Diritti inalienabili

Pagina 10 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mer 23 Nov - 16:11

Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:
good post
Sì, insomma, hai preso un'asfaltata che neanche la A4 e adesso cerchi di fare numeri da circo per far finta di no.
Ah i dati sono vecchi. Ormai sono più di 310 i milioni.
D'accordo, almeno ti do la gustificazione che in questo forum non è specificato l'aggettivo razionali in fianco ad atei.

Meglio prendere le asfaltate piuttosto che le statistiche al gusto per poi dire agli altri che non le sanno leggere.

Ormai il punto a mio parere è che saper leggere le statistiche non serve a un cazzo, e comunque attento alla differenza tra razionali (Non lo è NESSUNO) e razionaLISTI (Gente che serca di esserlo il più possibile).
sto sveglio

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 16:11

SETH OTH ha scritto:Cyrano, lungi da me offuscare le prove del complotto del potere che vedi in ciò che ti circonda, però volevo solo precisare una cosa.
La slide che ho usato riguardo gli incidenti per alcol serviva solo per fare la battuta (35%colpa dell'alcool quindi 65% colpa dei sobri, meglio guidare ubriachi. spero fosse chiaro a tutti che era una battuta). Ecco giusto per chiarezza quelle slides si riferivano a incidenti mortali, non a quello che tu indichi nel tuo documento ISTAT.
In quel documento si parla di tutti gli incidenti di ogni natura in cui c'è stata almeno una perte lesa e registrati dalle FF.OO.
Di quegli incidenti solo circa il due e qualcosa per cento è un incidente con vittima. Ecco quello che le statistiche ti dicono è che il 35% di quel 2% sono incidenti causati dall'alcool.
Credo che per causare il 35% di TUTTI gli incidenti in Italia non ci siano abbastanza ubriachi alla guida neanche in tutta Europa.
Per capire se sia tanto o poco, ti do adito, dovremmo avere qualche informazione in più, che in quel documento manca completamente. Cioè quanta gente fuori limite guida e per quanto tempo.
Sono completamente d'accordo con te su questo

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mer 23 Nov - 16:16

Cyrano ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Cyrano, lungi da me offuscare le prove del complotto del potere che vedi in ciò che ti circonda, però volevo solo precisare una cosa.
La slide che ho usato riguardo gli incidenti per alcol serviva solo per fare la battuta (35%colpa dell'alcool quindi 65% colpa dei sobri, meglio guidare ubriachi. spero fosse chiaro a tutti che era una battuta). Ecco giusto per chiarezza quelle slides si riferivano a incidenti mortali, non a quello che tu indichi nel tuo documento ISTAT.
In quel documento si parla di tutti gli incidenti di ogni natura in cui c'è stata almeno una perte lesa e registrati dalle FF.OO.
Di quegli incidenti solo circa il due e qualcosa per cento è un incidente con vittima. Ecco quello che le statistiche ti dicono è che il 35% di quel 2% sono incidenti causati dall'alcool.
Credo che per causare il 35% di TUTTI gli incidenti in Italia non ci siano abbastanza ubriachi alla guida neanche in tutta Europa.
Per capire se sia tanto o poco, ti do adito, dovremmo avere qualche informazione in più, che in quel documento manca completamente. Cioè quanta gente fuori limite guida e per quanto tempo.
Sono completamente d'accordo con te su questo
Molto bene, ma allora ti sarà chiaro che quel 35% del 2% ci sta benissimo dentro il tuo 2,12% senza problemi di cotraddizioni o poca chiarezza.

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 23 Nov - 16:20

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:
SETH OTH ha scritto:
good post
Sì, insomma, hai preso un'asfaltata che neanche la A4 e adesso cerchi di fare numeri da circo per far finta di no.
Ah i dati sono vecchi. Ormai sono più di 310 i milioni.
D'accordo, almeno ti do la gustificazione che in questo forum non è specificato l'aggettivo razionali in fianco ad atei.

Meglio prendere le asfaltate piuttosto che le statistiche al gusto per poi dire agli altri che non le sanno leggere.

Ormai il punto a mio parere è che saper leggere le statistiche non serve a un cazzo, e comunque attento alla differenza tra razionali (Non lo è NESSUNO) e razionaLISTI (Gente che serca di esserlo il più possibile).
sto sveglio

Embè? boxed

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mer 23 Nov - 16:33

Embè non vedo perchè nessuno dovrebbe essere razionale nè perchè dovrei stare attento ai due termini.

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Mer 23 Nov - 16:43

Cyrano:
Io penso che la stragrande maggioranza dei tedeschi non sapesse neanche dello sterminio degli ebrei, di quelli che lo sapevano la maggioranza non era intimamente d'accordo ma diceva il contrario per paura, e di quelli che ne erano convinti, era per un ragionamento del secondo tipo (uccidere è in generale immorale, tranne che nel caso di autodifesa...gli ebrei ci mettono a rischio, quindi é giusto ucciderli per autodifesa)

Questo non è assolutamente vero!! Ed è proprio quello di cui sono stati accusati tutti i tedeschi. Hilter è andato al potere con libere elezioni e non con la forza. Era l'espressione della mentalità e del modo di sentire e di vedere della stra grande maggioranza dei tedeschi. In Germania per tutta la durata del periodo nazista di fatto non c'è mai stata una qualche reale opposizione. Il regime godeva dell'appoggio della quasi totalità della popolazione. E lo stesso vale per le leggi razziali e lo sterminio dei nazisti. Il regime ha avuto la piena e assoluta collaborazione di (quasi) tutta la popolazione. Non è mai esistita alcuna forma di resistenza, se non casi isolati per altro rarissimi.  E, come è nella mentalità teutonica, hanno fatto tutto con il massimo zelo ed efficienza. Circa i campi di sterminio, che tra l'altro esistevano già prima della guerra ed erano utilizzati per gli oppositori interni, è impensabile che la popolazione non fosse a conoscenza di cose stesse succedendo. Parliamo di milioni di persone uccise con regolarità e metodo! Non puoi pensare di gestire una cosa così senza utilizzare una struttura organizzativa che coinvolge miglia di persone!! E, come è dimostrato da mille testimonianze, tutti i tedeschi che "lavoravano" a questo lo facevano con assoluta convinzione e zelo del tutto indifferenti alle sofferenze degli altri ! A me tutto questo ancora oggi mi sconvolge. Non riesco a capire come sia potuto succedere in un'epoca recente ad un popolo che era ed è ancora più che civile!!

Con questo voglio dire che i valori che tu pensi siano, e siano stati, universalmente condivisi è del tutto falso!!! Ma pesantemente falso e illusorio. Milioni e milioni di persone sono state massacrate nella totale indifferenza, anzi direi nella totale accondiscendenza di una larghissima parte della popolazione. Come vedi il concetto di "giusto" è assai relativo e soggettivo!! Ma molto molto!!

Beh poi per la verità trovo piuttosto inutile la discussione sulla "guida in stato di ebbrezza". Io apprezzo la speculazione anche fine a se stessa. Però qui mi sembra che siamo arrivati ad un punto morto.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mer 23 Nov - 16:59

Paolo ha scritto: A me tutto questo ancora oggi mi sconvolge. Non riesco a capire come sia potuto succedere in un'epoca recente ad un popolo che era ed è ancora più che civile!!
Io invece non vedo altro popolo a cui sarebbe potuto succedere in quella maniera.

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 23 Nov - 17:02

SETH OTH ha scritto:Embè non vedo perchè nessuno dovrebbe essere razionale nè perchè dovrei stare attento ai due termini.

Essere completamente razionali (Opinione mia eh) non è umanamente possibile; essere razionalisti, nel senso che ho indicato, sí. Ecco perché ho richiamato la tua attenzione, non sui due termini bensí sulla differenza tra di essi (Ma fai apposta per rompere i maroni o davvero non capisci?)

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mer 23 Nov - 17:06

Bah

SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 372
Età : 99
Occupazione/Hobby : Respirariano.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Mer 23 Nov - 17:21

SETH OTH ha scritto:
Paolo ha scritto: A me tutto questo ancora oggi mi sconvolge. Non riesco a capire come sia potuto succedere in un'epoca recente ad un popolo che era ed è ancora più che civile!!
Io invece non vedo altro popolo a cui sarebbe potuto succedere in quella maniera.

Questo è vero! I tedeschi esagerano sempre in tutto.

Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 17:22

SETH OTH ha scritto:
Cyrano ha scritto:
SETH OTH ha scritto:Cyrano, lungi da me offuscare le prove del complotto del potere che vedi in ciò che ti circonda, però volevo solo precisare una cosa.
La slide che ho usato riguardo gli incidenti per alcol serviva solo per fare la battuta (35%colpa dell'alcool quindi 65% colpa dei sobri, meglio guidare ubriachi. spero fosse chiaro a tutti che era una battuta). Ecco giusto per chiarezza quelle slides si riferivano a incidenti mortali, non a quello che tu indichi nel tuo documento ISTAT.
In quel documento si parla di tutti gli incidenti di ogni natura in cui c'è stata almeno una perte lesa e registrati dalle FF.OO.
Di quegli incidenti solo circa il due e qualcosa per cento è un incidente con vittima. Ecco quello che le statistiche ti dicono è che il 35% di quel 2% sono incidenti causati dall'alcool.
Credo che per causare il 35% di TUTTI gli incidenti in Italia non ci siano abbastanza ubriachi alla guida neanche in tutta Europa.
Per capire se sia tanto o poco, ti do adito, dovremmo avere qualche informazione in più, che in quel documento manca completamente. Cioè quanta gente fuori limite guida e per quanto tempo.
Sono completamente d'accordo con te su questo
Molto bene, ma allora ti sarà chiaro che quel 35% del 2% ci sta benissimo dentro il tuo 2,12% senza problemi di cotraddizioni o poca chiarezza

Il report ISTAT in questione, se non sbaglio, si limita a dire:

Lo stato psico-fisico alterato del conducente, pur non rappresentando una percentuale elevata del totale dei casi (3,1%), va segnalato per la gravità degli eventi.


Senza fornire dettagli ulteriori. 

Il famoso 35% viene da una "stima" dell'ISS (non vengono forniti né i metodi della "stima", né la popolazione campione...)

Ovvero abbiamo:

1) Da una parte dati statistici certi, su ampio campione e metodologicamente costanti per anni ed anni, che dimostrano come l'incidenza dell'uso di alcol nel numero di incidenti sia irrisoria (accompagnati da una generica frase non supportata da dati sulla "gravità degli eventi")

2) l'amministrazione si accorge che i dati la sbugiardano, e intima all'ISTAT di non pubblicare più il dato con la scusa di poco chiari "problemi di rilevazione"

3) commissiona una "stima" all'ISS (stima di cui non sappiamo nulla in termini di metodologia e campione) e dice che sì, forse é vero che gli incidenti totali dovuti all'alcol sono pochi, ma quelli mortali sono tantissimi! Se dobbiamo prendere per buone le "stime", allora: 

https://www.poliziamunicipale.it/documenti/30411/insicurezza-stradale-quello-che-non-si-dice

- Il 30% degli incidenti mortali é dovuto alla velocità
- prendiamo per buona la "stima" ISS: il 35% é dovuto all'alcol
- Per gli aderenti al CNOSS 1/3 dei decessi è colpa delle condizioni delle strade.

e siamo al 95%...tutte le restanti cause (stanchezza, danni strutturali, mancato rispetto delle distanze di sicurezza etc) farebbero solo il 5% e la droga? quella dove la mettiamo?

4) e sulla scorta di questo inasprisce delle pene che già erano profondamente ingiuste

Possibile che ce la beviamo?

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Mer 23 Nov - 17:24

Ma non avete mai sentito parlare delle stragi del sabato sera? Sarà anche la droga ma non penso che l'alcol abbia un ruolo marginale.


Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 17:30

Paolo ha scritto:Cyrano:
Io penso che la stragrande maggioranza dei tedeschi non sapesse neanche dello sterminio degli ebrei, di quelli che lo sapevano la maggioranza non era intimamente d'accordo ma diceva il contrario per paura, e di quelli che ne erano convinti, era per un ragionamento del secondo tipo (uccidere è in generale immorale, tranne che nel caso di autodifesa...gli ebrei ci mettono a rischio, quindi é giusto ucciderli per autodifesa)

Questo non è assolutamente vero!! Ed è proprio quello di cui sono stati accusati tutti i tedeschi. Hilter è andato al potere con libere elezioni e non con la forza. Era l'espressione della mentalità e del modo di sentire e di vedere della stra grande maggioranza dei tedeschi. In Germania per tutta la durata del periodo nazista di fatto non c'è mai stata una qualche reale opposizione. Il regime godeva dell'appoggio della quasi totalità della popolazione. E lo stesso vale per le leggi razziali e lo sterminio dei nazisti. Il regime ha avuto la piena e assoluta collaborazione di (quasi) tutta la popolazione. Non è mai esistita alcuna forma di resistenza, se non casi isolati per altro rarissimi.  E, come è nella mentalità teutonica, hanno fatto tutto con il massimo zelo ed efficienza. Circa i campi di sterminio, che tra l'altro esistevano già prima della guerra ed erano utilizzati per gli oppositori interni, è impensabile che la popolazione non fosse a conoscenza di cose stesse succedendo. Parliamo di milioni di persone uccise con regolarità e metodo! Non puoi pensare di gestire una cosa così senza utilizzare una struttura organizzativa che coinvolge miglia di persone!! E, come è dimostrato da mille testimonianze, tutti i tedeschi che "lavoravano" a questo lo facevano con assoluta convinzione e zelo del tutto indifferenti alle sofferenze degli altri ! A me tutto questo ancora oggi mi sconvolge. Non riesco a capire come sia potuto succedere in un'epoca recente ad un popolo che era ed è ancora più che civile!!

Con questo voglio dire che i valori che tu pensi siano, e siano stati, universalmente condivisi è del tutto falso!!! Ma pesantemente falso e illusorio. Milioni e milioni di persone sono state massacrate nella totale indifferenza, anzi direi nella totale accondiscendenza di una larghissima parte della popolazione. Come vedi il concetto di "giusto" è assai relativo e soggettivo!! Ma molto molto!!

Beh poi per la verità trovo piuttosto inutile la discussione sulla "guida in stato di ebbrezza". Io apprezzo la speculazione anche fine a se stessa. Però qui mi sembra che siamo arrivati ad un punto morto.
Il fatto che Hitler sia andato al potere con libere elezioni non significa che i tedeschi convenissero con lo sterminio sistematico degli ebrei

Il fatto che i gerarchi nazisti fossero paranoici nel tener nascoste le stragi alla popolazione (deportazioni ed esecuzioni laddove i tedeschi non potevano vedere) é anche questo una cosa abbastanza storicamente provata

Sull'opposizione interna al nazismo, c'é stata e non é stata elitaria (socialisti, cattolici, protestanti, vecchi liberali), ma bisogna tener presente che se solo ci si lasciava sfuggire una parola si era finiti...

E per finire, il ragionamento era raffinato: gli ebrei si sono impossessati illegittimamente della ricchezza della Germania, e riprendersi ciò che é stato rubato é sacrosanto...e i ladri li "espelliamo" (ricordiamoci che al cittadino comune veniva detto che gli ebrei erano deportati all'est in cittadine modello ove avrebbero potuto vivere serenamente...esiste persino una falsa cittadina modello che veniva popolata di ebrei "felici", ed i fulmini venivano proiettati prima di molti film per far vedere che gli ebrei non erano maltrattati)

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Justine il Mer 23 Nov - 17:31

jessica ha scritto:spero che almeno la justina si stia facendo due risate.

Questo è certo, e mi fa piacere. Devi sapere che sto adottando il tuo thesaurus, portando le costruzioni sintattiche di cui mi fai dono in giro per la websfera.

Qui ho riunito il sapere che mi hai conferito con ben due dei tuoi interventi:

La rivelazione:






_________________
[...] l'aeroporto c'è, no non c'è, pregasi indagare sulle differenze tra orari di percorrenza e orari sulle tabelle, la fermata si chiama aeroporto ma non è un aeroporto, differenze tra curare e guarire, cantanti lirici londinesi comunisti, 180% dei cinesi [...] (Jess)

Justine
----------
----------

Femminile Numero di messaggi : 15356
Occupazione/Hobby : Qui è l'una antenna
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 17:42

Paolo ha scritto:Ma non avete mai sentito parlare delle stragi del sabato sera? Sarà anche la droga ma non penso che l'alcol abbia un ruolo marginale.

vedi: crediamo di più a quello che ci dicono i media che alle statistiche dell'ISTAT

é vero, il sabato sera ci sono più incidenti mortali, e parte di essa é dovuta ad alterate condizioni psicofisiche del conducente (tra le quali, ma non solamente, l'alcool)

ma queste "stragi" sono numericamente irrilevanti rispetto alle stragi (queste sì reali) dovute per esempio alle cattive condizioni del sistema stradale, ai conducenti di TIR che guidano stravolti dalla fatica etcetera

Bisognerebbe vedere quanti sono coloro che guidano "in stato di ebbrezza" e rapportare il loro numero agli incidenti da loro provocati

Un esempio indicativo (statisticamente opinabile ma che da almeno un'idea):

http://www.asl5.liguria.it/vecchiosito/pdf/RAPPORTO_PASSI_ASL5.pdf


  • Nell’ultimo mese il 13% degli intervistati (e il 17% di coloro che hanno guidato) dichiara di aver guidato in stato di ebbrezza nel mese precedente l’indagine;


se é vero che gli incidenti provocati da chi guida in stato di ebbrezza sono circa il 2,12%, se ne evincerebbe che il 17% della popolazione dei guidatori (in stato di ebbrezza) causa il 2,12% degli incidenti, mentre il restante 83% ne ha ha causato il 97,88%

PS ovviamente andrebbero calcolate le ore guidate in stato di ebbrezza e le ore guidate non in stato di ebbrezza

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 23 Nov - 17:59

Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Ma non avete mai sentito parlare delle stragi del sabato sera? Sarà anche la droga ma non penso che l'alcol abbia un ruolo marginale.

vedi: crediamo di più a quello che ci dicono i media che alle statistiche dell'ISTAT

é vero, il sabato sera ci sono più incidenti mortali, e parte di essa é dovuta ad alterate condizioni psicofisiche del conducente (tra le quali, ma non solamente, l'alcool)

ma queste "stragi" sono numericamente irrilevanti rispetto alle stragi (queste sì reali) dovute per esempio alle cattive condizioni del sistema stradale, ai conducenti di TIR che guidano stravolti dalla fatica etcetera

Bisognerebbe vedere quanti sono coloro che guidano "in stato di ebbrezza" e rapportare il loro numero agli incidenti da loro provocati

Un esempio indicativo (statisticamente opinabile ma che da almeno un'idea):

http://www.asl5.liguria.it/vecchiosito/pdf/RAPPORTO_PASSI_ASL5.pdf


  • Nell’ultimo mese il 13% degli intervistati (e il 17% di coloro che hanno guidato) dichiara di aver guidato in stato di ebbrezza nel mese precedente l’indagine;


se é vero che gli incidenti provocati da chi guida in stato di ebbrezza sono circa il 2,12%, se ne evincerebbe che il 17% della popolazione dei guidatori (in stato di ebbrezza) causa il 2,12% degli incidenti, mentre il restante 83% ne ha ha causato il 97,88%

PS ovviamente andrebbero calcolate le ore guidate in stato di ebbrezza e le ore guidate non in stato di ebbrezza

Mi piacerebbe vedere i risultati dell'applicazione di questi semplici principi logici alle statistiche sulle armi/loro possesso/uso/sparatorie ecc Royales

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 19:10

Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Ma non avete mai sentito parlare delle stragi del sabato sera? Sarà anche la droga ma non penso che l'alcol abbia un ruolo marginale.

vedi: crediamo di più a quello che ci dicono i media che alle statistiche dell'ISTAT

é vero, il sabato sera ci sono più incidenti mortali, e parte di essa é dovuta ad alterate condizioni psicofisiche del conducente (tra le quali, ma non solamente, l'alcool)

ma queste "stragi" sono numericamente irrilevanti rispetto alle stragi (queste sì reali) dovute per esempio alle cattive condizioni del sistema stradale, ai conducenti di TIR che guidano stravolti dalla fatica etcetera

Bisognerebbe vedere quanti sono coloro che guidano "in stato di ebbrezza" e rapportare il loro numero agli incidenti da loro provocati

Un esempio indicativo (statisticamente opinabile ma che da almeno un'idea):

http://www.asl5.liguria.it/vecchiosito/pdf/RAPPORTO_PASSI_ASL5.pdf


  • Nell’ultimo mese il 13% degli intervistati (e il 17% di coloro che hanno guidato) dichiara di aver guidato in stato di ebbrezza nel mese precedente l’indagine;


se é vero che gli incidenti provocati da chi guida in stato di ebbrezza sono circa il 2,12%, se ne evincerebbe che il 17% della popolazione dei guidatori (in stato di ebbrezza) causa il 2,12% degli incidenti, mentre il restante 83% ne ha ha causato il 97,88%

PS ovviamente andrebbero calcolate le ore guidate in stato di ebbrezza e le ore guidate non in stato di ebbrezza

Mi piacerebbe vedere i risultati dell'applicazione di questi semplici principi logici alle statistiche sulle armi/loro possesso/uso/sparatorie ecc Royales
credo che piuttosto che scornarsi sulle statistiche, bisognerebbe riflettere su una questione: l'alto tasso dei morti sparati negli US, ed il basso tasso in svizzera, é dovuto alla facilità o meno di procurarsi le armi o alla cultura dominante?

Non dimentichiamoci che gli US sono un paese nato sul genocidio dei nativi e prosperato sullo sfruttamento degli schiavi...qualcosa vorrà ben dire...

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Mer 23 Nov - 19:18

Semplice comparazione

Rateo di armi per ogni 100 abitanti:

Svizzera 45.7
Italia 11.9

Rateo di omicidi con armi da fuoco per ogni 100,000 abitanti

Svizzera 0,21
Italia 0,37

É il rateo di armi da fuoco disponibili a definire il rateo di omicidi da arma da fuoco o é qualcos'altro? Se volessimo fare della "statistica creativa", potremmo dire che i due ratei sono inversamente proporzionali...

http://www.gunpolicy.org

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 23 Nov - 19:35

Cyrano ha scritto:
credo che piuttosto che scornarsi sulle statistiche, bisognerebbe riflettere su una questione: l'alto tasso dei morti sparati negli US, ed il basso tasso in svizzera, é dovuto alla facilità o meno di procurarsi le armi o alla cultura dominante?

Non dimentichiamoci che gli US sono un paese nato sul genocidio dei nativi e prosperato sullo sfruttamento degli schiavi...qualcosa vorrà ben dire...

Eh, chi si ostina a comparare Paesi dalle condizioni socioculturstoricpilsalcazz comparabili mica sono io eh... wink..

Cyrano ha scritto:Semplice comparazione

Rateo di armi per ogni 100 abitanti:

Svizzera 45.7
Italia 11.9

Rateo di omicidi con armi da fuoco per ogni 100,000 abitanti

Svizzera 0,21
Italia 0,37

É il rateo di armi da fuoco disponibili a definire il rateo di omicidi da arma da fuoco o é qualcos'altro?

http://www.gunpolicy.org

Un sacco di altre cose, quello che a mio parere non si può negare è che il rateo e la facilità a disporre di armi da fuoco è un fattore che influisce.

Ma solo uno, e non determinante.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da jessica il Gio 24 Nov - 15:59

Justine ha scritto:Questo è certo, e mi fa piacere. Devi sapere che sto adottando il tuo thesaurus, portando le costruzioni sintattiche di cui mi fai dono in giro per la websfera.
Qui ho riunito il sapere che mi hai conferito con ben due dei tuoi interventi:
La rivelazione:


hihihihih si ma se non hanno uno che confonde polpot con paul potts mica funziona!

Rasputin ha scritto:
Cyrano ha scritto:
Paolo ha scritto:Ma non avete mai sentito parlare delle stragi del sabato sera? Sarà anche la droga ma non penso che l'alcol abbia un ruolo marginale.

vedi: crediamo di più a quello che ci dicono i media che alle statistiche dell'ISTAT

é vero, il sabato sera ci sono più incidenti mortali, e parte di essa é dovuta ad alterate condizioni psicofisiche del conducente (tra le quali, ma non solamente, l'alcool)

ma queste "stragi" sono numericamente irrilevanti rispetto alle stragi (queste sì reali) dovute per esempio alle cattive condizioni del sistema stradale, ai conducenti di TIR che guidano stravolti dalla fatica etcetera

Bisognerebbe vedere quanti sono coloro che guidano "in stato di ebbrezza" e rapportare il loro numero agli incidenti da loro provocati

Un esempio indicativo (statisticamente opinabile ma che da almeno un'idea):

http://www.asl5.liguria.it/vecchiosito/pdf/RAPPORTO_PASSI_ASL5.pdf


  • Nell’ultimo mese il 13% degli intervistati (e il 17% di coloro che hanno guidato) dichiara di aver guidato in stato di ebbrezza nel mese precedente l’indagine;


se é vero che gli incidenti provocati da chi guida in stato di ebbrezza sono circa il 2,12%, se ne evincerebbe che il 17% della popolazione dei guidatori (in stato di ebbrezza) causa il 2,12% degli incidenti, mentre il restante 83% ne ha ha causato il 97,88%

PS ovviamente andrebbero calcolate le ore guidate in stato di ebbrezza e le ore guidate non in stato di ebbrezza

Mi piacerebbe vedere i risultati dell'applicazione di questi semplici principi logici alle statistiche sulle armi/loro possesso/uso/sparatorie ecc Royales
eh, forse se fossi in grado di usarli, i semplici principi logici, ritroveresti quello che già sanno coloro che li sanno già usare...

cyrano "PS ovviamente andrebbero calcolate le ore guidate in stato di ebbrezza e le ore guidate non in stato di ebbrezza" questo non è proprio un dettaglio che va a modificare le cifre dopo la virgola dei numeri ottenuti... pensa un po' a quanto la stessa persona può guidare da sobrio e da ubriaco nella sua vita e vedi te se ha senso
concluderne che: se ne evincerebbe che il 17% della popolazione dei guidatori (in stato di ebbrezza) causa il 2,12% degli incidenti, mentre il restante 83% ne ha ha causato il 97,88%
settantotth lo diceva per scherzare, tu mi pare sia serio abbastanza e la cosa un po' mi perplime...

Rusp ha scritto:
Cyrano ha scritto:Semplice comparazione

Rateo di armi per ogni 100 abitanti:

Svizzera 45.7
Italia 11.9

Rateo di omicidi con armi da fuoco per ogni 100,000 abitanti

Svizzera 0,21
Italia 0,37

É il rateo di armi da fuoco disponibili a definire il rateo di omicidi da arma da fuoco o é qualcos'altro?

http://www.gunpolicy.org

Un sacco di altre cose, quello che a mio parere non si può negare è che il rateo e la facilità a disporre di armi da fuoco è un fattore che influisce.

Ma solo uno, e non determinante.
eh ma guarda che se tu avessi affermato questo sin dal principio la discussione neanche sarebbe partita. a meno che tu non intenda anche qui che influisca in senso positivo...
comunque, caso svizzera: è abbastanza chiaro che ignoriate cosa sia la varianza dei dati anche in assenza di altre variabili (una rondine non fa primavera col giappone ma da sei pagine la svizzera è il faro che illumina la notte per gli armaioli incalliti) e cosa invece sia la tendenza di un set di dati... ma non importa.  giusto per non lasciare niente di sospeso vi incollo una mail di un amico che vive in svizzera al quale ho chiesto qualche delucidazione. i fatti che cita li ho verificati (principalmente su wilkipedia o giornali ticinesi in italica lingua) link nelle parentesi quadre da me inserite
[...convenevoli]
Ma che. Non berti per forza tutto quello che ti raccontano la in teronia. Allora comunque le morti per sparo non sono un problema ne qui ne da voi rispetto a tutto il resto delle morti. Qua sono altissimi i suicidi, molti più degli omicidi, e lo fanno con armi da fuoco quasi sempre. Però se proprio ti interessa se ne è fatto un gran parlare cinque anni fa prima del referendum[ http://www.lastampa.it/2011/02/13/esteri/svizzera-si-alle-armi-da-guerra-in-casa-LbryzhPOtlNoixVGhcyxvK/pagina.html ] . Questi sanno quanti cioccolatini e cucù ci sono in circolo ma quante armi ci sono in giro non lo sanno, tutti i numeri che trovi in wiki sono stime di tetto massimo, cioè registrate alla vendita ma poi nessuno sa se ancora in circolazione (parliamo di cacciatori dei cantoni più wild. [ wikipedia: Estimates range widely, between roughly 25% and 55% for legally held firearms. ]Cioè non sanno se sono 2 o 4 milioni non è proprio la stessa cosa. Ma, attenta, di queste almeno un milione sono dei militari, che qua se le tengono a casa, ci sono 5-700000 persone in leva in caso di necessità che hanno armi del governo e che poi possono comperarsi una volta passato i 34 anni di età cioè quando non sono più richiamabili x la guerra. una pistola e un fucile di solito (e l'immancabile victorinox)
Ecco queste non sono armi che possono sparare, perchè è passata una legge nel 2008 per cui le armi si le tieni a casa (in armadietto di sicurezza e sottochiave, per questo qua i cei de quattro ani no ghe spara into a schina dea mare http://edition.cnn.com/2016/03/22/us/gun-activist-shot-florida/ ) ma le munizioni no! sono in caserma! [http://www.swissinfo.ch/ita/armi-a-casa--munizioni-in-caserma/6168528] Se guardi gli omicidi pre 2009 raddoppiano (siamo intorno a 7 per milione di ab, comunque basso ma meno basso
[murder rate dal 2003 al 2007 variabile da 0,6 a 1,1 scaricabili qui: United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC) ( https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=7&ved=0ahUKEwi978mNscDQAhXMAcAKHQ1XARUQFghVMAY&url=http%3A%2F%2Fwww.unodc.org%2Fdocuments%2Fdata-and-analysis%2FCrime-statistics%2FData_Table-final.xls&usg=AFQjCNEsQOygX26OHe2u9ml7OC3ljUkGeg&cad=rja )]).
Attenta che qui uno dei fattori più importanti, oltre all'educazione un po' meno yankee (leggi in america coi fucili ci giocano, qui hanno capito che t'ammazzi) è che le leggi sulle armi sono severissime: le categorie più a rischio non le possono tenere, qua se ne fottono del razzismo e turchi e magrebi (che, no per essere razzisti ma sono portati agli omicidi almeno cinque volte più degli immigrati italiani o tedeschi, si qui si può fare queste statistiche non radical chic divise per razza ) in generale non possono detenere armi, assieme a un sacco di altre categorie [art 12 http://www.lastampa.it/2011/02/13/esteri/svizzera-si-alle-armi-da-guerra-in-casa-LbryzhPOtlNoixVGhcyxvK/pagina.html] per razza o paese di provenienza o reati commessi. In pratica le armi veramente in grado di sparare in circolazione potrebbero essere poco più di un milione, meno che in teronia fatte le proporzioni, in mano a gente più selezionata e soprattutto qui non abbiamo mafie camorre e ndranghete che non credo sparino con pistole regolarmente registrate e timbrate dalla questura.  
non la chiamerei esattamente libertà di circolazione delle armi...

se ancora non foste contenti, dal sito che cyrano utilizza per le sue statistiche ho dato anche un'occhiata così per sport all'honduras (posto con squadroni della morte che girano e bande criminali in sostanziale libertà):

The regulation of guns in Switzerland is categorised as restrictive
In Switzerland, the right to private gun ownership is not guaranteed by law


The regulation of guns in Honduras is categorised as permissive
In Honduras, the right to private gun ownership is not guaranteed by the Constitution, but is conditionally guaranteed in statute law

ahahahahahah ahahahahahah  ahahahahahah

jessica
---------------------
---------------------

Numero di messaggi : 6695
Occupazione/Hobby : alta sacerdotessa della GVR, non collezionatrice di francobolli
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 23.06.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Cyrano il Gio 24 Nov - 17:25

@Jessica: e bisognerebbe anche calcolare quanti incidenti non sono causati quando sei "sbronzo"

Ovvero: quanti incidenti per "tempo guidato in stato di ebbrezza" e quanti per "tempo guidato non in stato di ebbrezza"

I dati non ce li ho, ma ho l'impressione che cambierebbero i dati ma non nella direzione che pensi tu...

Se prendiamo per buoni i dati ISTAT, vorrebbe dire che per avere una pericolosità comparabile le "ore di ebbrezza" dovrebbero essere il 2,12% delle ore totali

Il che vorrebbe dire che il comportamento in questione sarebbe veramente marginale...

Comunque non lo sapremo mai...

Cyrano
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 507
Località : Altrove
Occupazione/Hobby : Aspettare
SCALA DI DAWKINS :
69 / 7069 / 70

Data d'iscrizione : 13.04.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Paolo il Gio 24 Nov - 19:37

Ma io vorrei vedere chi salirebbe su di un aereo con il capitano ubriaco? O chi si farebbe operare da un chirurgo in stato di ebbrezza? Mahh???  

Secondo la logica qui più volte esposta non ti puoi lamentare fin quando non subisci un danno, o meglio nessuno è perseguibile fin quando non causa il danno!


Paolo
-------------
-------------

Maschile Numero di messaggi : 8606
Età : 61
Località : Brescia
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 14.03.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Gio 24 Nov - 20:12

Jessica ha scritto:eh, forse se fossi in grado di usarli, i semplici principi logici, ritroveresti quello che già sanno coloro che li sanno già usare...

Te ne dico subito due, facili facili:

1. senza di me la tua valorabilissima partecipazione a questo forum sarebbe ridotta a poco più di zero mgreen

2. le statistiche sono fatte apposta per applicare ciascuno i suoi, di principi logici: esattamente quello che fai tu. Ci ho messo un po' a capirlo, ma meglio tardi che mai... bananamix

Quanto a Polpòt, mi capita di sopravvalutare gli interlocutori (E comunque detto da una che è riuscita a sostenere che i preti non fanno politica... Royales )

Jessica ha scritto:eh ma guarda che se tu avessi affermato questo sin dal principio la discussione neanche sarebbe partita. a meno che tu non intenda anche qui che influisca in senso positivo...
comunque, caso svizzera: è abbastanza chiaro che ignoriate cosa sia la varianza dei dati anche in assenza di altre variabili (una rondine non fa primavera col giappone ma da sei pagine la svizzera è il faro che illumina la notte per gli armaioli incalliti) e cosa invece sia la tendenza di un set di dati... ma non importa. giusto per non lasciare niente di sospeso vi incollo una mail di un amico che vive in svizzera al quale ho chiesto qualche delucidazione. i fatti che cita li ho verificati (principalmente su wilkipedia o giornali ticinesi in italica lingua) link nelle parentesi quadre da me inserite

È possibilissimo che mi sia espresso male, ma se invece di vedere rosso e partire a testa bassa quando vedi qualcosa - qualsiasi cosa - abbia scritto io, spendessi la metà del tempo e delle energie che spendi a leggere dati e statistiche, lo avresti capito fin dall'inizio.

Certo che dire "Varianza dei dati" "In assenza di altre variabili" in sole due righe la dice lunga sul tuo modo di interpretare dati e statistiche ahahahahahah

Ma poi la pezza al culo ce la metti con le tendenze, va bene cosí Royales

Scherzi a parte, interessantissimo quello che dice il tuo amico (Ricordi le mie puntualizzazioni sui collezionisti?), sopratutto la prima frase: Non berti per forza tutto quello che ti raccontano la in teronia. ok (Lo sapevo che a stare in Germania qualche vantaggio ancora sconosciuto c'era carneval )

Jessica ha scritto:non la chiamerei esattamente libertà di circolazione delle armi...

Non ricordo di avere espressamente usato questo concetto riguardo la Svizzera, se me lo mostri lo ritratto pure apertamente.

In linea di massima mi pare che la questione sia più o meno chiarita, USA a parte per i quali tendo più a concordare con la versione del tuo conoscente.

_________________
Mi dissocio espressamente da tutte le dichiatrazioni da me rilasciate a partire da un'ora fa.
Qualunque somiglianza con la realtà è puramente casuale ed involontaria.
La pena di morte andrebbe applicata immediatamente e senza processo a chiunque, anche in tenera età, esprimesse il mero desiderio di diventare giudice o funzionario di qualsiasi categoria.

Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49146
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Nazista
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da holubice il Gio 24 Nov - 22:55

Paolo ha scritto:E poi tieni conto che in Germania non esistono limiti di velocità. Perciò, ove non vi siano limitazioni locali, in autostrada puoi andare anche a 500 km/h. Perciò ha senso produrre e compare auto veloci, e non ha senso vietarle visto che le puoi legalmente usare.
In verità, in verità, ti dico ...



... le autostrade sono costellate di pannelli a led, come quello nella foto, che indicano dei limiti di velocità 'dinamici', ovvero vengono impostati automaticamente in base al traffico in quel dato momento. Sono praticamente ovunque, e praticamente ovunque un limite te lo impongono. Quando ti avvicini ai principali centri, molto spesso non ti fanno andare a più di 80 o 100 km l'ora.

Da quanto ci ho capito, con il Porche a 300 all'ora ci puoi andare solo in piena notte, in un tratto a 3 corsie un po' decentrato.

ok


Ultima modifica di holubice il Gio 24 Nov - 23:05, modificato 1 volta

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da holubice il Gio 24 Nov - 23:01

Ah, un'altra cosa intelligente, è l'assenza di un corsia di emergenza. Se facessimo anche noi la stessa cosa, otterremmo d'amblè una quarta corsia di marcia, senza sventrare di nuovo la nostra rete, e senza spendere un copeco. Non so come facciano in caso di incidente, probabilmente avranno una flotta di eliambulanze pronte ad operare su tutta l'autoban. Che complessivamente saranno molto più tempestive e molto meno costose (se si considera il costo per costruire una quarta corsia). E può essere utilizzata anche altrove.

ok

P.S.
Nella foto che ho riportato la corsia d'emergenza c'è. Ma io, nei tratti tedeschi di autostrada che ho percorso, non l'ho mai incontrata.

holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6103
Età : 114
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 10 di 12 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum