotti cinesi. Sono invece ancora in corso, altre 14 indagini che riguardano il settore dell'acciaio, inclusi tre casi per cui è in corso l'applicazione provvisoria di dazi"

Perché per i tuoi ex colleghi del ferro le barriere si alzano, e per il mio vicino che fa i pomelli dei cassetti no? Forse perché loro appartengono ad una conventicola meglio rappresentata ed incistata nella politica? Hai notato che, tutt'ora, non si vende neanche un'auto cinese ed indiana sul suolo italiano?

Ti presento l'utilitaria indiana 'NANO' ...



... il suo prezzo di listino, chiavi in mano, è di 2.000 euro. Sì, hai letto bene, 2.000 euro. Che cosa rimarrebbe dell'industria automobilistica europea se arrivassero anche queste merci? E quale imprenditore illuminato riuscirebbe a tenere testa ad un concorrente così? E guarda che ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche, ad esempio la Land Wind ...



... per non parlare della Simil Royce Royse ...



... che, ad occhio e croce, costerà come la nuova Tipo (se presa con allestimento base)...   boxed

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da holubice il Mar 15 Nov - 16:42

Minsky ha scritto:
Guarda, se io, che son io, la prossima tornata voterò la casella dell'estrema destra, ho la sensazione che da noi ci sarà una vera e propria valanga.



Spero solo di non finire col passare il week-end a fare il salto nel cerchio di fuoco ... boxed


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mar 15 Nov - 17:21

Holub guarda che mi trovi d'accordo. Io sono sempre stato contrario a forme protezionistiche di qualunque tipo, dazi o latro che sia. Alterano la logica del mercato e della libera concorrenza solo per favorire una determinata categoria o lobby a danno di tutti.  Ma come sempre la politica e il malaffare hanno il sopravvento. Io posso capire di applicare misure protezionistiche in via provvisoria, per aiutare e dare modo alle nostre aziende di adeguarsi alle nuove realtà del mercato. Ma sopperire alle nostre carenze con chiusura dei mercati è uno stupido espediente che può dare qualche effetto immediato ma già nel medio periodo ne senti le pesanti ricadute negative.

Conosco bene la questione delle auto cinesi elettriche perchè qualche anno fa mi ero interessato pensando se vi fosse la possibilità e la convenienza ad importarle in Italia. In effetti costano un po' di più circa 4.000 usd. Poi però devi calcolare i costi di importazione e trasporto(stimo 1500 / 2000 eur per auto) costi di sdoganamento e l'iva del 22% che saranno altri 1200€. Poi ci sono i costi di immatricolazione che puoi stimare a 500/770 € . Se fai un totale arrivi a più di 8000€. A questo ci devi aggiungere i costi di distribuzione e vendita, i costi generali di gestione e, visto che se vuoi sopravvivere alla faccia degli amici comunisti ci devi aggiungere il tuo profitto!!! Poi sui ipotetici 1000 € che dovresti mettere di utile ci dovi pagare le tasse!! Vedi tu che affare!!!! Arrivi a non essere più competitivo! E calcola che su tutto questo non hai tenuto conto dei costi finanziari (le macchine le devi pagare subito e, se ti va bene, le vendi dopo alcuni mesi). Io non so chi sarebbe disposto ad acquistare un macchinino così diciamo a 10.000 € tenendo conto poi che se va bene  ma bene bene ha una autonomia di 80 / 100 km max!!!!! Come vedi Holub le cose sono molto diverse da come le pensi tu! Noi europei produciamo le city car a meno di quella cifra e quelle sono vere auto. Quelle cinesi elettriche sono delle baracche.

E lascia perdere i loro fax simili delle nostre auto! Hanno lo stesso problema, ovvero la possono anche costare poco dato che hanno un livello qualitativo più basso, poi però se le porti qui in Europa e le adegui alle nostre normative sei subito fuori mercato. E questo conferma, anche se non ce n'è bisogno, che la vera barriere protezionistica è la capacità di proporre un prodotto il cui rapporto qualità/prezzo è il migliore. Tutto il resto sono elementi di protezione del tutto labili e soggetti a essere superati in poco tempo.

Conosci la Brilliance? E' una macchina cinese importata in europa. Questa qui usata la vendo (anzi speano di venderla) per 2.500 €. Ma non basta un prezzo basso serve anche una qualità e una assistenza adeguata. E allora se devi avere anche quello non sei più competitivo!

Brilliance BS6 2.0 Comfort TÜV 5.2018



https://www.autoscout24.com/offers/brilliance-bs6-2-0-comfort-tuev-5-2018-gasoline-black-62d6653d-f75d-b824-e053-e350040a1e83

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Justine il Mar 15 Nov - 18:11

Ogni settore merceologico ha le sue. Per quanto riguarda le auto elettriche, ha ragione Paolo. Non appena però ti sposti nel dominio degli smartphone e simili (vedi Huawei, Xiaomi, OnePlus), l'Europa se ne va un attimino a nascondersi. Figurarsi l'Italia... E hai voglia ad attendere l'adeguamento

Da cell fatico a quotare, ma questa frase di Paolo:

"la vera barriere protezionistica è la capacità di proporre un prodotto il cui rapporto qualità/prezzo è il migliore"

è da incorniciare perché una volta che un gruppo di startup europee nel mondo delle telecomunicazioni e della tecnologia diventasse seriamente leader nel già citato mondo di smartphone/phablet/tablet, tutte le case menzionate (mettiamoci pure la coreana Samsung) si troverebbero con quote di mercato mooolto inferiori. Adesso tirano perché sono lo standard de facto, hanno realizzato per l'appunto roba veramente valida a prezzi proporzionati e ammortizzabili nel tempo

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15329
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mar 15 Nov - 19:05

E' proprio come dici tu Justine! Ma se tu parli con la gente tutti ti dicono che è così perchè la mano d'opera la costa poco! Ma sono tutte cazzate un alibi per giustificare l'incapacità che abbiamo noi nel confrontarci con chi è più capace di noi. Se fosse questione solo della mano d'opera bassa non si capirebbe come mai un azienda come la Brembo è leader nel mondo a produrre freni. Ma basta pensare al sig. Ferrero che con la Nutella è diventato l'uomo più ricco di Italia con un prodotto che si è imposto in tutto il mondo !! 

Se ci pensi negli anni 50 eravamo, non dico leader, ma molto forti nel settore automobilistico (Alfa, Fiat, Lancia, Ferrari, Maserati, Lamborghini, Bugatti, Autobianchi...) detenevamo quasi il monopolio delle moto (Guzzi, Gilera, Morni, Ducati, MV Agusta ....). Ma anche nell'elettronica con Olivetti, Geloso ... E poi è andato tutto a morire solo per nostra incapacità. Tutto sommato i nostri nonni ci avevano lasciato qualcosa di veramente valido, ma le successive generazioni hanno distrutto tutto! E per tutto intendo le cose di qualità e di prestigio nel nome di una bassa qualità produttività che generava però alti utili senza necessitare di grossi investimenti e grosse fatiche. Adesso ne paghiamo le conseguenze. 

Pensa che anche nel settore siderurgico l'Italia era leader con aziende come la Cogne, le Acciaierie di Bolzano, la Breda. Queste aziende hanno inventato gli acciai che ancora oggi si usano! Hanno realmente fatto la storia della siderurgia al pari della Krupp o della Thyssen! Ma le nostre aziende sono state quasi tutte chiuse o convertite in altro, mentre le tedesche dominano il mercato! Ci sarà un perchè.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Mandalay il Mar 15 Nov - 19:09

Ma guarda un po'
Un verde per entrambi !!!!!!!!!!!!

Mandalay
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 479
Età : 55
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : tentare di capire
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da SETH OTH il Mar 15 Nov - 20:38

Paolo ha scritto:E' proprio come dici tu Justine! Ma se tu parli con la gente tutti ti dicono che è così perchè la mano d'opera la costa poco! Ma sono tutte cazzate un alibi per giustificare l'incapacità che abbiamo noi nel confrontarci con chi è più capace di noi.
Fosse così si potrebbe tanto facilmente porre fine a tutte le polemiche, le accuse e i boicottaggi pagando in maniera decorosa gli schiavi i lavoratori.
Questo in Cina comincia ora timidamente ad avvenire. Salari minimi, orari regolamentati, leggi sull'inquinamento, norme sanitarie cominciano ad affacciarsi un po' alla volta sul mercato cinese che, infatti, smette di essere così conveniente. Oggi convengono (economicamente, s'intende) i paesi cintura, quelli ancora poveri, per capirsi, dove non ci sono ancora leggi sulla tutela dell'individuo e dell'ambiente a rompere i coglioni.
Secondo me c'è poco da girarci intorno: se si vogliono proditti a buon mercato rispetto a quelli nostrani bisogna risparmaiere sulla pelle della gente (in generale, non solo quelli che lavorano nella produzione) o sull'uso deregolato delle risorse ambientali o sulla qualità (dove gli "o" usati non sono mutuamente esclusivi, cosa facilmente rilevabile nel 90% dei prodotti cinesi in commercio).

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Rasputin il Mar 15 Nov - 21:02

SETH OTH ha scritto:
Paolo ha scritto:E' proprio come dici tu Justine! Ma se tu parli con la gente tutti ti dicono che è così perchè la mano d'opera la costa poco! Ma sono tutte cazzate un alibi per giustificare l'incapacità che abbiamo noi nel confrontarci con chi è più capace di noi.
Fosse così si potrebbe tanto facilmente porre fine a tutte le polemiche, le accuse e i boicottaggi pagando in maniera decorosa gli schiavi i lavoratori.
Questo in Cina comincia ora timidamente ad avvenire. Salari minimi, orari regolamentati, leggi sull'inquinamento, norme sanitarie cominciano ad affacciarsi un po' alla volta sul mercato cinese che, infatti, smette di essere così conveniente. Oggi convengono (economicamente, s'intende) i paesi cintura, quelli ancora poveri, per capirsi, dove non ci sono ancora leggi sulla tutela dell'individuo e dell'ambiente a rompere i coglioni.
Secondo me c'è poco da girarci intorno: se si vogliono proditti a buon mercato rispetto a quelli nostrani bisogna risparmaiere sulla pelle della gente (in generale, non solo quelli che lavorano nella produzione) o sull'uso deregolato delle risorse ambientali o sulla qualità (dove gli "o" usati non sono mutuamente esclusivi, cosa facilmente rilevabile nel 90% dei prodotti cinesi in commercio).

C'è un thread che in parte interessa il tema prodotti a buon mercato sulla pelle della gente, se ti interessa è qui

http://atei.forumitalian.com/t6300-ebay-contro-amazon

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49107
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mar 15 Nov - 21:15

SETH OTH ha scritto:
Paolo ha scritto:E' proprio come dici tu Justine! Ma se tu parli con la gente tutti ti dicono che è così perchè la mano d'opera la costa poco! Ma sono tutte cazzate un alibi per giustificare l'incapacità che abbiamo noi nel confrontarci con chi è più capace di noi.
Fosse così si potrebbe tanto facilmente porre fine a tutte le polemiche, le accuse e i boicottaggi pagando in maniera decorosa gli schiavi i lavoratori.
Questo in Cina comincia ora timidamente ad avvenire. Salari minimi, orari regolamentati, leggi sull'inquinamento, norme sanitarie cominciano ad affacciarsi un po' alla volta sul mercato cinese che, infatti, smette di essere così conveniente. Oggi convengono (economicamente, s'intende) i paesi cintura, quelli ancora poveri, per capirsi, dove non ci sono ancora leggi sulla tutela dell'individuo e dell'ambiente a rompere i coglioni.
Secondo me c'è poco da girarci intorno: se si vogliono proditti a buon mercato rispetto a quelli nostrani bisogna risparmaiere sulla pelle della gente (in generale, non solo quelli che lavorano nella produzione) o sull'uso deregolato delle risorse ambientali o sulla qualità (dove gli "o" usati non sono mutuamente esclusivi, cosa facilmente rilevabile nel 90% dei prodotti cinesi in commercio).

Non è assolutamente vero! Il problema è che in determinati posti non puoi che effettuare lavorazioni "povere" ovvero a bassa tecnologia in quanto il livello di capacità di chi ci lavora è troppo basso, la mancanza di strutture, di personale qualificato, non ti permette altro. Tu una produzione, qualunque essa sia, la realizzi molto meglio e con costi nettamente inferiori investendo in tecnologia e non certo usando mano d'opera di basso livello anche se costasse niente! Oramai con le tecnologie cui disponiamo il costo della mano d'opera è del tutto trascurabile.

Tutto un altro discorso è il problema sia sociale che ambientale. Ma ogni nazione che si deve ancora sviluppare è obbligata a pagare lo scotto di sacrificare molto in questo ambito. L' abbiamo fatto noi e adesso è il loro turno. Non puoi certo pensare che l'imprenditore del Congo o del Bangladesh possa operare così come uno in Germania o in Canada. Qui c'è tutto, la non c'è nulla e ti devi arrangiare a fare tutto. E' già un grande risultato sopravvivere figurati quanto glie ne frega dell'ecologia o del welfare!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da SETH OTH il Mar 15 Nov - 21:49

Paolo ha scritto:Non è assolutamente vero! Il problema è che in determinati posti non puoi che effettuare lavorazioni "povere" ovvero a bassa tecnologia in quanto il livello di capacità di chi ci lavora è troppo basso, la mancanza di strutture, di personale qualificato, non ti permette altro. Tu una produzione, qualunque essa sia, la realizzi molto meglio e con costi nettamente inferiori investendo in tecnologia e non certo usando mano d'opera di basso livello anche se costasse niente! Oramai con le tecnologie cui disponiamo il costo della mano d'opera è del tutto trascurabile.

Tutto un altro discorso è il problema sia sociale che ambientale. Ma ogni nazione che si deve ancora sviluppare è obbligata a pagare lo scotto di sacrificare molto in questo ambito. L' abbiamo fatto noi e adesso è il loro turno. Non puoi certo pensare che l'imprenditore del Congo o del Bangladesh possa operare così come uno in Germania o in Canada. Qui c'è tutto, la non c'è nulla e ti devi arrangiare a fare tutto. E' già un grande risultato sopravvivere figurati quanto glie ne frega dell'ecologia o del welfare!
Sul secondo paragrafo sono assolutamente d'accordo con te, sul primo no. O meglio, ti spiego.
Quello che dici sarebbe vero se trattassimo separatamente ogni paese. Oppure produzioni particolari che necessitino di una specializzazione tecnica avanzata degli operatori [e infatti trovami qualche componente meccanico di precisione che sia cinese. Altro discorso è per la tecnologia elettronica]
Quello che invece accade è che l'imprenditore - poniamo - italiano che produce tergicristalli (uso questi perchè è un caso reale a me noto) usa qui come là manovalanza di basso profilo, in sostanza una persona che deve star dietro ad una macchina e che è in grado di imparare il mestiere in un giorno, senza bisogno di alcuna formazione specifica.
Qui un operaio non specializzato gli costa 30 mila euro, in cina 2500 (700 in Cambogia - non sono cifre inventate)
Qui deve garantire corsi di formazione sulla sicurezza, in Cina no, impianti di sicurezza, procedure di sicurezza, misurazioni a norma (anche se spesso aggirate) delle emissioni, certificazioni su certificazioni per il gommino, il binario, la macchina che li assembla & compagnia cantante, in Cina no, o comunque molto meno.
Qui deve garantire al lavoratore 30 gg di ferie, una pausa ogni due ore, un orario di otto ore al giorno, lì adesso si cominciano a vedere le 44 ore settimanali con un massimo di 36 mensili di extra con un monte di deroghe in questo e quel caso, e nessuno che controlla. I giorni di ferie sono, nella realtà, tre.
Qui paga le tasse su ogni chilo di porcheria prodottà. La ditta che gli viene a ritirare i rifuti speciali li deve stoccare in ambienti sicuri, si fa pagare molto, là... Vabè.
[edit: ah naturalmente dimenticavo di scrivere che le strutture e le tecnologie, uno se le porta dietro, assieme alle persone chiave che servono]
Giusto per capirci, ti incollo una foto di un'operazione di ripristino eco-ambientale di una ex cava di pietra sul monte Laoshou.

Si, è vernice verde ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mar 15 Nov - 22:29

Tu stai facendo un grosso errore nel valutare la realtà economica cinese. Non è assolutamente vero che non stiano puntando su tecnologie avanzate. E' ovvio  che sono partiti poco più di vent'anni fa da un'economia essenzialmente agricola e una struttura produttiva avanzata non si crea in un giorno! Ma stanno investendo moltissimo in tecnologie all'avanguardia che noi in Italia non sappiamo nemmeno cosa siano. Hanno creato delle vere città universitarie di altissimo livello e in tutti i settori.

La Cina è uno tra i Paesi al mondo maggiormente attivi nel settore delle biotecnologie. Si stima che le vendite dei prodotti a partire dal prossimo anno raggiugneranno 85 miliardi di dollari USA. Al momento il settore rappresenta il 2% del PIL del Paese.
Le applicazioni delle biotecnologie si distinguono principalmente in cinque categorie: biomedicina, bioagricoltura, biotecnologie industriali, bioenergia e biotecnologie per l’ambiente.Tra queste, la biomedicina cresce più velocemente, soprattutto in termini di vendite, che nel 2008 hanno raggiunto circa 10 miliardi di dollari.
Il comparto delle biotecnologie trova sostegno nelle strategie di sviluppo delineate dal governo cinese. L’undicesimo piano quinquiennale per lo sviluppo economico infatti, considera il settore delle biotecnologie tra quelli da sostenere maggiormente.

Anche per quanto riguarda il comparto delle Nanotecnologie, la Cina è uno dei mercati che conosce ritmi di crescita rapidissimi. Si stima che a partire dal prossimo anno, il settore raggiungerà una crescita pari a 31 miliardi di dollari.
I “nanomateriali” vengono principalmente impiegati nel settore della microelettronica, del tessile, della cosmesi, in quello farmaceutico, della costruzione di materiali e nell’industria agroalimentare.
Negli anni recenti la Cina ha impiegato le nanotecnologie nei settori di produzione di materiali avanzati, ICT, energie rinnovabili, protezione ambientale, medicale e agricoltura.


http://www.biotechinitaly.com/web/SBCina.aspx

Non illudiamoci! O ci ribocchiamo le maniche e con umiltà ci mettiamo a lavorare seriamente o la recessione sarà inarrestabile con tutte le conseguenze che questo comporta.

Circa i costi di produzione ti faccio un esempio reale. Mio fratello produce qui in Italia dei pistoncini di acciaio che sono montati nelle idro-pulitrici. E' andato in Cina ad effettuare la stessa produzione e non per ridurre i costi, ma per vendere sul mercato interno , in quanto se li produce in Italia non è competitivo e non potrebbe mai vedere i sui pistoncini ai ditte cinesi di idro-pulitrici. Sul suo prodotto la mano d'opera incide circa del 20% sul costo totale, il resto è materia prima (acciaio inossidabile) energia e costi generali. Ora in Cina l'acciaio costa la metà, l'energia anche meno, e i costi generali sono minimi. Perciò anche se potesse produrre in Italia senza alcun  costo di mano d'opera non sarebbe ugualmente non competitivo.

Con questo voglio dire che (cosa per altro che ho sempre detto) che più alto è il livello tecnologico dei prodotti più le differenze dei costi produttivi sono equivalenti anche verso paesi con costi, diciamo sociali, bassissimi. Se no non ti spiegheresti perchè la Volkswagen a meno che la Bmw, la Renault... e via dicendo possono produrre auto decisamente competitive (per non dire assai migliori)  di quelle prodotte in paesi ancora in via di sviluppo.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Minsky il Mer 16 Nov - 10:11


_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13448
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mer 16 Nov - 10:21

Iniziamo bene!!!

Esplora il significato del termine: Due rebus per Donald Trump:
Giuliani agli Esteri e Carson ministroDue rebus per Donald Trump:
Giuliani agli Esteri e Carson ministro


Tra i favoriti, al momento, l’ex sindaco di New York, Rudy Giuliani, e l’ambasciatore John Bolton. Ma c’è anche un altro caso che sta mettendo in difficoltà Donald Trump. Ben Carson, 65 anni, neurochirurgo in pensione, si è candidato alla poltrona di ministro dell’Istruzione con un programma dirompente: riscoprire e valorizzare le «radici cristiane» nella storia americana; ridimensionare lo spazio dedicato all’Islam nei manuali scolastici; rimettere in causa la teoria dell’evoluzione o il Big bang; ridurre o abolire i fondi pubblici alle scuole che «coltivano pregiudizi anti americani».

http://www.corriere.it/esteri/16_novembre_16/caso-carson-imbarazza-trump-f1fef6a4-ab76-11e6-ba61-2e866e9865d0.shtml

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da holubice il Mer 16 Nov - 13:22

Paolo ha scritto:... Tra i favoriti, al momento, l’ex sindaco di New York, Rudy Giuliani, e l’ambasciatore John Bolton. Ma c’è anche un altro caso che sta mettendo in difficoltà Donald Trump. Ben Carson, 65 anni, neurochirurgo in pensione, si è candidato alla poltrona di ministro dell’Istruzione con un programma dirompente: riscoprire e valorizzare le «radici cristiane» nella storia americana; ridimensionare lo spazio dedicato all’Islam nei manuali scolastici; rimettere in causa la teoria dell’evoluzione o il Big bang; ridurre o abolire i fondi pubblici alle scuole che «coltivano pregiudizi anti americani». ...
E' la democrazia, bellezza ... mgreen


holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Minsky il Mer 16 Nov - 14:07

Paolo ha scritto:Iniziamo bene!!!

... riscoprire e valorizzare le «radici cristiane» nella storia americana; ridimensionare lo spazio dedicato all’Islam nei manuali scolastici; rimettere in causa la teoria dell’evoluzione o il Big bang; ridurre o abolire i fondi pubblici alle scuole che «coltivano pregiudizi anti americani».
È il tipico manifesto anti-islamico. Tutta salute, in questo momento.

_________________

Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 13448
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Mandalay il Mer 16 Nov - 15:30

Ma non era contro la "lobby ebraica" ?? mexican


http://www.corriere.it/esteri/16_novembre_16/jared-kushner-genero-trump-che-marcia-casa-bianca-c651380c-abc9-11e6-b10d-5f5dceb63e51.shtml?cmpid=SF020103COR

Mandalay
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 479
Età : 55
Località : Bologna
Occupazione/Hobby : tentare di capire
SCALA DI DAWKINS :
60 / 7060 / 70

Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da SETH OTH il Mer 16 Nov - 15:49

Paolo ha scritto:Tu stai facendo un grosso errore nel valutare la realtà economica cinese. Non è assolutamente vero che non stiano puntando su tecnologie avanzate. E' ovvio  che sono partiti poco più di vent'anni fa da un'economia essenzialmente agricola e una struttura produttiva avanzata non si crea in un giorno! Ma stanno investendo moltissimo in tecnologie all'avanguardia che noi in Italia non sappiamo nemmeno cosa siano. Hanno creato delle vere città universitarie di altissimo livello e in tutti i settori.

La Cina è uno tra i Paesi al mondo maggiormente attivi nel settore delle biotecnologie. Si stima che le vendite dei prodotti a partire dal prossimo anno raggiugneranno 85 miliardi di dollari USA. Al momento il settore rappresenta il 2% del PIL del Paese.
Le applicazioni delle biotecnologie si distinguono principalmente in cinque categorie: biomedicina, bioagricoltura, biotecnologie industriali, bioenergia e biotecnologie per l’ambiente.Tra queste, la biomedicina cresce più velocemente, soprattutto in termini di vendite, che nel 2008 hanno raggiunto circa 10 miliardi di dollari.
Il comparto delle biotecnologie trova sostegno nelle strategie di sviluppo delineate dal governo cinese. L’undicesimo piano quinquiennale per lo sviluppo economico infatti, considera il settore delle biotecnologie tra quelli da sostenere maggiormente.

Anche per quanto riguarda il comparto delle Nanotecnologie, la Cina è uno dei mercati che conosce ritmi di crescita rapidissimi. Si stima che a partire dal prossimo anno, il settore raggiungerà una crescita pari a 31 miliardi di dollari.
I “nanomateriali” vengono principalmente impiegati nel settore della microelettronica, del tessile, della cosmesi, in quello farmaceutico, della costruzione di materiali e nell’industria agroalimentare.
Negli anni recenti la Cina ha impiegato le nanotecnologie nei settori di produzione di materiali avanzati, ICT, energie rinnovabili, protezione ambientale, medicale e agricoltura.


http://www.biotechinitaly.com/web/SBCina.aspx

Non illudiamoci! O ci ribocchiamo le maniche e con umiltà ci mettiamo a lavorare seriamente o la recessione sarà inarrestabile con tutte le conseguenze che questo comporta.

Circa i costi di produzione ti faccio un esempio reale. Mio fratello produce qui in Italia dei pistoncini di acciaio che sono montati nelle idro-pulitrici. E' andato in Cina ad effettuare la stessa produzione e non per ridurre i costi, ma per vendere sul mercato interno , in quanto se li produce in Italia non è competitivo e non potrebbe mai vedere i sui pistoncini ai ditte cinesi di idro-pulitrici. Sul suo prodotto la mano d'opera incide circa del 20% sul costo totale, il resto è materia prima (acciaio inossidabile) energia e costi generali. Ora in Cina l'acciaio costa la metà, l'energia anche meno, e i costi generali sono minimi. Perciò anche se potesse produrre in Italia senza alcun  costo di mano d'opera non sarebbe ugualmente non competitivo.

Con questo voglio dire che (cosa per altro che ho sempre detto) che più alto è il livello tecnologico dei prodotti più le differenze dei costi produttivi sono equivalenti anche verso paesi con costi, diciamo sociali, bassissimi. Se no non ti spiegheresti perchè la Volkswagen a meno che la Bmw, la Renault... e via dicendo possono produrre auto decisamente competitive (per non dire assai migliori)  di quelle prodotte in paesi ancora in via di sviluppo.
No Paolino Paperino, nessun occidentale porta la sua fabbrica in Cina per investire in tecnologia. Che i Cinesi stiano sviluppando vari settori (tra cui quello elettronico, da leader, come ti scrivevo già sopra) è un altro discorso. Non da ultimo quello universitario (ancora comunque a livello made in China a dire il vero) per potenziare il quale pescano a piene mani da persone formate in occidente.
Riguardo il 20%, hai detto niente. Le grosse aziende si fanno la guerra su pochi decimi di punto.
Senza contare che i bassi costo del resto (dalle materie all'energia) sono proprio legati a quanto si diceva sopra: uso sregolato di risorse, legislazione a maglie molto più larghe e, non da ultimo, costo del lavoro stesso anche negli anelli della catena precedenti.
Terzo punto: è quello che stavo dicendo anche io, per esempio parlando dei pezzi meccanici di precisione. Ma prima o poi mi aspetto che il gap sarà recuperato. Qui secondo me salta fuori la natura intrinseca di questo sistema produttivo ed economico: deve pescare fuori dal sistema stesso per poter stare in piedi. E prima o poi le cose che stanno fuori finiranno. Allora ci troveremo davanti ad una necessita di cambiamento radicale (non credo tanto presto, ma punterei su qualche centinaio d'anni).

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni USA 2016: Trump o Clinton?

Messaggio Da Paolo il Mer 16 Nov - 16:08

Mandalay ha scritto:Ma non era contro la "lobby ebraica" ?? mexican


http://www.corriere.it/esteri/16_novembre_16/jared-kushner-genero-trump-che-marcia-casa-bianca-c651380c-abc9-11e6-b10d-5f5dceb63e51.shtml?cmpid=SF020103COR

A me Trump ricorda Renzi! Fa alleanza con tutti (vedi Verdini o Alfano) scende a qualunque compromesso con tutti, Berlusca per primo, pur di ottenere quello che vuole!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum