Diritti inalienabili

Pagina 5 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 20:44

Non che a me siano simpatici i poliziotti in genere! Ma voi avete mai conosciuto i veri delinquenti?

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 20:48

Paolo ha scritto:Non che a me siano simpatici i poliziotti in genere! Ma voi avete mai conosciuto i veri delinquenti?
si, di poliziotti ne ho conosciuti mgreen

A parte gli scherzi, la canaglia é tutta eguale: opprime, ruba ed uccide perché sa di aver l'impunità che gli viene o dalla legge, o dal potere "informale" della violenza

Poi, quando ero frate francescano, di galeotti ne ho conosciuti a bizzeffe e devo dire che in genere li ho trovati più umani e a loro modo più "responsabili" del poliziotto medio

Ma il fatto é: il criminale sa di esserlo, e assume su di se questa consapevolezza, lo sbirro ti ammazza di botte e crede di essere nel giusto

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Nov - 20:49

Cyrano ha scritto:
Faccio un esempio pratico: quattro sbirri a caso pestano a morte l'Aldrovandi della situazione (ma potrebbero essere anche dei delinquenti comuni, non é che cambia tanto)

Passano dei cittadini armati, gli intimano di desistere e, non ascoltati, li fanno secchi

Risultati pratici:

1) quattro stronzi di meno sulla faccia della terra

2) gli altri sbirri ci pensano due volte prima di ammazzare di botte un fermato

Sic et simpliciter. Ma a me non occorre che lo spieghi eh...puoi provare col gommuto qui, buona fortuna

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Nov - 20:52

Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Non che a me siano simpatici i poliziotti in genere! Ma voi avete mai conosciuto i veri delinquenti?
si, di poliziotti ne ho conosciuti mgreen

A parte gli scherzi, la canaglia é tutta eguale: opprime, ruba ed uccide perché sa di aver l'impunità che gli viene o dalla legge, o dal potere "informale" della violenza

Poi, quando ero frate francescano, di galeotti ne ho conosciuti a bizzeffe e devo dire che in genere li ho trovati più umani e a loro modo più "responsabili" del poliziotto medio

Ma il fatto é: il criminale sa di esserlo, e assume su di se questa consapevolezza, lo sbirro ti ammazza di botte e crede di essere nel giusto

Esatto. Inoltre il criminale che sa di esserlo ne accetta anche le possibili conseguenze.

C'è una cosa che ripeto spesso, riferita ai pubblici funzionari in genere: non mi spaventa tanto il fatto che cerchino di fare il loro lavoro il meglio possibile e secondo scienza e coscienza, quello che mi letteralmente terrorizza è quando davvero credono in quello che fanno crying

EDIT a titolo informativo per la platea, uno dei motivi per cui ho ottenuto il porto d'arma è che - sebbene sporadicamente ormai da oltre 16 anni - con la polizia ho a che fare, faccio l'interprete sia in questura che in tribunale, e mi hanno riconosciuto la possibile necessità.

Quindi di poliziotti ne conosco anch'io parecchi.


Ultima modifica di Rasputin il Sab 19 Nov - 20:55, modificato 1 volta

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 20:54

Senti io ci ho vissuto insieme! Ovvio che ci sono quelli normali ma ci sono anche i veri balordi in particolare tra zingari e mafiosi. Non ragionano, o meglio ragionano a modo loro !!!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 20:55

pensa un po' il disagio mentale di chi sceglie come mestiere quello di "limitare" (eufemismo) i diritti altrui

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 20:56

Paolo ha scritto:Senti io ci ho vissuto insieme! Ovvio che ci sono quelli normali ma ci sono anche i veri balordi in particolare tra zingari e mafiosi. Non ragionano, o meglio ragionano a modo loro !!!
vero, anche tra i "down by law" ci sono signori e balordi

ed é vero, e provato dai fatti, che il sistema attuale non dimostra di ridurre il problema

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 21:04

In una discussione sostenevo che mi sembrava assurdo uccidere un famigliare o un parente per vendetta contro gli infami. La risposta che mi hanno dato è che se tu uccidi lui finisce di soffrire, mentre più famigliari tu gli uccidi più tu lo fai soffrire. E non lo dicevano come battuta ma molto seriamente come fosse una cosa logica e giusta. Vedi tu. E tu dai le armi a questa gente!!

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Nov - 21:05

Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Senti io ci ho vissuto insieme! Ovvio che ci sono quelli normali ma ci sono anche i veri balordi in particolare tra zingari e mafiosi. Non ragionano, o meglio ragionano a modo loro !!!
vero, anche tra i "down by law" ci sono signori e balordi

ed é vero, e provato dai fatti, che il sistema attuale non dimostra di ridurre il problema

C'è di più. Analogamente alla legge Cipolla, le percentuali non cambiano nelle varie categorie wink..

Adesso però aspettiamo settott:



mgreen

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 21:11

Paolo ha scritto:In una discussione sostenevo che mi sembrava assurdo uccidere un famigliare o un parente per vendetta contro gli infami. La risposta che mi hanno dato è che se tu uccidi lui finisce di soffrire, mentre più famigliari tu gli uccidi più tu lo fai soffrire. E non lo dicevano come battuta ma molto seriamente  come fosse una cosa logica e giusta. Vedi tu. E  tu dai  le armi a questa gente!!
quelli che vogliono fare una faida le armi se le procurano comunque

Vedi, e lo dico col massimo rispetto per tutti, ci hanno completamente lavato il cervello, facendoci credere che se l'esclusiva della violenza ce l'ha il governo, tutto andrà bene, ma se si lascia ai cittadini il diritto di difendersi, sarà un'ecatombe

Abbiamo mai pensato al fatto, appunto, che chi vuol veramente ammazzare qualcuno trova comunque il modo? 

La mia opinione é che ci vogliono disarmati perché hanno paura di cosa potrebbe succedere quando, malauguratamente, aprissimo gli occhi

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Nov - 21:14

Paolo ha scritto:In una discussione sostenevo che mi sembrava assurdo uccidere un famigliare o un parente per vendetta contro gli infami. La risposta che mi hanno dato è che se tu uccidi lui finisce di soffrire, mentre più famigliari tu gli uccidi più tu lo fai soffrire. E non lo dicevano come battuta ma molto seriamente  come fosse una cosa logica e giusta. Vedi tu. E  tu dai  le armi a questa gente!!

La vera logica è un'altra: se parli per salvarti il culo, quando sai che facendolo metti a repentaglio quello dei tuoi familiari ci pensi su. Se parli comunque, il mandante sei tu; è la stessa, identica logica della legge che non ammette ignoranza.

EDIT ulteriore verdone qui sopra a Cyrano! grazieeee

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 21:27

No è la stessa logia delle rappresaglie naziste. Ma dai li ho conosciuti. Sono animali. Certo che le armi se le procurano lo stesso. E allora dagliele tu così fanno prima.

Mi spiace Cyrano non ti do un rosso per compensare il verde di Rasp solo per simpatia ma quello che dici è senza senso.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 19 Nov - 21:40

Paolo ha scritto:No è la stessa logia delle rappresaglie naziste. Ma dai li ho conosciuti. Sono animali.

Ti do credico perché so che parli con cognizione di causa. Però

Paolo ha scritto:Certo che le armi se le procurano lo stesso. E allora dagliele tu così fanno prima.[...]

Non glie le do io; inoltre ricordati che un'arma legale è registrata, ha molto meno interesse per chi fin dall'inizio ha intenzione di usarla. Occhio dico di usarla e basta non a caso.


_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 21:42

Paolo ha scritto:No è la stessa logia delle rappresaglie naziste. Ma dai li ho conosciuti. Sono animali. Certo che le armi se le procurano lo stesso. E allora dagliele tu così fanno prima.

Mi spiace Cyrano non ti do un rosso per compensare il verde di Rasp solo per simpatia ma quello che dici è senza senso.
Che sia qualcosa di apparentemente "delirante" lo capisco bene

però...proviamo a pensarci un po' sopra...

1) Condizione attuale: 
- la sbirraglia é armata fino ai denti
- delinquenti, mafiosi ed assimilati sono armati fino ai denti
- i "cittadini normali" sono disarmati

2) Condizione auspicata nel peggiore dei casi:
- la sbirraglia é armata fino ai denti
- delinquenti, mafiosi ed assimilati sono armati fino ai denti
- i "cittadini normali" sono armati pure loro

In quale delle due situazioni i "cittadini normali" sono più avvantaggiati?

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 21:50

In nessuna delle due.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Sab 19 Nov - 21:54

Paolo ha scritto:In nessuna delle due.
già concordiamo che una situazione non é peggiore dell'altra wink..

Comunque non voglio convincere nessuno, io ho esposto le mie ragioni, tu hai esposto le tue con garbo, sensibilità e oggettività...

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Sab 19 Nov - 22:00

Ma si certo! Io espongo le mie idee e controbatto, sempre rispettando quelle degli altri. Sai benissimo che è del tutto impossibile far cambiare idea ad un'altra persona. E' così che funziona per tutti. Tutto quello che si può fare è confrontarsi ma nulla più.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Justine il Dom 20 Nov - 7:32

Non è impossibile far cambiare idea. Pian piano nelle ultime settimane ho fatto ragionare mia madre e da semiagnostica è tornata naturalmente atea
Alcuni sono persi nell'irrazionalità, ma con fatica e volontà a volte si riesce ad oliare la testa di qualcuno

_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15337
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

http://amarantha.neocities.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Dom 20 Nov - 12:43

Justine ha scritto:Non è impossibile far cambiare idea. Pian piano nelle ultime settimane ho fatto ragionare mia madre e da semiagnostica è tornata naturalmente atea
Alcuni sono persi nell'irrazionalità, ma con fatica e volontà a volte si riesce ad oliare la testa di qualcuno

A qualcuno a me riesce ogni tanto di togliere qualche pregiudizio, le opinioni basate su pregiudizi sono tra le cose che mi danno fastidio. Ecco perché mi sono incarognito tanto con settott, altrimenti un utente gradevole e valido

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da jessica il Dom 20 Nov - 13:38

mi spiace di non essere così brava con le funzioni di ricerca a trovare un vecchio 3d in cui si rifaceva questa discussione pari pari.

dico solo un paio di cose alla rinfusa



una delle argomentazioni più spesso portate avanti dai favorevoli alla libera circolazione delle armi è che tanto "i cattivi" le armi se le procurerebbero comunque. questa affermazione non tiene conto del fatto che i morti per armi da fuoco sono solo in parte dovute ai "cattivi". quello che succede, perchè è così che è fatto l'uomo, è che sono i buoni a sbroccare durante un litigio, per un tradimento, per questioni di soldi o per quello che volete, a non vederci più e, se ci sono, a usare le armi. l'assenza di libera circolazione di armi vuol dire trasformare tutti questi casi (che sono ben più della metà del totale) in liti con ceffoni o bastoni, con esiti indicibilmente più miti, se non addirittura smorzarli.

il fatto del calo della criminalità in rapporto al numero di armi, oltre a non avere alcun trend evidenziabile da un'analisi statistica (anzi, se il trend c'è è al contrario) è molto poco affidabile essendo differente il modo in cui ogni nazione categorizza la voce "criminalità". per capirci, si veda il numero di violenze sessuali pro capite in finlandia ed in italia ha un rapporto che somiglia a qualcosa tipo 8:1. volete davvero farmi credere che i finlandesi sono morti di figa e violenti otto volte più degli italiani? la risposta è semplice: no. solo che lì è molto più facile che una donna denunci un presunto abuso (che visto l'andazzo superfemminista che hano là sopra è probabile che anche quella che qui viene definita un'innocua pacchetta sul culo lì venga conteggiata come abuso sessuale)




il problema è sempre lo stesso, e cioè che la gente usa le statistiche come gli ubriachi usano i lampioni, non per fare luce ma per sostenersi.
so che è un discorso fastidioso da sentire, forse presuntuoso e tante altre cose brutte, ma debbo dire che sarebbe bello che chi si avvicina a dei dati avesse anche gli strumenti culturali per poterli comprendere. la comprensione, l'uso delle statistiche e tutto quello che è un po' legato a quello che in altri 3d viene sbandierato come "metodo scientifico" non sono strumenti innati che ogni creatura ha a sua disposizione, anzi, involgono spesso procedure controintuitive e vanno appresi (con fatica e sofferenza, almeno per quanto mi riguarda) in anni, se non decenni, di studio dedicato.
non ci si inventa analisti o statistici così come non ci si inventa dottori o linguisti.
poi sennò, improvvisandosi statistici, escono cose tipo queste:

spero che almeno in questo caso non serva discutere il perchè questa immagine (che viene usata per supportate le loro tesi dai mattiguera  di armipedia o qualcosa di simile)  sia una cagata immane oltre che una fallacia logica sotto ogni punto di vista (e comunque a contenere due falsità nel giro di tre righe di testo).


ps: qui l'equivalente dei vari maschiselvatici su cui potete farvi un'idea di cosa voglio dire quando parlo di statistici improvvisati ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
http://seanlinnane.blogspot.it/2013/08/guns-in-america-statistical-perspective.html

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Dom 20 Nov - 14:02

Un verdone al momento, per l'impegno e l'oggettività.

Stasera leggo con calma e dico la mia ok

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da jessica il Dom 20 Nov - 14:30

Sarbve uno sputacchio catarroso?

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Dom 20 Nov - 15:27

Jessi sono d'accordo con te su tutto. Io non credo che nemmeno chi qui sostiene la tesi "più armi meno vittime" ci creda veramente. Lo fa solo o per partito preso o per far bastian contrario, o spinti da una avversità verso le forze dell'ordine. Ma nulla di logico e razionale.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Dom 20 Nov - 15:59

Carissimi, il problema, lo ripeto, non é "più armi - meno vittime" o l'opposto

Il problema è riprendere nelle nostre mani la sostanza dei nostri diritti naturali (di cui quello di difendersi é solo uno, e nemmeno a mio avviso il più importante) riducendo il potere dell'amministrazione, oggigiorno enorme ed omnipervasiva, al minimo possibile (miniarchia)

Riscoprire la libertà di associarsi e gestire conflitti, risorse, esigenze, difesa dei diritti, mutuo supporto in maniera individualmente libera e "sanamente egoista", lasciando all'amministrazione solo un ruolo residuale

I principi cardine di questa visione sono:

1) i diritti naturali sono culturalmente condivisi e non sono una "concessione" dell'amministrazione, che non deve metterci becco se non richiesta

2) ognuno ha diritto di accedere e secedere, individualmente o in gruppo, da qualsivoglia contratto sociale, sia esso con altri cittadini o con l'amministrazione. Le clausole di accesso e secessione non debbono essere clausole capestro tipo "tutto o niente" oppure "se accedi é per sempre"

3) in una società come la nostra non é pensabile concretamente abolire del tutto ed immediatamente l'amministrazione, ma é del tutto pensabile e razionale ridurne enormemente i campi di azione esclusiva...tutti gli altri campi debbono essere in libera concorrenza (forse gli unici campi d'azione esclusiva potrebbero essere la difesa esterna e la politica estera)

Se non si percorrerà questa strada, ci infogneremo a mio avviso sempre di più in una realtà politica di "finta democrazia" dove un'amministrazione impermeabile alle vere esigenze ed al vero sentire sociale ed etico dei cittadini aumenterà sempre di più la sua discrezionalità usando ogni mezzo (il "nemico esterno", la paura, l'ignoranza, i mass media, la moneta fiat ed il sistema basato sul debito etc) per rendeci ogni giorno più schiavi

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Dom 20 Nov - 17:59

jessica ha scritto:mi spiace di non essere così brava con le funzioni di ricerca a trovare un vecchio 3d in cui si rifaceva questa discussione pari pari.

Ci ho provato anch'io ma non l'ho trovato, probabilmente perché la discussione era come al solito OT in maniera massiccia ed il titolo parlava di raddrizzamento tartarughe rovesciate o simili, l'ho menzionato qui

http://atei.forumitalian.com/t7084-diritti-inalienabili#373713

ed ho anche cercato di riportare il succo della tua opinione cosí

[...] L'unica cosa su cui accetto di discutere è l'ipotesi che almeno in alcuni (Es. USA) Paesi dove è più facile l'acquisto legale di armi è anche più facile procurarsene di illegali[...]
(Probabilmente vero)

qui

http://atei.forumitalian.com/t7084-diritti-inalienabili#373732

ma la cosa come abbiamo avuto modo di vedere non è cosí semplice...

jessica ha scritto:dico solo un paio di cose alla rinfusa

Questo non occorre che lo specifichi, è prassi abituale mgreen moon (Tranquilla adesso cerco di diventare serio)

jessica ha scritto:una delle argomentazioni più spesso portate avanti dai favorevoli alla libera circolazione delle armi è che tanto "i cattivi" le armi se le procurerebbero comunque. questa affermazione non tiene conto del fatto che i morti per armi da fuoco sono solo in parte dovute ai "cattivi". quello che succede, perchè è così che è fatto l'uomo, è che sono i buoni a sbroccare durante un litigio, per un tradimento, per questioni di soldi o per quello che volete, a non vederci più e, se ci sono, a usare le armi. l'assenza di libera circolazione di armi vuol dire trasformare tutti questi casi (che sono ben più della metà del totale) in liti con ceffoni o bastoni, con esiti indicibilmente più miti, se non addirittura smorzarli.

E su questo non ci piove, però la logica - di per sé plausibilissima - è basata su supposizioni (Ho grassettato). Non è detto, e ritengo molto, molto difficile fare una seria stima a sostegno o meno.

Ti posso però dare la mia esperianza soggettiva: a parte la procedura standard in caso di emergenza - che durante le pratiche per il porto d'arma qui ti inculcano peggio che a dottrina - cioè prima cercare di evitare il conflitto, se non è possibile cercare di sfuggire, fare quello che dice l'aggressore, e solo se tutto questo non funziona e ci si vede in reale pericolo, estrarre, a parte questo dicevo, a me personalmente portare in giro un'arma responsabilizza.

Sto attento a non mostrarla (Qui è vietato), non bevo fintanto che ce l'ho addosso, e via dicendo. A me la consapevolazza di potermi difendere più degli altri ha finora conferito più calma e l'aggressività, in me solitamente ben presente, è parecchio calata.

jessica ha scritto:il fatto del calo della criminalità in rapporto al numero di armi, oltre a non avere alcun trend evidenziabile da un'analisi statistica (anzi, se il trend c'è è al contrario) è molto poco affidabile essendo differente il modo in cui ogni nazione categorizza la voce "criminalità".

Attenzione: io non ricordo di avere parlato di calo di criminalità in rapporto al numero di armi, bensí in rapporto alla minore severità delle leggi in generale (E di quello sí, mi pare proprio che le analisi statistiche ci siano). Quella della legge sulle armi più o meno permissive a mio parere - come anche giustamente sottolinea qui il buon Cyrano - è solo una piccola parte di un quadro d'insieme.

jessica ha scritto:per capirci, si veda il numero di violenze sessuali pro capite in finlandia ed in italia ha un rapporto che somiglia a qualcosa tipo 8:1. volete davvero farmi credere che i finlandesi sono morti di figa e violenti otto volte più degli italiani? la risposta è semplice: no. solo che lì è molto più facile che una donna denunci un presunto abuso (che visto l'andazzo superfemminista che hano là sopra è probabile che anche quella che qui viene definita un'innocua pacchetta sul culo lì venga conteggiata come abuso sessuale)

Perfetto. Applicando questo principio al numero di armi in circolazione (In Finlandia piuttosto alto in quanto paese dove di va molto a caccia) in rapporto ai reati commessi con/per mezzo di esse (E non un grafico dei crimini violenti in generale, dove tra l'altro vedo in testa la Gran Bretagna, paese dove fino a poco tempo fa non giravano armati nemmeno i poliziotti), cosa ne deduci?

jessica ha scritto:il problema è sempre lo stesso, e cioè che la gente usa le statistiche come gli ubriachi usano i lampioni, non per fare luce ma per sostenersi.
so che è un discorso fastidioso da sentire, forse presuntuoso e tante altre cose brutte, ma debbo dire che sarebbe bello che chi si avvicina a dei dati avesse anche gli strumenti culturali per poterli comprendere. la comprensione, l'uso delle statistiche e tutto quello che è un po' legato a quello che in altri 3d viene sbandierato come "metodo scientifico" non sono strumenti innati che ogni creatura ha a sua disposizione, anzi, involgono spesso procedure controintuitive e vanno appresi (con fatica e sofferenza, almeno per quanto mi riguarda) in anni, se non decenni, di studio dedicato.
non ci si inventa analisti o statistici così come non ci si inventa dottori o linguisti.

Infatti io - goffamente se vuoi - cerco continuamente, in risposta ad argomentazioni del cazzo come quelle di settott, di evidenziare che ci sono delle differenze: armi in circolazione vanno divise tra legali ed illegali, morti ammazzati con armi vanno suddivisi morti ammazzati dalla plizia e non, i non in armi legali ed illegali, incidenti e non, ecceccecc

Il risultato è che le statistiche in sé sono solo valori orientativi,

jessica ha scritto:
poi sennò, improvvisandosi statistici, escono cose tipo queste:

spero che almeno in questo caso non serva discutere il perchè questa immagine (che viene usata per supportate le loro tesi dai mattiguera  di armipedia o qualcosa di simile)  sia una cagata immane oltre che una fallacia logica sotto ogni punto di vista (e comunque a contenere due falsità nel giro di tre righe di testo).[...]

Più che discutere ti chiedo che me lo spieghi...ammesso e non concesso che i dati siano in qualche misura accurati.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49123
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 12 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum